consigliato per te

  • in

    La Futura Volley ingaggia Alessia Arciprete: “L’obiettivo è la massima serie”

    Di Redazione Il primo tassello della Futura Volley Giovani che verrà, sotto la guida del neo tecnico Daris Amadio, si colloca in banda dove arriva Alessia Arciprete, giocatrice classe 1997, ultimo anno giocato con la casacca dell’Acqua e Sapone Volley Roma nella massima serie. Il primo colpo del mercato bustocco, dopo un lungo corteggiamento iniziato già la scorsa stagione, è proprio la schiacciatrice nata a Civitavecchia il 6 Settembre, 182 cm di altezza, che a soli 24 anni, nel pieno della sua maturità agonistica, si presenta a Busto con un curriculum importante fatto di 7 stagioni tra serie A1 e A2, dove ha vestito nell’ordine le maglie di Pesaro, Club Italia e Baronissi, prima di fare ritorno proprio a Roma, dove nelle tre stagioni giocate, ha recitato un ruolo da protagonista anche nella magica promozione in A1 conquistata nella stagione 2020-2021. Queste le sue prime parole da neo giocatrice della Futura Volley : Cosa ti ha spinto ad abbracciare il progetto Futura Volley? “Ho scelto questa società senza esitare, avevo già iniziato a riflettere su questo trasferimento a partire dalla chiamata ricevuta a metà della scorsa stagione. Ho notato fin da subito grandissima serietà e determinazione in tutto l’ambiente per cui non appena si è ripresentata l’occasione non ho avuto alcun dubbio ad accettare. Il progetto mi piace molto ed è perfettamente in linea con le mie ambizioni, inoltre, ho avuto subito un impatto molto positivo con la società sia nei discorsi con Matteo che nell’incontro con il Presidente”. Quale pensi possa essere il tuo apporto principale per la squadra che si sta costruendo tassello dopo tassello? “Mi sento una giocatrice molto maturata sia a livello personale che tecnico. Credo che io possa essere in grado di portare in campo una buona dose di esperienza, maturata grazie alle stagioni giocate in serie A2. Cercherò, inoltre, di fare tutto il possibile per portare alla squadra tutti i piccoli segreti e dettagli che ho imparato e che spero possano fare la differenza in questo campionato”. Come ti descriveresti in poche parole dentro e fuori dal campo ? “Sono una ragazza molto tranquilla e solare, nonostante in apparenza solitamente possa sembrare tutto l’opposto, ma in realtà amo scherzare e divertirmi. Come atleta sono senza dubbio molto grintosa e cerco sempre di portare equilibrio e armonia nell’ambiente in tutte la situazione. Per gli aspetti più tecnici lascio il verdetto al campo”. Se dovessi trovare fin da ora un obiettivo per il prossimo anno? “Voglio essere subito diretta e fare il massimo per portare questa squadra e questa società nella massima serie. Non posso nascondermi perché io voglio questo e la società persegue il medesimo obiettivo dunque dovremo lavorare al meglio e dare sempre il massimo insieme per raggiungere il nostro obiettivo comune”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Rebecca Rimoldi ancora alla Picco Lecco: “Sarei rimasta a prescindere dalla promozione”

    Di Redazione

    Dopo l’attesa conferma del capitano Serena Zingaro, arriva il rinnovo di un altro elemento fondamentale del sestetto biancorosso della Pallavolo Picco Lecco. La palleggiatrice Rebecca Rimoldi ha deciso di accettare un nuovo contratto con la società lecchese e di accompagnarla nella prossima stagione in Serie A2 femminile.

    “E’ passata una settimana, ma sinceramente devo ancora realizzare il tutto. La promozione era sicuramente l’obiettivo della stagione, ma era un risultato molto ambito da diverse squadre. Soprattutto sul finale di stagione la voglia di concretizzare i sacrifici era davvero tanta – evidenzia Rebecca Rimoldi ripensando al recente successo -. Quanto alla società, ho sentito sin da subito una voglia di crescere insieme. Sinceramente sarei rimasta a prescindere dalla promozione, ho voglia di ricambiare la fiducia che mi è stata data. L’augurio è riuscire a ricreare un gruppo coeso come quello di questa stagione. Tra l’altro sarà un campionato del tutto diverso, ho avuto la fortuna di giocare in A per 5 anni e vi assicuro che sarà pieno di partite difficili. Il gruppo farà la differenza! Serena (altro rinnovo già annunciato) è eccezionale, è stata una scoperta splendida; la conoscevo come avversaria, ma non avrei mai immaginato di trovare una ragazza tanto disponibile e generosa”. 

    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Macerata in A1, la ‘specialista’ Bresciani: “Finale combattutissima contro una grande Mondovì”

    Di Redazione È stato un altro, emozionante, adrenalinico tie-break a decidere l’ultima partita stagionale di vivo Serie A2, come successo nella Finale Scudetto tra Conegliano e Monza. A trionfare nella Finale Playoff Promozione sono le padrone di casa della Cbf Balducci Hr Macerata, che fanno valere il fattore campo in un Banca Macerata Forum gremito e colorato di arancione contro una coriacea Lpm Bam Mondovì, che prende comunque gli applausi di tutto il pubblico, arrendendosi dopo cinque set. Un risultato storico per la società marchigiana, che sale in Serie A1 per la prima volta regalando una gioia immensa ad una regione storicamente protagonista nel volley femminile. Le interviste iniziano con Giulia Bresciani, protagonista assoluta della partita: “Dopo Chieri, Vallefoglia e Bolzano sono contentissima per quest’altra Promozione. È stata molto difficile, una Finale combattutissima contro una grande Mondovì, che ha costruito una squadra solida e difficile da affrontare. Sono contenta di quello che abbiamo fatto come squadra, di non aver mai mollato e di aver risposto alla brutta Gara 2, in cui loro comunque sono state migliori mettendoci in grande difficoltà. Stasera ci siamo espresse al meglio, non ci siamo fatte abbattere quando loro sono salite di livello e abbiamo fatto quello che dovevamo fare davanti a questo fantastico pubblico”.  Si prosegue con Polina Malik, MVP della Finale Playoff Promozione: “Sono molto felice. Dall’inizio dicevo che saremmo arrivate in finale e che saremmo state promosse, mi davano della pazza, alla fine sono contenta di aver avuto ragione. Credo che alla fine a fare la differenza sia stata la nostra voglia, sicuramente questo fantastico pubblico ci ha dato forza e convinzione, è stata un’esperienza fantastica da vivere. Alla prima stagione in Italia mi sono innamorata di questo paese, sono contentissima di come sia andata e di questo risultato”.  foto Rubin / LVF Felicissimo Pietro Paolella, presidente della Cbf Balducci Hr Macerata: “Adesso ci godiamo un giorno, poi da lunedì ripartiamo come sempre abbiamo fatto, guardando ad un futuro sereno e facendo il possibile. Sarà un po’ difficile, alcune giocatrici sono richieste, ma noi siamo scopritori di talenti, quindi vediamo se anche l’A1 ci porta fortuna. Adesso ci godiamo Macerata femminile in A1, anche per ogni anno c’è una squadra rivelazione…chi lo sa!”. Lato Mondovì è coach Solforati a rilasciare un commento, chiaramente deluso ma comunque consapevole della splendida serie giocata dalle sue ragazze: “Ovviamente è difficile parlare dopo aver perso al tie-break di una Gara 3. C’è dispiacere e rammarico, principalmente per le ragazze che hanno vissuto periodi difficili, portandoci qua con grande cuore e grande forza. Siamo arrivati ad un passo da un qualcosa che sarebbe stato incredibile se non impensabile, una vera impresa: purtroppo è una Finale, per vincere bisogna esserci così come per perderle. Siamo contenti di essercela giocata, sicuramente non usciamo col rammarico di non aver dato il massimo. Meritavamo tutte e due, era un 50/50 ad inizio della serie, siamo arrivate a questa Gara 3 e probabilmente il fattore campo ha avuto il suo peso nella tensione dei punti finali. Comunque complimenti a Macerata”.  Questa la chiosa del Presidente della Lega Pallavolo Serie A Femminile Mauro Fabris: “Congratulazioni alla Cbf Balducci Hr Macerata per la prima storica promozione in Serie A1, dopo un percorso pianificato e ben coordinato da tutta la società guidata dal Presidente Pietro Paolella, fatto di tanti step importanti come la conquista della Coppa Italia A2 della scorsa stagione. Per il secondo anno consecutivo, un’altra squadra marchigiana, dopo Vallefoglia, raggiunge la massima serie della pallavolo femminile, un segnale che dimostra la rinascita di un movimento sempre protagonista del volley rosa, che con gli investimenti giusti e strutture solide è ripartito costruendo splendide realtà”. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Macerata è in Serie A1! Gara 3 pazzesca, Mondovì si arrende solo al tie-break

    Di Redazione La seconda squadra promossa in Serie A1 è la CBF Balducci HR Macerata. In una Gara 3 che ha regalato emozioni infinite, con rimonte e contro rimonte, alla fine sono le padrone di casa a esplodere di gioia al ti-break, vinto 15-12 sulla LPM Bam Mondovì. Gli altri parziali, invece, si erano chiusi con i punteggi di 28-26, 15-25, 25-10, 15-25. [SEGUONO AGGIORNAMENTI] CBF BALDUCCI HR MACERATA – LPM BAM MONDOVI’ 3-2 (28-26 15-25 25-10 15-25 15-12)CBF BALDUCCI HR MACERATA: Ricci 1, Fiesoli 7, Cosi 11, Malik 21, Michieletto 14, Pizzolato 18, Bresciani (L), Peretti, Ghezzi, Martinelli, Stroppa. Non entrate: Gasparroni. All. Paniconi. LPM BAM MONDOVI’: Hardeman 16, Molinaro 13, Taborelli 22, Trevisan 6, Montani 14, Cumino 3, Bisconti (L), Pasquino 1, Bonifacio 1, Ferrarini. All. Solforati. ARBITRI: Santoro, Selmi. NOTE – Spettatori: 1600, Durata set: 28′, 22′, 18′, 24′, 19′; Tot: 111′. Top scorers: Taborelli V. (22) Malik P. (21) Pizzolato V. (18) Top servers: Taborelli V. (5) Malik P. (2) Cosi F. (2) Top blockers: Pizzolato V. (5) Cosi F. (4) Molinaro B. (3)  LEGGI TUTTO

  • in

    Omag-MT, confermato lo staff. Il vice Zanchi: “E’ stato un anno straordinario”

    Di Redazione La OMAG-MT Consolini Volley ha scelto di tenere la linea della continuità. Al fianco di Coach Enrico Barbolini continuerà a lavorare Coach Alessandro Zanchi, una garanzia. Alessandro dunque arriva alla sua sesta stagione con la società di Stefano Manconi. Il suo è un percorso importante. Oltre al ruolo di vice allenatore della prima squadra è anche il direttore tecnico del fiorente e sempre più nutrito settore giovanile. Settore giovanile che quest’anno, grazie alla collaborazione con il Riccione Volley, ha ottenuto notevoli risultati. “E’ stato un anno straordinario e sono felice della mia riconferma – ci racconta Alessandro – E’ una riconferma su due fronti, sia con la serie A che con la giovanile. Questo doppio “sì” mi consentirà di continuare da una parte la collaborazione con Enrico Barbolini, che ringrazio, e dal quale sono certo di poter imparare ancora molto. E dall’altra parte di proseguire il percorso di organizzazione del settore giovanile, che ha già iniziato a dare i suoi primi frutti, sia a livello di risultati territoriali che di formazione delle giocatrici. Sono da sempre un promotore delle collaborazioni, fatte tra persone sincere e non per mere opportunità. Se i Presidenti decideranno di proseguire la collaborazione non posso che essere felice, insieme si lavora meglio e si va lontano. Spero che la collaborazione sportiva si estenda presto ad altre società che condividono con noi i valori dello sport, limitrofe e meno. Da qui all’inizio della prossima stagione ci sono ancora diverse fasi, il mercato, la fine dei campionati giovanili, il lavoro estivo con le squadre under, il Camp “una settimana da serie A” e poi le meritate vacanze per ricaricare le batterie. Ci vediamo in giro allora !!” Confermato anche tutto lo staff tecnico chiamato ad affiancare le Zie quotidianamente.Il ruolo di scoutman e preparatore atletico è affidato ancora una volta a Mattia Minelli, alla sua terza stagione a San Giovanni in Marignano: “Sono contento di aver ottenuto di nuovo la fiducia del Presidente Manconi e di Coach Barbolini. Rimango volentieri per proseguire il percorso positivo già intrapreso in questi anni ma con la consapevolezza che dobbiamo tutti sempre crescere e migliorarci. Quindi una conferma, sì, ma un anche un nuovo inizio e mai un punto di arrivo”. A disposizione delle OMAG-MT saranno sempre “le mani” e la grande esperienza di Andrea e Lucia dell’omonimo studio osteopatico e fisioterapico di Gabicce Mare. “Io e Lucia siamo molto contenti della fiducia che la Consolini continua a dimostrarci – dice Andrea – Il nostro studio è costantemente aggiornato sulle tecniche innovative per la riabilitazione delle atlete. La collaborazione, ormai decennale con la società è la dimostrazione del buon lavoro che riusciamo ad offrire alle atlete”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Vicenza Volley saluta Rachele Nardelli e Chidera Eze Blessing

    Di Redazione

    Vicenza Volley saluta e ringrazia le atlete Rachele Nardelli e Chidera Eze Blessing, giovani talenti che si sono messi in mostra nello scorso campionato di A2 in maglia biancorossa con la salvezza sfumata in extremis all’ultima giornata per quoziente set.

    Entrambe alla prima esperienza nel club della città del Palladio, hanno maturato un’esperienza importante: la palleggiatrice classe 2003 ha guidato stabilmente la squadra in campo, mentre la schiacciatrice trentina classe 2001 si è ritagliata uno spazio importante nel corso della stagione. A loro va l’in bocca al lupo per il futuro da parte della società presieduta da Andrea Ostuzzi.

    (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Zanotto e Cialfi restano ad Albese, ma come componenti dello staff

    Di Redazione

    Non è ancora finita l’avventura di Carlotta Zanotto e Caterina Cialfi con la Tecnoteam Albese: le due giocatrici, dopo aver annunciato l’addio a fine stagione, rientreranno nell’organico della squadra comasca di Serie A2 come componenti dello staff. Lo conferma lo stesso presidente Graziano Crimella nelle dichiarazioni riportate da La Provincia: l’ex capitano ricoprirà il ruolo di team manager, mentre Cialfi, che aveva scelto di chiudere la carriera per dedicarsi alla professione medica, sarà appunto il medico sociale della squadra.

    Sul fronte del volley giocato la Tecnoteam è ancora in attesa dell’ufficializzazione del nuovo allenatore, dopo l’addio di Cristiano Mucciolo: uno dei nomi “caldi” sembra essere quello di Mauro Chiappafreddo, in uscita da Catania. In partenza, invece, l’opposta greca Maria Oikonomidou. LEGGI TUTTO

  • in

    Approvate le nuove regole: due stranieri in campo anche in A2

    Di Redazione

    Il Consiglio Federale della Fipav, riunitosi oggi a Firenze, ha approvato in accordo con le due Leghe le nuove regole dei campionati di Serie A che saranno inserite nella Guida Pratica per la stagione 2022-2023. Le novità riguardano principalmente la modifica dei limiti all’utilizzo di atleti stranieri: dal prossimo anno anche in Serie A2 maschile e femminile sarà possibile utilizzare due giocatori stranieri, che dovranno però avere un’età superiore ai 23 anni (nati entro il 1999). Anche in Superlega e Serie A1 si introducono limiti al tesseramento di giovani provenienti dall’estero; inoltre entra in vigore l’obbligo di partecipazione ai campionati di serie e di categoria con atleti Under.

    Nel dettaglio, in Superlega maschile è confermato il limite dei 4 stranieri in campo; tra questi, per la prossima stagione ogni squadra potrà tesserare un solo atleta nato dal 2001 al 2003. In Serie A2 maschile sarà possibile utilizzare al massimo due stranieri, nati nell’anno 1999 o precedenti, e in Serie A3 maschile un solo straniero comunitario, con gli stessi limiti di età. Inoltre, per tutte e tre le categorie, sarà obbligatorio partecipare ad almeno un campionato di serie con atleti Under, e verrà introdotto l’obbligo di partecipazione “graduale” ai campionati giovanili solo con il proprio codice societario (in precedenza era possibile “appoggiarsi” ad altre società per l’attività giovanile).

    In Serie A1 femminile, come da proposte approvate dalla Lega, vengono eliminati il limite di iscrizione di 6 straniere a referto e il limite di tre atlete della stessa nazionalità per ogni squadra. Le straniere utilizzabili in campo restano 4, di cui soltanto una (tra le tesserate per la prossima stagione) potrà essere nata negli anni 2002 o 2003. In Serie A2 sarà possibile utilizzare due giocatrici straniere, che dovranno essere nate al massimo nel 2000. Anche qui, per entrambe le categorie sarà obbligatorio partecipare a un campionato di serie e, gradualmente, ai campionati giovanili.

    In apertura dei lavori del Consiglio, il presidente federale Giuseppe Manfredi ha speso parole d’elogio per Wanny Di Filippo e per il suo impegno nell’ambito della pallavolo femminile, culminata nella costruzione di Palazzo Wanny, impianto che verrà formalmente inaugurato questa sera in occasione del test match della nazionale femminile contro la Croazia. Successivamente il presidente ha riferito sull’esito dell’incontro avvenuto ieri a Losanna con il presidente della FIVB Ary Graça.

    Il primo tra i temi all’ordine del giorno è stato la nomina di Stefano Recine quale dirigente accompagnatore della Nazionale Femminile. Si è poi trattato il predisposizione da parte della Giunta Esecutiva dello schema del bilancio consuntivo 2021, che sarà sottoposto all’attenzione del Collegio dei Revisori dei Conti e a una società di revisione. Lo stesso bilancio consuntivo d’esercizio 2021 sarà poi trasmesso al prossimo Consiglio Federale per l’approvazione.

    Sono state poi approvate alcune norme comportamentali per porre particolare attenzione alla prevenzione e alla repressione di qualsiasi forma di abuso sui minori. Il documento diventerà l’allegato del Codice Etico della Federazione Italiana Pallavolo.

    Il Consiglio Federale, infine, ha deliberato la modifica e l’integrazione della Guida Pratica di Beach Volley; è stata inoltre approvata, sempre in ambito beach, la casistica ufficiale delle regole di gioco per le competizioni 2022-2024.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO