consigliato per te

  • in

    B1 femminile: Battistelli Termoforgia, esordio vincente contro il Volleyrò

    Di Redazione Palasport di Moie al massimo della capienza possibile per l’esordio della Battistelli Termoforgia Clementina 2020. Il calendario ha messo di fronte alle padrone di casa il Volleyrò Casal de’ Pazzi, già affrontato nelle semifinali play off della scorsa stagione e forte di tre vicecampionesse mondiali Under 18: la formazione di Luca Secchi, completamente rinnovata con ben 8 innesti estivi, è riuscita a imporsi con un convincente 3-0. La cronaca:Coach Secchi schiera la diagonale Gallazzo-Gotti, Soleti e Rossi in banda, Spadoni e Pomili al centro con Valoppi libero. Ebana contrappone: Batte-Viscioni, Bellia e Cabassa schiacciatrici, Atamah e Mariani al centro, Di Mario è il libero. La Clementina parte forte, molto forte, con le avversarie che invece sembrano soffrire un po’ il debutto, 9-4. Le esine continuano a forzare il proprio servizio e proprio da qui sembrano cominciare i problemi per la squadra ospite che non riesce a proporre validi attacchi e, quando prova a forzare, si ritrova bloccata dal muro inesorabile di Pomili & co. Ebana cerca in panchina le soluzioni, ma il cammino di Gotti & c. rimane spedito e inarrestabile con un parziale mostruoso di 10 a 1, per l’entusiasmo dei tifosi della vallesina, ed un eloquente risultato finale di 25-12. Nel secondo set il Volleyrò cerca di imporre il suo gioco, 3-5. Soleti e Gotti, però, non ci stanno e riportano subito avanti le marchigiane 10-7. Gli scambi adesso sono lunghi ed il livello in evidente crescita. La Battistelli Termoforgia forza un po’ di più il servizio ed ottiene il break, 17-13. L’attacco dai nove metri è puro veleno per le ospiti e ancora un parziale di 9-1 affossa le laziali, 22-14. Ospiti che però hanno una vemente reazione finale che mette un po’ di paura a coach Secchi e alle sue ragazze. La rimonta si ferma a quota 23, grazie ad un lungolinea piazzato e preciso di Soleti (25-23).   Le due formazioni tornano in campo nel terzo set sfoderando la loro migliore pallavolo, con scambi molto belli e combattuti. Per un periodo si gioca solo al centro con Atamah da una parte e Pomili dall’altra che non si scambiano certo cortesie. Le romane hanno ridotto gli errori, mentre le marchigiane non sono più così decise al servizio e incisive in attacco. Si procede, così, a braccetto fino al 15-17 a favore delle ospiti, quando le esine riescono a procurarsi un buon break di 4 punti con Spadoni, Pomili e Gotti che le porta per la prima volta in vantaggio in questo set, 19-17. Volleyrò prova in tutti i modi a rientrare, ma quando due muri consecutivi di Pomili e Gotti sbarrano definitivamente la strada ad una mai doma Bellia, tutto il palasport di Moie si spella le mani per applaudire (24-21). La standing ovation spetta però ad Adelaide Soleti, che in pipe riesce a far insaccare il pallone della partita sul muro a tre avversario, 25-21. Battistelli Termoforgia-Volleyrò Casal De’ Pazzi 3-0 (25-12, 25-23, 25-21)Battistelli Termoforgia: Gallazzo 5, Gotti 13, Spadoni 7, Pomili 10, Soleti 12, Rossi 7, Zannini, Valoppi (L), Cardoni, Pizzichini, Polezzi. All. SecchiVolleyrò Casal Dè Pazzi Roma: Batte, Bellia, Cabassa, Atamah, Mariani, Viscioni, Di Mario (L), Zuliani. All Ebana.Arbitri: Bolici e GiuliettiNote: Battistelli-Termoforgia: m. 4, bv. 4, bs. 4, err. 8. Volleyrò Casal Dè Pazzi Roma: m. 6, bv. 6, bs. 9, err. 14. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: La Nef Osimo passa al tie break a San Marino

    Di Redazione La Nef Osimo apre il campionato con un successo. Dopo una battaglia sportiva di quasi due ore, i ragazzi di coach Roberto Masciarelli espugnano il campo della Titan Services San Marino per 3-2, grazie ad una bella prova corale che permette di avere la meglio su un avversario ostico. Un buon modo per iniziare questa nuova avventura nel campionato 2021-22. Primo set equilibrato fino al 12-12, poi i biancoblu trovano il break decisivo (0-4), bloccando con efficacia gli attacchi dei locali e chiudendo sul 20-25. Stesso canovaccio nel secondo set, con l’equilibrio che si mantiene fino al 10-10 ma questa volta sono i padroni di casa a piazzare il break (5-0), ricucito dai marchigiani sul 16-16 grazie all’efficacia in battuta. I locali tornano avanti sul 20-16, chiudendo sul 25-20. Nel terzo set permane l’equilibrio in campo ma LA NEF riesce ad essere incisiva in attacco ed a chiudere sul 18-25. Il quarto set è un continuo botta e risposta che vede le squadre appaiate fino al 22-22. Bernardi trova il punto del 23-22 e due errori di Osimo consegnano la frazione ai locali. Il tie-break è al cardiopalma, con le due compagini che ribattono colpo su colpo. La Titan Services avrebbe tre palle per chiudere la partita ma sono i ragazzi di coach Masciarelli che ci riescono al secondo tentativo (17-19). “Siamo stati molto bravi di gruppo – commenta coach Roberto Masciarelli – per questo siamo riusciti a vincere una partita tirata e combattuta punto a punto“. Titan Services San Marino-La Nef Osimo 2-3 (20-25, 25-20, 18-25, 25-22, 17-19)Titan Services: Bernardi 11, Frascio 18, Kiva 20, Zonzini 7, Rondelli 5, Benvenuti 19, A. Lazzarini (L1), Ricci, E. Lazzarini. N.E. Baciocchi (L2), Carigi, Borghesi, Pancotti, Cicconi. Ace: 10; Muri punto: 9. All. Stefano Mascetti.La Nef Osimo: Vignaroli 3, Schiaroli (L1), Cremascoli 5, Silvestrelli 12, Polidori 1, Caciorgna 25, Stella 8, Slvestroni 5, Sparaci (L2), Valla 24. N.E. Di Nisio, Genovesi, Di Martino. Ace 10; Muri punto: 11. All. Roberto Masciarelli.Arbitri: Riccardo Callegari (1°); Chiara Maran (2°). (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: un punto per la Chromavis Abo nel derby con Crema

    Di Redazione Inizia con un punto la nuova avventura stagionale della Chromavis Abo Offanengo nel campionato di B1 femminile. La formazione di Giorgio Bolzoni ha ceduto ai vantaggi del tiebreak all’Enercom Fimi Crema nel derby che apriva il cammino neroverde nel girone B. In un appuntamento che segnava anche il ritorno del pubblico al PalaCoim dopo le più stringenti restrizioni a causa del Covid-19, Offanengo ha vissuto – sportivamente parlando – un sabato difficile. Da un lato, Porzio e compagne hanno messo in campo la tenacia di una squadra che, pur nelle difficoltà, non ha mai voluto mollare, come testimoniano le reazioni del secondo e del quarto set (vinti abbastanza agevolmente dopo aver perso primo e terzo parziale) e anche la rimonta del tie break, dove sotto 7-4 la Chromavis Abo è riuscita a ribaltare la situazione (11-9). Alla fine, però, è mancato il colpo del ko, con due match point non sfruttati (14-13 ace di Martinelli e 15-14), mentre l’Enercom Fimi ha chiuso alla prima occasione. Questo al termine di un match dove Offanengo non è riuscita a esprimere la propria miglior pallavolo. A fine partita, è stata premiata la miglior giocatrice dell’incontro, con il sindaco di Offanengo Gianni Rossoni che ha consegnato la Treccia d’oro al libero dell’Enercom Fimi Alice Labadini. “Ci siamo complicati la vita – è l’’analisi di coach Bolzoni a fine gara – commettendo troppi errori. Siamo partiti male nel primo set e questo ha agevolato il nostro avversario a giocare la sua partita, mentre noi abbiamo faticato a trovare ritmo. I set che abbiamo vinto li abbiamo conquistati in modo abbastanza netto, ma non siamo stati bravi e lucidi nei momenti decisivi. Potevamo chiudere il tiebreak, abbiamo avuto due occasioni, ma non le abbiamo sfruttate commettendo anche errori. Complimenti all’Enercom Fimi, mentre noi prenderemo insegnamento da questa lezione“. Chromavis Abo Offanengo-Enercom FiMi Crema 2-3 (19-25, 25-16, 21-25, 25-20, 15-17)CHROMAVIS ABO:  Fedrigo 15, Anello 7, Martinelli 19, Pinali 12, Cattaneo M. 8, Galletti 7, Porzio (L), Tommasini (L). N.e.: Maggioni, Bortolamedi, Iani, Provana, Cicchitelli. All.: BolzoniENERCOM FIMI CREMA: Cattaneo E. 14, Fioretti 18, Nicoli 4, Marengo 17, Frassi 9, Giroletti 11, Labadini (L),  Guerini Rocco (L), Abati, Fugazza. N.e.: Iannaccone, Vairani, Moretti, Saltarelli. All.: MoschettiARBITRI: Pavanello e Foppoli (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Sitting Volley: Azzurre vincenti 3-0 sull’Olanda

    TURCHIA – La Nazionale Femminile ha iniziato nel migliore dei modi il cammino nei Campionati Europei cominciati oggi in Turchia. Le ragazze di Amauri Ribeiro hanno battuto, infatti, con un netto ed eloquente 3-0 (25-7, 25-11, 25-5) l’Olanda. La gara è stata praticamente senza storia con le azzurre in completo controllo della situazione dall’inizio alla fine del match. La nazionale orange, presentatasi alla rassegna continentale con una formazione profondamente rinnovata, non è mai riuscita a contrastare la maggiore tecnica di Bosio e compagne davvero brave a rimanere sempre concentrate e a non lasciare scampo alle avversarie. Stasera la nazionale tricolore tornerà in campo alle ore 19 per affrontare la forte Russia.
    Francesca Bosio: “La partita è andata bene. Abbiamo fatto la nostra partita giocando la nostra pallavolo, siamo state brave a non sottovalutare le avversarie rimanendo sempre concentrate. Stasera ci aspetta una gara contro la Russia ben più impegnativa; ora abbiamo qualche ora di riposo per poter ricaricare le batterie”.Amauri Ribeiro: ”Sono soddisfatto dell’atteggiamento delle ragazze che hanno fatto vedere delle buone cose. Certamente le avversarie non erano le più difficili da affrontare, ma comunque la prestazione ci sarà utile per migliorare durante questo torneo. Stasera abbiamo una gara molto più difficile contro la Russia; sarà un buon test per valutare il nostro stato di forma”.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteCisterna: Rinaldi, “La parola d’ordine è lavoro, dobbiamo capirci”. Padova: Cuttini, “Per noi ogni gara è un test” LEGGI TUTTO

  • in

    Turchia: il Fenerbahce dà il primo dispiacere al VakifBank

    Di Redazione Che si tratti di un evento non c’è alcun dubbio: lo scorso anno il VakifBank Istanbul aveva subito una sola sconfitta in tutta la stagione regolare della Sultanlar Ligi. Quest’anno il primo stop è arrivato già alla terza giornata e contro una diretta rivale, quel Fenerbahce Opet Istanbul che l’anno scorso aveva conteso lo scudetto alla squadra di Guidetti (con la beffa della finale persa a tavolino per casi di Covid). Questa volta le gialloblu si sono imposte per 3-1 (29-31, 31-29, 25-19, 25-14) dopo due set combattutissimi e altri due dominati come raramente capita di vedere contro il Vakif. Assoluta protagonista dell’impresa Arina Fedorovtseva, con 24 punti, il 43% in attacco, 5 ace e 3 muri, ma le due centrali Eda Erdem e Mina Popovic (rispettivamente 4 e 6 block vincenti) non sono da meno. Fondamentale poi l’ingresso in regia di Naz Aydemir dal secondo set, al posto di Buse Unal. Il VakifBank, insolitamente impreciso in attacco (11 errori e 16 murate subite), non ha trovato il ritmo neanche a muro nonostante i 4 centri di Zehra Gunes. Non indimenticabile la prova di Michelle Bartsch, sostituita in corsa da Senoglu. Nelle altre gare della giornata non ci sono grandi sorprese, se non il faticoso 3-2 dell’Eczacibasi sul Sariyer (25-12, 20-25, 25-19, 23-25, 15-8), con Boskovic e Ognjenovic schierate solo a gara in corso. Tutto facile per il THY (3-0 allo Yesilyurt) e molto bene il Galatasaray (3-0 al Kuzeyboru). Crisi nera per l’Aydin BBSK, solo all’ultimo posto dopo la terza sconfitta consecutiva per mano di un PTT che, al contrario, resta in testa a punteggio pieno insieme al Fenerbahce: ancora devastante Emiliya Nikolova con 34 punti (49% in attacco). Arriva invece la prima vittoria per il Nilufer: 3-1 sul Karayollari con 18 punti di Emily Maglio. (fonte: Tvf.org.tr) LEGGI TUTTO

  • in

    Campionati Europei: l’Italia parte bene con un “eloquente” 3-0 all’Olanda

    Di Redazione La Nazionale Femminile ha iniziato nel migliore dei modi il cammino nei Campionati Europei in Turchia. Le ragazze di Amauri Ribeiro hanno battuto, infatti, con un netto ed eloquente 3-0 (25-7, 25-11, 25-5) l’Olanda. La gara è stata praticamente senza storia con le azzurre in completo controllo della situazione dall’inizio alla fine del match. La nazionale orange, presentatasi alla rassegna continentale con una formazione profondamente rinnovata, non è mai riuscita a contrastare la maggiore tecnica di Bosio e compagne davvero brave a rimanere sempre concentrate e a non lasciare scampo alle avverasarie. Stasera la nazionale tricolore tornerà in campo alle ore 19 per affrontare la forte Russia. Francesca Bosio: “La partita è andata bene. Abbiamo fatto la nostra partita giocando la nostra pallavolo, siamo state brave a non sottovalutare le avversarie rimanendo sempre concentrate. Stasera ci aspetta una gara contro la Russia ben più impegnativa; ora abbiamo qualche ora di riposo per poter ricaricare le batterie”. Amauri Ribeiro: “Sono soddisfatto dell’atteggiamento delle ragazze che hanno fatto vedere delle buone cose. Certamente le avversarie non erano le più difficili da affrontare, ma comunque la prestazione ci sarà utile per migliorare durante questo torneo. Stasera abbiamo una gara molto più difficile contro la Russia; sarà un buon test per valutare il nostro stato di forma”. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Giovanni Paolo I Orte-ErmGroup San Giustino 0-3

    Di Redazione Una ErmGroup San Giustino con il freno a mano un po’ tirato inizia comunque nel migliore dei modi il suo quarto campionato di Serie B maschile, vincendo per 3-0 a Orte contro una Giovanni Paolo I che non ha mai mollato e che in più circostanze è stata trascinata dalle prodezze del laterale Daniele Di Muzio, spina nel fianco dei biancazzurri con le sue diagonali strette. In attesa di migliorare i propri meccanismi di gioco, la squadra di Marco Bartolini ha avuto il merito di piazzare i colpi decisivi nelle fasi finali di ogni set, con Rinaldo Conti che ha fatto la differenza, dopo aver perso le occasioni per allungare in anticipo, ma l’importante era conseguire il risultato e su questo la ErmGroup c’è riuscita in pieno. Coach Marco Bartolini è soddisfatto per i tre punti conquistati, anche se non esita a dire ciò che pensa. “Eravamo molto contratti – ha affermato l’allenatore della ErmGroup – e non siamo stati capaci di scioglierci, il che ha permesso all’Orte di renderci dura la vita. Siamo stati troppo scontati in battuta, con le sole eccezioni di Muscarà e Cesaroni, poi ho visto i ragazzi leggermente timorosi, quando invece avrebbero dovuto essere più spregiudicati e questo non so se dipenda dal fatto di sentirsi addosso la responsabilità di squadra favorita”. Chiosa finale di Bartolini: “Non ho visto una bella partita, ma se anche da brutti abbiamo vinto, vorrà dire che per il bello ci prepareremo”. GIOVANNI PAOLO I ORTE – ERMGROUP SAN GUSTINO 0-3 (26-28, 20-25, 21-25) GIOVANNI PAOLO I ORTE: Fratini 1, Passini (L2) ricez. 60%, Martorelli 2, Stella 11, Di Muzio 12, Troiani 2, Aceto (L1) ricez. 56%, Coluccia 7, Parisi 8. Non entrati: Facchini, Campana, Giordani, A. Crocoli, Parolisi. All. Luca Crocoli e Sandro Moscatelli.ERMGROUP SAN GIUSTINO: Cesaroni 6, Marra (L1) ricez. 75%, Sitti 1, Conti 15, Agostini, Skuodis 7, Stoppelli, Muscarà 8, Zangarelli, Cipriani 12. Non entrati: Daniel, Cioffi (L2), Ricci. All. Marco Bartolini e Mirko Monaldi. Arbitri: Livia Azzolina di Roma e Simone Racchi di Formia.ORTE: battute sbagliate 13, ace 2, muri 7, ricezione 58% (perfetta 16%), attacco 36%, errori 30.SAN GIUSTINO: battute sbagliate 8, ace 6, muri 6, ricezione 61% (perfetta 27%), attacco 39%, errori 23. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Arredopark Dual Caselle Volley-MGR Grassobbio 2-3

    Di Redazione La prima di campionato per la MGR Grassobbio porta subito una bella vittoria per 2-3 sul campo di Verona (25-21, 19-25, 25-21, 27-29, 10-15) Il primo set comincia con un allungo per la MGR Grassobbio, ma la Dual immediatamente intende lo schema di gioco e piano piano sfila alla MGR il primato che si è finora guadagnata. La MGR vacilla un po’, e perde di unità pagando purtroppo il dazio del mancato focus. Il secondo set parte punto a punto, ma MGR non molla il colpo spingendo sull’acceleratore di un set che si dimostra vantaggioso. Funziona bene il duo Maffeis-Vavassori che permette di distribuire il gioco su tutti gli attaccanti, che reagiscono positivamente agli assist facendolo funzionare, chiudendo con 25-19 per Grassobbio. Il terzo set, purtroppo, decolla male per la MGR, che lo gioca sulla falsariga del primo: ancora una volta, il clima teso e la concentrazione altalenante non consentono di vincere. La vittoria del terzo parziale va ai veronesi, con un punteggio di 25-21. Si va al quarto, che si apre con dei continui punto a punto, fino a quando, intorno al decimo, un break rimette a posto la situazione e la MGR si stacca con un vantaggio di quattro lunghezze sulla Dual. Alcuni errori sul 21-17 portano gli avversari a giocarsi il primo set point, ma poi lo spirito di squadra riemerge, e il Grassobbio si aggiudica il risultato. Arriva il quinto e decisivo set, che vede un cambio campo sul 3-8. Nonostante alcuni passaggi a vuoto che rallentano il gioco, la MGR difende la propria posizione e chiude con un muro di Vavassori. Soddisfatto a fine gara coach Incitti: “Buona partita, di carattere, abbiamo saputo reagire essendo sotto 2 set a 1 e vincendo il quarto ai vantaggi. Questo dimostra che siamo riusciti a mettere in campo qualcosa in più rispetto alle amichevoli, dimostrando il nostro vero carattere”. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO