consigliato per te

  • in

    Challenger Cup femminile: Belgio e Croazia sono le due finaliste

    Di Redazione Il Belgio per conservare il suo posto nella VNL, la Croazia per entrare nell’elite della pallavolo mondiale: sarà una finale tutta europea quella della Challenger Cup femminile, che si giocherà domenica alle 20 a Zara e che metterà in palio la qualificazione alla Volleyball Nations League 2023. Le belghe hanno avuto la meglio in semifinale sulla sorpresa Colombia (che aveva eliminato la Francia), mentre le padrone di casa si sono imposte su Portorico, sempre con il punteggio di 3-1. La sfida tra Belgio e Colombia è stata all’insegna dell’equilibrio per tre set, per poi svoltare nettamente a favore delle europee nel quarto: a deciderla, ancora una volta, Britt Herbots, autrice di 34 punti (peraltro con ben 77 palloni attaccati), spalleggiata da Marlies Janssens con i “soliti” 4 muri. Più netto – nonostante un primo set chiuso ai vantaggi – il predominio della Croazia su Portorico, che faceva il suo esordio nella competizione, avendo saltato i quarti di finale per il ritiro del Camerun: 19 muri-punto, di cui 8 di una scatenata Bozana Butigan, hanno trascinato la squadra organizzatrice insieme ai 25 punti di Samanta Fabris, mentre alle caraibiche non sono bastati i 15 centri di Enright e i 14 di Abercrombie. CHALLENGER CUP FEMMINILESemifinaliColombia-Belgio 1-3 (25-21, 20-25, 21-25, 16-25)Croazia-Portorico 3-1 (26-24, 25-17, 23-25, 25-17) Finale 3° postoColombia-Portorico dom 31/7 ore 17 Finale 1° postoCroazia-Belgio dom 31/7 ore 20 (fonte: Volleyball World) LEGGI TUTTO

  • in

    Challenger Cup femminile: Belgio e Croazia si qualificano alle semifinali

    Di Redazione Continua per Belgio e Croazia il sogno di partecipare alla prossima VNL femminile. Nella prima giornata della Challenger Cup femminile a Zara le due nazionali europee hanno vinto i rispettivi quarti di finale: le belghe – che difendono il loro posto in Volleyball Nations League, dopo il penultimo posto di quest’anno – hanno superato in tre set la Repubblica Ceca, con 23 punti di Britt Herbots e 13 di Marlies Janssens, mentre le padrone di casa si sono imposte con lo stesso punteggio sul Kazakhstan, grazie anche al rientro da protagonista di Samanta Fabris (19 punti con il 56% in attacco). La Croazia incontrerà Portorico nella semifinale di sabato 30 luglio: le caraibiche, infatti, si sono qualificate senza giocare grazie al ritiro del Camerun (per le difficoltà nell’ottenimento dei visti). Manca quindi da disputare soltanto l’ultimo quarto di finale, quello di oggi alle 17 tra Colombia e Francia, da cui uscirà l’avversaria del Belgio. CHALLENGER CUP FEMMINILEQuarti di finaleBelgio-Repubblica Ceca 3-0 (25-18, 25-23, 25-15)Croazia-Kazakhstan 3-0 (25-20, 25-15, 25-20)Portorico-Camerun 3-0 a tavolinoColombia-Francia ven 29/7 ore 14 Semifinali sab 30/7 ore 17 e 20Finale per il terzo posto dom 31/7 ore 17Finale per il primo posto dom 31/7 ore 20 (fonte: Fivb.com) LEGGI TUTTO

  • in

    Prima sconfitta per gli azzurrini nel torneo WEVZA Under 18

    Di Redazione Prima battuta d’arresto per la nazionale Under 18 maschile nel torneo WEVZA di categoria in corso in Francia, a Pont-à-Mousson: ieri sera gli azzurrini di Michele Zanin sono stati sconfitti per 0-3 dai pari età del Belgio. Rispetto alle partite precedenti, quando l’Italia si è imposta per 3-0 sulla Spagna e la Germania, gli azzurri sono stati meno incisivi in battuta e hanno commesso qualche errore in più. Anche nel corso del match di ieri il tecnico Zanin ha dato spazio in campo a tutti e 12 gli atleti a disposizione. Un altro importante test per provare diverse soluzioni di gioco in vista dei Campionati Europei di categoria in programma dal 9 al 17 luglio a Tbilisi, in Georgia. Oggi gli azzurrini torneranno in campo alle 16.30 per il penultimo match del torneo contro i padroni di casa della Francia; le partite sono trasmesse in diretta streaming sul canale YouTube della Federazione francese. Italia-Belgio 0-3 (21-25, 18-25, 21-25)Italia: Bristot 5, Russello, Barotto 2, Magliano 9, Miraglia 5, Selleri; Bonisoli (L), Filippelli 7, Pozzebon, Agapitos 3, Morazzini, Carpita 5. All. Zanin.Belgio: Ponseele 4, Van Looveren 11, Lips 4, De Vleeschhauwer 8, Verwimp 9, Spiessens 6; Verwimp (L), Maerten. Ne: Van Alboom, Roelens, Vleeschouwers, Lechien, Wolters, Buss. All. Moyaert.Note: Durata set: 22’, 20’, 25’. Italia: 2 a, 16 bs, 3 mv, 33 et. Belgio: 3 a, 19 bs, 8 mv, 24 et. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    VNL femminile: USA e Cina non fanno sconti a Bulgaria e Belgio

    Di Redazione Si confermano tra le squadre da battere USA e Cina anche nella seconda settimana della VNL femminile. L’esordio nella tappa di Quezon City (Filippine) è senza macchia per entrambe le nazionali: le statunitensi regolano in tre set la Bulgaria, mentre le asiatiche strapazzano un Belgio decimato dal Covid-19. La squadra di Kiraly, per l’occasione, ritrova tra le titolari Danielle Cuttino (12 punti) e Kelsey Robinson (14), e ottiene il massimo dal duo delle centrali: 21 punti in due per Hannah Tapp e Haleigh Washington, con la neo-giocatrice di Scandicci che sigla anche 4 muri e 2 ace. La Cina, che con questa vittoria riconquista il secondo posto a spese della Thailandia, chiude con un bilancio di 10 muri a zero: tre sono di Gong Xiangyu, che è di gran lunga la top scorer del match con 19 punti. Non un caso, visto che dall’altra parte Vande Broek è stato obbligato a utilizzare fuori ruolo la giovane Stien Goris al fianco dell’ancor più giovane Anna Koulberg, a causa dell’assenza contemporanea delle centrali Janssens e Lemmens. Stanotte si torna in campo a Brasilia con la sfida tra le ultime due della graduatoria, Repubblica Dominicana e Corea del Sud, e il big match Brasile–Turchia; alle 5 del mattino italiane un altro incontro molto interessante nelle Filippine, quello tra Polonia e Thailandia. LA SITUAZIONEPool 3: Olanda-Germania 1-3 (20-25, 19-25, 25-12, 22-25); Serbia-Italia 1-3 (25-21, 14-25, 15-25, 20-25). Prossimo turno: Rep.Dominicana-Corea del Sud mer 15/6 ore 23; Brasile-Turchia gio 16/6 ore 2.Pool 4: Bulgaria-USA 0-3 (20-25, 22-25, 20-25); Cina-Belgio 3-0 (25-19, 25-22, 25-24). Prossimo turno: Polonia-Thailandia gio 16/6 ore 15; Canada-Belgio gio 16/6 ore 9; Bulgaria-Giappone gio 16/6 ore 13.Classifica generale: Giappone 5 vittorie (14 punti); Cina 4 (13); USA 4 (12); Thailandia 4 (11); USA, Turchia, Brasile, Serbia, Italia e Polonia 3 (9); Germania 2 (8); Canada 2 (6); Belgio e Bulgaria 1 (2); Olanda 0 (2); Rep.Dominicana e Corea del Sud 0 (0). (fonte: Volleyball World) LEGGI TUTTO

  • in

    Quattro giocatrici positive al Covid: Belgio in emergenza per la seconda tappa di VNL

    Di Redazione Emergenza per il Belgio in vista della seconda settimana di gare di VNL femminile: la nazionale di Gert Vande Broek, in partenza per le Filippine, deve fare i conti con quattro casi di positività al Covid-19 nel roster selezionato per la tappa. Il Coronavirus ha messo fuori gioco tre giocatrici chiave come Marlies Janssens, Nathalie Lemmens ed Elise Van Sas, a cui si è poi aggiunta anche Helena Gilson; il CT belga ha quindi convocato all’ultim’ora le giovani Anna Koulberg al centro e Stien Goris come schiacciatrice. “Non ci arrendiamo – ha detto Vande Broek – ma c’è molta paura che anche altre giocatrici risultino positive. Perdo pedine molto preziose, e soprattutto spero che non ci siano altri casi“. (fonte: HLN) LEGGI TUTTO

  • in

    Prima vittoria per l’Italia alla VNL: Nwakalor stende il Belgio in rimonta

    Di Redazione Arriva la prima vittoria per l’Italia nella pool di Ankara della VNL femminile: le azzurre si impongono per 3-1 in rimonta sul Belgio, riscattando la sconfitta subita all’esordio contro la Turchia. L’avvio è ancora molto difficile per la formazione di Davide Mazzanti, che dopo il primo set perso cambia formazione lanciando tra le titolari Alessia Gennari. Gli effetti sono immediati: più solide in ricezione e più efficaci in attacco, le azzurre dominano il secondo set e, malgrado qualche patema di troppo, portano a casa anche il terzo e il quarto. La partita contro le belghe segna la grande rivincita di Sylvia Nwakalor, assoluta protagonista del match con 29 punti (52% in attacco) tra cui i tre attacchi di fila che chiudono l’incontro sul 22-20 del quarto set. Molto bene al suo fianco anche Elena Perinelli (16) e Ofelia Malinov. Dall’altra parte cala alla distanza Britt Herbots, incontenibile nell’avvio di gara, che comunque mette a tabellino 26 punti; un problema per le azzurre anche i muri di Lemmens e Van Avermaet. Domani, alle 15, l’Italia tornerà in campo contro l’Olanda (diretta Sky Sport e Volleyball World TV), che oggi ha perso la sua seconda partita cedendo al tie break alla Bulgaria. I SESTETTI – Mazzanti conferma la formazione scesa in campo all’esordio contro la Turchia: Malinov in palleggio, Nwakalor opposta, Chirichella e Bonifacio al centro, Degradi e Perinelli schiacciatrici e De Gennaro libero. Cambia invece il Belgio, che lascia fuori a sorpresa Janssens: nel sestetto Van De Vyver come regista, Martin opposta, Van Avermaet e Lemmens centrali, Herbots e Van Gestel in post 4, Rampelberg libero. 1° SET – La gara inizia nel segno di Sylvia Nwakalor, che con tre attacchi vincenti e un muro su Van Gestel costruisce da sola il 4-2. L’errore di Degradi tiene però il Belgio in parità (4-4) e sul servizio di Herbots sono le avversarie a staccarsi: dal 7-6 al 7-10, con punto finale proprio per l’ex Novara. Le azzurre restano in scia, ma non recuperano e un altro turno di battuta, stavolta di Van Gestel, mette in difficoltà la ricezione per il nuovo allungo del 10-14: Enweonwu prende il posto di Degradi. Sempre Nwakalor prova a scuotere le sue (ace per il 12-14), ma Herbots tiene avanti il Belgio (14-17) e quando sbaglia anche l’opposta il time out è inevitabile (17-21). Tutti i palloni ora sono per Herbots (18-22, 19-23), che si procura 4 set point: al secondo tentativo chiude l’errore in battuta di Bosio (21-25). 2° SET – Si riparte con Gennari in sestetto al posto di Degradi. L’avvio è ancora nel segno di Nwakalor, con due attacchi e un ace per il 3-1, poi salgono in cattedra la nuova entrata (5-3) e Perinelli, che realizza il servizio vincente del 7-3. Dall’8-5 arriva un altro break che fa volare le azzurre fino al 13-5, con le firme ben visibili di Gennari e Nwakalor. Il Belgio ora non riesce più a pungere al servizio e l’Italia domina: attacco di Bonifacio e muro di Chirichella per il 16-7. Quando sbaglia anche Van Avermaet il CT Vande Broek chiama time out (18-10), ottenendo una reazione da Herbots e proprio dalla centrale (19-14). Mazzanti ferma il gioco, al rientro Herbots recupera ancora un punto (20-16), ma Nwakalor permette alle azzurre di mantenere un vantaggio più che rassicurante (22-16) e si procura ben 6 set point; si chiude con l’errore in battuta di Martin per il 25-19. 3° SET – Formazione confermata per le azzurre, che partono ancora forte con Nwakalor (3-1); la battuta di Van de Vyver, però, rimette subito in parità le belghe. Due errori avversari consegnano il 7-4 all’Italia, che conferma il vantaggio con Nwakalor (9-6, 10-7) e Perinelli (11-8). Il Belgio si fa minaccioso con il muro di Lemmens (12-11), ma il block di Chirichella e l’ace di Perinelli riportano le azzurre a più 3 (15-12), costringendo Vande Broek al time out. Al rientro arriva la rimonta: dal 16-13 al 16-16 con l’errore di Gennari e il muro vincente di Van Avermaet, e stavolta è Mazzanti a fermare il gioco. Il muro di Bonifacio riporta subito avanti le azzurre (18-16), ma ancora Lemmens a muro ristabilisce la parità (20-20) e arriva anche il sorpasso firmato Herbots. Dentro Mazzaro per Chirichella, il finale è in volata (22-22): Herbots, con un raro errore, concede due set point, Martin annulla il primo, ma proprio Mazzaro a muro firma il 25-23. 4° SET – Scambio di cortesie iniziale tra Van Avermaet e Nwakalor (2-2), poi Chirichella sigla il primo break (4-2) e Herbots le dà una grossa mano con due errori consecutivi per il 6-2. Perinelli colpisce per il 7-3, Herbots sbaglia ancora; dal 9-6 l’Italia dilaga, piazzando un altro parziale di 4-0 sul servizio di Gennari (che realizza anche un ace). Bonifacio e l’errore di Van Avermaet portano il punteggio sul 15-7, obbligando il CT belga a chiamare time out; Herbots ne esce alla grande, con attacco e muro, e il servizio di Van Avermaet fa il resto per il 15-10. Anche Mazzanti ferma il gioco e Perinelli toglie momentaneamente le azzurre dai pasticci, ma l’errore di Nwakalor accorcia ancora le distanze (16-12). Il muro di Malinov e la stessa Nwakalor (20-14) riportano le azzurre a quella che sembra una distanza di sicurezza, ma non basta ancora: l’attacco out dell’opposta e due ace consecutivi di Martin valgono l’incredibile 20-18. Ancora Herbots tiene in scia le sue (22-20), Nwakalor firma due vincenti consecutivi per il 24-20 ed è sempre lei a chiudere con il mani out del 25-20. Belgio-Italia 1-3 (25-21, 19-25, 23-25, 20-25)Belgio: Van Sas, Herbots 26, Lemmens 8, Van Gestel 9, Demeyer (L) ne, Martin 11, Goris ne, Krenicky ne, Janssens ne, Van de Vyver J. 1, Rampelberg (L), Van Avermaet 10, Stragier, Koulberg. All. Vande Broek.Italia: Lubian, Bosio, Gennari 9, Bonifacio 5, Malinov 2, De Gennaro (L), Fersino (L) ne, Chirichella 9, Nwakalor 29, D’Odorico, Degradi, Enweonwu, Perinelli 16, Mazzaro. All. Mazzanti.Arbitri: Sokol (Polonia) e Khattab (Egitto).Note: Belgio: battute vincenti 4, muri 9, errori 26. Italia: battute vincenti 5, muri 9, errori 22. LA SITUAZIONEPool 1: Polonia-Canada 3-1 (20-25, 25-22, 25-23, 25-20); Corea del Sud-Giappone 0-3 (17-25, 16-25, 11-25). Prossimo turno: Brasile-Polonia gio 2/6 ore 21; Germania-Giappone ven 3/6 ore 0.00; Canada-Rep.Dominicana ven 3/6 ore 3.Pool 2: Thailandia-Serbia 3-2 (25-23, 25-27, 25-20, 20-25, 15-12); Bulgaria-Olanda 3-2 (25-15, 12-25, 19-25, 25-15, 15-7); Belgio-Italia 1-3 (25-21, 19-25, 23-25, 20-25).Classifica: Thailandia 2 vittorie (5 punti), Serbia 1 (4), Brasile, Cina, Giappone, Italia, Polonia, Turchia e USA 1 (3), Bulgaria 1 (2), Olanda 0 (1), Belgio, Canada, Corea del Sud, Germania e Rep.Dominicana 0 (0). LEGGI TUTTO

  • in

    Golden League maschile: l’Estonia di Soli sorprende il Belgio

    Di Redazione Entrano nel vivo la European Golden League e la Silver League, le manifestazioni continentali che coinvolgono le nazionali non partecipanti alla VNL. Tra le gare infrasettimanali di Golden League maschile spicca il successo dell’Estonia di Fabio Soli, che impone un brusco stop al Belgio dopo un avvio di gara tiratissimo: per i baltici decisivo il muro, con ben 15 punti a 4 nel fondamentale. In testa al girone è ormai irraggiungibile la Repubblica Ceca, devastante anche in Lettonia. A punteggio pieno inoltre la Turchia grazie al successo esterno per 1-3 in Portogallo, con 24 punti di Adis Lagumdzija, mentre la Croazia prova a lanciarsi all’inseguimento dell’Ucraina con il 3-1 sulla Spagna. Nel torneo femminile seconda vittoria per la Francia, che piega in quattro set la Bosnia Erzegovina, e per la Repubblica Ceca, a segno nell’equilibrata sfida con la Slovacchia: protagonista assoluta la neo-centrale di Pinerolo Veronika Trnkova con 17 punti, di cui 6 muri vincenti e 4 ace. Oggi tocca alla prima delle due gare ravvicinate tra Ucraina e Ungheria. In Silver League, intanto, la Slovenia di Marco Bonitta va incontro a un’altra brutta sconfitta in Portogallo (20 punti di Julia Kavalenka), mentre la Svezia passeggia in Lussemburgo con 18 punti di Isabelle Haak e 16 di Alexandra Lazic. GOLDEN LEAGUE MASCHILEPool A: Portogallo-Turchia 1-3 (21-25, 25-21, 17-25, 24-26). Classifica: Turchia 2 vittorie (6 punti), Portogallo 1 (3), Slovacchia 0 (0). Prossimo turno: Turchia-Portogallo dom 5/6 ore 15.Pool B: Croazia-Spagna 3-1 (25-14, 25-18, 14-25, 25-20). Classifica: Ucraina 4 (12), Croazia 2 (6), Spagna 1 (2), Danimarca 0 (1). Prossimo turno: Ucraina-Danimarca ven 3/6 ore 18; Spagna-Croazia sab 4/6 ore 18; Danimarca-Ucraina sab 4/6 ore 18.Pool C: Estonia-Belgio 3-1 (29-27, 31-29, 22-25, 25-13); Lettonia-Rep.Ceca 0-3 (16-25, 15-25, 18-25). Classifica: Rep.Ceca 3 (9), Estonia 2 (5), Belgio 1 (3), Lettonia 0 (1). Prossimo turno: Rep.Ceca-Lettonia sab 4/6 ore 16; Belgio-Estonia dom 5/6 ore 19. GOLDEN LEAGUE FEMMINILEPool A: Francia-Bosnia Erzegovina 3-1 (25-17, 25-20, 22-25, 25-19). Classifica: Francia 2 vittorie (6 punti), Spagna 1 (3 punti), Bosnia Erzegovina 0 (0). Prossimo turno: Bosnia Erzegovina-Francia sab 4/6 ore 21.Pool B: Slovacchia-Rep.Ceca 1-3 (20-25, 21-25, 25-23, 22-25). Classifica: Rep.Ceca 2 (6), Croazia 1 (3), Slovacchia 0 (0). Prossimo turno: Rep.Ceca-Croazia sab 4/6 ore 19.Pool C – Classifica: Romania 2 (4), Ucraina 1 (4), Ungheria 0 (1). Prossimo turno: Ucraina-Ungheria oggi ore 18; Ungheria-Ucraina sab 4/6 ore 18. SILVER LEAGUE MASCHILEPool A – Classifica: Finlandia 1 vittoria (3 punti), Ungheria 0 (0). Prossimo turno: Ungheria-Finlandia dom 12/6 ore 17.Pool B: Romania-Bosnia Erzegovina 3-0 (25-17, 25-19, 25-14); Macedonia del Nord-Albania 1-3 (23-25, 25-20, 17-25, 22-25). Classifica: Romania 3 (8), Albania e Macedonia 1 (4), Bosnia 1 (2). Prossimo turno: Bosnia Erzegovina-Romania sab 4/6 ore 16; Albania-Macedonia del Nord sab 4/6 ore 19. SILVER LEAGUE FEMMINILEGirone unico: Portogallo-Slovenia 3-0 (25-21, 25-14, 25-22); Lussemburgo-Svezia 0-3 (22-25, 15-25, 10-25). Classifica: Svezia 2 vittorie (6 punti), Portogallo 2 (5), Estonia 1 (4), Slovenia 1 (3), Lussemburgo 0 (0). Prossimo turno: Svezia-Portogallo sab 4/6 ore 15; Slovenia-Estonia sab 4/6 ore 19.30. (fonte: Cev.eu) LEGGI TUTTO

  • in

    Le azzurre tornano in campo contro il Belgio: “C’è grande voglia di riscatto”

    Di Redazione Torna in campo la nazionale femminile, impegnata nella tappa di Ankara della Volleyball Nations League 2022. Dopo la sconfitta con la Turchia, le azzurre affronteranno giovedì 2 giugno alle 18, il Belgio (diretta Sky Sport 1 e Volleyball World TV). Dopo aver rispettato un turno di riposo contraddistinto da lavoro in sala pesi e poi allenamento tecnico, l’Italia proverà dunque a mettersi alle spalle il ko patita all’esordio sfidando un Belgio che ha a sua volta debuttato nella competizione perdendo per 1-3 con la Serbia. I precedenti parlano di 33 vittorie azzurre in 38 partite. “Torniamo in campo per far bene – dice il CT Davide Mazzanti – dopo una sconfitta e in generale una prestazione con alcuni errori tecnici. Siamo consapevoli di dover reagire per fare risultato e quindi muovere la classifica. Le ragazze stanno lavorando con entusiasmo e grande applicazione, ma sappiamo che la VNL è un percorso lungo e che quindi non bisogna né esaltarsi dopo una vittoria né tantomeno demoralizzarsi dopo una sconfitta. Contro il Belgio sarà una sfida molto interessante: loro giocano con tre centrali o con l’opposto. Inoltre sono molto abili in battuta e quindi dovremo essere bravi a leggere bene il match approcciando da subito con il giusto equilibrio“.   “Dopo la sconfitta con la Turchia – ribadisce Terry Enweonwu – siamo tutte animate da grande voglia di riscatto. Abbiamo lavorato sia in palestra che in campo per migliorare ciò che non è andato per il meglio, focalizzando l’attenzione sulle nostre prossime avversarie. La VNL è una competizione molto bella ma allo stesso tempo complessa per via dei lunghi viaggi. C’è un clima sereno in gruppo e ognuna è pronta a dare il 100%; da parte mia ho voglia di mettermi a disposizione e di sfruttare nel migliore dei modi le chance che mi saranno concesse“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO