consigliato per te

  • in

    B2 femminile: la Sportilia Bisceglie resta a secco contro Potenza Picena

    Di Redazione Alla Sportilia Bisceglie non basta una prestazione a lungo determinata e grintosa per incamerare i primi punti in campionato nell’incrocio tra matricole con la Volley Torresi. La prima storica gara casalinga in serie B2 del club presieduto da Angelo Grammatica si conclude con il colpaccio delle marchigiane (1-3), abili a far valere il maggior tasso esperienziale di diverse interpreti soprattutto nei momenti cruciali del terzo e del quarto parziale. In ogni caso, a dispetto del secondo stop consecutivo, il tecnico biscegliese Nicola Nuzzi ha potuto trarre indicazioni confortanti di crescita sotto molti profili rispetto al battesimo della settimana precedente a Trani. In avvio Sportilia schiera la diagonale Losciale-Panza, capitan Nazzarini e De Nicolò in banda, Ottomano e la 18enne Lo Basso al centro (out per infortunio le colleghe di reparto Telesca e Di Reda, con quest’ultima in panca solo per onor di firma), Massaro libero. Sul fronte opposto, oltre alle sorelle Gaia ed Alessandra Concetti (figlie del tecnico Raniero), spicca la presenza dell’intramontabile opposto Erika Alessandrini (con trascorsi in A2 e B1) nonché della navigata centrale Valeria Zamponi. Potenza Picena mostra un approccio risoluto (8-13), il sestetto di casa reagisce parzialmente (11-13) ma deve poi soccombere all’ulteriore allungo avversario fino all’11-18 (nel frattempo Luzzi rileva Massaro in seconda linea), preludio all’epilogo vittorioso della formazione ospite (22-25). Al cambio di campo Bisceglie tira fuori gli artigli ingaggiando un duello serrato e non privo di ribaltamenti di punteggio. Concetti chiama il timeout sul 21-18, ma le padrone di casa non smarriscono intensità e concentrazione impattando il conto dei parziali (25-20) grazie anche ad un paio di efficaci turni di battuta di Nazzarini. La terza frazione registra a lungo un costante – benché minimo – vantaggio da parte della Volley Torresi, dilatatosi nel segmento conclusivo (19-25) anche a seguito di qualche errore gratuito delle biancazzurre. Emblematico lo sviluppo del quarto set: Sportilia schizza meglio dai blocchi rispetto alle rivali conseguendo anche un margine di 4 punti e conduce il risultato fino al 19-18. A questo punto, però, la squadra di Nuzzi incappa nell’indigesto black out che permette alle marchigiane di assestare un poderoso break di 0-7 e di chiudere definitivamente la contesa in poco più di due ore di gioco. Sportilia Bisceglie-Volley Torresi Potenza Picena 1-3 (22-25, 25-20, 19-25, 19-25)Sportilia Bisceglie: Nazzarini, Panza, Lo Basso, De Nicolò, Losciale, Ottomano; Massaro (L); Lamanuzzi, Massaro (L); Roselli, Pellegrini, Todisco, Gentile, Di Reda. All. Nuzzi.Potenza Picena: Zamponi, A. Concetti, Alessandrini, G. Concetti, Cingolani, Isolani; Morgoni, Piccirillo (L), Micheli, Levantesi, Nalmodi; Bovari, Esposito. All. R. Concetti.Arbitri: Magrone e Romita. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B2 femminile, esordio amaro per la Promoball Gussago che cede in casa Belladelli

    Di Redazione Soffre, rincorre, lotta e spinge, ma poi cede. È una prima di campionato con molti onori, ma poca gloria quella della Promoball Sanitars Gussago che, in casa della più quotata Volley Belladelli, cede per 3 set a 1, dopo una contesa in cui non rinuncia affatto a farsi valere. Avvio. La serata si fa subito in salita con le padrone di casa che, sin dalla linea dei 9 metri, mettono pressione alla Promoball. Il servizio veronese è il grimaldello giusto per far saltare la ricezione e il punteggio lo certifica con un 5-1 che obbliga le tigri a rincorrere. Gli scambi che seguono paiono la premessa per un totale dominio della Belladelli, dato che questa tocca prima il 9-3 – e coach Nibbio che già aveva chiamato il tempo a questo punto mette anche mano ai cambi inserendo Salvetti per Milijojkovic – quindi 13-8. Invece, la Sanitars Gussago, con carattere, stringe le maglie dello svantaggio e si porta fino al -2, 13-11, tanto che tocca al tecnico avversario, Zanoccoli, fermare il gioco. La contesa è incandescente, Piantoni mette le mani per il murone che vale il 17-15 e subito dopo si ritrova con le compagne a un passo dall’agganciare le padrone di casa. Il tentativo però fallisce dopo il time out di Belladelli che riprende un po’ fiato rilanciando 19-16. La Promoball non molla, con un pallonetto di seconda di Malvicini mette a terra il 18esimo punto, poi sul 21-19, Ferrari va al servizio sostituendo Piantoni, ma l’allungo vincente lo trovano le avversarie che chiudono 25-20. Secondo set. Quando poi i giochi riprendono, la situazione si ribalta rispetto all’inizio del match: è infatti la Promoball a cominciare meglio spingendo sul 1-4, poi, nonostante le padrone di casa accorcino, e impattino, torna avanti con un muro di Piantoni e, con un ottimo turno al servizio di Salvetti, aumenta la forbice costringendo dunque le veronesi a far la parte delle inseguitrici. L’andamento tale resta fino a quando Villafranca trova l’aggancio a quota 17, seguito dal sorpasso che, di fatto pietrifica la Sanitars Gussago, costretta a guardare le avversarie volare sul 23-17 e poi a perfezionare il 2-0 per 25-18. Terzo set. Desiderosa di accorciare le distanze, è ancora la compagine biancorossa a partire forte nel terzo parziale, ma il 6-0 con cui apre le danze non basta a piegare le veronesi che, anzi, si ricompattano e prima si rifanno sotto, poi mettono la freccia (14-11). La Promoball stringe i denti, lotta e cerca di recuperare, Buiatti pennella l’ace del 17-16, ma è ancora Belladelli a rilanciare 23-20. Poi, proprio quando sembra finita, ecco che le tigri sfoderano gli artigli, si aggrappano alle spalle delle avversarie, con un muro dolomitico di Basalari stampano il 23-23, quindi, ai vantaggi perfezionano il 2-1, chiudendo 26-24. Atto finale. La tensione sale, l’equilibrio segna l’inizio del quarto set, poi Villafranca spinge sul 7-4, salvo subire il ritorno biancorosso. Un palleggio di prima intenzione di Malvicini vale il 7-8, la ricezione perfetta di Bertoletti consente un vincente primo tempo a Basalari e fa prendere fiducia alla squadra che cerca di non mollare, anzi da vita a un punto a punto fino al 14-13. A questa altezza, però, la situazione si sblocca ed è ancora la battuta della Belladelli a favorire il tutto e a costringere Malvicini e compagne ad inseguire. Malgrado i tentativi, tuttavia, la Sanitars Gussago non riesce più a ricucire, così il 25-19 consegna i 3 punti a Villafranca. Così coach Giorgio Nibbio a fine gara: “Nonostante la sconfitta – sono le parole del tecnico – non è stata una brutta partita, anzi, a tratti siamo riusciti a tenere testa a una formazione candidata per il salto di categoria. Progressi se ne sono visti, e mi è piaciuta molto la reazione che abbiamo avuto nel terzo set, un po’ di sofferenza c’è stata in ricezione, ma voglio fare i complimenti alla squadra per come si è comportata. Ora torneremo al lavoro, in vista dell’esordio casalingo“. Prossimo turno: Sabato 30 ottobre, alle 19, Promoball Sanitars Gussago – Vidata Verona. Palestra Navezze, via Seriola 20, Gussago. La classifica: Volley Piadena e Orotig Peschiera punti 6, Marzola Trento 5, Volley Belladelli Vr 4, Zoobautique-Davis Mn*, Re/Max Intermedia, Polriva 3, Promoball Gussago*, Vidata, Arco Riva, P0licura Lagaris Tn 0. *una partita in meno TabellinoVolley Belladelli – Promoball Sanitars Gussago 3-1 (25-20, 25-18, 24-26, 25-19)Volley Belladelli: Antolini 16, Moretti, Rancati 17, Mazzola 16, Girelli 6, C. Fedrizzi 15, Tacchella 1, Bello (L), Fraccaroli. Ne: A. Fedrizzi, Tomasi, Zeggio, Maffei, Menegatti. All. Zanoccoli.Promoball Sanitars Gussago: Malvicini 3, Susio 18, Piantoni 4, Basalari 8, Miljojkovic 2, Buiatti 15, Bertoletti (L), Salvetti 9, Ferrari 4, Conti, Sandrini. Ne: Zampedri, Bergamaschi, Rozzini. All. NibbioArbitri: Fumagalli, Piazzi.Note: Belladelli: 10 battute punto e 9 errori. 60% positività in ricezione, 41% prf e 4 errori. 37% in attacco e 7 errori, 7 muri punto. Promoball: 4 battute punto e 10 errori, 35% positività in ricezione, 18% prf e 10 errori, 33% in attacco e 14 errori, 9 muri puntoDurata set: 28′, 28′, 31′, 26′. (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: prima sconfitta per l’Esperia Cremona a Gossolengo

    Di Redazione Le tigri gialloblù dell’Esperia Cremona non mordono nella tana della Fumara MioVolley: a Gossolengo le ragazze di coach Codeluppi riscattano la sconfitta di domenica scorsa a Montale, agguantando in classifica le rivali cremonesi. L’Esperia, obbligata a rinunciare ad Erika Pionelli e Chiara Frugoni, ancora ferma ai box, paga a caro prezzo gli errori in battuta (6 nel primo set, terminato ai vantaggi) e, nonostante buoni numeri in ricezione, conclude meno delle avversarie in attacco, pur terminando con Coppi, Lodi e Brandini in doppia cifra. Prima convocazione in prima squadra per Claudia Galli, atleta classe 2007, proveniente dall’under 16. Sabato prossimo l’occasione del riscatto, in casa contro la Pallavolo Alsenese. La cronaca:Amatori apre l’incontro con la fast del 4-3 locale, Crestin si fa rispettare a muro ed accorcia sul 5-4, Scarabelli invade a rete regalando il 6-6. Ravera ricambia con l’errore dai nove metri per il 9-7. Coppi carica le sue con l’attacco del 12-10 ma continuano gli errori in battuta e Gossolengo tenta la fuga con Scarabelli sul 17-13 del timeout Magri. Esperia ricuce complice i falli d’invasione delle piacentine sopra il nastro, poi Cristina Coppi di forza mette il naso avanti sul 19-20. Gossolengo non ci sta e si prende il vantaggio sul 22-20 grazie ad altri due errori cremonesi. Guaschino si procura un set point, annullato dall’attacco di Sara Lodi, 24-24. Chiara Scarabelli chiude il primo set a favore di Gossolengo per 26-24. Esperia riparte con buon piglio e si porta sul 3-5 grazie all’errore dai nove metri di Liguori. L’attacco di Ravera riporta avanti Cremona dopo un momento di buio, poi Liguori esagera in attacco, 6-8 e coach Codeluppi ferma il gioco. L’ace di Sara Lodi vale il 7-10. Guaschino mette fuori la tesa dell’8-12, Coppi allunga in diagonale sul 9-15. Liguori vanifica in battuta il punto precedente ed Esperia conduce sul 12-19 con l’attacco di Sara Lodi. Gossolengo non molla con Chinosi dai nove metri (15-19), ma Lodi non ne vuole sapere firmando il 15-22. Esperia si procura otto set points, Chiara Ravera rimette il punteggio in parità con la diagonale del 20-25. 1-1 e tutto da rifare.  Chiara Brandini comincia il terzo set con una murata vincente, le risponde Falcucci per il 4-3. Cristina Coppi realizza due punti di classe e porta avanti Cremona. Capitan Brandini rimette avanti le compagne con la tesa del 9-10. La diagonale di una ritrovata Falcucci fissa il 13-13. Coppi non riesce a passare da zona quattro e MioVolley si porta sul 16-14 del timeout Magri. La fast di Amatori non lascia scampo al muro ospite, la stessa poi replica con il lungo linea del 20-16 che indirizza il periodo. Anche Guaschino va a referto con il primo tempo del 22-17. Pedretti prova a dare linfa alle tigri gialloblù ma Falcucci riesce a valicare il muro firmando il 24-21 e chiudendo poi il periodo sul 25-22. Coach Magri si gioca anche la carta Decordi su Ravera ed Esperia cerca di scuotersi con la murata di Brandini su Falcucci. Sara Lodi realizza due punti per il 4-7, Scarabelli replica senza pietà ricucendo il gap sul 7-8. Decordi e Guaschino si scambiano muri vincenti: Brandini alza la barricata fissando il 10-12 su cui coach Codeluppi ferma il gioco. Giulia Decordi realizza due aces per l’11-15, le risponde Stefania Liguori con l’ace del 15-16 che mette pressione a Cremona. La murata di Allasia impatta sul 18-18, poi Amatori sigla l’ace del 20-19. Lodi mette fuori di poco la diagonale del 22-19 Gossolengo. Liguori procura quattro match points alle sue con un attacco da posto 2. È la stessa Stefania Liguori ad abbassare il sipario sull’incontro, mettendo a referto l’attacco del 25-20 finale. Fumara MioVolley PC-U.S. Esperia 3-1 (26-24, 20-25, 25-22, 25-20)MioVolley: Allasia 3, Scarabelli 18, Guaschino 6, Liguori 17, Falcucci 13, Amatori 11, Nasi (L), Nedeljkovic, Chinosi 1, Antola, Sacchi 1; NE: Caviati. All. A. Codeluppi – A. Falco.Esperia: Ravera 6, Brandini 12, Arcuri 2, Coppi 15, Crestin 3, Lodi 13, Zampedri (L), Rizzieri, Pedretti 3, Martino 1, Decordi 4; NE: Frugoni, Galli (L). All. V. Magri – G. Denti.Arbitri: Giulia Visalli e Federica Grasso.Note: Ricezione positiva (perfetta): MioVolley 64% (38%) – Esperia 52% (27%). Attacco punti (%): MioVolley 53 (34%) – Esperia 46 (32%). Battuta errori (punti): MioVolley 13 (8) – Esperia 14 (4). Muri punto: MioVolley 9 – Esperia 8. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile, prima caduta per le ragazze di Acqui Terme. 3-0 a Settimo Milanese

    Di Redazione Prima trasferta e prima caduta per le ragazze dell’Arredo Frigo Valnegri Acqui Terme che non riescono a conquistare nemmeno un set in casa del Visette Settimo Milanese. Assente Adani, ferma ai box per alcune settimane a causa di alcuni problemi fisici. Prestazione caratterizzata da molti errori e un punteggio quasi mai messo in discussione. La gara parte subito con le locali in avanti, le acquesi si tengono agganciate nei primi scambi, ma poi vanno in difficoltà, fino ad essere 22/10 sotto. Nonostante una leggera ripresa sul finale ed un break di Cattozzo che diminuisce lo svantaggio di quattro punti sul 24/13, ad avere la meglio sono le lombarde. Nel secondo set, dopo essere nuovamente partite alla rincorsa, le acquesi riescono a trovare il pareggio e portarsi avanti sul 5/7, trovando però l’immediata risposta delle locali. La scena si ripete subito dopo, con le milanesi che al secondo pareggio si riportano avanti distaccandosi di quattro lunghezze (13/9). Sul finale di Mirabelli e Palumbo cercano di recuperare qualche punto ma le padrone di casa difendono con convinzione il loro vantaggio ed alla prima occasione trovano la chiusura. Nella terza frazione sono le acquesi a portarsi subito avanti, ma il vantaggio dura ben poco: Visette riporta la situazione in proprio favore dopo il quattro pari e l’Arredo Frigo Valnegri va nuovamente in blackout lasciandosi travolgere sino al 20/11. Anche stavolta le termali si riprendono nella seconda metà del parziale, recuperando diversi punti e sino a portarsi a -3 sul finale con Lalli, Colombini e Mirabelli che da 24/17 accorciano sino a 24/21, quando Visette trova il punto chiusura, ottenendo così una vittoria netta nella prima davanti al proprio pubblico. TabellinoVISETTE SETTIMO MILANESE – ARREDO FRIGO VALNEGRI ACQUI TERME 3-0 (25-17, 25-21, 25-21)Arredo Frigo Valnegri: Lombardi 8, Poggi 3, Colombini 6, Lalli 6, Mirabelli 10, Cattozzo, Zenullari (L), Raimondo (L), Palumbo 4, Ruggiero. N.e: Grotteria. All. MarencoVisette Settimo Milanese: Pavesi 2, Cagnelutti 14, Nicora 5, Ravarini 15, Micelli 12, Olivares 2, Pantó (L), Romani 1, Riva. N.e: Cristaldi (L), Priore, Moroni. All. Pirella (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B2 femminile: la Pallavolo Sangiorgio in testa alla classifica, battuta anche Rubierese Volley

    Di Redazione La prima trasferta stagionale sorride alla formazione piacentina che supera in rimonta l’ostica Rubierese Volley per 3-1 e fa gioire coach Capra alla panchina numero 60. La Pallavolo Sangiorgio sul difficile campo reggiano conquista tre punti e resta a punteggio pieno in classifica con due vittorie in altrettante gare nel girone G del campionato di B2. Le albicelesti partono con Salimbeni-Hodzic, Tonini-Marc, Zoppi e d’Adamo, Tacchini libero; l’inizio gara è equilibrato, 8-8, poi la squadra di casa allunga sul 18-15 costringendo coach Capra a fermare il tempo. Alcuni errori della Sangiorgio regalano l’allungo a Rubiera (21-15) che di fatto chiude il set sul 25-19. Nel secondo entrano Gilioli per Hodzic spostando Tonini in posto e Molinari per D’Adamo: la squadra piacentina parte con una marcia diversa (5-14) e chiude 14-25. La musica non cambia nei successivi due: dove non c’è stata partita dove la Pallavolo Sangiorgio non permette alle avversarie di rientrare in gara e di chiudere con l’incontro, vincendo 9-25 e 10-25. ClassificaPallavolo Sangiorgio, Tomolpack Marudo, Ass. Sport. Corlo 6 punti; Arbor Interclays 5; Volley Stadium Mirandola 3; Cr Transport Ripalta* 2; Rubierese Volley, San Damaso* 1; Galaxy Inzani Volley, Vpa Uyba Ltp Piacenza, Volley Academy Modena, 0. * Una gara in meno. (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B2 femminile, prima sconfitta stagionale per Trani

    Di Redazione Nulla da fare per la Lavinia Group Trani che, contro la Primadonna Bari, nella seconda giornata di serie B2, ha subìto la prima sconfitta della stagione: al palazzetto “Enziteto” di Bari, le biancorosse hanno avuto la meglio, col risultato di 3-1. Una gara difficile che, al di là del risultato negativo, è stata affrontata con una prestazione positiva da parte delle tranesi, contro una squadra, quella barese, formata da un roster di atlete con esperienza non indifferente. Contro le biancorosse, mister Mauro Mazzola ha schierato il sestetto di partenza formato dalla palleggiatrice Ndriollari, con Dileo e Dambra come centrali. Lionetti e Montenegro laterali, Facendola è stata schierata come opposto. Curci ha agito come libero. A disposizione, Belviso, Brancale e Miranda. A causa di un problema fisico, ancora indisponibile Petruzzella, seppure in panchina. Equilibrato l’avvio del primo set (8-8), poi a portarsi in avanti sono state le tranesi (12-14). Il vantaggio si è mantenuto ancora per poco (13-16): le padrone di casa hanno ripreso le avversarie (16-16), per poi superarle nel punteggio (18-16). Al time-out le biancazzurre sono arrivate in vantaggio (20-22), poi, un errore in fase di attacco, ha permesso alle baresi prima di pareggiare i conti, poi di portarsi nuovamente in avanti (23-22). Le tranesi ci hanno provato fino all’ultimo (24-24), ma ad avere la meglio, ai vantaggi, sono state le baresi (26-24). La buona partenza delle ragazze allenate da mister Mazzola nella seconda frazione (4-7) si è trasformata in un importante – ma illusorio – vantaggio a metà parziale (7-14): le biancorosse sono salite in cattedra e hanno nuovamente raggiunto le avversarie (15-15). Si gioca punto a punto (21-21) ancora per poco: il time-out nel finale (23-21) non ha schiarito le idee alle tranesi, sconfitte anche nel secondo set (25-21). Tutta nel terzo parziale la reazione delle biancazzurre: partenza equilibrata (10-10), poi, dopo un break a favore delle baresi (15-13), le tranesi hanno raggiunto il pari (17-17) e superato le avversarie (17-20 al secondo time-out). Le padrone di casa hanno sofferto i ritmi delle tranesi che, imponendo il proprio gioco, hanno chiuso a proprio favore il terzo set, riaprendo la gara (18-25). Non si è concretizzato, tuttavia, il tentativo delle biancazzurre di raggiungere il complessivo pari, nel quarto parziale: le tranesi hanno inseguito le avversarie per tutto il set (7-5), senza riuscire ad avere la meglio sulle baresi. Difficile, per Lionetti e compagne, colmare lo svantaggio a metà frazione (16-9): le biancorosse hanno vinto la gara, chiudendo a proprio favore il quarto parziale (25-13). Archiviata la sconfitta contro le baresi, per le biancazzurre sarà importante prepararsi al meglio per la terza gara di campionato: domenica 31 ottobre, alle 17:30, le tranesi ospiteranno, al “PalaFerrante” di Trani, le avversarie della Corplast Corridonia. (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Serie C femminile, Cermenate cede 3-0: primo stop di campionato

    Di Redazione Primo stop in campionato per Cermenate che cade 3-0 in casa di Coren Meda. Il primo set è a senso unico a favore delle padrone di casa: 4-1, 7-4, 16-7, 20-8, fino al definitivo 25-9. Buon avvio di Meda anche nel secondo set (5-2). Cermenate rimonta ed impatta sul 9-9. Poi è nuovamente la formazione di casa a provare l’allungo (18-14). Le virtussine restano in scia (18-20), ma il finale è tutto di Meda che chiude il parziale 25-20. Avvio di terzo set punto a punto fino al 6, quando è ancora la formazione di casa a trovare lo strappo (16-8, 21-11) che la spinge fino alla conquista del set (25-15) e dell’incontro 3-0. Nel prossimo turno di campionato Cermenate ospiterà Lazzate Volley sabato 30 ottobre 2021 alle ore 20.30. INFO MATCH2^ Giornata Serie C Femminile – FIPAV LombardiaCOREN MEDA – VIRTUS CERMENATE 3-0 (25-9, 25-20, 25-15)VIRTUS CERMENATE: Brenna, Sarubbi, Maiocchi, Campi, Clerici, Crepaldi, Mancarella, Testoni, Castelli L, Bollini, Ruiu, Samba 2, Castelli G (L1), Schembri (L2). Allenatore: Pietroni Francesco. Secondo allenatore: Curiale Alessandro. (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Serie D femminile, trasferta amara per Cermenate che non passa ad Albosaggia

    Di Redazione Trasferta amara in Valtellina per Cermenate che contro Autovittani Polisportiva Albosaggia non va oltre il 3-1. Buon avvio di primo set per le virtussine che si portano subito avanti (2-5, 3-8). Le padrone di casa impattano sul 9-9, ma è nuovamente Cermenate ad allungare (9-13, 13-22), chiudendo il parziale 16-25. Avvio ad elastico delle due formazioni nel secondo set: 3-5, 8-5. Albosaggia incrementa il vantaggio (13-7), ma Cermenate risponde subito impattando sul 15-15. Nuovamente avanti la formazione di casa (19-15), con le virtussine che si rifanno sotto (19-18), ma non riescono nell’aggancio, lasciando il finale alle valtellinesi (22-18) che vincono il parziale 25-21. Il terzo set è tutto di Albosaggia: 4-1, 8-3, 15-10, 19-11, fino al definitivo 25-16. Il quarto set è la copia del precedente con la formazione di casa che scappa subito (7-3, 12-7). Cermenate accorcia (14-12), ma Albosaggia mantiene il controllo della situazione (18-13, 22-14), chiudendo il parziale 25-21 e l’incontro 3-1. Nel prossimo turno di campionato Cermenate ospiterà Co-Car Missaglia sabato 30 ottobre 2021 alle ore 17 a Cermenate. INFO MATCH2^ Giornata Serie D Femminile – Fipav LombardiaAUTOVITTANO POL. ALBOSAGGIA – VIRTUS CERMENATE 3-1 (16-25, 25-21, 25-16, 25-21) VIRTUS CERMENATE: Tosetti, Pillinini 14, Fabian 12, Bersani, Ravasio 6, Arnaboldi 3, Figini, Larosa ne, Arcaini 18, Tettamanti, Lanzarotti ne, Corti (L1) 1, Rumi (L2). Allenatore: Proverbio Giorgio. (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO