consigliato per te

  • in

    Nba: Denver passa a Boston, i Lakers crollano contro i Nets

    BOSTON (USA) – Prima sconfitta stagionale tra le mura amiche del TD Garden per i Boston Celtics, primi in classifica nella Eastern Conference ma battuti 102-100 dai Denver Nuggets che vengono trascinati da Nikola Jokic (tripla doppia con 34 punti, 12 rimbalzi e 9 assist) e Jamal Murray, mentre per i californiani Jayson Tatum (22 punti e 8 rimbalzi) fallisce il tiro del possibile pareggio nel finale di una sfida tiratissima. A Boston non bastano i 24 punti di Derrick White e i 21 di Kristaps Porzingis. LEGGI TUTTO

  • in

    Fondazione Laureus Italia e Napoli Basket insieme per i giovani

    L’iniziativa si è articolata in due momenti successivi. Prima la conferenza stampa istituzionale a cui hanno preso parte Daria Braga, Direttrice di Fondazione Laureus Italia, Federico Grassi, Presidente di Napoli Basket, assieme a Giovanni De Nicolao e Tariq Amir Owens, giocatori del Club partenopeo, ed Enrico Crasta, General Manager di Crasta. A fare gli onori di casa, era presente Antonio Bonfitto, Direttore dell’Associazione Obiettivo Napoli, che ha sottolineato l’importanza di questo circolo virtuoso che riesce ad unire diversi partner a supporto di un’esperienza educativa ricca di attività e iniziative, fondamentale per la crescita dei giovani.
    Poi, i ragazzi del centro sono scesi in campo per giocare con i loro idoli, che solitamente ammirano da bordo campo durante le partite della Lega Basket Serie A, condividendo con loro un’esperienza divertente e formativa. Da circa un anno, infatti, un gruppo di ragazzi di Obiettivo Napoli è ospite della squadra partenopea durante i match in casa e assistono con grande passione agli incontri. Oltre all’attività sportiva, non a caso, i percorsi educativi complementari sono importanti nel percorso di maturazione, in questo caso per sviluppare un rapporto sano con il tifo.
    A questo proposito, Daria Braga, la Direttrice di Fondazione Laureus Italia, ha affermato: “Il basket vuole essere proposto come un modello sano di coesione e crescita per i ragazzi del centro che potranno, grazie al canestro che Fondazione Laureus ha inaugurato assieme a Napoli Basket, appassionarsi in maniera attiva a questo sport dopo averlo scoperto in qualità di tifosi”.
    Anche Federico Grassi, Presidente Napoli Basket, ha aggiunto: “Come è accaduto nella scorsa stagione, insieme ai miei soci e a tutto il nostro Club abbiamo fortemente voluto appoggiare l’iniziativa e il progetto Basket For Good in collaborazione con Obiettivo Napoli, che in questa occasione è coincisa con la donazione di un canestro per consentire ai ragazzi di potersi divertire e giocare all’interno di questo bellissimo centro. Siamo contenti che il nostro Social Event Partner Crasta, azienda dell’imprenditore nonché nostro sponsor Enrico Crasta, ci sia stato vicino ed abbia supportato questo importante progetto. La nostra società è molto sensibile alle iniziative sociali. Ci tengo a ringraziare le istituzioni sportive che ci sono sempre vicine in tutte le attività e in questi progetti, in particolare al Presidente della LBA Umberto Gandini e il Presidente FIP della Regione Campania. L’augurio è che questo tipo di iniziative venga ripetuto spesso nel tempo per avvicinare sempre di più lo sport al sociale.”
    Infine, Enrico Francesco Crasta, General Manager di Crasta, ha affermato: “Crediamo nell’esempio come perfetta forma di insegnamento: è necessario che i bambini e le bambine provenienti da realtà complesse sappiano che esistono spazi di possibilità nei quali poter crescere e confrontarsi. Questo è il motivo principale che ci spinge a supportare il lavoro svolto da Obiettivo Napoli: con il progetto Basket For Good, in collaborazione con Fondazione Laureus Italia e Napoli Basket, abbiamo donato canestro e palloni ai giovani ospiti del Centro per dare il nostro concreto contributo alle attività formative svolte dall’Associazione attraverso lo sport come strumento di riscatto e integrazione sociale.”
    L’Associazione Obiettivo Napoli è una delle cinque realtà che aderisce al progetto “CSC-Centri Sportivi di Comunità” delle città di Roma, Napoli e Palermo – cofinanziato da Fondazione Laureus, Impresa Sociale con i Bambini e Play for Change – volto a valorizzare la pratica sportiva come strumento di educazione e inclusione in quartieri in cui disagio sociale, abbandono scolastico precoce e deprivazione economica rendono incerto il futuro dei giovani. L’obiettivo è sostenerli nella quotidianità, ridurre la povertà educativa e supportare la loro crescita umana e motoria, valorizzando le diversità culturali e favorendo l’inclusione verso il mondo della disabilità e dello sport femminile. Tra le proposte dei Centri di Comunità, per esempio, si annoverano calcio, ginnastica artistica, basket, danza e karate, oltre ad attività di sostegno scolastico e iniziative più sperimentali come la sinergia tra Fondazione Laureus e Napoli Basket, che vuole accompagnare la crescita dei giovani attraverso momenti di educazione e condivisione. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Edwards trascina i Wolves. Utah ko, vincono i Knicks

    Continua il testa a testa nella Western Conference tra Minnesota e Oklahoma City. Quarto successo di fila per i Wolves, 118-103 su una Memphis decimata dagli infortuni, con 28 punti (di cui 26 nel secondo tempo) di Anthony Edwards, 17 punti, 10 rimbalzi e 6 stoppate di Rudy Gobert e 17 punti e 10 assist di Mike Conley, col quintetto di coach Finch che accelera nell’ultimo periodo (37-17 di parziale). LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, Hackett show: la Virtus Bologna risorge con l’Asvel

    BOLOGNA – Successo fondamentale per la Virtus Bologna in Eurolega. Nella 22ª giornata della regular season, i bianconeri di coach Banchi tornano al successo dopo due sconfitte consecutive e superano 73-63 l’Asvel: decisivi i 19 punti di Hackett (trascinatore delle ‘Vu-Nere’ a metà ultimo quarto con la Virtus sotto nel punteggio), i 18 di Belinelli e i 12 di Cordinier. Al Lyon-Villeurbanne non bastano le doppie doppie di Fall (17 punti e 12 rimbalzi) e Lee (14 punti e 12 assist). La Virtus torna così al secondo posto, in coabitazione con il Barcellona sconfitto a Istanbul: i blaugrana (inutili i 18 punti di Hernangomez) vengono travolti 98-74 dall’Efes, trascinato dalle prestazioni sontuose di Beaubois (21 punti) e Pleiss (17). LEGGI TUTTO

  • in

    Celtics ok contro i Raptors, LeBron e Davis trascinano i Lakers

    Ben undici le partite disputate nella notte Nba, con i leader della lega Boston Celtics che superano in trasferta i Toronto Raptors per 105-96 grazie ai 22 punti e 7 assist di Jrue Holiday e ai 19 con 14 rimbalzi di Jayson Tatum. Tornano alla vittoria i LA Lakers che battono gli Oklahoma City Thunder per 112-105 con 27 punti e 15 rimbalzi di Anthony Davis e 25 di LeBron James. Vittoria per gli Utah Jazz di Simone Fontecchio che battono nettamente gli Indiana Pacers 132-105, per l’azzurro 8 punti, 4 rimbalzi e 2 assist in 24 minuti di gioco.
    Orlando ok, Banchero domina i Knicks
    Gli Orlando Magic superano i New York Knicks per 98-94 grazie ai 20 punti di Paolo Banchero. Serve un tempo supplementare, invece, ai Miami Heat per battere i Brooklyn Nets per 96-95 con 32 punti di Jimmy Butler. Successo per i Philadelphia 76ers sugli Houston Rockets per 124-115 con 41 punti e 10 rimbalzi di Joel Embiid, mentre i Dallas Mavericks si impongono sui New Orleans Pelicans 125-120 con 42 punti di Kyrie Irving. Nelle altre partite, i i Memphis Grizzlies superano i Golden State Warriors per 116-107 mentre i Cleveland Cavaliers battono i Chicago Bulls 109-91, gli Atlanta Hawks superano i San Antonio Spurs per 109-99 (26 punti di Victor Wembanyama) e infine i Detroit Pistons battono i Washington Wizards per 129-117. LEGGI TUTTO

  • in

    Bufera sul tecnico di Miami: divorzia, e il club gli offre 120 milioni

    Una vera e propria bufera mediatica si è abbattuta contro Erik Spoelstra. Il tecnico degli Heat ha rinnovato il suo contratto per i prossimi otto anni, per una cifra complessiva di 120 milioni. Il più alto mai firmato da un allenatore nella storia della NBA. Spoelstra guida Miami dal 2008, ha raggiunto sei finali Nba ed ha vinto due titoli: nel 2012 e nel 2013. A far discutere, più che la cifra, è la modalità con la quale è stato annunciato il rinnovo: pochi giorni dopo l’annuncio ufficiale del divorzio tra Spoeltra e l’ex moglie Nikki, ex cheerleader degli Heat, alla quale era legato da 7 anni di matrimonio. LEGGI TUTTO

  • in

    Il passato che torna e Jefferson, l’equilibratore

    Ai meno giovani (eufemismo) la notizia del ritorno della Simmenthal a Milano, avrà spalancato la porta dei ricordi. Era il 1956 quando il famoso marchio fece il suo esordio come sponsor dell’Olimpia aprendo un’era che portò nella città lombarda la prima Coppa del Campioni e dieci scudetti, e regalando 17 anni di sfide epiche con la grande Varese. Quel marchio fece le fortune delle Scarpette Rosse, ma indicò anche e soprattutto ad altri prestigiosi marchi la strada della sponsorizzazione nel mondo del basket. Chissà che oggi il suo ritorno, seppure come uno degli sponsor sulle maglie dell’Armani, non convinca altri a dar vita ad un’operazione nostalgia rientrando nella pallacanestro italiana. Una mera utopia? Forse. LEGGI TUTTO

  • in

    Gallinari senza pace: Washington lo manda a Detroit. Ma c’è un problema

    Danilo Gallinari si prepara ad un nuovo cambio maglia. Secondo quanto riportato Adrian Wojnarowski della “Espn”, c’è un accordo tra Detroit e Washington, che stanno per chiudere una trade che include anche il 35enne lungo di Sant’Angelo Lodigiano. Lo scambio include il Gallo, con un contratto da 6,8 milioni di dollari in scadenza a fine stagione, che  andrebbe a Detroit assieme a Mike Muscala. Ai Wizards, invece, andrebbero Marvin Bagley, Isaiah Livers e due scelte al secondo giro dei draft del 2025 e del 2026. LEGGI TUTTO