consigliato per te

  • in

    Novità al centro per Brescia: arriva Silvia Fondriest

    Di Redazione La società Millenium Brescia è lieta di annunciare di aver stretto un accordo per la stagione 2021/2022 con la centrale Silvia Fondriest. Nata il 29 dicembre 1988 a Rovereto (provincia di Trento)  e alta 188 centimetri, Silvia Fondriest è cresciuta nelle giovanili del Joy Volley Vicenza, prima di passare all’Antares Verona (tra B2 e B1 dal 2007 al 2011) e successivamente al Volley Breganze (2011-2012). Nel 2012 passa al Trentino Rosa dove conquista la promozione in A2 e la Coppa Italia di B1 (2014), dove è stata avversaria della Millenium Brescia. Lasciata una stagione Trento per vestire la maglia dell’Unendo Yamamay Busto Arsizio (2015-2016), Silvia ritorna al Trentino Rosa in A2 nel 2016, rimanendovi sino alla scorsa stagione, ricoprendo il ruolo di capitano.Nel suo palmares Silvia Fondriest vanta una promozione in A1 e la vittoria nella Coppa Italia di A2 (2020). Tra A1 e A2 ha realizzato 1307 punti in 190 gare a referto. La nuova Leonessa vanta uno Scudetto nel Sand Volley 4X4 vinto proprio con la maglia di Millenium nell’estate del 2019. Una giocatrice di esperienza che saprà essere un valore aggiunto per il roster di coach Alessandro Beltrami. Fondriest commenta così l’arrivo a Brescia «Sono felice di approdare alla Millenium Brescia, realtà che conosco da tanti anni e con la quale ho sempre avuto ottimi rapporti! Sono pronta a diventare una Leonessa e a conoscere staff e compagne». (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Silvia Fondriest saluta Trento: “Nuove avventure mi aspettano”

    Di Redazione “Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’…“: Silvia Fondriest sceglie una citazione di Lucio Dalla per congedarsi dalla Delta Despar Trentino. L’amico in questione è il monte Bondone, da cui la centrale si congeda con un post su Instagram: “Dopo 8 anni assieme è arrivato il tempo dei saluti, nuove avventure mi aspettano lontane dalle tue pendici“. “Grazie – scrive Fondriest – a chi ha condiviso con me un pezzo di questo lungo cammino. Durante il tragitto sono cresciuta, sono inciampata, mi sono rialzata, ho vissuto momenti incredibili, ho riso tanto e pianto altrettanto, ho commesso degli errori ai quali ho saputo rimediare e altri no, mi sono accorta di quanto possa essere difficile fidarsi e affidarsi agli altri, ma quanto questo sia il vero pilastro e ricchezza della vita e dello sport“. “Ho trovato persone che sono diventate punti di riferimento fondamentali – continua la centrale – altre che invece perderò, ma che rimarranno parti indelebili di ricordi bellissimi. Persone che mi hanno sorpresa, tante altre che mi hanno insegnato qualche cosa di piccolo o di grande, chi mi ha ricordato cosa vuol dire sognare, sperare e non mollare mai. Ho imparato tanto anche da chi non mi andava a genio e da coloro ai quali non andavo a genio io, perché è da chi ti guarda in modo più critico che capisci e apprendi tante cose“. Chiusura con un po’ di amarezza: “C’è chi rimarrà nel mio cuore nonostante la delusione che mi ha procurato, perché alla fine alcune persone rimangono speciali comunque vada, soprattutto quando si tirano le somme e si capisce quanto d’importante c’è stato“. E adesso per Fondriest, a Trento dal 2014 con una parentesi di due anni a Busto Arsizio, si apre la strada del trasferimento alla Banca Valsabbina Millenium Brescia, che sembra ormai scontato. (fonte: Instagram Silvia Fondriest) LEGGI TUTTO

  • in

    Scognamillo, Morello e Fondriest i primi obiettivi di Brescia

    Di Redazione In attesa di conoscere il proprio futuro, la Banca Valsabbina Millenium Brescia si muove con prudenza sul mercato, allestendo una rosa competitiva per la Serie A2 ma con un occhio al possibile ripescaggio in A1. I nomi li svela lo stesso general manager Emanuele Catania, intervistato da Brescia Oggi: in dirittura d’arrivo c’è il libero Serena Scognamillo, classe 2001, quest’anno all’Itas Città Fiera Martignacco. Con lei, dice Catania, “ci sono buone possibilità di aver trovato l’erede di Parlangeli, e sono contento, perché è un’atleta abituata a lavorare sodo e combattere in campo“ Ancora più ambizioso l’obiettivo per il palleggio: si punta su Rachele Morello, regista di Ravenna e nel giro della nazionale. “Siamo in trattativa – spiega il dirigente – certo, sappiamo di non essere l’unica società a volerla“. Al centro invece il nome caldo è quello di Silvia Fondriest, in uscita dalla Delta Despar Trentino: “Dopo un primo avvicinamento ora siamo in un momento di assestamento, ma nei prossimi giorni riprenderemo le trattative e, una volta portata a casa lei, dovremo ragionare su un’altra centrale“. Le uniche conferme nella rosa bresciana dovrebbero essere quelle dell’alzatrice Ulrike Bridi e della schiacciatrice Lea Cvetnic, mentre dovrà ricominciare la ricerca dell’opposto, dopo che Josephine Obossa ha optato per Talmassons. LEGGI TUTTO

  • in

    Beatrice Molinaro e Silvia Fondriest nel mirino della Millenium Brescia

    Di Redazione In attesa di scoprire quale sarà il suo destino, tra Serie A1 e A2, la Banca Valsabbina Millenium Brescia inizia a muoversi sul mercato in vista della prossima stagione. Dopo l’annuncio dell’allenatore Alessandro Beltrami, la società lombarda pensa soprattutto a rinforzarsi nel reparto centrali: secondo il Giornale di Brescia, nel mirino ci sono almeno quattro giocatrici italiane. In cima alla lista Beatrice Molinaro, quest’anno protagonista in A2 a Mondovì, e Silvia Fondriest, in uscita da Trento; le alternative sono Giuditta Lualdi della Futura Busto e Asia Cogliandro, neopromossa con Roma. Per gli altri ruoli il mercato è ancora in divenire: la schiacciatrice Lea Cvetnic sarà probabilmente l’unica conferma, mentre per il palleggio non sembra destinata ad andare in porto la trattativa con Vittoria Prandi, che ha altre offerte dalla massima serie. LEGGI TUTTO

  • in

    Fondriest, il messaggio ai fan: “La mia strada con la Delta Despar termina qui”

    Di Redazione Dopo la conferma di Matteo Bertini in qualità di primo allenatore della Delta Despar, la società perde ora una delle sue punte di diamante. La capitana Silvia Fondriest non vestirà più la maglia della Trentino rosa e a comunicarlo, ufficialmente dopo le prime indiscrezioni, è lei attraverso un messaggio pubblicato sulla Pagina Facebook della Curva Marione, i sostenitori trentini. A riportare il messaggio, l’Adige nell’edizione odierna: “Difficile dire quello che mi passa per la testa ­ in questo momento, quello che mi è passato per la testa negli ultimi dieci giorni. Questa stagione è stata bella e complicata, per noi in campo e voi che purtroppo ci avete seguito da lontano (e temo che la tivù di Lega non abbia molto aiutato a tal proposito). Come ormai avrete letto dai giornali ­la mia strada con la Trentino Rosa purtroppo termina qui”. Fondriest poi continua: “Ho avuto il piacere di poter vestire da trentina la maglia del Trentino nel campionato di massima serie, ma oltre a questo ci sono stati altri momenti indimenticabili lungo il mio e il nostro percorso, cose che mi fanno essere fiera e felice di tutto ciò che è stato. Mi spiace però di non aver potuto concludere questo tragitto salutandovi dal campo. Spero avremo modo, pandemia permettendo, di trovarci tutti assieme per un saluto, per poterci guardare in faccia e raccontarci quello che non ci siamo detti durante tutta la stagione per poterci fare gli auguri per in futuro che verrà. Un abbraccio,Silvia”. Tra i commenti al suo post, quello di un fan che le chiede il motivo dell’abbandono. Secca la risposta di Silvia: “E’ stata una scelta societaria”. LEGGI TUTTO

  • in

    Scattano i Play Off per la Delta Despar Trentino. Domani trasferta a Firenze

    Di Redazione Scatterà dalla Toscana, per la precisione dal palazzetto dello sport di Scandicci (vista l’indisponibilità del Mandela Forum), la corsa della Delta Despar Trentino nei playoff di serie A1, traguardo conquistato con pieno merito dal sestetto di Matteo Bertini grazie ad un’ottima regular season chiusa in ottava posizione con una salvezza conquistata con largo anticipo. Le gialloblù esordiranno domenica alle 17 nella gara d’andata degli ottavi di finale, che vedrà Piani e compagne far visita al Bisonte Firenze, compagine che ha chiuso la stagione regolare in nona posizione. Proprio grazie al miglior piazzamento, Trento avrà il piccolo vantaggio di poter giocare il match di ritorno in casa, al Sanbàpolis, mercoledì prossimo. «Abbiamo avuto una decina di giorni per allenarci con continuità – spiega Matteo Bertini, tecnico della Delta Despar – cosa che non accadeva da più di quaranta giorni viste le numerose gare ravvicinate che abbiamo dovuto affrontare negli ultimi due mesi. Arriviamo a questa sfida in salute, consapevoli del valore delle nostre avversarie ma anche consci di avere le possibilità di giocarci le nostre carte alla pari, come è accaduto in regular season. Servire bene sarà fondamentale per rendere più prevedibile il gioco di Firenze, che con palla in mano riesce invece a giocare una pallavolo molto veloce e difficile da leggere». Bertini ritroverà anche Silvia Fondriest dopo l’infortunio al polpaccio, ma è probabile che in sestetto venga confermata Valeria Pizzolato in diagonale all’altra centrale Furlan. Resto dello starting six trentino con Cumino al palleggio, Piani opposto, Melli e D’Odorico in banda e Moro libero. Mencarelli, orfano della lungo degente Belien, dovrebbe rispondere con Cambi in regia, Nwakalor opposto, Van Gestel e Guerra laterali, Alberti e Ogoms al centro e Panetoni libero. Gli unici due precedenti in Serie A1 si riferiscono alla stagione in corso: in entrambe le occasioni si è imposto al tie break Il Bisonte Firenze. Gli altri precedenti risalgono al 2008/2009 in serie B1 con una vittoria per parte. L’unico ex della sfida sarà Matteo Bertini, tecnico della Delta Despar, che ha allenato l’Azzurra San Casciano (ore Il Bisonte Firenze) in B1 nella stagione 2011/2012. Tutte le gare del campionato di Serie A1 femminile vengono trasmesse in diretta streaming in alta definizione su LVF TV, la web tv della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Sarà necessario registrarsi e sottoscrivere un abbonamento su LVF TV, all’indirizzo www.lvftv.com/signup/, per godersi tutte le gare in programma. Ovviamente saranno costantemente aggiornati anche i canali social della Delta Despar Trentino, in particolar modo Facebook e Instagram. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Fondriest: “Il nostro obiettivo deve andare oltre al risultato finale”

    Di Redazione
    Nonostante la sconfitta in tre set maturata al Pala Igor Gorgonzola di Novara, in casa Delta Despar Trentino si registrano segnali incoraggianti. Quella ammirata ieri, infatti, è stata una Delta Despar tenace e in crescita atletica e fisica dopo il lungo periodo di inattività per la positività al Covid-19 di gran parte della rosa gialloblù.
    Il severo risultato inflitto alle trentine dall’Igor Gorgonzola Novara non deve trarre in inganno, perché la prestazione ha offerto comunque a coach Bertini alcuni spunti interessanti in ottica futura. Menzione di merito in casa Delta Despar per le centrali Fondriest e soprattutto Furlan, molto presenti tanto da figurare come le due migliori in termini di punti nella metà campo trentina con 6 e 8 punti. Per quanto riguarda Novara il titolo di miglior giocatrice dell’incontro se lo è aggiudicato la laterale Nika Daalderop, autrice di 13 punti con il 55% in attacco e 2 muri ma non è stata da meno la prestazione offerta da Smarzek, con 13 punti oltre al 66% in attacco e 3 muri.
    Silvia Fondriest, Delta Despar Trentino. «Il nostro obiettivo in questo periodo deve andare oltre al risultato finale. Partita dopo partita cerchiamo sempre più di ritrovare il ritmo di gioco ma soprattutto ritrovare le caratteristiche che ci hanno contraddistinto nella prima parte di stagione, come la spregiudicatezza, la forza e la grinta. Rimango comunque molto fiera delle mie compagne e del percorso che stiamo facendo».
    Ilaria Battistoni, Igor Gorgonzola Novara. «Siamo molto contente per il risultato finale. La Delta Despar è una buona squadra composta da ottime giocatrici. Purtroppo non venivano da un bel periodo e oggi era la prima loro partita al completo, questo si è visto. Nella nostra metà campo siamo state brave ad imporre il nostro gioco e a conquistare i tre punti».
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Fondriest: “Mancata la voglia di rischiare ed essere aggressivi su ogni pallone”

    Di Redazione
    Non è stata senz’altro la miglior Delta Despar Trentino quella ammirata sul taraflex del PalaFenera contro la Reale Mutua Fenera Chieri nel recupero dell’ottava giornata d’andata. Una serata che lascia l’amaro in bocca alla formazione di Bertini che, risultato negativo a parte, non ha offerto una prestazione convincente dimostrandosi timorosa e poco lucida in diversi aspetti del suo gioco, su tutti il muro e la difesa. Merito anche delle piemontesi, che hanno offerto l’ennesima dimostrazione del proprio valore, trascinate da una Bosio in cabina di regia molto ispirata ed eletta miglior giocatrice dell’incontro, alla quale vanno buona parte dei meriti per il 52% complessivo di squadra in attacco del Fenera. In casa gialloblù la miglior realizzatrice è risultata Sofia D’Odorico con 10 punti a referto, due dei quali ottenuti grazie al servizio.
    Le parole dei protagonisti:
    Silvia Fondriest, Delta Despar Trentino. «Sono due settimane che giochiamo ogni tre giorni e la stanchezza sicuramente si fa sentire ma questo non vuole essere una scusante. La verità è che loro sono davvero una gran bella squadra, che gioca bene e anche oggi ha dimostrato tutto il suo valore. Nella nostra metà campo invece ci è mancata la voglia di rischiare ed essere aggressivi su ogni pallone. Adesso la testa passa già alla sfida, molto importante, di giovedì contro Cuneo».
    Francesca Bosio, Reale Mutua Fenera Chieri. «Ci tenevamo tanto ed avevamo davvero molta voglia di fare bene. Dopo la sfida contro Conegliano avevamo bisogno di ritrovare il nostro ritmo e non c’è cosa migliore di averlo fatto trovando anche una vittoria da tre punti. La mia prestazione? Tutto merito della linea di ricezione che mi ha sempre fatto arrivare palloni precisi».
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO