consigliato per te

  • in

    B maschile: appuntamento cruciale per LA NEF Osimo contro Ferrara

    La NEF Re Salmone Osimo è impegnata in casa contro la 4 Torri 1947 Ferrara per la cruciale 22esima giornata del campionato di Serie B maschile. Appuntamento da non perdere quello di sabato 13 aprile alle 17.30 al Pala Bellini per una partitissima ad alta quota, con le due compagini che si giocano molto per accedere ai playoff. I ragazzi di coach Roberto Pascucci occupano attualmente la seconda posizione in classifica e gli emiliani li seguono di poco, nonostante la bella e netta vittoria nell’ultima uscita con un secco 0-3 nell’insidiosa trasferta di San Marino.

    “Non vediamo l’ora di scendere in campo in questo che è a tutti gli effetti uno scontro diretto – esordisce così Filippo Boesso – noi veniamo da una bella vittoria ma su un parquet molto ostico, considerando che loro cercano punti salvezza“.

    Campionato che si avvicina al termine e i punti a disposizione sono sempre meno, quindi ci si aspetta un Pala Bellini gremito a sostenere la squadra per questa che è una partita fondamentale per tutto il cammino annuale della squadra: “Faccio parte di questa società da ormai due mesi – prosegue Boesso – e non posso che spendere parole di merito su questo ambiente, che è molto stimolante. Ringrazio tutti i ragazzi, lo staff tecnico che ci danno gli stimoli giusti per andare in palestra, allenarci in armonia e dare il massimo in partita“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile, Cus Bari fa visita all’Afragola Volley: “Squadra da non sottovalutare”

    A cinque giornate dalla conclusione il campionato di Serie B Nazionale di Volley entra nel vivo. Suicampi di gioco a disposizione gli ultimi punti disponibili per sancire i verdetti della stagione. L’Sns Cus Bari Pallavolo, dopo la bella e convincente vittoria interna con il Ruffano, fa visita ai partenopei dell’Afragola Volley. Appuntamento per sabato 13 aprile 2024 alle ore 17.30 nel palazzetto “Filippo Brunelleschi”.

    Avversari fermi a 11 punti in classifica ma non rassegnati e pronti ad offrire la loro migliore prestazione. Cussini, quindi, attenti a non prendere sotto gamba una gara che potrebbe celare pericolose insidie. All’andata finì 3-1 per i baresi ma fu una partita in salita con i campani abili a conquistare il primo set, salvo poi subire il ritorno dei padroni di casa.

    “Il messaggio che ho trasferito ai miei ragazzi è stato quello di non illuderci dell’ultima vittoria con ilRuffano perché il lavoro non è finito. Intravediamo il traguardo ma ne siamo ancora lontani – dicecoach Corrado Mancini – la matematica non ha sancito la fine dei giochi. Dobbiamo andare concalma e continuare ad esprimere il bel gioco delle ultime settimane e d’inizio stagione. Sarebbe unpeccato vanificare tutto”.

    Un gruppo più coeso, concreto, cresciuto con il passare del tempo. “Molti giocatori hanno presocoscienza dei propri mezzi ed anche chi era meno esperto si è immerso, nei mesi, nell’atmosferadella categoria. Da chi ci si aspettava tanto arrivano conferme”.

    Per finire un pensiero all’avversario. “L’Afragola non è una squadra assolutamente da sottovalutare e intende mettere il bastone fra le ruote a tutte le avversarie. Hanno individualità che possono impensierire. Se sottovalutiamo queste considerazioni rischiamo la brutta figura”.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile, Tonno Callipo, Tassone: “Stiamo giocando come se fossero tutte finali”

    Con i due punti ottenuti nel derby a Bisignano, la Tonno Callipo ha confermato i progressi ben visibili dall’inizio del girone di ritorno. In totale quattro le vittorie sul totale di sette gare disputate da allora, chiaro segnale della maturazione del gruppo affidato al tecnico Ciccio Piccioni ed al suo vice Giampaolo Maragò.

    Con la chioccia dei tre elementi più esperti, Mille, Saragò e Cimmino, il vivace e pimpante gruppo giallorosso, costituito perlopiù dai giovani cresciuti nel vivaio della Tonno Callipo, ha saputo sacrificarsi subendo magari anche in diverse gare, ma venendo poi fuori alla distanza, grazie soprattutto ad una maggiore consapevolezza nei propri mezzi.

    Oltre alla maggiore amalgama e coesione raggiunte, è risaputo che soprattutto quando si dispone di un gruppo giovane, c’è un aspetto fondamentale che incide, ovvero il tempo. Quello sicuramente in cui non mancheranno gli errori, ma sovente seguito da quello utile per farne tesoro, apprendendo non solo dallo staff tecnico quanto anche dall’esperienza nelle varie partite, vinte o perse che siano state.

    È questo il naturale processo di crescita di una squadra, sicuramente tra le più giovani di questa Serie B qual è appunto la Tonno Callipo. L’importante è lavorare sodo in palestra e puntare al miglioramento continuo che potrà arrivare solo con spirito di sacrificio ed abnegazione. Ed è quello che si è verificato nel percorso di questa stagione all’interno del gruppo giallorosso.

    A proposito di giovani facciamo il punto della situazione attuale con Giuseppe Tassone, che compirà 19 anni il prossimo 15 giugno, e che molto schiettamente ammette qualche rammarico, ma nel contempo si dice entusiasta di quanto sta vivendo… “A livello personale non sono pienamente soddisfatto. Certo, credo di aver dato il mio contributo, come d’altronde un po’ tutti i miei compagni, ma sono anche consapevole che avrei potuto fare e dare di più. Tuttavia per me questa stagione è un’esperienza indimenticabile: sia per il gruppo che abbiamo creato coi compagni, sia per lo staff e per tutto il resto. Abbiamo avuto sì alti e bassi com’è naturale che sia, ma abbiamo avuto anche il coraggio e gli attributi di affrontare ogni cosa: dai momenti belli festeggiati insieme, a quelli brutti in cui ci siamo sostenuti a vicenda non lasciando mai indietro nessuno. Spero in questo finale di dare sempre di più, anche perché gioco nell’Under 19 ed è questo è il mio ultimo anno in categoria, per cui ci tengo a raggiungere magari le fasi nazionali, sarebbe bellissimo”.

    La Tonno Callipo è reduce dalla vittoria importante di sabato scorso a Bisignano: “Sicuramente un successo fondamentale per noi. Ritengo che sia prevalsa la nostra voglia di voler dare tutto, soprattutto sul piano caratteriale più che tecnico. È stata una vittoria voluta e di squadra. Spero che questa affermazione sia un buon viatico in questo finale di stagione per ottenere altre vittorie e comunque punti, anche contro squadre che magari sulla carta appaiono più forti”.

    Mancano quattro gare alla fine per centrare la salvezza: “Noi non ci pensiamo, anzi stiamo giocando questo finale di stagione come se fossero tutte delle finali in modo da ottenere il massimo in ogni gara. A volte è andata bene, altre no. E comunque stiamo esprimendo bene il nostro gioco. Quel che è servito è stata anche la sana rivalità che c’è tra di noi, avendo tutti voglia di giocare, di scendere in campo e di dare ciascuno il proprio contributo sia alla squadra e sia a livello di gioco”.

    Tassone poi traccia un bilancio del campionato: “Siamo soddisfatti al 50%, perché sicuramente potevamo conquistare più punti, avendone lasciato qualcuno banalmente per strada in varie partite. Magari ci è mancata un po’ di cattiveria agonistica e convinzione per ottenere qualche set e quindi punto in più”.

    Sabato la Tonno Callipo se la vedrà con Palermo: “Sarà una gara molto difficile, soprattutto perché loro avranno sete di rivalsa dopo la partita di andata che abbiamo vinto noi al tie-break. Quindi vorranno portare punti preziosi a casa per la salvezza, per cui prevedo grande battaglia. Anche perché da parte nostra vogliamo aggiungere i punti necessari per la salvezza aritmetica”.

    Infine un commento sulla squadra che lo ha maggiormente impressionato: “Siracusa, perché ha lottato su ogni pallone, ci ha messo la voglia di portare punti a casa e soprattutto la cattiveria. Anche se non è in vetta sicuramente è una delle migliori squadre di questo campionato”.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile, Valtrompia riceve Cagliari, Burbello: “Ci aspettano cinque finali”

    Sabato alle 16.30 in orario pomeridiano i Lupi di Valtrompia tornano in campo dopo il turno di riposo e la settimana pasquale alle spalle, e affronteranno la squadra sarda Stella Azzurra Cagliari che all’andata era riuscita a strappare la vittoria tra le mura amiche.

    Oggi si trova a 11 punti, sotto al team valtrumplino in zona retrocessione, ma ha disputato ottimi match nell’ultimo periodo pertanto la partita non sarà per nulla semplice. La situazione dei Lupi è diventata ancor più complicata dopo l’ultimo turno, tuttavia è ancora aperta, a -9 punti dalla salvezza ma mancano ancora 5 partite e Valtrompia dovrà scendere in campo con un piglio ben diverso dall’ultimo match, per conquistare il miglior risultato e continuare a sperare.

    L’opposto Burbello, uno dei senatori del team spinge i suoi compagni presentando così l’importante appuntamento: “Ormai sono state dette tante cose, la verità è che la nostra situazione è estremamente difficile e bisogna essere realistici per capire che da qui alla fine servirà qualcosa che ahimè non siamo ancora riusciti a dare. Dobbiamo pensare che ci attendono cinque finali dove bisognerà raccogliere il massimo dei punti disponibili, senza fare troppi calcoli. Iniziamo con la partita di sabato, contro un avversario che all’andata si era dimostrato superiore a noi. All’epoca ci trovavamo in una situazione di un certo tipo, adesso è ulteriormente cambiata. Queste due settimane di pausa sicuramente ci hanno permesso di lavorare con fiducia in palestra, adesso tocca a noi entrare in campo e rendere orgogliosi i nostri tifosi fino all’ultimo pallone”.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile, Ramberti (Ongina): “Orgoglio per finire al meglio la stagione”

    Trasferta all’orizzonte per la Canottieri Ongina, di scena sabato 13 aprile alle 17.30 a Carpi contro l’Univolley nella quintultima giornata del girone D di Serie B maschile. I gialloneri di Gabriele Bruni arrivano all’appuntamento dopo il ko interno contro l’Ama San Martino (1-3) che ha segnato il settimo successo consecutivo dei reggiani.

    A fare il punto della situazione nella squadra piacentina è il palleggiatore Thomas Ramberti: “Purtroppo si è verificato un mood che si ripete nella nostra stagione. Ci manca un po’ di qualità tecnica e mentale per gestire alcune situazioni nell’arco della partita. Siamo partiti avanti in ogni set, ma non riusciamo a essere costanti nel gioco e quando le cose diventano difficili ci demoralizziamo. San Martino era sicuramente in grande fiducia, ma restava un avversario abbordabile”.

    Canottieri Ongina al momento ancora quinta, ma sempre lontana dalla zona play off ambita anche in questa annata: “Non è stata la stagione che volevamo – ammette Ramberti – ora però dobbiamo essere concentrati su ogni partita che manca e gli stimoli devono essere quelli di far bene. È una questione di orgoglio di ognuno di noi, per se stessi e per la squadra. Dobbiamo assumerci le responsabilità e finire al meglio l’annata. Andiamo a Carpi per provare a vincere la partita, troveremo un avversario che in casa farà di tutto per centrare il successo. Dobbiamo mettere in campo ciò che sappiamo fare e concentrarci molto sul nostro gioco“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: PromoPharma a caccia di riscatto nella trasferta di Macerata

    Le ultime due sconfitte senza raccogliere punti contro Loreto in trasferta e Osimo in casa, obbligano la PromoPharma a cercare punti nella trasferta di sabato prossimo a Macerata. I titani sono attualmente due punti sopra la zona retrocessione. 

    “Stiamo cercando di dare energie nuove alla squadra che in questo momento del campionato servono tantissimo. – Racconta Marco Ricci, coach dei titani. – La Paoloni è una squadra esperta che può contare sull’opposto Altobaldi che ha giocato da centrale in serie A; su un palleggiatore esperto come Stella e su schiacciatori molto tecnici. È un gruppo di giocatori che difende molto e sbaglia poco, anche in situazioni tecniche e tattiche non perfette. Per questo mi aspetto scambi di gioco abbastanza lunghi. Partita per noi molto difficile: dovremo essere forti mentalmente”.

    Classifica. Begin Volley Collemarino 51, La Nef Osimo 44, Sabini Castelferretti 41, 4 Torri Ferrara 40, Paoloni Macerata 30, Sab Group Rubicone San Mauro Pascoli 30, Loreto 29, Potenza Picena 23, PromoPharma 21, Pietro Pezzi Ravenna 19, Querzoli Forlì 17, Novavetro San Severino Marche 17, Lube Civitanova 16.

    Prossimo turno (giornata 22). Paoloni Macerata – PromoPharma. Sabato 13 aprile, ore 17, a Macerata.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: SPB a caccia di punti contro il forte NPSG La Spezia

    Gara di ritorno con la NPSG La Spezia, formazione che si trova a metà classifica e che nell’ultimo periodo ha dimostrato di giocare una buonissima pallavolo. I biellesi dovranno ripartire dalla prestazione di Caronno per riuscire a strappare punti a questa grande squadra.

    NPSG La Spezia, dalla partita contro l’SPB dei primi di dicembre, ha perso solo una partita, contro Caronno. Una formazione in netta crescita rispetto al girone di andata, che ha trovato un sistema di gioco fluido e chiaro. Sarà una partita tosta sul piano tecnico e fisico, perché i fondamentali dell’NPSG sono di alto livello e diversi giocatori non hanno nulla da invidiare ad atleti di altre categorie. La ricezione biellese sarà messa a dura prova perché, insieme forse a Sant’Anna e Malnate, gli spezzini sono i migliori battitori del campionato, certamente la palla al salto spin più incisiva del torneo. La Ilario Ormezzano Sai SPB arriva un po’ ammaccata, con David Frison colpito di nuovo dalla sfortuna al ginocchio ma si spera che potrà rientrare già sabato, anche se sicuramente non sarà al 100% della condizione atletica.

    Il commento di Claudio Avalle: “La Spezia è una delle squadre che meglio ha fatto nel girone di ritorno, ma guardando la classifica non ci deve importare perché siamo obbligati a far punti con squadre al di sopra di noi se vogliamo ricucire il gap con la zona salvezza. Ci stiamo allenando duramente per provare a alzare ulteriormente il nostro livello di gioco nell’intento di raggiungere questo obiettivo. La parola passerà poi al campo.”

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Turi battuta 3-1 sul campo della Joivolley

    Troppo poco un set per la formazione biancoazzurra dell’Arré Formaggi Turi che esce sconfitta per 3-1 dal difficile campo del PalaCapurso per mano della formazione della Joivolley. Uno stop che ci sta per il valore della corazzata gioiese, una delle più forti non solo del girone H ma di tutta la serie B per esperienza e livello tecnico, ma a non convincere in alcuni frangenti della gara è l’atteggiamento rinunciatario e facilmente arrendevole di chi dovrebbe lottare col coltello tra i denti, su ogni pallone sino alla fine. Cercando magari di osare un pò di più con convinzione, prendendosi ciascuno le proprie responsabilità di competenza.

    Nella corsa salvezza perdono tutte tranne il CUS che guadagna tre punti preziosi nello scontro diretto interno col Ruffano portandosi a quota 24, +9 sui biancoazzurri fermi a 15 punti, +5 sul Modugno (19), quest’ultimi con una gara in più.

    Domenica prossima al Palazzetto di via cisterna, fischio d’inizio alle ore 18, arriva il forte Galatone in una gara decisiva da “tutto per tutto”, per non mollare la speranza.

    Cronaca – Il Turi di mister Spinelli scende in campo con Manginelli in regia a smistare palloni per l’opposto Buracci, gli schiacciatori laterali Scio e Lomurno, gli schiacciatori centrali Furio e Taccone, mentre Dammacco è il libero. I padroni di casa dell’ex Castellaneta si schierano con Parisi al palleggio e Carelli opposto, Ciavarella e Galasso di banda, Giorgio e Ruggiero al centro, Rinaldi libero.

    I biancorossi partono subito spediti e concentrati con Carelli che sigla il primo mini break (4-1) e poi direttamente dalla linea dei nove metri allunga sul 13-6. Mister Spinelli nel tentativo di scuotere la squadra effettua pian piano tutti i cambi a disposizione ma la reazione non c’è, la Joivolley ha vita facile e tira dritto agevolmente sino al 25-12.

    Capitan Scio tiene i suoi agganciati al Gioia (6-6) mentre Lomurno in pipe sull’11-12 prova a mettere la freccia; il secondo tocco di Parisi vale il doppio controsorpasso, 14-12. L’Arrè Formaggi insegue e sfrutta il servizio di Scio per ricucire sul 20-19 mentre il lungolinea out di Carelli azzera le distanze, 21-21. Taccone annulla il set point locale (24-24), Buracci mura Carelli (25-26) mentre Ciavarella tira out il 25-27.

    Nel terzo set ospiti avanti 1-3 ma l’ex Ruggiero da centro impatta sul 5-5. Ciavarella si prende il +2 (8-6) e Ruggiero il +3 (9-6); capitan Scio però riporta i suoi a -1 (9-8) ed il Turi pareggia subito dopo, 10-10. I biancorossi crescono in difesa e alzano il muro con cui salgono sul 16-13 al cospetto dell’ Arrè Formaggi che si spegne all’improvviso perdendo la bussola e cedendo 25-15 (Ciavarella).

    Lomurno mura Carelli per il 2-5 ma i locali non ci stanno, cominciano a ricucire lo strappo azzerando il gap sul 6-6 (errore in attacco per i turesi). Punto a punto ma Rinaldi e compagni continuano a difendere e a murare bene e si allungano sul 12-7. La Joivolley prosegue il suo cammino senza intoppi e chiude sul 25-16 (ennesimo errore gratuito al servizio per gli ospiti).

    N.V.G. Joivolley – Arré Formaggi Turi  3-1 (25-12, 25-27, 25-15, 25-16)N.V.G. Joivolley: Matheus n.e., Parisi 3, Giorgio 6, Rinaldi (L), Girolamo n.e., Incampo n.e., Mingolla n.e., Ruggiero 12, Ciavarella 21, Carelli 20, Galasso 13, Moschetti (L) n.e., Porro n.e.. Allenatore: L. Castellaneta. Note: battute sbagliate 16, ace 4, muri vincenti 9, ricezione 69% (39%perfette), attacco 47%.Arré Formaggi Turi: Cassano, Portoghese n.e., Basile (L) n.e., Lomurno 7, Taccone 5, Dammacco (L), Fortunato, Scio 14, Furio 6, Milillo, Petronella, Manginelli, Romano 1, Buracci 5. Allenatore: G. Spinelli. Note: battute sbagliate 12, ace 0, muri vincenti 3, ricezione 54% (28%perfette), attacco 29%.Arbitri: Alessandro Guagnano (Bari) e Salvatore Nibali (Bari).Durata set: 19’; 32’; 25’; 23’.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO