consigliato per te

  • in

    Zero5 Castellana Grotte: il punto sui campionati giovanili

    Mentre prosegue la preparazione della Zero5 Castellana Grotte per il girone di ritorno del campionato di volley femminile di serie B1 (10 febbraio con Arzano al Palagrotte), ecco il punto sui campionati giovanili della Grotte Volley.

    La prima squadra impegnata nell’ardua lotta salvezza dovrà raccogliere più dell’andata e per questo “ci stiamo preparando al girone di ritorno – dichiara il responsabile tecnico Massimiliano Ciliberti – abbiamo predisposto richiami fisici in sala pesi e tecnici in palestra più una serie di test con altre formazioni. Il preparatore e lo staff medico lavorano incessantemente per recuperare alcune atlete non al massimo della condizione fisica. Nel girone di andata abbiamo dimostrato di saper stare in gara con quasi tutte le nostre avversarie ma la classifica non ci ha sorriso, soffriamo nei momenti importanti a causa di equilibri tattici molto sottili su cui stiamo lavorando. Bisognerà  guadagnarsi la permanenza vincendo più gare rispetto all’andata senza guardare chi sia l’avversario. Ci vorrà oltre la tecnica e la tattica, tanto cuore in campo”.

    Nel contempo, il florido settore giovanile della Zero5, gestito in collaborazione con la Uisp 80 di Putignano, prosegue con le sue attività che lo collocano da anni ai vertici regionali. “Al di là degli aspetti tecnici – commenta Johnny Terrafina, vice presidente ed allenatore delle giovanili – impressionante l’escalation in termini di numeri. Abbiamo superato di gran lunga i duecento tesserati e questo ci fa un enorme piacere, ma allo stesso tempo ci riempie di grandi responsabilità”.

    Quasi al termine delle fasi regolari, ben tre formazioni su quattro, sono in testa a punteggio pieno. “Il cammino nei campionati Under18, under16 e under14 prosegue spedito – commenta mister Angelo Polignano – tutte le compagini sono saldamente al comando delle classifiche dei propri gironi e stanno trovando i giusti assetti per affrontare le imminenti gare ad eliminazione diretta. Le atlete partecipano con interesse e la loro crescita ci gratifica quotidianamente”.

    “C’è un secondo gruppo under14 – incalza mister Terrafina – composto da ragazze alla prima esperienza. L’obiettivo è migliorare tecnicamente senza l’assillo del risultato. A breve inizierà il campionato under13, le ragazze si allenano da settembre con costanza e dedizione. Vogliamo trasformare questo gruppo in una squadra capace di togliersi delle soddisfazioni”.

    “Quest’anno abbiamo voluto lavorare con atlete dei paesi limitrofi oltre alle nostre che hanno avuto meno spazi – conferma mister Giovanni Deligio – Non si conoscono tra loro, ma sono riuscite a fare gruppo, a conoscersi, ad aiutarsi fra loro. Tecnicamente abbiamo fatto grandi passi avanti, togliendoci anche qualche soddisfazione vincendo alcune gare. La strada è lunga ed in salita, ma sono convinto che, continuando in questa direzione, centreremo il nostro obiettivo che è quello della crescita tecnica delle atlete, consolidandolo ed aumentando il bacino di utenza”.

    Oltre ai campionati di categoria, molte atlete partecipano anche ai campionati CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) suddivise in gruppi under13, 14, 16 e 18.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: Zero5 Castellana Grotte, il punto a metà campionato

    Con il secondo riposo della Zero5 Castellana Grotte nell’ultima giornata di andata, è terminata la prima fase del campionato. Adesso un’ulteriore lunga pausa e finalmente si ripartirà il 10 febbraio con la prima giornata di ritorno del campionato di volley femminile di serie B1 con l’Arzano al Palagrotte.

    Quest’anno con 13 squadre nel girone e la defezione del Francavilla Fontana ad inizio del campionato, si è determinata la necessità di far riposare due squadre per giornata, falsando la lettura della graduatoria. Adesso però, a girone concluso, finalmente abbiamo la classifica reale.

    La Zero5 ha conquistato tre vittorie (in casa con Crotone e Fasano e fuori casa a San Salvatore) e subìto otto sconfitte con alcune recriminazioni ed un po’ di sfortuna. Nel girone di ritorno bisognerà raccogliere di più, e dare il massimo negli scontri diretti con Hub Catania, Terrasini e Crotone da giocare tutti fuori casa.

    Siamo in zona “rossa”, ma primi del gruppo. Se fosse finita oggi, sarebbero salve, ma c’è tutto il girone di ritorno da disputare e quindi chiediamo un commento al riguardo alla presidente Anna Tanese: “Abbiamo chiuso il girone di andata in ottava posizione – risponde la massima dirigente, ex giocatrice – abbiamo avuto un inizio stagione in salita a causa del grave infortunio della palleggiatrice Arianna Severin, sostituita ad ottobre da Gaia Belloni. La squadra ha avuto un cammino altalenante nella prima parte del campionato. Sappiamo le criticità da affrontare e migliorare nel girone di ritorno. Pretendo dagli staff e da tutte le atlete massimo impegno e dedizione, l’obiettivo della permanenza in B1 va raggiunto con assoluta convinzione”.

    Nella scorsa giornata ci sono stati risultati eclatanti con la testa della classifica rivoluzionata. Questi i risultati: Santa Teresa-Fasano 1-3; Altino-Terrasini 3-0; Teramo-Energy Catania 3-1; Hub Catania-Marsala 1-3; San Salvatore-Crotone 0-3. Hanno riposato Arzano e Zero5.

    In testa c’è stato il sorpasso di Marsala e Altino ai danni di Santa Teresa ed Energy Catania. In coda tutto è andato come prevedibile con le sconfitte di Terrasini, Hub Catania e San Salvatore, ma la squadra catanese ha sprecato un’opportunità unica: in vantaggio di un set, ha sprecato 6 set-ball che avrebbero potuto dare il 2-0 con chissà quale finale, ma alla fine l’ha spuntata Marsala (1-3) che si ritrova in testa alla classifica.

    Classifica che vede avanti appunto il Marsala a 26 punti, seguita da Altino, Energy Catania ed Arzano a 25, Santa Teresa 22, Teramo e Fasano 21. Fin qui la zona playoff. Notevolmente staccata la zona rossa con Zero5 e Hub Catania a 9 punti, Terrasini 8, Crotone 6, San Salvatore 1.

    Il campionato è stato avvincente e lo sarà ancora di più nella seconda parte. In testa sette squadre in soli 5 punti per tre posti playoff, in coda, escludendo San Salvatore, quattro squadre in soli 3 punti per due retrocessioni. Retrocedono le ultime tre (oltre al Francavilla retrocesso d’ufficio), senza playout.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: Zero5 Castellana Grotte sconfitta con onore a Marsala

    Per la Zero5 Castellana Grotte arriva una sconfitta a Marsala, anche netta nel risultato (3-0), ma la squadra pugliese ha onorato la propria maglia giocando alla pari per due set su tre contro la GesanCom, squadra costruita per l’obiettivo promozione, nella dodicesima giornata del campionato di Serie B1.

    La Zero5, dopo aver giocato un primo set di ambientamento, si è compattata ed ha lottato alla pari contro una squadra che finora in casa ha ceduto punti solo alla capolista Energy Catania. Ottime Varaldo e Gasparroni tra le siciliane. Nella Zero5 in evidenza Bondarenko e Sangoi che viene fuori alla distanza. Buono l’apporto della nuova palleggiatrice Foresi, ma non deludono Belloni e tutte le altre.

    La cronaca:Francesco Campisi schiera Varaldo opposta a Grippo, Gasparroni e Silotto in banda, Caserta e Galiero al centro, Norgini libero. Massimiliano Ciliberti risponde con Sangoi opposta a Foresi, Giombini e Bondarenko schiacciatrici, Salamida e Gogna centrali, Recchia libero.

    Grande concentrazione, pochi errori, ottimi servizi. Queste le carte giocate dal Marsala che, dopo l’illusorio vantaggio iniziale della Zero5 (0-3), procede come uno schiacciasassi (8-6, 16-9, 21-9, 25-12).

    Nel secondo parziale, dopo l’11-4 iniziale, la Zero5 alza il livello del proprio gioco e pian piano recupera fino ad avvicinarsi (15-12, poi 22-21) e sorpassare sul filo di lana (dal 24-22 al 24-25). Nel finale prevale l’esperienza di Varaldo che piazza due ace consecutivi per il 27-25 finale.

    Nel terzo set la squadra di casa è protesa nel tentativo di chiudere la gara (8-4, poi 16-12), ma la Zero5 riesce a mantenersi a distanza ravvicinata. Nel finale, sul 20-19, le padrone di casa producono il massimo sforzo ed è ancora Varaldo a chiudere le ostilità sul 25-22.

    Barbara Varaldo: “Sono contenta per la prestazione di squadra. Loro hanno una posizione in classifica che non ne rispetta il reale valore. Hanno attaccanti di alto livello, siamo state brave a tenere il nostro gioco“.

    Vera Bondarenko: “Abbiamo fatto una bella partita, ma dobbiamo ancora migliorare sotto diversi aspetti. Speriamo di far meglio nelle prossime partite, dobbiamo trovare gli equilibri con la nuova palleggiatrice“.

    Francesco Campisi: “Qualche errore da parte nostra, ma alla fine siamo riusciti chiudere a nostro favore, nonostante tanto tempo senza giocare. Era molto importante vincere oggi“.

    Massimiliano Ciliberti: “Un primo set catastrofico, ma poi abbiamo giocato alla pari contro una delle prime della classe e questo ci fa ben sperare nel futuro. Peccato per il finale del secondo set. È stata la prima partita della nuova palleggiatrice e non è facile in una settimana trovare gli equilibri giusti. Abbiamo due buone palleggiatrici, Belloni e Foresi, e questo ci permette di trovare soluzioni per le gare che ci aspettano“.

    GesanCom Marsala-Zero5 Castellana Grotte 3-0 (25-12, 27-25, 25-22)GesanCom Marsala: Grippo 3, Varaldo 17, Caserta 5, Galiero 10, Gasparroni 12, Silotto 7, Norgini (L). All. Campisi.Zero5 Castellana Grotte: Foresi 2, Sangoi 13, Salamida 3, Gogna 6, Giombini 6, Bondarenko 13, Recchia (L), Belloni. N.e. Rizza, Fino. All. Ciliberti.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: Castellana la spunta al tie break contro Catania

    Più impegnativa del previsto e dell’auspicato, ma vittoria è stata. La Zero5 Castellana Grotte vince, ma solo al tiebreak, con la Hub Ambiente Teams Catania (18-25, 28-26, 23-25, 25-15, 15-12) dopo tanta apprensione, nella nona giornata di ritorno del campionato di serie B1 di pallavolo femminile.

    Che la gara sarebbe stata complicata lo si sapeva, due squadre equivalenti ma in condizioni psicologiche opposte: costrette a vincere le castellanesi, nulla da perdere per le isolane. Anche l’andata a Catania fu tutt’altro che semplice (26-28, 25-21, 19-25, 31-33), ma, a conti fatti, si è persa la possibilità di affiancare il Terrasini (perdente con Melendugno) e mettersi a meno due dal Marsala (sconfitto a Baronissi). Diventa sempre più difficile, ma il playout è ancora raggiungibile.

    L’allenatrice del Catania Ina Baldi schiera Luzzi (top scorer con 28 punti) opposta a Minervini (3), Mercieca (10) e Beltrami (10) al centro, Santambrogio (6) e Carnazzo (10) laterali, Di Fabio libero. Entrate Altavilla, Emmi ed il secondo libero Foti (1), non entrate Mastroeni e Bisicchia.

    Mister Ciliberti, con l’ausilio di Danilo Milano, risponde con Bazzani (10) opposta a Fabbo (1), Avellini (14) e Belotti (7) centrali, Kohler (9) e Soleti (22) schiacciatrici, Recchia Stefania Libero. Entrate Gulino (2), Fino e Recchia Alessandra, non entrate Penna e Caffò.

    Il Catania mostra subito le sue intenzioni (4-9), ha un gioco più fluido, gioca più rilassata. Raggiunge un bel vantaggio (10-19) per le proprie capacità difensive, ma anche per la scarsa efficacia degli attacchi Zero5. Finisce 18-25. Nel secondo set la Zero5 cresce, si viaggia punto a punto fino al 15 pari, poi Castellana allunga (18-15), ma si fa sorpassare (18-19). La prolifica Luzzi propizia il 20-23 e compare lo spettro dello 0-2, ma Kohler e Soleti recuperano (23-23). Alcuni errori per il 24-25, poi Avellini guadagna due palle set e Soleti chiude con un ace: 28-26.

    Il terzo parziale è simile al precedente, si sblocca sul 15 pari con un break Zero5, ma anche qui Catania rinviene (19-20) e viaggia con il punticino di vantaggio fino alla doppietta di Beltrami del 23-25.

    Reazione rabbiosa della Zero5 che vede vanificata la vittoria piena (7-1), quindi Luzzi e qualche errore di troppo delle padrone di casa per il provvisorio recupero (11-10), poi è solo Zero5 per il 25-15 ed il tiebreak. Il quinto parziale è il festival degli errori gratuiti da una parte e dall’altra, ben 15 su 27 punti totali. Ultimo brivido dal 12-8 recuperato fino al 12 pari, poi Avellini realizza la tripletta del 15-12 che fa tirare un respiro di sollievo alla Zero5.

    La partita è stata combattuta, ma non eccelsa dal punto di vista tecnico. Molti errori d’ambo le parti, ma anche buone individualità: Luzzi su tutte nel Catania, Soleti ed Avellini nella Zero5.

    Francesca Soleti è stata bersagliata dal servizio ospite, ma è stata anche capace di realizzare ben 22 punti: “Mi hanno puntato, so di non essere impeccabile in ricezione, ma quando ho la possibilità, attacco forte. Devo e dobbiamo come squadra, migliorare nella gestione degli errori e nella determinazione. Noi ci proveremo”.

    Questo i commenti a fine gare del presidente del Catania Gravagno e del tecnico Danilo Milano: “Abbiamo avuto tanti infortuni quest’anno e paghiamo lo scotto dell’inesperienza di alcune e stasera in particolare della non serata di alcune ragazze di categoria – spiega Gravagno -. Stasera potevamo vincere, anche da tre punti”. Coach Milano conclude: “Si è vista ancora la mancanza di continuità. Abbiamo dei buoni momenti, ma li vanifichiamo con diversi errori. Stiamo lavorando su questo aspetto dall’inizio del campionato e continueremo a farlo fino alla fine”.

    (Fonte: comunicato stampa Zero5 Castellana Grotte) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: netta sconfitta per la Zero5 sul campo del Volleyrò

    Non ripete le buone prove delle ultime gare la Zero5 Castellana Grotte, che rimedia un netto 3-0 a Roma contro il Volleyrò Casal de’ Pazzi nell’ottava giornata di ritorno del campionato di Serie B1 femminile.

    “Partita inaccettabile da parte nostra – commenta molto amareggiato Danilo Milano, tecnico della squadra castellanese – si può anche perdere con una squadra così ben attrezzata, ma una cosa è perdere con onore ed un altro conto è perdere in questa maniera, dopo che per tutta la settimana sono state provate determinate cose. Dobbiamo solo fare ‘mea culpa’. Aldilà delle assenze, la ricezione è andata malissimo e non è che negli altri fondamentali sia andata meglio. Una prestazione da dimenticare“. Unica attenuante, non certo assolutiva, l’assenza di capitan Jaqueline Kohler per un grave lutto famigliare.

    La cronaca:Una buona partenza della Zero5 (5-7) lascia ben sperare, ma ben presto si ricade nella spirale degli errori e nell’inconsistenza della ricezione e degli attacchi delle prime giornate di campionato. Il Casal dei Pazzi realizza dei break micidiali portandosi velocemente sul 19-10. Torna un po’ di equilibrio nel finale, ma il set si chiude sul 25-16.

    Il secondo parziale si sviluppa come il primo, se non addirittura peggio. In questo caso l’equilibrio si rompe ancora prima (3-5) e si conclude con un gap ancora più ampio. Finisce 25-14. Il terzo set è più equilibrato, ma solo fino al 16-15, quando le bravissime Esposito e Martinelli salgono in cattedra e realizzano la fuga finale (23-16) che si conclude 25-18, sancendo il pesante 3-0 conclusivo.

    Volleyrò Casal de’ Pazzi-Zero5 Castellana Grotte 3-0 (25-16, 25-14, 25-18)Volleyrò Casal de’ Pazzi: Allaoui 5, Ndoye 4, Atamah 11, Martinelli 11, Esposito 15, Del Freo 7, Cavallieri (L), Camerini, Antonucci, Farelli 2, Cherubini, Salas Moreno, Ribechi, Franceschini. All. Ebana.Zero5 Castellana Grotte: Fabbo 1, Bazzani 11, Avellini 6, Belotti 4, Penna 1, Soleti 3, Recchia S. (L), Recchia A. 1, Fino. N.e. Gulino. All. Milano.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile, impresa sfiorata dalla Zero5 che costringe Melendugno al tie-break

    Di Redazione

    La Zero5 Castellana Grotte porta al tiebreak la Narconon Melendugno, seconda della classe, sfiorando il risultato clamoroso. Finisce 2-3 (25-18, 20-25, 22-25, 25-16, 7-15) a favore delle salentine nella settima giornata di ritorno del campionato nazionale di serie B1 femminile di volley.

    Una gara avvincente con una Zero5 irriconoscibile, ma in positivo. Se rileggiamo la cronaca della partita di andata, persa 3-0, appare molto evidente la crescita di questa squadra. In quel caso parlammo di disfatta, di squadra evanescente, ma questa sera abbiamo visto una squadra protagonista, che gioca bene, lotta ad armi pari, è capace di vincere con autorità. Se questa crescita viene confermata anche nelle ultime quattro gare, nulla sarà impossibile.

    Bruno Napolitano per Melendugno parte con Stival (10) opposta a Salimbeni, Antignano (12) e Zingoni (10) centrali, in banda Favero (12) e Maruotti (top scorer con 17 punti), libero Oggioni. Entrate al palleggio Caracuta (2) nel corso del primo set e rimasta in campo fino al termine e Maiorano (5), non entrate De Pascalis e Marra.

    Danilo Milano risponde con Bazzani (16) opposta a Fabbo (3), Avellini (14) e Belotti (9) centrali, Kohler (14) e Soleti (12) schiacciatrici, Recchia Stefania libero. Entrate Penna (1), Gulino e Fino, non entrate Recchia Alessandra e Caffò.

    La Zero5 parte senza timori reverenziali, gioca in scioltezza e sul 7-6 piazza un 6-0 che disorienta l’avversaria. Sul 17-10 Napolitano gioca la carta Caracuta, tenuta ferma precauzionalmente, ma il set è segnato. Kohler chiude 25-18.

    Con Caracuta in campo, il gioco leccese è più fluido, ma la Zero5 risponde colpo su colpo con scambi lunghissimi e spettacolari. Zero5 avanti (8-5, poi 12-8), ma Melendugno non sta a guardare (12-14). Sul 18-19 le rossonere, trainate dalla brava Antignano, piazzano la zampata finale per il 20-25 che rimette il punteggio in parità.

    Il terzo parziale si sviluppa come il secondo, le squadre si rincorrono, si sorpassano (6-4, 8-12, 18-14) e sul 21 pari, ancora una volta, è il Melendugno a trovare lo spunto conclusivo e chiudere con la top scorer Maruotti. 22-25.

    Nonostante il sorpasso nella gara (1-2), la Zero5 non si arrende. Continua a difendere ed attaccare con efficacia e sul 14-13, con Fabbo al servizio, realizza un 7-0 (21-13) con Avellini e Bazzani in evidenza e, come nel primo set, affonda i colpi nel finale chiuso ancora una volta da Kohler, con un sostanzioso 25-16.

    Anche nell’insperato ma meritato tiebreak, prevale l’equilibrio, ma solo fino al 6 pari. Qui Melendugno, con Stival, Maruotti ed Antignano, decide che basta scherzare col fuoco e realizza un 1-9 (7-15) che chiude la competizione.

    Melendugno si conferma squadra di rango con la rimonta del primo set perso e con il finale del tiebreak, ma un grande  encomio va a tutte le atlete della Zero5 che finalmente sembrano consce delle loro qualità. Difficile indicare la migliore in campo.

    Ginevra Bazzani: “Nelle ultime due gare abbiamo dimostrato di essere all’altezza di questo campionato. Se giochiamo così la permanenza la portiamo a casa. C’è ancora qualche problema, ma possiamo e dobbiamo fare ancora meglio”.

    Bruno Napolitano, Melendugno: “Complimenti a Castellana che ha fatto forse la migliore partita dell’anno, noi non eravamo in giornata, però loro ci hanno messo in difficoltà. Una squadra matura ed ambiziosa deve fare di più. Spero che da questa partita venga colto un segnale, le partite vanno giocate, tutte. Non bisogna dare nulla per scontato”.

    Danilo Milano, Zero5: “Un’ottima partita, peccato per il quinto set. Ovviamente nei momenti decisivi hanno prevalso loro che sono una squadra molto più esperta che sa come gestire i momenti critici. Adesso dobbiamo mantenere questa costanza anche nelle prossime partite. Speriamo che non sia troppo tardi”.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: Luvo Barattoli Arzano, tutto facile contro il Castellana Grotte

    Di Redazione

    Successo agevole per la Luvo Barattoli Arzano che consolida il suo ruolo di capolista del campionato di serie B1 femminile superando con un eloquente 3-0 il malcapitato Castellana Grotte. Nonostante l’impegno profuso, la squadra ospite non è mai riuscita a spaventare le padrone di casa che hanno chiuso i conti secondo i pronostici della vigilia.

    Quella del PalaRea è una sorta di ultima spiaggia per il Castellana Grotte che cerca di moltiplicare le forza trovandosi al cospetto della capolista del girone E del campionato di serie B1.

    I primi punti danno ragione alle ospiti che restano a lungo aggrappate nel punteggio (13-13). Una situazione di equilibrio che si rompe in corrispondenza del primo time-out richiesto dalla panchina ospite 15-13 prima che le padrone di casa allunghino ulteriormente.  

    La cura funziona e si prosegue in parità (20-20). Ci vuole concentrazione per arrivare ad un passo dal set (24-22) e dopo il secondo time out ospite chiude un’aces di Aquino (4 punti nel primo set). Migliore realizzatrice del parziale Alessia Avellini con 6 punti, seguita da Marianna De Siano a quota.  

    Secondo set senza storia finisce 25-15. Nel terzo set il Castellana Grotte riprende a giocare. Ne viene fuori un parziale molto più interessante del precedente che resta vivo fino alle ultime battute (22-21). Allasia dalla linea di battuta apre i punti più caldi del match: Soleti spedisce fuori le ultime due palle e chiude il match 25-21.

    “Per due set, il primo ed il terzo, la squadra è andata anche oltre i nostri standard di rendimento, nonostante la formazione notevolmente cambiata”, commenta il tecnico di Castellana Grotte, Danilo Milano che ha sostituito in panchina Massimiliano Ciliberti, assente per impegni personali, “considerata la situazione e il valore dell’avversario, la partita non è andata così male. Se non fosse stato per i soliti errori che purtroppo pesano tanto, in battuta, in ricezione ed in qualche pallonetto non tenuto, avremmo potuto raccogliere qualcosa in più”.

    LUVO BARATTOLI ARZANO-ZERO CASTELLANA GROTTE 3-0 (25-22; 25-15; 25-21)LUVO BARATTOLI ARZANO: De Siano 13, Piscopo (L) V., Passante 6, Aquino 11, Suero 9, Allasia 1, Putignano 9 . Rinaldi (L), Dello Iacono  2. Non entrate: Palmese, Carpio, Bianco, Silvestro. All. Piscopo A.ZERO CASTELLANA GROTTE: Belotti 5, Koler 9, Avellini 13, Soleti 11, Penna 6, Fabbo, Recchia S. (L), Fino, Recchia A., Gulino 1. Non entrate: Equatore, Rossi, Caffo, Bazzani. All. CilibertiArbitri: Pasquale Restaino e Giulia ConcilioNOTE. Durata set:25’; 20’; 25’. Battute sbagliate Arzano: 8 Battute punto Arzano:7;  Muri punto Arzano: 3. Battute sbagliate Castellana 8; Battute punto Castellana 2, Muri punto Castellana 5. Spettatori 300 circa.

    (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: Zero5 Castellana Grotte ko nello scontro diretto con Terrasini

    Di Redazione

    Ancora un passo falso per la Zero5 Castellana Grotte, che perde in casa lo scontro diretto contro la Duo Rent Terrasini per 1-3 nella quinta giornata di ritorno del campionato di Serie B1 femminile. La lotta per la salvezza si fa incandescente e sempre più difficile: Terrasini recupera con gli interessi i due punti ceduti in casa all’andata e sorpassa la Zero5 in classifica, con due gare in meno giocate. Rimane tanto amaro in bocca ai tifosi locali non tanto per la sconfitta, ma soprattutto per come è maturata.

    Terrasini, rispetto all’andata, si presenta con due rinforzi di notevole peso: Laura Frigo, una centrale con ben 9 anni di esperienza in A1, e la bulgara di nazionalità italiana Svetlana Angelova. Dopo un approccio alquanto timido, la Zero5 è venuta fuori bene ed ha conteso la vittoria del primo set fino all’ultima palla. Nel secondo set la squadra di casa ha dominato e nel terzo e quarto, è stata a lungo avanti, depauperando però i consistenti vantaggi con inspiegabili blackout dei quali la più esperta formazione siciliana ha saputo approfittare.

    La cronaca:Coach D’Accardi per Terrasini schiera Biccheri opposta a Baruffi, Evola e Frigo al centro, Angelova e Vescovo laterali, Nasi libero. Ciliberti risponde con Bazzani opposta a Gulino, Avellini e Belotti centrali, schiacciatrici Kohler e Soleti, Recchia libero.

    Partenza in sordina per la Zero5 che subisce il gioco più concreto delle avversarie (9-13). Ciliberti prova qualche variante tattica e si giunge al 14-20. Qui avviene una metamorfosi positiva delle padrone di casa. Kolher al servizio, Avellini ed una eccellente Soleti, raggiungono la parità a 20. Terrasini non si scompone ed inizia un lunghissimo punto a punto chiuso 27-29 da un ace di Biccheri su incomprensione in ricezione di Kohler e Recchia.

    Il bel finale galvanizza comunque le padrone di casa che giocano un set da manuale, lasciando pochissimo spazio alle avversarie. 8-4, 16-11, 21-14 e 25-14 la strepitosa progressione. In evidenza Belotti ed ancora Soleti.

    Continua il bel gioco delle grottine anche nel terzo parziale, ma solo fino al 18-13. Qui un micidiale 0-8 delle siciliane con l’esperta Frigo al servizio, spariglia i progetti Zero5 (18-21) ed apre la strada al combattuto finale (23-25). Indubbiamente importante il servizio di Frigo, ma determinanti anche errori ed alcune dubbie decisioni arbitrali.

    Svanita la possibilità della vittoria piena, rimane almeno la speranza della divisione dei punti, speranza che la Zero5 concretizza con un perentorio 7-0 all’esordio del quarto parziale. Il vantaggio viene mantenuto fino al 16-10, quando la squadra di casa incappa in un altro blackout che consente a Baruffi e compagne di ribaltare il punteggio (16-17). Il finale è convulso ed incerto fino al 21-22 quando ben 3 errori consecutivi, consegnano i 3 punti alle siciliane.

    “La tensione e l’importanza del risultato hanno condizionato la gara – commenta coach D’Accardi, tecnico delle siciliane – ci sono stati sprazzi buoni e tanti errori da una parte e dall’altra. Comunque noi ci prendiamo questi tre punti che possono essere fondamentali per il prosieguo del campionato. Guardiamo avanti anche se non sarà facile“.

    La presidente della Grotte Volley Anna Tanese spiega questa sconfitta con “limiti tecnici, ma anche mentali. Noi stiamo espletando tutti i tentativi possibili per stimolare le nostre atlete, ma non riusciamo ad ottenere risultati. Eppure stasera abbiamo assistito a fasi di gioco molto interessanti ed anche ad una buona prova da parte di alcune atlete“.

    Zero5 Castellana Grotte-Duo Rent Terrasini 1-3 (27-29, 25-14, 23-25, 21-25)Zero5 Castellana Grotte: Gulino 2, Bazzani 15, Avellini 9, Belotti 14, Kohler 9, Soleti 21, Recchia S. (L), Penna 1, Recchia A., Fino, Fabbo. All. Ciliberti.Duo Rent Terrasini: Baruffi 2, Biccheri 19, Evola 11, Frigo 7, Angelova 9, Vescovo 9, Nasi (L), Miceli 1, Bruno ne, Gabriele ne, Pecora ne, Calia ne. All. D’Accardi.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO