consigliato per te

  • in

    Nba, LeBron James torna e fa vincere i Lakers. Ok Boston Celtics e Golden State

    LeBron James torna dopo cinque partite out per infortunio ed è subito decisivo, con 21 punti, per la vittoria dei Los Angeles Lakers sul campo dei San Antonio Spurs (105-94). Anche otto rimbalzi e cinque assist, in 33 minuti, per James. Vincono anche i Boston Celtics che, trascinati dai 30 punti da Jayson Tatum, hanno superato i Sacramento Kings (122-104) mentre i Milwaukee Bucks hanno conquistato una vittoria importante sui Cleveland Cavaliers (117-102) con Giannis Antetokounmpo che ha segnato 38 punti. I Phoenix Suns hanno mantenuto il loro piccolo vantaggio nella Western Conference con una vittoria sui Detroit Pistons (108-102). I Golden State Warriors, campioni in carica, hanno battuto (129-118) gli Utah Jazz, riportando in pareggio il proprio bilancio (10-10).
    Nba, le altre partite
    A New Orleans, invece, Ja Morant ha registrato 23 punti, con quattro rimbalzi e 11 assist, trascinando i Memphis Grizzlies al trionfo (132-111) sui Pelicans di Zion Williamson. A Charlotte, successo degli Hornets sul Minnesota (110-108). Infine, Oklahoma City e Portland hanno entrambe ottenuto vittorie ai supplementari, con i Thunder che hanno battuto i Chicago Bulls (123-119) in casa e i Trail Blazers che hanno sconfitto i New York Knicks (132-129) in trasferta.

    Clicca qui per non perderti tutte le news ed i pronostici NBA LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, Virtus Bologna ancora ko: Efes corsara al PalaDozza

    BOLOGNA – Al PalaDozza è ancora Eurolega, ma per la Virtus Bologna arriva la seconda sconfitta consecutiva. Dopo il ko di metà settimana ad Atene contro il Panathinaikos, maturato solamente all’overtime, le V Nere di coach Scariolo cadono anche in casa, piegate 85-80 dall’Anadolou Efes campione in carica, che già era passato al Forum contro l’Olimpia Milano.
    Match equilibrato, la differenza nei particolari
    Alla Segafredo Arena va in scena un match tutto sommato equilibrato, con i parziali che comunque per tre quarti di gara premiano la compagine di Istanbul, alla fine meritatamente vincitrice di un match in ogni caso sempre condotto in vantaggio. Nell’ultima frazione di gioco le maggiori emozioni, con la Virtus a caccia del ribaltone e gli animi che si scaldano fino all’allontanamento del motore della squadra di Scariolo, quel Teodosic come sempre croce e delizia della formazione emiliana. In generale, più cattivi, precisi e determinati i giocatori turchi, che con questo successo sorpassano Bologna in classifica.
    Eurolega, Virtus-Efes LIVE LEGGI TUTTO

  • in

    LeBron e quella somiglianza con un giocatore del Camerun: la risposta è esilarante

    Nel periodo dei Mondiali di calcio gli sportivi vengono per forza attratti dalle partite, e anche chi è appassionato di altri sport si imbatte in situazioni particolari. Un tifoso di basket, guardando la partita tra Svizzera a Camerun ha intercettato una somiglianza molto particolare tra un calciatore africano e la stella dell’Nba LeBron James. “Quindi questo è il motivo per cui Lebron è stato fuori le ultime cinque partite” – scrive il tifoso taggando la star americana. E la risposta non si fa attendere.
    La risposta di LeBron
    Il cestista non si è fatto pregare, e dopo pochi minuti ha risposto al suo affezionato tifoso. “Voglio dire, ho del lavoro da fare anche in altri posti” ha scritto il fuoriclasse del Nba mostrando grande ironia e certificando – di fatto – la somiglianza con il calciatore del Camerun. LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, l’orgoglio non basta: Olimpia ancora ko, passa il Fenerbahce

    MILANO – L’Eurolega come una chimera. L’Olimpia Milano non esce dal tunnel in cui si è infilata in Europa, anche se la serata, probabilmente era quella sbagliata. Contro la capolista Fenerbahce, la squadra di Ettore Messina, non riesce ad invertire il trend e cede 72-82, infilando la sesta sconfitta consecutiva, ma forse in fin dei conti la meno dolorosa.
    Deciderà la “visione” di Messina
    Dopo il ko con l’Efes, il coach Messina non aveva nascosto il suo risentimento nei confronti del gruppo squadra, descrivendo una sconfitta figlia di un atteggiamento sbagliato, poco rispettoso del ruolo da recitare nella competizione e dell’appassionato pubblico del Forum. Oggi probabilmente i ragionamenti saranno differenti: la squadra ha reagito, anche se alla fine non sono serviti i 18 punti di Mitrou-Long per fermare i turchi, trascinati da un Hayes da 22 marcature. In fin dei conti solamente una logica sconfitta contro una squadra più forte, in un match però forse affrontato con quello spirito che chiedeva l’allenatore. Se ne saprà di più nelle prossime ore. LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, Milano affonda: ko anche con il Fenerbahce

    MILANO – Continua il periodo nera dell’Olimpia Milano che infila il sesto ko consecutivo in Eurolega cadendo al Forum contor il Fenerbahce. Sconfitta che lascia l’Armani all’ultima posto in classifica dopo 10 giornate, festa per i turchi che si confermano in vetta. Parte bene la banda di Messina che chiude il primo quarto sopra di 6 (21-15), allungando nel secondo sul +16 grazie agli ottimi Melli e Mitrou-Long, insieme al nuovo arrivato Luwawu-Cabarrot. I turchi restano a galla con il duo Wilbekin-Jekiri e prima dell’intervallo lungo rientrano sul 37-32. Al ritorno sul parquet del Forum, il Fener è inarrestabile: Hayes, Calathes e Guduric guidano i gialloblù sul +10 che chiude la terza frazione (48-58). Hall e Mitrou-Long sono gli ultimi a mollare, ma il Fenerbahce riesce a mantenere la distanza e chiudere sul 72-82. LEGGI TUTTO

  • in

    Basket, Banchero vuole l’Italia: “Pronto a dare mio contributo”

    “Quando giocherò con la nazionale sarò un altro giocatore, e mi impegnerò per essere il miglior compagno, esempio e cestista possibile per aiutare l’Italia. Sono eccitato all’idea di poter dare il mio contributo alla squadra, prima o poi, e raggiungere grandi risultati”. Sono le parole della stella degli Orlando Magic, Paolo Banchero, in un’intervista al sito della Fiba, dove ha sciolto i suoi dubbi e annunciato l’intenzione di giocare in azzurro. “E’ chiaro che ci fa piacere – il commento del presidente della Federpallacanestro, Gianni Petrucci – ma siamo in partenza per gli Usa, dove proporremo un progetto complessivo a lui, alla società e al manager”.
    “Il livello di competitività in Europa è molto”
    Banchero sembra però sempre più convinto di vestire l’azzurro: “Penso davvero che il basket Fiba sia molto interessante, e guardare i ragazzi giocare per le nazionali è qualcosa di fantastico da guardare e da analizzare. L’EuroBasket è stato molto competitivo e i tifosi hanno contribuito in modo fantastico, guardando quelle arene piene e quelle folle rumorose che hanno interpretato così bene il loro ruolo di sesto uomo. È incredibile. Le squadre erano piene di ragazzi di grande talento e un paio di stelle Nba, ma nonostante ciò, la Spagna ha vinto e ha dimostrato che il basket è uno sport di squadra e che le squadre che giocano molto unite e condividono la palla hanno più possibilità di vincere titoli e medaglie. Il livello di competitività in Europa è molto, molto alto e il futuro è molto luminoso”. Poi ancora: “Vedere ragazzi come Giannis, Nikola Jokic e Luka Doncic, ad esempio, sono fantastici per il basket europeo. La loro passione e il loro amore per rappresentare il loro paese è una cosa fantastica da vedere”. Sull’Italia: “Hanno giocato ottime partite e mi è piaciuto molto il modo in cui hanno giocato contro la Serbia, dove hanno mostrato un’incredibile difesa e grandi movimenti in attacco. È stato impressionante, molto bello da guardare”. “La passione e l’unità che hanno è fantastica, e la passione che mettono il mister e lo staff; anche il modo di giocare della squadra è superbo” LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Banchero sposa l’Italia: «Ottima squadra, giocherò in Nazionale»

    TORINO – Paolo Banchero giocherà per l’Italia. Anche nell’intervista al sito della Fifa il fuoriclasse di Orlando, numero uno delle scelte Nba quest’anno, ribadisce l’amore per il tricolore. E sulla Nazionale ha solo parole al miele: «Battere una squadra come la Serbia dimostra di cosa è capace la Squadra Azzurra. Abbiamo un’ottima squadra e il futuro è roseo, questo è sicuro. Nico Mannion è un mio buon amico e parliamo spesso di varie cose. Voglio sempre saperne di più sull’Italia, sulla cultura e sulla Nazionale. E lui mi dice solo grandi cose sulla Squadra Azzurra, sui ragazzi e sullo staff tecnico. Per vincere bisogna portare il meglio dei giocatori, e giocare insieme. Quando giocherò in nazionale, sarò un altro giocatore, e mi impegnerò ad essere il miglior compagno di squadra, un giocatore in grado di aiutare l’Italia. Il basket è uno sport di squadra e sarò entusiasta di dare il mio contributo alla squadra prima o poi e di fare grandi cose».Guarda la galleryDraft Nba 2022: Banchero prima scelta, e che look! LEGGI TUTTO

  • in

    Reggio Emilia, risoluzione contrattuale con Robertson: è ufficiale

    REGGIO EMILIA – Si separano le strade di Reggio Emilia e Kassius Robertson, guardia canadese classe ’94 sbarcata in Lba nella scorsa estate dagli spagnoli dell’Obradoiro che militano in Liga Acb. Il club biancorosso comunica in una nota “di aver risolto consensualmente il contratto con l’atleta, in scadenza a giugno 2023. La società ringrazia il giocatore per l’impegno profuso e gli rivolge un ‘in bocca al lupo’ per il prosieguo della sua carriera”. LEGGI TUTTO