consigliato per te

  • in

    Serie A3 maschile: i risultati del turno infrasettimanale

    La decima giornata di ritorno di Serie A3 maschile si disputa interamente nel turno infrasettimanale, in attesa del weekend dedicato alla Del Monte Coppa Italia di categoria. Oggi si sono giocate tutte le partite del Girone Bianco e 5 gare del Girone Blu, venerdì completerà il quadro il posticipo tra Lagonegro e Bari. Ecco tutti i risultati e la situazione aggiornata:

    GIRONE BIANCO

    RISULTATIMoyashi Garlasco-Monge Gerbaudo Savigliano 0-3 (18-25, 15-25, 19-25)Gabbiano Mantova-Senini Motta di Livenza 0-3 (18-25, 17-25, 22-25)Geetit Bologna-Belluno Volley 2-3 (25-22, 23-25, 25-18, 22-25, 9-15)CUS Cagliari-Gamma Chimica Brugherio 1-3 (25-22, 27-29, 23-25, 23-25)Wimore Salsomaggiore Terme-Negrini CTE Acqui Terme 3-1 (25-19, 25-21, 20-25, 25-21)Personal Time San Donà di Piave-Stadium Mirandola 3-0 (25-17, 25-21, 25-22)

    CLASSIFICAGabbiano Mantova 52, Personal Time San Donà di Piave* 47, Belluno Volley 41, Senini Motta di Livenza* 40, Monge Gerbaudo Savigliano 36, CUS Cagliari 33, Negrini CTE Acqui Terme 33, Gamma Chimica Brugherio* 29, Sarlux Sarroch 27, Geetit Bologna 25, Moyashi Garlasco 22, Stadium Mirandola 18, Wimore Salsomaggiore Terme 11.*Una partita in più

    PROSSIMO TURNODom 10/3 ore 18.00Stadium Mirandola-Moyashi Garlasco ore 16.00; Sarlux Sarroch-Wimore Salsomaggiore Terme sab 9/3 ore 18.00; Negrini CTE Acqui Terme-Geetit Bologna; Monge Gerbaudo Savigliano-Personal Time San Donà di Piave ore 20.30; Senini Motta di Livenza-CUS Cagliari ore 20.30; Belluno Volley-Gabbiano Mantova. Riposa: Gamma Chimica Brugherio.

    GIRONE BLU

    RISULTATISmartsystem Fano-Banca Macerata 3-0 (25-22, 30-28, 29-27)QuantWare Napoli-OmiFer Palmi 3-1 (25-22, 25-23, 22-25, 32-30)Leo Shoes Casarano-Aurispa DelCar Lecce 3-2 (19-25, 25-14, 26-24, 21-25, 15-13)Tim Montaggi Marcianise-Shedirpharma Sorrento 2-3 (25-22, 22-25, 16-25, 25-21, 11-15)Erm Group San Giustino-Plus Volleyball Sabaudia 2-3 (22-25, 25-16, 25-15, 18-25, 13-15)Rinascita Lagonegro-Just British Bari ven 1/3 ore 19.00

    CLASSIFICABanca Macerata** 50, Smartsystem Fano** 43, Erm Group San Giustino 41, Rinascita Lagonegro* 40, OmiFer Palmi 37, Avimecc Modica 31, Aurispa DelCar Lecce 29, Plus Volleyball Sabaudia 28, Shedirpharma Sorrento 26, Leo Shoes Casarano** 26, QuantWare Napoli 25, Tim Montaggi Marcianise 18, Just British Bari* 17.

    PROSSIMO TURNODom 10/3 ore 18.00Plus Volleyball Sabaudia-Rinascita Lagonegro; Shedirpharma Sorrento-Leo Shoes Casarano; OmiFer Palmi-Erm Group San Giustino ore 16.00; Just British Bari-Avimecc Modica sab 9/3 ore 17.00; Aurispa DelCar Lecce-QuantWare Napoli ore 16.00; Banca Macerata-Tim Montaggi Marcianise ore 19.00.Riposa: Smartystem Fano. LEGGI TUTTO

  • in

    San Donà doma Mirandola in tre set, ma perde Favaro per infortunio

    Torna subito alla vittoria la Personal Time San Donà, che riscatta la sconfitta nel derby di Motta facendo valere il fattore campo nella sfida con la Stadium Mirandola. La squadra di Moretti si impone con un netto 3-0, ma deve fare i conti anche con una nota dolente: l’uscita per infortunio di Gioele Favaro.

    La cronaca:C’è equilibrio dopo i primi scambi (4-3), prova ad allungare la Personal Time (7-3), qui arriva il time out di Mescoli.  Al rientro (9-5), ma un po’ alla volta i padroni di casa scappano (12-6). I modenesi non mollano (16-13), un attacco di Giannotti ed un muro (18-13). La Personal Time mette in fila altri punti (21-13), da li è stato in discesa fino all’ace di Cunial (25-17).

    Combattuto il secondo parziale, le due squadre sono pari a quota 8.  Piccolo allungo ospite (8-11), recupera due punti la Personal Time (10-11). Poi scappa Mirandola, ma San Donà trova il pareggio a quota 17, si va punto a punto, piccolo break dei locali (23-21). Cunial fa un ace, poi la chiude Umek (25-21).

    I veneti partono bene nel terzo set (6-3), recupera Mirandola (9-8). Break veneto di 4-0 (13-8) e time out per Mescoli.  La Personal Time mantiene i 5 punti di vantaggio (16-11). Mirandola cerca di opporsi, ma non c’è niente da fare, i ragazzi di Daniele Moretti mettendo in cassa forte il terzo set che porta in dote 3 punti.

    Personal Time San Donà-Stadium Mirandola 3-0 (25-17, 25,-21, 25-22)Personal Time San Donà: Tulone 2, Parisi, Bassanello, Giannotti 16, Favaro 5, Guastamacchia 10, Iorno 7, Paludet, Trevisiol, Lazzarin, Lazzaron, Tuis, Cunial 8, Umek 15.Stadium Mirandola: Nasari 11, Capua, Scarpi, Gozzi, Bevilacqua, M. Rustichelli, Schincaglia, Albergati 13, Bombardi, R. Rustichelli 7, Quartarone, Scaglioni 1, Rossatti 10. All.: Mescoli.Arbitri: Davide Prati e Maurina Sessolo.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Fano ospita la capolista Macerata: “Una partita per capire a che punto siamo”

    Dopo la lunga trasferta in terra siciliana e ad una manciata di giorni dalla final four di Coppa Italia, la Smartsystem Fano scende ancora in campo per affrontare nel derby la capolista Banca Macerata.

    Una gara importante e ricca di significati non solo per la classifica ma anche perché un derby……è sempre un derby ed il valore dell’avversario (Macerata, prima in classifica con sole 4 sconfitte al passivo) dà alla serata (ore 20.30 Palas Allende) un sapore speciale: “Una partita per capire a che punto siamo – afferma il bulgaro Hristyian Dimitrov, 26 punti a Modica con 7 ace ed il 51% in attacco – giochiamo in casa dove abbiamo fatto sempre bene ma loro sono in testa alla classifica ed il match sarà complicato”.

    L’ex coach Maurizio Castellano, primo in classifica con Macerata, torna dunque al Palas Allende dove troverà un ambiente caldo e carico. I maceratesi hanno un organico esperto e solido, oltre che abituato a giocare certe partite: il mancino Zornetta e il veneto Lazzaretto non si scoprono certo oggi, ma anche la diagonale palleggiatore-opposto (Marsili-Casaro) garantisce efficacia in fase offensiva. Banca Macerata ha perso alcune gare, in modo particolare fuori casa (Palmi, San Giustino e Lecce) ma in parecchie occasioni ha dimostrato di imporsi in maniera autorevole.

    Da non sottovalutare infine la coppia di centrali Fall-Orazi con Sanfilippo pronto a dar manforte mentre in seconda linea c’è tutta l’esperienza di Gabbanelli.

    All’andata finì 3-0 per i maceratesi ma al Palas Allende la musica sarà diversa con la Smartsystem che punta a trovare la miglior posizione in chiave play off: “Settimana impegnativa – afferma capitan Raffa – ma la vittoria in trasferta di Modica ci ha dato grande carica”.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Cagliari cerca la reazione, mercoledì arriva Brugherio

    È tempo di reagire per il CUS Cagliari, che nel turno infrasettimanale valido per la decima giornata di ritorno ospita al Pala Pirastu i Diavoli Rosa della Gamma Chimica Brugherio.

    Per i rossoblù è la seconda gara interna consecutiva, la giusta opportunità per vendicare la sconfitta di domenica contro Geetit Bologna (1-3), arrivata dopo un primo set gestito senza problemi, ma che poi ha lasciato spazio alla reazione ospite guidata da Sacripanti.

    Nella gara infrasettimanale in programma mercoledì 27 febbraio alle 20, Menicali e compagni affronteranno la giovane squadra della Gamma Chimica Brugherio, formazione reduce dalla vittoria casalinga contro la WiMORE Salsomaggiore, attualmente fuori dai playout all’ottavo posto della classifica e autore di un girone di ritorno importante che ha portato la squadra lombarda fuori  dalla lotta ai playout.

    I Diavoli Rosa si presentano dunque come un avversario temibile che arriva in Sardegna con l’obiettivo di fare punti per mantenere il vantaggio sulle inseguitrici e garantirsi un finale di campionato più sereno fuori dalla lotta per la retrocessione.

    Per il CUS, al contrario, è arrivato il momento di reagire dopo due sconfitte nelle ultime due gare. La gara infrasettimanale contro Brugherio diventa così l’occasione giusta per ritrovare sicurezze e tranquillità di classifica davanti al proprio pubblico, sempre presente per sostenere i suoi ragazzi durante tutta la stagione.

    Un incontro importante per la classifica e per le ambizioni dei rossoblù, ancora vivide nonostante le ultime prestazioni non troppo convincenti.

    Alla nona giornata del girone di ritorno il CUS Cagliari occupa il quinto posto del girone bianco con 33 punti, in piena lotta playoff con l’intenzione di terminare la regular season il miglio piazzamento possibile.

    Appuntamento al Pala Pirastu per mercoledì 28 febbraio alle ore 20, pronti a sostenere i nostri rossoblù contro i giovanissimi Diavoli Rosa.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    WiMORE in campo per l’orgoglio, Alberghini: “Vogliamo finire il campionato al meglio”

    Ultimo turno infrasettimanale della stagione per la WiMORE Salsomaggiore Terme che, già matematicamente retrocessa con quattro giornate d’anticipo, ospita domani sera alle 20.30 al Palazzetto dello Sport di Alberghini la Negrini CTE Acqui Terme, reduce da tre sconfitte consecutive ma in piena zona Play Off.

    La pesante battuta d’arresto rimediata domenica a Brugherio ha azzerato le già flebili speranze di salvezza e sancito la condanna definitiva dei gialloblù, che finora sono riusciti a collezionare una sola vittoria e otto punti in classifica nel Girone Bianco del campionato nazionale di Serie A3 Credem Banca.

    Farcito qua e là da tante, troppe occasioni sprecate, soprattutto, nella fase clou tra dicembre e gennaio: una di queste “sliding doors” fu proprio la gara d’andata a Valenza quando, nonostante le assenze degli opposti Beltrami e Muroni (e Bulfon ancora non faceva parte del roster), la squadra di Mattioli, in sella da una settimana, si trovò avanti 22-18 e 23-21 nel quarto set ma tornò a mani vuote dalla trasferta in terra piemontese che avrebbe potuto garantire un minimo di continuità a livello di risultati.

    Quello, in realtà, fu il primo di dodici ko in stecca che, al netto di qualche prestazione positiva, hanno costituito una pietra tombale su ogni velleità di risalita portando così a giocare le rimanenti quattro partite di Regular Season, esclusivamente, per l’onore e l’orgoglio.

    Chiudere dignitosamente un cammino ricco di ostacoli e salutare la categoria a testa alta dovranno essere gli imperativi dell’ultimo mese, già a cominciare dalla sfida casalinga agli acquesi che hanno vissuto un avvicendamento in panchina (Negro ha preso il posto di Rizzo a metà dicembre) e, pur senza l’indisponibile Martino, sono stati in grado di trascinare al tie-break la capolista Mantova mantenendosi in corsa per centrare la quinta piazza, al momento condivisa assieme a Cagliari e Savigliano.

    Il centrale della WiMORE Salsomaggiore, Riccardo Alberghini, esordiente in A e a meno sei dal traguardo dei cento punti, non è intenzionato a fare sconti e prova a suonare la carica alla vigilia. 

    “Servirà cancellare il risultato della scorsa partita con Brugherio e mettere in campo tutte le energie e tutto quello che non siamo riusciti a mostrare lungo l’arco del campionato. La prestazione di Brugherio si può spiegare con l’atteggiamento avuto fin dall’inizio che forse non è stato dei migliori e anche un po’ durante la partita abbiamo sofferto in tutta la parte dei fondamentali non riuscendo a portarla a casa come accaduto all’andata. C’è molta amarezza per la retrocessione ma, allo stesso tempo, molta voglia di cercare di finire il campionato al meglio. Il mio primo anno in A3? Positivo anche se non pieno di vittorie però credo di aver fatto passare il messaggio che posso giocare in un campionato del genere e reggere alcune pressioni che prima magari non avevo provato”. 

    La partita sarà visibile in diretta streaming sul canale YouTube della Lega Pallavolo Serie A e sulla pagina Facebook della WiMORE Volley Parma.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Bologna torna al Palasavena per la sfida con Belluno: “Cercheremo di fare la nostra partita”

    Dopo la vittoria in terra sarda per 3-1 contro il CUS Cagliari, la Geetit Bologna si prepara ad affrontare la terza della classe Belluno Volley durante il turno infrasettimanale mercoledì 28 febbraio alle 20:30 tra le mura amiche del Palasavena. 

    La squadra bolognese arriva da tre vittorie consecutive, che hanno restituito ai rossoblù la speranza della salvezza diretta. 

    Un’altra aria tira tra le fila bellunesi, già qualificate per i playoff dopo una stagione contraddistinta da alti e bassi nel girone di andata, e da una netta crescita al ritorno, vantando le ultime 4 partite vinte e il terzo posto in classifica a -4 dal secondo gradin del podio. 

    L’ultima gara tra le due compagini aveva visto Bologna schiacciata 3-0 in casa dei rinoceronti, ma il periodo di infortuni è ormai un brutto ricordo, e la Geetit ha dimostrato di riuscire a espugnare anche gli avversari più ostici, nelle partite contro squadre d’alta classifica come San Donà di Piave, Savigliano e Cagliari. 

    Dunque nulla è giá scritto, e toccherà a Brunetti e compagni proseguire la scia di vittorie avviata nelle ultime settimane, nonostante i tempi ravvicinati con la trasferta in Sardegna. 

    Il capitano Davide Brunetti: “Di sicuro non abbiamo avuto molto tempo per preparare questa gara, ma questo vale anche per loro, è sempre così quando si hanno i turni infrasettimanali. Belluno è la terza forza del girone, stanno giocando bene e hanno nella fisicità un’arma importantissima. Noi cercheremo di fare la nostra partita, facendo leva su quello che di buono abbiamo messo in campo nelle ultime uscite, per provare a mostrare la migliore prestazione possibile. I 3 punti di Cagliari sono stati importanti, anche perché la classifica è molto corta e ogni punto risulta fondamentale. Noi stiamo bene, siamo contenti della vittoria, ma ovviamente la testa è già alla partita di mercoledì. Ai tifosi mi sento di dire che noi ce la stiamo mettendo tutta, e così faremo anche mercoledì, li invito quindi a venire al PalaSavena a sostenerci e lottare con noi contro una grande squadra. Non sarà facile, ma ci proveremo…”

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Del Monte Coppa Italia A3: presentata a Fano la Final Four

    Si è tenuta in mattinata a Fano la conferenza stampa di presentazione della Del Monte® Coppa Italia di Serie A3, dove le autorità locali ed il Presidente della Lega Pallavolo Serie A Massimo Righi hanno presentato il primo evento di Serie A3 della stagione 2024: Del Monte® Coppa Italia di Serie A3, al Palasport Allende di Fano, si assegnerà la terza edizione della Coppa Italia di Serie A3.

    Di seguito le dichiarazioni delle autorità intervenute.

    Massimo Righi (Presidente Lega Pallavolo Serie A): “Eccoci di nuovo a Fano, dove abbiamo già organizzato la Del Monte® Junior League nel 2022, la Del Monte® Supercoppa Serie A3 nel 2023 e quest’anno la Final Four di Coppa Italia di Serie A3. Chissà quale sarà il prossimo evento… Torniamo qui volentieri perché la qualità dell’ambiente, dalla società fino alle istituzioni, ci lascia soddisfatti. Grazie al turismo sportivo l’impatto sul territorio sarà indubbiamente buono: quando organizziamo eventi, la prima cosa che ci viene domandata è l’entità delle ricadute sul territorio. Nella Final Four in arrivo tutte e tre le gare saranno in diretta su YouTube, ma avremo ben 5 camere a disposizione, con grafiche, replay e regia: una produzione di alto livello volta a valorizzare l’evento e la visibilità dello stesso”.

    Massimo Seri (Sindaco di Fano): “Quando ci hanno telefonato accennando alla possibilità di organizzare l’evento, abbiamo impiegato pochi secondi per accettare. E se lo abbiamo fatto è certamente perché c’è una realtà importante di pallavolo che lavora costantemente, ma anche per la città che vive anche per queste iniziative, che possono avere un ruolo chiave nella destagionalizzazione del turismo. Grazie alla Lega per la scelta e grazie alla società per l’aspetto organizzativo”.

    Barbara Brunori (Assessore allo Sport del Comune di Fano): “Voglio evidenziare un aspetto, ovvero quello che gli atleti rappresentano per i giovani spettatori: diventano modelli a tutti gli effetti. Quando vedo le partite dal vivo vedo tanta gente coinvolta emotivamente non solo dalle capacità tecniche e dallo spettacolo, ma dallo spirito di sacrificio, di collaborazione e dal gioco di squadra. Diventa un momento di stimolo per chi ha voglia di appassionarsi a qualcosa. Lo sport salva tante persone e situazioni. Lo sport ci fa sentire migliori di quello che siamo. Le quattro squadre si giocheranno un titolo importante, penso sarà un momento di promozione di benessere”.

    Etienn Lucarelli (Assessore al turismo del Comune di Fano): “La città sente questa voglia di pallavolo, il palazzetto è sempre pieno, la società con passione sta portando avanti un grande progetto. Complimenti perché non si fermano ad attività sportive classiche, ma ad altre come i tornei giovanili, importanti per far comprendere lo sport ai giovani, ma anche perché muovono un sacco di gente dando impulso sportivo ed economico alla città. Questo avviene se ci sono società e persone che credono in quello che fanno”.

    Giancarlo Sorbini (Presidente Comitato Territoriale FIPAV Pesaro Urbino): “Non è solo la società Virtus Fano che si dà da fare, ma anche il Comune e l’assessorato. La società si muove bene, ma deve avere anche la giusta accoglienza. È bello avere un comune ‘illuminato’ che è sensibile a questi eventi”.

    Emidio Cennerilli (Presidente Smartsystem Fano): “Grazie alla Lega Pallavolo Serie A per l’ennesima possibilità che ci ha dato, ma ce lo meritiamo, ne abbiamo fatti tanti di eventi e abbiamo dimostrato di averne la capacità. Intanto ci siamo meritati la partecipazione sul campo, vincendo un Quarto di Finale, garantendoci così il posto nella Final Four. Vogliamo fare un grande evento, una grande festa. Proveremo naturalmente a vincere, ma l’importante è che le quattro squadre si trovino bene qui e siano nostri graditissimi ospiti. Sarà fondamentale per fare riuscire al meglio questa festa di sport. Ci aspettiamo un palasport pieno”.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Motta nella tana della capolista Mantova per il turno infrasettimanale

    La decima giornata di ritorno del campionato nazionale di A3 CREDEM BANCA non può non riportare alla mente il titolo di una famosa pellicola del 1978 diretta da John Millius. Già perché i biancoverdi in un mercoledì di fine febbraio dovranno sfidare i primi della classe e se vorranno dire la loro in questa sfida, dovranno vivere questo mercoledì davvero da leoni.

    La Gabbiano Mantova (degli ex Zanini e Scaltriti) è la prima della classe a quota 52 punti. Due le vittorie maturate nelle ultime due uscite in campionato: vittoria al tie-break nella trasferta ad Acqui Terme sabato scorso, e per 3 a 1 in casa contro Mirandola. L’ultima sconfitta risale all’11 Febbraio contro Garlasco lontano dalle mura amiche.

    La Senini Motta di Livenza dopo la spettacolare prestazione nel derby contro San Donà (vinto per 3 a 1 centrando la terza vittoria consecutiva) si ritrova quarta a quota 37 punti, matematicamente promossa ai play-off, ma con nessuna voglia di accontentarsi.

    Coach Simone Serafini dovrebbe schierare i suoi con Martinelli al palleggio e Novello opposto, Yordanov e Parolari attaccanti di posto quattro, Ferrari al centro con Miselli e Catellani libero. Coach Marco Marzola dal canto suo dovrebbe rispondere con Catone metronomo e Capitan Saibene (MVP del derby con una prestazione pazzesca) di contromano, Mian e Mazzon martelli ricevitori, Arienti al centro in coppia con Luisetto e Pirazzoli libero.

    Direttori di gara Fabio Pasquali e Giuseppina Stellato. Diretta streaming sul canale Youtube della Lega dalle 20.25.

    Sfidare la prima della classe da sempre qualche motivazione in più, partite come queste si aspettano con ansia e trepidazione, con la voglia di scendere in campo per dare il massimo e provare a centrare qualcosa di straordinario. I nostri leoni ci proveranno fino alla fine, palla su palla, un punto alla volta. Mercoledì sera al “Marco Sguaitzer” c’è la possibilità di cavalcare l’onda perfetta come i protagonisti di quella pellicola del 1978. Tra poche ora sapremo se i leoni saranno riusciti a domarla.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO