consigliato per te

  • in

    Civitanova prova l’allungo, punti Play Off per Verona e Milano

    Di Redazione

    Weekend di risultati “pesanti” come lo saranno tutti da qui alla fine, in una Superlega maschile dalla classifica cortissima… ma da oggi un po’ meno. La settima giornata di ritorno consolida infatti la fuga di Trento e Modena, destinate probabilmente a giocarsi il secondo posto fino alla fine, mentre alle loro spalle prova a emergere Civitanova, che sull’orlo del baratro ritrova – grazie ai cambi – gioco e vittoria contro Cisterna, e prova a blindare una preziosissima quarta posizione.

    Per il resto la lotta per i Play Off si conferma una bagarre: ad avvantaggiarsi sono Verona, che sorpassa Piacenza, e Milano, che scavalca una Monza vittima dell’infortunio di Davyskiba (ma al tempo stesso rinforzata dai rientri di Grozer e Cachopa). Resta per il momento fuori Cisterna, e in questo senso rischia di essere un vero e proprio spareggio la sfida della prossima settimana contro i monzesi. Non cambia nulla nella volata salvezza: Padova, Siena e Taranto non raccolgono punti, pur impegnando le rispettive avversarie. I verdetti arriveranno soltanto nelle ultime 4 giornate.

    RISULTATISir Safety Susa Perugia-Gas Sales Bluenergy Piacenza 3-1 (22-25, 25-22, 25-21, 25-17)Valsa Group Modena-Emma Villas Aubay Siena 3-1 (34-32, 25-12, 20-25, 28-26)Gioiella Prisma Taranto-Itas Trentino 0-3 (24-26, 26-28, 22-25)Vero Volley Monza-WithU Verona 1-3 (24-26, 20-25, 25-14, 21-25)Allianz Milano-Pallavolo Padova 3-1 (25-18, 23-25, 25-20, 25-19)Cucine Lube Civitanova-Top Volley Cisterna 3-1 (20-25, 25-18, 25-23, 27-25)

    CLASSIFICASir Safety Susa Perugia 54, Itas Trentino 35, Valsa Group Modena 35, Cucine Lube Civitanova 30, WithU Verona 27, Gas Sales Bluenergy Piacenza 27, Allianz Milano 26, Vero Volley Monza 24, Top Volley Cisterna 23, Pallavolo Padova 15, Emma Villas Aubay Siena 14, Gioiella Prisma Taranto 14.

    PROSSIMO TURNODomenica 12/2 ore 18.00Itas Trentino-Sir Safety Susa Perugia ore 18.30Emma Villas Aubay Siena-Cucine Lube CivitanovaGas Sales Bluenergy Piacenza-Allianz Milano ore 15.30Top Volley Cisterna-Vero Volley Monza sab 11/2 ore 18.00Pallavolo Padova-WithU Verona ore 15.30Valsa Group Modena-Gioiella Prisma Taranto LEGGI TUTTO

  • in

    Farmitalia Saturnia, colpo grosso a Bari. Pulvirenti: “Vittoria da capolista”

    Una vittoria importante per rilanciare l’azione, dopo lo stop interno, non senza attenuanti, contro il Sorrento. A Bari la Farmitalia Saturnia di Kantor passa in quattro set per 3-1 conservando ,grazie al risultato esterno maturato, il primo posto della classifica del girone blu del campionato di Serie A3. Ora testa alla sfida di domenica pomeriggio, quando al PalaCatania scenderà in campo l’Aversa nel primo dei due confronti interni consecutivi (il 18 giocherà in casa il Marcianise).

    MIX ZONE. Il presidente Luigi Pulvirenti: “Una vittoria da capolista, sapendo soffrire quando necessario, soprattutto ritrovando il bandolo del gioco dopo lo stop contro Sorrento. Adesso sarà importante sfruttare al massimo il doppio turno casalingo contro Aversa e Marcianise, invito tutto il pubblico catanese a sostenere questi magnifici ragazzi in una fase molto importante del girone di ritorno”.

    LA PARTITA. Waldo Kantor recupera in extremis, grazie al lavoro certosino del dottore Caluccio, di Enrico Zappoli. La presenza dell’italo brasiliano si fa sentire con una prestazione significativa, suggellata dal 52% in attacco e 76% di positività in ricezione, per 16 punti complessivi. L’impatto sulla partita non è dei migliori. Il Bari parte subito con il piede sull’acceleratore. Gli uomini di Spinelli conducono il set sin dalle prime battute (8-6). I pugliesi trovano continuità in attacco (60% l’efficienza del primo parziale contro il 41% ospite) con la Saturnia che non riescono ad arginare Matteo Paoletti (26 punti,  56% in attacco) e compagnia. Il parziale prende la direzione pugliese con il 25-18 finale.

    Nel secondo set, la storia cambia. Smiriglia viene lanciato in campo al posto di Jeroncic. C’è maggiore consapevolezza della squadra che vuole da subito riprendere le redini della partita e ci riesce. Proprio in attacco gli uomini di Kantor, con Fabroni direttore d’orchestra, trovano le risorse per mettere in difficoltà i padroni di casa. Casaro (24 punti finali, 47%) mette a terra palloni preziosi. Zappoli è onnipresente, Disabato è puntualissimo in ricezione. Zito si fa sentire in difesa. Smiriglia e Frumuselu fanno buona guardia. La Farmitalia passa dal 16-13 al 21-17 in alcune rotazioni. Gli etnei non si fanno scappare l’occasione di portare a casa il set vincendo 25-20. Nel terzo set sale di giri il muro con 4 azioni vincenti, spalmate nel set, che si rivelano fondamentali per spezzare l’economia di una parziale dominato grazie anche a una battuta più efficace (3 ace). Nel quarto parziale, il break iniziale è pesante. Bari è annichilita dall’8-2. Punto dopo punto i pugliesi provano a ritrovare o bandolo della matassa, rientrando sino al 21-19. Ma nel finale la zampata di Fabroni e soci archivia la pratica sul 25-23.

    Bari 1 Farmitalia Saturnia 3

    Bari: Wojck 8, Deserio 7, Paoletti 26, Ciavarella 13, Persoglia 9, Leoni 2, Rinaldi (L). Martinelli 0, Ferenciac 0, F. Petruzzelli 0. Ne Ciccolella, Giorgio, V. Petruzzelli, Marrone. All. Spinelli.
    Farmitalia Saturnia:  Fabroni 5, Zappoli 17, Jeroncic 1, Casaro 24, Disabato 10, Frumuselu 8. Zito (L), Tasholli 0, Smiriglia 7, Nicotra 0. Ne: Maccarrone, Battaglia, Fichera. All. Kantor.
    Arbitri:  Marotta e Vecchione.
    Set: 25-18, 20-25, 18-25, 23-25. LEGGI TUTTO

  • in

    Altra super prestazione. ABBA Pineto – Stadium Pallavolo Mirandola 3-0

    Nella sesta giornata di ritorno l’ABBA Pineto Volley vince contro lo Stadium Pallavolo Mirandola un match da testacoda. I ragazzi di Tomasello non sottovalutano l’impegno e in tre set ottengono un successo prezioso per la classifica.
    Il match inizia con il muro di Stohr su Jacob Link. Si rifà subito lo svedese che piega prima il muro e poi il bagher di Angiolini. Entra in azione Sebastiano Milan che prima chiude in diagonale e poi mura Francesco Ghelfi. Primo periodo equilibrato, Pipe di Milan che vale l’8-7 e poi muro di Basso su Stohr (10-9). Sul 12-9 coach Pinca gioca il suo primo time-out ma i romagnoli accusano il colpo e vanno sotto ulteriormente per alcuni errori di misura. Il turno di Francesco Ghelfi porta gli ospiti ad accorciare ma è solo un fuoco di paglia: Milan è un’ira di dio e colpisce in parallela per il 18-12. Si scatena anche Paris che con una mano smarca Link per un comodo attacco-punto (22-15). Il finale è pura formalità, Pineto conquista il primo set dopo un errore di misura di Ghelfi.
    Nel secondo set la partita inizia con un’ABBA ancora determinata, pipe di Milan che vale il 2-0. Mirandola non è venuta in gita in terra d’Abruzzo e dimostra il suo valore col primo tempo di Canossa. Stohr chiude fuori un tentativo in parallela dopo un’azione lunga e ben giocata da entrambe le formazioni, Rustichelli con un bel primo tempo manda il punteggio sul 6-4 prima di un super Link che abbatte il muro romagnolo. Ace di Milan per il 9-6, Bellei non ci sta e in diagonale accorcia le distanze. Mirandola è in un buon momento e lo si capisce dal pareggio guidato da Francesco Ghelfi (10-10). Pineto in battuta mostra i muscoli con l’ace di Merlo, ma è Link a prendersi la scena dopo un batti e ribatti. Il muro vincente di Paris apre una spaccatura tra le due squadre, coach Pinca si rifugia nel time-out. Al rientro altro punto per i padroni di casa con Milan, ma Pineto è ingiocabile e allunga ulteriormente con Bragatto. Entrano Bongiorno e Fioretti, ABBA chiude anche il secondo set con un bell’attacco di Fioretti.
    Il terzo parziale prende il via con il muro di Milan su Ghelfi e con ABBA padrona del campo, dopo i primi due epiloghi vincenti. Mirandola si affida soprattutto a Ghelfi e Dombrovski ma senza grossa fortuna, tanti sono gli errori in battuta da ambo le parti. La squadra del presidente Silvestri ha un sussulto e si porta a -1 con il primo tempo di Scaglioni, soluzione maggiormente provata dai romagnoli. Coach Tomasello chiama il primo time-out di serata. Al rientro si continua a giocare punto a punto, ospiti più concentrati e Ghelfi porta al doppio vantaggio, chiuso subito da Jacob Link. Ace spaventoso di Milan all’incrocio delle linee per il 14-13, poi Dombrovski riporta in parità ma solo temporaneamente. Prima l’attacco di Merlo e poi il doppio ace di Link chiamano ABBA a un vantaggio di quattro punti. Entrano anche Mignano e Pesare e il numero 16 finisce subito sul tabellino con una buona rigiocata sporcata dal muro. Reazione Mirandola che si riporta a contatto con Scaglioni, altro time-out di Tomasello. Mirandola resta aggrappata con le unghie e con i denti ma non può fare nulla davanti ad un Milan in stato di grazia. Con un gioco d’astuzia di Link, Pineto cala il tris e si aggiudica il match!
    ABBA Pineto Volley – Stadium Pallavolo Mirandola 3-0 (25-17, 25-19, 25-21)
    ABBA Pineto Volley: Calonico, Merlo 5, Bongiorno, Basso 9, Milan 14, Paris 2, Bragatto 6, Omaggi, Baldari, Link 14, Fioretti 1, Mignano 1, L Pesare, L Giuliani 50%pos 33%prf.Allenatore: G. Tomasello
    Stadium Pallavolo Mirandola: Ghelfi G. 3, Ghelfi F. 15, Dombrovski 1, Stohr 5, Canossa 2, Rustichelli R. 5, Angiolini 38%pos 19%prf (L), Rustichelli L. (L2); Capua, Bellei 3, Schincaglia 3, Scaglioni 2; N.E. Persona.Allenatore: Pinca. LEGGI TUTTO

  • in

    Alex Nikolov: “Per noi questa partita contava come una finale”

    Di Redazione

    “Per noi questa partita era importante come una finale“. Dice tutto Aleksandar Nikolov nel dopopartita della sfida tra la sua Cucine Lube Civitanova e la Top Volley Cisterna: i tre punti portati a casa dai campioni d’Italia pesano come macigni, perché interrompono un periodo (molto complicato), perché consentono di scacciare i fantasmi e perché blindano probabilmente il posizionamento nei Play Off. “Questi tre punti servivano” ribadisce il giovane bulgaro, che poi analizza il successo: “Se battiamo bene possiamo superare qualsiasi squadra, perché il nostro servizio è una carta vincente. Ci alleniamo sodo e abbiamo talento. La prossima partita sarà dura come tutte, ma andiamo a Siena per vincere“.

    Arma vincente di Gianlorenzo Blengini è stata ancora una volta la battuta: “Dopo un avvio complicato – spiega il tecnico di Civitanova – nel secondo set abbiamo fatto delle modifiche all’assetto per risolvere le difficoltà. Quello che conta è esserci portati a casa una vittoria che volevamo fortemente. È stata una sofferenza, ma i ragazzi si sono attaccati alla partita e hanno lottato, sono stati bravissimi. A noi serviva vincere, sapevamo che per farlo avremmo dovuto stringere i denti e che comunque non sarebbe stato facile. Un successo importante contro una concorrente diretta nella zona Play Off. Credo che questo sia un piccolo premio meritato per dei ragazzi che non si sono mai risparmiati in allenamento. Deve comunque essere solo un punto di partenza“.

    “È stata una partita difficile – ammette anche Marlon Yant – siamo partiti male, nel secondo set abbiamo raggiunto il giusto ritmo e portato a casa tre punti. Ci impegniamo in ogni allenamento e adesso si vedono i frutti. La cosa importante è stata la vittoria di squadra, molto utile per prepararci in vista della trasferta a Siena“.

    Per la Top Volley è Michele Baranowicz a parlare: “Ci è mancato poco per fare risultato, un po’ più di cattiveria nel secondo e terzo set. È stata per noi una settimana non facile, nella quale non siamo riusciti a lavorare come avremo voluto per preparare al meglio una partita difficile come questa. Una partita nella quale serviva cuore, grinta e cattiveria; siamo riusciti metterli in difficoltà nel primo set, meno in quelli successivi. Bravi loro a cambiare ritmo e a metterci in difficoltà. Quando giochi in casa della Lube se non fa tutto perfetto diventa davvero difficile vincere“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    6ª Giornata (5/2/2023) – Regular Season Serie A3 Credem Banca – Girone Bianco – TABELLINI

    6ª Giornata (5/2/2023) – Regular Season Serie A3 Credem Banca – Girone Bianco
    Abba Pineto – Stadium Pallavolo Mirandola 3-0 (25-17, 25-19, 25-21) – Abba Pineto: Paris 2, Milan 14, Bragatto 6, Link 14, Merlo 5, Basso 9, Pesare (L), Bongiorno 0, Giuliani (L), Mignano 1, Fioretti 1. N.E. Baldari, Calonico, Omaggi. All. Tomasello. Stadium Pallavolo Mirandola: Ghelfi G. 3, Bellei 3, Canossa 2, Ghelfi F. 15, Stohr 5, Rustichelli R. 5, Rustichelli M. (L), Scaglioni 2, Angiolini (L), Dombrovski 1. N.E. Persona, Capua. All. Pinca. ARBITRI: Capolongo, Lanza. NOTE – durata set: 21′, 27′, 24′; tot: 72′.
    Gamma Chimica Brugherio – Vigilar Fano 1-3 (23-25, 25-22, 24-26, 16-25) – Gamma Chimica Brugherio: Biffi 4, Carpita 2, Mancini 6, Barotto 13, Van Solkema 21, Innocenzi 5, Ichino 9, Marini (L), Consonni 0, Montermini 1, Sarto 1. N.E. Piazza, Frattini, Selleri. All. Durand. Vigilar Fano: Zonta 1, Gozzo 2, Maletto 4, Marks 23, Ferri 14, Ferraro 8, Raffa (L), Sabatini 0, Gori (L), Carburi 0, Galdenzi 0, Partenio 0, Roberti 12. N.E. Tito. All. Castellano. ARBITRI: Prati, Manzoni. NOTE – durata set: 30′, 36′, 40′, 29′; tot: 135′.
    ErmGroup San Giustino – Volley Team San Donà di Piave 3-1 (25-18, 18-25, 25-13, 30-28) – ErmGroup San Giustino: Sitti 2, Cappelletti 13, Antonaci 12, Hristoskov 21, Skuodis 9, Quarta 12, Marra (L), Cipriani 0, Ingrosso 0, Daniel 0. N.E. Cioffi, Stoppelli, Procelli. All. Bartolini. Volley Team San Donà di Piave: Baratti 4, Umek 17, Mazzanti 2, Mandilaris 31, Palmisano 9, Trevisiol 4, Tuis 1, Bassanello (L), Mazzon 2. N.E. Cristian. All. Tofoli. ARBITRI: Papapietro, Polenta. NOTE – durata set: 25′, 25′, 22′, 36′; tot: 108′. LEGGI TUTTO

  • in

    ERRATA CORRIGE: 6ª Giornata Rit. (05/02/2023) – Regular Season Serie A3 Credem Banca – Gir. Bian, Stagione 2022

    Nel precedente invio, è stato comunicato un punteggio errato sul secondo set di Abba Pineto-Stadium Pallavolo Mirandola, di seguito i dati corretti.
    6ª Giornata Rit. (05/02/2023) – Regular Season Serie A3 Credem Banca – Gir. Bian, Stagione 2022
    RISULTATI
    Monge-Gerbaudo Savigliano-Med Store Tunit Macerata 0-3 (18-25, 23-25, 17-25) 04/02/2023 ore 18:00; Moyashi Garlasco-Sol Lucernari Montecchio Maggiore 3-1 (25-20, 25-22, 19-25, 25-15) 04/02/2023 ore 19:00; ErmGroup San Giustino-Volley Team San Donà di Piave 3-1 (25-18, 18-25, 25-13, 30-28); Gamma Chimica Brugherio-Vigilar Fano 1-3 (23-25, 25-22, 24-26, 16-25); Da Rold Logistics Belluno-Geetit Bologna 2-3 (21-25, 25-22, 19-25, 25-21, 12-15) Ore 16:00; Abba Pineto-Stadium Pallavolo Mirandola 3-0 (25-17, 25-19, 25-21) Ore 19:00; TMB Monselice-WiMORE Parma 1-3 (25-20, 17-25, 18-25, 18-25) 04/02/2023 ore 18:00
    CLASSIFICA
    Nome, Punti, PG, PV, PP, SV, SPVigilar Fano 49 19 17 2 52 19Abba Pineto 46 19 15 4 49 15Monge-Gerbaudo Savigliano 41 19 15 4 48 29Med Store Tunit Macerata 38 19 13 6 45 26Da Rold Logistics Belluno 30 19 9 10 38 36WiMORE Parma 29 19 11 8 36 38ErmGroup San Giustino 29 19 9 10 35 35Moyashi Garlasco 28 19 9 10 39 40Geetit Bologna 28 19 8 11 38 35Volley Team San Donà di Piave 20 19 8 11 28 43Sol Lucernari Montecchio Maggiore 19 19 7 12 27 44Gamma Chimica Brugherio 17 19 6 13 30 46Stadium Pallavolo Mirandola 14 19 4 15 22 48TMB Monselice 11 19 2 17 21 54
    PROSSIMO TURNOProssimo turno 12/02/2023 Ore: 18.00Da Rold Logistics Belluno-Abba Pineto; Geetit Bologna-Sol Lucernari Montecchio Maggiore; Stadium Pallavolo Mirandola-Moyashi Garlasco Ore 16:00; Vigilar Fano-Monge-Gerbaudo Savigliano 11/02/2023 ore 20:30; Volley Team San Donà di Piave-Gamma Chimica Brugherio; Med Store Tunit Macerata-TMB Monselice Ore 16:00; WiMORE Parma-ErmGroup San GiustinoRiposa:
    CLASSIFICA – SINTETICA6ª Giornata Rit. (05/02/2023) – Regular Season Serie A3 Credem Banca – Gir. Bian, Stagione 2022Vigilar Fano 49, Abba Pineto 46, Monge-Gerbaudo Savigliano 41, Med Store Tunit Macerata 38, Da Rold Logistics Belluno 30, WiMORE Parma 29, ErmGroup San Giustino 29, Moyashi Garlasco 28, Geetit Bologna 28, Volley Team San Donà di Piave 20, Sol Lucernari Montecchio Maggiore 19, Gamma Chimica Brugherio 17, Stadium Pallavolo Mirandola 14, TMB Monselice 11. LEGGI TUTTO

  • in

    Eurosuole Forum in delirio, la Lube piega 3-1 in rimonta Cisterna

    Cuore, carattere, vittoria. Nel 7° turno di ritorno della Regular Season la Cucine Lube supera la Top Volley Cisterna 3-1 (20-25, 25-18, 25-23, 27-25) davanti ai duemila spettatori accorsi all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, ritrovando tutto in un sol colpo. Dopo quattro sconfitte di fila in campionato ed un primo set passato al buio, in cui i fantasmi di un gennaio 2023 vissuto pericolosamente a secco di vittorie continuavano ad aleggiare sui cucinieri, i campioni d’Italia sono tornati. La scossa decisiva per gli uomini di Chicco Blengini prende forma dalla panchina, proprio come spesso succedeva nella prima – positivissima – parte della stagione, e arriva forse nella partita più importante per Luciano De Cecco e compagni, che grazie ai 3 punti chiusi in cassaforte stasera, con quattro giornate di Regular Season della SuperLega Credem Banca ancora in calendario, consolidano il quarto posto solitario in classifica staccando di 3 punti la quinta posizione e garantendosi un cuscino di 7 punti all’interno della zona Play Off.
    Nella metà campo di casa a inizio gara ci sono Gabi Garcia nel ruolo di opposto, Bottolo a formare la diagonale di posto 4 con Yant, e Diamantini al centro con Chinenyeze.
    La partenza buona è quella degli ospiti, bravi a mettere sotto pressione la ricezione dei cucinieri, a più riprese scarichi anche in attacco (43% di efficacia contro il 54% della Top Volley), ricavandone subito un buon break grazie all’efficacia dei contrattacchi innescati dall’ex Baranowicz. Laziali avanti di 7 lunghezze dopo le rigiocate firmate da Sedlacek (7 punti col 55%) e Bayram (3), l’ultimo punto del set (20-25) è invece dell’opposto croato Dirlic, autore di 6 punti, di cui 2 realizzati col muro.
    La Cucine Lube inizia il secondo parziale con Anzani al posto di Diamantini, sin dall’avvio resta comunque Cisterna a tenere in mano il pallino della situazione, tanto da convincere Blengini – sul 7-10 – a mescolare le carte in campo inserendo Nikolov per Bottolo e Zaytsev per Gabi Garcia. La reazione è immediata: i campioni d’Italia trovano il primo vantaggio della partita sul 16-15 e subito la fuga decisiva, avviata da un ace di Zaytsev (19-16), proseguita con un contrattacco vincente di Yant (21-17), e messa al sicuro con un ace di Nikolov (22-17). Finisce 25-18 dopo un attacco di Yant, il più proficuo dei suoi con 4 punti e l’80% di positività.
    Nel terzo set la Cucine Lube va in campo con il medesimo sestetto con cui aveva terminato il precedente, mantenendo il trend positivo sui binari di casa. Cucinieri avanti 7-3 dopo un attacco out degli ospiti, 10-6 dopo un ace di Yant che convince il tecnico ospite soli a cambiare Bayram con il cubano Gutierrez. Cisterna si rifà sotto a più riprese, ritrovando poi la parità a quota 19, con un contrattacco dell’ottimo Dirlic, che sarà il top scorer del match con 20 punti. Poi scrive addirittura il sorpasso, grazie ad un ace di Gutierrez (19-20). Nel testa a testa finale, la zampata vincente è dei marchigiani e arriva al primo set point, con Yant (6 punti, 56%) bravissimo a sfruttare le mani del muro avversario capitalizzando il pallone del 25-23.
    Nel quarto parziale, equilibratissimo, Baranowicz e compagni trovano il break sul 18-20 murando Zaytsev, che viene sostituito da Gabi Garcia (con il contemporaneo ingresso di Diamantini per Chinenyeze). Proprio il portoricano pareggia a quota 20 con un ace. Il pallone finale, al terzo match point, lo mette a terra Diamantini, fermando col muro un attacco di Gutierrez (27-25). Marlon Yant, autore di 17 punti totali con il 57% in attacco e 1 ace, è l’Mvp della sfida.
    Le dichiarazioni
    GIANLORENZO BLENGINI (allenatore): “Dopo un avvio complicato, nel secondo set abbiamo fatto delle modifiche all’assetto per risolvere le difficoltà. Quello che conta è esserci portati a casa una vittoria che volevamo fortemente. È stata una sofferenza, ma i ragazzi si sono attaccati alla partita e hanno lottato, sono stati bravissimi. A noi serviva vincere, sapevamo che per farlo avremmo dovuto stringere i denti e che comunque non sarebbe stato facile. Un successo importante contro una concorrente diretta nelle zone Play Off. Credo che questo sia un piccolo premio meritato per dei ragazzi che non si sono mai risparmiati in allenamento. Deve comunque essere solo un punto di partenza”.
    MARLON YANT: “È stata una partita difficile. Siamo partiti male, nel secondo set abbiamo raggiunto il giusto ritmo e portato a casa tre punti. Ci impegniamo in ogni allenamento e adesso si vedono i frutti. La cosa importante è stata la vittoria di squadra, molto utile per prepararci in vista della trasferta a Siena”.
    ALEX NIKOLOV: “Sono molto contento di aver vinto questa partita. Per noi era importante come una finale, oltretutto nel nostro palazzetto. Questi tre punti servivano. Se battiamo bene possiamo superare qualsiasi squadra perché il nostro servizio è una carta vincente. Ci alleniamo sodo e abbiamo talento. La prossima partita sarà dura come tutte, andiamo a Siena per vincere”.
    Il tabellino
    CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 2, Yant Herrera 17, Diamantini 1, Garcia Fernandez 6, Bottolo 3, Chinenyeze 8, Gottardo 0, Balaso (L), D’Amico, Anzani 2, Zaytsev 8, Nikolov 16. N.E. Ambrose (L), Sottile. All. Blengini.
    TOP VOLLEY CISTERNA: Baranowicz 1, Bayram 4, Zingel 9, Dirlic 20, Sedlacek 15, Rossi 4, Catania (L), Zanni 0, Gutierrez 9, Kaliberda 0, Mattei 0. N.E. Staforini, Martinez. All. Soli.
    ARBITRI: Boris, (PV) – Florian (TV).
    PARZIALI: 20-25 (25’), 25-18 (26’), 25-23 (28’), 27-25 (32’).
    NOTE: Spettatori 2043, incasso 20.851,07 Euro. Lube battute sbagliate 19, ace 9, attacco 47%, ricezione 51% (25% perfette) muri vincenti 5. Cisterna battute sbagliate 21, ace 2, attacco 50%, ricezione 44% (21% perfette) muri vincenti 8. MVP: Marlon Yant. LEGGI TUTTO

  • in

    La Lube si ritrova al momento giusto e lascia a secco Cisterna

    Di Redazione

    Vittoria di cuore e di carattere per la Cucine Lube Civitanova, che ritrova se stessa nel momento più difficile ed esce dalla crisi di risultati. Davanti a 2000 spettatori i campioni d’Italia perdono il primo set contro la Top Volley Cisterna, rivedendo i fantasmi del disastroso mese di gennaio, ma poi riescono a dare la svolta e rimontare lo svantaggio, fino a imporsi in volata in un quarto set al cardiopalmo. La scossa decisiva per gli uomini di Chicco Blengini prende forma dalla panchina, proprio come spesso succedeva nella prima parte della stagione: gli ingressi in corsa di Nikolov (16 punti), Zaytsev e Anzani sono fondamentali per la vittoria.

    Grazie ai tre punti messi in cassaforte, Luciano De Cecco e compagni consolidano il quarto posto solitario in classifica, staccando di tre punti la quinta posizione e garantendosi un “cuscinetto” di 7 punti sulla nona. Quest’ultima è occupata proprio dalla Top Volley, che resta fuori dalla zona Play Off nonostante una prova di squadra importante, con il solito Dirlic (20 punti) in evidenza.

    La cronaca:Nella metà campo di casa a inizio gara ci sono Gabi Garcia nel ruolo di opposto, Bottolo a formare la diagonale di posto 4 con Yant, e Diamantini al centro con Chinenyeze. La partenza buona è quella degli ospiti, bravi a mettere sotto pressione la ricezione dei cucinieri, a più riprese scarichi anche in attacco (43% di efficacia contro il 54% della Top Volley), ricavandone subito un buon break grazie all’efficacia dei contrattacchi innescati dall’ex Baranowicz. Laziali avanti di 7 lunghezze dopo le rigiocate firmate da Sedlacek (7 punti col 55%) e Bayram (3), l’ultimo punto del set (20-25) è invece dell’opposto croato Dirlic, autore di 6 punti, di cui 2 realizzati col muro.

    La Cucine Lube inizia il secondo parziale con Anzani al posto di Diamantini. Sin dall’avvio resta comunque Cisterna a tenere in mano il pallino della situazione, tanto da convincere Blengini – sul 7-10 – a mescolare le carte in campo inserendo Nikolov per Bottolo e Zaytsev per Gabi Garcia. La reazione è immediata: i campioni d’Italia trovano il primo vantaggio della partita sul 16-15 e subito la fuga decisiva, avviata da un ace di Zaytsev (19-16), proseguita con un contrattacco vincente di Yant (21-17), e messa al sicuro con un ace di Nikolov (22-17). Finisce 25-18 dopo un attacco di Yant, il più proficuo dei suoi con 4 punti e l’80% di positività.

    Nel terzo set la Cucine Lube va in campo con il medesimo sestetto con cui aveva terminato il precedente, mantenendo il trend positivo sui binari di casa. Cucinieri avanti 7-3 dopo un attacco out degli ospiti, 10-6 dopo un ace di Yant che convince il tecnico ospite soli a cambiare Bayram con il cubano Gutierrez. Cisterna si rifà sotto a più riprese, ritrovando poi la parità a quota 19, con un contrattacco dell’ottimo Dirlic. Poi scrive addirittura il sorpasso, grazie ad un ace di Gutierrez (19-20). Nel testa a testa finale, la zampata vincente è dei marchigiani e arriva al primo set point, con Yant (6 punti, 56%) bravissimo a sfruttare le mani del muro avversario capitalizzando il pallone del 25-23.

    Nel quarto parziale, equilibratissimo, Baranowicz e compagni trovano il break sul 18-20 murando Zaytsev, che viene sostituito da Gabi Garcia (con il contemporaneo ingresso di Diamantini per Chinenyeze). Proprio il portoricano pareggia a quota 20 con un ace. Il pallone finale, al terzo match point, lo mette a terra Diamantini, fermando col muro un attacco di Gutierrez (27-25). Marlon Yant, autore di 17 punti totali con il 57% in attacco e 1 ace, è l’Mvp della sfida.

    Cucine Lube Civitanova-Top Volley Cisterna 3-0 (20-25, 25-18, 25-23, 27-25)Cucine Lube Civitanova: De Cecco 2, Yant Herrera 17, Diamantini 1, Garcia Fernandez 6, Bottolo 3, Chinenyeze 8, Gottardo 0, Balaso (L), D’Amico, Anzani 2, Zaytsev 8, Nikolov 16. N.E. Ambrose (L), Sottile. All. Blengini.Top Volley Cisterna: Baranowicz 1, Bayram 4, Zingel 9, Dirlic 20, Sedlacek 15, Rossi 4, Catania (L), Zanni 0, Gutierrez 9, Kaliberda 0, Mattei 0. N.E. Staforini, Martinez. All. Soli.Arbitri: Boris (PV) e Florian (TV).Note: Durata set: 25′, 26′, 28′, 32′. Spettatori 2043, incasso 20.851,07 Euro. Lube battute sbagliate 19, ace 9, attacco 47%, ricezione 51% (25% perfette) muri vincenti 5. Cisterna battute sbagliate 21, ace 2, attacco 50%, ricezione 44% (21% perfette) muri vincenti 8.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO