consigliato per te

  • in

    Mardy Fish su Jannik Sinner: “ciò che mi colpisce di più è il suo atteggiamento in campo. Ci sono un sacco di giovani presuntuosi e arroganti là fuori, ma lui è l’opposto”

    John Isner nel match di ieri contro Jannik Sinner

    Ci sono pochissime partite nella memoria recente in cui un giocatore è stato così superiore a John Isner come Jannik Sinner nel suo debutto in Coppa Davis, impressionando anche i suoi rivali.Il nativo di Greensboro ha detto che vede l’azzurro tra i primi tre giocatori del mondo molto presto, qualcosa riaffermato dal capitano della squadra statunitense Mardy Fish.
    “Non c’è dubbio che ha un grande futuro davanti a sé”. Oggi è stato impressionante e ciò che mi colpisce di più è il suo atteggiamento in campo. Ci sono un sacco di giovani presuntuosi e arroganti là fuori, ma lui è l’opposto. Non ho mai visto niente del genere”. LEGGI TUTTO

  • in

    Jannik Sinner infligge a John Isner la peggior sconfitta in carriera

    Jannik Sinner ITA, 2001.08.16

    Jannik Sinner ha aggiunto un record impressionante nella sua ancora breve carriera, dominando John Isner nella partita che ha dato all’Italia la vittoria sugli Stati Uniti in Davis Cup.Il secondo set non ha lasciato spazio a dubbi, con un 6-2 6-0 che mostrano il dominio del giovane italiano, ma la differenza è stata impressionante, soprattutto perché stiamo parlando di una superficie indoor veloce, dove il servizio di Isner dovrebbe dare grandi garanzie.
    Questo è stato anche un risultato storico. Isner, a 36 anni, ha subito la sconfitta più pesante di tutta la sua carriera, che comprende 742 incontri.Mai prima di oggi l’americano aveva vinto solo due giochi in un duello, dato che il suo peggior risultato erano quattro game conquistati in quattro occasioni. Daniil Medvedev lo ha battuto 6-3 e 6-1 (ATP Cup 2020) e 6-2 6-2 (Masters 1000 Canada 2021), mentre Andy Murray vinse per 6-1 6-3 (Vienna 2016) e Jesse Levine lo superò per 6-3 e 6-1 (Newport 2008). Ora Sinner è arrivato per cancellare quei record. LEGGI TUTTO

  • in

    Davis Cup Finals: Italia vs Usa 2-0. Jannik Sinner domina John Isner e regala la vittoria all’Italia

    Jannik Sinner ITA, 2001.08.16

    Nessun problema per Jannik Sinner che domina John Isner e regala la prima vittoria all’Italia alle Davis Cup Finals.L’azzurro ha sconfitto nel secondo incontro Isner con il netto punteggio di 62 60 in 1 ora e 2 minuti di partita.
    Da segnalare che Jannik dal 3 a 2 e break nel primo set ha messo a segno un grandissimo parziale di nove giochi consecutivi vincendo la partita per 62 60.L’unico momento di difficoltà per Sinner è stato nel secondo set quando nel secondo gioco, dallo 0-40, ha annullato tre palle break consecutive all’avversario poi più alcun patema fino al 6 a 0 finale.
    TORINO: USA –ITALIA 0-2 (Gruppo E)16:00 Opelka R. (Usa) – Sonego L. (Ita)ITF Finals R. Opelka36 L. Sonego67 Vincitore: L. Sonego ServizioSvolgimentoSet 2Tiebreak0*-0 0-1* 0-2* ace 0*-3 1*-3 2-3* ace 2-4* ace 2*-5 3*-5 ace 4-5* 4-6*6-6 → 6-7L. Sonego 15-0 15-15 30-15 40-15 40-306-5 → 6-6R. Opelka 0-15 df 15-15 30-15 40-155-5 → 6-5L. Sonego 15-0 30-0 40-0 ace5-4 → 5-5R. Opelka 15-0 30-0 ace 30-15 40-154-4 → 5-4L. Sonego 15-0 30-0 40-04-3 → 4-4R. Opelka 0-15 15-15 15-30 30-30 30-40 40-40 A-40 ace3-3 → 4-3L. Sonego 15-0 ace 30-0 ace 40-03-2 → 3-3R. Opelka 15-0 15-15 30-15 ace 40-15 ace2-2 → 3-2L. Sonego 0-15 15-15 30-15 40-152-1 → 2-2R. Opelka 0-15 0-30 df 15-30 30-30 40-301-1 → 2-1L. Sonego 15-0 30-0 40-01-0 → 1-1R. Opelka 15-0 ace 30-0 40-0 ace0-0 → 1-0ServizioSvolgimentoSet 1L. Sonego 15-0 30-0 30-15 40-153-5 → 3-6R. Opelka 0-15 15-15 ace 15-30 15-40 30-40 40-40 40-A df3-4 → 3-5L. Sonego 0-15 15-15 30-15 30-30 30-40 40-40 A-403-3 → 3-4R. Opelka 15-0 30-0 30-15 40-15 ace2-3 → 3-3Risultato2-2 → 2-3

    17:30 Isner J. (Usa) – Sinner J. (Ita)Davis C Davis Cup Davis Cup Single Matches Isner J.20 Sinner J.66 Vincitore: Sinner J. ServizioSvolgimentoSet 2Sinner J. 15-0 30-0 40-00-5 → 0-6Isner J. 15-0 15-15 15-30 15-40 30-400-4 → 0-5Sinner J. 15-0 30-0 40-00-3 → 0-4Isner J. 15-0 15-15 30-15 40-15 40-30 40-40 A-40 40-40 40-A0-2 → 0-3Sinner J. 0-15 0-30 0-40 15-40 30-40 40-40 A-400-1 → 0-2Isner J. 0-15 0-30 15-30 15-400-0 → 0-1ServizioSvolgimentoSet 1Sinner J. 15-0 30-0 40-0 40-152-5 → 2-6Isner J. 15-0 15-15 30-15 30-30 30-402-4 → 2-5Sinner J. 15-0 30-0 40-02-3 → 2-4Isner J. 15-0 15-15 30-15 40-15 40-301-3 → 2-3Sinner J. 15-0 30-0 30-15 40-151-2 → 1-3Isner J. 0-15 15-15 15-30 15-401-1 → 1-2Sinner J. 15-0 30-0 40-01-0 → 1-1Isner J. 0-15 15-15 30-15 30-30 30-40 40-40 40-A 40-40 A-40 40-40 40-A 40-40 A-40 40-40 A-400-0 → 1-0

    19:00 Ram R./Sock J. – Bolelli S./Fognini F.ITF Finals R. Ram / J. Sock0 S. Bolelli / F. Fognini0ServizioSvolgimentoSet 1 LEGGI TUTTO

  • in

    Supertennis Awards, Sinner e Giorgi i migliori del 2021

    Sinner riceve il premio

    Tra ATP Finals e Davis, al Teatro dei Ragazzi di Torino ieri sera sono stati assegnati i SuperTennis Awards, che come ogni anno celebrano le più grandi imprese degli azzurri nel nostro sport. Questi i premiati e le relative motivazioni, che hanno consentito di rivivere il 2021 da record del tennis italiano.

    GIOCATORE DELL’ANNO /JANNIK SINNER
    Primo giocatore italiano della storia a vincere 4 tornei ATP (su cinque finali) nello stesso anno, finalista nel Masters 1000 di Miami, nono nella Race to Turin e protagonista di due straordinarie partite qui al Pala Alpitour. A soli 20 anni ha saputo infrangere il cuore dell’Italia, e non soltanto di quella tennistica.
    MIGLIOR GIOCATRICE / CAMILA GIORGI
    A dispetto di una stagione costellata da infortuni ha ottenuto uno dei più brillanti successi individuali di sempre del nostro tennis femminile vincendo il WTA 1000 di Montreal, e ha onorato la maglia azzurra raggiungendo i quarti di finale del torneo olimpico di Tokyo.
    IMPRESA DELL’ANNO/ MATTEO BERRETTINI
    Primo italiano finalista nel tempio di Wimbledon, ha portato il nostro tennis sul carro di trionfo nell’indimenticabile festa romana di luglio, arricchendo un’epopea 2021 le cui pagine non sono ancora state scritte fino all’ultima.
    MOST IMPROVED / JASMINE PAOLINI
    Nel corso del 2021 è salita dalla 93esima alla 51esima posizione della classifica WTA ed ha vinto il suo primo torneo del circuito maggiore a Portorose. Esempio di tenacia e di costante voglia di crescere.
    NEXT GEN UOMINI / FLAVIO COBOLLI
    In 7 mesi da numero 837 a numero 218 del mondo. Due finali Challenger e un esordio vincente nel circuito maggiore ATP. Una promettente ascesa e un bellissimo sorriso.
    NEXT GEN DONNE / LUCIA BRONZETTI
    Sebbene non sia tecnicamente una Next Gen, avendo 22 anni, è tennisticamente appena sbocciata e ha dimostrato di avere un grande potenziale, salendo dalla 280esma alla 145esima posizione della classifica WTA in solo 5 mesi grazie ai successi su avversarie di classifica superiore. Vittorie che le hanno consentito di raggiungere i quarti di finale in ben tre tornei del circuito maggiore WTA.
    COACH DELL’ANNO / UMBERTO RIANNA
    Collabora da anni per conto della FIT con i coach dei migliori giocatori italiani nel governare il difficile approccio dei nostri giovani al mondo del professionismo. Grazie alla sua preziosa e qualificata opera e al basso profilo sempre tenuto, è molto apprezzato dai nostri top player e dai loro coach. Un uomo chiave del boom del tennis tricolore. LEGGI TUTTO

  • in

    Jannik Sinner: “Provo tante emozioni, come quella di mettermi sempre in gioco e di vivere con passione lo sport che amo”

    Jannik Sinner ITA, 2001.08.16

    Jannik Sinner ha rilasciato in un’intervista a Tuttosport:
    Il rapporto con i Fan: “Provo tante emozioni, come quella di mettermi sempre in gioco e di vivere con passione lo sport che amo.Forse per questo i ragazzi mi seguono e io sono felice se avranno voglia di giocare. Da bambino guardavo Seppi, poi i miei riferimenti sono diventati Roger Federer e Rafa Nadal. Quando vedo tanti giovani chiedere l’autografo, faccio proprio fatica a dire no. “Mi ritorna in mente quando ero piccolo io.”
    “Qualche volta la compagnia serve, tra la gente si vive meglio. Dopo la sconfitta non vedevo l’ora di abbracciare i miei, mio fratello, incontrare gli amici che ho lasciato e con cui mantengo i contatti giocando la sera a Fortnite, ma non fino alle due di notte.”
    “Certamente mi mancano gli affetti, ma quando hai un sogno, cominciato a 13 anni, devi fare di tutto, anche sacrificarti. Siamo fortunati a vivere ancora nell’epoca di Federer, Nadal e Djokovic. Se uno è intelligente, basta guardarli”. LEGGI TUTTO