consigliato per te

  • in

    Kenia Carcaces MVP contro Perugia: “Vittoria dedicata alla mia mamma”

    Di Redazione La Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia torna a sorridere al termine di una settimana difficile, seguita alla beffarda sconfitta di Firenze e al forte attacco allergico subito dal proprio allenatore Fabio Bonafede. Sempre con la sola Virginia Berasi nel ruolo di palleggiatrice, la squadra biancoverde ha saputo gettarsi dietro le spalle i problemi, centrando contro Perugia una vittoria da tre punti indispensabile per guardare con più fiducia e morale ial trittico terribile che la aspetta. Sabato prossimo, infatti, le “tigri” saranno di scena a Novara, mente le due successive partite casalinghe vedranno a Urbino, nuovamente di sabato, Scandicci e Monza. Al termine della partita, commossa, si è espressa così Kenia Carcaces, ex di lusso che è stata premiata come MVP (18 punti con il 60% dal campo partendo dalla panchina): “Sono molto felice, è stata una vittoria molto importante, abbiamo giocato una bellissima pallavolo. La dedico alla mia mamma, che mi starà guardando da Cuba. È stato un periodo molto duro per la nostra squadra, lavoriamo tantissimo ogni settimana e questa vittoria ci premia. Ora dobbiamo continuare così, su questa strada“. Francesca Scola ha vissuto tutta la partita tifando in tribuna stampa accanto agli scout della società: “Bellissima vittoria,le mie compagne hanno portato a casa questo importante confronto diretto giocando di squadra, sono state davvero brave a valorizzare i nostri punti di forza. Sono molto contenta per Berasi, io le voglio un sacco di bene e farò di tutto per aiutarla in questo momento di pausa. Da parte mia, ho un problema ad un braccio, che mi si è gonfiato. Ovviamente ho sospeso la mia attività sportiva e sto svolgendo una serie di esami per capire di che cosa si tratta“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Punti salvezza per Vallefoglia nello scontro diretto con Perugia

    Di Redazione La Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia strappa tre punti cruciali alla Bartoccini Fortinfissi Perugia in un confronto diretto combattutissimo di quasi due ore. La squadra umbra è stata in corsa sino all’ultimo e, dopo essersi aggiudicata il primo parziale, si è arresa solo nel finale del quarto alla voglia di rivincita della squadra di Bonafede, che stavolta dalla panchina ha tratto contributi decisivi (tra cui Kenia Carcaces, autrice di 18 punti e MVP dell’incontro, e Alexandra Botezat) e l’ha spuntata grazie ad una maggior freddezza nei finali di set. La cronaca:Nel primo set la Megabox strappa subito 4-1, pareggia Havekova sul 5-5. Jack di giustezza piazza l’8-6, pareggia nuovamente Melandri e sorpassa Guerra (10-9). Melandri allunga a più 2 e Bonafede chiama time out. Muro di Melandri sul Newcombe per il 12-9, Guerra allunga ancora e Bonafede inserisce Carcaces per Newcombe. Un ace fortunato di Havelkova prosegue il break (14-9), lo chiude Mancini. Havelkova mantiene avanti la sua squadra (16-11), e la Megabox usa il suo secondo timeout. Ancora Guerra strappa il più 6, Mancini manda out ed entra Botezat (11-18). Le tigri rosicchiano parte dello svantaggio (15-18), ma Diouf ed un muro di Nwakalor su Bjelica le ricacciano indietro. Si continua a combattere, Jack a muro trova il meno 2 e poi non chiude un contrattacco difficile, così Diop trova il 21-18. Havelkova spara out la palla del 23-19, le tigri arrivano sul 20-22. Perugia riparte, guadagna 4 set point e chiude con Diouf al terzo. Nel secondo set Bonafede conferma Carcaces e Botezat: la cubana strappa il più 3 sul 7-4. Jack fa valere la sua fisicità nel duello a rete e Perugia è costretta al timeout (8-4). Entra Bauer per Melandri e Melli per Guerra sul 12-8 per la Megabox, Jack e Kosheleva murano Diouf per il più 5. Perugia torna sotto proprio con Diouf (14-12), qualche errore da ambo le parti ma poi ci pensa Carcaces a strappare di nuovo per il 18-14. Diouf ricuce a -2, ma viene murata per il nuovo più 4 (21-17). Kosheleva conquista cinque set point: sbaglia la battuta, poi Jack viene murata, Cecchetto riceve lungo e Perugia si ritrova a meno 2. Chiude Carcaces alla quarta palla set. Nel terzo set è subito testa a testa, un ace di Kosheleva sigla il 6-4 ma Guerra pareggia sul 7-7. Carcaces risponde colpo su colpo, Bjelica spara out e Perugia sorpassa (11-10). Kosheleva trova il 15-14 al termine di uno scambio combattutissimo, poi vanifica un’altra prodezza pestando la riga dalla seconda linea. Un muro su Bjelica riporta avanti Perugia (17-16), che poi con Bauer approfitta di una ricezione lunga su servizio di Diouf. Botezat firma l’ace del pari a quota 18, ma il pallonetto di Havelkova guadagna il nuovo break per le ospiti (20-18). Pareggia ancora e sorpassa Carcaces (22-21), esce Havelkova per Melli, che viene subito murata da Jack per il 23-21. Jack mura anche l’attacco successivo di Melandri, Guiducci manda in rete la battuta del 25-22. Nel quarto set parte forte la Megabox (3-0, muro di Kosheleva su Diouf). Cristofani inserisce Diop per Diouf, Perugia impatta 4-4. Bauer spara out, Kosheleva mura il 7-4. Un ace di Jack allunga 10-6, poi Botezat spreca un nuovo più 4 e Perugia torna a ridosso (10-11). Diop spara out e torna in campo Diouf (10-13), poi torna anche Nwakalor per Bauer. Diouf mura subito Kosheleva per il nuovo meno 1, un altro muro su Botezat riporta il set in parità. Sorpassa Guerra, pareggia Botezat e poi sbaglia Diouf (16-15). Un altro ace di Kosheleva sigla il 19-17, Botezat mette a terra un attacco e un muro per il 22-19. Carcaces allunga ancora guadagnando cinque match point e chiude Kosheleva sul 25-21. Fabio Bonafede: “Sono molto contento perché è una vittoria di squadra, arrivata con un grande contributo da atlete che avevano giocato meno negli ultimi tempi. Carcaces è stata nominata Mvp, ma voglio segnalare la prova di Botezat, che ha continuato ad allenarsi con impegno e serietà sino a che, oggi, ha avuto il suo spazio e con il suo ingresso ha girato la partita. E non dimentico la prova di Berasi, che è sottoposta ad una pressione pazzesca e ciò nonostante tiene botta e nei finali di set, questa sera, ha dato un contributo importante anche in termini di scelte e creatività“. Helena Havelkova: “È stata una partita molto combattuta, in ogni set pochi palloni hanno fatto la differenza. Noi abbiamo sbagliato troppo soprattutto in battuta, loro sono state più brave di noi nei momenti decisivi dei finali di set. Peccato per non aver fatto punti, siamo tutti lì vicinissimi in classifica, dispiace perché potevamo fare un po’ meglio oggi“. Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia-Bartoccini Fortinfissi Perugia 3-1 (22-25, 25-22, 25-22, 25-21)Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia: Berasi, Newcombe, Mancini 1, Bjelica 8, Kosheleva 18, Jack-Kisal 13; Cecchetto (L), Carcaces 18, Botezat 5, Tonello. N.e. Kosareva, Fiori (L). All. Bonafede.Bartoccini Fortinfissi Perugia: Bongaerts 2, Havelkova 13, Melandri 9, Diouf 16, Guerra 12, Nwakalor 3; Sirressi (L), Guiducci , Diop 3, Melli 2, Bauer 8, Provaroni. N.e. Rumori (L). All. Cristofani.Arbitri: Puecher e Florian.Note: Spettatori: 362. Incasso 1.910 euro. Durata set: 29’, 27’, 31’, 29’.  Tot: 116’. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Perugia, contro Vallefoglia in palio punti pesanti. Havelkova: “Servirà grande concentrazione”

    Di Redazione Una delle gare cruciali del girone di andata si avvicina sempre più velocemente per la nona Giornata del Campionato 2021/2022 di Lega Pallavolo Serie A1 Femminile, che porta sul cammino della Bartoccini-Fortinfissi Perugia la Megabox Ondulati del Savio Vallefoglia.La formazione marchigiana è tra le esordienti del campionato e dispone di un organico tutto nuovo, che però ha fatto vedere quanto possa essere insidioso, riuscendo nella scorsa giornata a conquistare un punto contro Firenze al termine di una gara finita al tie-break e durata oltre due ore. Anche le “magliette nere” sono in cerca di riscossa dopo la gara contro l’altra toscana del campionato che ha lasciato l’amaro in bocca ad Havelkova e compagne, protagoniste di una buona prestazione a livello tecnico ma che purtroppo non ha visto i riconoscimenti in termini di punteggio sul tabellone. Vista la posizione ravvicinata in classifica (la Megabox insegue a -1 la Bartoccini-Fortinfissi), la sensazione per entrambe le formazioni sarà quella di dover affrontare una gara che in palio ha il doppio del punteggio, che sicuramente non sarà lasciata all’avversario senza lottare. Dunque un vero e proprio spettacolo che andrà in scena domenica alle 17.00 al Palazzetto dello Sport Alberto Carneroli di Urbino. Per presentare la gara le parole del capitano Helena Havelkova identificano bene le particolarità. “Sarà molto importante come giocheremo noi e come ci saremo preparate, alle volte porre l’attenzione sull’avversario crea solo distrazioni quindi è molto meglio mettere tutte le attenzioni sul nostro gioco poi quel che succede succede. Ovviamente abbiamo preparato la partita sul gioco del nostro avversario ma non è tutto il lavoro che si fa durante la settimana, come dicevo la maggior parte della concentrazione è su di noi” “Vallefoglia poi è una squadra con cui abbiamo fatto molti allenamenti congiunti quindi ci conosciamo molto bene a vicenda, sarà sicuramente una bella partita. Noi stiamo crescendo giornata dopo giornata come del resto era prevedibile poiché siamo una squadra che rispetto la scorsa stagione è cambiata molto ma che comunque sta migliorando sempre più. Mi spiace che la scorsa domenica non siamo riuscite a strappare qualche set, abbiamo giocato una bella pallavolo e forse meritavamo qualcosa in più“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Bonafede rassicura: “Il malore non è strano”. E scherza: “Ero emozionato per la prestazione”

    Di Redazione Momenti di forte apprensione sul campo del Bisonte Firenze quando, nel corso del quarto set, il tecnico della Megabox Vallefoglia si è accasciato a terra per un malore. La grande preoccupazione si è letta sul viso di tutti, giocatrici in primis. I soccorsi, che hanno portato Bonafede all’ospedale San Giovanni di Dio, sono stati tempestivi e il match è ripreso dopo qualche minuto di sospensione. Le ragazze della Megabox, guidate per gli ultimi due set dal vice Passeri, visibilmente turbate dall’accaduto, non sono riuscite a chiudere il match contro Firenze, lasciando alle toscane il tie break. Già al termine del match, fortunatamente, sono arrivate notizie confortanti sulle condizioni di Bonafede, che è voluto tornare a Vallefoglia in pullman con la squadra. Il giorno dopo, è proprio Fabio Bonafede a raccontare quello che è successo ieri pomeriggio al Palasport di Scandicci. “Ora sto meglio. Quello che è successo non è nuovo e nemmeno strano. Mi capita quando mangio glutine. Purtroppo è capitato in palestra, quando di solito mi succede a casa, di notte specialmente. Mi spiace aver dato tanta preoccupazione a tutti, purtroppo chi soffre di celiachia e va a mangiare fuori di fatto si affida in qualche modo agli altri. La squadra stava facendo una grande partita e sono straconvinto che avremmo vinto 3 a 1 ma mettiamo in saccoccia anche questo episodio di un anno sinora non molto fortunato… Grazie a tutti per i messaggi di stima e affetto, mi spiace avere fatto preoccupare tutti coloro che mi hanno scritto. Non mi era mai successo in palestra. Ringrazio tantissimo chi mi ha soccorso, sono stati tempestivi e fantastici. La butto sul ridere: forse ero troppo emozionato nel vedere finalmente “la mia squadra”, che è una grande squadra fatta da grandi ragazze con cultura del lavoro e disponibilità. Non conta se torniamo a casa con meno di quanto meritato, conta di più che ora siamo consapevoli che siamo una bella squadra e non è scontato. Grazie ai Balusch, ci hanno seguito sino a Firenze sono stati fantastici come sempre del resto”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Rimonta vincente per il Bisonte dopo un match point annullato

    Di Redazione Una gara dai mille volti, ricca di emozioni ed apprensione. Succede di tutto al PalaRialdoli, in una partita inevitabilmente segnata dal malore accusato in campo da Fabio Bonafede, tecnico della Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia. A spuntarla al tie break è Il Bisonte Firenze, che riesce a ribaltare il risultato dopo aver perso i primi due set e annullato anche un match point sul 23-24 del quarto. Tra le protagoniste della rimonta ancora una volta Sylvia Nwakalor con 23 punti, ma sono ben 10 le giocatrici in doppia cifra a fine gara, a testimonianza di un match combattutissimo; per le toscane essenziale l’apporto delle centrali Belien e Sylves. La cronaca:Massimo Bellano parte con Cambi in regia, Nwakalor opposto, Van Gestel e Sorokaite in banda, Sylves e Beliën al centro e Panetoni libero. Coach Bonafede risponde con Berasi in regia e Bjelica in diagonale, Mancini e Jack-Kisal al centro, Koshleva e Newcombie in banda e libero Cecchetto. Capitan Sorokaite suona subito la carica (2-0), rispondono le tigri spingendo in fase offensiva (5-10) e Bellano ferma il gioco. Sono troppi gli errori per le bisontine, Nwakalor prova a cambiare l’inerzia della gara con la zero vincente, poi Cambi difende il campo con determinazione (8-13). Gli errori diretti delle bisontine rendono semplice la corsa delle biancoverdi (8-16) e nemmeno il secondo time out discrezionale per il coach di Firenze pare apportare cambiamenti. Entra Enweonwu per Van Gestel (11-20), super spike in diagonale stretta di Nwakalor (13-21) ma Vallefoglia manda presto in archivio il primo set dominandolo (15-25). Avvio di secondo set equilibrato (6-6), la diagonale di Van Gestel e il monster block di Belien regalano il primo vantaggio a Firenze che le ospiti regolano poco dopo e si procede a braccetto fino al 16-16. Nwakalor sfonda il muro ed è nuovamente più 2 Firenze. Forza il servizio Berasi (18-18), Van Gestel riprende la fase break con l’attacco successivo. Secondo ingresso di Lapini, aggressiva dai nove metri ma a chiudere il punto che vale il 20-20 è la Megabox. Bellano ferma il gioco sul più 1 avversario (20-21), arrivano i muri di Koshleva prima e di Bjelica poi (20-23). Belien accorcia, ma Bjelica manda in archivio anche il secondo set. Avvio di terzo set sulla falsa riga del precedente, il più 3 arriva con l’attacco di Belien che sfonda il muro e Bonafede richiama subito le tigri. Il monster block di Belien su Mancini vale il più 5 Firenze (9-4) bene anche Nwakalor e Bonafede ricorre al secondo time out discrezionale. Primo tempo di Sylves (15-5), reagiscono le bisontine e si portano sul 18-8. Terzo ingresso di Lapini (19-11), anticipo di cambi (20-12). Bellano alza il muro con Enweonwu su Cambi, le bisontine salgono in cattedra e chiudono 25-13. Nel quarto partono bene le biancoverdi, che si portano subito avanti trovando svariate soluzioni vincenti in attacco, ad impensierire però pubblico e atlete è l’improvviso malore del coach di Vallefoglia Fabio Bonafede, al seguito del quale la gara viene sospesa. Alla ripresa del gioco, nonostante lo stato confusionale, le tigri ruggiscono costringendo Bellano a due time out discrezionali ravvicinati. Super pipe di Kosheleva che vale il più 6 Megabox (10-16). Accorcia Van Gestel con il murone che vale il meno 3, time out di Passeri e arriva il muro delle ospiti. Ancora Lapini al servizio, questa volta su Sylves. Super parallela di Nwakalor e ultimo time out discrezionale per il subentrato Passeri. Bjelica sfonda il muro (15-18), risponde Belien. Doppio cambio aperto e chiuso per Firenze, ace di Urbino che si porta sul più 5. Sorokaite e compagne non mollano arrivano due muri (20-22), bene Van Gestel in difesa ma le tigri sono più ciniche. Errore al servizio ospite, ace di Cambi e super spike di Nwakalor (23-23). Match point Vallefoglia annullato dalla potenza di Nwakalor, ancora vincente in pallonetto (25-24). Chiude con un monster block incredibile Sylves e si riaprono i giochi al PalaRialdoli. Tie-break punto a punto, la parallela del capitano vale il più 2 Bisonte, mantenuto fino al cambio del campo (8-6). Pronta reazione di Kosheleva e compagne (9-9). Monster block di Sylves (10-9) dentro Lapini al servizio e successivo murone di Nwakalor (11-9). Bellano cambia Nwakalor per Bonciani al servizio, accorciano le distanze le ospiti (12-11), cambio chiuso e dentro Enweonwu su Cambi e muro vincente Firenze. Van Gestel regala il match point e Kosheleva spara fuori. La gara è del Bisonte Firenze. Massimo Bellano: “Una partita stranissima, sia per l’evoluzione sul campo che per il problema di Fabio che ha toccato un po’ tutti. Il primo set nettamente meglio loro e il vantaggio è stato meritato perché hanno giocato meglio di noi sotto tutti gli aspetti. Nel secondo set avevamo iniziato bene costruendoci un vantaggio interessante, poi con delle imprecisioni finali abbiamo regalato loro la vittoria. Il terzo la partita è cambiata ancora, è stata a senso unico per noi. Dal quarto in avanti si è aperta ancora un’altra gara e dal 5-1 ospite con annesso problema di salute di Bonafede, che pare si stia risolvendo per il meglio fortunatamente, abbiamo giocato molto bene muro-difesa. Nel tie-break loro hanno provato a cambiare qualcosa, poi è divenuta una gara di nervi decisa nel punto a punto finale con un paio di muri nostri in una serata nella quale a muro specie con gli esterni siamo stati fin troppo fallosi fino a che con i muri finali non abbiamo risolto una situazione difficile riuscendo a portare a casa due punti molto importanti e belli. Queste gare ci danno conferma che in questa stagione non ci possiamo permettere di giocare sottotono contro nessuna squadra, dobbiamo sempre andare a duemila ed essere concentrati su quello che facciamo altrimenti non vengono fuori cose belle e lo abbiamo visto questa sera“. Il Bisonte Firenze-Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia 3-2 (15-25, 21-25, 25-13, 26-24, 15-11)Il Bisonte Firenze: Van Gestel 12, Belien 13, Cambi 7, Sorokaite 14, Sylves 10, Nwakalor 23, Panetoni (L), Enweonwu 1, Lapini, Bonciani. Non entrate: Knollema, Golfieri (L), Graziani, Diagne. All. Bellano.Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia: Mancini 11, Bjelica 16, Kosheleva 21, Jack-kisal 14, Berasi 2, Newcombe 11, Cecchetto (L). Non entrate: Kosareva, Scola, Botezat, Carcaces, Tonello, Fiori (L). All. Bonafede.Arbitri: Rolla, Caretti. Note: Spettatori: 248, Durata set: 21′, 25′, 20′, 45′, 20′; Tot: 131′. (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Malore in campo per Fabio Bonafede durante la gara tra Firenze e Vallefoglia

    Di Redazione Momenti di paura al PalaRialdoli di Scandicci durante la gara di Serie A1 tra Il Bisonte Firenze e Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia: all’inizio del quarto set, con le ospiti in vantaggio per 1-2, il tecnico biancoverde Fabio Bonafede ha accusato un improvviso malore. I soccorsi sono intervenuti immediatamente e la partita è stata sospesa per qualche minuto. L’allenatore della Megabox è stato portato fuori dal campo in barella e successivamente trasportato all’ospedale San Giovanni Di Dio. La partita è poi regolarmente ripresa, nonostante il comprensibile turbamento delle giocatrici, e si è conclusa con la vittoria di Firenze per 3-2. Fortunatamente, le prime notizie che arrivano sulle condizioni di Bonafede sono rassicuranti. Il presidente Ivano Angeli, rimasto con lui sino a quando l’allenatore della Megabox non è stato dimesso e accompagnato al pullman della squadra, spiega: “L’ipotesi è quella di una forte reazione allergica per una intolleranza alimentare, ma ora Bonafede sta meglio e siamo tutti molto più sollevati“. Così racconta l’accaduto il suo vice, Giacomo Passeri: “Fabio si è sentito male nell’intervallo tra il terzo e il quarto set, quando è ritornato in panchina si vedeva che non stava bene e che faticava a stare in piedi. Poi è cominciato il set e dopo qualche punto ha avuto un malore e si è accasciato a terra. Lo hanno soccorso e lo hanno portato all’ospedale più vicino. Poi è stato lui stesso, quando è stato un po’ meglio, a volere tornare con noi in pullman“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il Bisonte riceve Vallefoglia: “Squadra da prendere con le molle”

    Di Redazione Dopo la sconfitta per 3-0 rimediata alla E-Work Arena la settimana scorsa, Il Bisonte Firenze vuole riprendere la propria corsa per mantenersi nella zona play-off ed è pronto ad ospitare la Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia, reduce dalla pesante sconfitta per 3-0 sul campo della Vbc Trasporti Pesanti Casalmaggiore. L’appuntamento è per domenica alle 17 al Pala Rialdoli di Scandicci, che ospiterà ancora una volta le bisontine in attesa di aprire le porte di Palazzo Wanny, la casa de Il Bisonte Firenze e dello Sport. Nessun precedente in campionato tra le due squadre, che però si sono confrontate nel preseason al Trofeo Città di Scandicci organizzato dalla Savino del Bene Volley; in quell’occasione le bisontine sono state superate in semifinale dalle “tigri” (1-3). Massimo Bellano analizza così l’incontro: “Vallefoglia secondo me non vale la classifica che occupa in questo momento. Hanno giocatrici di caratura internazionale ed alcune ragazze giovani di buon interesse, per cui è una partita da prendere con le molle e da giocare con molta attenzione e cura rispettando l’avversario e sapendo quali sono gli obiettivi che abbiamo. Dobbiamo ritrovare stabilità nella fase di cambio palla nella quale domenica a Busto abbiamo sofferto di più“. La partita sarà trasmessa in diretta streaming su Volleyball World TV. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Megabox Ondulati del Savio a Firenze: “Presto aggiusteremo ciò che non funziona”

    Di Redazione Trasferta difficile per la Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia, che domenica 21 novembre alle 17 sarà ospite del Bisonte Firenze. La squadra toscana è al sesto posto in classifica con 12 punti, e vorrà continuare la corsa per mantenersi nella zona play off. Quanto alle “tigri”, ancora prive di Francesca Scola, l’obiettivo è muovere la classifica per rilanciarsi verso zone più tranquille. La centrale biancoverde Sinead Jack-Kisal racconta così il momento della Megabox: “È normale che una squadra come la nostra, all’inizio, soffra di alcuni alti e bassi. Sono molto fiduciosa che presto riusciremo ad aggiustare quello che ancora non funziona, siamo un bellissimo gruppo e rimanendo unite e compatte usciremo dalla situazione che stiamo vivendo. Amo l’Italia, amo stare qui, con le mie compagne organizziamo un sacco di cose, oltre a lavorare tanto in palestra ogni giorno. Siamo una squadra forte, dobbiamo solo mantenere calma e fiducia in noi stesse“. L’incontro, diretto dagli arbitri Massimo Rolla e Stefano Caretti, si disputerà al Palazzetto dello Sport di Scandicci e sarà trasmesso in diretta streaming su Volleyball World Tv. L’emittente pesarese Radio Incontro trasmetterà la radiocronaca della partita, curata da Fabrizio Bontà, sulle frequenze 91.9 e 103, sul sito web (www.radioincontro.com), sulla pagina Facebook e sulla App. Tvrs (canale 11 DTT) trasmetterà la differita martedì 23 novembre alle 21. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO