consigliato per te

  • in

    B maschile: il Volley Treviso si inchina davanti alla capolista

    Di Redazione

    Il Volley Treviso paga dazio in casa della capolista e perde in tre set la prima gara del girone di ritorno di Serie B maschile, giocata a Borgoricco. La BTM&Lamestris Massanzago non interrompe la sua corsa e resta in vetta alla classifica, regolando i conti con i giovani orogranata senza mai perdere il suo ritmo: i trevigiani provano a restare in partita, specialmente a fine secondo set e a inizio del terzo, quando sembrano riuscire a prendere le misure ai padroni di casa arginandone l’attacco con muro (10 punti nel match nel fondamentale contro i 7 dei padroni di casa) e difesa.

    Nel terzo set Treviso è in vantaggio per tutta la prima metà, poi i padovani riprendono a martellare al servizio e in contrattacco, e per gli orogranata il cambiopalla si fa difficile. Massanzago chiude la pratica, confermandosi in cima alla classifica; per Treviso la testa va subito al prossimo turno che la vedrà tornare in casa dopo quasi 2 mesi contro Portogruaro.

    La cronaca:Sin dai primi scambi Massanzago impone il proprio ritmo, intercettando spesso gli attacchi orogranata con una difesa reattiva e contrattaccando efficacemente. I trevigiani inseguono, Zanin sfrutta entrambi i time out a sua disposizione, ma i suoi si trovano a dover riempire un grosso gap sul 19-12; Barbon trova un ace (20-14), ma il suo turno in battuta finisce subito dopo e i padovani con cinismo chiudono il set sul 25-15.

    Il secondo set inizia punto a punto fino al 5 pari, il primo break è di Massanzago con tre muri consecutivi che bloccano gli orogranata (9-5). C’è qualche acuto con un ace di Barbon e un attacco di Hristov, ma per la maggior parte del set muro, difesa e il contrattacco ben orchestrato da Bosetti fanno la differenza. I padroni di casa prendono il largo (16-10), Treviso prova a combattere a muro e in difesa (20-16). Barbon mette a terra il punto del meno 3 e del meno 2 (21-19) e coach Falcini ferma il gioco. Due errori trevigiani consegnano il set point a Massanzago (24-20), che chiude al secondo tentativo con Barutta (25-21).

    Treviso passa in vantaggio per la prima volta nel match; Cortesia mette a terra il muro del 6-4 e Falcini chiama time-out. Gli orogranata approfittano di un calo di tensione dei padovani e si portano sul 9-6, ancora con Cortesia. I padroni di casa riagganciano (11-11) e superano i trevigiani (13-11), Casarin e compagni tornano a macinare punti in contrattacco. Anche la battuta fa il suo e infatti un ace firma il 20-14; i ragazzi di Zanin non riescono a sbloccare il cambiopalla e Massanzago continua fino al 25-19 finale.

    BTM&Lametris Massanzago-Volley Treviso 3-0 (25-15, 25-21, 25-19)MASSANZAGO: Calzavara 2, Cortese 10, Bosetti 3, Libralesso 1, Zanon 0, Barutta 14, Casarin 13, Discardi 0, Nodari (L), Gavin 0, Girotto ne, Zambelli 4, Binotto ne, Shady ne. All. Falcini.VOLLEY TREVISO: Agapitos 3, Hristov 2, Barbon 11, De Lorenzi 1, Pozzebon 0, Sicco 3, Zorzi (L), Mazzocca ne, Filippelli 7, Cortesia 3, Murabito 3, Lazzaron 0, Menegazzo ne, Mondin (L). All. Zanin.Arbitri: Paolo Zamparini e Barbara Roberto di VicenzaNote: Durata set: 23, 31, 26, totale 1 ora e 20 minuti. Massanzago: b.s. 16, ace 7, m. 7, err. 22. Volley Treviso: battute sbagliate 14, ace 4, muri 10, errori 28.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Nova Volley Loreto in emergenza, Montorio chiude sul 3-1

    Di Redazione

    Una Nova Volley Loreto in assoluta emergenza esce sconfitta dalla trasferta di Montorio al Vomano nella prima giornata di ritorno. Dopo Ausili, in settimana coach Giombini perde per infortunio anche Francesco Campana ed è costretto a schierare da titolare Leonardo Forconi, palleggiatore dell’Under 17. La squadra ha fatto di necessità virtù, abbassando ulteriormente l’età media del sestetto con il giovane regista classe 2007, che si è meritato a fine gara i complimenti del suo tecnico, e schierando il secondo libero Emanuele Papa come eventuale cambio in regia.

    Assente anche Carotti, titolare a Modugno, Giombini ha ritrovato Genovesi da titolare con la convocazione del giovane Giannini, e ha dato battaglia per tre set, vincendo il secondo e cedendo solo nel quarto. Non sono bastati i 28 punti di capitan Torregiani contro un avversario molto esperto, capace di realizzare ben 17 muri, di cui 12 firmati dalla coppia di centrali Tidoni e Caridi, e ora fuori dalla lotta salvezza. In ottica permanenza nella categoria per Loreto diventa fondamentale lo scontro diretto di domenica prossima al Palaserenelli contro Castellana Grotte, battuta al tie break, all’andata in Puglia, in attesa che dall’infermeria arrivino buone notizie.

    Montorio al Vomano-Nova Volley Loreto 3-1 (25-22, 18-25, 25-21, 25-16)MONTORIO AL V.: Pasquantonio, Ranalli (L2), Careca 6, Porcinari 15, Taraschi, Marcotullio 3, Caridi 13, Provvisiero (L), Tidona 14, Anselmi 2, Di Terlizzi 14. Al. Colella.NOVA VOLLEY LORETO: Giannini, Sannino, Torregiani 28, Alessandrini 14, Angeli 5, Cozzolino 1, Mangiaterra 2, Genovesi 5, Dignani (L), Forconi, Papa. All. Giombini.ARBITRI: Rizzo e Azzolina

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: PromoPharma San Marino senza scampo a Viadana

    Di Redazione

    Dopo due settimane di sosta la PromoPharma San Marino inizia il girone di ritorno rendendo visita al Viadana Volley, ma non ripete la bella partita dell’andata e incassa un secco 3-0.

    “Abbiamo incontrato una squadra completamente diversa da quella dell’andata – racconta nel post partita Stefano Mascetti, coach dei titani. – in più, abbiamo dovuto rinunciare al centrale Bernardi, ammalatosi improvvisamente. Loro, rispetto all’andata, hanno schierato Colella, un giocatore molto forte per la categoria. Noi ci aspettavamo una partita di un certo tipo, in realtà è andato tutto molto diversamente. Non abbiamo giocato la nostra migliore partita ma i nostri avversari sono stati molto più bravi di noi. Il campionato è ancora lungo e vedremo di riprenderci nelle prossime partite. Il girone è molto difficile e la partita con la Spezzanese di sabato prossimo sarà importantissima“.

    Viadana Volley-PromoPharma San Marino 3-0 (25-18, 25-15, 25-19)Viadana Volley: Bellei 5, Colella 13, Trovò 10, Bartoli 14, Maggi 6, Silva 9, Carnevali (L1), Giovenzana, Melli. N.E. Baracchi, Pirozzi, Chiesa, Bertoli, Daolio (L2). All. Alberto Panciroli.PromoPharma San Marino: Rondelli, Caselli 4, Kiva 6, Paganelli 6, Carigi 2, Benvenuti 11, Morelli (L), Lazzarini. N.E. Bacciocchi, Ricci, Cicconi. All. Stefano Mascetti.Arbitri: Alessandro Scarpinello e Riccardo Callegari. Note: Durata set: 22m, 20m, 24m. Viadana: Ace 7. Battute errore 14. Muri punto 11. San Marino: Ace 2. Battute errore 9. Muri punto 2.

    In Serie D femminile, la Titan Services ha iniziato il suo girone di ritorno ospitando lo Junior Coriano. È arrivata una sconfitta, come all’andata, tuttavia con un sapore diverso rispetto al netto 0-3 subito a ottobre. “Abbiamo perso per la maggiore esperienza delle nostre avversarie e per qualche nostro errore nei momenti decisivi. Ma si sono viste anche cose positive da parte delle mie giocatrici. Speriamo sia un punto di partenza” spiega nel dopopartita Wilson Renzi, coach delle sammarinesi. 

    “Nel primo set – racconta Renzi – abbiamo avuto noi l’occasione di chiudere sul 24-23 ma non ci siamo riuscite. Nel secondo parziale siamo partite male, con errori banali e non ce l’abbiamo più fatta a recuperare. Nel terzo abbiamo cominciato a cercare le avversarie in ricezione, abbiamo avuto più tempo per organizzare il nostro muro-difesa e siamo riuscite a portare a casa il set. Nel quarto ce la siamo giocata sempre punto a punto ma, dopo un’interruzione, siamo andati sotto anche a causa di due errori evidenti dell’arbitro sul 22-23. Peccato, però le ragazze hanno giocato con un piglio diverso e hanno messo in campo qualcosa di positivo“.

    Titan Services-Junior Coriano 1-3 (24-26, 19-25, 25-22, 22-25) Titan Services: Tura 29, Ghinelli 14, Menicucci 5, Esposito 6, Bernardi 4, Rossi, Pasolini (L), Casadei, Lazzari 3, Ricciotti 13. N.E.: Valentini, Filippi, Bizzocchi. All. Wilson Renzi.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: LA NEF Osimo sconfitta al tie break a Macerata

    Di Redazione

    LA NEF Osimo cede al tie break in casa della Paoloni Macerata al termine di un match tirato e combattuto. I “senza testa” aprono il girone di ritorno con una sconfitta e non riescono ad invertire l’ultimo trend negativo. Per i biancoblu una partita sulle montagne russe, con i ragazzi di coach Roberto Pascucci che hanno pagato a caro prezzo alcune battute a vuoto nel corso del match contro una Macerata volitiva. Tuttavia Osimo deve subito guardare alla prossima sfida, per tornare a fare punti e mettersi alle spalle questo stop.

    La cronaca:Avvio positivo per i “senza testa” che partono subito con la giusta intensità, portandosi a casa con merito la prima frazione per 18-25. Nel secondo e terzo set, i biancoblu perdono lucidità subendo così la rimonta dei padroni di casa (22-25, 17-25). LA NEF Osimo rialza la testa e nel quarto set riesce con merito a chiudere la frazione a proprio vantaggio, 25-18, approfittando anche di un calo degli avversari. Al tie break, dopo un buon avvio sull’1-3, una chiamata arbitrale discussa e alcuni errori di nervosismo dei “senza testa” hanno permesso ai locali di passare sul 6-3 e di portarsi a casa il successo finale.

    “Partita altalenante – commenta coach Pascucci – dopo un ottimo avvio ci siamo smarriti nel secondo e terzo set dove Macerata ci ha messo sotto pressione al servizio costringendoci a qualche errore di troppo. Siamo stati bravi a riprenderci poi nel quarto set, ma nel momento decisivo del tie break abbiamo pagato a caro prezzo un paio di ingenuità. Bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare duro in palestra per riacquisire le sicurezze che abbiamo smarrito nell’ultimo periodo“.

    Paoloni Macerata-LA NEF Osimo 3-2 (18-25, 25-22, 25-17, 18-25, 15-11)LA NEF Osimo: Vignaroli, Cremascoli 3, Di Bonaventura, Terranova 12, Chiarini M. 10, Sparaci, Chiarini G. 1, Angeloni, Bizzarri 7, Di Martino, Stella 15, Silvestroni 14, Paci. All. Pascucci.Arbitri: Righi e Piccininni.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 maschile: niente da fare per Acqui Terme contro Biella

    Di Redazione

    Arredo Frigo Valnegri Acqui Terme piegata tra le mura amiche di Mombarone dalla Prochimica Virtus Biella, quarta forza del campionato, che ha dimostrato la sua superiorità sulle avversarie. Dopo un primo set combattuto, nel secondo capitan Mirabelli e compagne hanno provato a inseguire, mentre nel terzo non c’è stata storia.

    La cronaca:La gara parte con una fase di equilibrio, poi, approfittando di un errore in battuta avversario, Mirabelli in muro e Bondarenko portano tre passi avanti la formazione termale che, ancora con Bondarenko, poi con Zonta e con altri due colpi sbagliati dalle biellesi, allungano sino all’11-5. Le ospiti, però, si rimettono in carreggiata e ai 13 ritrovano la parità. Scardigli e Mirabelli evitano il sorpasso, ma le biellesi riagguantano ancora una volta il risultato, trovando il momentaneo vantaggio dopo il 16-16.

    Dopo un botta e risposta la Prochimica Virtus sale nuovamente, stavolta di due punti ma uno sbaglio e due colpi di Bergese rimettono nuovamente le padrone di casa avanti. Il prosieguo è un punto a punto continuo, inizialmente con le termali in vantaggio, poi, dopo il 23-23, il comando passa alle biellesi che al primo scambio dei vantaggi trovano il set point (24-26).

    Il secondo parziale vede subito le ospiti prendere in mano le redini del gioco, mantenendosi tre passi avanti. Sul 10-13 Mirabelli con un attacco ed un muro accorcia momentaneamente, riaccendendo le speranze. Nonostante l’inseguimento il risultato non muta, le biellesi si riportano a distanza di sicurezza risultando brave a non lasciarsi sormontare sino al termine del parziale. Nella terza frazione le acquesi non rientrano più in campo, la situazione è critica sin da subito e la Prochimica Virtus Biella porta avanti la sua cavalcata senza problemi chiudendo con ben nove punti di vantaggio.

    Con le sconfitte di Caselle a Lucca, due punti sotto, e di Genova, al terz’ultimo posto a pari punti, contro Volpiano, la lotta alla salvezza risulta ancora aperta. “Ci abbiamo provato ma loro sono più forti. Le prossime due gare risulteranno fondamentali” commenta a fine gara patron Claudio Valnegri.

    Arredo Frigo Valnegri Acqui Terme-Prochimica Virtus Biella 0-3 (24-26, 22-25, 16-25)Arredo Frigo Valnegri Acqui Terme: Bondarenko 6, Bergese 7, Zonta 9, Scardigli 3, Mirabelli 8, Cattozzo, Raimondo (L), Lombardi 1, Ruggiero. N.e: Grotteria, Fabbrini, Zenullari (L), Fiscaletti. All. Marenco.Prochimica Virtus Biella: Mariottini, El Hajjam 9, Fallarini, Frascarolo 8, Gallina 19, Biondi 8, Sormani (L), Rollini, Human, Civallero, Vercellino, Fornasier 8. N.e: Colombini. All. Marangio.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: l’Ecosantagata rispetta i pronostici e piega Modena in tre set

    Di Redazione

    Tutto secondo pronostici al Palasmargiassi, dove l’Ecosantagata Civita Castellana – capolista del girone F di Serie B maschile – batte per 3-0 Modena Volley nella prima giornata di ritorno.

    La cronaca:Stefano Beltrame manda in campo capitan Buzzelli opposto, Cordano alzatore, Genna e Della Rosa schiacciatori, Consalvo e Antonini centrali con Andreini libero. Unica novità rispetto al sestetto base, quindi, è l’impiego di Antonini al posto di Simoni, ma nel corso della partita trovano spazio anche altri giocatori della panchina, come Gemma, Petri, Moroni e Bazzaro.

    Modena parte senza timori reverenziali, ma l’Ecosantagata ha la concentrazione giusta e, pur non offrendo il top della sua pallavolo, dopo una prima fase di scambi equilibrati riesce a passare in vantaggio. Gli ospiti cercano di vendere cara la pelle e in effetti Civita Castellana non scappa via fino alla fine del set, che si chiude 25-22 per i rossoblù.

    Prima del cambio di campo c’è spazio anche per l’ingresso in campo di Vivi Civita, che presenta la sua squadra di pallavolo pronta a partecipare al campionato delle Special Olympics allenata da Pierlorenzo Buzzelli e Andrea Andreini. Si ricomincia e l’Ecosantagata alza il ritmo, ma il Modena fa vedere le sue ottime qualità tecniche e fisiche che mister Beltrame aveva dichiarato di temere e recupera. Allo stesso tempo, però, i ragazzi emiliani peccano d’inesperienza, che nei momenti chiave della gara spesso li tradisce. A metà set l’Ecosantagata scappa via, andando a vincere 25-14.

    Terzo game senza grosse sorprese: l’Ecosantagata mantiene il vantaggio anche con l’ingresso in campo delle seconde linee, che fanno la loro parte e confermano ancora una volta la grande ricchezza del roster civitonico. 25-19 per i rossoblù, che con questo 3-0 festeggiano la tredicesima vittoria in campionato su 14 partite e mantengono il comando della classifica.

    Ecosantagata Civita Castellana-Modena Volley 3-0 (25-22, 25-14, 25-20)

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Il Volley Parella Torino non abbassa la guardia e vince contro Albisola

    Di Redazione

    Il Volley Parella Torino ricomincia dopo la sosta di due settimane al termine del girone d’andata, esattamente come aveva finito prima della pausa, ovvero con un’altra vittoria casalinga per 3-0.

    Se a farne le spese nell’ultimo turno d’andata era stato il Sant’Anna San Mauro, questa volta è toccato al FAS Albisola Pallavolo tornare a casa senza nulla in tasca. I liguri, cenerentola del girone, hanno provato a restare in partita, ma di fatto sono stati i parellini a dominare in lungo e in largo per tutto l’arco della gara, più di quanto il punteggio finale possa lasciar immaginare.Coach Mollo dà ancora fiducia a Tadiello come libero al posto di Fabbri e lancia Sbarbori al centro con Cian. Per il resto solita formazione con capitan Carlevaris regista e Riccioni opposto, mentre Dambrosio e Bristot sono le due ali. Albisola deve rinunciare a Campi e schiera al suo posto Denegri come schiacciatore-ricevitore in coppia con Arzarello. Arboscello viene preferito a Turco in palleggio, mentre Louza è intoccabile come opposto. Al centro è Caviglia ad affiancare Vasyliev con Bisio confermato nel ruolo di libero.Già dalle prime battute si capisce che il Parella ne ha di più (4-0) e così i biancorossoblu si involano (14-7). Albisola non regge il passo e lascia andar via il primo set in poco più di 20 minuti: 25-16.

    Nel secondo, dopo un avvio punto a punto, si ripete ciò che già era successo nel set precedente. Ultima parità a 8, poi il Parella riparte a razzo (14-9). Nonostante questa volta coach Agosto provi a cambiare qualcosa cercando soluzioni dalla panchina (Turco e Valdora per Arboscello e Caviglia), i liguri non riescono a colmare il gap e si arrendono ancora 25-20.

    Non cambiano le cose nel terzo, e il Parella scappa fin da subito con Becchio a servizio (5-0). I torinesi allungano progressivamente fino al 20-12 e solo nel finale Albisola prova ad accorciare ma è tardi e Brugiafreddo chiude la sfida 25-21.“Sono contento per la vittoria – commenta coach Mollo –. Non era scontato perché sapevamo che questa gara poteva nascondere delle insidie ma i ragazzi sono stati bravi e l’hanno affrontata nella maniera giusta. Abbiamo forse fatto qualche errore di troppo ma nel complesso siamo stati bravi. Abbiamo dato spazio a chi aveva giocato meno finora e permesso a chi recuperava dagli infortuni di assaggiare nuovamente il campo, quindi non posso che essere soddisfatto“.Volley Parella Torino–FAS Albisola Pallavolo 3-0 (25-16, 25-20, 25-21)Volley Parella Torino: Carlevaris, Riccioni 9, Bristot 11, Dambrosio 15, Sbarbori 4, Cian 5, Tadiello (L), Becchio 2, Prato 2, Brugiafreddo 5. N.E. Piasso, De Lucia, Fabbri (L). All. MolloFAS Albisola Pallavolo: Arboscello 1, Louza 14, Arzarello 4, Denegri 2, Vasylyev 2, Caviglia 3, Bisio (L), Turco 4, Cuzari 2, Giacchino, Valdora. N.E. Campi, Sciutto (L). All. AgostoNote: Aces 5-6, Battute sbagliate 14-9, Ricezione 48% (22%)-57% (25%), Attacco 48%-26%, Muri 8-5, Errori 25-22

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Il Valtrompia lotta, ma cede alla Rossella Ets Caronno al tie-break

    Di Redazione

    I Lupi del Valtrompia Volley guadagnano un punto preziosissimo sul campo del Rossella Ets Caronno che vince 3-2, trovando, dopo un brutto primo set, subito un’ottima reazione che permette al team di coach Peli di condurre e sorpassare nel secondo e terzo parziale con ottimi muri e soluzioni di Burbello e Cerfogli. Caronno però non demorde e ritorna prepotentemente complice un momento di difficoltà in cui Valtrompia si blocca ed è costretta al cambio dell’opposto con Marchetti che subentra a Burbello, trascinando con un grande distacco il match al tie-break. Nel decisivo set, però, è di nuovo Caronno che conduce con Marchetti che ritorna in campo insieme anche a Dotti, con una diagonale che regala sfrontatezza e soluzioni concrete, recuperando anche diversi punti. Sul finale però ha la meglio Caronno che chiude 15-13.

    La cronacaCaronno schiera Masciadri e Crusca in posto 4, Reseghetti e Venturini in diagonale, al centro Piccinini e Milani, libero Cerbo; mentre Valtrompia comincia con in posto 4 Montanari-Sorlini, al centro Agnellini-Riccardi, in diagonale Spagnuolo-Burbello con libero Sommavilla.

    Il primo set è equilibrato con Venturini che firma il primo break 11-9. Ma i Lupi spingono al servizio con Montanari e sorpassano di nuovo 11-12. Il vantaggio prosegue fino a quando Burbello attacca out e Caronno sorpassa nuovamente 16-14. Il muro di Caronno di Milani insieme a Venturini permette ai padroni di casa di allungare 20-14 trascinata da Crusca e Venturini Caronno si aggiudica il primo set 25-17 con un primo tempo di Piccinini.

    Nel secondo set entra Cerfogli su Montanari, Valtrompia si porta avanti nelle fasi iniziali ma poi subisce di nuovo il ritorno dei padroni di casa che sorpassano 11-10. Venturini attacca out e Valtrompia sorpassa ancora 14-15. Cerfogli firma il break del 15-17. Riccardi però spara fuori e Caronno riaggancia 19-19, qualche disattenzione per Caronno e Valtrompia va 19-21. Burbello non centra il campo, poi i Lupi riescono a murare Venturini e si portano 20-23 costringendo Caronno al time-out. Al rientro Crusca riesce a guadagnare ancora due punti, ma Burbello chiude 22-25 con una bella diagonale.

    È di nuovo il muro di Milani a firmare il primo break nel terzo set in favore dei padroni di casa 11-9. I bresciani però non demordono e si portano avanti di nuovo con Burbello e due ottimi muri di Agnellini 13-16. Viene murato anche Piccinini per il 15-18 degli ospiti. Burbello trascina e gli attaccanti di casa vengono ancora fermati per il 17-21. Valtrompia allunga ancora e chiude il set 20-25 con un bell’attacco di Sorlini.

    Caronno non molla e si porta avanti nel quarto periodo 11-7 complici alcuni errori sul campo valtrumplino e Burbello, che viene murato per il 14-7, viene sostituito da Marchetti. Caronno allunga ancora 18-9 e coach Peli corre ai ripari cambiando anche Cerfogli con Montanari, ma il gap è ampio. Il set si chiude 25-15 con un buon primo tempo di Piccinelli.

    Nel tie-break ancora problemi in posizione di P1, con Burbello che viene sostituito sul 5-1, poi Montanari riesce a sbloccare la situazione: 5-2. Crusca viene murato per il 7-5. Al cambio campo è 8-5 per i padroni di casa. Venturini allunga 11-8, poi Crusca firma il 12-9 e Marchetti accorcia sul 13-11. Marchetti tiene ancora attaccati al match i Lupi sul 14-13, poi chiude Venturini 15-13.

    Marchetti (Valtrompia Volley): “La partita è stata un’altalena di emozioni. Perso il primo set, con una grande prova di squadra, siamo riusciti a ribaltare momentaneamente la gara. Il quarto parziale l’ha vinto Caronno meritatamente e nel quinto per poco non sfioravamo la rimonta. Purtroppo ne usciamo sconfitti, ma abbiamo la testa già alla prossima gara”

    Rossella Ets Caronno–Valtrompia Volley 3-2 (25-17, 22-25, 25-15, 15-13)Rossella Ets Caronno: Venturini 22, Pozzi 1, Crusca 18, Reseghetti 5, Piccinini 7, Masciadri 5, Milani 6, Gasparotto, Calò. N.E. Facoltà, Conci, Cartabia, Della Canonica, Cerbo (L). All. GervasoniValtrompia Volley: Cerfogli 6, Agnellini 6, Montanari 10, Burbello 16, Spagnuolo 3, Marchetti 6, Sorlini 17, Riccardi 9 Gamba, Dotti. N.E. Spagnuolo Manzati. All. PeliArbitri: Foppoli, Caporotundo

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO