consigliato per te

  • in

    Fiat Punto uguali e con le chiavi nel quadro: 70enne sale in quella sbagliata

    Un 70enne Toirano, in provincia di Savona, ha dato vita a un episodio davvero curioso e comico. L’uomo è salito su una Fiat Punto di colore nero, convinto fosse la sua e nella quale aveva lasciato le chiavi nel quadro: solo dopo essere partito per proseguire con le commissioni si è accorto di essere al volante di una vettura di un’altra persona. LEGGI TUTTO

  • in

    Pogea Hercules Abarth 595, tuning di carbonio e di potenza

    Con 21 mila euro circa, in garage porti il divertimento Abarth 595  – aggiornato al MY 2021 – nella sua proposta base, da 145 cavalli. Già così potrebbe bastare e appagare la voglia di sportività. L’alternativa è in una gamma con versioni 165 e 180 cavalli, oppure, una mail a Friedrichshafen, indirizzo Pogea Racing, per discutere di Hercules Abarth 595. Un progetto che non manca di contenuti, proposti a 18.810 euro più iva. Ecco, nei fatti equivale a comprarne due, di Abarth 595 “base”.

    Widebody in carbonio

    Guarda la gallery
    Pogea Hercules Abarth 595: tuning estremo

    Giustifica l’impegno economico con un trattamento completo, il kit carrozzeria amplia le carreggiate e lo fa con un pacchetto in fibra di carbonio, per i passaruota, le soglie sottoporta, il cofano motore. Si potrà scegliere la finitura preferita, che sia con trama visibile sotto lo strato di verniciatura, oppure, nel trattamento “fibra nuda”, con il solo rivestimento trasparente e tre varianti di trama a scelta: Carbonio Forgiato, nido d’ape, Camouflage.
    Un’estetica personalizzata anche dall’ala posteriore e la fascia paraurti su misura, dai cerchi forgiati da 18 pollici con gomme Michelin 215/35 R18 e sei diversi design tra cui scegliere, fino a un elemento tra stile e funzione: l’assetto ribassato di 45 mm.
    Assetto KW regolabile
    La rivisitazione prodotta dagli elementi KW V1 Coilover – con molla progressiva installata sull’ammortizzatore regolabile – incide sul look e, ancor di più, sulla dinamica di marcia.
    Motore, Stage 1 o Stage 2?
    Dinamismo del motore turbo benzina 1.4 litri, elaborato nell’elettronica della centralina, la sostituzione del catalizzatore con un elemento sportivo a 200 celle, fino alla linea di scarico con valvole attive di controllo. A richiesta è possiile anche l’installazione di una schermatura termica intorno allo scarico, utile ad abbattere le temperature all’interno del vano motore.
    Due le varianti d’elaborazione dell’1.4 turbo benzina: Stage 1 da 180 cavalli, Stage 2 da 220 cavalli e 350 Nm di coppia motrice a 3.600 giri/min, limitata elettronicamente. Il dato di coppia dello Stage 2 risulta 100 Nm superiore al valore più alto portato su strada da 595 Abarth 180 cv di serie.
    Sfoglia il listino Abarth: tutti i modelli sul mercato
    Le prestazioni velocistiche si riassumono nei 232 km/h di velocità massima per 6”2 in accelerazione, da zero a cento orari; 18”9 per passare da 100 a 200 km/h. In termini relativi si tratta di un miglioramento di 7 km/h e 5 decimi per la Hercules Abarth 595 220 cavalli rispetto alla Abarth 595 180 cv. LEGGI TUTTO

  • in

    Renault 5 Prototype, la nuova R5 su piattaforma CMF-B EV

    Luca de Meo l’ha presentata quale parte dell’intero piano di rilancio del Gruppo. Si chiama Renault 5 Prototype e anticipa in tutto quella che sarà la futura R5. Ovvero, un’auto – totalmente elettrica e basata sull’architettura CMF-B EV -, che promette di stupire tutti gli automobilisti legati al passato e alla nostalgia per le auto di un tempo.

    Guarda la gallery
    Renault 5 Prototype, la nuova R5 su piattaforma CMF-B EV

    Cerchi un’auto usata? Sfoglia il listino di Auto
    DE MEO, PREZZO ACCESSIBILE
    R5 elettrica andrà a toccare le corde nostalgiche, un modello culto degli anni Ottanta, sulla scena sin dal decennio precedente. Operazione revival, attualizzata, che Luca de Meo conosce bene nel potenziale che ha per cambiare le sorti di un brand. Fu tra gli artefici della riedizione moderna della 500, quando in Fiat. “So per esperienza che reinventare prodotti di culto accende un fuoco in tutto il brand. Questo è un veicolo di culto a un prezzo che molti potranno permettersi, ed è solo l’inizio per l’intero marchio Renault”, ha spiegato nel corso della conferenza di presentazione del piano industriale.
    SI SPERA DI VEDERLA ENTRO IL 2025
    Non è tempo ancora di conoscere dettagli tecnici, orizzonti temporali, certo sarà per dimensioni un’utilitaria, come indica l’architettura CMF-B EV. Il giudizio non può che limitarsi alla rilettura moderna degli stilemi della prima R5, evidenti nei gruppi ottici anteriori e posteriori, nella trasformazione della griglia di sfogo d’aria sul cofano – sfalsata nel 1972 – in sportellino di ricarica, per continuare con le geometrie angolate del montante posteriore, l’andamento piatto del lunotto verso il portellone, fino ovviamente ai fari posteriori a sviluppo verticale.
    Sfoglia il listino Renault di Auto.it: tutti i modelli sul mercato
    C’è un’idea inconfondibile di Renault R5 del passato, letta in chiave moderna, quindi immancabili giochi di grafica con le luci, la proposta da show car di una strumentazione digitale su un pannello trasparente dietro il volante. Idee che evolveranno verso il progetto di serie, con un orizzonte già tracciato nei risultati da ottenere – il 2025 – entro il quale collocare la Renault 5 elettrica. LEGGI TUTTO

  • in

    Bollo auto 2021: tra calcolo e modalità c'è anche il Cashback

    Tuttavia, nonostante le rinnovate scadenze, quest’anno ci sarà una novità. Infatti, stando a quando dichiarato dal Governo, si potrà utilizzare il Cashback di Stato anche per il pagamento riguardante il bollo, ottenendo in questa maniera un rimborso del 10% se eseguito con carta associata e presso un esercizio fisico. Scopriamo insieme tutti i dettagli.
    Ecotassa auto 2021, ecco vetture e prezzi della nuova tassa da pagare
    CALCOLO E PROCEDURE DI PAGAMENTO
    Nonostante la buona notizia, il servizio messo a disposizione dal Governo non grava in alcun modo sulla scadenza del bollo. Per questo motivo, quindi, la tassa regionale dovrà lo stesso essere saldata entro l’ultimo giorno del mese successivo alla scadenza. Con esclusione degli automobilisti di Lombardia e Piemonte, che di regola seguono disposizioni differenti.
    Per riuscire a fare un po’ di chiarezza, il sito ufficiale ACI ha messo a disposizione degli automobilisti un’intera sezione dedicata con le informazioni utili. La guida al bollo presente sul sito, infatti, fornisce a tutti gli interessati sia i criteri per il calcolo dell’importo dovuto, che le modalità di pagamento con cui saldarlo.
    Per effettuare il calcolo basterà andare sulla sezione “Calcola il bollo”, indicare la tipologia di veicolo, la tipologia di pagamento – se rinnovo, prima immatricolazione, targa prova, ecc.-, la regione di residenza dell’intestatario e il numero di targa del veicolo. Fatto ciò, dopo pochi istanti sarà disponibile una tabella riassuntiva con i dettagli del veicolo, la scadenza per il pagamento e l’importo del bollo.
    CASHBACK, DOVE PAGARE?
    Tuttavia, per coloro che vorranno usufruire del rimborso del 10% messo a disposizione dallo Stato teniamo a ricordare che i pagamenti saranno da effettuare con bancomat, carte di credito o di debito – dopo essersi regolarmente registrati all’app IO tramite SPID o Carta d’identità elettronica – e solamente presso esercizi fisici riconosciuti (Poste Italiane, Lottomatica, banche aderenti all’iniziativa PSP, ecc.). Di conseguenza, non sarà possibile usufruire del rimborso sul pagamento del bollo se pagato attraverso il servizio online di ACI.
    MAGGIORI DETTAGLI
    ACI ricorda, inoltre, che le tasse devono essere corrisposte sulla base della potenza effettiva. In altre parole, per autovetture, autoveicoli ad uso promiscuo, autobus, autoveicoli ad uso speciale e motocicli la tassa automobilistica deve essere versata in base alla potenza effettiva del veicolo espressa in kilowatt.
    In aggiunta, la medesima tassa, è differenziata in base alle normative comunitarie sulle emissioni inquinanti ad esclusione delle autovetture ed autoveicoli con alimentazione, esclusiva o doppia, elettrica, a gas metano, a GPL, a idrogeno, a prescindere dalla normativa comunitaria.
    È doveroso ricordare che, per veicoli di prima immatricolazione, il bollo dovrà essere versato entro il mese di immatricolazione del mezzo. Tuttavia, se l’acquisto avviene negli ultimi 10 giorni del mese si potrà saldare la tassa automobilistica entro il mese successivo a quello di immatricolazione.
    RC Auto, ecco per chi aumenta il costo dell’assicurazione nel 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Brexit e auto: gli automobilisti britannici “immuni” agli autovelox dei paesi UE

    Grazie alla Brexit gli automobilisti del Regno Unito non saranno più perseguibili per eccesso di velocità. Vi sembrerà assurdo, eppure è tutto vero. Con l’uscita della Gran Bretagna dal blocco dei paesi europei, infatti, verrà meno anche la direttiva “Cross Border Enforcement”, una norma che per diverso tempo è stata capace di aiutare le autorità degli Stati membri nel perseguire i trasgressori del codice della strada provenineti da territori diversi.

    Brexit, l’auto rischia di perdere 110 miliardi: l’appello
    NINETE PIÙ SANZIONI DAGLI AUTOVELOX
    La direttiva, introdotta diversi anni fa, ha infatti più volte aiutato le autorità ad identificare e punire gli automobilisti responsabili di infrazioni per eccesso di velocità avvenute all’interno dell’Unione europea, a condizione che la loro auto fosse registrata regolarmente in un paese facente parte del blocco UE.
    Questo stravolgimento di piani, dunque, porta gli Stati membri ad un’incapacità nell’applicare le sanzioni dovute verso tutti i cittadini del Regno Unito, che ora potranno godere di una sorta di “immunità” nel momento in cui viaggeranno a bordo delle loro auto nei paesi membri.
    PERDITE PER MILIONI DI EURO
    Tuttavia, la fine dell’applicazione del “Cross Border Enforcement” nei confronti del Regno Unito varrà anche in maniera inversa. Quindi, nel momento in cui un automobilista di un paese facente parte dell’Unione europea si troverà ad infrangere i limiti di velocità su suolo britannico sarà allo stesso modo esente dalle sanzioni.
    Una notizia, questa, che porterà quasi sicuramente all’avvio di numerose trattative e negoziati tra i paesi del blocco europeo e la Gran Bretagna. Questo, però, significa lunghi tempi d’attesa e milioni di euro in sanzioni che nel frattempo non verranno più riscossi.
    Le follie automobilistiche di Boris Johnson LEGGI TUTTO

  • in

    Porsche Boxster 25 Anni, 718 GTS 4.0 in serie speciale

    Un quarto di secolo, già. La storia Porsche Boxster ha scritto quattro capitoli dal 1993 della prima visione del concept al Salone di Detroit. Oggi, Porsche 718 Boxster 25 Anni rende omaggio a quel prototipo, destinato a trasformarsi in una roadster diventata Instant Classic.

    Cerchi un’auto usata? Sfoglia il listino di Auto
    Quattro generazioni più tardi, 718 ha una gamma declinata in un ventaglio di motorizzazioni buone per soddisfare velleità d’ogni sorta. Al boxer 6 cilindri 4 litri aspirato, di Boxster GTS 4.0, ricorre l’edizione celebrativa, che verrà prodotta in 1.250 esemplari, con ordini già aperti in Italia, sul mercato da aprile: 98.272 euro per guidare un modello personalizzato con richiami al concept di Detroit ‘93.
    Design, le firme color Neodimio e Argento 

    Guarda la gallery
    Porsche Boxster, serie speciale per i 25 anni

    Si parte dalla sfumatura color rame, il Neodimio applicato sulle lame della fascia nateriore come sui cerchi da 20 pollici e le cornici delle prese dinamiche laterali. La tinta Argento GT Metallizzato fa da base per elementi a contrasto, dal nero della fascia diffusore ai rollbar, fino ai portalampade dei fari, proseguendo con un abitacolo in pelle Bordeaux, a richiesta diventa un ambiente nero. Al pari della capote in tessuto, viceversa rossa.
    Motore aspirato, emozioni certe
    Della Boxster GTS 4.0 non riprende solo il motore, da 400 cavalli, ma anche soluzioni d’assetto come le sospensioni PASM, in un quadro della dinamica di marcia completato dal differenziale autobloccante, l’altezza da terra ridotta di 10 millimetri e il sistema di ripartizione della coppia Porsche Torque Vectoring.
    L’abbinamento al cambio manuale 6 marce è una proposta decisamente old style e “nostalgica”, in alternativa alla quale si può optare per il doppia frizione 7 marce PDK, garanzia di prestazione sullo zero-cento: 4 secondi netti, con l’ausilio del Pack Sport Chrono di serie, il dato dichiarato da 718 Boxster 25 Anni. La velocità massima si attesta sui 293 km/h.
    Interni sportivi e attenti al “comfort”
    La personalizzazione del modello passa anche dal volante GT in pelle e riscaldabile, attenzione al comfort come lo sono i sedili sportivi a regolazione elettrica in 14 vie, mentre il pack Alluminio per le finiture interne – con loghi e lettering celebrativi l’edizione speciale, tra plancia e soglie battitacco – completa la dotazione di serie. LEGGI TUTTO