consigliato per te

  • in

    Tinet cerca riscatto con la matricola Savigliano

    C’è voglia di riscatto tra le fila della Tinet Prata. L’ultima trasferta in quel di Pineto si è risolta con un netto 3-0 a favore dei padroni di casa e quindi si punta ad un’immediata ripartenza. Per questo sarà necessario ritrovare il grande feeling con i tifosi gialloblù che hanno rappresentato una vera arma in più nell’esordio contro Macerata. Non sarà d’accordo la squadra ospite di domani, la Monge Gerbaudo di Savigliano (Cuneo), neo promossa che è reduce dalla sua prima vittoria in Serie A nel turno precedente contro la Geetit Bologna per 3-1. Una squadra quadrata che fa della grande intensità difensiva e del contenimento degli errori una delle sue caratteristiche principali. I gialloblù sono carichi e vogliono far bene per far esplodere il PalaPrata di gioia.
    I piemontesi sono guidati in regia dal ventisettenne Vittone, che gioca in diagonale con l’opposto Bosio che dopo essere uscito dalle giovanili del Savigliano ha fatto esperienza di qualità sempre in regione con Mondovì (A2) e Sant’Anna (B). Attaccante di riferimento ed esperienza è il centrale Dutto, a suo tempo prodotto delle giovanili di Cuneo e che proprio con le aquile bianco blu ha giocato l’ultima stagione in A2. Nel suo stesso ruolo giostra il trentasettenne Alberto Gonella garantendo conoscenza del gioco. In banda Bossolasco e Garelli sono una coppia che punta sulla tecnica piuttosto che sulla fisicità mentre il libero è Paolo Rabbia. Non ha giocato nell’ultima gara, ma è a disposizione Andrea Galaverna, un attaccante di categoria superiore che ha già affrontato i Passerotti ai tempi della A2.
    Come detto la Tinet vuole disimpegnarsi al meglio davanti al pubblico amico e si sta allenando con grande intensità. Pienamente recuperato Dal Col, dovrà invece pazientare ancora qualche giorno per ritornare a saltare Marco Novello che è ancora alle prese con una caviglia ballerina. L’appuntamento è per domani alle 20.30 al PalaPrata. I biglietti potranno essere acquistati online su Liveticket ma, per la prima volta in stagione, la biglietteria del PalaPrata sarà aperta e disponibile per l’acquisto dei tagliandi alle ore 18.30.
    Il match verrà diretto da Anthony Giglio di Trento ed Emilio Sabia di Potenza.
    Diretta streaming garantita su Legavolley.tv LEGGI TUTTO

  • in

    Di Pinto “Bello riabbracciare i tifosi, fondamentali anche contro San Donà”

    Terza di campionato per la Med Store Tunit Macerata che domenica alle 18 ospita la Volley Team San Donà di Piave. Per i biancorossi è la seconda gara di fila al Banca Macerata Forum e potrà godere nuovamente del ritrovato sostegno dei tifosi, oltre al buon periodo di forma che ha portato due vittorie nelle prime due uscite stagionali. San Donà invece, dopo aver sbancato il Palasport Allende di Fano 3 a 1, è caduta una settimana fa in casa per 3-2, al termine di una combattuta sfida contro la Videz Grottazzolina.
    “È stato bello ritrovare i tifosi, abbracciarli virtualmente e riaccoglierli al Banca Macerata Forum con una bella partita com’è stata quella contro Belluno”, commenta il coach Di Pinto. “Nonostante i parziali raccontino una partita tutta a nostro favore, Belluno si è confermata una squadra combattiva. Tutte le metà dei set sono state tirate e i nostri ragazzi hanno dovuto lottare per guadagnarsi la vittoria. Sapevamo che anche quest’anno avremmo affrontato avversarie sempre vogliose di far bene, con l’aggiunta che vengono a giocare in un tempio della pallavolo, per anni palcoscenico internazionale; vogliono tutti dare il massimo contro una delle squadre favorite del campionato e noi dobbiamo essere bravi a restare sempre concentrati, scendere in campo consapevoli di dover imporci, confermando che siamo noi i più forti”. San Donà stessa verrà a Macerata col doppio obiettivo di fermare la Med Store Tunit e riscattare la sconfitta con Grottazzolina. “Hanno dato vita ad una bellissima partita, li stiamo studiando con attenzione perché giocano bene e hanno diversi elementi di qualità: dall’opposto Vaskelis, abbiamo visto quanto tira forte, ai due schiacciatori molto bravi e frizzanti. Avremo dalla nostra i tifosi ma mi aspetto una nuova battaglia”.

    Articolo precedenteScatta l’ora del derby! Cubito: “Non è una partita come le altre.”Prossimo articoloCon Trento a caccia della finale della Del Monte®Supercoppa! LEGGI TUTTO

  • in

    Scatta l’ora del derby! Cubito: “Non è una partita come le altre.”

    Buona la prima. Ancor meglio la seconda. Se è vero che “non c’è due senza tre”, Grottazzolina si affaccia alla seconda trasferta consecutiva con i migliori propositi ed una condizione psicofisica in crescita. Non il contesto ottimale ma certamente il migliore possibile perché se l’assenza di Nielsen non è passata inosservata altrettanto degna di nota è stata fin qui la risposta del gruppo. Bottino pieno, o quasi, nelle prime due uscite stagionali, un successo in esterna, l’ultimo, arrivato nel modo che coach Ortenzi apprezza di più: con maturità, soffrendo ma senza mai perdere la bussola.
    Di portata ridotta, invece, l’inizio di campionato per il gruppo di coach Pascucci. Un percorso che fin qui ha previsto le stesse tappe di Grottazzolina, esordio casalingo con San Donà di Piave e gara in esterna sul parquet di Garlasco, ma che ha permesso ai virtussini di raccogliere un solo punto (figlio del 2-3 del 17 ottobre proprio contro la formazione lombarda neopromossa). Lieve attenuante l’infortunio dell’opposto Stabrawa, costretto a saltare la prima stagionale, che punta proprio il match di domenica per tornare ad esprimersi al 100%.
    “Il derby non è mai una partita come le altre – ha dichiarato il centrale Marco Cubito – Tutto l’ambiente avverte sensazioni particolari, diverse, che inevitabilmente vengono trasmesse anche a chi, come me, viene da un contesto esterno. In ogni caso dovremo cercare di vivere con serenità questa vigilia ed approcciare poi la partita con la consueta freddezza e lucidità.”
    Unità d’intenti e abnegazione, sulle stesse frequenze prosegue il cammino dei protagonisti del campo, da un centrale all’altro: “Fin da subito ho avvertito la sensazione di trovarmi in un ambiente speciale – ha dichiarato uno dei volti nuovi della Videx 2021/22, Leonardo Focosi – Ho l’opportunità di lavorare con un gruppo molto maturo e uno staff tecnico importante, che mi hanno influenzato in maniera decisiva nella scelta di venire a Grottazzolina, e penso che le nostre prime due uscite ne siano la riprova. Stiamo facendo un buon lavoro, in un campionato il cui livello si è alzato progressivamente. La prova di domenica scorsa contro San Donà non è stata per niente facile ma tutta la squadra ha saputo reinventarsi per sopperire all’assenza di Nielsen ed ognuno di noi ha fatto il suo per portare a casa il risultato.”
    Continuare così per mettere altro fieno in cascina, in attesa degli uomini e dei tempi migliori. Domenica 24 ottobre (ore 18) il fischio d’inizio al PalaAllende di Fano.
    Tutti i match della Videx Grottazzolina saranno trasmessi in replica su Studio 7 TV HD (canale 611 del DTT Marche) il martedì alle 21.30, mercoledì alle 18.30, giovedì alle 20 ed il venerdì alle 16.00. LEGGI TUTTO

  • in

    Brugherio sfida Portomaggiore, occasione per ripartire

    Bussa alla porta della Gamma Chimica Brugherio per la 3° giornata del campionato Serie A3 Credem Banca la formazione emiliana Sa.Ma Portomaggiore.
    Al terzo turno di campionato le due formazioni si presentano con 1 punto in classifica per Brugherio, conquistato in casa rosanero alla prima della stagione contro Bologna a cui è seguita una seconda giornata meno proficua sul campo di Torino dove Piazza e Compagni hanno ceduto le armi sul 3-1, 3 per Portomaggiore che ha iniziato la stagione con la vittoria esterna per 3-0 contro la neopromossa Savigliano ed una sconfitta 3-1 sul campo di casa contro Montecchio.
    Due punti separano in classifica queste formazioni così diverse tra loro: da un lato i Diavoli con la loro gioventù, freschezza ma sicuramente meno esperienza sulle gambe, dall’altra Portomaggiore con l’ambizione di ritagliarsi un posto tra le big in questo campionato. 
    Sì perché la squadra che si presenta al Paolo VI ha cambiato molto rispetto alla Portomaggiore conosciuta l’anno scorso. Si è rinforzata con l’arrivo di giocatori di primo piano in serie A3: direttamente da Porto Viro il centrale Aprile e lo schiacciatore Dordei, da Motta arriva invece Pinali, un trio che l’anno scorso ha conquistato sul campo la promozione in A2. Si somma a loro la potenza di Dahl Ulrik, l’opposto danese in forza ad Aci Castello in A3 l’anno scorso ma protagonista per quattro stagioni della serie A danese dove ha vinto per tre volte il campionato e due volte la Coppa di Danimarca. Altra figura a dare solidità al sestetto di coach Marzola il libero Brunetti, direttamente dalla Superlega di Monza. 
    Sfida impegnativa ma esaltante per i ragazzi di coach Danilo Durand che ritrova in campo l’opposto Simone Calarco, col quale ci addentriamo nella sfida di domenica.
    Simone, il nostro è stato un esordio poco felice, frutto anche dei diversi infortuni avuti, tra cui il tuo. Che valutazione fai di queste prime due gare? “Le prime due partite erano decisamente alla nostra portata, potevamo portarle a casa entrambe però, a causa di mancanza di lucidità e costanza nei momenti cruciali dei set, non siamo riusciti ad avere la meglio. Il tutto si unisce agli infortuni a cui abbiamo dovuto far fronte. Però questo è già passato, conta come approcceremo le prossime sfide, tra cui quella di domenica”.
    Una delle note positive della scorsa settimana è stato sicuramente il tuo esordio. Il miglior ingresso in campo della giornata di A3 con 10 punti, 60% in attacco e 1 muro. Quanto sei stato felice di tornare finalmente in campo? Veramente tanto! Dopo l’operazione di questa estate e la riabilitazione, rimettere piede in campo è stata una sensazione stupenda.
    Un ritorno in campo ed un esordio in maglia Diavoli. Come ti stai trovando qui e quali sono le impressioni sul gruppo? Mi sto trovando benissimo qua, la società è molto organizzata come avevo già sentito dire da altri giocatori e da persone del settore. Siamo il gruppo più giovane della serie A e questo inevitabilmente si vede. Dobbiamo lavorare tanto ma, a mio parere, siamo una squadra che ha del gran potenziale e grandi margini di miglioramento. All’inizio dovremo sbatterci un po’ la testa, ci toccherà soffrire, ma i risultati, se si lavora in palestra, arrivano per forza.
    Adesso Portomaggiore. Squadra esperta, che punta a far bene, con giocatori conoscitori della serie A. Che partita ti aspetti? Portomaggiore è una squadra esperta contro la quale mi aspetto una partita intensa e combattuta come è giusto che sia visto che giocheremo contro una formazione molto ben organizzata. Noi però dobbiamo pensare, più che agli avversari, a noi stessi, dobbiamo trovare il nostro feeling, far leva sui nostri punti di forza e rafforzare le cose che ci riescono meno bene. Ma questo equilibrio lo si raggiunge solo lavorando insieme e tanto in palestra. Il servizio dovrà essere la nostra arma in più e dovremo crescere di più a muro ed in difesa. Qui si giocherà la nostra partita. 
    La tua prima volta sul campo di casa, col pubblico. Che impressioni hai avuto dei nostri supporter? Oggi siamo qui, in casa Diavoli, circondati da un pubblico che tutti dicono essere molto bello, caldo, e di cui ho avuto la conferma vivendolo la prima di campionato. Mi è piaciuto davvero tanto; ora bisogna solo replicare. Domenica ci sarà sicuramente da divertirsi”.
    L’appuntamento è per domenica 24 ottobre alle ore 18 con la 3° giornata del Campionato Serie A3 Credem Banca Gamma Chimica Brugherio- Sa.Ma. Portomaggiore.

    PER ASSISTERE AL MATCHI biglietti per assistere alla sfida sono prenotabili via mail all’indirizzo biglietteria@diavolirosa.com entro le ore 12 di sabato 23 ottobre ma si potranno acquistare anche direttamente presso la biglietteria del Palazzetto di via Manin domenica 24.
    La biglietteria sarà aperta domenica, giorno della partita, dalle ore 16 in poi.Il biglietto intero costa 8 euro, il ridotto (under 18, over 65) 5 euro.Come da protocollo la capienza massima del palazzetto sarà al 60%, rispettando il distanziamento.

    CURIOSITÀ STATISTICHEMancano 10 punti per i 1000 in tutte le competizioni a Simone Calarco e 14 attacchi vincenti ai 1000. Mancano 17 punti ai 300 in tutte le competizioni ad Alessandro Frattini. Mancano 24 punti ai 200 in tutte le competizioni ad Aleksandar Mitkov
    Precedenti: 2 incontri tra le due formazioni. 1 sconfitta per la Gamma Chimica Brugherio all’andata (3-1) (24-26, 25-20, 24-26, 22-25), 1 vittoria al ritorno in trasferta 3-0 (23-25, 26-28, 18-25)
    Arbitri: Gaetano Antonio, De Sensi Danilo

    Ufficio Stampa Pallavolo Diavoli RosaFoto di Martina Marzella LEGGI TUTTO

  • in

    Candeago ha sete di riscatto: «Con la Geetit una carica in più»

    La seconda trasferta stagionale è ormai all’orizzonte. E Giovanni Candeago è già proiettato lì. A domenica. A San Lazzaro di Savena, in Emilia, dove i rinoceronti affronteranno la Geetit Bologna: «Abbiamo una grande voglia di riscattarci». E il desiderio di riscossa, in questo caso, è duplice. Di carattere generale, se è vero che la Da Rold Logistics Belluno non è ancora riuscita a muovere la classifica, dopo due giornate del campionato di Serie A3 Credem Banca. Ma la sete di riscatto riguarda pure l’avversario. 
    TENSIONE EMOTIVA – Perché è quella Geetit che, non più tardi di quattro mesi fa, ha superato i biancoblù nella finale playoff di B. Ed è riuscita a ottenere la promozione sul campo. Lo scorso giugno, sotto rete, c’è pure “Candy”: «Sì, questa sfida avrà un sapore speciale, soprattutto per chi, come me, l’ha già vissuta. Seppur in un altro contesto. Avremo una carica in più e una tensione emotiva particolare». 
    DRITTO AL SODO – Per quanto riguarda la graduatoria, non è il caso di soffermarsi troppo sui numeri: «L’inizio è stato un po’ traumatico – riprende lo schiacciatore – ma non dimentichiamo che siamo una neopromossa e, facendo un paragone calcistico, è come se avessimo incontrato subito Inter e Milan. Ci siamo ritrovati spiazzati, però dobbiamo rimanere uniti. In fondo, con Pineto bastava poco per portare la sfida al quinto set e, di conseguenza, strappare almeno un punto. Contro Macerata, invece, abbiamo compiuto un passo indietro». In ogni caso, la Drl è alla ricerca dell’alchimia di gruppo: «Ripartiamo da quanto di buono siamo riusciti a esprimere finora, a cominciare dal muro e dalla ricezione». In Emilia, la posta in palio ha già un certo peso: «È giunto il momento di iniziare a fare punti. Dobbiamo sbloccarci: un risultato positivo serve a noi, come stimolo per lavorare meglio in palestra durante la settimana. E darebbe entusiasmo pure all’ambiente». 
    L’ESPERIENZA A BOLZANO – Classe 1994, “Candy” non è un novellino su certi palcoscenici. Nel 2017-18, infatti, ha giocato in A2, nelle file del Mosca Bruno Bolzano: «L’impegno, l’intensità, la fisicità e la velocità della palla sono, bene o male, le stesse di allora. Anche se il livello era più alto. La vera differenza è che adesso sono semi-professionista e, al volley, abbino il lavoro». 
    DIFFICOLTÀ – Tornando alla sfida di domenica (ore 18, diretta su legavolley.tv), Candeago detta la rotta: «Servirà una Da Rold Logistics che abbia voglia di vincere. E la capacità di uscire da quei momenti di difficoltà che, all’interno di una partita, possono sempre capitare. L’importante è sapere come emergere». LEGGI TUTTO

  • in

    Forza Claudio, ti aspettiamo tutti quanti in campo!

    Nei momenti difficili si vede la vera squadra, il vero gruppo, la vera famiglia. E in questo l’ABBA Pineto Volley, il presidente Guido Abbondanza e tutta la società fanno il più grosso e sentito in bocca al lupo al nostro Claudio Montanaro per il grave infortunio riportato domenica scorsa contro Tinet Prada Pordenone. Settimana prossima il nostro Claudio sarà operato presso la Casa di Cura Villa dei Pini di Civitanova Marche e porterà la firma dell’ortopedico biancazzurro, il dottor Leonidas Kontochristos.
    Per il centrale classe 1999 grave infortunio: lesione del tendine rotuleo sub-totale, rottura del menisco e del crociato anteriore e rottura parziale del collaterale. Nonostante il periodo di guarigione sarà lungo e difficile, tutta l’ABBA Pineto Volley è certa che il nostro Claudio tornerà più forte di prima.

    Articolo precedenteTerza giornata: al PalaFrancescucci arriva l’imbattuta LagonegroProssimo articoloCandeago ha sete di riscatto: «Con la Geetit una carica in più» LEGGI TUTTO

  • in

    Palmi-Aversa, Polimeni: “Partita importante contro una squadra ben costruita”

    Si prospetta un’altra trasferta complicata per la OmiFer Palmi. Dopo il successo nella prima di campionato conquistato al tie-break contro l’Aurispa Libellula Lecce e il 3-0 in casa contro l’Avimecc Modica, la squadra capitanata da Matteo Paris punta dritta alla partita di domenica contro l’Ismea Aversa.Il roster a disposizione del coach Giacomo Tomasello vanta giocatori importanti: Morelli, Trillini, Starace, Bonina, tutti giocatori che nella passata stagione si sono ritagliati posti da protagonisti in questa categoria.
    Sulla gara di Aversa il coach neroverde Antonio Polimeni non si sbilancia: “Quella di Aversa sarà una partita importante contro una squadra ben costruita, loro possono contare su un ottimo sestetto e una panchina di qualità. Dobbiamo preparare bene la gara e allenarci bene, poi sarà il campo a parlare. Come avvenuto a Lecce -conclude- proveremo a confrontarci a testa alta in ogni fase di gioco.”

    Articolo precedenteAgnelli Tipiesse, ecco le nuove maglie griffate Acerbis LEGGI TUTTO

  • in

    LEO SHOES CASARANO, INGAGGIATO L’OPPOSTO DA 203 CM DAVIDE D’AMATO!

    Piazza un colpo a sorpresa la Leo Shoes Casarano che con l’operazione di mercato messa a segno nelle ultime ore è riuscita, finalmente, a colmare l’ultima casella del roster rimasta ancora senza nome.

    Con una trattativa veloce e sottotraccia il Direttore sportivo Luigi Anastasia ha formalizzato l’ingaggio dell’atleta di origini piemontesi Davide D’Amato che da qualche giorno era già aggregato al gruppo allenato da Mister Licchelli impressionando per qualità tecniche e fisiche.

    203 cm, classe 2002, D’Amato proviene dalla scuola del Cuneo Volley dove tra l’altro aveva iniziato la corrente stagione sportiva facendo parte del roster della formazione partecipante al campionato di serie A-2: la sua carriera pallavolistica si è sviluppata sempre all’interno del glorioso club cuneese ad eccezione di una parentesi di due anni (2018-2019 e 2019-2020) che lo ha visto protagonista tra le formazioni giovanili della Calzedonia Verona.

    Il giovane bombardiere mancino ora è pronto a dire la sua in terra salentina dando man forte alla truppa rosso azzurra. Mister Licchelli, a partire dalla quarta giornata, potrà avere al suo arco un’altra freccia per provare a centrare obiettivi sempre più importanti. LEGGI TUTTO