consigliato per te

  • in

    Milano ricomincia da Piacenza: “Importante arrivarci con una vittoria”

    Per Gara 1 dei quarti di finale Play Off di SuperLega Credem Banca l’Allianz Milano ritrova la Gas Sales Bluenergy Piacenza. Per le squadre di Roberto Piazza e Andrea Anastasi si tratta della terza sfida stagionale, quinta se si considerano i due allenamenti congiunti in precampionato: nella stagione regolare gli emiliani si sono imposti per due volte, nettamente all’Allianz Cloud in una partita di fine ottobre in cui non era però disponibile il regista Paolo Porro, e in un tiratissimo tie break il giorno dell’Epifania al PalaBanca Sport. Una partita che si è giocata dopo che, tre giorni prima, il quinto set aveva dato ragione ai meneghini nei quarti di finale di Del Monte Coppa Italia, qualificandoli per la Final Four di Bologna.

    Entrambe le squadre sono accomunate anche da un destino europeo che le ha viste uscire dalle Coppe per mano di due squadre polacche. Certo, l’eliminazione dalla Champions per la Gas Sales è di soli sette giorni fa, ma Simon, Lucarelli e compagni hanno già dimostrato di aver smaltito le tossine, nella vittoria per 3-1 contro Modena. Per mercoledì 6 marzo alle 20.30 (arbitrano Andrea Puecher e Stefano Caretti) è facile pronosticare una gara lunga: l’Allianz Milano, del resto, ha abituato ormai i suoi tifosi alle “maratone”, come l’ultima, appassionante sfida contro la Sir Susa Vim Perugia.

    L’obiettivo di Milano è ovviamente di confermare il momento positivo a livello di gioco e di singoli. Rientrato contro Perugia Matey Kaziyski, già in una buona condizione fisica, la squadra del presidente Lucio Fusaro deve ora recuperare soltanto capitan Matteo Piano, a un mese dall’intervento al menisco, il forte centrale è tornato per la prima volta in panchina domenica scorsa.

    “Il campionato e questi Play Off – ricorda Osniel Mergarejo – sono l’unico obiettivo che ci rimane nell’anno, così come a Piacenza. Nella stagione regolare abbiamo subito per due volte, mentre in Coppa Italia è andata bene a noi. Piacenza è una squadra molto forte, così come Perugia che abbiamo incontrato domenica scorsa: dobbiamo cercare di essere forti anche noi. Credo che per noi sia stato importante arrivare all’inizio dei Play Off con una vittoria. Personalmente preferisco che la trasferta non sia lunga, così anche fuori casa avremo un po’ del nostro pubblico a sostenerci“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Playoff, Allianz domani a Piacenza per confermare il momento positivo

    Gara uno dei quarti di finale play off di SuperLega Credem Banca e Allianz Milano ritrova la Gas Sales Bluenergy Piacenza. Per le squadre di Roberto Piazza e Andrea Anastasi si tratta della terza sfida stagionale, quinta se si considerano i due allenamenti congiunti in precampionato.Nella stagione regolare, gli emiliani si sono imposti per due volte, nettamente all’Allianz Cloud in una partita di fine ottobre in cui non era però disponibile il regista Paolo Porro, in un tiratissimo tie-break il giorno dell’Epifania al PalaBanca Sport. Una partita che si è giocata dopo che, tre giorni prima, il quinto set aveva dato ragione ai meneghini, qualificandoli per la Final Four di Coppa Italia Bologna.Entrambe le squadre sono accomunate anche da un destino europeo che le ha viste uscire dalle Coppe da due toste squadre polacche. Certo, l’eliminazione della Champions per la Gas Sales è di soli sette giorni fa, ma Simon, Lucarelli e compagni hanno già dimostrato di aver smaltito le tossine, nella vittoria per 3-1 contro Modena. La terza contro la sesta della SuperLega, domani sera alle 20.30 (arbitrano Andrea Puecher e Stefano Caretti) si daranno sicuramente battaglia. Facile pronosticare una gara lunga. Allianz Milano del resto ha abituato ormai i suoi tifosi alle “maratone”. Come l’ultima appassionante sfida contro la Sir Susa Vim Perugia. L’obiettivo di Allianz è ovviamente di confermare il momento positivo a livello di gioco e di singoli. Rientrato contro Perugia Kaziyski, già in una buona condizione fisica, la squadra del presidente Lucio Fusaro deve ora recuperare soltanto capitan Matteo Piano, a un mese dall’intervento al menisco, il forte centrale è tornato per la prima volta in panchina domenica scorsa.Gara 2 sarà all’Allianz Cloud domenica 10 marzo alle 19, Gara 3 a Piacenza domenica 17 (con orario da confermare). Le eventuali gare 4 e 5 saranno domenica 24 a Milano e mercoledì 27 a Piacenza.

    IL PROGRAMMA1ª giornata quarti – Play Off SuperLega Credem Banca
    Mercoledì 6 marzo 2024, ore 20.30Gas Sales Bluenergy Piacenza – Allianz MilanoSir Susa Vim Perugia – Rana VeronaCucine Lube Civitanova – Mint Vero Volley MonzaItas Trentino – Valsa Group Modena

    Le dichiarazioni prima del match
    Osniel Mergarejo (Allianz Milano): “Il campionato, con questi playoff, sono l’unico obiettivo che ci rimane nell’anno, così come a Piacenza. Nella stagione regolare abbiamo subito per due volte, mentre in Coppa Italia è andata bene a noi. Piacenza è una squadra molto forte, così come era Perugia domenica scorsa, dobbiamo cercare di essere forti anche noi. Credo che per noi sia stato importante arrivare all’inizio dei playoff con una vittoria. Personalmente preferisco che la trasferta non sia lunga, così anche fuoricasa avremo un po’ del nostro pubblico a sostenerci”.
    Yuri Romanò (Gas Sales Bluenergy Piacenza): “Con Milano è una sfida importante, questa post-season è l’ultimo grande obiettivo che ci è rimasto. Daremo il massimo fin dalla partita d’esordio, affrontiamo una squadra tosta e ben organizzata, lo sappiamo molto bene visto che ci ha eliminato dalla Coppa Italia e la scorsa stagione nei Quarti è passata contro Perugia. Milano in queste partite diventa bella tosta e difficile da affrontare, dovremo andare a mille da subito, dalla prima palla del primo set. Vincere Gara 1 soprattutto se si gioca in casa direi che è fondamentale nella serie”.
    PRECEDENTI: 15 (4 successi Allianz Milano , 11 successi Gas Sales Bluenergy Piacenza )
    EX: Fabrizio Gironi a Milano nel 2018/19, 2019/20; Nicolò Hoffer a Milano nel 2018/19, 2019/20; Yuri Romanò a Milano nel 2021/22; Damiano Catania a Piacenza nel 2021/22 LEGGI TUTTO

  • in

    Perugia, Montaño: “Da qui in avanti nessuna squadra ci concederà nulla”

    La Bartoccini Fortinfissi Perugia è già tornata al lavoro dopo la sudata vittoria al tie-break del Banca Macerata Forum contro le padrone di casa della Cbf Balducci. Seduta in palestra nella mattina di martedì 5 marzo e nel tardo pomeriggio tutte sul taraflex per esercitazioni con la palla. Riparte da qui la preparazione delle ragazze di coach Giovi in vista del prossimo impegno di Pool promozione, quando a distanza di ben 25 giorni le Black Angels riassaporeranno il gusto di giocare al Palabarton per affrontare l’attuale fanalino di coda della Ipag S.lle Ramonda Montecchio (si gioca domenica 10 marzo con fischio d’inizio alle ore 17.00).

    Intanto a fare un po’ il punto della situazione in casa Bartoccini Fortinfissi è l’MVP dell’ultimo match Ivonne Montaño che riparte analizzando proprio la sfida con Macerata:

    “Non è stato per nulla una partita facile – ammette l’atleta colombiana –. Diciamo che non abbiamo mai mollato e abbiamo pensato sempre alla palla successiva, senza farci condizionare da ciò che faceva il nostro avversario. Anche se Macerata stava giocando molto bene, non abbiamo smesso di credere in noi stesse e nel momento di difficoltà siamo riuscite a rialzarci più forti. Il mio momento di forma psico-fisica? Tutti i giocatori attraversano momenti belli, ma anche difficili. Ora mi sento molto legata alla squadra e questo mi aiuta nel contribuire in maniera importante durante la partita. Spero solo di continuare a mantenere lo stesso ritmo e di migliorare per quello che verrà”.

    Mancano ancora 4 partite e servono dunque gli ultimi sforzi per centrare l’obiettivo della promozione in A1. Dopo Montecchio arriveranno altre due trasferte consecutive a Cremona e Mondovì, poi chiusura in casa con San Giovanni in Marignano. Attualmente la Bartoccini Fortinfissi vanta 4 punti di vantaggio sulla seconda, Busto Arsizio, e i calcoli sono facili da fare: per ora li lasciamo al lettore. Ma quale di queste partite Ivonne ritiene più difficile?

    “Tutte le prossime partite saranno difficili in egual modo, perché nessuna squadra sarà disposta a concederci qualcosa in questo momento. Dobbiamo solo tenere duro e continuare a lavorare con concentrazione. La prossima partita sarà molto importante e sarà bello giocare di nuovo in casa dopo tanto tempo. So che la gente verrà a sostenerci come ha sempre fatto. Speriamo di poter regalare loro una bella partita e di festeggiare insieme anche la conquista della Coppa Italia”.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Doppia sfida a Palazzo Wanny: Scandicci contro Pinerolo, Firenze ospita Vallefoglia

    Due partite in un giorno a Palazzo Wanny: per il turno infrasettimanale della Serie A1 Tigotà sono impegnate in casa sia la Savino Del Bene Scandicci, sia Il Bisonte Firenze, rispettivamente alle 16 e alle 20.30 di mercoledì 6 marzo. Una festa di sport per il pubblico fiorentino che, però, porta con sé anche importanti risvolti di classifica: Scandicci, infatti, è chiamata a fare punti contro la Wash4Green Pinerolo per continuare a inseguire il secondo posto in classifica (Milano e Novara sono distanti un solo punto), mentre Firenze vuole tenere vivo il sogno dei Play Off Scudetto – attualmente a 7 punti di distanza – interrompendo contro la Megabox Ondulati del Savio Vallefoglia la striscia negativa di 5 sconfitte consecutive.

    Per la Savino Del Bene quella con Pinerolo sarà la terza tappa di un trittico “piemontese” iniziato con la sfida a Chieri, e che terminerà contro Novara: “La partita con Chieri è andata molto bene – dice Massimo Barbolini – e le ragazze sono state molto brave a gestire una gara che sapevamo essere complicata. Abbiamo raccolto tre punti importanti, però è ovvio che dobbiamo conquistarne altrettanti mercoledì. Giocheremo contro Pinerolo, che è la sorpresa del campionato, una vera outsider che sta giocando bene e che ci ha già messo in difficoltà nella sfida dei quarti di finale di Coppa Italia. È una partita da preparare molto bene, sapendo che sarà un incontro complicato“.

    Due le ex in campo, entrambe con la maglia di Pinerolo: Indre Sorokaite ha vestito la maglia di Scandicci da gennaio 2022 al termine della stagione 2022-2023, Letizia Camera dal 2020 al 2022. Quello di mercoledì sarà il quinto confronto ufficiale tra le due squadre: la Savino Del Bene ha vinto tutti e 4 gli incontri fin qui disputati.

    “Nel match di domani – dice Carlo Parisi, allenatore di Firenze – sarà importante ripartire dalle buone cose viste contro Novara: domenica la squadra è stata sempre in partita, se si eccettua il primo set, quello che le manca adesso è un po’ di continuità. Dobbiamo crederci un po’ di più, anche se capisco che non sia semplice in un momento come questo: quando perdi tante partite di fila la sicurezza e la serenità vengono meno, ma bisogna ritrovare la continuità di rendimento per poter giocare meglio in situazioni punto a punto“.

    “Vallefoglia – continua Parisi – è una squadra che oltre a giocare una buona pallavolo, difende tanto e lavora bene a muro-difesa, quindi la pazienza sarà fondamentale: in sintesi domani dovremo confermare i progressi visti contro Novara e avere più continuità e tanta pazienza, per interpretare al meglio la gara sapendo chi abbiamo di fronte“.

    Tre ex in campo, anche qui tutte con la maglia delle ospiti: Laura Dijkema (bisontina da gennaio 2018 all’estate 2020), Alice Degradi (dal 2018 a gennaio 2020) e Sara Panetoni (dal 2020 al 2023). 5 precedenti tra le due squadre, con 3 vittorie di Firenze e 2 di Vallefoglia, arrivate negli ultimi due confronti giocati.

    Entrambe le partite di Palazzo Wanny saranno trasmesse in diretta streaming su Volleyball TV.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B2 femminile: passo falso dell’Alsenese contro Cerea

    Aria di casa ancora indigesta per la Rossetti Market Conad, che in B2 femminile incassa la seconda sconfitta in altrettante partite del girone di ritorno tra le mura amiche senza raccogliere punti. Dopo due vittorie esterne, le gialloblù piacentine sono cadute ad Alseno per mano dell’Isuzu Cerea, con le veronesi che con il 3-1 di sabato hanno “vendicato” il netto 3-0 dell’andata.

    Un passo falso, quello per Falotico e compagne, che lascia un po’ di amaro in bocca: al netto della bella prestazione avversaria, la squadra allenata da Federico Bonini e Paolo Bergamaschi non è riuscita a esprimere appieno il proprio potenziale, partendo bene con un bel primo set (vinto di misura) per poi sciogliersi e ritrovarsi in parte solo nel finale, senza però riuscire nella rimonta che avrebbe portato al tie break.“Purtroppo – commenta coach Bonini – in campo non si è vista una squadra come invece avevamo mostrato nella partita precedente. Dispiace perché la settimana di allenamenti era stata molto positiva tra lavoro svolto e atteggiamento. Contro Cerea, invece, non siamo stati capaci di lavorare insieme, non solo nelle difficoltà ma anche nei momenti di equilibrio. E’ una prova difficile da commentare, ci sono state solo prestazioni individuali. Parlare di situazioni tecniche, tattiche o fisiche non ha rilevanza: l’unica cosa da fare è guardarsi allo specchio, interrogarsi sull’atteggiamento e trovare la capacità di svoltare in modo definitivo sotto questo aspetto in questo campionato”.Complice la sconfitta, la Rossetti Market Conad ha ceduto il primo posto in classifica, passato alle “cugine” del San Giorgio, in testa con 40 punti a +2 su Alseno, ora seconda a quota 38 con la Zerosystem. Sabato alle 20,30 le gialloblù saranno di scena in terra mantovana attese dall’esame-Davis 2C.

    Rossetti Market Conad – Isuzu Cerea 1-3 (25-23, 16-25, 19-25, 23-25)Rossetti Market Conad: Falotico 14, Frassi 5, Bernabè 16, Marchesi 2, Scurzoni 8, Neri 5, Toffanin (L), Agostini, Spagnuolo 7, Gandolfi, Palazzina. N.e.: Pieroni, Tartari, Bozzetti. All.: BoniniIsuzu Cerea: Caruzzi 3, Cornelli 23, Tollini 6, Cervellin 15, Munaron 11, Permunian 14, Bovolenta (L), Pizzocaro, Bonini, Strazzer. N.e.: Nalmodi, Sandri, Balasini. All.: Valente Arbitri: Verzoni e VanniniNote: durata set: 29’, 25’, 28’, 32’ per un totale di 1 ora e 54 minuti di giocoRossetti Market Conad: battute sbagliate 6, ace 4, ricezione positiva 53% (perfetta 40%), attacco 25%, muri 9, errori 26Isuzu Cerea: battute sbagliate 8, ace 7, ricezione positiva 54% (perfetta 29%), attacco 31%, muri 12, errori 26. 

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    C femminile: Salerno non arresta la sua corsa, Koala Mignor battuta 3-0

    Non si ferma la corsa della GLS Salerno Guiscards che sul campo dell’Asd I Koala conquista la dodicesima vittoria consecutiva. Al Palazzetto dello Sport di Ottaviano sono bastati appena 64 minuti a capitan Corallo e compagne per sbrigare la pratica e confermarsi in vetta al campionato con cinque punti di vantaggio sul Meta Volley.

    Con Di Genua schierata di banda con Giovagnoli, Di Nicuolo e Sorrentino centrali, Ruotolo in regia, Corallo opposto e Chiappa libero, la formazione allenata da coach Paolo Cacace mette sin dal primo pallone le cose in chiaro. L’approccio è quello giusto e le foxes prendono subito il comando delle operazioni.

    Di Genua, Sorrentino e Corallo firmano il primo allungo sul 6-11. Le padrone di casa provano a reagire, riportandosi sul meno 2, 9-11. Poi ecco l’accelerata decisiva. Va a segno Corallo, Di Genua piazza il muro poi fa male alle avversarie in battuta Giovagnoli colpisce in diagonale per il 9-23 con un break di dodici punti di fila. A chiudere il set sul 10-25 è un ace di Sorrentino.

    All’inizio del secondo set, le ragazze de I Koala Mignon provano a partire forte, magari sfruttando un calo di tensione della squadra cara al presidente Pino D’Andrea e riuscendo a portarsi avanti sul 5-3. Con Di Nicuolo a muro, la GLS ritrova la parità, ma le partenopee iniziano a crederci e si riportano sul 10-8. Corallo e Giovagnoli firmano il sorpasso poi Di Nicuolo piazza la fast del 13-18 che spezza definitivamente l’equilibrio. La GLS allunga e in totale controllo con due punti spettacolari di Eleonora Sorrentino e l’ace di Giuliana Di Genua chiude 17-25.

    Nel terzo set, la GLS parte forte intenzionata a chiudere subito la pratica. Efficace al servizio e a muro, la squadra di coach Cacace brilla, grazie all’ottima prestazione di Cristina Chiappa, anche sul fronte difensiva con ben pochi palloni che cadono nel campo salernitano. L’Asd I Koala prova a tenere botta, ma quella della GLS è una vera e propria cavalcata. Di Nicuolo in fast, Giovagnoli dalla seconda linea aggiungono punti al tabellone che segna, in pochi minuti, 5-12. Ancora Di Genua e Sorrentino ben azionate da Ruotolo in regia vanno a segno con continuità. Sul risultato di 11-20, c’è spazio al posto di Giovagnoli per Miglino che piazza il punto dell’11-24, preludio della chiusura del set e del match con il punteggio di 11-25. 

    “Siamo davvero contente – ha dichiarato proprio Chiara Miglino, al termine del match – per aver conquistato la dodicesima vittoria consecutiva e soprattutto aver giocato anche un’ottima gara, riscattando così la prova non proprio brillante della scorsa settimana contro il Volla. Ora dobbiamo continuare così con l’obiettivo, a cui teniamo tanto, di chiudere la regular season al primo posto. Per quanto mi riguarda, al di là del punto, sono soddisfatta di aver dato il mio contributo in campo“.

    Nel prossimo weekend, infine, la GLS Salerno Guiscards tornerà in campo alla Senatore per affrontare l’Academy School Volley Avellino.

    I Koala Mignon – GLS Salerno Guiscards 0-3 (10-25, 17-25, 11-25)I Koala Mignon: Di Franco, Annunziata, Storino, Ascione, Florio, Ammendola, Guarracino, Sacco, Mongiello, Tripodi, Formisano, Bagnoli (L1), Reccia (L2). All. MirandaGLS Salerno Guiscards: Ruotolo, Rossin, Sorrentino, Sergio, Di Genua, Corallo, Cacace, Di Nicuolo, Vitiello, Giovagnoli, Miglino, Chiappa (L1), Verdoliva (L2). All. CacaceARBITRI: Polisi e Dello Iacono di Napoli

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Gaspari: “Casalmaggiore in crescita, dovremo approcciare il match con più aggressività”

    L’Allianz Vero Volley Milano dopo la vittoria casalinga contro Roma al quinto set, è subito pronta a tornare in campo per la decima giornata di ritorno della Serie A1 Tigotà. Mercoledì 6 marzo alle ore 20.30 (diretta tv Volleyballworld.it), la squadra allenata da Marco Gaspari sfiderà la Trasportipesanti Casalmaggiore.

    Orro e compagne, reduci da un due vittorie consecutive al tiebreak, sono sempre seconde in classifica ma raggiunte ora a quota 53 punti da Novara, e dunque andranno a caccia di un successo pieno nel tentativo di staccare nuovamente la squadra di Bernardi, che invece sarà impegnata al Palaverde, casa dell’imbattuta Imoco.

    Milano, d’altro canto, troverà davanti a sé l’agguerrita compagine cremonese, attualmente al decimo posto in classifica. La Trasportipesanti, nell’ultimo turno di campionato, ha rimediato una sconfitta sul proprio campo contro Conegliano per 1-3, ma ha comunque centrato tre vittorie da tre punti nelle ultime cinque giornate, compreso un perentorio 3-0 ai danni di Firenze.

    Marco Gaspari (Coach Allianz Vero Volley Milano): “Sicuramente siamo di fronte ad una squadra che, rispetto alla prima parte del campionato, è in crescita e ha ottenuto risultati importanti in chiave salvezza. L’innesto di Lee ha dato vigore all’attacco casalasco e dovremmo essere molto ordinati in fase break. Veniamo da due gare non brillanti e sarà fondamentale approcciare al match con un atteggiamento diverso e più aggressivo”.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    L’avventura di Verona inizia a Perugia: “Non possiamo entrare in campo già sconfitti”

    Comincia l’avventura nei Play Off Scudetto per la Rana Verona, che domani sera sarà di scena al PalaBarton per affrontare il primo impegno della serie dei quarti di finale contro la Sir Susa Vim Perugia. Pochi giorni per preparare la partita per la squadra di coach Radostin Stoytchev, che alla vigilia ha preso la parola in conferenza stampa per presentare il confronto: “Perugia, con l’infortunio di Sbertoli a Trento e la ripresa di Leon, è la squadra che più di tutti può vincere lo scudetto” ha detto senza mezzi termini il coach gialloblu.

    “Per come si è sviluppata la stagione – ha aggiunto Stoytchev – noi non abbiamo niente da perdere: dobbiamo cercare di essere più sciolti in campo rispetto all’ultima partita e cogliere ogni minima occasione che si presenterà. Non so se la sconfitta con la Lube lascerà degli strascichi, ognuno la vive secondo il carattere e la personalità che ha. Se i giocatori si abbandonano alla delusione vuol dire che non sono forti né di cuore né di testa. Devono iniziare una nuova battaglia nel modo giusto“. 

    L’allenatore scaligero è tornato poi sull’ultima partita di regular season: “Da cosa è dipesa la sconfitta? Dalla tensione, è stata tutta tensione, perché la partita era stata preparata bene. Il primo set è iniziato con due pallonetti che erano previsti e sono caduti per terra. È venuto meno il contrattacco da parte nostra e questo ha fatto sì che abbiamo perso il set ai vantaggi. Da lì il palazzetto pieno ha avuto l’effetto contrario sui ragazzi. Dovevamo giocare meglio, non ci sono scuse, abbiamo avuto buone percentuali in cambio-palla ma poco buone in contrattacco. Lì è stata la chiave della partita. Non siamo entrati mai in serie e non abbiamo prodotto punti, e loro hanno ricevuto meglio rispetto al solito, per cui vanno fatti i complimenti alla Lube. Mozic? Può e deve cambiare il morale degli altri. Quando ha giocato bene, abbiamo vinto le partite, quando è mancato le abbiamo perse“.

    Continuando l’analisi dell’avversario di mercoledì, Stoytchev ha aggiunto: “Non posso valutare il livello di Perugia, però è vero che, dopo che si sono assicurati il secondo posto, hanno rallentato un po’ per risparmiare o provare nuove cose, immagino. Loro non hanno le Coppe come altre squadre e questo può essere un altro vantaggio per loro per entrare più in forma in questa fase. Può succedere di tutto, l’unica cosa che voglio evitare è che qualcuno entri in campo già sconfitto, questo non lo permetto“.

    “Cosa ho detto ai ragazzi? Dico sempre quello che penso, che vedo e che sento – ha concluso il tecnico – perché secondo me devono sapere che per diventare forti bisogna saper digerire le cose, devono crescere di testa. I grandi campioni hanno bisogno di qualcuno che dica la verità e se i nostri vogliono diventare grandi devono sapere cosa abbiamo fatto, cosa non ha funzionato, cosa è successo“. 

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO