consigliato per te

  • in

    Riaperture: Cinema e teatri sì, palasport no… Appello a Draghi e Vezzali di Fipav, Fip, Lega Basket e Lega Pallavolo

    Valentna Vezzali alla presentazione della CEV Champions League Super Finals 2021… Che al contrario di cinema e teatri resteranno a porte chiuse…

    ROMA – La Federazione Italiana Pallacanestro (FIP) e la Federazione Italiana Pallavolo (FIPAV), congiuntamente con Lega Basket Serie A e Lega Pallavolo Serie A, lette le notizie riguardanti la bozza del Decreto del Presidente del Consiglio in approvazione oggi da parte del Consiglio dei Ministri, esprimono stupore e perplessità sul tema delle riaperture al pubblico, dove per cinema e teatri sono previsti a partire dal 26 aprile mentre solo dal primo giugno, con i campionati quasi al termine, per i palasport con lo stesso numero limitato di spettatori, dopo che era stata comunicata la data del primo maggio.
    Questa evidente disparità di trattamento tra sport, cultura e divertimento penalizza ulteriormente i club di basket e volley che in questi mesi hanno dovuto affrontare senza alcun ristoro fino ad oggi le conseguenze della pandemia e assicurare comunque la regolare attività dei loro campionati, pur nella totale assenza di pubblico e di conseguenza di introiti da botteghino, una delle primarie fonti di ricavo delle stesse società.
    Per questo ci rivolgiamo al Presidente del Consiglio Prof. Mario Draghi, al Sottosegretario allo Sport Valentina Vezzali e al Governo perché si ponga rimedio a questa situazione rivedendo le date di riapertura dei palasport almeno nelle fasi decisive delle competizioni, consentendo così ad un numero minimo di spettatori la presenza nei limiti delle doverose norme di sicurezza.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteBrasile: Con 10 finalisti quasi completate le convocazioni della nazionale maschile. Non c’è William LEGGI TUTTO

  • in

    Nimir protagonista sul sito della CEV: “Diffidate dall’alzatore che voleva fare l’opposto”

    Di Redazione “Un giocatore a tutto tondo, di quelli che ogni allenatore vorrebbero avere dalla sua parte”. Il sito internet della CEV (che proprio nelle ultime ore ha subito un profondo restyling nella grafica e nei contenuti) celebra in questa maniera la grandezza di Nimir Abdel-Aziz. L’opposto olandese della Trentino Itas è infatti protagonista in questi giorni sul portale della Confederazione Europea di uno spazio dedicato, in cui viene raccontata la sua prima stagione in maglia gialloblù attraverso le cifre ma anche i fatti. “Nimir è stato il migliore in tutte le quarantacinque partite giocate nelle diverse competizioni dalla sua squadra, realizzando la bellezza di 820 punti personali – si legge nella news in homepage su www.cev.eu – . I fans non vedono l’ora di vedere cosa avrà in serbo per il primo maggio, quando la Trentino Volley affronterà il Kedzierzyn-Kozle. I polacchi farebbero bene a diffidare dal palleggiatore che voleva diventare opposto”. “Nell’edizione 2021 della CEV Champions League Nimir è stato brillante e ha fatto la differenza nei momenti chiave, tanto da risultare il primo bomber del torneo con 188 punti complessivi (alla media di 4,37 a set) – continua il sito della CEV – . Una delle armi principali sulla strada che ha portato Trento alla SuperFinals, è stata proprio il suo rendimento al servizio. Abdel-Aziz è infatti risultato il miglior battitore con 36 ace (in 13 match giocati, alla media di 0,84 per set), lasciando dietro di sé distantissimo Wilfredo Leon,  a quota 18. Non solo; perché Nimir a dicembre è tornato anche a rivestire il ruolo del palleggiatore, quando i registi Simone Giannelli e Lorenzo Sperotto hanno dovuto alzare bandiera bianca a causa del covid. Il suo contributo in cabina di regia ha consentito alla Trentino Itas di vincere la Pool E senza far registrare nemmeno una sconfitta. La Finale di Verona sarà per lui un momento speciale, visto che dall’altra parte della rete ci sarà lo Kędzierzyn-Koźle, società con cui ha giocato nella stagione 2014/15”. All’AGSM Forum Nimir Abdel-Aziz sarà uno dei giocatori più attesi. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Champions League: Superfinals con 500 spettatori al palasport?

    AGSM Arena vuota…

    ROMA – Torna il pubblico tra stadi e palazzetti? Sembra la strada indicata dal capo del Governo Mario Draghi nella conferenza stampa di ieri. Dal 1° maggio, nelle regioni in zona gialla, gli impianti di gioco potranno ospitare pubblico per le manifestazioni agonistiche di rilevanza nazionale (e, va da sé, internazionale).La norma – nei programmi – dovrebbe essere approvata nel Consiglio dei Ministri di giovedì e potrebbe far aprire le porte all’AGSM Arena di Verona a 500 spettatori per le SuperFinals di del 1° maggio.Un dato che potrebbe – se non garantire davvero un pubblico di rilievo – allargare le maglie per i presenti “operativi”, gruppi squadra, dirigenti e accreditati vari e alleviare gli organizzatori dell’evento.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteA2 F.: Rush finale. Pool Promozione, ancora Vallefoglia-Roma. Pool Salvezza, Ravenna per il primato matematicoArticolo successivoA3 Credem Banca: Due anticipi negli Ottavi Play Off Girone Blu LEGGI TUTTO

  • in

    FIVB: Mondiale per club in Cina nel 2021 e 2022

    LOSANNA – La Federazione Internazionale ha ufficializzato la Cina come sede delle edizioni 2021 e 2022 del Mondiale per club maschile e femminile.L’organizzazione è stata vinta dalla Guangzhou INFearless Investment Co Ltd che avrà la gestione della rassegna per i prossimi due anni. Le città ospitanti e le date saranno ufficializzate successivamente, l’evento 2021 sarà comunque calendariato entro la fine dell’anno.Campioni in carica sono Civitanova e Conegliano, successi colti nel 2019 a Contagem in Brasile (finale Civitanova-Sada Cruzeiro) e in Cina (finale Conegliano-Eczacibasi).
    La società Guangzhou INFearless Investment Co Ltd ha una vasta esperienza e credenziali come organizzatori e fornitori di servizi di eventi di pallavolo, tra cui sia il Campionato mondiale di club femminile di pallavolo FIVB che la Super League cinese di pallavolo “All Star Match” nel 2018 e 2019, tappa del VNL 2018 a Jiangmen, Cina così come le partite casalinghe del Guangdong della Chinese Volleyball Super League.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedentePerugia: L’esonero di Vital Heynen dal TGR Umbria LEGGI TUTTO

  • in

    Presentate a Roma le CEV Champions League Super Finals

    Presentate a Roma le CEV Champions League Super Finals

    Il prestigioso Salone d’Onore del CONI ha ospitato questa mattina la presentazione delle CEV Champions League Super Finals in programma a Verona sabato 1 maggio. All’atto conclusivo della più importante manifestazione per club del Vecchio Continente parteciperanno ben due formazioni tricolori: nella finale maschile la Trentino Itas affronterà la squadra polacca del Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle, mentre in quella femminile le ragazze dell’Imoco Volley Conegliano se la vedranno con le turche del VakifBank Istanbul. Numerose le autorità politiche e sportive nazionali e internazionali intervenute all’appuntamento che di fatto anticipa di qualche giorno il ritorno in Italia della grande pallavolo internazionale.
    Moderatrice della presentazione è stata la giornalista di Rai Sport Simona Rolandi che ha aperto ufficialmente i lavori dando la parola al Sottosegretario di Stato allo Sport Valentina Vezzali: “Da donna di sport e da sottosegretaria è per me motivo di orgoglio essere qui alla presentazione di un grande evento come le Super Finals di Champions League. Il nostro Paese ha bisogno di sport, i giovani devono riprendere al più presto la pratica sportiva. La ripartenza passa attraverso le riaperture, ma anche attraverso un’azione congiunta che deve portare a recuperare più persone possibili alla pratica sportiva a cominciare dai più giovani che in questo anno di stop hanno subìto le peggiori conseguenze. La pallavolo da sempre in Italia fa breccia nei nostri giovani non solo attraverso i grandi campioni, ma anche perché svolge un grande ruolo nella scuola contribuendo alla formazione di tantissimi ragazzi. Ieri ho avuto modo di incontrare il presidente Manfredi – sottolinea il sottosegretario allo sport – con il quale ho discusso sui progetti di rilancio dello sport e della pallavolo nel post pandemia. Il Veneto ospiterà la finale, una regione con una grande tradizione sportiva. Un grande grazie poi al presidente della CEV Boricic per aver dato fiducia all’Italia nell’ospitare un grande evento sportivo come le Finals. Voglio fare – conclude Vezzali – un grosso in bocca al lupo alle due formazioni italiane in gara, Trento e Conegliano”.
    In collegamento da Venezia è intervenuto poi il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, mentre a salutare da Verona è stato il sindaco Federico Sboarina.
    Il Presidente della CEV Aleksandar Boricic ha ringraziato la FIPAV, Regione Veneto e la Città di Verona per l’impegno profuso nell’organizzare un evento così importante: “Siamo orgogliosi di poter comunicare che abbiamo aumentato il montepremi dell’evento portandolo a 4,8 milioni di euro. Crediamo che l’aumento del prize money sia anche una forma di rispetto verso le tante società europee che partecipano alla competizione”.
    È stata poi la volta del presidente del CONI Giovanni Malagò: “Permettetemi di ringraziare tutta la famiglia della pallavolo oggi schierata al completo a livello internazionale e nazionale. Questo evento che si terrà a Verona ha un valore molto importante che simboleggia la voglia di ripartenza. È importante che gli organismi internazionali credano sempre nell’Italia e nelle sue capacità organizzative. Stavo commentando con il presidente Manfredi il fatto che nella finale scudetto ci sono Civitanova e Perugia, mentre alle Super Finals c’è Trento, una terza squadra italiana maschile. A mio avviso è qualcosa di incredibile e sul quale riflettere”.
    Gli ha fatto eco il presidente FIPAV Giuseppe Manfredi: “Come FIPAV ci siamo e ci saremo in tutti quegli eventi che rappresenteranno un veicolo di promozione. Con il presidente Boricic abbiamo cominciato un percorso di proficua collaborazione con l’obiettivo di far crescere il movimento pallavolistico. La FIPAV, a detta di tutti, è tra le Federazioni più importanti nel panorama internazionale. Ringrazio i presidenti di Lega perché in questi mesi le società di Serie A hanno tenuto viva la fiammella del nostro sport. Siamo molto orgogliosi della presenza delle nostre squadre alle Super Finals”.
    Il Presidente della Lega Pallavolo Serie A, Massimo Righi, ha sottolineato l’impegno di tutti i Club in questa difficile stagione: “Ringrazio il sottosegretario Vezzali, il presidente del Coni Malagò e mi complimento con il presidente FIPAV Manfredi e il presidente della CEV Boricic per aver portato in Italia questo grandissimo evento, che la CEV ha valorizzato di anno in anno portando la Champions League a un livello eccellente. La nostra Lega ha già giocato più di 580 partite in questa stagione senza che un solo match sia stato cancellato, e ora stiamo disputando i Play Off Scudetto Credem Banca, i Play Off promozione in Serie A2 e A3, con grande soddisfazione per avercela fatta. Questo grazie gli sforzi encomiabili di tutti i nostri Club, con i loro staff tecnici e sanitari. Ed ora siamo qui per parlare delle Super Finals in cui la nostra squadra di Trento schiera titolari anche dei giovani italiani. Penso a protagonisti come Simone Giannelli, un campione affermato ma ancora giovanissimo, e ad Alessandro Michieletto. Dimostrazione non solo della qualità del settore giovanile di Trento, ma anche che la pallavolo italiana di Club si rinnova: cercheremo di garantire sempre alla nostra pallavolo di vertice gioie e medaglie da portare in dote allo sport italiano”. LEGGI TUTTO

  • in

    Superfinals: A Roma la presentazione delle finali di Champions League

    ROMA – Giovedì 15 alle ore 12.30 presso la prestigiosa sede del Salone d’Onore del CONI si terrà la presentazione delle CEV Champions League Super Finals in programma a Verona sabato 1 maggio.Parterre de roi per la presentazione ufficiale dell’evento che segna il ritorno in Italia della grande pallavolo internazionale: saranno presenti, infatti, autorità politiche e sportive nazionali, ma anche i vertici della Confederazione Europea.Relatori della presentazione saranno infatti il Sottosegretario di Stato allo  Sport Valentina Vezzali, il presidente della CEV Aleksandar Boričić, il Presidente del CONI Giovanni Malagò e quello della FIPAV Giuseppe Manfredi. Collegati da remoto ci saranno inoltre il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia e il sindaco della città scaligera Federico Sboarina.Data la situazione epidemiologica e il conseguente numero di posti limitato, l’accesso alla Sala sarà riservato esclusivamente alle persone invitate.Per chi volesse comunque seguire l’evento, sarà disponibile la diretta streaming sul canale YouTube della Federazione Italiana Pallavolo, appuntamento embeddato e visibile anche sulla home page di Volleyball.it

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteBrasile: Il Ct della Seleçao Renan Dal Zotto positivo al covid19Articolo successivoRussia: Rivediamoli. Play off 6. Il Kemerovo di Zaystev elimina lo Zenit Kazan 3-2 LEGGI TUTTO

  • in

    Andrea Lucchetta: “In una gara secca l’Itas Trentino può farcela”

    Di Redazione “Fallito” l’obiettivo Finale Scudetto cedendo in quattro gare a Civitanova nelle serie di Semifinale, l’Itas Trentino però è ancora il lizza per vincere un ambito trofeo, quello della Champions League, con le Super Finals in programma sabato 1° maggio all’AGSM Forum di Verona contro lo Zaksa. Andrea Lucchetta, intervistato dal Corriere del Trentino, si sofferma a parlare della squadra di Lorenzetti. Lucchetta cosa lascia a Trentino Volley la semifinale persa con Civitanova? «Si è presentata all’appuntamento come la squadra più in forma, era l’avversario da battere ma non è stata in grado di sfruttare le opportunità costruite. Anzi paradossalmente invece ne ha concesse alla Lube che non vedeva l’ora di approfittarne. Da una parte Civitanova è cresciuta ma dall’altra è gradualmente mancata Trento». Da dove può iniziare l’analisi? «Partirei da lontano perché Trento è una squadra che ha cambiato il proprio dna in estate ed è rinata dalle gare di Champions League in cui Nimir si è messo a disposizione come palleggiatore. Lucarelli è stato protagonista dopo le difficoltà iniziali ma il dualismo tra Kooy e Michieletto non so quanto abbia aiutato la crescita di Alessandro. La presenza di Kovacevic lo avrebbe spronato a trovare maggiore grinta e variabili tecniche in attacco. Il calo delle sue percentuali offensive deve far riflettere, per quanto sia già un talento da Nazionale». Il gm Da Re ha parlato di una squadra in calo negli ultimi dieci giorni. «Non posso che essere d’accordo: ha l’esperienza e la sensibilità per capire queste situazioni. Civitanova dopo gli errori di gara1 si è riorganizzata perché non poteva più sbagliare e invece Trento ha iniziato a regalare agli avversari occasioni per rientrare. Senza togliere nulla alla Lube che ha vinto due volte per 3-0 in trasferta quindi giù il cappello». Tre settimane prima della finale di Champions League con lo Zaksa sono un problema? «Assolutamente sì anche se non temo che la squadra stacchi la spina perché i ragazzi sfrutteranno questo periodo per scaricare e poi riprendere la preparazione fisica. Il problema è la mancanza del ritmo gara. La sfida sarà reperire stimoli agonistici per non deperire». Trento può finire la stagione vincendo il trofeo? «Gli equilibri internazionali stanno cambiando e lo Zaksa ha una grande opportunità, ma in una gara secca l’Itas può farcela. A Verona mi aspetto sicuramente la miglior versione possibile di Lucarelli e Nimir ma anche la scelta giusta tra Michieletto e Kooy per dare stabilità al gioco». LEGGI TUTTO

  • in

    Cucine Lube Civitanova ammessa alla Champions League 2021/22

    Una Pasqua da ricordare per gli uomini di Gianlorenzo Blengini. La Settimana Santa ha riservato belle “sorprese” ai biancorossi.
    Oltre alla gioia per il 3-1 casalingo in rimonta su Trento, che ha permesso alla Cucine Lube Civitanova di portarsi sul 2-1 nella serie di Semifinale Scudetto contro la finalista di Champions League, i cucinieri ieri hanno anche ricevuto a domicilio il pass per la prossima edizione del massimo torneo continentale per Club in virtù del successo di Perugia al PalaBarton contro Monza, valso in tre gare la qualificazione dei Block Devils alla Finale Scudetto.
    Nella stagione 2021/22 la Lube affronterà quindi l’avventura numero 16 della sua storia in Champions League. Si tratta dell’undicesima partecipazione di fila.
    Poiché in Champions vanno la vincitrice dello Scudetto, la migliore classificata in Regular Season (esclusa la squadra vincitrice del tricolore) e la perdente della Finale Scudetto, il fatto che Perugia abbia vinto la stagione regolare e sia poi approdata alla Finale della SuperLega Credem Banca ha promosso automaticamente la Lube, che aveva chiuso sul secondo gradino del podio la Regular Season. Il sestetto marchigiano aveva un posto garantito in CEV Cup dopo la vittoria della Del Monte® Coppa Italia 2021, ma i cucinieri ora possono competere con l’élite europea e riscattare la beffa al Golden Set patita in veste di campioni uscenti poche settimane fa, nonostante la prova da 10 e lode con tanto di rimonta superlativa, nel ritorno dei Quarti di Finale sul campo dello Zaksa in Polonia.

    Articolo precedenteCondoglianze alla famiglia Molducci LEGGI TUTTO