consigliato per te

  • in

    Mirandola in trasferta a San Donà: “Non possiamo più fare calcoli”

    Il turno infrasettimanale di mercoledì 28 febbraio conduce la Stadium Mirandola verso il Veneto, in visita alla seconda della classe Personal Time San Donà di Piave. La formazione di Daniele Moretti, reduce dalla sconfitta nel derby con Motta, è comunque ormai matematicamente in zona Play Off, con 16 vittorie su 21 partite giocate.

    A intervenire sulla delicata situazione dei gialloblù è il centrale Federico Bombardi: “Mercoledì ci aspetta una partita tosta, contro una squadra che in casa perde poco. Nelle ultime giornate ha subito ogni tanto qualche vuoto, e noi dobbiamo riuscire a sfruttare questa cosa a nostro favore, portando a casa loro lo stesso entusiasmo che abbiamo portato in campo contro Sarroch. Stavolta dobbiamo però mantenere la rotta: di solito dopo un risultato positivo abbiamo sempre fatto fatica a mantenere la situazione stabile. Sappiamo di avere difficoltà in più in trasferta, ma non sarà una trasferta come le altre, data la situazione. L’entusiasmo in allenamento non ci manca, e conoscendo il gruppo so che in campo a San Donà daremo il massimo“.

    “Sarà una partita molto tosta – ribadisce l’allenatore Marcello Mescoli – contro un avversario che ha nel cambio palla il suo punto di forza, grazie a Tulone, che a mio avviso è uno dei migliori palleggiatori della categoria. Noi non possiamo fare calcoli ma dobbiamo affrontare queste ultime partite col coltello fra i denti e provare a fare punti ovunque e contro tutti. Stiamo bene e spero che i ragazzi prendano coscienza una volta per tutte del loro valore“.

    “Sicuramente – conclude il centrale e capitano Riccardo Rustichelli – la vittoria di domenica ci ha dato la spinta per affrontare le ultime giornate. È stata una vittoria importante soprattutto in ottica delle partite che verranno. È una squadra che gioca molto bene e in modo ordinato. Ultimamente ha sofferto un po’ diverse squadre, dimostrando che in qualche modo è possibile minare il loro equilibrio. Non abbiamo nulla da perdere, e dobbiamo far girare questa cosa a nostro vantaggio. Abbiamo ancora lo scontro diretto con Garlasco e la partita con Parma, mentre nelle due trasferte dovremmo fare il possibile per portare a casa tutto quello che possiamo“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Macerata ospite di Fano, Domizioli: “Bella sfida contro Fano, ci darà indicazioni importanti”

    Riparte subito il campionato di A3 Girone Blu con il turno infrasettimanale in programma domani sera alle 20.30, dove spicca il derby tra Smartsystem Fano e Volley Banca Macerata. Partita doppiamente importante per i biancorossi, che oltre a incontrare i rivali marchigiani si giocheranno anche la possibilità di allungare su una delle inseguitrici: Fano infatti occupa il terzo posto ma con gli stessi 40 punti di San Giustino, secondo in classifica, a -10 dai biancorossi.

    La Smartsystem, che da gennaio è guidata dall’esperto coach Mastrangelo, si presenta con due vittorie nelle ultime giornate di campionato, il 3-1 casalingo contro Palmi e la vittoria a Modica con lo stesso risultato, conquistata sabato scorso. Percorso simile per Macerata che ha ottenuto altrettanti successi nelle ultime uscite contro Sabaudia e Sorrento.

    Il secondo allenatore Federico Domizioli spiega la chiave della vittoria contro Sorrento, “Loro hanno dato tutto ma quando la Volley Banca Macerata gioca come sa, è ad un livello difficile da sostenere per chiunque. Sono stati bravi i ragazzi a tenere alta la prestazione per tutti e tre i set dopo lo svantaggio subito”.

    C’è poco tempo per lavorare sulla gara di domani ma grande entusiasmo, “Non vediamo l’ora di giocare contro Fano e confrontarci con una squadra forte. È una gara che può darci indicazioni importanti anche in ottica Play-Off per capire a che punto siamo, avere conferme o farci valutare nuovi aspetti sui quali migliorare. In queste settimane ci stiamo concentrando sulla fase di break: spingiamo bene in battuta ma non sempre riusciamo poi a concretizzare la capacità di mettere pressione agli avversari col servizio, quindi possiamo migliorare nel muro, nella difesa e nel contrattacco. Poi come dicevo, aspettiamo con interesse la sfida con Fano proprio per avere altre indicazioni”.

    Per quanto riguarda invece il gruppo, la squadra ha reagito bene ad un momento di difficoltà dopo le sconfitte con Casarano e Lecce, “I risultati non hanno mai disunito il gruppo e insieme abbiamo trovato la strada da percorrere per uscire dalle difficoltà. Non è mai mancata la sintonia tra i ragazzi e coach Castellano e anzi credo sia una delle chiavi principali dei nostri successi”.

    La sfida tra Smartsystem Fano e Volley Banca Macerata sarà visibile domani sera in diretta sul canale ufficiale di YouTube della Lega Volley, a partire dalle ore 20.30.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Savigliano chiude il suo febbraio a Garlasco: “Dobbiamo concentrarci su noi stessi”

    Non c’è tempo per tirare il fiato per il Monge-Gerbaudo Savigliano che, dopo la trasferta di Belluno, chiuderà il mese di febbraio affrontando mercoledì 28 alle ore 20.30 il Moyashi Garlasco, ancora una volta fuori casa, per la 23esima giornata del Girone Bianco della Serie A3 Credem Banca.

    A dispetto di una classifica apparentemente deficitaria, che li vede attualmente occupare l’11° posto a quota 22, i pavesi sono in realtà una delle squadre più in forma del Girone Bianco. Prima di osservare il turno di riposo nell’ultimo fine settimana, infatti, il Moyashi aveva inanellato una serie di cinque vittorie consecutive.

    L’ultimo ko risale addirittura al 14 gennaio, dopo il quale i ragazzi di coach Galimberti hanno raccolto 11 punti, con una vittoria “piena” e ben quattro al tie-break, compresa l’ultima in ordine di tempo, a Salsomaggiore Terme. Tra i punti di forza, la fisicità complessiva del roster, che può contare nel reparto schiacciatori sull’esperienza di capitan Puliti e sulla qualità di Cavalcanti, top scorer dell’ultimo match con ben 21 punti.

    I biancoblu, invece, stanno vivendo un momento decisamente agli antipodi rispetto a quello vissuto dai “galacticos” neroverdi. In serie negativa da sei partite, il Monge-Gerbaudo sta ancora facendo fronte alle defezioni e agli acciacchi vissuti nelle ultime settimane. La voglia di riscatto, però, non manca, come spiega lo schiacciatore Simone Brugiafreddo: “Siamo consapevoli del fatto che non sarà una gara facile, perché affrontiamo una squadra in fiducia e perché noi, al contrario, arriviamo da una situazione di difficoltà. Dobbiamo, però, essere bravi a concentrarci su noi stessi e meno sugli avversari: stiamo lavorando sugli aspetti tecnici e mentali che non hanno funzionato nelle ultime settimane e siamo certi che con la forza del gruppo potremo ritornare a giocare la pallavolo che abbiamo messo in mostra in passato”.

    Come tutte le gare della Serie A3 Credem Banca 2023/24, la partita tra Moyashi Garlasco e Monge-Gerbaudo Savigliano sarà trasmessa sul canale YouTube della Lega Volley. L’appuntamento è per le ore 20.30 di mercoledì 28 febbraio al PalaRavizza di Pavia.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Modica ricarica le batterie: “Lotta Play Off complicata, la sfida a Bari sarà fondamentale”

    Archiviata la sconfitta casalinga con la Smartsystem Fano, l’Avimecc Volley Modica, oggi, torna in palestra per “ricaricare le batterie” approfittando del turno di riposo imposto dal calendario.

    Mercoledì, infatti, i biancoazzurri della Contea, nel turno infrasettimanale in programma nel campionato di serie A3 maschile, non scenderanno in campo così come recita il calendario del girone Blu e approfitteranno della sosta di campionato di domenica prossima quando ci saranno le Final Four di Coppa Italia per tirare un po’ il fiato.

    Coach Enzo Distefano e il suo staff, approfitteranno di questo periodo di stop di gare ufficiali per recuperare qualche atleta acciaccato e lavorare per arrivare nel migliore modo possibile al rush finale della regolar season, dove ci saranno da conquistare i play off.

    Il centrale Daniele Buzzi, intanto, torna sulla gara del “PalaRizza” di sabato contro Fano e analizza una sconfitta che complica la rincorsa alla griglia play off, ma arrivata contro una squadra che a Modica ha dimostrato tutto il suo valore e volge lo sguardo verso la prossima gara in Puglia.

    “Fano è un ottima squadra – spiega Buzzi – contro di noi sabato ha giocato molto bene, soprattutto in fase break, in battuta e in difesa. Noi siamo stati un po’ contratti e nei primi due set abbiamo faticato a esprimere il nostro gioco. Tanto merito è stato di Fano, ma anche noi sicuramente abbiamo avuto qualche colpa. Adesso mettiamo alle spalle questa partita e pensiamo alla prossima trasferta di Bari che sarà una partita importantissima per i nostri obiettivi“. 

    “Bari – continua – secondo me non merita la classifica che occupa, perchè ha ottimi valori, ma noi li dobbiamo affrontare a testa alta per cercare di recuperare i punti persi con Fano e provare a portare a casa il successo pieno”.

    “La lotta play off – conclude Daniele Buzzi – si è fatta più complicata, anche perchè questa settimana riposiamo e per le altre squadre ci sarà la possibilità di rientrare in corsa, ma noi non ci scoraggiamo e lavoreremo e lotteremo per arrivare il più in alto possibile”.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Belluno fa visita a Bologna: “Impegno non facile, manteniamo alta la concentrazione”

    L’ultima fatica di un febbraio intensissimo: mercoledì 28, ore 20.30, nel turno infrasettimanale valevole per la ventitreesima giornata del campionato di Serie A3 Credem Banca, il Belluno Volley sarà di scena in Emilia: a San Lazzaro di Savena, dove affronterà la Geetit Bologna. Una compagine che i rinoceronti hanno piegato in tre set nel match d’andata (anche quello, per uno strano scherzo del calendario, giocato infrasettimanalmente), occupa il quartultimo posto in graduatoria. Ma sta vivendo il miglior momento del suo cammino: basti pensare che è reduce da tre vittorie consecutive – l’ultima delle quali ottenuta a Cagliari con il Cus – e ha mosso la classifica in cinque delle ultime sei occasioni. 

    Per questo, capitan Fabio Bisi invita tutta la truppa a prestare la massima attenzione. “La Geetit è una squadra che non va sottovalutata nella maniera più assoluta. Anche perché la partita arriva a poche ore di distanza da quella disputata alla Spes Arena col Monge Gerbaudo. No, non sarà un impegno semplice: né dal punto di vista fisico, né mentale. Dovremo mantenere alta la concentrazione e andare a 200 all’ora”.

    In Emilia ci sarà da battagliare. Come accaduto domenica scorsa, nel faccia a faccia con Savigliano: “Rispetto al solito abbiamo un po’ faticato, anche perché non eravamo al 100 per cento e qualcuno non ha nemmeno potuto scendere in campo perché infortunato”.

    Il riferimento è a Gonzalo Martinez, alle prese con un problema al ginocchio. E ad Andrea De Col, rallentato dalla schiena. “In più, ci siamo trovati di fronte un avversario che si è espresso su buoni livelli e ci ha messo in difficoltà per almeno metà gara”.  

    I rinoceronti vantano una striscia aperta di cinque successi. E si sono già assicurati l’accesso ai playoff: “Il duro lavoro condotto in palestra sta dando i risultati sperati – riprende il ventinovenne originario di Modena -. E ne siamo contenti. Tuttavia, è necessario continuare su questo trend per cercare di raggiungere il miglior piazzamento possibile in chiave playoff“.

    Il Belluno Volley occupa il terzo posto, tallonato dalla Senini Motta, a -2, mentre la piazza d’onore è 5 lunghezze più su: “Non è il caso di impostare calcoli – conclude Bisi –. Per quanto ci riguarda, vogliamo solo fare del nostro meglio e strappare punti in ogni partita. Ormai manca poco, poi ai playoff ce la giochiamo con tutti. Ad ogni mondo, parlando della post season, nelle sfide decisive è sempre meglio avere il fattore campo a favore“. 

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Garlasco affronta Savigliano: “Sfruttiamo il fattore campo”

    Ancora pochissime gare alla fine di questo campionato, e la Moyashi Garlasco si prepara ad affrontare mercoledì 28 febbraio la penultima gara casalinga. Nella turno infrasettimanale, i neroverdi affronteranno la Monge Gerbaudo Savigliano, settima squadra in classifica in difficoltà in questa fase di campionato.

    Savigliano arriva a Pavia con sei sconfitte che pesano sulle spalle e una settimana impegnativa da affrontare, con l’ultima gara affrontata domenica e la Coppa Italia da giocare sabato 2 marzo. Una gara importante anche per i Garlacticos, che dovranno recuperare il vantaggio che le dirette avversarie hanno ottenuto nel weekend di riposo dei neroverdi e provare a ribaltare il 3-0 subito all’andata da Savigliano. Mancano solo quattro gare alla fine del campionato, e la Moyashi dovrà dare il tutto per tutto nell’affrontare questa e le prossime sfide dirette che definiranno le sorti dei neroverdi, ad ora in piena corsa salvezza con il rischio retrocessione diretta.

    Una partita particolare anche per il giorno in cui si gioca, ma il turno di riposo appena disputato dai Garlacticos ha concesso loro più tempo per recuperare tutte le forze per provare ad ottenere un buon risultato, come spiega l’assistant coach Federico Moro:

    “Il turno infrasettimanale è sempre una gara atipica, giocata in condizioni atletiche e mentali diverse da tutte le altre partite del girone, e spesso a spuntarla è la formazione che ha più capacità di adattamento. Noi arriviamo da un turno di riposo che ha giovato dal punto di vista fisico, ma che ci ha messo una certa pressione a causa della vittoria di tutte le dirette concorrenti. Dobbiamo sfruttare il fattore campo, che ha caratteristiche molto diverse dal palazzetto di Savigliano e che potrebbe finalmente essere gremito di tifosi in occasione della penultima gara casalinga”.

    Sono carichi i Garlacticos, che pur avendo ben presente le difficoltà della sfida, non vedono l’ora di scendere in campo e dimostrare le loro qualità, che nelle ultime partite hanno portato molti frutti. Non sottovalutano la sfida e si preparano ad affrontarla con il piglio giusto, come racconta il libero Matteo Accorsi, in questa seconda parte di campionato impiegato spesso come schiacciatore nel giro dietro:

    “Savigliano non è sicuramente un avversario facile, e nonostante le sei sconfitte consecutive da cui arriva non dobbiamo sottovalutare la sfida. Sarà una partita impegnativa e rilevante per il raggiungimento del nostro obbiettivo: la zona salvezza. Il fatto di aver riposato questo weekend ci ha aiutato a recuperare pienamente e a preparare la partita con più calma rispetto a Savigliano. Nonostante il giorno insolito speriamo di vedere i nostri tifosi sugli spalti a sostenerci”.

    L’appuntamento è quindi per mercoledì 28 febbraio alle 20:30 al PalaRavizza, dove i Garlacticos scenderanno in campo carichi e desiderosi di dare il massimo e portare a casa punti in questo penultimo appuntamento in casa.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    San Donà a caccia del riscatto con Mirandola: “Dobbiamo far valere la nostra forza”

    La Personal Time è pronta per tornare in campo mercoledì sera, quando al PalaBarbazza (inizio ore 20.30) arriverà la Stadium Mirandola. Un match in cui i sandonatesi dovranno riscattare il ko di sabato con Motta, servono tre punti per consolidare il secondo posto alle spalle del Gabbiano Mantova:

    “E’ positivo giocare subito dopo una sconfitta –commenta coach Daniele Moretti-, ti toglie dalla testa quello che è successo qualche giorno prima. Questa è la penultima di regular season in casa, vogliamo dare continuità al nostro gioco e dimostrare quanto fatto per tutta la stagione. La fiducia non è andata via per qualche episodio successo a Motta. Siamo concentrati e i ragazzi sanno come è venuta la sconfitta del derby, ora conta solo la partita con Mirandola”.

    Moretti descrive così gli avversari: “Hanno buoni giocatori, fra questi Albergati e gli opposti Natali e Rossatti, Quartarone è un signor palleggiatore. Complessivamente Mirandola è una discreta squadra che si trova però in una situazione pericolosa. Dobbiamo far valere la nostra forza perché siamo in casa. Le partite da qui alla fine saranno tutte toste. Siamo ai play off, ma è inutile fare calcoli, guarderemo solo alla fine la classifica e chi sarà il nostro avversario”.

    Arbitrano la partita di mercoledì Davide Prati e Maurina Sessolo.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Belluno, Leonardo Ferrato: “Le cinque vittorie consecutive? Frutto del lavoro in palestra”

    Il primo obiettivo è stato centrato con quattro giornate d’anticipo: la qualificazione ai playoff di Serie A3. Obiettivo minimo, è vero. Ma importante perché rappresenta una prima volta nella storia del Belluno Volley. Decisiva, in questo senso, una striscia di vittorie che ha raggiunto quota cinque: dal derby con Sandonà alla trasferta di Salsomaggiore Terme, passando per l’anticipo con Sarroch, il confronto di Brugherio. E il recente scontro diretto col Monge Gerbaudo Savigliano, piegato in quattro set. 

    Ad analizzare il match di domenica scorsa, dalla cabina di regia, è un Leonardo Ferrato sempre più padrone della situazione: “Rispetto alle ultime partite, siamo entrati in campo in maniera un po’ contratta. Eravamo troppo tesi. In più, sapevamo che Savigliano non era un avversario da sottovalutare ma, allo stesso tempo, stava attraversando un momento di difficoltà. Alla fine, però, è emersa la sicurezza nei nostri mezzi. E siamo riusciti ad avere la meglio. Dobbiamo essere consapevoli di ciò che siamo e di ciò che possiamo fare“. Il pokerissimo di successi non è nato in maniera casuale: “È frutto del lavoro in palestra, oltre che di un atteggiamento diverso da parte nostra. Sia in settimana, sia in gara“. 

    Ferrato sta esprimendo una pallavolo sempre più continua e qualitativa. E ha un chiodo fisso in testa: “Cerco sempre di trovare soluzioni nuove, in particolare al centro. Adesso il mio unico pensiero è quello di coinvolgere tutti i miei compagni. Poi, si sa, i primi scambi del match servono pure per capire a chi dare la palla dal 20 in poi“. 

    Non c’è tempo, però, per godersi il 3-1 sui piemontesi, visto che incombe un turno infrasettimanale di campionato: mercoledì sera (ore 20.30), i bellunesi raggiungeranno San Lazzaro di Savena, dove se la vedranno con la Geetit Bologna. “È un impegno da non sottovalutare, anche perché siamo fuori casa. Ma andremo in Emilia tranquilli. E ce la giocheremo“. Nel frattempo, il secondo posto è a -5. E la vice capolista San Donà ha una gara in più rispetto ai rinoceronti: “Meno pensiamo alla classifica – conclude Ferrato – e meglio è. Ora vogliamo solo proseguire la nostra striscia di vittorie“. 

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO