consigliato per te

  • in

    La Futura Volley ingaggia Alessia Arciprete: “L’obiettivo è la massima serie”

    Di Redazione Il primo tassello della Futura Volley Giovani che verrà, sotto la guida del neo tecnico Daris Amadio, si colloca in banda dove arriva Alessia Arciprete, giocatrice classe 1997, ultimo anno giocato con la casacca dell’Acqua e Sapone Volley Roma nella massima serie. Il primo colpo del mercato bustocco, dopo un lungo corteggiamento iniziato già la scorsa stagione, è proprio la schiacciatrice nata a Civitavecchia il 6 Settembre, 182 cm di altezza, che a soli 24 anni, nel pieno della sua maturità agonistica, si presenta a Busto con un curriculum importante fatto di 7 stagioni tra serie A1 e A2, dove ha vestito nell’ordine le maglie di Pesaro, Club Italia e Baronissi, prima di fare ritorno proprio a Roma, dove nelle tre stagioni giocate, ha recitato un ruolo da protagonista anche nella magica promozione in A1 conquistata nella stagione 2020-2021. Queste le sue prime parole da neo giocatrice della Futura Volley : Cosa ti ha spinto ad abbracciare il progetto Futura Volley? “Ho scelto questa società senza esitare, avevo già iniziato a riflettere su questo trasferimento a partire dalla chiamata ricevuta a metà della scorsa stagione. Ho notato fin da subito grandissima serietà e determinazione in tutto l’ambiente per cui non appena si è ripresentata l’occasione non ho avuto alcun dubbio ad accettare. Il progetto mi piace molto ed è perfettamente in linea con le mie ambizioni, inoltre, ho avuto subito un impatto molto positivo con la società sia nei discorsi con Matteo che nell’incontro con il Presidente”. Quale pensi possa essere il tuo apporto principale per la squadra che si sta costruendo tassello dopo tassello? “Mi sento una giocatrice molto maturata sia a livello personale che tecnico. Credo che io possa essere in grado di portare in campo una buona dose di esperienza, maturata grazie alle stagioni giocate in serie A2. Cercherò, inoltre, di fare tutto il possibile per portare alla squadra tutti i piccoli segreti e dettagli che ho imparato e che spero possano fare la differenza in questo campionato”. Come ti descriveresti in poche parole dentro e fuori dal campo ? “Sono una ragazza molto tranquilla e solare, nonostante in apparenza solitamente possa sembrare tutto l’opposto, ma in realtà amo scherzare e divertirmi. Come atleta sono senza dubbio molto grintosa e cerco sempre di portare equilibrio e armonia nell’ambiente in tutte la situazione. Per gli aspetti più tecnici lascio il verdetto al campo”. Se dovessi trovare fin da ora un obiettivo per il prossimo anno? “Voglio essere subito diretta e fare il massimo per portare questa squadra e questa società nella massima serie. Non posso nascondermi perché io voglio questo e la società persegue il medesimo obiettivo dunque dovremo lavorare al meglio e dare sempre il massimo insieme per raggiungere il nostro obiettivo comune”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Si dividono le strade di Pinerolo e della palleggiatrice Febe Faure Rolland

    Di Redazione La giovane palleggiatrice Febe Faure Rolland non farà parte della rosa dell’Unionvolley Pinerolo nella prima, storica stagione in Serie A1. Lo ha annunciato la società piemontese, con un comunicato in cui ringrazia la giocatrice classe 2003 “con grande stima e affetto, per il prezioso contributo dato per la promozione in Serie A1 e per le bellissime emozioni vissute insieme in questo anno indimenticabile“. “La società Pallavolo Pinerolo – prosegue la nota – dove Febe è cresciuta facendo tutta la trafila nelle squadre giovanili, dal minivolley alla Serie A, si complimenta con la ragazza per i risultati raggiunti con grande impegno e umiltà e augura un grande in bocca al lupo per le ambiziose nuove sfide che l’attendono e per un futuro professionale ricco di tante soddisfazioni“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Altro rinforzo di esperienza per Pinerolo: in arrivo Jessica Rivero?

    Di Alessandro Garotta Manca ancora l’annuncio ufficiale, ma la trattativa può considerarsi conclusa: sarà con ogni probabilità la cubana, di nazionalità spagnola, Jessica Rivero Marin la nuova schiacciatrice dell’Unionvolley Pinerolo. Toccherà alla giocatrice di Camaguey, estremamente completa e dotata di un buon bagaglio tecnico di colpi in prima linea, completare la diagonale di posto 4 con Federica Carletti, confermata proprio nei giorni scorsi, e la novità Adelina Ungureanu. Per la 27enne si tratterebbe della quinta casacca nel nostro campionato dopo le esperienze a Modena, Mondovì, Brescia e nell’ultima stagione alla Delta Despar Trentino. Un’ulteriore conferma della politica scelta dalla neopromossa squadra piemontese, quella di puntare su giocatrici con importanti trascorsi in A1 alle spalle, come le già ufficializzate Moro (compagna di squadra proprio di Rivero a Trento), Trnkova e la stessa Ungureanu. LEGGI TUTTO

  • in

    Agnese Cecconello da Roma a Cuneo per crescere ancora: “L’opportunità perfetta”

    Di Redazione

    Il terzo volto nuovo della Bosca S.Bernardo 22/23 è quello di Agnese Cecconello, centrale triestina classe 1999, 190 centimetri di altezza. Cecconello approda a Cuneo con l’obiettivo di proseguire il percorso di crescita che nella sua prima stagione da titolare nel massimo campionato con la maglia dell’Acqua & Sapone Roma Volley Club ha vissuto una notevole accelerazione.

    Cresciuta nella società romana del Volleyrò Casal de’ Pazzi e nel giro delle Nazionali giovanili, Cecconello assaggia per la prima volta la Serie A1 e la CEV Champions League nella stagione 2020/2021 a Scandicci dopo le esperienze in A2 con Olbia, Baronissi e Roma. L’estate scorsa il ritorno nella capitale, questa volta nel massimo campionato. In una stagione difficile per le capitoline, culminata con la retrocessione, dimostra di poter recitare un ruolo da protagonista nel massimo palcoscenico, chiudendo con 176 punti e 41 muri. Per Cecconello la chiamata di Cuneo, dove con la coetanea Anna Stevenson sarà chiamata a raccogliere l’eredità di Federica Squarcini e Federica Stufi, è l’occasione ideale per fare un altro passo in avanti e diventare una giocatrice sempre più completa.

    Agnese Cecconello: “Nonostante la retrocessione, la passata stagione per me è stata la realizzazione di un sogno. Ho un ricordo bellissimo della prima di campionato, quando a sorpresa vincemmo in un palazzetto difficile come quello di Cuneo, che ora potrò chiamare casa. Cuneo l’anno scorso ha fatto un percorso fantastico e quando mi è arrivata la proposta della società non ho avuto esitazioni. Per me è una grande opportunità far parte di una realtà ambiziosa e in crescita: l’obiettivo è innanzitutto ripetere il risultato della passata stagione, e se possibile alzare ancora l’asticella. Spero di trovare un buon feeling con Noemi Signorile come le centrali che mi hanno preceduta: sostituirle non sarà semplice, ma darò il massimo per riuscirci. Il mio punto di forza è l’attacco, un fondamentale che mi viene naturale. A muro l’anno scorso mi sono tolta tante soddisfazioni, ma so che posso e devo lavorarci su. Vorrei migliorare in tutte le fasi di gioco e trovare più continuità. Quest’estate la trascorrerò tra palestra, beach volley e studio; sono iscritta alla facoltà di Scienze Motorie. Non vedo l’ora di iniziare la mia avventura a Cuneo e di conoscere i miei nuovi tifosi”.

    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Rebecca Rimoldi ancora alla Picco Lecco: “Sarei rimasta a prescindere dalla promozione”

    Di Redazione

    Dopo l’attesa conferma del capitano Serena Zingaro, arriva il rinnovo di un altro elemento fondamentale del sestetto biancorosso della Pallavolo Picco Lecco. La palleggiatrice Rebecca Rimoldi ha deciso di accettare un nuovo contratto con la società lecchese e di accompagnarla nella prossima stagione in Serie A2 femminile.

    “E’ passata una settimana, ma sinceramente devo ancora realizzare il tutto. La promozione era sicuramente l’obiettivo della stagione, ma era un risultato molto ambito da diverse squadre. Soprattutto sul finale di stagione la voglia di concretizzare i sacrifici era davvero tanta – evidenzia Rebecca Rimoldi ripensando al recente successo -. Quanto alla società, ho sentito sin da subito una voglia di crescere insieme. Sinceramente sarei rimasta a prescindere dalla promozione, ho voglia di ricambiare la fiducia che mi è stata data. L’augurio è riuscire a ricreare un gruppo coeso come quello di questa stagione. Tra l’altro sarà un campionato del tutto diverso, ho avuto la fortuna di giocare in A per 5 anni e vi assicuro che sarà pieno di partite difficili. Il gruppo farà la differenza! Serena (altro rinnovo già annunciato) è eccezionale, è stata una scoperta splendida; la conoscevo come avversaria, ma non avrei mai immaginato di trovare una ragazza tanto disponibile e generosa”. 

    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    L’eterno Cisolla vicino all’addio…ma non per l’età: “Altre priorità”

    Di Redazione

    L’età è solo un numero quando c’è la passione dietro. Lo sa bene Alberto Cisolla, il veterano dell’Atlantide Pallavolo Brescia che ha chiuso la scorsa stagione in serie A2, con i Tucani appunto, all’età di 44 anni.

    La vita, però, mette davanti a delle scelte che non sempre coincidono con le proprie passioni. Nonostante Cisolla vada verso i 45, infatti, il motivo dietro al suo addio alla pallavolo è da cercare in altro:

    “E’ decisamente possibile che dalla prossima stagione stia lontano dal campo. La mia priorità in questo momento è l’impresa familiare, che dall’anno prossimo sarà da gestire interamente e quindi richiederà molto più tempo. Sono una persona che, se prende un impegno, lo fa per bene e non mi sembrerebbe giusto dire di sì all’Atlantide e poi dedicarle meno di quello che ci vorrebbe, né dal punto di vista degli allenamenti in palestra, né per quanto ne risulterebbe il rendimento finale in partita. Non sarebbe corretto nei confronti della società, comunque ne va del suo interesse, e non offrirei comunque un servizio professionale” afferma lui stesso in un’intervista di Biancamaria Messineo per Bresciaoggi.

    Potrebbe quindi chiudersi un’era per il giocatore classe 1977, che è approdato in A1 nel lontano 1996 e da lì non si è più fermato. A Brescia, lo schiacciatore di Treviso ha militato per ben sette stagioni consecutive, sempre con la maglia numero 15 che lo ha accompagnato per gran parte della sua carriera.

    Cisolla, inoltre, tiene a mettere le cose in chiaro precisando che, se la sua scelta definitiva dovesse essere quella di lasciare i Tucani, non andrebbe a cercare un’altra squadra: “No, in caso si tratterebbe di smettere di giocare”.

    Decisamente possibile l’addio, quindi, ma non senza dispiaceri: “Mi dispiacerebbe molto perché mi diverto a giocare, quello dell’Atlantide è un ambiente molto bello: io non giocavo né per una questione economica, né per punteggi, numeri di punti e di partite: giocavo solo perché mi piace, perché farlo mi dà sollievo”.

    A tenere accesa una piccola speranza è coach Zambonardi, che di Cisolla ha fatto il suo pilastro portante: “Speriamo sempre che possa essere dei nostri, per ora non ci siamo dati una tempistica, aspettiamo e vediamo se c’è del margine sul quale provare a ragionare. Poi partiremo da lì per capire come costruire il resto della squadra”. LEGGI TUTTO

  • in

    Sir Safety sempre più cubana con il trio Leon, Cardenas, Herrera Jaime?

    Di Redazione La Sir Safety Conad Perugia si tinge dei colori cubani la prossima stagione? Le voci di mercato si rincorrono su quelle che saranno le partenze, occhi puntati soprattutto su coach Grbic, e i nuovi arrivi. Come riporta il Corriere dell’Umbria nell’edizione odierna, la società cara al patron Gino Sirci era alla ricerca del giusto erede di Thijs Ter Horst, in partenza per la Corea del Sud. Erede che sarebbe stato trovato proprio a Cuba. Il nome sarebbe quello di Jesus Herrera Jaime. L’opposto classe 1995 è in uscita dallo Chaumont di coach Prandi, dove ha disputato una stagione da protagonista, e arriverebbe in Italia per ricoprire il ruolo di vice Rychlicki. Sempre dal campionato francese arriverebbe un secondo cubano: si tratta, come riporta la testata, dello schiacciatore Julio Cesar Cardenas Morales, del Lille Tourcoing Metropole. Ultimo, ma non in ordine di importanza, cubano tra le fila della Sir Safety Conad Perugia sarebbe il confermatissimo Wilfredo Leon, che con la prossima stagione toccherebbe quota cinque stagioni consecutive in maglia Block Devils. LEGGI TUTTO

  • in

    Di Pinto afferma: “Contrattualizzato Loeppky e bloccato il libero Rizzo”

    Di Redazione Squadre in fermento nel volley mercato italiano. Dopo la conclusione della Regular Season, dei Play off Scudetto e delle avventure europee, tutte le società si muovono ora per cercare di allestire il roster più competitivo possibile da presentare la prossima stagione. Non è da meno la Prisma Taranto di coach Vincenzo Di Pinto che, in un’intervista di Christian Cesario per L’Edicola dello Sport, racconta come la società pugliese stia vivendo questa delicata fase: “Stiamo lavorando in base alle possibilità economiche permesse dal nostro bilancio e dalle possibilità che sono presenti sul mercato. Ci muoviamo su dei giocatori che hanno dei costi permissivi per noi. Si erano presentate diverse possibilità ma, ovviamente, dobbiamo fare i conti col nostro bilancio”. Taranto ha ufficializzato recentemente il colpo da 90 Oleg Antonov, il greco Charalampos Andreopoulos e lo svedese Ekstrand. Ma le conferme sono iniziate già a inizio aprile, con Falaschi, Stefani e Alletti: “Si cerca di creare il giusto mix per il raggiungimento dei nostri obiettivi. Abbiamo confermato la diagonale Falaschi-Stefani. Stiamo cercando un’alternativa all’opposto o un sistema alternativo, in modo tale da poter avere più varianti di gioco. Abbiamo già contrattualizzato Loeppky, giocatore già rodato nel campionato italiano e che si appresta a disputare il terzo campionato di SuperLega. Il canadese può fare ancora un salto di qualità. Dobbiamo chiudere con un altro martello, sui centrali abbiamo le idee chiare. Prenderemo due giovani da far crescere al fianco di Alletti. Come libero, abbiamo già bloccato un profilo esperto come Rizzo e siamo in chiusura per uno più giovane; lo stesso dicasi per il secondo palleggiatore. Stiamo costruendo una squadra sulla falsa riga della passata stagione”. Squadra costruita sulla falsa riga della passata stagione per confermarsi ulteriormente: “Non è cambiato nulla rispetto all’anno scorso. Il livello si è elevato e noi dobbiamo consolidarci nel campionato di SuperLega, quindi cercare un’altra permanenza soprattutto in un periodo di instabilità economica legata al Covid prima e alla guerra poi. Dobbiamo confermarci” chiosa Di Pinto. LEGGI TUTTO