consigliato per te

  • in

    Verona Volley, contratto biennale per il centrale Uros Nikolic

    Di Redazione Verona Volley ufficializza l’ingaggio di Uros Nikolic, centrale di 23 anni, che lo scorso anno ha disputato la Coppa Cev con la maglia dell’Ok Nis. Giovane di grande prospettiva, nel giro della Nazionale serba, 209 centimetri di altezza per elevare il suo poderoso muro a difesa dei colori gialloblù, Nikolic ha firmato un accordo per due stagioni. “Voglio innanzitutto salutare tutti i tifosi di Verona, sono pronto, e voglio dare il meglio di me, sono davvero felice che il club e il coach mi abbiano dato l’opportunità di giocare nel miglior campionato del mondo”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Una nuova torre in città: benvenuto Uros Nikolic!

    Verona Volley ufficializza l’ingaggio di Uros Nikolic, centrale di 23 anni, che lo scorso anno ha disputato la Coppa Cev con la maglia dell’Ok Nis. Giovane di grande prospettiva, nel giro della Nazionale serba, 209 centimetri di altezza per elevare il suo poderoso muro a difesa dei colori gialloblù, Nikolic ha firmato un accordo per due stagioni.
    “Voglio innanzitutto salutare tutti i tifosi di Verona, sono pronto, e voglio dare il meglio di me, sono davvero felice che il club e il coach mi abbiano dato l’opportunità di giocare nel miglior campionato del mondo”.
    #WelcomeUros LEGGI TUTTO

  • in

    Olimpiade di Tokyo al via: occhi puntati sui brasiliani della Tonno Callipo

    I tre sudamericani che faranno parte della nuova formazione giallorossa scaldano i motori in Giappone per rappresentare il proprio Paese alla trentaduesima edizione dei Giochi a cinque cerchi. 
    Ci siamo! Prenderà ufficialmente il via domani venerdì 23 luglio, con la cerimonia d’apertura, l’Olimpiade di Tokyo 2020, spostata di un anno rispetto alla data originaria a causa della pandemia da Covid. La Tonno Callipo, ed i suoi tifosi, avranno gli occhi puntati sui tre Nazionali brasiliani, il centrale Flavio Gualberto e gli schiacciatori Mauricio Borges e Douglas Souza, che la prossima stagione vestiranno la casacca giallorossa in SuperLega. Gli ultimi due sbarcano in Giappone da Campioni Olimpionici in carica per aver vinto l’oro a Rio2016.È risaputo come l’Olimpiade sia il sogno di una vita degli sportivi che vi partecipano. Emozioni, speranze, desideri che si mescolano per una medaglia d’oro ambita da tutti. E così sarà anche per i tre Nazionali brasiliani molto attesi dal popolo giallorosso: si preannuncia già spettacolo a tinte verdeoro con Flavio, Borges e Douglas, che una volta terminata l’avventura olimpica raggiungeranno Vibo per iniziare a lavorare agli ordini di coach Baldovin. Un assaggio delle loro abilità tecniche ed agonistiche si è avuto già alla recente VNL di Rimini che ha regalato al Brasile la medaglia d’oro.Particolare interesse, dunque, agli impegni dei sudamericani di scena nella prima fase il 23, 26, 28, 29 e 31 luglio rispettivamente contro Tunisia, Argentina, Russia, USA e Francia. A tutti e tre i neo-giallorossi l’augurio per un’ottima Olimpiade.Per la cronaca, l’Italia è stata inserita nella Pool A assieme a Canada, Iran, Giappone, Polonia e Venezuela. Ecco di seguito lo schema degli impegni del Brasile in cui militano i tre neo-giallorossi.
    Calendario Brasile – Pool B
    24 luglio (ore 4.05) VS Tunisia26 luglio (ore 14.45) VS Argentina28 luglio (ore 14.45) VS Russia30 luglio (ore 4.05) VS USA1 agosto (ore 4.05) VS Francia
    Quarti di Finale
    3 agosto (ore 2)3 agosto (ore 6)3 agosto (ore 10)3 agosto (ore 14.30)
    Semifinali
    5 agosto (ore 6)5 agosto (ore 14)
    Finale per il 3° posto
    7 agosto (ore 6.30)
    Finale per l’oro
    7 agosto (ore 14.15)
    Tv e streamingLa copertura tv integrale dei Giochi è affidata a Eurosport Player e Discovery+, con i soli canali Eurosport 1 e 2 visibili anche per gli abbonati a Dazn, Tim Vision e Fastweb (non sul decoder Sky). La Rai trasmetterà in chiaro in diretta tv, senza streaming su RaiPlay, tutte le gare dell’Italia, eccezion fatta quando ci saranno in contemporanea eventi che assegneranno le medaglie.
    UFFICIO COMUNIZIONERosita Mercatanteufficiostampa@volleytonnocallipo.com LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo 2020: la mappa per seguire i sei giganti della Lube

    Sei biancorossi, distribuiti in tre nazionali, sono pronti per dare l’assalto ai Giochi di Tokyo 2020. I tesserati della Cucine Lube scaldano i motori in Giappone per rappresentare i rispettivi Paesi. Il loro cammino olimpico si aprirà il 24 luglio.
    Sotto la bandiera italiana scenderanno in campo i quattro moschettieri: Ivan Zaytsev, Osmany Juantorena, Simone Anzani e Jiri Kovar.
    Luciano De Cecco manovrerà le trame di gioco dell’Argentina.
    Ricardo Lucarelli metterà la sua tecnica al servizio del Brasile.
    Calendario Italia – Pool A
    24 luglio (ore 2) VS Canada
    26 luglio (ore 7.20) VS Polonia
    28 luglio (ore 12.40) VS Giappone
    30 luglio (ore 12.40) VS Iran
    1 agosto (ore 9.25) VS Venezuela
    Calendario Argentina – Pool B
    24 luglio (ore 7.20) VS Russia
    26 luglio (ore 14.45) VS Brasile
    28 luglio (ore 7.20) VS Francia
    30 luglio (ore 9.25) VS Tunisia
    1 agosto (ore 14.45) VS USA
    Calendario Brasile – Pool B
    24 luglio (ore 4.05) VS Tunisia
    26 luglio (ore 14.45) VS Argentina
    28 luglio (ore 14.45) VS Russia
    30 luglio (ore 4.05) VS USA
    1 agosto (ore 4.05) VS Francia
    Quarti di Finale
    3 agosto (ore 2)
    3 agosto (ore 6)
    3 agosto (ore 10)
    3 agosto (ore 14.30)
    Semifinali
    5 agosto (ore 6)
    5 agosto (ore 14)
    Finale per il 3° posto
    7 agosto (ore 6.30)
    Finale per l’oro
    7 agosto (ore 14.15)
    Tv e streaming
    La copertura tv integrale dei Giochi è affidata a Eurosport Player e Discovery+, con i soli canali Eurosport 1 e 2 visibili anche per gli abbonati a Dazn, Tim Vision e Fastweb (non sul decoder Sky). La Rai trasmetterà in chiaro in diretta tv, senza streaming su RaiPlay, tutte le gare dell’Italia (a meno che non ci siano in simultanea eventi di particolare rilevanza). LEGGI TUTTO

  • in

    I gialloblù impegnati in un camp di preparazione a Varna

    La squadra gialloblù sta svolgendo un camp di preparazione a Varna, splendida località della Bulgaria affacciata sul Mar Nero

    Agli ordini di coach Rado Stoytchev, il gruppo sta svolgendo un lavoro atletico, in palestra e in acqua.

    E, soprattutto, si comincia ad alimentare e a dare forma a quello spirito di squadra che sarà fondamentale per la prossima stagione. LEGGI TUTTO

  • in

    Superlega: Fanuli annuncia il ritiro

    Foto Andrea Trongone

    PIACENZA – Con un post su Instagram il libero Fabio Fanuli ha annunciato il ritiro.
    “Non avevo mai pensato a come sarebbe stato il momento in cui avrei smesso di giocare, eppure eccoci qua…
    Sto cercando da molto tempo le parole giuste per esprimere cosa hanno significato per me questi 22 anni passati sul campo da pallavolo, ma la verità è che non le trovo.
    Ringrazio la Pallavolo perchè mi ha dato il privilegio di viaggiare dentro di me, spesso verso posti che non avrei mai voluto conoscere, costringendomi a convivere con paure, giudizi, debolezze, talvolta inadeguatezze, vittorie e sconfitte proprie di ogni essere umano.
    Porto con me il rumore assordante di palazzi stracolmi di tifo a gioire dopo una vittoria e il rumore del silenzio in uno spogliatoio dopo una sconfitta.
    Porto con me preziosi insegnamenti di veri Maestri di vita e di sport.
    Porto via con me regole di vita molto semplici ma sempre valide che mi aiuteranno, ne sono certo, in questo nuovo capitolo della mia vita.
    Ma soprattutto mi porto dietro la tenacia di lottare sempre, la forza di volontà necessaria a sacrificare tutto, per un bene superiore!
    Grazie di tutto.
    Fabio“ LEGGI TUTTO

  • in

    Tonno Callipo, il sogno di Davide Russo: “Per me l’obiettivo è sicuramente crescere”

    Di Redazione
    Il sogno che si avvera! Ecco la bella storia del promettente Davide Luigi Russo (20 anni lo scorso 9 febbraio, 180 cm di altezza), nativo di Poggiardo nel leccese, che approda alla Tonno Callipo in Superlega dopo una gavetta che lo ha visto iniziare all’Aurispa Alessano in A2 non ancora maggiorenne. Con lui la Tonno Callipo arriva al nono innesto nell’organico che affronterà la stagione 2021-2022.
    Dopo Borges, Flavio, Candellaro, Douglas, Basic, Partenio, Nicotra e Bisi, il giovane pugliese è un altro volto nuovo dei giallorossi chiamato ad occupare la casella del secondo libero nel roster di coach Baldovin. Russo è dotato di spiccate qualità difensive oltre che di una buona impostazione di ricezione. Virtù tecniche, ma anche agonistiche, che lo rendono un talento naturale nel ruolo di libero.
    Pur facendo affidamento su giocatori di grande esperienza nel comporre la squadra a tinte giallorosse, la dirigenza del Club vibonese ha deciso di applicare una politica lungimirante assegnando spazi importanti a giovani interessanti che hanno voglia di dimostrare le proprie capacità e mettersi in gioco. Tra questi c’è Davide Russo che arriva da una terra come la Puglia, ricca di talenti che si sono meritatamente fatti strada nel mondo del volley di alto livello. Per il neo-libero gli indizi sono promettenti, ad iniziare da quelle chiamate nelle Nazionali giovanili che denotano come in Russo anche i tecnici azzurri abbiano intravisto qualità da sfruttare. Ovvio che adesso toccherà a lui in primis e a chi lo guiderà in seconda battuta, trasformare le buone aspettative in risultati concreti. Vibo diventa tappa basilare nel percorso di crescita del promettente Russo, in una realtà che si è sempre contraddistinta come terra fertile per far sprigionare il proprio talento ai giovani atleti.
    NUMERO 3. Russo indosserà la maglia numero 3 ed il motivo suggestivo e romantico lo spiega proprio il neo-giallorosso: “L’ho scelto perché è stato il primo numero che ho preso quando nel 2005 ho iniziato a giocare. Rappresenta il pilastro principale della mia vita. Come si può vedere in questa foto che conservo gelosamente scattata dove tutto ebbe inizio: era il 2005 all’inaugurazione del palazzetto del mio paese, lo stesso in cui i miei genitori mi portavano quando andavano a giocare con i propri amici. Ero davvero piccolo, avevo solo 4 anni, ma da quando misi piede lì, in quella che per me diventò casa, capii che non avrei più potuto farne a meno. Non esistevano giocattoli né play station, l’unica cosa che contava era giocare a pallavolo. Ricordo ancora con tanto amore tutte le persone che insieme a me sono cresciute in quel palazzetto, le foto attaccate sulla parete all’ingresso, il profumo, le sconfitte, le vittorie, le ginocchia sbucciate. Sono stati anni speciali che faranno sempre parte di me. Nella foto c’è anche Piera, la mia allenatrice, colei che mi ha fatto arrivare fin qui. Non è stata una semplice allenatrice: è stata una madre, un’amica, si è sempre presa cura di me, crescendomi e seguendomi. E tuttora gioisce insieme a me per ogni piccolo traguardo raggiunto. A lei devo davvero tanto. Quella foto, quel palazzetto e Piera sono tutto ciò che mi hanno fatto innamorare della pallavolo, ma che soprattutto mi hanno fatto prendere il volo. E spero con tutto il cuore di poter continuare a volare, di poter dare a quel bambino con il numero tre la possibilità di realizzare i suoi sogni”.
    NAZIONALE UNDER 21. Russo è uno dei prospetti più interessanti dell’intero panorama pallavolistico, non a caso ormai da qualche anno è nell’orbita delle Nazionali giovanili. Proprio in questi giorni sta partecipando, dopo quello di giugno, ad un collegiale a Darfo Boario Terme con la Nazionale Under 21 fino al 29 luglio, in preparazione ai Campionati del Mondo di categoria organizzati congiuntamente da Italia e Bulgaria (dal 23 settembre al 3 ottobre), con l’Italia inserita nella pool con Egitto, Repubblica Ceca e Thailandia. Tra l’altro sta condividendo questa avventura con un altro neo-giallorosso, lo schiacciatore Alberto Nicotra. L’indicazione, ormai da tempo, è arrivata direttamente dal direttore tecnico delle formazioni nazionali del settore giovanile Julio Velasco.
    CARRIERA. Ben sei le stagioni ad Alessano per Russo: dal 2015 al 2020, sempre in A2 tranne l’ultimo anno in A3. Quindi l’esperienza della scorsa stagione a Lagonegro, nuovamente in A2, guidato nella seconda parte del torneo dall’ex Tubertini. Il libero salentino ha esordito nella seconda serie nazionale giovanissimo, a dicembre del 2015, quando non aveva ancora 15 anni. Fu coach Livio Bramato nel corso della gara Ortona-Alessano a gettarlo nella mischia al posto del titolare Matteo Bisanti, infortunatosi. Da allora Russo, che ha anche rinunciato all’A2 per una intera stagione per motivi personali, ha collezionato 94 presenze ed altre 17 in A3. Ora per Russo si aprono le porte della Superlega come ulteriore tappa di un percorso, che non deve essere considerato un traguardo bensì un importante trampolino di lancio.
    DICHIARAZIONI. Alquanto carico Davide Russo all’esordio con la Callipo, una società che sventola ormai da oltre vent’anni con orgoglio la bandiera del Sud. “Quando ho ricevuto la chiamata dalla società calabrese – spiega Russo – sono stato sopraffatto da tante emozioni contemporaneamente, ero molto contento del grande interesse e del bel progetto che la Tonno Callipo mi ha prospettato, quasi non riuscivo a crederci. Per me che sono del Sud, è un onore far parte di uno dei Club più blasonati della Superlega ma soprattutto del Meridione”.
    È il sogno di chi gioca a pallavolo approdare nell’Olimpo della Superlega, così anche per Russo, che conferma: “Entrare in questo nuovo mondo è sicuramente una grande responsabilità, ma cercherò di viverla in modo tranquillo e sereno, facendo ciò che più amo”. 
    Sulle aspettative per la prossima stagione a Vibo, Russo è chiaro: “Il mio obiettivo principale è sicuramente crescere tecnicamente, esplorare questo mondo dei grandi e vedere ciò che di bello può trasmettermi”.
    A Vibo troverà il compagno di reparto Marco Rizzo, anche lui salentino e in giallorosso per la terza stagione consecutiva: “Lo conosco e so che è un libero con grandi qualità e proprio per questo cercherò di trarre beneficio dalla sua vicinanza per potermi migliorare”.
    Sull’ultima eccezionale stagione della Callipo dice: “A dir la verità non sono mai stato un grande appassionato di pallavolo come telespettatore, avendo sempre preferito viverla in prima persona anziché guardarla da uno schermo. So dell’ottimo traguardo raggiunto dalla Tonno Callipo col quinto posto finale e credo che abbiamo tutte le carte in regola per puntare ancora più in alto”.
    Russo vanta diverse esperienze con le Nazionali Giovanili, per ultima l’Under 21. Sul significato di tutto ciò per un giovane del Sud, il neo libero della Callipo osserva: “La maglia azzurra è la realizzazione di uno di quei sogni che fin da bambino tenevo custodito nel cassetto, quindi ha un valore fin troppo importante. So che sono ovviamente all’inizio e cercherò sempre di farmi trovare pronto anche in azzurro”.
    E per restare in tema, Russo in Nazionale è stato ‘attenzionato’ dal mitico Julio Velasco e poi convocato da Frigoni. “E di ciò mi ritengo molto fortunato – sprizza gioia Russo che conclude – e soprattutto onorato di avere questa opportunità. Non è una cosa che capita tutti i giorni e mi esorta a fare sempre meglio”.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Un’aquila in gialloblù, benvenuto Anton Qafarena!

    24 anni, 204 centimetri di altezza e grinta da vendere. Dalla terra delle aquile l’opposto albanese Anton Qafarena arriva ufficialmente in gialloblù per la stagione 2021/22 dal Barkom Kazhany, squadra ucraina con cui ha vinto il titolo nazionale.
    Le sue prime parole in gialloblù: “Sono molto contento di essere parte della famiglia Verona Volley per la nuova stagione. È una sfida per me, per poter dare il massimo e fare del mio meglio per la squadra, per raggiungere i nostri obiettivi. Non vedo l’ora di cominciare la stagione e incontrare i miei nuovi compagni e i tifosi di Verona. Ci vediamo presto!”.
    #WelcomeAnton

    Articolo precedenteLa Tonno Callipo si rinforza in seconda linea con l’arrivo di Davide RussoProssimo articoloDUE NUOVI NOMI NELL’UFFICIO STAMPA BIANCOROSSO LEGGI TUTTO