consigliato per te

  • in

    Brindisi supera Napoli e si prende un posto alle Final Eight

    BRINDISI – Nel recupero del 15° turno di Serie A, Brindisi supera Napoli 89-75 e conquista il posto in palio per le prossime Final Eight di Coppa Italia. Primo quarto equilibrato con una partenza a ritmi frenati e chiuso avanti di 3 dagli ospiti, sul 17-20, con la tripla di McDuffie. Dopo la breve pausa il ritorno in campo degli uomini di Vitucci è travolgente e arriva subito un parziale di 15-2 diretto da un ispirato Nick Perkins (top scorer dell’incontro con 21 punti) che porta i pugliesi sul +10. Prima dell’intervallo lungo la Gevi accenna una timida reazione, ma la forbice addirittura aumenta fino al 44-27 che manda tutti negli spogliatoi. Il dominio brindisino non si arresta nel terzo quarto e l’Happy Casa scappa addirittura sul +22 a metà del terzo periodo e rima degli ultimi 10′ il tabellone registra 65-44 per Brindisi. Sembra una vittoria messa in cassaforte, eppure Napoli non muore mai e con un super Pargo si porta a -7 (parziale di 14-28) a 1’13”. Perde però la testa il numero 2 degli azzurri negli ultimi istanti regalando un tecnico e ricevendo il quinto fallo che permettono a Brindisi di amministrare l’ultimo minuto. Successo che porta l’Happy Casa alle Final Eight e toglie dalla corsa Napoli.
    Final Eight, quadro completo
    La vittoria della Happy Casa Brindisi nel recupero contro la Gevi Napoli promuove la squadra di Vitucci alla Frecciarossa Final Eight e definisce il quadro delle 8 squadre qualificate all’Evento che si disputerà alla Vitrifrigo Arena di Pesaro dal 16 al 20 febbraio. Armani Exchange Milano, Virtus Segafredo Bologna, Allianz Pallacanestro Trieste, Dolomiti Energia Trentino, Bertram Tortona, Happy Casa Brindisi, Germani Brescia e Banco di Sardegna Sassari saranno dunque le 8 che si affronteranno per il titolo. Da verificare gli accoppiamenti a seconda della posizioni di classifica che emergeranno dopo gli ultimi recuperi. LEGGI TUTTO

  • in

    Cantù saluta Johnson: è no-vax, non può allenarsi né giocare

    CANTU’ (Como) – La Pallacanestro Cantù si separa ufficialmente da Robert Johnson, il giocatore no-vax che dal 10 gennaio non poteva allenarsi con i suoi compagni e giocare in campionato a causa delle nuove norme sul green pass in Italia. Finisce così l’avventura nel nostro Paese della 26enne guardia statunitense, che viaggiava a 19,6 punti di media in 12 presenze in Serie A2: Johnson andrà al Legia Kosz, in Polonia. “S. Bernardo-Cinelandia Park Pallacanestro Cantù comunica di aver risolto il contratto in essere con l’atleta Robert Johnson”, si legge in un breve comunicato della società brianzola. LEGGI TUTTO

  • in

    Cantù si separa dal no-vax Johnson: non poteva più giocare

    CANTU’ (Como) – La Pallacanestro Cantù ha ufficialmente risolto il contratto con Robert Johnson, il giocatore no-vax che dal 10 gennaio non poteva allenarsi con i suoi compagni e giocare le partite in campionato per le nuove norme sul green pass. Finisce così l’avventura in Italia della guardia statunitense, che viaggiava a oltre 19 punti di media in Serie A2: Johnson si accaserà in Polonia, nel Legia Kosz. Cantù, che milita in A2, sostituirà Johnson senza fretta e guarda anche a Luca Vitali, in uscita da Brescia, come rinforzo per cercare la promozione in Serie A: “S. Bernardo-Cinelandia Park Pallacanestro Cantù comunica di aver risolto il contratto in essere con l’atleta Robert Johnson”, si legge in uno scarno comunicato della società lombarda. LEGGI TUTTO

  • in

    Qualificazioni Fiba World Cup 2023: al via vendita biglietti per gare Azzurri

    Il 2022 Azzurro si apre con la decisiva doppia sfida all’Islanda sulla via per la qualificazione alla FIBA World Cup 2023, il Mondiale che si disputerà dal 25 agosto al 10 settembre del prossimo anno in Indonesia, Giappone e Filippine. Gli Azzurri saranno di scena ad Hafnarfjordur il 24 febbraio (ore 20.00 locali, le 21.00 in Italia) e ospiteranno gli islandesi al PalaDozza di Bologna il 27 febbraio alle ore 20.30. Entrambe le gare saranno trasmesse in diretta sulla piattaforma sportiva ELEVEN SPORTS (elevensports.com) e su Sky Sport. Da oggi sarà possibile acquistare i biglietti per la gara di Bologna, organizzata dall’advisor commerciale FIP Master Group Sport, presso tutte le ricevitorie del circuito Vivaticket e sul sito Vivaticket.com al seguente link:www.vivaticket.com/it/biglietto/world-cup-qualifiers-basket-italia-vs-islanda/17461. L’appuntamento rientra nel cartellone degli eventi sportivi, sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna, per la valorizzazione del territorio e l’attrattività turistica. La squadra del CT Meo Sacchetti è chiamata a fare risultato nel doppio confronto per consolidare la classifica del girone H, che vede in testa la Russia a punteggio pieno dopo i due successi nella “finestra” di novembre proprio contro Azzurri (92-78 a San Pietroburgo) e islandesi (89-65 sempre a San Pietroburgo). La vittoria dell’Italia al Forum di Milano contro i Paesi Bassi (75-73) è stata determinante per agguantare il secondo posto in una graduatoria resa incerta dall’exploit islandese in terra olandese (77-79). Gli Azzurri si ritroveranno a Bologna il 21 febbraio per poi partire il 22 alla volta di Hafnarfjordur, terza città più grande dell’Islanda a una ventina di chilometri dalla Capitale Reykjavík. Sarà la prima volta per la nostra Nazionale sull’isola e la seconda contro la formazione di casa, già affrontata durante la fase a gironi dell’EuroBasket 2015 a Berlino (vittoria 71-64). Ricco di storia invece il rapporto tra la Nazionale e Bologna, in special modo al PalaDozza, inaugurato (con la denominazione PalaAzzarita) dall’Italbasket il 12 settembre 1956 contro la Polonia (70-54). In tutto 26 partite giocate a Basket City (due alla Sala Borsa nel 1947 contro la Francia e nel 1954 contro la Spagna) con un bilancio di 13 vittorie e 13 sconfitte. L’ultima il 14 settembre 2018, quando l’Italia batté ancora la Polonia 101-82 nelle qualificazioni al Mondiale 2019.  

    INFO TICKETING ITALIA-ISLANDA (PalaDozza Bologna, 27 febbraio – ore 20.30)

    Grandinata Nannetti/Calori 

    20€ intero 

    15€ ridotto Under 14/Over 65

    Omaggio Under 6 

    Distinti Graziano/Azzarita 

    30€ intero 

    25€ ridotto Under 14/Over 65

    Omaggio Under 6 

    Tribuna/Poltronissima Graziano/Azzarita 

    50€ intero 

    45€ ridotto Under 14/Over 65

    Omaggio Under 6 

    Parterre Azzarita/Graziano 100€

    In base alle disposizioni nazionali in vigore per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e alle ordinanze del Ministro della Salute, sarà consentito accedere all’evento esclusivamente ai possessori di green pass “rafforzato”.

    Il calendario del girone H

    26 novembre 2021

    Paesi Bassi-Islanda 77-79

    Russia-Italia 92-78

    29 novembre 2021

    Italia-Paesi Bassi 75-73

    Russia-Islanda 89-65

    La classifica*

    Russia 4 (2/0)

    Italia 3 (1/1)

    Islanda 3 (1/1)

    Paesi Bassi 2 (0/2)

    *FIBA assegna due punti per la vittoria e uno per la sconfitta

    24 febbraio 2022

    Islanda-Italia

    Russia-Paesi Bassi

    27 febbraio 2022

    Italia-Islanda

    Paesi Bassi-Russia

    1° luglio 2022

    Islanda-Paesi Bassi

    Italia-Russia

    4 luglio 2022

    Paesi Bassi-Italia

    Islanda-Russia

    Tutte le finestre

    Prima fase

    1 – 22/30 novembre 2021

    2 – 21 febbraio/1° marzo 2022

    3 – 27 giugno/5 luglio 2022

    Seconda fase

    1 – 22/30 agosto 2022

    2 – 7/15 novembre 2022

    3 – 20/28 febbraio 2023

    Tutti i gironi

    Gruppo A

    Serbia, Slovacchia, Belgio, Lettonia

    Gruppo B

    Bielorussia, Gran Bretagna, Grecia, Turchia

    Gruppo C

    Croazia, Svezia, Finlandia, Slovenia

    Gruppo D

    Israele, Germania, Estonia, Polonia

    Gruppo E

    Francia, Portogallo, Ungheria, Montenegro

    Gruppo F

    Bosnia Erzegovina, Lituania, Bulgaria, Repubblica Ceca

    Gruppo G

    Georgia, Macedonia del Nord, Spagna, Ucraina

    Gruppo H

    Russia, Paesi Bassi, Islanda, Italia

    Il format del Mondiale 2023

    Per la prima volta nella storia, il Mondiale FIBA si disputerà in più di una nazione. Le trentadue squadre qualificate (12 dall’Europa, 8 dall’Asia-Oceania, 7 dalle Americhe e 5 dall’Africa) saranno divise in otto gruppi da quattro squadre ciascuno che si affronteranno con la formula del girone all’italiana. Le prime due classificate di ogni girone accederanno alla seconda fase, dove verranno divise in quattro gruppi da quattro squadre ciascuno che si affronteranno in un girone all’italiana. Le prime due classificate di ogni girone si sfideranno poi dai quarti alle finali. La fase a gironi si svolgerà nelle città di Okinawa (Giappone), Jakarta (Indonesia), Bocaue, Quezon City, Pasay e Pasig (municipalità di Manila). Nella capitale delle Filippine si svolgerà anche la fase finale del torneo. Giappone e Filippine sono qualificati come Paesi ospitanti (disputeranno le qualificazioni fuori classifica). Sub judice la qualificazione automatica dell’Indonesia, terzo Paese ospitante: la squadra otterrà il pass solo se finirà tra le prime otto formazioni della FIBA Asia Cup, che si disputerà nel luglio 2022 proprio a Jakarta.

    La strada verso i Giochi Olimpici di Parigi 2024

    Dal Mondiale 2023 sarà possibile qualificarsi per l’Olimpiade dell’anno successivo a Parigi. Classifica finale del Mondiale alla mano, accedono direttamente ai Giochi le prime due squadre europee, le prime due squadre delle Americhe e le prime Nazionali meglio piazzate di Africa, Asia e Oceania. Le sedici rimanenti squadre più due ulteriori team per ogni Continente daranno vita a quattro tornei pre olimpici da sei squadre ciascuno. Solo le vincenti di ogni torneo voleranno a Parigi. LEGGI TUTTO

  • in

    Fiba World Cup 2023, qualificazioni: Azzurri verso la doppia sfida con l'Islanda

    L’appuntamento rientra nel cartellone degli eventi sportivi, sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna, per la valorizzazione del territorio e l’attrattività turistica. La squadra del CT Meo Sacchetti è chiamata a fare risultato nel doppio confronto per consolidare la classifica del girone H, che vede in testa la Russia a punteggio pieno dopo i due successi nella “finestra” di novembre proprio contro Azzurri (92-78 a San Pietroburgo) e islandesi (89-65 sempre a San Pietroburgo). La vittoria dell’Italia al Forum di Milano contro i Paesi Bassi (75-73) è stata determinante per agguantare il secondo posto in una graduatoria resa incerta dall’exploit islandese in terra olandese (77-79). Gli Azzurri si ritroveranno a Bologna il 21 febbraio per poi partire il 22 alla volta di Hafnarfjordur, terza città più grande dell’Islanda a una ventina di chilometri dalla Capitale Reykjavík. Sarà la prima volta per la nostra Nazionale sull’isola e la seconda contro la formazione di casa, già affrontata durante la fase a gironi dell’EuroBasket 2015 a Berlino (vittoria 71-64). Ricco di storia invece il rapporto tra la Nazionale e Bologna, in special modo al PalaDozza, inaugurato (con la denominazione PalaAzzarita) dall’Italbasket il 12 settembre 1956 contro la Polonia (70-54).In tutto 26 partite giocate a Basket City (due alla Sala Borsa nel 1947 contro la Francia e nel 1954 contro la Spagna) con un bilancio di 13 vittorie e 13 sconfitte. L’ultima il 14 settembre 2018, quando l’Italia batté ancora la Polonia 101-82 nelle qualificazioni al Mondiale 2019.  

    INFO TICKETING ITALIA-ISLANDA (PalaDozza Bologna, 27 febbraio – ore 20.30)

    Grandinata Nannetti/Calori 

    20€ intero 

    15€ ridotto Under 14/Over 65

    Omaggio Under 6 

    Distinti Graziano/Azzarita 

    30€ intero 

    25€ ridotto Under 14/Over 65

    Omaggio Under 6 

    Tribuna/Poltronissima Graziano/Azzarita 

    50€ intero 

    45€ ridotto Under 14/Over 65

    Omaggio Under 6 

    Parterre Azzarita/Graziano 100€

    In base alle disposizioni nazionali in vigore per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e alle ordinanze del Ministro della Salute, sarà consentito accedere all’evento esclusivamente ai possessori di green pass “rafforzato”.

    Il calendario del girone H

    26 novembre 2021

    Paesi Bassi-Islanda 77-79

    Russia-Italia 92-78

    29 novembre 2021

    Italia-Paesi Bassi 75-73

    Russia-Islanda 89-65

    La classifica*

    Russia 4 (2/0)

    Italia 3 (1/1)

    Islanda 3 (1/1)

    Paesi Bassi 2 (0/2)

    *FIBA assegna due punti per la vittoria e uno per la sconfitta

    24 febbraio 2022

    Islanda-Italia

    Russia-Paesi Bassi

    27 febbraio 2022

    Italia-Islanda

    Paesi Bassi-Russia

    1° luglio 2022

    Islanda-Paesi Bassi

    Italia-Russia

    4 luglio 2022

    Paesi Bassi-Italia

    Islanda-Russia

    Tutte le finestre

    Prima fase

    1 – 22/30 novembre 2021

    2 – 21 febbraio/1° marzo 2022

    3 – 27 giugno/5 luglio 2022

    Seconda fase

    1 – 22/30 agosto 2022

    2 – 7/15 novembre 2022

    3 – 20/28 febbraio 2023

    Tutti i gironi

    Gruppo A

    Serbia, Slovacchia, Belgio, Lettonia

    Gruppo B

    Bielorussia, Gran Bretagna, Grecia, Turchia

    Gruppo C

    Croazia, Svezia, Finlandia, Slovenia

    Gruppo D

    Israele, Germania, Estonia, Polonia

    Gruppo E

    Francia, Portogallo, Ungheria, Montenegro

    Gruppo F

    Bosnia Erzegovina, Lituania, Bulgaria, Repubblica Ceca

    Gruppo G

    Georgia, Macedonia del Nord, Spagna, Ucraina

    Gruppo H

    Russia, Paesi Bassi, Islanda, Italia

    Il format del Mondiale 2023

    Per la prima volta nella storia, il Mondiale FIBA si disputerà in più di una nazione. Le trentadue squadre qualificate (12 dall’Europa, 8 dall’Asia-Oceania, 7 dalle Americhe e 5 dall’Africa) saranno divise in otto gruppi da quattro squadre ciascuno che si affronteranno con la formula del girone all’italiana. Le prime due classificate di ogni girone accederanno alla seconda fase, dove verranno divise in quattro gruppi da quattro squadre ciascuno che si affronteranno in un girone all’italiana. Le prime due classificate di ogni girone si sfideranno poi dai quarti alle finali. La fase a gironi si svolgerà nelle città di Okinawa (Giappone), Jakarta (Indonesia), Bocaue, Quezon City, Pasay e Pasig (municipalità di Manila). Nella capitale delle Filippine si svolgerà anche la fase finale del torneo. Giappone e Filippine sono qualificati come Paesi ospitanti (disputeranno le qualificazioni fuori classifica). Sub judice la qualificazione automatica dell’Indonesia, terzo Paese ospitante: la squadra otterrà il pass solo se finirà tra le prime otto formazioni della FIBA Asia Cup, che si disputerà nel luglio 2022 proprio a Jakarta.

    La strada verso i Giochi Olimpici di Parigi 2024

    Dal Mondiale 2023 sarà possibile qualificarsi per l’Olimpiade dell’anno successivo a Parigi. Classifica finale del Mondiale alla mano, accedono direttamente ai Giochi le prime due squadre europee, le prime due squadre delle Americhe e le prime Nazionali meglio piazzate di Africa, Asia e Oceania. Le sedici rimanenti squadre più due ulteriori team per ogni Continente daranno vita a quattro tornei pre olimpici da sei squadre ciascuno. Solo le vincenti di ogni torneo voleranno a Parigi. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, con Curry e Thompson è di nuovo Golden State! Bene Minnesota

    TORINO – Nelle due partite della notte Nba, guidati da Steph Curry e Klay Thompson, i Warriors hanno vinto senza forzare (102-86) contro i Pistons, mentre i Timberwolves hanno prevalso di misura (112-110) in casa dei Knicks. Nella sua quinta partita in due anni e mezzo, a causa di due gravi infortuni (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, poi del tendine d’Achille destro), Thompson ha segnato 21 punti (3 assist, 3 rimbalzi). Con lui in campo anche Curry, al rientro dopo un piccolo problema alla mano, può godere di maggiore libertà e ne ha approfittato raccogliendo 18 punti (8 assist), senza giocare l’ultimo quarto. Golden State consolida così il suo secondo posto a Ovest, dietro a Phoenix. Tra i Pistons buona prova della riserva Rodney McGruder (29 punti), male invece il numero uno dell’ultimo draft, il rookie Cade Cunningham (8 punti).  Nell’altro match della notte Nba, a New York i Timberwolves hanno avuto la meglio sui Knicks, trascinati da Karl-Anthony Towns (20 punti), che ha riportato in vantaggio la sua squadra a 29,3 secondi dalla fine (111-109). Nel finale è stato Kemba Walker, tornato dopo aver saltato nove partite a causa di un infortunio al ginocchio sinistro, a mantenere in partita i Knicks con 10 punti (19 in totale), ma Minnesota aveva le risorse, con Anthony Edwards (21 punti) e D’Angelo Russell (17 punti), per strappare questa sesta vittoria in otto partite e salire al settimo posto all’Ovest (record identico a quello dei Lakers, ottavi).
    Risultati Nba
    Questi i risultati delle gare Nba nella notte italiana:

    New York Knicks vs. Minnesota Timberwolves 110-112
    Golden State Warriors vs. Detroit Pistons 102-86  LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Golden State batte Detroit! Minnesota ok contro New York

    ROMA – Vince in casa e senza difficoltà Golden State, che batte 102-86 Detroit con i 21 punti di Klay Thompson, i 19 di Andrew Wiggins e i 18 (con 8 assist) di Stephen Curry, al rientro dopo un piccolo problema alla mano. Doppia doppia da 12 punti e 10 rimbalzi per Jonathan Kuminga. McGruder è invece il più prolifico dei Pistons con 19 punti, mentre registrano due doppie doppie Diallo (16 punti e 13 rimbalzi) e Stewart (14 punti e 11 rimbalzi). Nell’altro match della notte Nba Minnesota si impone 112-110 a New York con i 21 punti di Anthony Edwarsds, i 20 di Karl-Anthony Towns e i 17 di D’Angelo Russell. Arrivano poi dalla panchina anche i 14 di Nowell e i 10 di Beasley. Nonostante i 27 punti di Evan Fournier e la tripla doppia soltanto sfiorata da Julius Randle che chiude con 21 punti, 9 rimbalzi e altrettanti assist, devono arrendersi i Knicks. In doppia cifra pure Walker e Barrett, rispettivamente con 19 e 17 punti.
    Nba, i risultati
    Questi i risultati delle gare Nba disputate nella notte italiana:

    New York Knicks vs. Minnesota Timberwolves 110-112
    Golden State Warriors vs. Detroit Pistons 102-86  LEGGI TUTTO

  • in

    Eurocup, Tonut non basta a Venezia. Ko anche Trento

    Il decimo turno dell’Eurocup non regala soddisfazioni alle squadre italiane. La Reyer Venezia di Walter De Raffaele cade al Taliercio per 81-78 contro il Bourg en Bresse. La beffa è firmata Calvin Dorsey Harris, che regala la vittoria ai francesi praticamente a tempo scaduto nonostante la grande prestazione sfoderata da Stefano Tonut, autore di 22 punti. Notte fonda invece per Trento, che incappa nell’ennesima sconfitta europea. Contro gli spagnoli della Joventut Badalona finisce 82-65, con lo slovacco Vladimir Brodziansky autore di 21 punti. LEGGI TUTTO