consigliato per te

  • in

    Torna la Serie A, Gandini: “Sarà un campionato di altissimo livello”

    BOLOGNA – Il basket italiano è pronto a ripartite dopo un esaltante europeo disputato dagli Azzurri. Questa mattina a Bologna è stata presentata la nuova stagione agonistica che partirà con l’assegnazione della Supercoppa prima dell’avvio del campionato di Serie A. Il campionato inizierà sabato prossimo, con la sfida tra Universo Treviso-Reggiana (20.30). Domenica andrà in scena il resto della prima giornata con Derthona-Trento (17.00), Verona-Brindisi (17.30), Olimpia Milano-Brescia (18.15), Venzia-Scafati (18.30), Trieste-Pesaro (19.00), Varese-Dinamo Sassari (19.30) e Napoli-Virtus Bologna (20.30).

    Si parte con la Supercoppa

    La Supercoppa Italiana aprirà la stagione 2022-23. Appuntamento al PalaLeonessa di Brescia dove – mercoledì e giovedì prossimo – verrà assegnato il primo trofeo dell’anno con la formula della Final Four. L’Olimpia Milano, la Virtus Bologna, la Bertram Tortona e la Dinamo Sassari si contenderanno la Supercoppa Italiana. Il 28 Settembre (alle 18) è in programma Tortona-Sassari, alle 20.45 andrà in scena l’altra semifinale Olimpia Milano-Virtus Bologna. Il giorno successivo – giovedì 29 settembre – le vincitrici si sfideranno sul parquet alle 20.45 per l’assegnazione del titolo.

    Le parole del Presidente Petrucci

    “Noi vorremmo trasmettere le nostre partite in chiaro – ha ammesso il presidente della Federbasket Giovanni Petrucci – ma se quando si fanno le gare vincono altri, invece della RAI, non possiamo fare altro. L’entusiasmo riscontrato agli Europei dimostra che tante volte si fanno critiche eccessive per delle virgole: cerchiamo di prendere il buono dalle squadre di serie A. Eravamo sesti nel ranking in Europa, ora siamo terzi: vuole dire che i nostri dirigenti e le nostre società hanno lavorato moltissimo”.

    La garanzia del presidente di Lega

    “Sarà un campionato di altissimo livello – sottolinea il presidente della Lega Basket Umberto Gandini – è una stagione importante, mi auguro che sia normale dal punto di vista logistico. La pandemia ha fatto tanto male alle nostre società , che sono riuscite a resistere e si presentano ai nastri con grande passione e voglia di ben figurare”. Il presidente di Lega ha inoltre speso parole importanti per chi – come i broadcaster – ha voluto investire sul basket italiano. “Tutte le tv in qualche modo ci seguiranno – ha sottolineato Gandini – ringrazio Eleven che ha investito tanto, e con cui cominceremo la collaborazione con un accordo di tre anni, poi vedremo. Li ringrazio per aver applicato i dettami della legge Melandri, cioè un accordo con Eurosport per avere un’offerta globale sul mercato pay. Poi ho voluto mettere l’accento sulle partite in chiaro perché per crescere, il nostro sport, deve anche essere visibile”.

    Il basket in tv

    Tutte le partite del campionato di Serie A di pallacanestro verranno trasmesse sulla piattaforma Eleven. Una delle sfide di ogni singola giornata verrà proposta in chiaro su Dmax, canale 52 del digitale terrestre. Una volta al mese – dal 2 ottobre – la domenica pomeriggio (alle 18.10) Canale 9 trasmetterà in chiaro la migliore partita della giornata. La stessa emittente Canale 9 si è assicurata i diritti per le semifinali e la finale di Coppa Italia e – in chiaro – tutte le partite play off di basket. Per quanto riguarda i diritti all’estero, Infront sarà il distributore della Legabasket nel mondo. LEGGI TUTTO

  • in

    Torna la Serie A, Petrucci: “Ripartiamo dall'entusiasmo degli Europei”

    BOLOGNA – Il basket italiano è pronto a ripartite dopo un esaltante europeo disputato dagli Azzurri. Questa mattina a Bologna è stata presentata la nuova stagione agonistica che partirà con l’assegnazione della Supercoppa prima dell’avvio del campionato di Serie A. Il campionato inizierà sabato prossimo, con la sfida tra Universo Treviso-Reggiana (20.30). Domenica andrà in scena il resto della prima giornata con Derthona-Trento (17.00), Verona-Brindisi (17.30), Olimpia Milano-Brescia (18.15), Venzia-Scafati (18.30), Trieste-Pesaro (19.00), Varese-Dinamo Sassari (19.30) e Napoli-Virtus Bologna (20.30).

    Si parte con la Supercoppa

    La Supercoppa Italiana aprirà la stagione 2022-23. Appuntamento al PalaLeonessa di Brescia dove – mercoledì e giovedì prossimo – verrà assegnato il primo trofeo dell’anno con la formula della Final Four. L’Olimpia Milano, la Virtus Bologna, la Bertram Tortona e la Dinamo Sassari si contenderanno la Supercoppa Italiana. Il 28 Settembre (alle 18) è in programma Tortona-Sassari, alle 20.45 andrà in scena l’altra semifinale Olimpia Milano-Virtus Bologna. Il giorno successivo – giovedì 29 settembre – le vincitrici si sfideranno sul parquet alle 20.45 per l’assegnazione del titolo.

    Le parole del Presidente Petrucci

    “Noi vorremmo trasmettere le nostre partite in chiaro – ha ammesso il presidente della Federbasket Giovanni Petrucci – ma se quando si fanno le gare vincono altri, invece della RAI, non possiamo fare altro. L’entusiasmo riscontrato agli Europei dimostra che tante volte si fanno critiche eccessive per delle virgole: cerchiamo di prendere il buono dalle squadre di serie A. Eravamo sesti nel ranking in Europa, ora siamo terzi: vuole dire che i nostri dirigenti e le nostre società hanno lavorato moltissimo”.

    La garanzia del presidente di Lega

    “Sarà un campionato di altissimo livello – sottolinea il presidente della Lega Basket Umberto Gandini – è una stagione importante, mi auguro che sia normale dal punto di vista logistico. La pandemia ha fatto tanto male alle nostre società , che sono riuscite a resistere e si presentano ai nastri con grande passione e voglia di ben figurare”. Il presidente di Lega ha inoltre speso parole importanti per chi – come i broadcaster – ha voluto investire sul basket italiano. “Tutte le tv in qualche modo ci seguiranno – ha sottolineato Gandini – ringrazio Eleven che ha investito tanto, e con cui cominceremo la collaborazione con un accordo di tre anni, poi vedremo. Li ringrazio per aver applicato i dettami della legge Melandri, cioè un accordo con Eurosport per avere un’offerta globale sul mercato pay. Poi ho voluto mettere l’accento sulle partite in chiaro perché per crescere, il nostro sport, deve anche essere visibile”.

    Il basket in tv

    Tutte le partite del campionato di Serie A di pallacanestro verranno trasmesse sulla piattaforma Eleven. Una delle sfide di ogni singola giornata verrà proposta in chiaro su Dmax, canale 52 del digitale terrestre. Una volta al mese – dal 2 ottobre – la domenica pomeriggio (alle 18.10) Canale 9 trasmetterà in chiaro la migliore partita della giornata. La stessa emittente Canale 9 si è assicurata i diritti per le semifinali e la finale di Coppa Italia e – in chiaro – tutte le partite play off di basket. Per quanto riguarda i diritti all’estero, Infront sarà il distributore della Legabasket nel mondo. LEGGI TUTTO

  • in

    Basket, Mondiali donne: record di punti per gli Usa contro la Corea del Sud

    Gli Stati Uniti hanno battuto il record di punti nella storia dei Mondiali di basket femminile in corso a Sydney in Australia, segnando 145 punti contro la Corea del Sud, due in più rispetto al precedente primato di 32 anni fa. Le americane, già qualificate ai quarti di finale, hanno vinto 145-69 nel quarto match del Girone A, cancellando così il record del Brasile del 1990 (143-50 contro la Malesia). Da record anche le statistiche del match con i 56 rimbalzi degli Usa contro i 20 dei coreani. LEGGI TUTTO

  • in

    Pallacanestro Trieste: Tac ok per Bartley, accertamenti per Pacher

    Per la Pallacanestro Trieste arrivano buone notizie dall’infermeria per quanto riguarda Frank Bartley, la cui Tac alla testa ha dato esito negativo. Bartley sarà rivalutato dai medici nella giornata di lunedì 26 settembre e se non ci saranno controindicazioni riprenderà a lavorare con la squadra da martedì 27. Inoltre, il club ha reso noto che anche AJ Pacher sarà sottoposto ad accertamenti strumentali alla spalla sinistra, dolorante dopo un forte contatto di gioco subìto sabato 24 nella sfida con Treviso al ‘Palacornaro’. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Celtics: coach Udoka sospeso per relazione con un membro dello staff

    Il coach dei Boston Celtics Ime Udoka è stato sospeso dal club per l’intera stagione Nba 2022-2023 in seguito a “violazioni delle politiche di squadra”. Secondo ESPN e The Athletic, Udoka avrebbe avuto una relazione “consensuale e intima con una componente del suo staff in violazione delle regole di condotta”. Come comunicato dal club, la sospensione ha effetto immediato, senza specificare quali fossero le violazioni. La pesantissima decisione arriva a pochi giorni dal ritiro preseason dei Celtics. Prima di assumere la guida della squadra a giugno 2021, Udoka è stato assistente allenatore a San Antonio, Philadelphia e Brooklyn. Boston aveva concluso la scorsa stagione con una serie di sconfitte ma nello scorso giugno ha conquistato le finali NBA per la prima volta dal 2010. Riguardo la situazione, Udoka ha dichiarato a ESPN: “Voglio scusarmi con i nostri giocatori, i nostri fan, l’intera struttura dei Celtics e la mia famiglia per averli delusi. Mi dispiace mettere la squadra in questa situazione difficile e accetto la decisione della squadra”.Sullo stesso argomentoNba, razzismo e sessismo: proprietario dei Suns sospeso un annoNBA LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, relazione con un membro dello staff: sospeso il coach dei Celtics

    I Boston Celtics hanno sospeso l’allenatore Ime Udoka per l’intera stagione NBA 2022-23 a causa di “violazioni delle politiche di squadra”. L’allenatore 45enne, secondo i media ESPN e The Athletic, avrebbe avuto una relazione “consensuale e intima con una componente del suo staff in violazione delle regole di condotta”. La società, in una nota, precisa che “la sospensione ha effetto immediato”. I Celtics non hanno specificato quali fossero le presunte violazioni. La punizione, una delle più dure mai inflitte a un allenatore della NBA, arriva a pochi giorni dal ritiro preseason dei Celtics. Udoka è stato assistente allenatore a San Antonio, Philadelphia e Brooklyn prima di assumere la guida dei Celtics nel giugno 2021. Boston aveva concluso la scorsa stagione con una serie di sconfitte ma nello scorso giugno ha conquistato le finali NBA per la prima volta dal 2010. In una dichiarazione ottenuta da ESPN, Udoka ha affermato di aver accettato la decisione dei Celtics. “Voglio scusarmi con i nostri giocatori, i nostri fan, l’intera struttura dei Celtics e la mia famiglia per averli delusi”, ha detto. “Mi dispiace mettere la squadra in questa situazione difficile e accetto la decisione della squadra”.Sullo stesso argomentoNBANba, proprietario dei Suns accusato di razzismo e sessismo: sospeso un anno LEGGI TUTTO