consigliato per te

  • in

    Theo Faure e Aleksandar Nedeljkovic all’Olimpiade di Parigi 2024

    CISTERNA DI LATINA -A poco più di due settimane dall’inizio delle prossime Olimpiadi, sono state diramate le liste ufficiali dei roster che prenderanno parte alla competizione.Tra i partecipanti figurano Theo Faure e Aleksandar Nedeljkovic, che rappresenteranno il Cisterna Volley alla 33^ edizione delle Olimpiadi dell’era moderna di Parigi, in scena fra il 27 luglio e l’11 agosto 2024. I due atleti del collettivo pontino sono stati inseriti nella Pool A, dove oltre alla Francia e alla Serbia, ci sono anche Canada e Slovenia. Tra le fila dei serbi c’è anche Pavle Peric, protagonista nell’ultima stagione con i colori del Cisterna Volley. La sfida tra Faure e Nedeljkovic avverrà Domenica 28 luglio alle ore 17:00.
    LA FORMULA-Il torneo di pallavolo inizierà con lo svolgimento delle tre Pool da quattro squadre ciascuna nella fase preliminare. Ai quarti di finale accedono le prime due di ogni Pool e le due migliori terze. La fase ad eliminazione diretta inizierà lunedì 5 agosto con l’avvio dei quarti di finale. Mercoledì 7 agosto sarà il giorno delle due semifinali, venerdì 9 agosto si gioca per il bronzo, sabato 10 agosto la finalissima per l’oro olimpico.
    “Il percorso per arrivare alla qualificazione è stato lungo e tortuoso – racconta Nedeljkovic – L’Olimpiade era il nostro obiettivo principale. Dopo le difficoltà dello scorso anno sapevamo che quest’estate sarebbe stata decisiva. Nonostante il traguardo sia arrivato all’ultimo, arrivare alle Olimpiadi così non è stato facile ma sicuramente è un’emozione speciale. Da quando ero bambino sognavo di partecipare ai giochi, ora tutto ciò è realtà. Ci stiamo allenando tanto per essere nella miglior condizione possibile, personalmente punterò a giocare il maggior numero di partite a disposizione. Giocare in Superlega mi ha aiutato in questo percorso, permettendomi di migliorare molto, per questo sono contento di poter proseguire un altro anno a Cisterna”.Nedeljkovic troverà Faure dall’altra parte della rete:”Senza dubbio sarà una partita molto interessante – analizza il centrale classe ‘97 – Con Theo siamo buoni amici, in campo poi sono certo che saremo entrambi concentrati a dare il massimo per le nostre squadre”.
    Il Cisterna Volley è presente anche all’Europeo Under 18, che ha luogo in Bulgaria a Plovdiv, con il giovane Jacopo Tosti, tra i quattordici azzurrini a disposizione di coach Cresta. Per l’Italia, inserita nella Pool II con Belgio, Repubblica Ceca, Estonia, Grecia, Romania, Slovenia e Spagna, l’esordio è stato convincente, con la vittoria per 3-0 sull’Estonia. LEGGI TUTTO

  • in

    Purtroppo le voci erano fondate: infortunio per Alice Degradi

    Come avevamo riportato solo pochi minuti fa, nell’allenamento congiunto a porte chiuse tra Italia e Serbia una delle azzurre che Velasco aveva scelto per l’Olimpiade di Parigi 2024 ha subito un problema fisico, forse serio, ma sulla cui entità al momento ancora nessuno dello staff azzurro si è sbilanciato.

    La giocatrice in questione, come conferma una breve nota ufficiale rilasciata dalla Federazione, è la schiacciatrice Alice Degradi.

    Il ct della nazionale femminile Julio Velasco – recita il comunicato – ha convocato le schiacciatrici Stella Nervini e Loveth Omoruyi, a causa di un infortunio occorso oggi in allenamento ad Alice Degradi. Nervini e Omoruyi raggiungeranno il gruppo azzurro a Firenze nella giornata di domani. 

    Al momento non si sa dunque, se Degradi riuscirà a recuperare in tempo per l’Olimpiade che prenderà il via il prossimo 26 luglio. In attesa di scoprirlo non possiamo che farle il più grande degli in bocca al lupo! LEGGI TUTTO

  • in

    Europei U22 maschili: Italia piegata 1-3 dalla Francia

    Sconfitta per l’Italia nella seconda uscita della Pool II. All’Omnisportcentrum di Apeldoorn (Olanda) gli azzurri sono stati superati 1-3 (25-15, 20-25, 21-25, 15-25) dalla Francia. 

    CRONACA – Per questa seconda uscita nella rassegna continentale il tecnico azzurro Vincenzo Fanizza si affida al sestetto con la diagonale Boninfante-Barotto, gli schiacciatori Orioli e Iervolino, i centrali Bartolucci ed Eccher e al libero Staforini.

    Prima frazione di gioco che si apre con l’Italia che trova subito l’allungo sul 5-1; primo tempo di Bartolucci fissa il risultato sul 6-2. La Francia, inizialmente un po’ fallosa, si riporta a contatto (7-6), ma un attacco di Barotto, un errore in attacco dei transalpini e il muro a tre azzurro e l’Italia allunga nuovamente sul 11-7. Time out Francia. L’Italia è in partita, la Francia accusa il ritmo azzurro e la distanza fra le due compagini aumenta sul 13-7; altro attacco dell’opposto azzurro Barotto ed è Italia 14 Francia 7. Ace fortunoso di azzurro e il risultato si porta sul 16-9; Francia in difficoltà, un muro di Boninfante fissa il risultato sul 18-10. L’Italia raggiunge quota 20 con un attacco di Orioli e i francesi rimangono a -8 (20-12). Primo tempo sull’asse Boninfante-Eccher ed è 22-13. Ottimo primo set azzurro. Sul finale gli uomini di Fanizza non rallentano e la Francia fatica a trovare le contromisure; diagonale di Barotto e gli azzurri chiudono il parziale sul 25-15. Italia-Francia 1-0.

    Seconda frazione di gioco che si apre con un muro di Riccardo Iervolino (1-0). Errore al servizio di Eccher ed ace del francese Henno e la Francia si porta per la prima volta nel match in vantaggio (1-2). Formazione transalpina che ha alzato il ritmo riuscendo a portarsi sul 2-5; l’Italia subisce il colpo e coach Fanizza chiama il time-out. Al rientro in campo la situazione non cambia, la Francia continua ad allungare portandosi a +6 sul 2-8. Dentro Fanizza e Magliano, fuori Boninfante e Barotto. L’Italia non riesce ad ingranare e la Francia scappa ancora, attacco dell’opposto Leon ed è 7-12 per i transalpini. Reazione azzurra che arriva; gli uomini di Fanizza ritrovano fiducia e il divario fra le due formazioni si accorcia (11-14); reazione francese, un attacco in pipe e un muro di Leon e la Francia torna a +5 sul 11-16. Time-out Italia. Sul finale due attacchi di Barotto danno fiducia agli azzurri (17-21) e la Francia ferma il gioco (time-out). Bartolucci e compagni si avvicinano ancor di più (18-21), ma la Francia non si lascia intimorire e riesce a chiudere il secondo set sul 20-25 ristabilendo dunque la parità: Italia-Francia 1-1.

    Inizio del terzo parziale simile alla chiusura di quello precedente; è sempre la Francia a trovare i giusti meccanismi e i transalpini scappano subito sul 1-4 ed è time out Italia. Primo tempo di capitano Bartolucci e l’Italia accorcia sul 4-5. Gli attacchi di Boninfante prima e di Barotto dopo e l’Italia ritrova la parità a quota 7. Partita molto tesa; la battaglia sotto rete continua e si passa dal 8-8, 12-12 al 14-14. Nessuna delle due formazioni riesce a trovare il break (15-15); esce Iervolino ed entra Magliano tra le fila azzurre. È la Francia a trovare l’allungo sul 17-19 ed è time out Italia. Sul finale salgono in cattedra i due fratelli Henno e la Francia si porta sul 18-21. Entra Fanizza e Roberti ed escono Barotto e Boninfante. Ace di Magnin e la Francia mette la freccia (19-23), prima di chiudere il terzo set in proprio favore sul 21-25. Italia-Francia 1-2.

    A inizio quarta frazione di gioco è la Francia a trovare lo 0-2; break che i francesi si portano fino sul 4-6. Partita condita da qualche errore di troppo da entrambi i lati; ace di H. Henno e la Francia trova il +3 sul 7-10. Time-out Italia. La Francia continua a mantenere un ritmo alto (8-12) e l’Italia va in difficoltà, sul 9-14 Francia altro time-out azzurro. Entrano Roberti e Boninfante per Barotto e Fanizza. Un muro di Mattia Orioli e l’Italia cerca di riavvicinarsi (11-15) ma in maniera anche fortunosa la Francia allunga ancora sul 11-17. Qualche passaggio a vuoto dell’Italia e la Francia con determinazione ne approfitta (14-21). Sembra girare tutto a favore dei transalpini che trovano sempre più fiducia e forti del vantaggio aquisito riescono a chiudere il match sul 15-25.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    L’allenamento congiunto a porte chiuse Italia-Serbia finisce 2-2: problemi per una azzurra?

    Il segretissimo allenamento congiunto tra Italia e Serbia, svoltosi a porte chiuse dopo il test match ufficiale di martedì perso al tie-break dalle azzurre, si è concluso con il punteggio di 2-2: primi due set vinti dall’Italia con un doppio 27-25, terzo e quarto di marca serba con i punteggi di 23-25 e 22-25.

    Velasco, che ieri aveva rilasciato dichiarazioni al vetriolo (“Abbiamo fatto un sacco di pallonetti, invece di attaccare con decisione… non ci siamo presi le responsabilità di certe situazioni, avremmo dovuto giocare in maniera molto più aggressiva”), ha lasciato a “guardare” la diagonale principale Orro-Egonu schierando Antropova opposta, Cambi in regia, Danesi e Fahr al centro, Bosetti e Sylla in 4, De Gennaro libero, salvo poi ruotare un po’ tutte le azzurre nel terzo e quarto parziale.

    Quello che però preoccupa in queste ore successive all’allenamento congiunto sono delle voci che stanno circolando riguardo a un probabile infortunio/problema fisico occorso ad una delle azzurre. Il collega Rai Marco Fantasia su X avrebbe fatto il nome di Alice Degradi, sottolineando però che appunto al momento si tratta di voci non confermate da fonti ufficiali, ovvero dalla Federazione.

    Per ora non resta dunque che incrociare le dita e fare i debiti scongiuri nella speranza di non iniziare l’avventura olimpica con una nube nera sulla testa. LEGGI TUTTO

  • in

    Sarà Simone Giunta il nuovo head coach della Narconon Melendugno

    Sarà Simone Giunta il nuovo head coach della Narconon Melendugno 2024/2025. Il nuovo corso della società del presidente Lugibello è palesamente legato al territorio, e l’intenzione chiara del sodalizio melendugnese è quella di avviare un ciclo in cui le migliori professionalità del territorio possano trovare spazio ed esprimersi ai massimi livelli.

    Classe 1983, Simone Giunta è un’icona nel panorama pallavolistico pugliese, e non solo. Il nuovo coach ha iniziato ad allenare nel 2007 nel settore giovanile della sua Mesagne, fino ad assumere la guida della prima squadra nel 2013 in Serie B2.

    Sette anni di successi sia in prima squadra che nel settore giovanile dove con la sua U14 raggiunge un incredibile Settimo posto nazionale.

    Selezionatore territoriale del comitato Brindisi (2012-2015) e Selezionatore regionale Puglia (2015-2017).

    Il legame con il Mesagne Volley si interrompe nel 2020 con il passaggio del tecnico al Cutrofiano Volley.Vice allenatore in Serie A2 prima e in B1 l’anno successivo.Nel 2021 ottiene uno storico sesto posto nazionale con la sua U17.Nelle ultime due stagioni alla guida prima di Francavilla Fontana e poi di Bisceglie ha ottenuto in entrambe le annate sportive la promozione in B1.

    Un curriculum ricco di esperienze e di successi a tutti i livelli per il nuovo coach che fanno ben sperare tutti i tifosi.

    Allenatore vincente, empatico e disponibile al confronto. La sua attitudine al lavoro, l’attenzione in ogni particolare tecnico e la sua meticolosità nella preparazione delle gare saranno il valore aggiunto per tutte le atlete, ma anche per una società giovane ed ambiziosa che anno dopo anno vuole migliorarsi sempre di più.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Un giovane gigante brasiliano al centro per la Lube: ecco Davi Tenorio Capelocci

    Un bonus di 213 cm di freschezza atletica in arrivo per un team sempre più giovane, talentuoso e affamato. A.S. Volley Lube annuncia l’ingaggio con contratto della durata di tre anni del centrale brasiliano Davi Tenorio Capelocci, classe 2005, nativo di San Paolo e proveniente dal Soria Voleibol, team vicecampione di Spagna e finalista della supercoppa iberica. 

    Il gigante paulista, di cittadinanza brasiliana e federazione sportiva spagnola(primo tesseramento in Spagna), occuperà uno slot per i giocatori extra-comunitari. La new entry ha scoperto l’amore per la pallavolo alla soglia dei 12 anni di età, quando viveva ad Andorra con la famiglia e al termine di una parentesi nel basket giovanile. Dopo aver militato nel vivaio del Club Volei Andorra tra il 2015/16 e il 2018/19, Tenorio si è trasferito nella società spagnola del Get Blume per poi accasarsi negli ultimi tre anni nel già citato Grupo Herce Soria Voleibol, collettivo con cui nel recente torneo di SuperLiga ha trovato spazio in volata. Nelle ultime due stagioni l’atleta brasiliano ha avuto anche i primi contatti con la Lube allenandosi d’estate con i tecnici biancorossi all’Eurosuole forum. 

    Beppe Cormio (dg A.S. Volley Lube): “Non si tratta di un volto nuovo nell’ambiente Lube perché l’ho portato in Italia negli ultimi due anni per farlo allenare d’estate con il nostro staff. Anche quando aveva solo 17 anni e mezzo dimostrava prerogative importanti per un centrale come rapidità d’esecuzione, velocità nel muoversi in campo e coordinazione. Tra l’altro batteva già al salto ed è ulteriormente cresciuto d’altezza. Alla vista sembra anche più giovane dell’età anagrafica, ma è già pronto fisicamente e avrà una maturazione agevole. Oltretutto le motivazioni incideranno sul suo inserimento perché murare per la Lube è un po’ il sogno della sua vita. Posso mettere la firma ora sul fatto che in un futuro prossimo sentiremo parlare parecchio di questo ragazzo, che ha tutte le caratteristiche per farsi strada tra i migliori del ruolo!”.

    Davi Tenorio (centrale Cucine Lube Civitanova): “Sono letteralmente al settimo cielo per il mio trasferimento alla Lube Volley, non posso che essere grato alla dirigenza per l’opportunità e la fiducia. Giocare in Italia e far parte di uno dei Club più prestigiosi del panorama pallavolistico non è solo il mio sogno, ma un’aspirazione di qualsiasi giocatore. L’emozione che sto provando è indescrivibile. Non vedo l’ora di iniziare la stagione con i nuovi compagni per crescere e imparare con loro, sono sicuro che sarà una grande annata. Mi intriga l’idea di avere il supporto dei tifosi cucinieri. Voglio incontrarli tutti e conoscerli perché per un atleta e per una squadra è fondamentale l’energia trasmessa dai propri sostenitori!”

    Brasiliani in maglia LubePrima di Davi Tenorio, tanti atleti brasiliani hanno indossato la maglia della Lube Volley. Primo in ordine cronologico Douglas Chiarotti (2002/03), poi Nalbert Bitencourt (dal 1999/00 all’annata 2003/04), Mauricio Lima (2004/05), Rodrigo Santana (dal 2005/06 alla stagione 2008/09), Rafael Luiz Fantin (2009/10), Davidson Lampariello (in campo da italiano per un triennio, dal 2011/12 a 2013/14), Ricardo Garcia (2014/15), Bruno Mossa De Rezende (nel biennio 2018/19-2019/20). Discorso diverso per Yoandy Leal, cubano d’origine, brasiliano di nazionalità sportiva e capace di fare incetta di trofei a Civitanova tra il 2018/19 e il 2020/21. Non è mai stato perfezionato, invece, l’ingaggio di Isac Viana Santos, arrivato in Italia infortunato nel 2020/21, anno in cui da Trento è arrivato Ricardo Lucarelli, eroe dell’ultimo Scudetto cuciniero.

    LA SCHEDA Davi Tenorio Nato a San Paolo il 21 giugno 2005Cittadinanza: Brasiliana Nazionalità Sportiva: SpagnolaRuolo: CentraleAltezza 213 cm

    CARRIERA CON I CLUB2024/25 A1 Cucine Lube Civitanova2021/24 A Soria Voleibol (ESP)2019/21 Giovanili/Serie B Get Blume2015/19 Giovanili Club Volei Andorra

    PALMARES CON I CLUBCoppa del Re nel 2022/23

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Campionato Italiano U16, a Montesilvano trionfano Fioravanti-Porcacchia e Salerno-Romiti

    Sono Stella Fioravanti/Asia Porcacchia e Marco Salerno/Cristian Romiti i vincitori della categoria Under 16 nella tappa del Campionato Italiano di beach volley di Montesilvano.Nel femminile Fioravanti e Porcacchia in finale hanno superato Siria Sposimo e Michelle Dasola con il punteggio di Michelle 2-1  (16/21- 23/21- 15/18 ). Ad aggiudicarsi il terzo posto sono state invece Pasquale Emma e Barboni Selene, uscite vincitrici contro la coppia formata da Ferri-Lamberti.I risultati e la classifica del tabellone femminile sono disponibili QUI

    Nel tabellone maschile, invece,  hanno trionfato il duo formato da Salerno e Romiti che nella finale per il primo e secondo posto hanno battuto Enrico Capucci e Federico Zoli per 2-0 (21-17 / 22-20 ). Sul terzo gradino del podio sono saliti Talevi- Penna , usciti vincitori contro la coppia formata da Viscuso – Ciardi .I risultati e la classifica del tabellone maschile sono disponibili QUI

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Parigi 2024, svelate le nuove divise Erreà delle nazionali italiane

    Un mix di innovazione e rispetto per l’ambiente. In occasione dei Giochi Olimpici di Parigi 2024, Erreà svela con orgoglio le nuove maglie per la FIPAV, la Federazione Italiana di Pallavolo, presente con le Nazionali maschile e femminile realizzate con l’innovativo materiale Sensibility derivante da fibre riciclate.

    Le maglie rimangono fedeli alle tonalità iconiche: azzurre per la prima divisa, bianche per la seconda e, in una nuova tonalità intrigante, antracite con dettagli oro per la terza. Il design è caratterizzato da una grafica geometrica stampata in transfer tono su tono o a contrasto, che anima lo sfondo insieme alla bandiera tricolore sfumata al centro e sui lati.

    foto Fipav

    Gli accenti blu o azzurri decorano il collo a V, i bordi delle maniche e i fianchi, mentre una linea dorata celebra i successi con la bandiera italiana al centro. Le divise sono completate dalla presenza della bandiera tricolore lato cuore e sul retro del collo. La numerazione, sempre in bianco, è resa con un font squadrato innovativo, apportando modernità e originalità al design.

    Un’analisi certificata ISO 14067 condotta da ACBC, BCorp e Circular Science, azienda italiana leader nella consulenza green B2B e partner di Erreà, sulle maglie realizzate con l’utilizzo del nuovo tessuto Sensibility, ha rivelato risultati significativi in termini di riduzione di impatto: l’analisi effettuata ha registrato una riduzione di circa il 23% delle emissioni di CO2 rispetto ad una maglia standard.

    foto Fipav

    Questo progetto che unisce alte performance e attenzione all’ambiente, si inserisce all’interno di un percorso responsabile iniziato con la redazione e pubblicazione del Manifesto di Sostenibilità di Erreà, avvenuti a marzo 2024, in cui l’azienda si impegna a ridurre l’impronta di carbonio per unità del 30%, entro il 2030.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO