consigliato per te

  • in

    B maschile: Valtrompia rimonta dallo 0-2 e si impone su Caselle

    Di Redazione Il Valtrompia Volley si aggiudica la prima in casa contro Arredopark Dual Caselle dopo un altro estenuante tie break (24-26, 21-25, 25-21, 25-18, 15-11). Stavolta però il risultato sorride ai valtrumplini che, sotto 0-2, riescono a raddrizzare le fila e a riaprire una situazione che sembrava destinata a chiudersi in favore dei veronesi. I Lupi non riescono nei primi due set a imporre il proprio gioco, nonostante si viaggi sul filo dell’equilibrio, e nel primo parziale addirittura in vantaggio di 4 lunghezze subiscono i colpi di un forte Pereira e di Peslac, efficaci anche da seconda linea e dai 9 metri. Coach Peli rileva Sorlini nel terzo parziale e inserisce Paracchini, che si fa autore di un’ottima prestazione e spiazza la difesa avversaria; con un crescendo di Burbello e i preziosismi di Montanari Valtrompia si fa sempre più grande, annullando la presenza veronese. Finché, nel quinto e decisivo set, l’esperienza del muro granitico di Signorelli e Agnellini e della malizia e imponenza del bomber Burbello decidono la vittoria dei padroni di casa. Burbello: “Team determinato e compatto, ottima la reazione e la rimonta dopo un inizio un po’ difficile, abbiamo sistemato un po’ di cose che non funzionavano. Nel tie break eravamo partiti male e poi ricompattati, dimostra che abbiamo una bella carica che ci dovrà aiutare per tutto l’anno“. Valtrompia Volley-Arredopark Dual Caselle 3-2 (24-26, 21-25, 25-21, 25-18, 15-11)VALTROMPIA: Burbello 26, Agnelini 6, Montanari 15, Spagnuolo 2, Sorlini 4, Signorelli 12, Marchetti, Niccoli Rosati N.E Ghirardi, Gnutti, GambaARREDOPARK: Alberti 1, Genovese 4, Sasdelli 5, Solazzi 4, Pereira 14, Hernandez1, Bernabè 1, Caiola 2, Massafeli 1, Peslac 17 Frigo, N.E Caliari (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Scanzo concede il bis con un convincente 3-0 su Limbiate

    Di Redazione Copia e incolla del debutto? Anche meglio per lo Scanzo Volley. La seconda giornata di campionato si conclude con lo stesso punteggio imposto a Romagnano Sesia, ma contro la Zeroquattro Limbiate lo Scanzo fa uno step in più nella sua scala di crescita. Contro un avversario che aveva portato via un set da Caronno, i bergamaschi – con un Malvestiti in stato di grazia (17 palloni a terra) – approcciano il match come meglio non avrebbero potuto. E se la strada, più che in discesa, sembra una picchiata verso il doppio traguardo c’è tanto merito dei giallorossi, aggressivi fin dai primi scambi con il servizio a fare da spartiacque, tanto da mandare fuorigiri una ricezione avversaria che evapora. 7-1 al semaforo verde del primo set, 7-0 nel secondo. Nella prima serie un ace di Giorgio Gritti, nella seconda di Luca Martinelli. Un doppio segnale che, sostanzialmente, sancisce una superiorità che mai ha traballato e che ha consentito di mettere in ghiaccio rispettivamente a 15 e a 14 i primi due periodi. I milanesi, tuttavia, con Frasconi in campo trovano un maggiore equilibrio nel terzo tanto da dare filo da torcere ai bergamaschi fino a risalire al meno 1 (20-19). Nel finale però le gerarchie e le distanze vengono ristabilite e i ragazzi di Gandini possono brindare alla seconda affermazione interno di fila. Scanzo-Limbiate 3-0 (25-15, 25-14, 25-20)Scanzo: Valsecchi 9, Martinelli 2, G. Gritti 10, M. Gritti 7, Malvestiti 17, Costa 9, Viti (L), M. Parma 1, J. Parma. N.e. Innocenti, Fornesi, Falgari, Mismetti, Cassina. All. GandiniLimbiate: Carcereri 1, Signorelli, Riva 2, Stella 16, Soldan 6, Ponzoni 6, Errera (L), Del Vescovo, Frasconi 2, Porro 3, Brandi 1. N.e. Dazzeo, Agostinello, Longobardi. All. Smorgon. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Diper Jolly Cinquefrondi al fotofinish sulla Volo Saber Palermo

    Di Redazione Al Pala Oreto la spunta la Diper Jolly Cinquefrondi. La “classica” di Serie B maschile degli ultimi anni regala un altro tie-break, ma per la prima volta sono i reggini ad avere la meglio. La Volo Saber Palermo prende dunque il primo punto in campionato, anche se l’amarezza è tanta per una gara che poteva essere chiusa in anticipo ed in favore degli uomini di Ferro. Partita dai due volti per Gruessner e compagni. Due set dominati senza patemi d’animo, con la ricezione neroverde in grande spolvero e con percentuali altamente confortanti (25-16 e 25-14). Sul più bello, il giocattolo s’inceppa. Il rientro in campo al terzo set è l’inizio di un incubo che porta in evidenza la mancanza di lucidità nel momento cruciale. Così Palermo stacca la spina e subisce la rimonta dominante dei calabresi. Chirumbolo, tecnico della Jolly, cambia le carte spostando principalmente Di Pasquale fuorimano, favorendo l’inserimento di Lopretone di banda e riportando Orlando al centro. Una mossa che rivoluziona l’andamento della gara. Proprio la ricezione locale, impeccabile nella prima fase di incontro, subisce il colpo dando modo all’esperto Degli Esposti di distribuire il gioco alle sue bocche di fuoco predilette. Neroverdi costretti a rincorrere un avversario sempre avanti, anche se il primo tempo di Banaouas tiene viva la Volo Saber (20-20), così come i siluri di Gruessner che giocano con le mani alte del muro ospite (23-23). Sul più bello un paio di imprecisioni in battuta e ricezione donano il parziale apripista alla Jolly (23-25). Un Cinquefrondi galvanizzato trasforma lo spiraglio in una voragine con i colpi al centro di Orlando (9-14). Gruessner porta a -3 lo svantaggio sul 15-18 ma è solo fuoco di paglia poiché gli ospiti recitano un monologo micidiale piazzando un break di 7-1 che vale il 16-25 e il pareggio dei set (2-2). Al tie-break Cinquefrondi viaggia sulle ali dell’entusiasmo anche se la Volo Saber rimane ancorata (5-7). Degli Esposti s’inventa un “tocco in seconda” da maestro che manda la sua squadra sul più 3 al cambio campo (5-8). Proprio l’alzatore della Jolly punta su Lopretone, il più ispirato (11-14). Vaiana sbaglia la battuta (12-14) ma al successivo match-point Cinquefrondi fa centro con l’errore in attacco di Gruessner (12-15) che regala la vittoria. Volo Saber Palermo-Diper Jolly Cinquefrondi 2-3 (25-16, 25-14, 23-25, 16-25, 12-15)VOLO SABER PALERMO: Firriolo 1, Blanco 13, Ferro G. 1, Gruessner 17, Banaouas 12, Simanella A. 8, Lombardo 10, Simanella G. 1, Sibani 1, Sutera (L1), Runfola (L2). All. Ferro N.DIPER JOLLY CINQUEFRONDI: Orlando 13, Vaiana 7, Degli Esposti 2, Melara 1, Bonati 14, Lopretone 6, Remo (L1) 1, Zerbonia (L2), Zangari ne, Orecchio ne, Renzo ne, Belcastro ne. All. Chirumbolo.Arbitri: Alessandro D’Argenio di Mercogliano (AV) e Andrea Bonomo di Roma. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: vittoria in rimonta per il Volley Parella Torino a Novate

    Di Redazione Successo in rimonta che soddisfa a metà per il Volley Parella Torino. Le biancorossoblu, sotto 2-0 fuori casa contro la Polisportiva Coop Novate, recuperano e si impongono al tie-break. Ma resta il rammarico per aver lasciato per strada un punto, dopo aver sciupato troppo nei primi due set. Coach Barisciani conferma il sestetto della scorsa settimana, fatta eccezione per il libero, ruolo in cui fa il suo esordio in biancorossoblu Sara Sopranzetti. Per il resto sempre Fano in cabina di regia con Cicogna opposto, Mirabelli e Crespi sono le due bande, con Farina e Deambrogio al centro. Formazione tipo invece per Novate che schiera Guerriero palleggiatrice e Banfi opposto, Stefani e Bibolotti in posto 4, Rigon e Mandotti centrali con Alessia Gallo libero. Il Parella parte meglio e si porta avanti con Cicogna in battuta (3-5) per poi allungare fino al 7-11. Novate però resta incollata e pareggia a 15 per poi portarsi subito avanti: 17-16. Le torinesi non riescono più a reagire e affondano sul turno di battuta di Maletti, subentrata a Stefani proprio per questo fondamentale (22-18). È il break decisivo e le padrone di casa chiudono 25-21. Il finale di set condiziona Farina e compagne anche nel parziale successivo che le biancorossoblu regalano letteralmente alle avversarie. Subito avanti 3-0, Novate allunga progressivamente e vola 13-6. Reazione d’orgoglio delle parelline, con Maiolo in campo al posto di Crespi, che porta fino al -2 (17-15). Dal 20-18 però, Novate non concede più nulla e si porta avanti 2-0 (25-19). Nel terzo set, dopo un avvio equilibrato è il Parella a far pendere per primo l’ago della bilancia dalla propria parte: 10-14. L’ace di Rigon riavvicina le padrone di casa (16-18) ma il turno di servizio di Crespi è decisivo e le torinesi accorciano: 19-25. La vittoria del set rilancia le parelline che nel quarto partono forte (5-9, poi 6-12) e nel finale allungano ulteriormente, trascinate da capitan Farina che sia in attacco che dai 9 metri diventa letale: 17-25. Si va quindi al tie break, dove dopo un inizio favorevole alle padrone di casa (4-1) è ancora il turno di battuta di Crespi a scavare il solco in favore delle torinesi che scappano dal 6-4 al 6-12. L’ace di Banfi non basta a riportare Novate in carreggiata e il Parella si impone 9-15. “Abbiamo giocato un pessimo set – commenta a fine gara coach Barisciani – che purtroppo per noi è stato a cavallo tra la fine del primo e l’inizio del secondo. Questo ha scombinato un po’ i piani. Per il resto abbiamo preparato la partita cercando di mettere in difficoltà la loro ricezione e poi impostando la difesa di conseguenza ma per un set non ci siamo riusciti e questo ci è costato caro. Uno schiaffo ogni tanto fa bene e speriamo che questo ci insegni che quando sei sopra in un set fuori casa giocando bene, non puoi permetterti di rilassarti e permettere alla squadra avversaria di ritornare. Era importante fare più punti possibile in queste prime due partite e adesso pensiamo al prossimo ciclo di gare“. Pol. Coop Novate-Volley Parella Torino 2-3 (25-21, 25-19, 19-25, 19-25, 9-15)POL. COOP NOVATE: Guerriero 3, Banfi 14, Bibolotti 8, Stefani 8, Rigon 20, Mandotti 7, A. Gallo (L), Maletti 1, Pegoraro 1, Curti, S. Gallo. N.e: Toia, Sartori, Fantini (L). All: Enzo Cannone. VOLLEY PARELLA TORINO: Fano 7, Cicogna 24, Mirabelli 10, Crespi 13, Farina 15, Deambrogio 11, Sopranzetti (L), Maiolo 1. N.e: Scapacino, Nicchio, Bertoli, Camolese, Esposito (L). All: Mauro Barisciani.Note: Ace 8-20, Battute sbagliate 11-14, Ricezione 19% (4%)-34% (12%), Attacco 28%-34%, Muri 16-11, Errori 24-33. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: secondo successo consecutivo per LA NEF Osimo

    Di Redazione Ottimo esordio casalingo per LA NEF Osimo, che ottiene la seconda vittoria consecutiva, prima in casa, per 3-1 contro l’ostica compagine abruzzese dell’Iseini Alba Adriatica, sconfitta all’esordio e quindi con tanta voglia di riscatto. Finalmente il ritorno in casa con il calore del pubblico per gli osimani, che ha trascinato la squadra alla vittoria: a distanza di quasi due anni il ritorno dei tifosi sarà un elemento in più per questo campionato di Serie B maschile. Avvio di partita equilibrato tra le due squadre: se per i padroni di casa si fa notare Silvestrelli, la buona l’organizzazione difensiva è l’arma in più degli ospiti. Rossetti e Ragoni trascinano Alba con delle ottime giocate e gli ospiti conquistano il primo set per 21-25. Buono l’avvio del secondo set per LA NEF Osimo con Valla e ancora Silvestrelli a fare la differenza e mettono i padroni di casa sul 9-4. Di Felice e Rossetti sono due ottimi schiacciatori e lo dimostrano in questa frazione, con Alba che rimane in scia per un secondo periodo molto combattuto ed equilibrato sul 16-14. Silvestrelli con un paio di ace, e degli ottimi attacchi, fa la differenza in questo frangente e gli osimani si impongono per 25-17 (1-1). Terzo set equilibrato con botta e risposta da ambo le parti fino all’11-11, con i padroni di casa che piazzano il break (5-0) e conquistano la frazione grazie ad una grande prova corale, e l’esperienza di Polidori, per 25-18 (2-1). Quarto set ancora all’insegna dell’equilibrio sul 10-10, con protagonisti da ambo le parti Rossetti e Di Felice da una parte e Valla e Silvestrelli dall’altra. I “senza testa”, con Polidori a muro e Silvestrelli in attacco si aggiudicano la frazione, chiudendo la questione, per 25-17 (3-1) con una grande prova di maturità e determinazione da parte di tutti. “Una vittoria estremamente positiva per come è arrivata – commenta coach Roberto Masciarelli – una partita combattuta, dove non siamo partiti benissimo, ma siamo stati molto bravi a recuperarla ed a tenere un’ottima intensità“. LA NEF Osimo-Iseini Volley Alba Adriatica 3-1 (21-25, 25-17, 25-18, 25-17)LA NEF OSIMO: Stella n.e., Cremascoli 4, Di Nisio n.e. Polidori 3, Silvestroni 5, Sparaci n.e., Caciorgna 12, Vignaroli 3, Di Martino n.e., Silvestrelli 31, Valla 12, Schiaroli, Genovesi n.e. All. MasciarelliISEINI VOLLEY ALBA ADRIATICA: De Matteis, Cretone n.e, Esposito n.e., Di Felice 6, Cacchiarelli, Foglia, Pugliatti 1, Di Pentima n.e., Rossetti 8, Stipa, Ragioni 12, Traini 3, Brutti n.e. All. BruttiArbitri: Azzurra Bordoni e Carolina Mezzasoma (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B2 femminile: bottino pieno per la GesanCom Fly Volley Marsala

    Di Redazione Si prende l’intera posta in palio, in un PalaBellina finalmente con il pubblico, la GesanCom Fly Volley Marsala contro la Volley Valley Catania di Piero Maccarone. Una seconda giornata di campionato molto attesa dalla società lilibetana, che ha avuto il sapore della conferma del buon lavoro svolto, nella preparazione ed in questo inizio di campionato. Un convincente 3-0 che grazie ai parziali 25-13, 25-16, 25-10 poco lascia all’immaginazione e lancia il sodalizio azzurro in testa alla classifica, in coabitazione con Caffè Trinca Palermo ed in attesa del match della Stefanense. Per la Fly Volley Marsala, coach Marco Adornetto schiera lo stesso sestetto vincente di Pedara con la diagonale Simoncini-Spanò, i martelli Scirè e Lo Iacono, le centrali Campagna-Pirrone ed il libero Modena. La Volley Valley di Piero Maccarone presenta la diagonale Surace-Riferi, in banda le schiacciatrici Col-Di Lorenzo e le centrali Richiusa-Carpinato alternate al libero De Luca. Tre set praticamente uguali e perfettamente comandati dalle libellule di Marco Adornetto che impongono il loro gioco fin dalle prime battute grazie ad una attenta conduzione in tutte le fasi di gioco. MVP del match Chiara Scirè che grazie ad una serie di battute micidiali, ad una difesa estrema e ad un fase di attacco impeccabile impegna in fragorosi applausi il pubblico presente. Una piacevole nota è stato l’ingresso di Gaia De Marco che, dopo il grave infortunio al ginocchio di qualche anno fa, gioca nei finali di secondo e terzo set entrando nel tabellino con un ace e dimostrando che chiunque venga chiamato a giocare farà la propria parte in maniera convincente. GesanCom Fly Volley Marsala-Volley Valley Funivie dell’Etna Catania 3-0 (25-13, 25-16, 25-10) GesanCom Fly Volley Marsala: Scirè 17, Pirrone 4, Spanò 8, Lo Iacono 10, Campagna 5, Simoncini 3, De Marco 1.Volley Valley Funivie dell’Etna Catania: Carpinato 2, Surace 1, Di Lorenzo 2, Richiusa 5, Bonfiglio 2, Riferi 7. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: Zero5 Castellana Grotte a segno contro Cutrofiano

    Di Redazione La direttiva era di non fare entrare in partita le avversarie e così è stato per la Zero5 Castellana Grotte, che ha battuto nettamente la Cuore di Mamma Cutrofiano nella seconda giornata del campionato nazionale di Serie B1. 25-10, 25-18, 25-12 gli eloquenti parziali di un meritato 3-0. Di fronte due squadre giovanissime: 20,3 anni l’età media della squadra di Castellana, addirittura 17,1 quella delle ragazze leccesi. Antonio Carratù per il Cutrofiano schiera Caruso (4 punti) opposta a Jimenez, Tornesello (4) e Danaila (3) al centro, Angelini (3) e Otta (9) in banda, Pagliara libero. Entrate Devitofrancesco, Cirillo e Schito, non entrate Lerario e Marra. Massimiliano Ciliberti per la Zero 5 risponde con Liguori (10) opposta a Ricchiuti (5), Micheletto (2) e Vinciguerra (top scorer di gara con 14 punti) centrali, Civardi (10) e Cipriani (7) schiacciatrici, Recchia libero. Entrate Soleti (7), Di Carlo (1), Pinto e Pavone. Non entrata Pisano. Superiorità marcata per le concentrate ragazze castellanesi che non lasciano spazio alle leccesi pressandole dalla prima all’ultima palla. 8-2, 16-6, 21-10 e 25-10 la progressione indiscutibile nel set. Più presenti le ospiti nel secondo set. Continuano a stentare in ricezione (8-5), riescono a pareggiare (8-8), ma poi subiscono un pesante 7-0 con Ricchiuti al servizio (16-9) e non riescono più a recuperare (25-18). Alla pari nelle fasi iniziali del terzo set (4-4), ma anche questa volta le leccesi subiscono il servizio (10-4) e non riescono più a riprendersi (16-7, 21-10, 25-12) nonostante la Zero5 schieri tutte le sue under. Conferma la propria bravura Chiara Vinciguerra, molto bene Liguori e Ricchiuti, ma tutte hanno risposto a dovere, da Recchia a Soleti, che confermano le proprie doti. Otta la migliore delle avversarie. Antonio Carratù: “C’è tanto lavoro da fare. Il nostro obiettivo è crescere e migliorarci. Lo faremo con i tempi che ci vorranno e credendoci perché sono ragazze giovanissime che hanno buone potenzialità“. Massimiliano Ciliberti: “Stasera era fondamentale il risultato. Tutte le nostre hanno avuto la possibilità di giocare e sono contento della loro prestazione. Adesso pensiamo alla prossima trasferta a Torre Annunziata“. Ramona Ricchiuti: “In questa partita ci serviva mettere in difficoltà la ricezione avversaria e penso che l’abbiamo fatto bene. Abbiamo lavorato in questa settimana proprio per questo obiettivo“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: la Tonno Callipo resta a bocca asciutta a Letojanni

    Di Redazione La Tonno Callipo Vibo Valentia subisce una sconfitta nella prima trasferta stagionale, a Letojanni, nel quadro della seconda giornata del torneo di Serie B maschile. 3-0 il risultato a favore dei siciliani, che non hanno avuto problemi a vincere contro Laurendi e compagni. È una Callipo molto giovane quella allenata questa stagione da coach Nico Agricola, che ha già messo in conto come quello appena iniziato sarà un torneo che servirà ai promettenti tonnetti giallorossi per accumulare esperienza. Miglior realizzatore per la Callipo lo schiacciatore Facciolo con 5 punti, classe 2003 come tanti suoi compagni, seguito da Iurlaro con 4 ed ancora più giovane di due anni. Un punto realizzato anche da Dumitrache, rumeno di origine, il più piccolo della compagnia con i suoi 15 anni. Nel primo set siciliani sempre in vantaggio (8-3, 16-10, 21-13), sospinti da Torre e Cortina, rispettivamente 16 e 14 punti. Poca resistenza da parte della Callipo che ha subìto molto il servizio avversario, alla fine del set saranno 7 gli ace di Letojanni, di cui 4 realizzati da Cortina ed alla fine del match ben 15 totali. Così il parziale va in archivio 25-15 per la squadra di coach Rigano. Nel secondo set il trend non cambia: Vibo ci mette ancora impegno e volontà ma i punteggi intermedi (16-9, 21-11) raccontano ancora della superiorità dei padroni di casa. Nonostante i giallorossi cerchino di tenere botta il set si chiude 25-14 per gli isolani. Infine nel terzo parziale parte come sempre bene Letojanni (8-2) e la Callipo sembra opporre maggiore resistenza con i parziali 16-12 e 21-14 per i siciliani. Spinta dai suoi martelli la squadra di casa chiude set (25-14) ed incontro con una buona prova collettiva. Savam Costruzioni Letojanni-Tonno Callipo Vibo Valentia 3-0 (25-15, 25-14, 25-14)Letojanni: Battiato 5, Torre 16, Cortina 14, Fasanaro 4, Balsamo 3, Chiesa (L pos 64%, prf 29%), Chillemi 9, Vitale, Penna, Buremi 7, Romeo 1. Ne: Scheid. All. RiganoCallipo: Laurendi , Bonsignore 3, Belluomo 3, Iurlaro 4, Cugliari (L pos 42%, prf 25%), Vizzari 3, Dumitrache 1, Facciolo 5. Ne: Alcantarini, Mirarchi, Cortese, Orto. All. AgricolaArbitri: Pampalone e Malia.Note: Letojanni ace 15, bs 11, errori attacco 10, muri 2, errori 15, punti 60. Vibo: ace 1, bs 9, errori attacco 6, muri 4, errori 21, punti 22. Durata: 22’,23’,22’. Totale 67’. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO