consigliato per te

  • in

    C’è solo Lube al Pala Barton. I Cucinieri asfaltano Perugia in tre set

    Di Redazione [CONTENUTO IN AGGIORNAMENTO] La Cucine Lube Civitanova chiude Gara 3 della Finale Scudetto in soli 88 minuti. Non c’è storia al Pala Barton, una Sir Safety Conad Perugia poco presente in campo, tanti errori e poca lucidità. Dall’altra parte della rete, i ragazzi di coach Blengini non hanno perso tempo a riscattarsi dopo la sconfitta di Gara 2. Serie, quindi, sul 2-1 in attesa di Gara 4. Sir Safety Conad Perugia-Cucine Lube Civitanova 0-3 (20-25, 18-25, 14-25) Sir Safety Conad Perugia: Travica 0, Leon Venero 12, Russo 3, Atanasijevic 12, Plotnytskyi 8, Solé 4, Biglino (L), Colaci (L), Ter Horst 0, Ricci 0, Vernon-Evans 0. N.E. Zimmermann, Muzaj, Piccinelli. All. Fontana. Cucine Lube Civitanova: De Cecco 1, Juantorena 10, Simon 9, Rychlicki 8, Leal 15, Anzani 6, Larizza (L), Balaso (L), Hadrava 0, Kovar 0. N.E. Yant Herrera, Diamantini, Falaschi, Marchisio. All. Blengini. ARBITRI: Rapisarda, Lot. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Piacenza sfida Modena. Clevenot: “Abbiamo ben chiaro il nostro obiettivo”

    Di Redazione Appuntamento decisivo al PalaBanca per Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza che domani, giovedì 22 aprile, alle ore 18 scenderà in campo contro Leo Shoes Modena nella semifinale valida per i Play Off 5° Posto SuperLega Credem Banca (Diretta Eleven Sports). Sarà una gara secca, chi vince accede alla finalissima in programma domenica 25 aprile: in palio il quinto posto finale nella classifica generale e la possibilità di giocare nella prossima edizione di Challenge Cup. Per Clevenot e compagni l’obiettivo è superare lo scoglio della semifinale e giocarsi proprio tra le mura amiche del PalaBanca di Piacenza la possibilità di conquistare l’Europa nella stagione 2021/2022. Un traguardo ambizioso per la Società, che a luglio compirà tre anni e per i biancorossi guidati da coach Lorenzo Bernardi. Servirà una prestazione di alto livello contro Modena, un’avversaria che in campionato ha concesso poco ai piacentini ma che nelle fasi del girone non ha avuto scampo nel match disputato proprio al PalaBanca, Ad analizzare il momento che i biancorossi si apprestano a vivere è il capitano Trevor Clevenot: “Il nostro percorso in questo finale di stagione lo ritengo buono, l’importante per noi era chiudere al primo posto il girone con la possibilità di giocare in casa la semifinale e così abbiamo fatto. Giovedì affronteremo di nuovo Modena, ci aspetta una partita difficile e complicata: sono una squadra forte, hanno trovato un buon ritmo in queste ultime gare. Hanno giovani bravi e forti e per questo dovremo prestare attenzione. Abbiamo ben chiaro il nostro obiettivo e questa semifinale è veramente importante per noi, dovremo scendere in campo con il giusto atteggiamento”. Al PalaBanca di Piacenza arriverà una Leo Shoes Modena che ha centrato proprio all’ultima giornata la qualificazione, grazie al successo conquistato contro Padova. I gialli, dopo un inizio lento nel torneo, sono cresciuti e hanno concluso il girone con 4 vittorie e 3 sconfitte. Coach Andrea Giani ha alternato nel corso di questi Play Off tutti gli elementi a disposizione, dando spazio ai tanti giovani presenti in rosa: Porro, Sanguinetti, Bossi e Rinaldi, quest’ultimo schierato sempre titolare. STATISTICHE Precedenti: 5 (1 successo Piacenza, 4 successi Modena)    Precedenti in stagione: 3 gare – 1 nel Girone dei Play Off 5° Posto (1 successo  Piacenza), 2 in Regular Season (2 successi Modena)      Precedenti nei Play off 5° posto: 1 gara nel Girone 2020/21 (1 successo Piacenza)Ex: Michele Baranowicz a Modena nel 2012/13, Dragan Stankovic a Piacenza nel 2019/20       A caccia di record:  Nei Play Off 5° Posto: Davide Candellaro – 15 punti ai 100 (Gas Sales Bluenergy Piacenza), Tommaso Rinaldi – 8 punti ai 100 (Leo Shoes Modena)    In carriera: Trevor Clevenot – 9 punti ai 1900 (Gas Sales Bluenergy Piacenza), Daniele Lavia – 3 punti ai 1200, Micah Christenson – 1 ace ai 200, Daniele Lavia – 3 punti ai 1200, Nemanja Petric – 19 attacchi vincenti ai 2500, Dragan Stankovic – 11 punti ai 2500, – 5 ace ai 200, Luca Vettori – 21 punti ai 4500 (Leo Shoes Modena) (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Milano si prepara alla semifinale con Verona. Maar: “Dovremo essere pazienti”

    Di Redazione Milano contro Verona di nuovo contro. È l’ottavo atto della sfida infinita tra milanesi e veneti in questa lunga stagione. si gioca domani sera (h 19) al Centro FIPAV Pavesi per la semifinale in gara unica dei Playoff 5° posto: in palio l’accesso alla finale contro la vincente tra Piacenza e Modena. Due squadre che si conoscono benissimo (e non potrebbe essere altrimenti) e che si sono ritagliate uno spazio da protagonista in questa ultimissima fase della stagione. Due formazioni che si sono affrontate ripetutamente nel corso dell’anno e che solo 7 giorni fa si sono sfidate proprio sul campo del Centro Pavesi nella sesta giornata della pool. L’epilogo lo ricorda bene l’Allianz Powervolley: un secco 3-0 subito in una serata completamente storta per Sbertoli e compagni. Una sconfitta che però i ragazzi di coach Piazza non hanno dimenticato e che è servita come ulteriore step di crescita, come dimostrata la prova di maturità nel settimo turno contro Vibo in trasferta chiuso con una vittoria. Ora sarà ancora milanesi contro scaligeri ma in questo caso in palio c’è l’accesso alla finalissima per conquistare un posto nella CEV Challenge Cup del prossimo anno, quella stessa coppa conquistata da Milano un mese fa ad Ankara.Sarà una semifinale in gara unica: non ci sono appelli, non ci sono seconde opportunità ma una sola occasione da non fallire. Così scenderà il gruppo capitanato da Matteo Piano per proseguire il proprio cammino in questo torneo e giocarsi poi il tutto per tutto nella finale in programma domenica 25 aprile. Lo farà con voglia di rivalsa per riscattare l’onta della sconfitta di 7 giorni fa, lo farà con energia ed entusiasmo in continuità con quanto fatto in ogni gara durante l’anno. A caricare l’ambiente e farsi portavoce dello spirito di gruppo è il canadese Stephen Maar che, alla vigilia della gara, si esprime così: «Abbiamo imparato la lezione da Verona ed abbiamo capito che non dobbiamo sottovalutare nessun avversario indipendentemente da chi scende in campo e che non possiamo essere squadra senza energia ed entusiasmo. Siamo stati in grado di risolvere questa problematica e lo abbiamo dimostrato giocando subito dopo una grande partita contro Vibo. Porteremo questo aspetto e questa motivazione nella prossima partita. Verona è una squadra che ha un ottimo servizio e fa un ottimo lavoro a muro, quindi noi dovremo essere pazienti e ottimizzare le nostre opportunità quando arrivano per giocarci al meglio la semifinale e puntare dritto verso l’obiettivo finale». STATISTICHEIl match Allianz Powervolley Milano – NBV Verona sarà il confronto numero 20 tra le due società: 12 successi per Verona, 7 per Milano. EXStephen Timothy Maar a Verona nel 2017/18, Nicola Pesaresi a Verona dal 2012/13 al 2015/2016 e nel 2017/18.  DIRETTA TVIl match delle 19.00 Allianz Powervolley Milano – NBV Verona sarà visibile in diretta streaming sulla piattaforma di Eleven Sports. PROBABILI FORMAZIONIAllianz Powervolley Milano: Sbertoli – Patry, Kozamernik – Piano, Urnaut – Ishikawa, Pesaresi (L). All. Piazza. NBV Verona: Spirito – Jensen, Zingel – Aguenier, Kaziyski – Magalini, Bonami (L). All. Stoytchev. Arbitri: Luciani – Frappicini. Terzo Arbitro: Rusconi. Impianto: Centro FIPAV Pavesi di Milano  (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Verona, il pass per la Finale passa da Milano. Simoni: “Siamo pronti e carichi”

    Di Redazione E’ tempo di semifinale. Verona, grazie alla vittoria tra le mura dell’AGSM Forum con Cisterna, si è conquistata di diritto la semifinale dei Playoff Challenge, match che si giocherà domani, alle ore 19:00, al Centro Pavesi di Milano. Sarà una gara secca, da dentro o fuori, contro l’Allianz Milano di coach Piazza: in palio un pass per la finalissima del 25 aprile. Ecco le parole di Dario Simoni alla vigilia della sfida: “Dopo una stagione non al massimo, volevamo fare bene in questi playoff e il raggiungimento delle semifinali sicuramente ci rende orgogliosi. Domani con Milano sarà una partita molto dura perché loro non vorranno di certo ripetere la prestazione dell’ultima sfida al Centro Pavesi, e noi ci presenteremo pronti e carichi, consci che sarà tutta un’altra storia. Dovremo impegnarci particolarmente in battuta perché se riusciremo a farli attaccare su palla alta e non spinta, potremmo avvantaggiarci. Dovremo scendere in campo con una sana sfrontatezza e la giusta determinazione: questo credo potrà fare la vera differenza”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Trento, a Verona in campo il 1°maggio per la settima volta in 21 stagioni

    Di Redazione Festa del Lavoro = grande volley = grandi emozioni. La tripla equazione è spesso stata rispettata nel corso dei precedenti venti anni di attività di Trentino Volley, in particolar modo negli ultimi undici. In ben sei occasioni è infatti accaduto che la formazione gialloblù abbia giocato una partita ufficiale nella data del primo maggio, come accadrà anche fra pochi giorni a Verona per la Finale di Champions League; il bilancio complessivo è di cinque vittorie ed una sola sconfitta. L’unico ko è relativo proprio alla prima occasione, giocata nell’allora PalaTrento nel 2006: l’Itas Diatec Trentino guidata ai tempi in panchina da Lattari stava assaporando la sua prima semifinale scudetto della storia e cedette solo al tie break gara 4 della serie contro la Sisley Treviso, chiudendo proprio quella sera una stagione eccezionale, in cui arrivò anche in semifinale di Coppa Italia, eliminando ai quarti la Lube poi Campione d’Italia. Successivamente sono arrivate solo vittorie e tutte particolarmente pesanti. Come nel 2008: successo casalingo per 3-0 in gara 1 di Finale Scudetto (la replica sei giorni dopo per la conquista del primo tricolore). Nel 2010 invece ci fu spazio per l’unica parentesi europea prima di quella di quest’anno; un momento di grande valore sportivo, visto che il 3-1 sugli sloveni del Bled conquistato all’Atlas Arena di Lodz (Polonia) coincise con la qualificazione alla seconda Finale di Champions League consecutiva (poi vinta), la prima con i gradi di Campioni uscenti. In seguito, il primo maggio tornò ad essere spazio esclusivo dei Play Off Scudetto, riservando affermazioni casalinghe tutte decisive per la conquista di tre scudetti. Nel 2011, anno dello storico triplete, il successo per 3-0 in gara 3 con Modena (semifinale che si concluse alla quinta sfida); nel 2013 la vittoria sempre in tre set in gara 3 di Finale con Piacenza, nel 2015, infine, il soffertissimo 3-2 su Perugia in gara 3 di spareggio di semifinale. L’allora ENERGY T.I. Diatec Trentino si impose 16-14 al quinto set e conquistò l’accesso alla Serie di Finale, che poi vinse per 3-1 su Modena. Il dettaglio completo delle sei partite già giocate da Trentino Volley nella data del primo maggio:2006 Itas Diatec Trentino-Sisley Treviso 2-3 (Semifinale Play Off Scudetto, gara 4)2008 Itas Diatec Trentino-Copra Nordmeccanica Piacenza 3-0 (Finale Play Off Scudetto, gara 1)2010 Trentino Betclic-ACH Volley Bled 3-1 (Semifinale Champions League a Lodz)2011 Itas Diatec Trentino-Casa Modena 3-0 (Semifinale Play Off Scudetto, gara 3)2013 Itas Diatec Trentino-Copra Elior Piacenza 3-0 (Finale Play Off Scudetto, gara 3)2015 Energy T.I. Diatec Trentino-Sir Safety Perugia 3-2 (Semifinale Play Off Scudetto, gara 3) (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Consar e Olimpia Teodora insieme? Il Sindaco De Pascale: “Serve un unico grande progetto”

    Di Redazione Ieri si era parlato della possibilità di un passo indietro della Consar Ravenna per quanto riguarda la prossima stagione con la società che sta cercando di capire se è in grado di sostenere i costi della Superlega. Oggi ad esprimersi sulla questione è il Sindaco di Ravenna Michele De Pescale nell’intervista rilasciata a Il Resto del Carlino Macerata, il quale propone un “fusione” tra la Porto Robur Costa e l’Olimpia Teodora Ravenna per dare vita ad un unico grande progetto per contenere così i costi e mantenere la pallavolo maschile e femminile di alto livello nel territorio. Sindaco De Pascale, qual è il termometro dello sport cittadino? «La situazione è molto complicata». Problema Covid? «La pandemia ha colpito tutti, ma soprattutto quelle società per le quali gli incassi erano rilevanti. Per lo sport ‘intermedio’, ovvero per chi non vive di diritti tv, è stato un bagno di sangue». Il Porto Robur Costa 2030 sta per fare un passo indietro? «Il volley maschile sta riflettendo se sarà in grado di sostenere la Superlega». Il Comune come si sta muovendo? «Ho due auspici legati al volley. Prima di tutto, spero che le aziende ravennati facciano quanto è nelle proprie possibilità». E il secondo? «Tra volley maschile e volley femminile, serve un unico grande progetto. Se non lo facciamo adesso, quando?». Quali sarebbero i vantaggi? «Contenimento dei costi, attrattività per gli sponsor e rafforzamento del progetto sociale legato ai settori giovanili». Società unica, presidente unico, dg unico, ds unico… Chi dovrebbe fare un passo indietro? «Non è mai facile. Però i risparmi, pur senza annullare le identità, sarebbero notevoli. Penso alla logistica, ai servizi, ai trasporti, alle trasferte, alla gestione integrata di alcuni acquisti, alla comunicazione. Ci sono tanti ambiti dove si può fare ‘squadra’. La polisportiva, stile Barcellona, è forse troppo ambiziosa, ma a Ravenna non sarebbe impossibile, magari con un progetto circoscritto solo al volley». A che punto è lo stato dell’arte? «So che le due realtà si sono parlate. Come amministrazione comunale chiedo di buttare il cuore oltre l’ostacolo. Sono convinto che, davanti ad un progetto come questo, si troverebbero altre energie economiche». C’è un palasport che sta per essere costruito: rischia di restare senza squadre? «A prescindere da tutto, Ravenna non può avere un solo palasport. Lo abbiamo visto con le vaccinazioni e col Festival. E comunque il basket non mi sembra abbia la serie A2 a rischio». LEGGI TUTTO

  • in

    Piacenza, Baranowicz: “L’obiettivo è essere in campo anche domenica prossima”

    Di Redazione La Gas Sales Bluenergy Piacenza continua il lavoro in palestra in vista della fase finale dei Play Off 5° posto. La squadra di Lorenzo Bernardi tornerà in campo domani al PalaBanca contro la Leo Shoes Modena per la Semifinale in gara secca. Chi vince volerà in Finale e avrà la possibilità di staccare il pass per la Challenge Cup 2022. «Arrivati a questo punto – sottolinea il regista Michele Baranowicz nell’intervista rilasciata al quotidiano Libertà – un avversario vale l’altro. Modena ha fatto delle scelte decidendo di dare spazio ai giovani, a chi ha giocato meno durante la stagione ma ha comunque raggiunto le semifinali». Che gara ti aspetti in questa semifinale? «Dobbiamo cancellare dalla testa la vittoria che abbiamo ottenuto l’ultima volta che abbiamo affrontato Modena e dobbiamo essere convinti che sarà una gara tutta diversa. Sarà una gara difficile in cui si dovrà giocare bene e sbagliare poco se si vuole portare a casa la vittoria». Semifinale domani con Modena e poi… finale domenica. «L’obiettivo è essere in campo anche domenica prossima tra l’altro ancora qui a Piacenza. Ci teniamo per tanti motivi, vuoi perché a questo punto della stagione siamo qui e dobbiamo provare per essere protagonisti in Europa la prossima stagione. Molti di noi l’anno prossimo non saranno a Piacenza e magari potrebbe interessare poco il fatto di conquistare l’Europa, ma siamo professionisti e ci teniamo a raggiungere l’obiettivo che si è prefissata la società che in questi mesi non ci ha mai fatto mancare nulla. È doveroso da parte di tutti noi dare il massimo, centrare l’obiettivo e ripagare così la società di quanto ha fatto per noi. È stata una stagione difficile, dobbiamo e vogliamo chiuderla al meglio». Il prossimo anno tu sarai uno dei giocatori che non saranno più a Piacenza: dove giocherai? «Non ho ancora firmato nessun tipo di contratto, la mia testa per questa settimana sarà ancora qui a Piacenza negli allenamenti e in partita, poi vedremo l’anno prossimo dove sarà».  LEGGI TUTTO

  • in

    Sir Safety Conad Perugia, appuntamento cruciale al PalaBarton

    Di Redazione Con la serie di Finale Scudetto tra Sir Safety Conad Perugia e Cucine Lube Civitanova in perfetta parità (1-1 dopo i primi due match) va in onda domani sera al PalaBarton (fischio d’inizio alle ore 20:30 con diretta tv su RaiSport) una Gara 3 cruciale per i destini della lotta allo scudetto.Cruciale per le due formazioni che, nei primi due atti, hanno entrambe violato il palasport avversario, cruciale perché, se è vero che non si assegnerà domani il tricolore, la squadra che ne uscirà vincitrice si prenderà anche l’occasione di avere due “match ball”. In casa Perugia, smaltito velocemente l’entusiasmo per il blitz di domenica all’Eurosuole Forum, subito concentrazione e lavoro rivolti al match di domani. Carmine Fontana e lo staff bianconero hanno analizzato con grande attenzione Gara 2, gli aspetti positivi e le situazioni tecnico-tattiche da correggere. Sfide equilibrate come quelle di questa serie scudetto si giocano davvero sui minimi dettagli ed ogni piccolo accorgimento può risultare determinante per l’esito finale. Fontana dovrebbe confermare al via i sette di domenica con dunque la diagonale Travica-Atanasijevic, Solè e Russo al centro, Leon e Plotnytskyi in banda e Colaci libero. 51 i precedenti tra le due formazioni con 25 vittorie della Sir Safety Conad Perugia e 26 successi della Cucine Lube Civitanova. In questa stagione le due squadre si sono affrontate già 8 volte: nella finale della Supercoppa Italiana (vittoria di Perugia al tie break), due volte nella regular season di Superlega (vittoria al tie break di Civitanova a Perugia e vittoria al tie break di Perugia a Civitanova), due volte nella Pool B di Champions League (vittoria 3-1 di Civitanova nella bolla di Tours, vittoria 3-0 di Perugia nella bolla del PalaBarton), in finale di Coppa Italia (vittoria di Civitanova 3-1) ed in gara 1 (vittoria di Civitanova 1-3 a Perugia) e gara 2 (vittoria di Perugia al tie break a Civitanova) di finale scudetto. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO