consigliato per te

  • in

    Adhu Malual approda a Firenze: “Ho sensazioni positive”

    Una vicecampionessa d’Europa come opposto. Il Bisonte Firenze è lieto di ufficializzare l’ingaggio in posto due della ventitreenne Adhu Malual, che appena una settimana fa ha giocato la finale di Champions League con la maglia dell’Allianz Vero Volley Milano, perdendola al cospetto di Conegliano ma risultando decisiva con i suoi ingressi in battuta – tre ace a referto – per portare la partita al quinto set.

    Una stagione, l’ultima, in cui ha potuto condividere il suo ruolo con una campionessa come Paola Egonu, confermando nelle occasioni che ha avuto – MVP per esempio contro Pinerolo con 26 punti – tutte quelle potenzialità che aveva già mostrato con Casalmaggiore e Club Italia in A1 e con le varie nazionali giovanili, fino a debuttare l’anno scorso anche nella nazionale maggiore: Malual, dall’alto dei suoi 190 centimetri di altezza, coniuga grande potenza ed esplosività con una naturale eleganza e con delle spiccate qualità tecniche, e ne Il Bisonte vestirà la maglia numero 3.

    LA CARRIERA – Adhuoljok John Majak Malual – per tutti Adhu Malual – nasce il 14 novembre 2000 a Roma da genitori di origine sudsudanese, e cresce nel settore giovanile dell’Argentario VolLei Trento, con il quale debutta anche in B2 ottenendo una promozione in B1 nel 2017. Proprio in quell’anno approda nella franchigia federale del Club Italia, con la quale in due stagioni esordisce prima in A2 e poi in A1, e nel frattempo entra anche nel giro delle nazionali giovanili, vincendo l’oro agli Europei Under 18 del 2018 e l’argento ai Mondiali Under 21 del 2019: alla fine dell’estate viene ingaggiata dal Sassuolo, in A2, poi nel gennaio 2021 si trasferisce negli Stati Uniti, alla University of Texas, per partecipare al campionato NCAA con le Longhorns, ma alla fine della stagione americana torna in Italia, accasandosi a Casalmaggiore dove rimane per due annate. Nel 2023 debutta nella nazionale maggiore giocando la VNL, poi passa all’Allianz Vero Volley Milano, con la quale raggiunge la finale della Champions League prima del trasferimento a Il Bisonte.

    Adhu Malual: “Parlando con la mia procuratrice, appena ho saputo della possibilità di venire a Firenze, non ho esitato un secondo a dire sì. Non poteva capitarmi una società migliore per mettermi in gioco e dare tutta me stessa. Per la prossima stagione ho solo sensazioni positive: credo che l’aspetto più importante sia quello di creare una buona alchimia di squadra, che ci possa permettere di lavorare in armonia e di raggiungere i migliori risultati possibili”.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Bianca Lapini torna a Firenze: “Questa società mi ha cresciuta, Il Bisonte è casa”

    Il Bisonte Firenze completa il reparto delle schiacciatrici riportando alla base la ventunenne Bianca Lapini, che fra settore giovanile e prima squadra aveva già alle spalle cinque annate da bisontina prima di provare un’esperienza in A2 con Mondovì nella scorsa stagione. Giocatrice duttile, che negli ultimi anni ha ricoperto con esiti fruttuosi sia il ruolo di banda che quello di libero, Lapini è anche e soprattutto una fiorentina doc, esempio di attaccamento alla maglia e anche di adesione ai valori de Il Bisonte: nella prossima stagione vestirà la maglia numero 17 e andrà ad aggiungersi a Anna Davyskiba, Emma Cagnin e Stella Nervini – altra fiorentina come lei – nel reparto dei posti quattro.

    Bianca Lapini nasce il 13 luglio 2002 ad Arezzo, e muove i suoi primi passi nel volley in due società fiorentine, l’Olimpia e la San Michele. Nel 2016 entra a far parte del prestigioso settore giovanile del Volleyrò Casal de’ Pazzi, in cui rimane due anni vincendo anche il titolo nazionale under 16 nel 2018, poi torna a Firenze e si accasa al Volley Art Toscana, il vivaio de Il Bisonte. Nel 2020/21 ottiene la promozione in B1 con la Rinascita, la seconda squadra de Il Bisonte, ma contemporaneamente si guadagna le prime convocazioni per qualche match di A1, poi dal 2021 entra in pianta stabile in prima squadra dove rimane per due stagioni, la seconda delle quali giocata da libero: nel 2023 decide di scendere in A2 con Mondovì, di nuovo da schiacciatrice, e adesso il ritorno a casa nella sua Firenze.

    Bianca Lapini: “Appena mi è arrivata la proposta, ho accettato subito senza pensarci due volte. Sono molto legata a questa società, mi hanno cresciuta e abbiamo lavorato insieme fin dai tempi del settore giovanile: per me Il Bisonte è casa e non vedo l’ora di riabbracciare tutti. Siamo un gruppo molto giovane, ma sicuramente abbiamo tantissima voglia di lavorare per far divertire i tifosi: non vedo l’ora di cominciare per conoscere le nuove compagne”.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il Bisonte: da Bergamo arriva anche Anna Davyskiba

    Grande colpo in posto quattro per Il Bisonte Firenze, che annuncia ufficialmente l’ingaggio della schiacciatrice bielorussa Anna Davyskiba, reduce da un’ottima stagione con il Volley Bergamo 1991 in cui ha chiuso con 341 punti realizzati, undicesima assoluta nella classifica delle bomber della serie A1 e terza fra le bande alle spalle delle due ex bisontine Alsmeier e Ishikawa.

    A soli 24 anni, Davyskiba può già essere considerata una veterana del campionato italiano, in cui milita da quattro stagioni condite da due finali scudetto giocate con il Vero Volley, e anche a livello internazionale vanta un’esperienza invidiabile, sia con i club (una Cev Cup vinta sempre con il Vero Volley) che con la nazionale bielorussa (con cui ha partecipato all’Europeo del 2021 e ha vinto un bronzo nella Golden League 2019).

    Sposata con lo schiacciatore di Modena Vlad Davyskiba, da cui ha avuto nel 2020 la figlia Aryna, Anna in questo momento si sta tenendo in forma nel campionato indonesiano, in cui sarà impegnata fino a metà luglio con il Bandung BJB Tandamata: nel Il Bisonte vestirà la maglia numero 21, e si aggiungerà a Stella Nervini (con cui ha già giocato a Bergamo insieme all’altra neobisontina Butigan) e a Emma Cagnin nel reparto delle schiacciatrici.

    Le parole di Anna Davyskiba: “Quando ho ricevuto l’offerta de Il Bisonte mi sono subito interessata, perché tante giocatrici mi hanno parlato con passione e calore di Firenze. Successivamente sono stata contattata dallo staff, che mi ha parlato del progetto per me e per la squadra, e a quel punto il puzzle si è completato: ho accettato senza esitazioni, e sono molto felice di giocare la prossima stagione a Firenze. Non vedo l’ora che inizi la stagione, il campionato italiano per me è il più affascinante e mi aspetto le emozioni più positive dalla squadra”.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Una fiorentina doc per Il Bisonte: in posto 4 arriva Stella Nervini

    Una Stella tutta fiorentina per Il Bisonte. Non si può che definire così il quarto colpo di mercato del club gigliato, che si assicura le prestazioni della ventenne schiacciatrice Stella Nervini, fresca reduce dal quarto collegiale della nazionale seniores ma soprattutto fiorentina doc.

    Nervini, che arriva dalla sua prima stagione ad alto livello in A1 con il Volley Bergamo 1991 – con 192 punti realizzati di cui 128 (10 di media a partita) nel girone di ritorno – è una delle bande potenzialmente più interessanti a livello italiano: a neanche 21 anni ha già vinto un argento ai Mondiali Under 18, un oro ai Mondiali Under 20 e un argento ai Mondiali Under 21 oltre a una Challenge Cup con Chieri.

    La sua continua crescita è sotto gli occhi di tutti, tanto da essere stata inserita dal ct Velasco nelle trenta convocate per la VNL 2024. Dopo gli impegni con la nazionale azzurra, Stella Nervini si aggregherà al gruppo de Il Bisonte Firenze, di cui vestirà la maglia numero 10, aggiungendosi a Emma Cagnin nel reparto delle schiacciatrici e ritrovando ex compagne come Butigan (a Bergamo), la stessa Cagnin, Ribechi e Acciarri (fra nazionali giovanili e Club Italia).

    Le parole di Stella Nervini:– “Tornare a giocare a Firenze è sempre stato uno dei miei obiettivi, perciò quando mi è stata prospettata questa possibilità non ho avuto dubbi sul fatto che fosse la scelta giusta. Sono certa che Il Bisonte sia la realtà migliore per continuare a crescere e a fare esperienza nella massima categoria. Non vedo l’ora di iniziare, sinceramente giocare per la squadra della mia città mi emoziona in modo particolare: penso che mi darà una carica in più ed è un altro motivo che mi ha convinta subito a fare questo passo”.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Tutti i roster della Serie A1 femminile 2024-2025

    Con la conclusione ormai imminente del campionato di Serie A1 femminile, è venuto il momento di fare il punto sul volley mercato, che ormai da diversi mesi è in pieno fermento. Andiamo quindi alla scoperta dei roster delle squadre che disputeranno il campionato 2024-2025 (all’appello manca ancora la seconda promossa dalla A2), costantemente aggiornati con le ultime novità ufficiali e i “rumors”.

    Ecco come leggere la tabella: in bianco le giocatrici confermate, in arancione le novità; i nomi in grassetto sono quelli già ufficializzati dalle società.

    La novità più annunciata e attesa in casa Conegliano sarà l’arrivo della fuoriclasse brasiliana Gabi, che formerà una coppia da sogno con la cinese Zhu Ting per sostituire Plummer e Robinson. Finita l’era De Kruijf, ecco Cristina Chirichella e (forse) la giovane Manfredini; interessanti innesti in panchina con la giapponese Nanami Seki e la polacca Martyna Lukasik.

    Salutato Massimo Barbolini, in partenza per gli USA, la Savino Del Bene attende di ufficializzare il nuovo tecnico Stéphane Antiga. In campo tante conferme importanti, ma il reparto di posti 4 sarà fortemente rinnovato: per ora i nomi caldi sono quelli di Kotikova e Bajema. L’innesto di Baijens al centro è pesante così come i ritorni di Mingardi e Castillo, ma riuscirà la dominicana a trovare spazio nel delicato equilibrio tra italiane e straniere?

    Sarà una Milano ancora più azzurra quella della prossima stagione, con il ritorno di Anna Danesi e l’arrivo di Elena Pietrini a supportare le confermate Orro, Egonu e Sylla. La partenza di Castillo lascia aperti gli interrogativi sul ruolo di libero, per ora affidato a Pusic, mentre sono intriganti gli innesti delle giovani Kurtagic e Gelin per la panchina.

    Cambia decisamente volto la squadra di Lorenzo Bernardi con la conclusione dei lunghi cicli di Chirichella e Bosetti e la partenza di Danesi. In arrivo da Firenze il trio Ishikawa–Alsmeier–Mazzaro, da Vallefoglia la certezza Aleksic e da Conegliano Squarcini, più le scommesse Kadochkina e Mims; da verificare il recupero di Orthmann dopo il grave infortunio dello scorso anno.

    Dopo un’altra grande annata culminata nella conquista della CEV Cup, Chieri saluta la capitana Grobelna e la regista Malinov, ma non abbassa l’asticella: parlano chiaro i rinnovi con Skinner, Zakchaiou e Omoruyi e l’arrivo di Van Aalen in palleggio, mentre in posto 2 si punta sul ritorno in Italia di Gicquel. Tanti e interessanti i rinforzi per la panchina.

    Reduce dalla miglior stagione della sua storia, Pinerolo non molla e rilancia: certi gli arrivi di Perinelli e Smarzek da Casalmaggiore, in attesa di ufficializzazione quelli delle centrali Gryka e Sylves. Da verificare l’assetto in posto 4, dove i nomi che circolano sembrano un po’ troppi: di certo il recupero di D’Odorico sarà un “acquisto” molto importante.

    La prima, storica qualificazione ai Play Off non cambia i piani di Vallefoglia, che va incontro a una nuova rivoluzione. Le uniche conferme sono quelle dell’allenatore Andrea Pistola e di Degradi, Giovannini e Kobzar: per il resto tanti volti nuovi, alcuni pressoché certi come le tedesche Kastner e Weitzel e la bomber Bici, altri da confermare più avanti.

    La squadra della capitale è chiamata a un altro “miracolo” dopo quello compiuto da neopromossa: salutate le colonne Bechis, Rivero e Bici, ma anche la certezza Bia e la sorpresa Valoppi, il confermatissimo Giuseppe Cuccarini avrà di che lavorare. L’idea è quella di puntare su straniere d’esperienza come la palleggiatrice Mirkovic, l’opposta Salas e la centrale Scholzel (quest’ultima da confermare), mentre nel ruolo di libero arriva Giorgia Zannoni.

    Rispedite al mittente le voci di rinuncia alla A1, il Bisonte riparte da 5 conferme: quelle delle palleggiatrici Battistoni e Agrifoglio, della centrale Acciarri e dei liberi Leonardi e Ribechi. Già ufficiali gli arrivi di Bozana Butigan e Giulia Mancini al centro e di Emma Cagnin in posto 4, per una formazione molto “italiana”, come confermerebbero i possibili ingaggi di Malual e Nervini. Ma la novità più importante sarà il tecnico Simone Bendandi, alla prima esperienza da head coach in A1.

    Nuovo logo, nuova proprietà e nuovo allenatore per la UYBA, che dopo la poco felice parentesi Velasco riparte dall’esperienza di Giovanni Caprara. Con lui diverse protagoniste della scorsa stagione – la palleggiatrice Boldini, le centrali Sartori e Lualdi, l’opposta Frosini e la schiacciatrice Piva – e alcune scommesse come il libero Pelloni. Dalle straniere si attendono novità importanti: per ora i nomi che circolano sono quelli della colombiana Olaya e della belga Van Avermaet.

    Deve completamente reinventarsi Bergamo dopo la salvezza conquistata all’ultima giornata. Il primo colpo del nuovo ds Matteo Bertini riguarda la panchina, con l’arrivo di Carlo Parisi da Firenze: per il resto sono ancora tantissimi i punti di domanda. Poche o nessuna le conferme rispetto allo scorso anno e due nomi molto vicini, quelli di Martina Armini come libero e Michaela Mlejnkova in posto 4.

    Riacquistato (a peso d’oro) il titolo da Casalmaggiore, Cuneo si ripresenta sul palcoscenico della A1 dopo una stagione disgraziata. Proprio dalla VBC arriva il tecnico Lorenzo Pintus, chiamato a confermare il suo ottimo impatto sulla Serie A1, e anche Panetoni e Polder (che avrebbero dovuto giocare in rosa) potrebbero fare lo stesso percorso. Intanto è arrivata l’esperta opposta serba Ana Bjelica, e le novità saranno ancora molte.

    Torna in A1 dopo un solo anno di “purgatorio” la Bartoccini Fortinfissi, al termine di una stagione trionfale. Tra i protagonisti della promozione già confermati il tecnico Andrea Giovi con il suo staff, il libero Imma Sirressi e la centrale Asia Cogliandro. La prima novità ufficiale è la centrale tedesca Anastasia Cekulaev, ma sembrano vicine anche Ungureanu e Gardini.

    Si presenta in A1 da novità assoluta Talmassons, in rappresentanza di un paese di soli 3800 abitanti. La dirigenza continuerà nella sua politica dei “piccoli passi”: il punto fermo è l’artefice della promozione, il coach Leonardo Barbieri. Già definito l’accordo con Pamio, si parla anche della centrale Olinga-Andela; tanti i ruoli ancora da definire, a cominciare da quello del libero, vista la partenza di Negretti. LEGGI TUTTO

  • in

    Emma Cagnin rinforza il reparto schiacciatrici del Bisonte Firenze

    Comincia a prendere forma la prima squadra de Il Bisonte Firenze per la stagione 2024-25. Dopo le conferme e i nuovi arrivi nei reparti delle palleggiatrici, dei centrali e dei liberi, il club toscano ufficializza anche l’ingaggio della prima schiacciatrice del roster, la giovane e talentuosa Emma Cagnin, che nell’ultima stagione ha giocato in A1 con la Trasportipesanti Casalmaggiore.

    Pur non avendo ancora compiuto 22 anni, Cagnin giocherà il suo prossimo anno la sua quinta stagione nella massima categoria; un curriculum impreziosito anche dai numerosi trofei vinti con le nazionali giovanili (fra cui i Mondiali Under 20 e gli Europei Under 21 da MVP) e dal debutto in nazionale maggiore a soli 20 anni. La schiacciatrice, che vestirà la maglia numero 18, ritroverà al Bisonte Bozana Butigan e il preparatore atletico Maurizio Negro, già incrociati nell’esperienza di Bergamo.

    “Dopo tre stagioni di fila in A1 – dice Cagnin – mi piacerebbe trovare un po’ di continuità di gioco, e questo aspetto, unito al fatto che Firenze è un luogo magnifico in cui vivere anche al di là del volley, mi ha portata a scegliere Il Bisonte: la dirigenza ha insistito tanto per ingaggiarmi, e ovviamente è stato un corteggiamento che ho apprezzato molto. Penso che il prossimo sarà un bel campionato, sicuramente particolare viste le tante partenze verso gli USA che influiranno sui roster: qui sta nascendo una squadra molto interessante e abbastanza giovane, che punterà sicuramente a pareggiare i risultati degli ultimi anni e magari anche a migliorarli“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Altra novità al centro per Firenze: ecco Giulia Mancini

    Ancora un rinforzo al centro per Il Bisonte Firenze, che dopo quello di Bozana Butigan annuncia ufficialmente anche l’ingaggio della venticinquenne Giulia Mancini, nelle ultime tre stagioni protagonista da titolare in A1 con la Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia. La centrale laziale, che vestirà la maglia numero 11, è un talento sbocciato precocemente, tanto che a 17 anni si laureava campionessa mondiale Under 18 con la nazionale di Marco Mencarelli e a 18 debuttava in serie A1 col Club Italia; nonostante l’età relativamente giovane, ha già maturato un’esperienza di 7 stagioni ad alto livello nella massima categoria, giocando per società importanti come Scandicci, Cuneo, Filottrano e Vallefoglia.

    “La proposta – spiega Mancini – è nata fin dalle prime fasi di mercato, e non ho indugiato ad esprimere il mio interessamento nel vestire questa maglia. La squadra e la società mi sono sempre piaciute, quindi mi sono chiesta: ‘Perché non accettare questa nuova esperienza?’. Ho delle aspettative di squadra e personali molto importanti, e spero che la stagione possa essere ricca di emozioni positive, di voglia di fare e di grandi esultanze con i nostri tifosi a Palazzo Wanny: sta nascendo un gruppo giovane e determinato, e sono sicura che questo possa essere un nostro punto di forza e che ci possa aiutare a toglierci grandi soddisfazioni“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Bozana Butigan è il primo colpo di mercato de Il Bisonte Firenze

    Il mercato in entrata de Il Bisonte Firenze si apre con un grande colpo: il club è lieto di annunciare l’ingaggio di una delle centrali più performanti del campionato italiano, la croata Božana Butigan, che deve ancora compiere 24 anni e che vestirà la maglia numero 4.

    “Sono molto contenta di essere approdata a Firenze – spiega Božana Butigan. – Quando il mio procuratore mi ha prospettato questa possibilità ho voluto parlare con i dirigenti e con lo staff tecnico, e il progetto che mi hanno illustrato mi è piaciuto fin da subito. Negli anni ho sempre sentito solo cose positive sul club, sulla squadra e sull’ambiente, quindi non ci ho pensato troppo e ho detto di sì. Le mie sensazioni sono molto positive, per me è un bel cambiamento dopo quasi tre anni a Bergamo e non vedo l’ora di provare qualcosa di nuovo e di iniziare”.

    Bibi, soprannome con cui ormai è conosciuta da tutto l’ambiente volley, ha già alle spalle quattro stagioni nella nostra serie A1, una e mezzo con Conegliano e due e mezzo con Bergamo. Da sette anni gioca regolarmente nella nazionale della Croazia, con cui ha partecipato a tre europei e un mondiale: grazie ai suoi 190 centimetri di altezza e ad una ottima visione di gioco, è stata la seconda miglior muratrice della regular season sia nel 2023/24 sia nel 2022/23, e se si sommano le ultime tre stagioni è prima assoluta con la bellezza di 213 muri vincenti. Da oggi Butigan – terza croata a vestire la maglia di Firenze dopo Senna Ušić e Ivana Miloš Prokopić – sarà in ritiro con la sua nazionale per preparare la Golden European League e le qualificazioni agli europei, poi a fine estate si aggregherà al gruppo de Il Bisonte e al reparto delle centrali, che attualmente comprende anche la confermata Nausica Acciarri.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO