consigliato per te

  • in

    Andrea Giani verso la conferma a Modena. Con Grebennikov?

    Di Redazione Alla fine il lungo tira e molla potrebbe risolversi con un lungo di fatto: secondo quanto riportato da Alessandro Trebbi su Il Resto del Carlino Modena, manca solo l’ufficialità per la conferma di Andrea Giani sulla panchina della Leo Shoes PerkinElmer Modena. L’allenatore, a lungo nel mirino delle critiche dopo le prestazioni non esaltanti in regular season, aveva dichiarato di avere “le idee molto chiare sul suo futuro“, rilanciando la palla alla società per la decisione finale. Che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, con la probabile firma di un contratto annuale ma con un’opzione per un’ulteriore stagione. La conferma di Giani sarebbe stata valutata anche sulla base delle possibili alternative, non entusiasmanti, e della continuità di un progetto tecnico in cui rientreranno ancora Bruno, Earvin Ngapeth e Nimir Abdel-Aziz (una volta sfumata la pista russa per la quale l’opposto aveva esercitato il buy-out). Quasi certa invece la partenza di Yoandy Leal, anche se con la Gas Sales Bluenergy Piacenza c’è da trovare l’accordo economico. E l’addio del cubano aprirebbe le porte a un ritorno suggestivo, di cui si era già parlato nei giorni scorsi: quello di Jenia Grebennikov, anche lui alle prese con la difficile situazione in Russia (gioca nello Zenit San Pietroburgo). Un’ipotesi affascinante, ma ancora tutta da confermare. (fonte: Il Resto del Carlino Modena) LEGGI TUTTO

  • in

    Pedrini: “Ho visto un po’ di paura di vincere”. Leon: “Serie di livello altissimo”

    Di Redazione Ancora una partita infinita al PalaPanini. I Block Devils non tremano, vanno sotto, poi avanti e nel tie break è decisivo il turno al servizio finale dell’Mvp Leon. Grande prova dei bianconeri a muro con 20 punti nel fondamentale Wilfredo Leon (Sir Safety Conad Perugia): “Sono contento che portiamo la serie in casa nostra per gara 5. È stata un’altra partita bellissima e tostissima, è una serie con grande equilibrio, giocata ad un livello altissimo da entrambe le squadre con nessuna delle due che molla di un centimetro. Sono queste partite che rendono entusiasmante la pallavolo”.   Andrea Giani: (coach Leo Shoes Perkinelmer Modena): “Giochiamo contro una grandissima squadra, la differenza la fanno i dettagli che spostano il match da una parte o dall’altra. Quello che conta è starci sempre, stare nel match, fino alla fine. Van Garderen? Sta facendo un super playoff”. Catia Pedrini: (presidente Leo Shoes Perkinelmer Modena): “Onore a Perugia per la vittoria e per la prestazione, il peggiore nemico di Modena è Modena stessa. Mi è sembrata di vedere un po’ di paura di vincere, c’è molto rammarico perché era una gara che avremmo potuto e dovuto portare a casa” (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Ufficiale, Giani nuovo CT della Francia: “L’unico obiettivo sarà vincere”

    Di Redazione La Federazione francese ha annunciato ufficialmente nel pomeriggio la notizia che era già nell’aria da qualche giorno: sarà Andrea Giani il nuovo CT della nazionale maschile in sostituzione del dimissionario Bernardinho. Dopo aver guidato la Slovenia e la Germania – che ora dovrà trovare un sostituto in tempi brevi, in vista dell’impegno ai Mondiali – l’ex campione azzurro aggiunge dunque al suo curriculum una Francia reduce dal più grande successo della sua storia, il titolo olimpico di Tokyo 2020. “Dopo essere stato uno dei migliori giocatori del mondo – ha commentato il presidente federale Eric Tanguy – oggi Giani è uno dei migliori allenatori sulla piazza. Eravamo già interessati al suo profilo quando stavamo cercando il successore di Laurent Tillie. Andrea, da quando ha iniziato la sua carriera in panchina, è sempre stato abituato ad allenare i migliori giocatori al mondo, e siamo molto contenti che abbia accettato la sfida“. Gli obiettivi, del resto, sono ambiziosi: “il podio nelle tre manifestazioni più importanti, Mondiali, Europei e Olimpiadi” dice esplicitamente la direttrice tecnica Axelle Guiguet. E Giani non può che rilanciare: “Per me è una grande soddisfazione essere il nuovo allenatore di questa squadra al top del volley mondiale, che ha il potenziale per vincere tutte le competizioni a cui partecipa. In Francia c’è un importante vivaio di giocatori di altissimo livello, che giocano tutti in grandi club, il che mi permetterà di gestire la squadra nel modo migliore in funzione delle varie competizioni: il mio obiettivo sarà prepararli al meglio fisicamente e tecnicamente, perché l’obiettivo sarà sempre la vittoria. Non vedo l’ora di iniziare e di vivere quest’esperienza che ci condurrà fino alle Olimpiadi di Parigi 2024“. (fonte: FFVB) LEGGI TUTTO

  • in

    Andrea Giani sulla panchina della Francia: manca solo l’ufficialità

    Di Redazione Resta ormai un solo nome per la successione di Bernardinho alla guida della nazionale maschile della Francia: è quello di Andrea Giani, attuale allenatore della Leo Shoes PerkinElmer Modena. Anche se manca ancora l’ufficialità, L’Equipe dà ormai per certa la nomina dell’ex campione azzurro, che avrebbe vinto la concorrenza del finlandese Tuomas Sammelvuo. Giani dovrebbe quindi risolvere il suo contratto con la Federazione tedesca, che appena due mesi fa era stato prolungato di un anno per guidare la Germania fino ai Mondiali. Nella scelta del “Giangio”, secondo il quotidiano francese, ha pesato non poco il parere di Earvin Ngapeth, attualmente alle sue dipendenze in gialloblu (anche se non è per nulla scontata la conferma di Giani sulla panchina modenese). Nelle scorse settimane tra i papabili per la sostituzione di Bernardinho, che ha rinunciato al ruolo di CT per motivi familiari, era emerso anche il nome di Angelo Lorenzetti: il tecnico dell’Itas Trentino, però, si era tirato fuori dai giochi dichiarando in un’intervista di non approvare il “doppio incarico” e di voler onorare l’impegno con la sua squadra. (fonte: L’Equipe) LEGGI TUTTO

  • in

    Giani: “Inizieremo i playoff senza Nimir, con Padova proveremo delle soluzioni alternative”

    Di Redazione Ultima di regular season al PalaPanini per Modena, che domenica affronterà la Kioene Padova. Sfida che coach Andrea Giani presenta così: “A causa dell’assenza di Nimir dovremo provare una formazione con la quale poi ci potremmo ritrovare a giocare una parte dei playoff, quindi per noi è una partita importante. In più, sempre in chiave playoff, giochiamo contro una squadra che ha delle caratteristiche molto interessanti in questo senso”. Giani poi torna sulla partita persa a Taranto. “Una partita brutta – ribadisce -. Al Di là dell’assenza di Nimir, non ci abbiamo messo del nostro per renderla viva come partita. Dispiace molto per quei tifosi che si sono fatti un lungo viaggio in treno per venire giù e hanno visto una partitaccia da parte nostra. Poi Taranto ha giocato col coltello tra i denti perché c’era in ballo la salvezza e anche questa cosa un po’ mi dispiace, perché una squadra come la nostra a queste partite deve stare attenta. Insomma, è stata un’altra prestazione non buona contro una squadra più in basso di noi in classifica. Dovremmo avere un maggiore equilibrio in partite come quella e invece non ci riusciamo e torniamo a casa amareggiati e arrabbiati. È una cosa che non va bene per niente”. Tornando a Nimir, invece, a diretta domanda sulle condizioni del giocatore Giani fa un lungo sospiro, e poi afferma: “Purtroppo ci sono degli infortuni che sono strani. Non è né grave ma neanche una situazione così semplice da risolvere nell’immediato. Dobbiamo viaggiare a vista. Speriamo di poterlo recuperare il prima possibile, però purtroppo non c’è una casistica su questo tipo di infortuni. Sta migliorando, questo sì, ma ora come ora non è neanche in grado di allenarsi”. Sicura già del quinto posto finale, Modena non può non pensare già alla post season e visto come la stagione è stata caratterizzata da alti (vittorie su Perugia, Civitanova e Trento) e bassi (ad esempio le sconfitte contro Cisterna e Taranto nel girone di ritorno), in molti ora si chiedono quanto sarà competitiva nei playoff. “Da una parte sarà importante recuperare Nimir – ribadisce Giani – perché se vogliamo arrivare in fondo abbiamo bisogno di lui, un giocatore che in battuta e in attacco è decisamente importante. Dall’altra questo campionato ci ha fatto vedere che con le grandi abbiamo giocato una super pallavolo, ma allo stesso tempo che in altri momenti la nostra pallavolo è poco efficiente o addirittura brutta. Quindi sappiamo che le motivazioni saranno alte, ma soprattutto nella prima parte, quando non ci sarà Nimir, dovremo accettare che alcune cose non le faremo bene e per far questo dovremo essere solidi. Solidi come gruppo, soprattutto”. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Modena, Giani: “Sappiamo stare in campo nonostante le difficoltà”. Gollini: “Bravi a chiuderla”

    Di Redazione Da un lato, una Consar RCM Ravenna con solo 8 giocatori disponibili, tra infortuni e influenza, dall’altro la Leo Shoes PerkinElmer Modena che ne approfitta per del turnover e lascia a riposo i big del sestetto. La squadra di Zanini, con ormai più niente da perdere, dà però del filo da torcere ai canarini di Modena, portandoli fino al quarto set. Andrea Giani: “Prima di Civitanova abbiamo iniziato un lavoro fisico importante, di conseguenza stasera siamo stati brillanti sotto l’aspetto della fisicità. E’ stato interessante recuperare i primi due set, dove eravamo in svantaggio, anche se non con un bel gioco ma diversi errori. Siamo stati una squadra in grado di stare in campo nonostante le difficoltà, a prescindere dall’avversario. Il focus è arrivare ai playoff nelle migliori condizioni possibili. L’importante è avere sempre il filo del gioco in mano, e stasera così è stato. Le ultime due giornate di campionato saranno contro squadre, Taranto e Padova, che combattono per la salvezza e saranno, di conseguenza, estremamente motivate. Questo ci farà tenere alta l’attenzione. La nostra regular season non è ancora chiusa, se facciamo bene i conti e conquistiamo i giusti punti, potranno esserci delle sorprese, che non dipenderanno ovviamente solo da noi”. Gollini: “E’ stata una bella serata, anche chi gioca meno ha avuto la possibilità di dire la sua e stare in campo. La partita si è messa un po’ in difficoltà alla fine del secondo e nel terzo set, ma siamo stati bravi, nel quarto, a portarla a casa. Personalmente, so che devo lavorare su tutto per migliorare ulteriormente e concentrarmi sul fondamentale di ricezione che è quello che mi viene peggio”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Modena Cisterna, le parole alla vigilia di Giani e Bossi

    Di Redazione Decima giornata di ritorno del campionato di SuperLega, la Top Volley Cisterna sabato 26 febbraio alle 20.30 affronta la Leo Shoes ParkinElmer Modena. Il team pontino allenato da coach Fabio Soli è reduce dallo stop forzato dall’ultimo turno a causa del rinvio del match contro Civitanova per più di tre casi positivi al Covid-19 nel gruppo squadra della Lube, gli emiliani, invece arrivano dal 3-1 in terra scaligera nella vittoria contro la Verona. La Top Volley Cisterna, in classifica è a 22 punti, dall’altra parte della rete c’è la Leo Shoes ParkinElmer Modena, che con 41 punti è la quarta forza del campionato. Elia Bossi (Top Volley Cisterna): “Arriviamo a Modena dopo un periodo in cui siamo riusciti a lavorare bene fisicamente e tecnicamente, cosa che non siamo riusciti a fare prima a causa delle mote partite giocate nei turni infrasettimanali dei turni scorsi. Sappiamo che sarà un’impresa difficile, Modena è una squadra di campioni. Sarà emozionante giocare a Modena, il Pala Panini è un posto unico e speciale per noi che pratichiamo questo sport, per me in particolare, perché ci sono cresciuto. Sarà bello vedere, sugli spalti e dall’altra parte della rete, tante persone a cui voglio bene. Dovremmo essere concentrati sulla pallavolo, loro ci concederanno poco, ma noi dobbiamo essere bravi a raccogliere tutto quello che possiamo prendere. Dobbiamo pensare ad una partita alla volta. Ogni incontro è un’occasione per toglierci qualche pensiero”. Andrea Giani (coach Leo Shoes ParkinElmer Modena): “Contro Cisterna dovremo stare nella partita ed eliminare i blackout che abbiamo perché possono essere decisivi. Giochiamo bene ma dobbiamo essere umili, il gioco è fatto di sacrificio e dobbiamo pensare a noi prima che agli avversari. Sarà una partita difficile perché Cisterna è una bella squadra, hanno un grande palleggiatore e stanno facendo un bel percorso. Dobbiamo essere bravi a interpretare bene tante fasi di gioco. Leal? È migliorato tanto in battuta e in attacco, ma anche in seconda linea. Ngapeth? È un giocatore straordinario, anche quando fisicamente non è al top riesce a trovare colpi in attacco e dare equilibro. Giocando sempre senza fermarsi mai non si può essere sempre al cento per cento. Tra dieci giorni contro la Lube il pubblico sarà ancora il nostro uomo in più e dovremo essere bravi noi a farli partecipare in maniera appassionata col bel gioco”. Cisterna e Modena si sono affrontate 43 volte nel massimo campionato italiano con 10 successi per la formazione pontina e 33 per i romagnoli. Molti gli ex schierati nelle due squadre: Tommaso Rinaldi cresciuto nelle giovanili del Modena e in prima squadra nelle stagioni 2019/2020 e 2020/2021; Elia Bossi in giallo blu per sette stagioni, dal 2011 al 2014 e poi nei campionati 2015/2016; 2017/2018 e dal 2019 al 2021; Michele Baranowicz nel 2012/2013 e coach Fabio Soli, il quale ha chiuso la sua carriera da giocatore con Modena per approdare nello staff tecnico degli allenatori nel 2010 rimanendo fino al 2012. A Modena invece Maarten Van Gardereen a Cisterna nel 2019/2020, una stagione anche per Swan Ngapeth nella stagione 2018/2019 e infine il libero Salvatori Rossini cresciuto nelle giovanili del Latina e con la Top Volley dal 2012 al 2014. Il match verrà arbitrato da Ubaldo Luciani e Alessandro Cerra.  (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Sfida alla capolista, Giani: “Loro dominio? Ci separa una sola sconfitta…”

    Di Redazione Dopo l’esaltante vittoria in rimonta a Trento, ora per Modena arriva lo scoglio più grande: la capolista Perugia. “È una partita che vogliamo giocare dall’inizio alla fine, uno scontro diretto importante per noi perché vogliamo allungare la nostra striscia di vittorie e recuperare punti in classifica” racconta il coach degli emiliani Andrea Giani. “Il nostro il calendario più duro rispetto alle dirette concorrenti? Ci interessa poco, l’unica cosa che possiamo fare è vincere le partite e acquisire quella sicurezza di cui questa squadra ha bisogno”. Il talismano su cui contano tutti in casa Modena, presidente compreso, è Ervin Ngapeth che contro Perugia vanta un bilancio di 16 successi e nessuna sconfitta. A Giani però la cabala interessa poco, la sua attenzione resta rivolta alla squadra: “Sarà una partita difficile contro una grande squadra e dovremo essere noi una grande squadra in campo”. I risultati altalenanti della squadra, enfatizzati da una piazza non facile, hanno messo in discussione Giani già diverse volte nel corso di questa stagione, ma lui ribadisce di non valutare (per il momento) altre situazioni: “Io sono sempre molto focalizzato su quello che faccio, non penso mai alla prossima stagione. Le mie risorse e le mie energie sono focalizzate a chiudere questa stagione nel miglior modo possibile, perché ho una squadra forte e questa squadra ha bisogno del proprio allenatore tutti i giorni per rendere al meglio”. Salvo poi lasciare una porta aperta ad altre squadre? “Quello che succederà poi a fine stagione, ne parleremo”. Tornando ai tempi di stretta attualità, il focus torna su Perugia e su qualche riflessione in più sul suo dominio. “Da quando sono stati introdotti i 3 punti, e il punto quando perdi 3-2, un pochettino falsa. io quello che vedo è Perugia con due sconfitte, noi e Civitanova con tre. Quindi, in questo siamo estremamente vicini. Questo non è il calcio che c’è anche il pareggio, qui si vince o si perde. Per me non conta se le vinci 3 a 2, conta se le vinci punto”. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO