consigliato per te

  • in

    Gp del Canada, Russell in pole con lo stesso tempo di Verstappen. Disastro Ferrari

    Chiudi menuCorriere dello Sport.itCorriere dello Sport.itabbonatiLeggi il giornaleNaviga le sezioniSegui le DiretteLiveI nostri socialFacebookInstagramTwitterTelegramContinua ad esplorareContattaciFaqRSSMappa del SitoLa RedazioneEdizione DigitaleAbbonamentiFaqCookie PolicyPrivacy PolicyCondizioni generaliNote legaliPubblicitàChiudi menuCorriere dello Sport.itCorriere dello Sport.itLoginregistratiabbonatiLeggi il giornaleCorriere dello Sport.itABBONATI LiveABBONATI Leggi il giornaleCercaAccedi LEGGI TUTTO

  • in

    A Senigallia il raduno europeo dell’Harley Owners Group

    SENIGALLIA – Sono arrivati da ogni parte d’Europa, in alcuni casi guidando per giorni, per ritrovarsi tutti assieme a Senigallia , dove 40.000 appassionati di Harley Davidson in questi giorni danno vita al 30° raduno europeo dell’Harley Owners Group (HOG)), che si tiene fino a domani 9 giugno. La cittadina marchigiana è stata pacificamente invasa e colorata in questi giorni da migliaia di appassionati del marchio più celebre delle due ruote. Concerti, incontri, esibizioni, l’esibizione di veri e propri cimeli storici ma anche la possibilità di provare alcuni dei nuovi modelli realizzati dal più leggendario dei marchi motociclistici esistenti. Ma l’appuntamento clou è stata la parata di questa mattina quando diverse migliaia di moto, hanno percorso il lungomare e poi un itinerario lungo 50 km intorno alla cittadina marchigiana. “Oggi siamo qui al 30º raduno europeo dell’Harley Owners Group con decine di migliaia di appassionati – spiega Jochen Zeitz, CEO of Harley-Davidson – è un piacere essere tornati in Italia dopo una decade e siamo felici di essere qui a Senigallia. Ringraziamo la Regione Marche e la città di Senigallia per l’ospitalità. Ci siamo sentiti a casa. Ci sono appassionati giunti da ogni zona di Europa alcuni dei quali hanno viaggiato per giorni per essere qui, per incontrarsi e condividere esperienze. Harley-Davidson lo sappiamo è trasversale ed offre un’esperienza al cliente che va oltre il prodotto: questo è il bello di una comunità , il bello di essere tra la gente”. LEGGI TUTTO

  • in

    Verstappen scappa via dalla sua Red Bull: “C’è puzza di bruciato”

    Chiudi menuTuttosport.comTuttosport.comNaviga le sezioniabbonatiLeggi il giornaleSegui le DiretteLiveI nostri socialFacebookInstagramTwitterTelegramContinua ad esplorareContattaciFaqRSSMappa del SitoLa RedazioneEdizione DigitaleAbbonamentiFaqCookie PolicyPrivacy PolicyNote legaliCondizioni generaliPubblicitàChiudi menuTuttosport.com LEGGI TUTTO

  • in

    Rivoluzione Formula 1, nuove macchine e addio Drs: le regole spiegate

    Chiudi menuCorriere dello Sport.itCorriere dello Sport.itabbonatiLeggi il giornaleNaviga le sezioniSegui le DiretteLiveI nostri socialFacebookInstagramTwitterTelegramContinua ad esplorareContattaciFaqRSSMappa del SitoLa RedazioneEdizione DigitaleAbbonamentiFaqCookie PolicyPrivacy PolicyCondizioni generaliNote legaliPubblicitàChiudi menuCorriere dello Sport.it LEGGI TUTTO

  • in

    Marquez in Ducati, Pernat: “Bagnaia? Non contento di avere Marquez”

    Intervenuto a “Tutto Sport”, sulle frequenze di Radio Cusano Campus, Carlo Pernat (manager di Enea Bastianini) ha parlato del passaggio di Marc Marquez in Ducati ufficiale: “Ognuno è libero di seguire la sua strategia. La domanda che mi faccio io è questa: Ducati aveva optato per un piano nel dopo Dovizioso, relativo alla linea verde, ma ora vale la pena sacrificare giovani come Martin e Bastianini per un otto volte campione del mondo ma di 32 anni? E’ una domanda che ci si fa; io non sono d’accordo”. Continua Pernat: “La decisione di portarlo in Ducati accanto a Bagnaia mi sembra sia stata un po’ obbligata per alcune dichiarazioni di Marquez, quando ha detto di non voler andare a Pramac; ha spinto la Ducati praticamente a prenderlo, ma così mandi all’aria la politica dei giovani che adesso non hai più. Anche perchè Bagnaia non è contento di avere Marquez, ho l’impressione che possa uscire un muro tra i due. Non sarà facile gestirli, ci vorrà tanta forza da parte di Ducati. Io non avrei rotto l’equilibrio tra Enea e Pecco”. Sul futuro di Bastianini: “Lui ha un pre accordo firmato con KTM, la prossima settimana avrete la notizia che dovrà dare la casa. Ma abbiamo già un accordo”. LEGGI TUTTO

  • in

    Ducati, colpo di scena: è fatta per Marc Marquez

    Marc Marquez salirà in sella alla moto ufficiale Ducati nella stagione 2025. E’ un colpo di scena clamoroso perché lo spagnolo affiancherà il due volte campione del mondo Pecco Bagnaia. Il mercato dei piloti è in fiamme. La casa di Borgo Panigale, secondo Marca, alla fine avrebbe deciso di puntare sul Cabroncito. Inizialmente il piano era quello di promuovere Jorge Martin e spostare Marquez, che in questa stagione si sta rilanciando con la Desmosedici del team Gresini, in Pramac. Opzione bocciata durante il weekend del Mugello dall’otto volte campione del mondo che ha messo alle corde la Rossa. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, trionfo Ducati al Mugello: vince Bagnaia davanti a Bastianini!

    FIRENZE – Gran Premio d’Italia vietato ai deboli di cuore: Francesco ‘Pecco’ Bagnaia trionfa al Mugello con la Ducati ufficiale (oggi in azzurro) partendo dalla quinta posizione dopo una complicata sessione di qualifiche. Alle sue spalle un monumentale Enea Bastianini: l’azzurro della Ducati ufficiale supera all’ultima curva lo spagnolo Jorge Martin (Ducati – Prima Pramac) e conquista la seconda posizione per una doppietta tutta italiana. Quarto posto per l’altro spagnolo, Marc Marquez, su Ducati Gresini. LEGGI TUTTO