consigliato per te

  • in

    Aragona apre le porte del PalaMoncada ad una Futura Volley in ottima forma

    Di Redazione Archiviata la brutta sconfitta di domenica scorsa sul campo del San Giovanni in Marignano, favorita principalmente dalle tante assenze sia nel sestetto titolare che in panchina, la Seap Dalli Cardillo Aragona ha ripreso gli allenamenti in vista della prossima sfida di campionato, nell’anticipo della quarta giornata di andata di serie A2, girone A. Sabato 30 ottobre, alle ore 19:30, al PalaMoncada di Porto Empedocle, le ragazze di coach Stefano Micoli ospiteranno la Futura Volley Giovani Busto Arsizio, formazione reduce dal rotondo successo casalingo contro l’Altino e dalla conquista del secondo posto solitario con 7 punti. Nel corso della settimana saranno monitorate le condizioni fisiche dell’opposto Sara Stival (dolore al gomito), della schiacciatrice Nadine Zech (fastidio ad un ginocchio) e della centrale Benedetta Cometti (dolore al tallone sinistro). Tutte le altre atlete sono in buone condizioni fisiche e desiderose di riscatto dopo le tre sconfitte di fila. La squadra aragonese, agli ordini dello staff tecnico, alternerà sedute in sala pesi al mattino e allenamenti tecnico – tattici nel pomeriggio sia al PalaNicosia di Agrigento che al PalaMoncada di Porto Empedocle. La gara si preannuncia avvincente tra due formazioni che hanno obiettivi stagionali differenti; la Seap Dalli Cardillo Aragona andrà a caccia della prima vittoria per scacciare via la crisi di risultati e mettere punti in classifica per la permanenza in A2, mentre le avversarie cercheranno l’ennesima vittoria, la terza in quattro giornate, per rimanere nei piani altissimi della classifica e rincorrere il salto in A1. La Futura Volley Giovani Busto Arsizio è una delle formazioni più forti del girone e dispone di un organico completo in ogni reparto. Nel sestetto base giganteggia l’albanese Bici, opposta di assoluto valore ex Cuneo in A1. Al palleggio gioca l’esperta Demichelis, reduce dal brillante campionato con la Sigel Marsala in A2, le due centrali titolari sono la veterana Lualdi e la giovane e promettente Sartori, in posto 4 giocano i potenti martelli Bassi e Biganzoli, quest’ultima prelevata dal Brescia di A1. Il ruolo di primo libero è occupato da Garzonio. Il primo allenatore è il riconfermato Matteo Lucchini, originario proprio di Busto Arsizio. La Futura finora ha perso un solo incontro, al tie-break contro la capolista Brescia e alla prima di campionato la vittoria sul campo del San Giovanni Marignano per 3-1. La Seap Dalli Cardillo Aragona, invece, è reduce tra sconfitte di fila ed un solo punto in classifica conquistato, all’esordio in A2, sul campo dell’Olbia. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Montecchio vince ancora, netto 3-0 in casa contro Modica

    Di Redazione Dopo la vittoria esterna contro Vicenza, le ragazze di mister Amadio tornano a calcare il taraflex del PalaCollodi battendo per 3 set a zero l’Egea Pvt Modica nella terza giornata del campionato. Le ospiti scendono in campo con Longobardi-Herrera coppia di attaccanti, Salamida-Gridelli centrali, M’Bra-Bacciottini rispettivamente opposto e alzatore con Ferrantello libero, mentre le biancorosse schierano Bartolucci in regia con Orlandi in diagonale, Meli-Frigerio al centro, il duo Magazza-Fiorio schiacciatrici, Mistretta libero. E’ subito 3-1 Montecchio con Meli che si impone a muro. Rimontano le siciliane (3-5), ma su battuta di Fiorio il punteggio torna in parità (5-5). Allunga nuovamente Modica 5-8, ma un colpo a sorpresa di Bartolucci porta le castellane a -2 (6-8). Un errore in attacco delle avversarie rimette a posto le cose (9-9). E’ Orlandi che sigla il nuovo pareggio (14-14) e una fast di Meli ottiene il 15-14. Sul 20-17 il coach avversario chiama il secondo time out. Magazza conquista il ventunesimo punto (21-18) e chiude anche il set 25-23. Frigerio mette a segno un ace nel secondo set (2-1), quindi le biancorosse avanzano con sicurezza fino al 5-2. Modica riaggancia Montecchio sul 5-5. Magazza spacca il muro siciliano (8-7), quindi sigla un ace che costringe Quarta a chiamare time out (10-8). Fiorio ferma Gridelli a muro (15-10), ma sul 16-14 Amadio ferma il gioco per scongiurare il recupero delle avversarie. Ottima Frigerio in primo tempo (18-16) e Fiorio affonda la difesa siciliana 21-17. Ace di Frigerio 24-19 e Fiorio chiude il parziale 25-20. Ottimo inizio per Ipag S.lle Ramonda nel terzo parziale con Frigerio che sigla un ace (4-0). Altro ace di Fiorio ed è +6 Montecchio (8-2). Mistretta riceve e difende ogni cosa e rende più facile il compito di Bartolucci che serve un’ottima palla a Meli (9-3). Allungano ancora le castellane (13-4) con un pallonetto smorzato di Magazza. Buonissima una battuta di Brandi che mette in difficoltà la ricezione avversaria e Orlandi ne approfitta (17-6). Va tutto bene per Montecchio e Muraro entra in battuta per Orlandi. Va a segno Muraro ed è 23-13. Brandi ottiene il primo match point e una battuta avversaria sbagliata regala la vittoria. “Nei primi due set forse non abbiamo espresso un bellissimo gioco, ma siamo stati bravi a non mollare mai, poi nel terzo set non c’è più stata partita” – il commento di coach Amadio – “Siamo sempre state abbastanza concentrate e la cosa che mi è più piaciuta di più è che noi abbiamo dimostrato di essere davvero squadra. E’ tre settimane che queste ragazze dimostrano grande compattezza e mi fa felice. Siamo sempre in sofferenza dal punto di vista degli infortuni, ma credo che per ora per noi sia importante preservare la tranquillità del gruppo e giocare nel modo più semplice possibile”. IPAG S.LLE RAMONDA MONTECHHIO – EGEA PVT MODICA  3-0 (25-23; 25-20; 25-16)IPAG S.LLE RAMONDA MONTECCHIO: Orlandi 11, Fiorio (K) 13, Frigerio 7, Bartolucci 5, Magazza 10, Brandi 2, Meli 6, Mistretta L, Muraro 1. N.e.: Bortoli, Mazzon. All. AmadioEGEA PVT MODICA: Bacciottini (K) 1, Longobardi 10, Antonaci 6, Saccani 0, Ferrantello L, M’Bra 8, Gridelli 5, Herrera 11, Salamida 1, Gulino 0. N.e.: Salviato. All. QuartaNote: Durata set, 0.26; 0.24; 0.21; tot 1.21; Arbitri, Polenta M., Traversa N.; Ipag S.lle Ramonda Montecchio, ricezione 73%, battute punto 5, battute sbagliate 8, attacco 46%, muri 7; Egea Pvt Modica, ricezione 72%, battute punto 1, battute sbagliate 10, attacco 42%, muri 3. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Mondovì, contro Catania arriva la prima vittoria da tre punti in casa

    Di Redazione Dopo appena una settimana dal derby piemontese, il PalaManera accoglie nuovamente con calore una bella sfida: in campo le padrone di casa dell’Lpm Bam Mondovì e la Rizzotti Catania, dell’ex Bordignon. Dopo quasi un’ora e mezza di gioco, le pumine regalano il primo punteggio pieno della stagione al proprio pubblico. Il match inizia con le squadre che viaggiano appaiate (13-13). Catania trova il break (14-16) e coach Solforati chiede time out. Le pumine si ritrovano ed è parità (18-18). Il finale di set si fa acceso (20-20), si gioca punto a punto (22-22). Le siciliane allungano (23-24), Molinaro picchia due volte (25-24). Ci pensa poi Taborelli a chiudere i conti (26-24). Nella frazione successiva le monregalesi partono con il piede giusto (15-12). Cumino e compagne si portano a +4 (18-14) e la panchina di Catania ferma il gioco. Al ritorno in campo sono ancora le pumine a guidare (20-14), che chiudono con Hardeman e si portano 2-0 (25-17). Il terzo set vede l’LPM BAM Mondovì vera protagonista (17-12). Il parziale scivola agevolmente nelle mani delle pumine, belle compatte e determinate (20-15).  LPM BAM MONDOVI’ – RIZZOTTI DESIGN PALLAVOLO SICILIA CATANIA 3-0 (26-24 25-17 25-19)LPM BAM MONDOVI’: Cumino 2, Hardeman 11, Molinaro 11, Taborelli 17, Populini 6, Montani 4, Bisconti (L), Trevisan 5, Giubilato 1, Pasquino. Non entrate: Ferrarini, Bonifacio. All. Solforati.RIZZOTTI DESIGN PALLAVOLO SICILIA CATANIA: Bulaich Simian 7, Bertone 6, Fiore 6, Bordignon 5, Casillo 11, Bridi 5, Bonaccorso (L), Conti 1, Picchi, Oggioni. Non entrate: Conti (L), Catania. All. Chiappafreddo. ARBITRI: Marigliano, Pasin. NOTE – Durata set: 29′, 22′, 26′; Tot: 77′. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    La CDA centra la terza vittoria consecutiva con la Tecnoteam Albese

    Di Redazione La CDA centra la terza vittoria consecutiva in altrettante gare di campionato battendo la Tecnoteam Albese per tre set a zero. Buon inizio di Talmassons che costringe le ospiti al primo time out sul 7 a 3. Albese che recupera e si va sull’8 pari. Obossa con un attacco e un muro riporta la CDA sull’11 a 9. Fast di Cogliandro 15 a 12. Un paio di errori di Talmassons riavvicinano le ospiti 15 a 14 e primo time out per Barbieri. Ancora un errore in attacco della CDA e si va sul 16 pari. Obossa, Conceicao e un errore avversario si va sul 19 a 16 e secondo time out per le ospiti. che non mollano 20 a 19. Due muri di Cogliandro e un attacco di COnceicao la CDA vola sul 24 a 19. Obossa chiude il set sul 25 a 20. Iniziò di secondo set con la Tecnoteam che parte decisa 6 a 3 per le ospiti. Obossa e Conceicao completano il recupero 10 pari. Dopo un ace di Obossa sul 13 a 11 l’Albese chiama il primo timeout. Due muri di Bovo portano Talmassons avanti per 17 a 13 costringendo le ospiti al secondo time out. Il set prosegue anche con scambi spettacolari con le attaccanti di Talmassons che hanno la meglio 23 a 18. Avanti 24 a 20 Barbieri chiama il primo timeout. Obossa chiude il secondo set sul 25 a 20. Inizio di terzo set a favore delle ospiti che dopo un paio di errori di Talmassons si portano sul 5 a 2 costringendo Barbieri al primo time out. Un muro di Grigolo segna là parità 7 pari. La CDA accelera 9 a 7 e primo time out per l’Albese. Sull’11 a 9 entra Pagotto per Grigolo. Sul 12 pari Talmassons chiama il secondo time out. Altri due scambi che esaltano le difese chiusi da un muro di Obossa e un attacco di Cogliandro 15 a 12 per la CDA e secondo time out per le ospiti. Conceicao con due attacchi fa volare Talmassons sul 17 a 13. Un altro scambio lunghissimo segna la parità 19 pari. Finale di set con Talmassons concreto e concentrato che porta a casa la terza vittoria con due attacchi di Obossa per 25 a 23. CDA Talmassons – Tecnoteam Albese Volley Como 3-0 (25-20, 25-20, 25-23) CDA TALMASSONS: Nicolini 1, Obossa 22, Cogliandro 10, Silva Conceicao Lana 14, Bovo 7, Grigolo 8, Maggipinto Libero, Pagotto, Dalla Rosa ne, Marchi ne, Cantamessa ne, Ponte ne. Coach Barbieri, vice Cinelli TECNOTEAM ALBESE VOLLEY COMO: Cialfi 3, Oikonomidou 3, Zanotto 9, Pinto 4, Veneriano 5, Gallizioli 9, De Nardi Libero, Nardo 3, Baldi 4, Bocchino ne, Lualdi ne, Ghezzi ne, Scurzoni ne, Mocellin ne. Coach Mucciolo, vice Cardinali Arbitri: Grossi Dario e Pescatore Luca. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Vittoria al tie break per Soverato contro l’ostico Eurospin Pinerolo

    Di Redazione Vince al tie break la Ranieri International Soverato contro l’ostico Eurospin Pinerolo dopo una partita lottata da entrambe le squadre. Un successo meritato, con le ragazze di Napolitano che hanno avuto la meglio giocando e lottando su ogni pallone, mettendoci, come sempre, il cuore oltre l’ostacolo. Grande partita da parte di un gruppo, quello biancorosso, che cresce sempre di più. Due punti pesanti per Riparbelli e compagne che hanno entusiasmato il pubblico del Pala Scoppa. La Ranieri International, che deve rinunciare alla slovacca Sunderlikova, scende in campo con Roberta Purashaj al palleggio e Badalamenti opposto, al centro capitan Riparbelli e Tajè, l’ex Buffo schiacciatrice con Quarchioni, libero Ferrario. Risponde la compagine piemontese con Prandi in regia e l’esperta Zago opposto, al centro la coppia Zamboni – Gray, schiacciatrici Joly e Carletti con libero Pericati. Buona la partenza delle padrone di casa che, subito sospinte dal pubblico, si portano sul punteggio di 6-1 e 8-2 con primo time out per le ospiti. E’ un Soverato deciso questo della prima fase di gioco, con Pinerolo che fatica a star dietro le locali che costringono ad un altro time out coach Marchiaro sul punteggio di 19-10. Il set si chiude con punto dal centro di Tajè 25/15. Pronta reazione Pinerolo nel secondo set con Zago e compagne subito sul 2-6 e coach Napolitano chiama time out; riduce a meno due il distacco la squadra ionica, 8-10, ma arriva il break dell’Eurospin avanti adesso 9-14; non molla la Ranieri International che con Buffo al servizio è ora  a meno due, 15-17, con time out per le avversarie. Fase decisiva e finale del parziale, time out Soverato sul 18-21. Di nuovo in campo e le piemontesi trovano ben sei palle set prima di chiudere 18/25. Si gioca punto a punto nelle prime battute del terzo gioco con perfetta parità nel punteggio 7-7. Prova l’allungo la Ranieri International che si porta sul 7-10 con ace di Ascensao Marlene entrata per Sara Tajè. Time out Pinerolo. Squadre in parità 15-15 e 17-17 con le locali che provano ad allungare, 19-17, con time out per coach Marchiaro. Al rientro sale in cattedra l’ex di turno Simona Buffo che con due punti consecutivi porta le biancorosse sul più tre, 21-18, e Gaia Badalamenti con un gran muro allunga ancora, 22-18. Una bolgia il Pala Scoppa; chiude la Ranieri International 25/18. Spinge adesso la squadra di coach Napolitano avanti 4-0 nel quarto set, immediato time out per l’Eurospin Pinerolo. Si rifanno sotto Zago e compagne, 5-4 con le due squadre appaiate nel punteggio 12-12 a metà set. Mini break ospite, 14-17, con la Ranieri che ricorre al time out. Pinerolo è avanti più cinque, 15-20, ma Soverato non molla e si rifà sotto a meno una lunghezza, 19-20. Fase cruciale del match. Pareggia i conti la Ranieri con doppio punti di Badalamenti, 21-21. Sul 23-23 palla set per la squadra piemontese che chiude 23/25 con muro di Zago conquistando il tie break. Quinto e decisivo set che inizia in equilibrio, 4-4 e Riparbelli con due ace fortunoso porta a più tre il Soverato, 7-4. Time out per Pinerolo. Al cambio campo le padrone di casa conducono 8-5. Ancora Badalamenti e Soverato a più quattro, 10-6 con le ospiti che accorciano 13-11. Pinerolo è a meno uno, 13-12, ma arrivano due palle match per la Ranieri al servizio con Buffo, 14-12. Chiude con un gran diagonale Badalamenti 15/12. Grande vittoria con la squadra a festeggiare sotto la curva degli ultras biancorossi. Ranieri International Volley Soverato – Eurospin Ford Sara Pinerolo 3-2 (25-15; 18-25; 25-18; 23-25; 15-12) RANIERI INT VOLLEY SOVERATO: Mennecozzi, Purashaj 3, Badalamenti 20, Ferrario (L), Quarchioni 12, Gabbiadini, Ascensao M 2, Riparbelli 19l, Tajè 3, Buffo 26, Ascensao R 1. Coach: Bruno NapolitanoEUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Joly 16, Faure ne, Carletti 13, Gueli (L) ne, Pecorari, Bussoli 2, Midriano 1, Prandi 4, Pericati (L), Zago 14, Zamboni 2, Tosini ne, Gray 18. Coach: Michele MarchiaroARBITRI: Palumbo Christian –  Scarfò FabioDURATA SET: 24′, 26′, 35”, 32′, 19′. Tot 2h19′MURI: Ranieri Soverato 12, Pinerolo 12 (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Futura Volley Giovani, 3-0 netto ma sudato contro Altino

    Di Redazione La terza giornata di campionato porta il primo 3-0 e la prima vittoria casalinga stagionale per la Futura Volley Giovani Busto Arsizio, che davanti al proprio pubblico del PalaBorsani supera le ospiti del Tenaglia Altino Volley, ancora a secco in questa prima parte di Serie A2.Se alla vigilia il match era stato dipinto da alcuni come una formalità, la realtà del campo ha raccontato una storia diametralmente opposta nonostante il netto risultato finale: le ospiti chietine hanno lottato senza sosta anche dopo un primo set guidato per la maggior parte e sfuggito nelle battute finali (da 20-21 a 25-22), dando prova di non essere una vittima sacrificale ma una squadra vera e tenace. Dal lato biancorosso diversi errori in costruzione e un po’ di imprecisione nel muro-difesa hanno segnato un passo indietro rispetto alla prestazione messa in piedi contro Brescia, ma se ciò che conta è il risultato allora non si può proprio rimproverare nulla a Lualdi e compagne: i finali delle tre frazioni, nonostante i punteggi ravvicinati, sono stati sempre di decisa marca bustocca. Statisticamente sempre in vantaggio sulle avversarie, la Futura chiude con Bici top scorer a 16 punti ed MVP dell’incontro: con questa vittoria Busto sale a 7 punti e si porta momentaneamente al secondo posto in classifica, la prossima sfida vedrà il team di coach Lucchini impegnato in Sicilia contro Aragona. PRIMO SET: la Futura approccia l’incontro schierando Bici opposta a Demichelis, Sartori e Lualdi al centro, Bassi e Biganzoli in posto 4 più Garzonio libero e Morandi consueto cambio under a supporto della difesa; Altino risponde con le diagonali Saveriano-Kavalenka, Spicocchi-Angelini, Costantini-Lestini più Mastrilli libero. Il primo vantaggio biancorosso è firmato da Lualdi in fast (3-2), subito cancellato da Kavalenka (3-4); le biancorosse provano ad allungare sull’affondo di Bassi (6-4), ma ancora una volta la reazione ospite è immediata (invasione Lualdi, 6-7). Altino piazza l’8-10 con il servizio vincente di Saveriano, il rally successivo porta all’errore di Sartori e al primo timeout dell’incontro chiamato da Lucchini (8-11); Lestini attacca una freeball che porta il risultato sull’8-13, è poi Sartori a ridare respiro alla manovra casalinga (10-13). E’ ancora la numero 10 biancorossa, stavolta a muro, a portare Busto a meno 2 (13-15); Biganzoli punge al servizio (16-17), quindi è Bassi a piazzare il punto del pari (17-17). La schiacciatrice bustocca sale in cattedra realizzando il pallonetto del nuovo vantaggio (20-19), è però Saveriano dai nove metri a rimettere Altino in testa (20-21); la doppietta di Bici lancia la Futura al set point (24-22, timeout Altino), subito concretizzato dall’errore offensivo ospite (25-22). SECONDO SET: Bici riprende da dove aveva interrotto e realizza l’immediato 2-0; Lualdi mette a segno la fast del 4-1, sulla palla messa out dalla prima linea ospite coach Damico decide di fermare il gioco (5-1). Altino esce bene dalla sosta con l’ace di Kavalenka (5-3), quindi Costantini firma il pari a muro (5-5); ci pensa Bici a giocare sulle mani del muro e a ritrovare il doppio vantaggio (7-5). Sul 9-6, opera ancora una volta di Bici, la Futura si appanna e cede troppi palloni per disattenzioni difensive (10-10, timeout Lucchini); Altino sorpassa con Costantini (10-11), Biganzoli pareggia correggendo a rete una traballante difesa avversaria (12-12). E’ ancora Biganzoli a piazzare i due successivi affondi che portano la Futura sul 14-13; le padrone di casa accelerano in maniera decisa con il muro di Lualdi che vale il 17-13, Bassi conferma il vantaggio da posto 4 (19-15). Sartori stoppa un tentativo di rientro ospite sul nascere con il punto del 20-17, ma sul turno al servizio di Saveriano Altino trova il pari (20-20); Sartori realizza un mezzo miracolo sottorete per il 22-20, ma è la Futura a disfare tutto e a finire sotto nel punteggio (pallone out Biganzoli, 22-23). La sosta chiamata da Lucchini diventa decisiva e Busto chiude la frazione con il 3-0 finale sublimato dall’invasione ospite (25-23). TERZO SET: è la linea difensiva ospite a determinare l’inizio del parziale, con la Futura che fatica ad andare a segno e che subisce l’iniziativa avversaria fino all’1-4; Bici tampona parte del divario dalla seconda linea (3-4), però poi trova l’opposizione del muro avversario per il 3-6. Demichelis combina bene con Sartori per i primi tempi del 6-8 e del 7-9, Kavalenka forza troppo il lungolinea e regala a Busto il pari (9-9); Bici affonda il diagonale del sospirato vantaggio casalingo (10-9), Altino perde lucidità in fase offensiva e la Futura è lesta a trovare il +3 (13-10). Non basta, però, ad inidirizzare il set: Bici subisce il muro che vale il 13-13 e la nuova sosta di un giustamente inquieto Lucchini. Le biancorosse tornano in campo concrete e si riportano a +2 con l’ace di Bici (15-13), replicato del block-in di Demichelis (17-15); è quindi Lualdi a mettere prima la firma sul 19-17, e poi a realizzare la battuta vincente del 21-17. Quando sembra finita, la partita si riapre sul colpo di Lestini che riporta Altino sotto (21-20); Sartori trova prima l’affondo del 22-20, ma poi allarga troppo la traiettoria del primo tempo che vale il 22-22 e il timeout biancorosso. Kavalenka spedisce fuori l’attacco del 24-22, il match è deciso dall’errore al servizio ospite del 25-23. Erblira Bici, opposto Busto Arsizio: “E’ un campionato in cui dobbiamo dare il 100% in ogni gara, Altino se l’è giocata in tutti e 3 i set ed è sempre stata vicinissima a noi; la A2 è un torneo difficile e ricco di giovani che giocano sempre al massimo, speriamo anche nel rientro rapido di Angelina che può tornarci utile“.Monica Lestini, schiacciatrice Altino: “Siamo una squadra in rodaggio, abbiamo integrato nuove giocatrici e dobbiamo oliare i meccanismi. Abbiamo però dimostrato che la squadra c’è, ci è mancato un pizzico di fiducia nei finali ma sono molto orgogliosa della prestazione; troveremo quel quid in più andando avanti nel campionato, dobbiamo aggiustare alcune situazioni di muro-difesa per fare in modo che l’attacco sia il più fluido possibile“.Luca Damico, coach di Altino: “Avevo chiesto una buona prestazione e la mia squadra ha risposto alla grande, in campi del genere dobbiamo portare via tutto quello che si può e in alcune situazioni siamo stati anche sfortunati; spero che potremo toglierci presto delle soddisfazioni perché raggiungere buoni risultati dà la forza per fare bene nel futuro. Vorrei conquistare una bella salvezza con questa squadra“.Matteo Lucchini, coach Busto Arsizio: “Sono soddisfatto del risultato, nel senso che abbiamo messo un altro mattoncino con la formazione rimaneggiata; non sono soddisfatto dal punto di vista del gioco, in alcuni momenti abbiamo fatto delle scelte che non erano quelle preparate e mi aspettavo qualcosa di meglio dopo il primo set. Guardo il bicchiere mezzo pieno, ora dovremo concentrarci su Aragona: siamo in Serie A e non ci sono squadre materasso, Altino deve continuare su questa strada perché difende tanto e ha un gioco strutturato“. Futura Volley Giovani – Tenaglia Altino Volley 3-0 (25-22, 25-23, 25-23)Futura Volley Giovani: Bici 16, Bassi 7, Angelina ne, Badini ne, Morandi, Lualdi 7, Demichelis 2, Sartori 9, Landucci ne, Biganzoli 7, Sormani ne, Osana ne, Garzonio (L), Del Core ne. All. Lucchini. Battuta: errate 5, ace 4. Ricezione: 54% positiva, 25% perfetta, errori 4. Attacco: 37% positività, errori 12, murati 5. Muri: 4.Tenaglia Altino Volley: Di Arcangelo ne, Meniconi ne, Angelini 7, Spicocchi 5, Ollino ne, Zingoni, Costantini 8, Mastrilli (L), Natalizia, Kavalenka 8, Comotti ne, Olleia ne, Saveriano 2, Lestini 14. All. Damico. Battuta: errate 13, ace 4. Ricezione: 49% positiva, 27% perfetta, errori 4. Attacco: 31% positività, errori 13, murati 4. Muri: 5. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    A2 femminile, Brescia e Talmassons restano capoliste anche dopo il terzo turno

    Di Redazione Brescia porta via tre punti dalla trasferta di Sant’Elia, la Talmassons regola in casa con un netto 3-0 Como. Sono loro le capoliste dei due gironi del campionato di Serie A2 femminile al termine della terza giornata. Ancora a bocca asciutta, invece, Altino nel Girone A, sconfitta a zero a Busto Arsizio; e la coppia Club Italia e Modica nel Girone B, sconfitte rispettivamente da Vicenza (1-3) e Montecchio (3-0). Primi punti in stagione, invece, per Ravenna, che si sblocca sul campo di Marsala. Girone A:Assitec Volleyball Sant’Elia-Banca Valsabbina Millennium Brescia 1-3 (25-21, 9-25, 21-25, 18-25)Sigel Marsala Volley-Olimpia Teodora Ravenna 0-3 (18-25, 20-25, 20-25)Omag – Mt S.Giov. In Marignano-Seap Dalli Cardillo Aragona 3-0 (25-11, 25-15, 25-14)Futura Volley Giovani Busto Arsizio-Tenaglia Altino Volley 3-0 (25-22, 25-23, 25-23)Volley Hermaea Olbia-Green Warriors Sassuolo 3-0 (25-20, 25-19, 25-14)Riposa: CBF Balducci HR MacerataGirone B:Club Italia CRAI-Anthea Vicenza 1-3 (23-25, 24-26, 25-20, 21-25)Lpm Bam Mondovi’-Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania 3-0 (26-24, 25-17, 25-19)Ranieri International Soverato-Eurospin Ford Sara Pinerolo 3-2 (25-15, 18-25, 25-18, 23-25, 15-12)Cda Talmassons-Tecnoteam Albese Volley Como 3-0 (25-20, 25-20, 25-23)Ipag Sorelle Ramonda Montecchio-Egea Pvt Modica 3-0 (25-23, 25-20, 25-16)Riposa: ITAS Ceccarelli Group Martignacco Classifica Girone ABanca Valsabbina Millenium Brescia 8; Futura Volley Giovani Busto Arsizio 7; Omag – Mt S.Giov. In Marignano 6; Sigel Marsala Volley 6; Cbf Balducci Hr Macerata 5; Volley Hermaea Olbia 5; Assitec Volleyball Sant’Elia 3; Olimpia Teodora Ravenna 3; Seap Dalli Cardillo Aragona 1; Green Warriors Sassuolo 1; Tenaglia Altino Volley 0Classifica Girone BCda Talmassons 9; Ipag Sorelle Ramonda Montecchio 7; Lpm Bam Mondovi’ 6; Eurospin Ford Sara Pinerolo 6; Ranieri International Soverato 5; Itas Ceccarelli Group Martignacco 3; Anthea Vicenza 3; Tecnoteam Albese Volley Como 3; Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania 3; Club Italia Crai 0; Egea Pvt Modica 0 Prossimo Turno Girone ABanca Valsabbina Millenium Brescia – Volley Hermaea OlbiaCbf Balducci Hr Macerata – Omag – Mt S.Giov. In MarignanoGreen Warriors Sassuolo – Tenaglia Altino VolleyOlimpia Teodora Ravenna – Assitec Volleyball Sant’Elia (30-10-2021 20:30)Seap Dalli Cardillo Aragona – Futura Volley Giovani Busto Arsizio (30-10-2021 19:30)Riposa: Sigel Marsala VolleyProssimo turno Girone BItas Ceccarelli Group Martignacco – Club Italia CraiTecnoteam Albese Volley Como – Ipag Sorelle Ramonda MontecchioAnthea Vicenza – Lpm Bam Mondovi’ (30-10-2021 17:00)Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania – Ranieri International SoveratoEgea Pvt Modica – Cda TalmassonsRiposa: Eurospin Ford Sara Pinerolo (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Una super Hermaea concede il bis: battuta anche Sassuolo

    Di Redazione Seconda vittoria consecutiva per l’Hermaea Olbia, che supera in tre set le Green Warriors Sassuolo e raggiunge quota 5 punti nella classifica del campionato di Serie A2 Femminile. Prestazione autoritaria per il sestetto di Dino Guadalupi, che ha controllato la partita dall’inizio alla fine conducendo in porto con merito il successo pieno. Un risultato a suo modo storico, perchè mai, negli 8 anni di Serie A, l’Hermaea era riuscita a vincere le prime due partite di campionato.Coach Guadalupi schiera Allasia in diagonale con Renieri, Maruotti e Miilen in posto 4, Barbazeni e Babatunde al centro, mentre nel ruolo di libero torna il capitano Giorgia Caforio, out all’esordio a causa di un infortunio. Le Green Warriors rispondono con Balboni al palleggio, Zojzi opposto, Dhimitriadhi e Gardini in banda, Busolini e Civitico al centro e Rolando libero.L’Hermaea approccia bene la sfida e firma presto il +3 con un preciso diagonale di Maruotti (5-2). Sassuolo si affida agli attacchi potenti di Gardini e sorpassa con 4 punti consecutivi, ma le olbiesi si mostrano efficaci in battuta e riprendono rapidamente in mano la situazione (12-8 dopo l’attacco out di Gardini e timeout Venco). Caforio e compagne giocano con disinvoltura e aumentano il divario, poi Sassuolo reagisce e si riavvicina fino al -2 grazie al muro vincente di Busolini sull’attacco di Babatunde. Coach Guadalupi chiama a rapporto le sue, che tornano a macinare gioco e scavano il solco con il bel lungolinea di Renieri che vale il 22-16. La strada, a questo punto, è spianata verso la vittoria del set: l’errore al servizio di Bondarenko fissa il punteggio sul 25-20 e consegna all’Hermaea il vantaggio nel conto.Nel secondo game le due formazioni si fronteggiano punto a punto, poi le olbiesi piazzano un primo allungo sul 9-5 sfruttando l’attacco fuori misura di Cantaluppi, chiamata in causa al posto di Dhimitriadhi. Il sestetto emiliano tenta la rimonta con l’ace di Zojzi per il -2 (11-9), ma pian piano scivola ancora indietro sotto i precisi colpi di Miilen e Renieri. Gli errori di Cantaluppi e Anikeeva consentono alle biancoblù di volare su un agevole +6 (22-16). Sassuolo non riesce a imbastire una reazione, e nel finale emerge il talento di Babatunde, che prima si prende la palla set con un primo tempo, poi fa calare il sipario con un muro vincente su attacco di Gardini (25-19).Sulle ali dell’entusiasmo, l’Hermaea domina in lungo e in largo in avvio di terzo game, portandosi subito sul 7-1 (pipe di Miilen). Il tecnico ospite Venco fa ricorso alla panchina inserendo il secondo palleggio Mammini al posto di Balboni, ma il risultato non cambia: le galluresi, autoritarie, doppiano le avversarie con l’ace di Renieri (16-8), poi veleggiano serenamente verso una vittoria mai in discussione. Il punto finale lo mette a terra ancora la centrale Babatunde, che scrive il 25-14 finale e fa scattare la festa biancoblù.“Il risultato non è mai stato in discussione – commenta coach Guadalupi – si nota la crescita di tutta la squadra. Siamo stati piuttosto ordinati dal punto di vista tattico, mettendo in pratica ciò che avevamo preparato in allenamento. La battuta? Siamo stati continui come volevamo a eccezione di un parziale nel secondo set che rischiava di rimettere in partita Sassuolo. Su questo dobbiamo essere più attenti, ma sono certo che col tempo arriveranno dei miglioramenti. Alla vigilia del campionato non mi faccio mai troppe aspettative, ma mi auguravo sicuramente una partenza di questo tipo. E’ positivo il fatto che la squadra non abbia una ‘stella’ assoluta, ma sappia trovare protagoniste diverse all’interno della stessa partita”.  Coach Venco, invece, commenta così la prestazione delle sue ragazze: “Al momento siamo una squadra che di fronte alle difficoltà non reagisce: in avvio di partita, siamo anche partiti bene, giocando punto a punto, poi di fronte alle prime difficoltà – problemi piccoli, non cose insormontabili – ci siamo spente e non siamo state capace di reagire e trovare soluzioni. Siamo remissive e di fronte ad un problema, non combattiamo ma ci limitiamo a subirlo. Anche chi – per esperienza o per carattere – dovrebbe dare una scossa, non sta tenendo. Abbiamo cercato soluzioni alternative con le più piccole e oggi in questo senso c’è anche chi, numeri alla mano, ha fatto bene: le giovani fanno quello che possono ma ovviamente non sono ancora giocatrici di questa categoria e chi dovrebbe aiutarle, non sta riuscendo a fare la differenza“.VOLLEY HERMAEA OLBIA – GREEN WARRIORS SASSUOLO 3-0 (25-20 25-19 25-14)VOLLEY HERMAEA OLBIA: Miilen 13, Barbazeni 5, Renieri 9, Maruotti 13, Babatunde 9, Allasia, Caforio (L), Formaggio, Gerosa. Non entrate: Severin, Minarelli, Fezzi. All. Guadalupi. GREEN WARRIORS SASSUOLO: Dhimitriadhi 4, Busolini 6, Balboni, Gardini 10, Civitico 4, Zojzi 7, Rolando (L), Cantaluppi 4, Anikeeva 1, Bondarenko 1, Mammini 1, Colli (L). Non entrate: Stanev. All. Venco. ARBITRI: Jacobacci, Sessolo. NOTE – Durata set: 27′, 24′, 23′; Tot: 74′ (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO