consigliato per te

  • in

    Nba, Phoenix e Golden State volano. Laker ko dopo tre supplementari

    Phoenix e Golden State continuano la loro corsa nella Western Conference. Si allunga a 15 partite la serie positiva dei Suns, che battono New York 118-97 grazie ai 32 punti di Booker e ai 14 di Paul (con 10 assist). I Warriors sconfiggono 118-103 Portland, trascinati dai 32 punti di Curry e dai 25 di Wiggins e centrano la sesta vittoria consecutiva. Battuta d’arresto per Utah, che viene sconfitta dai Pelicans grazie ad una tripla di Devontè ad un secondo dalla sirena.  Ancora una sconfitta per i Lakers, che al termine di una vera e propria battaglia (con tre tempi supplementari) vengono battuti da Sacramento 141-137. Inutili i 30 punti di Lebron e i 29 di Westbrook. Vincono invece i Clippers (reduci da tre sconfitte nelle ultime 4 gare), che superano Detroit 107-96 (21 punti per Reggie Jackson).
    Chicago e Atlanta ok: 9 punti per Gallinari
    A Est continua il buon momento di Chicago, che batte nettamente Orlando 123-88, grazie ai 23 punti di DeRozan e i 21 di LaVine. Vittorie per Washington (101-99 su Oklahoma), Milwaukee e Atlanta. I Bucks (120-109 contro Denver) ottengono la sesta vittoria consecutiva, mentre gli Hawks travolgono Memphis (132-100) e portano a casa il settimo successo di fila. Per Danilo Gallinari 21 minuti in campo corredati da 9 punti (1/3 da due, 2/3 da tre, 1/1 ai liberi), due rimbalzi, 4 assist e una palla recuperata. Vittorie anche per San Antonio e Indiana: gli Spurs sprecano 24 punti di vantaggio ma riescono alla fine ad avere la meglio su Boston (96-88) e interrompono una serie negativa che durava da 6 gare mentre i Pacers approfittano delle defezioni nei Raptors e chiudono 114-97 con 23 punti e 18 rimbalzi di Sabonis. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, LeBron James espulso: gomitata e rissa con Stewart

    Sangue e rissa, Detroit Pistons-Los Angeles Lakers (116-121) si accende nel terzo quarto per una gomitata di LeBron James sul volto di Isaiah Stewart. Nella notte italiana della regular-season della Nba, il numero 28 dei padroni di casa non ha accettato le scuse del campione dei Lakers, scatenando una maxi-rissa che ha coinvolti i giocatori in campo. Per il colpo proibito rifilato durante un tiro libero, LeBron è stato espulso, ma i Lakers hanno comunque vinto con i 56 punti complessivi realizzati dalla coppia Davis-Westbrook.
    Risultati Nba
    Vincono Chicago Bulls, Suns e Golden State
    I Chicago Bulls agganciano i Brooklyn Nets in testa alla Eastern Conference superando i New York Knikcs per 109-103, i Suns travolgono i Denver Nuggets per 126-97 con 22 punti di Johnson e infilano la 12esima vittoria consecutiva, mentre i Los Angeles Clippers superano i Dallas Mavericks 97-91. Passa Golden State contro i Toronto Raptors: 119-104. LEGGI TUTTO

  • in

    Milano devastante: +30 su Treviso. Venezia piega Trieste

    MILANO – Milano inciampa in Eurolega, ma continua a volare in campionato con un ritmo impressionante. Nella nona giornata di campionato è Treviso a subire la furia dei ragazzi di Messina con una gara mai in discussione che termina con un pesante +30 per l’Olimpia. Davvero tutto troppo facile per i meneghini che mettono subito le cose in chiaro dai primi di gioco e andando al riposo sul 43-25. Il divario aumenta costantemente con il passare dei minuti, i ragazzi di Menetti non riescono a contenere lo strapotere offensivo di tutto il roster meneghino con Shields, Ricci e Datome in doppia cifra, e all’ultima sirena il punteggio segna 85-55. Sono 9 su 9 per l’Armani.
    Venezia supera Trieste
    Terzo successo consecutivo per Venezia che piega Trieste per 84-77. 21 punti per Watt e 17 di Tonut fanno la differenza contro l’Allianz alla quale non bastano i 23 di Banks. I lagunari grazie al successo agganciano proprio la formazione di Ciani in classifica. LEGGI TUTTO

  • in

    Milano asfalta Treviso: nono successo conescutivo. Ok Venezia

    MILANO – Dopo i due ko in Eurolega torna a sorriedere in campionato Milano che nella nona giornata asfalta Treviso portando a casa il 9° successo consecutivo. Davvero tutto troppo facile per i ragazzi di Messina che mettono subito le cose in chiaro dai primi di gioco e andando al riposo sul 43-25. Il divario aumenta costantemente con il passare dei minuti, i ragazzi di Menetti non riescono a contenere lo strapotere offensivo di tutto il roster meneghino con Shields, Ricci e Datome in doppia cifra, e all’ultima sirena il punteggio segna un sonoro +30: 85-55 il finale.
    Venezia piega Trieste
    Terzo successo consecutivo per Venezia che piega Trieste per 84-77. 21 punti per Watt e 17 di Tonut fanno la differenza contro l’Allianz alla quale non bastano i 23 di Banks. I lagunari grazie al successo agganciano proprio la formazione di Ciani in classifica. LEGGI TUTTO

  • in

    Prima gioia per Brindisi in Champions: Darussafaka battuto

    BRINDISI – Primo successo per l’Happy Casa Brindisi dopo tre sconfitte in tre giornate del girone G della Champions League di basket. La formazione pugliese, nel quarto turno, ritrova il sorriso, battendo 82-73 i turchi del Darussafaka al PalaPentassuglia. Decisivi Perkins (16 punti) e Adrian (15 punti) per gli uomini di Frank Vitucci, che si regalano così la chance di andare ancora avanti in coppa. Alla squadra di Istanbul non bastano 22 punti di McCullough e 16 di Boothe. Per qualificarsi Brindisi dovrà vincere le prossime due gare, la prima delle quali il 15 dicembre in Romania, sul parquet del Cluj Napoca. LEGGI TUTTO

  • in

    Brindisi vince la prima in Champions: Darussafaka ko

    BRINDISI – Dopo tre sconfitte nelle prime tre giornate del girone G della Champions League di basket, l’Happy Casa Brindisi centra il primo successo in coppa, superando 82-73 i turchi del Darussafaka Istanbul al PalaPentassuglia. Decisiva la prova di Perkins (16 punti) per gli uomini di Frank Vitucci, che si regalano così la chance di andare ancora avanti in Europa. Nel tabellino dell’Happy Casa anche 15 punti di Adrian. Ai turchi non bastano 22 punti di McCullough e 16 di Boothe. Ora la formazione pugliese dovrà vincere anche le prossime due partite, la prima delle quali il 15 dicembre in Romania, in casa del Cluj Napoca. LEGGI TUTTO

  • in

    L'Italbasket sfida Russia e Olanda: ecco i 16 di Sacchetti

    TORINO – Niccolò Mannion, Leonardo Candi, Stefano Tonut, Bruno Mascolo, Amedeo Vittorio Tessitori, Matteo Spagnolo, Raphael Gaspardo, Giordano Bortolani, Michele Vitali, Mouhamet Rassoul Diouf, Leonardo Totè, Davide Alviti, Nicola Akele, Gabriele Procida, Alessandro Lever, Alessandro Pajola. Sono questi i 16 convocati da coach Sacchetti che l’Italbasket avrà a disposizione per affrontare i prossimi due impegni nel percorso verso il Mondiale 2023 che si giocherà in Giappone, Indonesia e Filippine. Dopo la notte magica di Belgrado e l’avventura olimpica di Tokyo, la Nazionale di Meo Sacchetti si troverà davanti la Russia a San Pietroburgo e l’Olanda di coach Buscaglia al Forum di Assago. Due impegni di alto livello nel girone che comprende anche l’Islanda.
    Italbasket, i 16 di Sacchetti
    Sacchetti sceglei 5 reduci dall’avventura olimpica (Mannion, Pajola, Tessitori, Tonut e Vitali) e due esordienti come Mascolo e Lever. Queste le sue parole: “Non vediamo l’ora di ricominciare perché la scia magica dell’estate appena vissuta non si è esaurita. La gente ha ancora voglia di azzurro e noi abbiamo ancora fame di vittorie. L’obiettivo di fronte a noi è grande: partecipare nuovamente al Mondiale significherebbe attestarsi con regolarità sui livelli che l’Italbasket merita e soprattutto vorrebbe dire potersi nuovamente giocare l’accesso all’Olimpiade, traguardo pazzesco. Ricominciamo proseguendo una strada che fino a questo momento ci ha dato grandi soddisfazioni, ovvero con un gruppo molto giovane e di prospettiva. Ragazzi ai quali vogliamo dare nuove occasioni per mostrare il proprio valore e fare esperienza internazionale. Il ricambio generazionale è in pieno svolgimento e abbiamo il dovere di lavorare su questa traccia per garantirci il futuro della Nazionale. Spero che i tifosi riempiano il Forum non solo per sostenere i nostri ragazzi ma anche per cominciare a sentire l’atmosfera che si respirerà la prossima estate all’Europeo”. LEGGI TUTTO