consigliato per te

  • in

    M&G Scuola Pallavolo: il punto sui campionati di serie

    Siamo arrivati al giro di boa in diversi campionati regionali: in Serie C maschile la Yuasa Santoni perde il treno della Pool Promozione e ora dovrà lottare per non retrocedere, con uno sguardo fisso però sempre ai playoff dato che la prima classificata della Pool Salvezza accederà comunque all’atto finale del torneo; superlativa la Vastes Grotta 50 in Serie D femminile con le grottesi che cementificano la leadership del proprio girone grazie alla 14° vittoria consecutiva per 3-0 ed ora son pronte ad affrontare da favorita la seconda parte del torneo. Prosegue invece la Regular Season per la Serie D maschile che cade a Civitanova Marche nello scontro diretto tra due squadre super giovanissime mentre la Prima Divisione maschile vince al tiebreak il derbyssimo contro l’Asfalti Renew B.

    Ma andiamo a rivivere insieme le partite.

    Seconda vittoria consecutiva per la Santoni che, in Prima Divisione Maschile, vince il derbyssimo contro l’Asfalti Renew B bissando il tiebreak della gara di andata. Bravissimi i grottesi a portarsi in avanti ad inizio sfida e a non mollare quando gli avversari hanno capovolto la situazione; i ragazzi di Andrea Nicolini si son uniti nelle difficoltà e sono andati a vincere meritatamente il quarto ed il quinto set conquistando due punti importantissimi per la propria classifica.

    Coach Andrea Nicolini schiera in avvio Gionatan Vittori in cabina di regia opposto a Francesco Palanga, Gianni Mecozzi e Jacopo Minnozzi in banda, Valerio Varg Honorati e Francesco Maria Savini al centro, Gioele Baldassarri nel ruolo di libero.

    L’Asfalti Renew B prova subito a fare l’andatura (1-5) ma in pochissimi secondi viene ripresa e superata dalla Santoni che passa avanti 6-5; le due formazioni lottano palla su palla ed arrivano insieme a quota 13 poi gli ospiti provano ad allungare (13-15) ma il turno al servizio di Gianni Mecozzi è devastante e permette a Grottazzolina di scappare via verso il 19-15 e di mantenere il vantaggio fino al 25-21 che chiude il parziale di apertura.

    Al cambio di campo la Santoni parte a razzo e guadagna immediatamente il 3-0; l’Asfalti Renew B è sul pezzo e pareggia a quota 8, Grotta tenta una nuova fuga volando sul 14-10 ma poi si blocca di punto in bianco e consente agli ospiti di piazzare un break infinito che permette loro addirittura di raggiungere il 14-19. Coach Andrea Nicolini prova ad inserire Edoardo Cruciani ma lo svantaggio è troppo ampio da recuperare in pochissimo tempo ed allora la formazione ospite può veleggiare in tutta tranquillità verso il 19-25 che riporta il risultato in perfetta parità.

    Nel terzo periodo è la squadra di Gianluca Valeri a dettare il ritmo e lo fa guadagnando il 5-8; la Santoni accorcia sul 9-10 ma altri tre punti permettono agli ospiti di firmare il +4 (9-13). Dopo il timeout chiesto da coach Andrea Nicolini i grottesi provano a riavvicinarsi dimezzando il gap (16-18) ma nel finale l’accelerazione dell’Asfalti Renew B permette agli ospiti di controllare il punteggio fino al 22-25 che li riporta avanti nel computo dei set.

    Al nuovo cambio di campo Edoardo Cruciani parte titolare nel 6+1 messo sul terreno di gioco da coach Andrea Nicolini: le due formazioni lottano palla su palla ed arrivano appaiate sull’8-8 poi è la battuta di Francesco Palanga a fare la differenza ed a consentire alla Santoni di volare sul 13-8. Nonostante i due timeout chiamati dalla formazione ospite, Grottazzolina è brava a continuare la propria marcia che diventa inarrestabile tanto che i padroni di casa siglano il 20-14 prima di aggiudicarsi il parziale 25-18 prolungando la sfida al tiebreak.

    L’ultimo set inizia con un paio di cambio palla (1-1) prima che ancora una volta il servizio di Francesco Palanga vada a creare lo scompiglio nella metà campo ospite con la Santoni che dilaga guadagnando il 7-1; i grottesi cambiano campo avanti di cinque lunghezze (8-3) e ormai dominando il campo raggiungendo il 10-4. Coach Andrea Nicolini manda in campo nel finale Federico Mercuri, l’Asfalti Renew B non riesce più a riavvicinarsi ed allora Grotta può andare in tutta tranquillità a vincere il tiebreak col punteggio di 15-11 festeggiando così la seconda vittoria consecutiva in campionato.

    I due punti permettono alla truppa di Andrea Nicolini di salire in classifica a quota 10 con i grottesi che, dopo il turno di riposo da osservare nel prossimo turno, torneranno in campo Domenica 18 Febbraio recandosi nella vicina Fermo per affrontare i padroni di casa della Don Celso a partire dalle ore 17:00.

    Santoni – Asfalti Renew B 3-2 (25-21 19-25 22-25 25-18 15-11)Santoni: Cruciani, Savini, Mercuri A., Mercuri F., Mecozzi, Minnozzi, Sandroni, Vittori, Honorati, Palanga, Evandri, Baldassarri (L1), Bastarelli (L2). All. NicoliniAsfalti Renew B: Pistagnesi, Bonifazi, Laconi, Petrini, Mancini, Pieroni, Coltrinari, Fiacconi, Luciani, Fagiani, Di Toma, Cintio (L). All. ValeriArbitro: Buccolini Armando

    foto M&G Scuola Pallavolo

    14 su 14! La Vastes Grotta 50 chiude la prima fase da dominatrice ed ottiene il quattordicesimo successo consecutivo con il massimo scarto battendo a domicilio la Tecno Athena Volley Sbt; bravissime le grottesi a non deconcentrarsi, visto il primo posto già in tasca, e a dare il tutto per tutto in una partita che sarebbe comunque influita nella seconda parte del torneo.

    Alessandro Lorenzoni e Gianluca Valeri schierano in avvio il consolidatissimo 6+1 formato da Eugenia Diomedi in cabina di regia in diagonale a Serena Moscati, Valeria Di Carlo e Gioia Aliberti formano la coppia di schiacciatrici, Angelica Perini e Giulia Ricci quella delle centrali, Anita Garagliano è chiamata invece a far buona guardia in seconda linea.

    Lo scontro tra le prime due del girone inizia con la Vastes brava a prendere subito un paio di punti di vantaggio (3-5); le padrone di casa trovano il cambio palla (4-5) ma la bella battuta di Eugenia Diomedi manda in crisi la costruzione del gioco della Tecno Athena ed allora Grottazzolina fugge via verso il 4-10. Le sanbenedettesi riorganizzano le proprie idee e lo fanno anche bene tanto da impattare le avversarie a quota 12 ma, sul 15-16, le grottesi prendono in mano la situazione ed aumentano il ritmo del gioco tanto da raggiungere in poco tempo il 15-19 prima di allungare ulteriormente verso il 17-25 che pone fine al parziale di apertura.

    Al cambio di campo le padrone di casa mettono inizialmente il muso avanti (4-3) ma poi devono fare i conti col ciclone Vastes che piazza due break importantissimi sui turni al servizio di Angelica Perini ed Eugenia Diomedi che consentono loro di raggiungere prima il 4-8 e poi il 7-15; la Tecno Athena, davanti ad un gioco così, può davvero far poco: le sambenedettesi tentano un paio di sostituzioni ma nulla possono contro questa Grottazzolina che si aggiudica anche la seconda frazione, stavolta col punteggio di 14-25.

    Nel terzo periodo l’equilibrio dura solamente fino al 5-4 quando la Vastes sfrutta il servizio di Gioia Aliberti per mettere il turbo e scappare via verso il 5-10; il 6-13 è un vantaggio davvero consistente ma un leggero calo delle ospiti permette alle padrone di casa di riavvicinarsi ed ecco servito il 13-17. Il secondo turno al servizio di Gioia Aliberti è ancora devastante e permette alle grottesi di volare via sul 13-22 e di amministrare poi agevolmente il vantaggio fino al 18-25 che chiude la sfida sul risultato di 0-3.Questo risultato consente alla Vastes di mettere il sigillo definitivo sul primo posto del girone e di raggiungere il record di 14 vittorie consecutive tutte ottenute rigorosamente con il massimo scarto, unica formazione a riuscirci di questo campionato.

    Fra due sabati il via alla seconda fase del torneo il quale prevede che le prime quattro classificate del Girone C si incontrino con le prime quattro del Girone D portandosi dietro i risultati degli scontri diretti disputati nella prima fase.

    La situazione di partenza sarà quindi questa: Vastes Grotta 50 18 punti, Rutthen Futura Tolentino Asd 13, Sifer Castelfidardo 11, Satel, Tecno Athena Volley Sbt e Pellami Due C Teen Volley Rapagnano 8, Us Volley ’79 4, Ciam Pallavolo Ascoli 2.

    Al termine di questa seconda fase la prima classificata sarà promossa in Serie C e disputerà una finale in campo neutro contro la vincente dell’altro girone mentre la seconda, la terza e la quarta disputeranno un playoff per un’eventuale altra promozione nella categoria superiore.

    Tecno Athena Volley Sbt – Vastes Grotta 50 0-3 (17-25 14-25 18-25)Tecno Athena Volley Sbt: Beni, Angelozzi, Tarli, Kuci, Capannelli (L1), Morganti, Maravalle, Sabatucci, Fazzini, Capretti, Aliffi, De Dominicis (L2). All. AngeliniVastes Grotta 50: Garagliano (L1), Kovalyshyn Al., Pieroni, Moscati, Aliberti, Di Carlo, Diomedi, Mercuri (L2), Perini, Ricci, Kovalyshyn An.. All. Lorenzoni All2. ValeriArbitro: Mercuri Moira

    foto M&G Scuola Pallavolo

    Perde definitivamente il treno della Pool Promozione in Serie C maschile la Yuasa Santoni che non approfitta della sconfitta della Travaglini Pallavolo Ascoli in quel di Agugliano e cade malamente in casa contro la capolista Bertuccioli G. Real Bottega Volley.

    Coach Francesco Pison schiera in avvio Andrea Romiti in cabina di regia opposto a Mattia “Paz” Minnoni, Edoardo Vecchi e Mattia Leli in banda, Andrea Ferracuti ed Alfonso Penna al centro, Diego Foresi nel ruolo di libero.

    Inizia bene la Yuasa Santoni che guadagna subito il 3-0; la capolista si riorganizza un attimo ed impatta a quota 7 prima di allungare nella fase centrale del set firmando l’11-15; entra Claudio Silenzi per il servizio ma non arrivano i risultati sperati ed allora ci pensa Bottega ad allungare sul 13-20 prima di aggiudicarsi il parziale di apertura con un netto 15-25.

    Al cambio di campo la Bertuccioli prende subito un paio di punti di vantaggio (3-5) ma viene immediatamente raggiunta dalla squadra di casa che impatta a quota 5; Bottega allora tenta un’altra minifuga (7-9) ma il servizio ficcante di Andrea Romiti capovolge presto la situazione consentendo a Grottazzolina di passare avanti 11-9. La nuova parità a quota 11 fa iniziare un testa a testa tra le due formazioni che arrivano appaiate a quota 21 quando tre punti consecutivi degli ospiti (21-24) tagliano le gambe ai grottesi che devon lasciar scappare via anche questa frazione, stavolta col punteggio di 22-25.

    Nel terzo periodo si lotta ancora ad armi pari fino a quota 7; la Yuasa Santoni tenta l’allungo (9-7) ma sei punti consecutivi della Bertuccioli cambiano radicalmente la situazione con gli ospiti che si ritrovano così avanti 9-13. Grotta si mantiene a distanza fino al 14-19 quando un crollo verticale dei ragazzi guidati da Francesco Pison permettono al Real Bottega di volare sul 14-23 prima di chiudere il set 15-25 e la partita con un veloce 0-3.

    La Yuasa Santoni sciupa la ghiotta occasione di qualificarsi alla Pool Promozione e non approfitta della sconfitta di Ascoli Piceno in quel di Agugliano autorelegandosi così a dover disputare la Pool Salvezza.Fra due Sabati prenderà il via la seconda fase del torneo con le ultime quattro squadre del Girone A che si incroceranno con le ultime quattro del Girone B portandosi dietro i punti conquistati contro le squadre del proprio raggruppamento nella prima fase.

    Il nuovo girone, con la relativa classifica, sarà così composto: Yuasa Santoni 12 punti, Pallavolo Sabini ed Ets Engineering Pergola 11, Aurora Volley Appignano 10, Arbo BorgoVolley Fano 9, Tsp Don Celso 7, Terra Dei Castelli Volley e Sintec Cus Ancona 6.

    Alla fine della seconda fase la prima classificata di questo nuovo girone si qualificherà per i Quarti di Finale dei Playoff, la seconda e la terza otterranno la permanenza in Serie C, dalla quarta alla settima disputeranno i Playout mentre l’ottava retrocederà in Serie D.

    Yuasa Santoni – Bertuccioli G. Real Bottega Volley 0-3 (15-25 22-25 15-25)Yuasa Santoni: Ferracuti, Vecchi, Silenzi, Romiti, Foresi (L), Penna, Leli, Minnoni. All. PisonBertuccioli G. Real Bottega Volley: Franco, Grasso, Ferro, Pedini, Mezzolani, Diotallevi, Schiaratura, Romani N., Domenicucci, Pais, Giordano (L1), Tomassoli (L2). All. Romani M.Arbitro: Ubaldi Fabio

    foto M&G Scuola Pallavolo

    Arriva la quarta sconfitta consecutiva, stavolta sul campo dell’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, per la Yuasa Santoni in Serie D maschile; i grottesi son bravi a reagire dopo aver perso il parziale d’apertura e nel secondo impattano il risultato ma nei due successivi agli ospiti manca la freddezza nei momenti topici ed allora i tre punti non possono far altro che finire in mano ai rivieraschi.

    Andrea Nicolini e Leo Di Bonaventura devono fronteggiare qualche assenza di troppo e schierano in avvio Diego Tegazi al palleggio, Mirko Celanji opposto, Tommaso Moretti e Diego Panicciari schiacciatori ricevitori, Matteo Catalini e Yassine Aitbouno centrali, Ludovico Cacchiarelli nel ruolo di libero.

    Si lotta punto a punto nelle fasi iniziali così che le due formazioni arrivano appaiate a quota 8 quando, dopo il cambio palla ottenuto da Grotta (8-9), è la Cucine Lube a provare la fuga guadagnando l’11-9; un nuovo minibreak dà ai cucinieri il +3 (17-14) con i grottesi che non riescono a riavvicinarsi ed allora il parziale di apertura se lo aggiudica la squadra allenata da Evangelisti e Barabucci col punteggio di 25-20.

    Al cambio di campo la Yuasa Santoni entra con un piglio diverso tanto da portarsi in vantaggio 5-8; i cucinieri vanno avanti di cambio palla in cambio palla ma i break in questo momento li fa Grotta che sfrutta i turni al servizio di Matteo Catalini e Diego Panicciari per portarsi prima sul 10-14 e poi sul 12-19 continuando a macinare punti fino al 17-25 il quale riporta il match in perfetta parità.

    Entrambe le squadre vogliono i tre punti e nel terzo periodo lottano palla su palla arrivando appaiate a quota 11; Civitanova firma un minibreak (13-11) e poi subito un altro che vale il +3 (15-12) ma Grotta non demorde e si riavvicina dopo qualche minuto siglando il 21-20. I grottesi non riescono a trovare la parità, nonostante gli ingressi in campo di Diego Petracci e Francesco Bonifazi, ed allora l’uno-due dei cucinieri consente loro di volare sul 23-20 e di aggiudicarsi il parziale col punteggio di 25-22.

    Alla Yuasa Santoni portano bene i set pari: i grottesi danno il 100% ed iniziano a dettare il ritmo (3-4) piazzando poi due minibreak che consentono loro di firmare l’allungo sull’8-11; i padroni di casa impattano subito a quota 11 ma, dopo l’ennesimo punto a punto, gli ospiti se ne vanno in fuga raggiungendo prima il 16-18 e poi il 17-21. Quando il tiebreak sembra ormai alle porte ecco che si inceppa qualcosa nel meccanismo di gioco dei grottesi tanto che Civitanova trova quattro punto consecutivi che valgono la parità a quota 21 e poi, sul 23-23, piazzano un altro uno-due vincente che chiude il set 25-23 e la partita con il risultato di 3-1.

    Arriva quindi la quarta sconfitta consecutiva per la Yuasa Santoni che rimane così ferma al penultimo posto nella graduatoria del proprio raggruppamento; Sabato 3 Febbraio sarà di nuovo tempo di campionato con la squadra di Grottazzolina che ospiterà a Piane di Montegiorgio, a partire dalle ore 18:00, la Di Pietrantonio Futura Tolentino in uno scontro diretto che mette in palio l’ottava posizione.

    Coal Cucine Lube Civitanova Pg – Yuasa Santoni 3-1 (25-20 17-25 25-22 25-23)Coal Cucine Lube Civitanova Pg: Moretti, Gatto, Alfieri, D’Aloia, Vitali, Lanciotti, Barabucci R., Piercamilli, Da Boit, Dolcini (L1), Napoli (L2), Raccosta. All. Evangelisti All. Barabucci M.Yuasa Santoni: Petracci, Bonifazi, Tegazi, Cacchiarelli (L1), Aitbouno, Moretti, Catalini, Colletta (L2), Belleggia, Celanji, Panicciari.. All. Nicolini All2. Di BonaventuraArbitro: Talevi Elisa

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    M&G Scuola Pallavolo: il punto sui campionati giovanili

    Nell’ultimo weekend tutte le formazioni M&G son tornate in campo per i loro impegni di campionato: solo due sono state le vittorie raccolte con la Serie D femminile brava a centrale la 13° vittoria consecutiva per 3-0 mentre la Prima Divisione maschile ha iniziato al meglio il girone di ritorno espugnando il campo di Ascoli; male la Serie C maschile, che vede ridotta al lumicino la speranza di qualificazione alla Poule Promozione, ma anche la Serie D maschile e la Seconda Divisione femminile.

    foto M&G Scuola Pallavolo

    Perde una partita importantissima la Yuasa Santoni in Serie C maschile ma soprattutto compromette la rincorsa alla Poule Promozione quando manca ormai solamente una giornata al termine della prima fase. Partita dai due volti, quella di Ascoli Piceno, dove Grottazzolina è riuscita a recuperare inizialmente un set di svantaggio vincendo egregiamente il secondo; una volta perso il terzo periodo, il quarto diventa fondamentale per entrambe le formazioni: Ascoli si agita nel finale ed il suo allenatore viene espulso ma alla fine la freddezza nei momenti clou premia i padroni di casa che guadagnano i tre punti e la possibilità di giocarsi il tutto per tutto per la qualificazione alla Poule Promozione.

    Francesco Pison ed Andrea Nicolini schierano in avvio Andrea Romiti al palleggio in diagonale a Mattia “Paz” Minnoni, Mattia Leli ed Edoardo Vecchi schiacciatori ricevitori, Andrea Ferracuti ed Alfonso Penna centrali, Diego Foresi nel ruolo di libero.

    Una sfida da dentro o fuori, con le due formazioni che si giocano il passaggio alla seconda fase, non poteva essere che equilibratissima: dopo l’1-2 Yuasa Santoni, Ascoli piazza un break di quattro punti consecutivi che vale l’8-5 ma Grottazzolina si riporta subito in scia (8-7); sul 12-11 la Travaglini prova nuovamente ad allungare (15-11) ma gli ospiti prima accorciano sul 18-17 e poi mettono la freccia passando a condurre 19-20. La Yuasa Santoni non riesce a conservare il minimo vantaggio acquisito ed allora Ascoli ne approfitta per infilare cinque punti consecutivi che consentono ai padroni di casa di allungare sul 24-20 e di chiudere la frazione di apertura sul punteggio di 25-22.

    Al cambio di campo è tutta un’altra musica: la Yuasa Santoni vola subito sul 2-6 ma è il servizio di Mattia Minnoni a spaccare il set ed a consentire alla formazione di Grottazzolina di macinare punti a valanga fino a raggiungere il 3-16; i due timeout richiesti dai padroni di casa non riescono ad arginare la forza degli ospiti che si aggiudicano il parziale con un netto 11-25 pareggiando così il computo dei set.

    Il terzo periodo vede le due squadre lottare su ogni pallone ed arrivare appaiate a quota 11 quando la Travaglini tenta la fuga raggiungendo il 16-11; Grotta accorcia sul 16-13 e poi firma il -1 (17-16), Ascoli è brava a mantenere il punticino di vantaggio fino al 20-19 quando è la formazione di casa a trovare il break vincente, nonostante l’ingresso in campo per il giro dietro di Leo Di Bonaventura, che le consente di scappare via sul 24-19 chiudendo il proprio favore il set sul punteggio di 25-21.

    Il quarto parziale diventa vitale per la Yuasa Santoni: vincerlo consentirebbe ai grottesi di mantenere la quarta posizione che qualificherebbe alla Poule Promozione mentre perderlo significherebbe farsi sopravanzare in graduatoria proprio dalla Travaglini. Gli ascolani sfruttano la scia dell’entusiasmo e si involano sull’8-4, Grotta prova a rispondere colpo sul colpo ma resta a debita distanza (18-15); la Yuasa Santoni segna il sedicesimo punto sul tabellone (18-16) ma le proteste dell’head coach di Ascoli costringono la coppia arbitrale a tirar fuori prima un cartellino rosso (18-17)  e poi quelli giallo e rosso che costringono l’allenatore di casa ad allontanarsi fino alla fine della frazione. La partita si scalda ancora di più vista l’importanza della posta in palio: il cambio palla diventa fondamentale e viene trasformato con regolarità dalle due squadre le quali non riescono più a piazzare un break; la Travaglini, nonostante il turno al servizio di Claudio Silenzi (23-22), arriva per prima a quota 24 (24-22), la Yuasa Santoni annulla la prima palla match (24-23) ma alla seconda occasione Ascoli chiude il set 25-23 facendo sua questa importantissima sfida per 3-1.

    Grotta non raccoglie punti in quel di Ascoli Piceno con la Travaglini che guadagna quindi la quarta posizione, a discapito proprio della Yuasa Santoni la quale riesce almeno a salvare la quinta piazza grazie alla sconfitta casalinga della Pallavolo Sabini contro Agugliano; Sabato prossimo ultima giornata con le due contendenti (Ascoli e Grottazzolina) che si contenderanno l’ultimo posto disponibile per la Poule Promozione: i ragazzi di Francesco Pison ed Andrea Nicolini Sabato 27 Gennaio saranno al PalaGrotta per sfidare la capolista Bertuccioli G. Real Bottega Volley a partire dalle ore 21:00 mentre la Travaglini Pallavolo Ascoli sarà impegnata ad Agugliano con fischio di inizio fissato alle ore 18:00.

    Travaglini Pallavolo Ascoli – Yuasa Santoni 3-1 (25-22, 11-25, 25-21, 25-23)Travaglini Pallavolo Ascoli: Angelini, Ricci A., Feriozzi, Cavagna, Fabiani, Solagna, Reginelli, Accorsi, Gennari, Pavoni, Porfiri (L2), Vagnoni, Galantini, Carfagna (L1). All. Conti All2. Ricci E.Yuasa Santoni: Ferracuti, Di Bonaventura, Vecchi, Silenzi, Romiti, Foresi (L), Penna, Leli, Minnoni. All. Pison All2. NicoliniArbitri: Martoni Milena – Totò Mirco

    foto M&G Scuola Pallavolo

    Altra sconfitta per la Yuasa Santoni in Serie D maschile; dopo aver perso il primo set ai vantaggi, i ragazzi guidati da Alessandro Lorenzoni non sono riusciti ad invertire il trend negativo soffrendo il gioco degli ospiti che sono riusciti così ad espugnare con il massimo scarto l’impianto di Piane di Montegiorgio.Coach Alessandro Lorenzoni schiera in avvio Diego Tegazi in cabina di regia opposto a Mirko Celanji, Tommaso Moretti e Diego Panicciari in banda, Matteo Catalini e Yassine Aitbouno al centro, Ludovico Cacchiarelli nel ruolo di libero.

    Parte forte la Microtel Il Ponte che si porta subito sullo 0-3 ma sul 3-5 la Yuasa Santoni sfrutta il turno dai nove metri di Mirko Celanji per capovolgere la situazione e passare così a condurre 8-5; altri quattro punti sul turno dai nove metri di Diego Panicciari conducono Grotta verso il 12-6 ma l’ampio vantaggio viene sciupato dai padroni di casa che si fanno purtroppo raggiungere a quota 19.  Le due formazioni camminano appaiate insieme arrivando così ai vantaggi dove alla “lotteria” esce il nome della Microtel Il Ponte che si aggiudica la frazione di apertura con il punteggio di 24-26.

    Al cambio di campo ancora partenza sprint per gli ospiti che volano sullo 0-3; la formazione di Morrovalle spinge sull’acceleratore e non si ferma più: i ragazzi di Carassai infatti allungano sul 7-13, si difendono dal ritorno della Yuasa Santoni che accorcia sul 12-15 ma i grottesi nulla possono contro la forza della Microtel Il Ponte che, nonostante l’ingresso sul terreno di gioco di Martino Ubaldi, guadagna il 15-22 prima di chiudere il parziale in proprio favore sul punteggio di 17-25.

    Torna nel 6+1 titolare Francesco Bonifazi ma il trend purtroppo non cambia: Morrovalle si porta subito sul 4-8 raddoppiando il vantaggio grazie al 9-17; la Yuasa Santoni dimezza li gap (13-17) e poi passa incredibilmente avanti 21-20 costringendo coach Carassai a rifugiarsi nel timeout. Al rientro sul terreno di gioco si spegne improvvisamente la formazione di Grottazzolina la quale spreca la grande occasione di riaprire la partita e consente agli ospiti di infilare ben cinque punti consecutivi che chiudono il terzo set 21-25 e la gara con il risultato di 0-3.

    Ancora una Yuasa Santoni sciupona non approfitta delle occasioni che le si presentono davanti e così facendo permette ai ragazzi di Morrovalle di espugnare l’impianto di Piane di Montegiorgio; Sabato 27 Gennaio i grottesi torneranno in campo nel mastodontico impianto, per la Serie D, dell’Eurosuole Forum di Civitanova Marche per sfidare, dalle ore 21:00, i padroni di casa della Coal Cucine Lube Civitanova Pg.

    Yuasa Santoni – Microtel Il Ponte 0-3 (24-26, 17-25, 21-25)Yuasa Santoni: Colletta, Bonifazi, Moretti, Tegazi, Cacchiarelli (L1), Aitbouno, Catalini, Petracci (L2), Sabini, Belleggia, Celanji, Panicciari, Ubaldi. All. LorenzoniMicrotel Il Ponte: Ortenzi, Marinangeli, Belleggia M., Ricci, Soeterboek, Sbaffo, Emili, Pepa (L), Fraticelli R., Fraticelli L., Bertarelli, Carassai T.. All. Carassai S.Arbitro: Giannini GiorgiaE’ letteralmente inarrestabile la Vastes Grotta 50 in Serie D femminile; le grottesi, infatti, infilano addirittura il tredicesimo 3-0 consecutivo e la contemporanea sconfitta della Tecno Athena in quel di Pedaso regala alle portacolori M&G la vittoria di questo Girone D con una giornata di anticipo.Alessandro Lorenzoni e Gianluca Valeri schierano in avvio il consolidatissimo 6+1 che vede Eugenia Diomedi al palleggio in diagonale a Serena Moscati, Valeria Di Carlo e Gioia Aliberti in posto quattro, Giulia Ricci ed Angelica Perini a fare buona guardia al centro con Anita Garagliano a comandare le operazioni di seconda linea.

    La Vastes fa capire subito chi comanda ed in un attimo si è già sul 3-0; La Ciam Ascoli riesce a tenere testa alla capolista fino all’11-9 quando le padrone di casa sfruttano le battute di Serena Moscati ed Angelica Perini per allungare prepotentemente sul 19-11. Le ospiti si giocano i propri timeout, provano a cambiare qualcosa ma la reazione è tardiva e così Grottazzolina si aggiudica facilmente la frazione di apertura con il punteggio di 25-15.

    Al cambio di campo ecco che la Vastes torna ad essere un treno il quale travolge tutto quello che trova per strada: il servizio di Valeria Di Carlo è devastante e conduce le grottesi dritte verso il 7-0, quello della sua compagna di reparto Gioia Aliberti dà addirittura a Grotta il 16-3; la Ciam, dopo questa batosta, comincia a macinare qualche punto ma non riesce a riavvicinarsi e così il parziale non può far altro che terminare con un eloquente 25-12.

    Le ascolane provano a reagire ad inizio terzo periodo e sorprendono le avversarie guadagnando il 3-6 toccando il massimo vantaggio sul 5-9 ma alle padrone di casa basta un attimo di tempo per riorganizzarsi e così raggiungono le ospiti a quota 14 mettendo poi subito la freccia firmando il sorpasso sul 15-14; l’equilibrio dura solamente fino al 18-18 quando la Vastes trova il cambio palla (19-18) mandando poi al servizio Serena Moscati la quale crea molti grattacapi alla costruzione del gioco avversario tanto da consentire alle proprie compagne di raggiungere presto il 25-18 che chiude la sfida sul velocissimo risultato di  3-0.

    La tredicesima vittoria consecutiva con il massimo scarto certifica la vittoria del Girone D da parte delle grottesi che però dovranno affrontare un’altra importantissima sfida nell’ultimo turno: Sabato 27 Gennaio ci sarà infatti la trasferta di San Benedetto del Tronto dove le ragazze guidate da Alessandro Lorenzoni e Gianluca Valeri saranno ospiti della Tecno Athena a partire dalle ore 21:15 in una sfida che vale doppio in quanto i punti in palio si porteranno poi dietro successivamente nella seconda fase del torneo.

    Vastes Grotta 50 – Ciam Pallavolo Ascoli 3-0 (25-15, 25-12, 25-18)Vastes Grotta 50: Garagliano (L1), Cameli, Kovalyshyn Al., Pieroni, Moscati, Aliberti, Di Carlo, Diomedi, Mercuri (L2), Perini, Ricci, Kovalyshyn An., Fagiani. All. Lorenzoni All2. ValeriCiam Pallavolo Ascoli: Travaglini R., Travaglini G., Di Terlizzi, Petrelli, Bigossi, Manzella, Lelli, Cavoletti, Vagnoni, Bartolini (L). All. Travaglini P.Arbitro: Di Silvestre Davide

    foto M&G Scuola Pallavolo

    Cade in casa la Vastes Grotta 50 in Seconda Divisione femminile: le grottesi tengono il ritmo solo per due set poi nel terzo si lasciano totalmente andare permettendo all’Emmont Volley di fare il bello ed il cattivo tempo aggiudicandosi facilmente i tre punti in palio.

    Coach Serena Moscati schiera in avvio Sara Marinangeli al palleggio opposta a Laura Botticelli, Aurora Ilari e Federica Laurenzi schiacciatrici, Letizia Tamanti e Valeria Cesaroni centrali, Matilda Quintili nel ruolo di libero.

    La Vastes parte bene mettendo subito la testa avanti (3-2) ma l’Emmont fa valere la classifica e capovolge immediatamente la situazione (3-5); Grotta tiene botta fino al 10-12 quando le ospiti infilano tre punti consecutivi che valgono il 10-15 ma le ragazze di Serena Moscati non mollano e si riportano a -2 (16-18). Sul terreno di gioco si continua a lottare punto a punto e si arriva così sul 19-21 ma altri quattro punti consecutivi dell’Emmont pongono fine al parziale di apertura con il punteggio di 19-25.

    Al cambio di campo le ospiti guadagnano subito il 2-4 ma la Vastes reagisce prontamente, si avvicina sul 6-7  e poi approfitta del turno al servizio di Aurora Ilari per mettere la freccia e sorpassare le avversarie (10-7); il vantaggio dura purtroppo un battito di ciglia in quanto l’Emmont piazza un break di sei punti tornando a dettare legge (10-13) però Grotta è lì e trova le forze per impattare a quota 18. Sul più bello l’Emmont spezza l’incantesimo e produce l’ennesimo filotto di punti che le permette di raggiungere per prima al set point (18-24), la Vastes ne annulla due ma l’Emmont trova il 25° punto che chiude il parziale 20-25.

    Nel terzo periodo Grotta parte bene (2-0) ma ancora un altro break dà la possibilità alle ospiti di volare sul 2-6; le padrone di casa a questo punto alzano bandiera bianca: le ospiti scappano via sul 5-14, Serena Moscati prova ad inserire Agnese Righetti ed Alessia Fuglini ma l’inerzia è tutta per l’Emmont che va a vincere il set 10-25 e l’incontro con un velocissimo 0-3.

    Con questa sconfitta la Vastes resta ferma al quinto posto nel proprio raggruppamento e tornerà in campo Giovedì 1 Febbraio nel posticipo della 11° giornata quando renderà visita, a partire dalle ore 19:30, all’Isosoles Azzurra Volley.Vastes Grotta 50 – Emmont Volley 0-3 (19-25, 20-25, 10-25)Vastes Grotta 50: Ilari, Fuglini, Marinangeli, Laho, Laurenzi, Tamanti, Botticelli, Concettoni (L2), Righetti, Cesaroni, Quintili (L1), De Paolis. All. MoscatiEmmont Volley: Cardarelli, Cicchinè, Butteri, Berdini, Baglioni (L2), Ferranti, Bottoni, Orlando, Mancini, Ricci, Cozzi (L1), Marcantoni. All. Monti All2. LucianiArbitri: Rossi Federico – Totò Mirco

    foto M&G Scuola Pallavolo

    Torna alla vittoria la Santoni nella prima giornata di ritorno di Prima Divisione maschile; i grottesi vincono nettamente la sfida di Ascoli Piceno soffrendo un po’ troppo alla fine del secondo parziale riuscendo però ad uscirne egregiamente fino a conquistare i tre punti in palio.

    Coach Andrea Nicolini schiera in avvio Tommaso Sandroni in cabina di regia opposto a Jacopo Minnozzi, Gianni Mecozzi ed Edoardo Cruciani in banda, Francesco Palanga ed Antonio Mercuri centrali, Matteo Bastarelli nel ruolo di libero.

    Parte meglio la formazione di casa che si porta subito avanti 5-2 ma i grottesi, dopo un piccolo momento di “carburazione”, capovolgono la situazione e passano a dettare il ritmo (7-8); Ascoli sorpassa nuovamente Grotta (14-12) che infila cinque punti consecutivi sul servizio di Edoardo Cruciani i quali valgono il 14-17. La Santoni aumenta il ritmo e dilaga 16-22, coach Andrea Nicolini manda sul terreno di gioco Cosimo Monaldi e così Grotta si aggiudica la frazione di apertura con il punteggio di 18-25.

    Al cambio di campo Francesco Palanga torna nel suo nuovo ruolo di opposto, Jacopo Minnozzi in banda ed Edoardo Cruciani sperimenta il ruolo di centrale: il nuovo assetto permette a Grottazzolina di avanzare subito sul 3-6 mentre il buon turno al servizio di Tommaso Sandroni dà alla Santoni l’opportunità di scappare via sul 6-11; sul 9-14 nella fila grottesi entra Federico Mercuri e gli ospitii trovano il +6 raggiungendo il 14-20. Quando il set sembra ormai al sicuro ecco arrivare la reazione di Ascoli che incredibilmente si riporta sotto fino al -2 (21-23) ma Grotta è brava a mantenere il minimo vantaggio fino a chiudere in proprio favore il parziale 23-25.

    Il terzo periodo vede iniziare meglio la Santoni che guadagna presto il 4-8 ma i padroni di casa son lesti ad impattare a quota 9 per poi mettere subito la freccia sorpassando gli avversari 10-9; Ascoli guadagna anche un paio di lunghezze di vantaggio (13-11) ma Grotta infila cinque punti consecutivi e passa avanti 13-16. Altro minibreak per gli ospiti che trovano il 14-18 arrivando per primi a quota 24 (19-24); i padroni di casa annullano due palle match (21-24) ma alla terza occasione la Santoni trova il punto decisivo che chiude il set 21-25 e la sfida con il risultato di 0-3.

    Tre punti che alzano il morale del gruppo di Andrea Nicolini e blinda la settima posizione in classifica permettendo ai grottesi di riavvicinarsi al gruppo centrale della graduatoria; non c’è tempo per festeggiare in quanto la Santoni tornerà immediatamente in campo Giovedì 25 Gennaio per l’anticipo dell’undicesima giornata quando, dalle ore 20:45, sarà protagonista del derby casalingo contro l’Asfalti Renew B.Asd Pallavolo 1986 – Santoni 0-3 (18-25, 23-25, 21-25)Asd Pallavolo 1986: Pallotta, Pulcini, Mioli, Traini, Gaspari, Fabi Cannella, Massi, Martini. All. MariniSantoni: Mecozzi, Minnozzi, Mercuri F., Cruciani, Palanga, Mercuri A., Sandroni, Bastarelli (L), Monaldi. All. NicoliniArbitro: Buccolini Federica(fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Giovanili: segnali di crescita per il Volley Savigliano

    Il weekend di metà gennaio ha regalato il ritorno in campo di tutte le squadre del settore giovanile del Volley Savigliano, dalla Serie D all’Under 13. Non sono mancati i sorrisi, ma soprattutto i segnali di crescita, anche da parte dei gruppi più giovani.

    Nell’ottava giornata del campionato di Serie D, la Banca Crs Volley Savigliano perde contro i torinesi del Reba Volley, cedendo in tre set. Anche se sconfitti, i saviglianesi giocano una pallavolo di buona qualità impegnando, in più di un’occasione, i più esperti avversari in azioni combattute senza sfigurare. Ora, testa alla sfida contro Ciriè, che occupa la settima posizione in classifica.

    Reba Volley-Banca Crs Volley Savigliano 3-0 (25-17, 25-16, 25-17)Banca Crs Volley Savigliano: Barale, Bonannini, Bushati, Fissolo L., Fissolo E., Gallo (L), Guiotto, Giraudo, Marassi A., Marassi M., Mina, Negro A.). Allenatore: F. Boglione; Dirigente: Sergio Fissolo.

    Prima partita del 2024 nel campionato Under 17 per la Grandacar Volley Savigliano, che fa visita alla capolista Cuneo Volley Rossa. Capitan Guiotto e compagni, dopo un inizio titubante, finiscono il primo set in crescendo, continuando poi nel set successivo disputando un parziale di buonissimo livello. Nel terzo, i saviglianesi faticano maggiormente, subendo la maggior fisicità della squadra avversaria, che si aggiudica l’intera posta in palio. Nel prossimo weekend, un altro big-match, questa volta contro Revolution Asti, seconda.

    Lab Travel Cuneo Volley Rossa-Grandacar Volley Savigliano 3-0 (25-13, 25-23, 25-14)Grandacar Volley Savigliano: Aloe, Barale, Bushati, Fissolo L., Fissolo E., Gallo, Giraudo, Guiotto, Marassi, Mina, Negro A., Negro F., Uka, Zemzami. Allenatore: F. Boglione; Dirigente: Sergio Fissolo.

    Bella vittoria in Under 15 per il Bellino Arredamenti, che riprende il campionato con una meritata vittoria in casa contro il VBC Mondovì, diretta inseguitrice. Savigliano gioca una bella pallavolo nei primi due set, poi nel terzo cala l’attenzione, subito ritrovata nel quarto, in cui i biancoblu s’impongono e conquistano l’intera posta in palio. Un successo che pesa e che consente ai saviglianesi di consolidare il terzo posto, proprio prima del turno di riposo.

    Bellino Arredamenti Volley Savigliano-Vbc Mondovì 3-1 (25-19, 25-12, 27-29, 25-12)Bellino Arredamenti Volley Savigliano: Abrate, Ambrogio, Mina, Marassi, Mollo, Fissolo, Mondino, Fantino, Uka, Negro, Ruatta, Balsamo, Ferrero, Lacorte. Allenatore: Sankara; Dirigente: Mollo.

    Nel weekend è andata in scena anche la terza giornata del campionato Under 13 3×3 ad Alba, con tutte le formazioni saviglianesi impegnate. Nel complesso, buone le sensazioni dei coach, con i più esperti della Curti & Saffirio che vincono entrambe le partite con Mercatò Alba Verde e Rossa mantenendo le prime posizioni della classifica generale. La Cierre vince contro la Mercatò Alba Verde e perde con la Rossa, mettendo in mostra una buona pallavolo. Non riescono a fare punti i giovanissimi della Carrozzeria Longo, ma i miglioramenti sono evidenti e continuando con impegno e costanza ad allenarsi potranno incrementare. Il prossimo concentramento sarà casalingo: domenica 21 gennaio a Savigliano.

    Curti & Saffirio: Cambiano, Isoardi, Novaresio, Catanzariti, Assalve, Pirra.Cierre Ferramenta: Bosio, Canea, Gosmar, D’Amelio, Sarzotto.Carrozzeria Longo: Balestrone, Dellerba, Fornaro, Milani, Pignatelli.Allenatori Caula, Dimitri.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    D maschile, Volley SangioPode parte con il piede giusto: superato Montebello 3-1

    La formazione di coach Franco Corraro sconfigge il team reggiano e mantiene la seconda posizione in classifica del girone A.

    La squadra di casa vince i primi due set, nel terzo accusa una pausa permettendo al Montebello di rientrare in partita ma nel quarto il Volley Sangiopode entra in campo un atteggiamento diverso, giocando un set perfetto che non ha dato scampo alle avversarie, costringendole ad alzare bandiera bianca.

    “E’ stata una bellissima vittoria – commenta coach Franco Corraro –, importante per mantenere il secondo posto ma soprattutto per l’autostima delle ragazze che da Natale si allenano a ranghi ridotti tra influenze e infortuni. Nonostante le assenze, tutte hanno dato un forte contributo a questo risultato. Hanno giocato da squadra con la ‘S’ maiuscola aiutandosi in campo e superando insieme i momenti di difficoltà per merito di una squadra avversaria esperta che però sono state messe in difficoltà da un nostro muro/difesa attento, battute sugli obiettivi condivisi in settimana e varietà di gioco che ha tolto al Montebello tanta sicurezza e punti di riferimento”.

    Tre punti di platino per il Volley SangioPode in vista del derby piacentino contro l’Rm Volley, quinto in classifica. Appuntamento venerdì 19 gennaio, ore 21.15, presso la palestra comunale di Podenzano.

    Volley Sangio Pode-Us Montebello 3-1 (25-23, 25-19, 20-25, 25-11)Volley SangioPode: Fanzini, Di Cintio, Milosevic, Montuori (L), Barti, Cappellini, Orsi, Ordiano, Pighi (L), Villa, Boaron, Lupo, Benassi. All. Corraro.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    D maschile, “NVP & Mater” vince la Coppa Puglia

    Nello scorso weekend pasquale la preziosa linea verde della Materdominivolley.it Castellana Grotte, in partnership con l’ASD Fenix Monopoli e la New Volley Polignano (entrambi club del territorio provinciale impegnati parimenti nella promozione della pallavolo giovanile), ha conseguito il primo importante risultato stagionale con la Coppa Puglia di serie D.

    Come noto ad inizio anno sportivo il club castellanese, nell’ottica della valorizzazione del volley giovanile, ha stretto una sinergia sportiva con i due sodalizi limitrofi che ha portato lo scorso 8 Aprile la compagine “N.V.P. & Mater” a trionfare nel torneo FIPAV. La formazione guidata in campo da mister Nicola Matera, arricchita con numerosi talenti cresciuti nel vivaio Mater, si è quindi resa protagonista a Monopoli (sede delle final four federali organizzate dalla N.V.P. in collaborazione con l’ASD Fenix Monopoli) di una brillante prestazione ai danni dell’Alberobello, 3-1 (20-25; 25-17; 25-20; 25-16).

    Nell’occasione è stato presente anche il presidente gialloblù Michele Miccolis che ha ringraziato i dirigenti di Monopoli e Polignano per aver creduto nel progetto e per aver accordato fiducia alla Mater che ha allargato così la sua rete di contatti a presidio sinergico del territorio.

    (Fonte: comunicato stampa Materdomini Volley) LEGGI TUTTO

  • in

    D maschile: Roma si prende la Coppa Lazio, Latina sconfitta al tie break

    La vera notizia di questo sabato pre-pasquale è che la CG Insurance Lions Volley Latina ha perso!!! Ebbene si, dopo trentasei vittorie consecutive e una promozione già in tasca, alla trentasettesima partita la squadra pontina ha ceduto il passo in finale di Coppa Lazio alla Green Volley Roma, che meritatamente ha avuto la meglio sui ragazzi di Latina per 2-3.

    Alla luce del risultato e nell’economia dell’intero match, hanno pesato molto i troppi errori (53!) commessi dai ragazzi di coach Feragnoli e la maggiore esperienza della formazione romana, che ha saputo gestire meglio alcune situazioni complicate, anche se nei vari fondamentali, la Lions ha avuto numeri maggiori.

    In avvio di gara molto equilibrio, poi i romani hanno preso un paio di break di vantaggio e li hanno mantenuti per tutto il parziale, con i pontini visibilmente molto contratti e forse carichi di emozione, tanto che il set è filato via a favore di Green Volley, chiuso 19-25.

    Secondo set e partenza ancora a favore dei romani, 6-8, ma scioltisi definitivamente i pontini hanno iniziato a giocare come sanno e in breve hanno trovato punti e sorpasso, 12-11, per poi allungare con Montini e Troiani tra i protagonisti. I romani seppur indietro nel punteggio, hanno provatoa reagire ma una nuova definitiva accelerata Lions ha chiuso il set sul 25-17.

    Il terzo set è stato quello più intenso e carico di emozioni, partenza forte Lions, Green Volley iniziava a sbagliare specie in ricezione, 8-5 e 12-5 per i pontini in un attimo, grazie al lungo turno al servizio di Troiani, ma proprio quando sembrava che il set fosse incanalato in una facile vittoria neroarancio, c’è stata la reazione romana che ha piazzato un parziale shock di 10-2, trovando il sorpasso 15-14. Da qui in poi è iniziata un’altra partita, giocata punto su punto con i romani sopra di due, 19-21. I muri consecutivi di Crotti hanno segnato il pareggio sul 24-24, poi un attacco di Carolla e un errore dei romani hanno dato il set ai Lions, 26-24.

    Nel quarto set migliore la partenza dei romani, 5-8 e 7-12 grazie ai punti di Palmeri e di un immarcabile Buttari al centro. Lions in sofferenza ma aggrappata agli avversari, ha reagito e trovato il sorpasso sul 17-15 con i muri in sequenza del regista Feragnoli e successivo 21-20. Gli ultimi scambi sono stati davvero infuocati e carichi di tensione con i pontini che hanno reso gioco facile agli avversari con qualche errore di troppo, consentendo loro di vincere 22-25 e rimandare il tutto al quinto set.

    Tiebreak, il primo giocato dai pontini in due anni, dove la Lions non è mai stata una vera protagonista. 5-8 Green Volley al cambio campo, Buttari ha continuato a bucare la difesa neroarancio, servito con precisione e puntualità da un regolare De Santis. A lui si è aggiunto un ritrovato Focarelli che ha allungato il gap tra le due formazioni. Ancora qualche errore in casa Lions e un muro out finale ha decretato il 9-15 finale, consegnando la Coppa Lazio al Green Volley.

    Pallavolo Maschile – Serie D – Coppa Lazio 2023

    CG Insurance Lions Volley Latina – Green Volley Roma 2 – 3 (19-25, 25-17, 26-24, 22-25, 9-15)

    CG Insurance Lions Volley Latina : Gassani, Feragnoli 4, Carolla 15, Margagliano 11, Montini 14, Troiani 11, Casillo, Crotti 10, Barbero 3, Toffolon, Ajola, Di Veroli (L1). n.e. Guadagnino, Pietragalla (L2). 1° all. Feragnoli, 2° all. Bagnara. Green Volley Roma: Stipa, Paternesi 8, Tranzillo 2, Buttari 16, Fazi 2, Corrente 2, De Santis 2, Gianserra 2, Palmeri 16, Focarelli 16, Nicodemo (L1). n.e. Giordano, Sbroglia, Mancarella (L2). All. Santoli. Arbitri: Pescatore, Palma. Lions Volley Latina: Bv 9, Bs 13, M 21 Green Volley: Bv 2, Bs 9, M 7 Durata set: ’27, ’24, ’35, ’26, ‘16.

    (Fonte: comunicato stampa CG Insurance Lions Volley Latina) LEGGI TUTTO

  • in

    Per i Lions Latina c’è la finale di Coppa Lazio

    Neanche il tempo di festeggiare la strameritata promozione in Serie C, che per la CG Insurance Lions Volley Latina si presenta un altro importante appuntamento della stagione. La Finale di Coppa Lazio di Serie D che sabato prossimo, a Frascati, la vedrà opposta alla Green Volley Roma.

    E’ sicuramente la finale più giusta e alla vigilia quella più pronosticata, tra le due formazioni più forti a livello regionale della categoria. Entrambe guidano le classifiche dei due rispettivi gironi e l’augurio è che diano vita ad una gara di assoluto livello.

    I neroarancio pontini arrivano a questa finale dopo aver battuto nelle due semifinali giocate la Ascor-egan Roma, vincendo entrambi gli incontri (3-0 e 3-1). I romani, anche loro vincenti nel doppio confronto con la Volley School Genzano (doppio 3-1).

    Probabilmente la Green Volley arriva in condizioni, almeno mentali, più favorevoli rispetto ai Lions, in quanto ancora in lotta per il salto di categoria, impegnata in un testa a testa nel proprio girone. I ragazzi di coach Feragnoli da tempo avevano “ammazzato” il campionato del proprio raggruppamento e aspettavano solo la matematica, visto l’enorme vantaggio a loro favore rispetto alle dirette inseguitrici.

    Ma ovviamente questa è solamente un’ipotesi. La finale, in quanto partita secca, non tiene conto di questi fattori. Stimoli e cariche agonistiche vengono da soli e siamo certi che ogni ragazzo che scenderà in campo darà il massimo per i propri colori.

    Intanto in palestra il lavoro dei pontini prosegue con regolarità. Messi un attimo da parte i festeggiamenti per la promozione, ora la testa è solo rivolta a sabato. Il tecnico pontino, recuperato qualche elemento, si avvicina all’evento con il roster al completo. La squadra sarà seguita nella cittadina dei castelli romani sempre da un folto numero di sostenitori, onnipresenti in ogni impegno dei ragazzi.

    (Fonte: comunicato stampa Volley Lions Latina) LEGGI TUTTO

  • in

    M&G Grottazzolina: volano le Prime Divisioni, eliminate le due Serie D

    Altra settimana “double face” per le portacolori della M&G Grottazzolina nei campionati di serie: volano le due Prime Divisioni, mentre cadono le Serie D, che escono definitivamente dai Playoff Promozione. Sul primo fronte, i ragazzi della Videx Santoni trionfano contro la Don Celso Fermo e la Metalstrade Azzurra Volley Academy blindando la qualificazione alle semifinali play off e bypassando i quarti, mentre le ragazze della Vastes Grotta 50 infilano la quarta vittoria consecutiva per 3-0, battendo Offida, salendo al 4° posto in graduatoria.

    Cadono invece le due Serie D, che escono definitivamente ai quarti di finale: la Renew Asfalti Montegiorgio Volley viene sconfitta, con un doppio 0-3, dalla Daphne Real Bottega Volley, mentre la Videx Grottazzolina ribalta lo 0-3 dell’andata vincendo il ritorno con il massimo scarto, ma cade 10-15 nella lotteria del Golden Set lasciando così la qualificazione alla Don Celso Fermo.

    Foto M&G Scuola Pallavolo

    Quarta vittoria consecutiva in Prima Divisione per la Vastes Grotta 50 che strapazza con un netto 3-0 la Ciù Ciù Offida; un match senza storia, quello giocato a Piane di Montegiorgio, con le ragazze guidate eccezionalmente da Roberto Tegazi (Alessandro Lorenzoni era impegnato con la Serie D Maschile in quel di Vallefoglia) coadiuvato da Serena Moscati, che hanno dominato letteralmente la sfida conquistando i tre punti, che la tengono ancora in corsa per il terzo posto, in appena 75 minuti di gioco.

    Coach Roberto Tegazi schiera in avvio Eugenia Diomedi in cabina di regia opposta ad Alessandra Tacchetti, Alina Kovalyshyn ed Aurora Ilari schiacciatrici ricevitrici, Anna Kovalyshyn ed Alice Fagiani al centro, Giorgia Mercuri nel ruolo di libero. Offida inizia bene la sfida portandosi avanti 1-3 ma Grotta fa capire subito alle avversarie le proprie intenzioni: in un attimo le padrone di casa agguantano il 3-3 e poi sfruttano i turni al servizio di Alina Kovalyshyn ed Alice Fagiani per scappare via sul 12-7; la Ciù Ciù recupera un paio di lunghezze (12-9) ma, sul 13-10, il nuovo tentativo della Vastes va a buon fine con le ragazze di Tegazi che se ne vanno sul 17-10 proseguendo la loro marcia fino al 25-18 che pone fine alla frazione di apertura.

    Al cambio di campo la nuova progressione di Grottazzolina è devastante: le padrone di casa sfruttano il servizio di Aurora Ilari per scappare subito sul 5-0 riuscendo poi anche ad allungare sull’8-2; Offida prova a reagire recuperando fino al -1 (8-7) ma la nuova brusca accelerazione della Vastes apre letteralmente una voragine (16-9). Le offidane si prodigano a provare a ricucire lo strappo (20-18) ma altri tre punti consecutivi fan volare le padrone di casa verso il 23-18, vantaggio che permette loro di aggiudicarsi il secondo parziale con il punteggio di 25-21.

    Sulle ali dell’entusiasmo la Vastes parte spedita nel terzo periodo (8-2) ma ancora una volta la Ciù Ciù reagisce ed accorcia portandosi sul -1 (8-7); Grotta vede vicino un nuovo trionfo e non intende dare spazio alle ospiti quindi con un nuovo break di 4 punti consecutivi volano dritte verso sul 14-8. La fuga è quella decisiva, Offida riesce a rimanere sul -6 senza diminuire mai il gap e, sul 21-15, Grottazzolina infila le ultime 4 conclusioni vincenti che chiudono il set 25-15 e fan partire la festa per un’altra importantissima vittoria.

    Vastes Grotta 50-Ciù Ciù Offida Volley 3-0 (25-18, 25-21, 25-15)Vastes Grotta 50: Ilari, Tacchetti, Fagiani, Kovalyshyn Al., Kovalyshyn An., Diomedi, Sobrini, Carnevali, Tamanti, Mercuri (L). All. Tegazi All2. Moscati.Ciù Ciù Offida Volley: Lucciarini, D’Angelo, Marinucci, Tanzi, Vita, Nespeca, Fioravanti Mart., Citeroni V., Guidotti (L). All. Citeroni G. All2. Fiovavanti Mari.Arbitro: Armando Buccolini.

    Non riesce il miracolo alla Renew Asfalti Montegiorgio Volley, che esce ai Quarti di Finale dei Playoff Promozione di Serie D maschile, superata dalla Daphne Real Bottega Volley per 3-0. Nei primi due set i montegiorgesi provano a rendere la vita difficile ai padroni di casa che, una volta conquistata la qualificazione al turno successivo, dilagano nel terzo chiudendo la sfida con il massimo scarto.

    Coach Alessandro Lorenzoni schiera in avvio Claudio Silenzi al palleggio opposto a Michele Del Rosso, Ettore Baldoncini e Diego Panicciari in banda, Alfonso Penna e Matteo Catalini al centro, Diego Petracci nel ruolo di libero.

    Botta e risposta nella fase iniziale tra le due formazioni con Bottega che si porta subito avanti 3-1 rimontata però da Montegiorgio che passa a condurre 3-4; gli ospiti provano ad aumentare leggermente il vantaggio (9-11) che dura però fino al 13-15 quando un break di 4 punti consecutivi porta avanti la Daphne Real Bottega 17-15 con la stessa squadra di casa che poi apre un divario importante agguantando il 24-18. La Renew Asfalti annulla ben tre set points ma alla quarta occasione i locali si aggiudicano il parziale di apertura con il punteggio di 25-21.

    Al cambio di campo i ragazzi di Lorenzoni provano ancora a mettere il muso avanti (6-8) ma è un altro break, stavolta di 5 punti consecutivi, a permettere a Bottega di invertire la tendenza del set (11-8); i montegiorgesi lottano su ogni pallone ed accorciano le distanze fino al -1 (17-16) quando la Daphne Real Bottega compie un’improvvisa accelerazione che la catapulta prima sul 22-17 e poi sul 25-20 che vale il doppio vantaggio.

    A qualificazione ormai ottenuta, la terza frazione diventa una passerella per i padroni di casa che, dopo un iniziale equilibrio (7-7) vanno letteralmente in fuga sul 15-7 aumentando continuamente il divario fino al 25-13 che chiude la gara sul 3-0.

    Si chiude qui una stagione comunque positiva per la Renew Asfalti Montegiorgio Volley, che ha dato la possibilità a numerosi giovani di crescere attorno a diversi “senatori” che hanno fatto loro da chioccia; un vanto è stato riuscire a qualificarsi alla Poule Promozione, riservata alle prime due formazioni di ogni raggruppamento, e di conseguenza anche ai Playoff, anche se è mancata nella seconda fase di stagione quella continuità che avrebbe potuto far togliere qualche soddisfazione in più.

    Daphne Real Bottega Volley-Renew Asfalti Montegiorgio Volley 3-0 (25-21, 25-20, 25-13)Daphne Real Bottega Volley: Ceccolini, Conti, Zazzeroni, Santini, Galeazzi, Tulipani, Ugoccioni, Pulzoni, Sanchi, Cipolletta (L1), Toccaceli (L2). All. Pedini All2. Sardella.Renew Asfalti Montegiorgio Volley: Del Rosso, Penna, Luchetti, Catalini, Celanji, Silenzi, Arbusti, Baldoncini, Concetti, Panicciari, Petracci (L). All. Lorenzoni.Arbitro: Alice Ferri.

    Inizia veramente al top la seconda fase del campionato di Prima Divisione maschile per la Videx Santoni che si sbarazza, con un nettissimo 3-0, della Don Celso Fermo; due set, il primo ed il terzo, perfettamente condotti dai grottesi che poi son stati chiamati ad una straordinaria rimonta nel secondo, erano sotto 4-11, che ha permesso loro di conquistare tre preziosissimi punti per la propria classifica.

    Coach Federico Ferrini schiera in avvio Diego Luciani in cabina di regia opposto a Tommaso Moretti, Lorenzo Sabini e Davide Lorenzoni sono i due schiacciatori ricevitori, Yassine Aitbouno e Martino Ubaldi i due centrali, Ludovico Cacchiarelli il libero.

    Parte fortissimo la Videx Santoni ed i protagonisti di inizio gara sono due, naturalmente supportati dal resto della squadra: uno è Sabini che firma 5 dei primi 7 punti grottesi (7-3) e l’altro è Aitbouno che, grazie ad un muro e ad una veloce al centro, conduce i suoi compagni verso l’11-4; la Don Celso prova a riavvicinarsi con un muro di De Santis (12-7) ma ci pensano Lorenzoni e Moretti a tenere a distanza gli avversari (15-10). L’ace di Lorenzoni vale il +7 (17-10) ma, dall’altra parte del campo, quello di Sarzana tiene vive ancora le speranze di Fermo (19-13); è ancora Lorenzoni, dal quattro, a spingere Grotta verso il 23-15 ma, ad un tratto, si spegne la luce nel quadrato di casa e tre errori consecutivi del grottesi consentono alla Don Celso di rifarsi sotto 23-19. Aitbouno, a muro, sblocca la situazione (24-19) mentre Moretti pone fine alla frazione di apertura che si conclude con il punteggio di 25-21.

    Al cambio di campo ad iniziare meglio è Fermo che sfrutta due aces di Quondamatteo ed un attacco di Sarzana per portarsi sullo 0-4; ancora diversi errori in casa Videx Santoni permettono agli ospiti di prendere il largo (4-11) ma finalmente, sul turno al servizio di Lorenzoni, Grotta si sblocca ed inizia il suo cammino infermabile: lo schiacciatore grottese, infatti, infila ben tre aces e supportato dalle conclusioni vincenti di Moretti e Sabini riporta addirittura la Videx Santoni avanti di due lunghezze (15-13). I padroni di casa, una volta lanciati, non si fermano più: Sabini sigla il 18-14, l’ace di Belleggia vale il 20-14 mentre 4 conclusioni vincenti di Moretti regalano a Grottazzolina il doppio vantaggio nel computo dei set (25-21).

    Sulle ali dell’entusiasmo, dopo un piccolo equilibrio durato fino al 6-6, il tocco di seconda di Luciani e l’attacco di Moretti danno il +2 alla Videx Santoni (8-6) che poi aumenta il vantaggio ancora con il servizio vincente di Lorenzoni (mai digerito dai fermani) ed un’altra conclusione di Moretti (12-8); lo stesso opposto grottese dà il via alla fuga dei padroni di casa (17-11) che arrivano sul 19-13 grazie al punto di Mecozzi. Coach Ferrini dà spazio a questo punto a quasi tutta la rosa a sua disposizione: Sarzana e Antolloni provano a riportare sotto Fermo (19-16) ma l’ace di Luciani (21-16) rilancia la Videx Santoni che allunga ulteriormente sul 23-17 (attacco di Moretti) sfruttando poi due errori di Sarzana per andare a vincere sia il set 25-17 che il match con il netto risultato di 3-0.

    Videx Santoni-Don Celso Opsottica 3-0 (25-21, 25-21, 25-18)Videx Santoni: Aitbouno 5, Lorenzoni 10, Moretti 17, Sabini 11, Belleggia 1, Luciani 2, Ciocan ne, Sandroni, Pieroni, Mecozzi 2, Ubaldi 1, Cacchiarelli (L). All. Ferrini.Don Celso Opsottica: Antolloni 2, Pieroni 1, Lantermo 4, Salvatori ne, Sarzana 10, Tocchetto ne, De Santis 3, Catalini ne, Postacchini 1, Quondamatteo 3, Palazzani ne, Mele (L1), Marchetti (L2). All. Luciani All2. Bambozzi.Arbitro: Nazzareno Perozzi.

    Gran partita per la Videx Grottazzolina di Serie D femminile che ribalta lo 0-3 subito a Fermo, vincendo con il massimo scarto la sfida di ritorno, ma poi deve cedere il passo al Golden Set, perso 10-15, alla Don Celso Fermo, che guadagna così la qualificazione alle semifinali facendo terminare anzitempo la stagione ai grottesi.

    Coach Francesco Pison schiera Andrea Romiti in cabina di regia, Mattia “Paz” Minnoni nel ruolo di opposto, Mattia Leli ed Edoardo Vecchi sono i due schiacciatori ricettori, Francesco Giannessi e Martino Ubaldi i due centrali, Diego Foresi il libero.

    Parte forte la Videx, sospinta da un bello e rumoroso tifo degno della Serie A (oltre un centinaio i tifosi presenti sugli spalti del PalaGrotta); il protagonista iniziale è Leli che sigla 4 dei primi 6 punti dei suoi portando così i padroni di casa sul 6-2. Due attacchi di Vecchi ed un ace di Romiti confezionano il +5 (10-5) ma il derby è acceso, Fermo non molla ed accorcia sul -3 grazie a Tofoni (14-11); la diagonale stretta di Vecchi ed il muro di Ubaldi spingono Grotta sul 18-12, Minnoni certifica il +6 (23-17) mentre il primo tempo di Giannessi pone fine al parziale di apertura terminato sul punteggio di 25-19.

    Al cambio di campo il derby si fa ancora più acceso, vista l’altissima posta in palio: Minnoni sfrutta la scia dell’entusiasmo per piazzare il 3-1 mentre due errori dei fermani regalano ai grottesi il 5-1; l’attacco di Vita ed il muro di Bambozzi è una boccata d’ossigeno per gli ospiti (6-5) che però commettono un paio di errori rilanciando la Videx verso il 10-5. I grottesi rendono per ben tre volte il favore  (12-10) con Tofoni che sigla il 12-11 costringendo coach Pison a chiamare il timeout; Ubaldi va in battuta con la freddezza di un veterano e trova l’ace del 17-13, Giannessi e Leli firmano il nuovo +5 (20-15) mentre tre errori dei fermani regalano a Grottazzolina il doppio vantaggio nel computo dei set (25-16).

    Nel terzo periodo c’è molto equilibrio nella fase iniziale con Romiti che si affida a tutti i suoi attaccanti mentre Bambozzi trova i punti per i suoi quasi esclusivamente da Santarelli (10-10); Minnoni e Vecchi picchiano duro e fan volare i propri compagni sul +4 (16-12) e poi ci pensa ancora Super Minnoni (8 punti in questo parziale) a regalare a Grotta il +5 (20-15). Vita prova ad accorciare le distanze (20-17) ma i padroni di casa innestano il turbo e vanno a vincere il set 25-19 prolungando la gara al Golden Set.

    L’ultimo set, quello più importante, inizia malissimo per la Videx: l’ace di Gubbiotti vale il primo vantaggio per la Don Celso (3-4) che poi guadagna il 3-6 grazie a due conclusioni vincenti del solito Santarelli; il pubblico del PalaGrotta spinge i propri ragazzi che, al rientro dal timeout chiamato da coach Pison, infilano due punti consecutivi che portano la firma di Leli e Vecchi (5-6). Il tocco di seconda di Bambozzi porta Fermo al cambio di campo avanti di due (6-8) con lo stesso regista che si ripete a muro regalando ai propri compagni il 6-9; due conclusioni vincenti di Tofoni lanciano i fermani sull’8-12 con gli altrettanti punti consecutivi di Santarelli (10-15) che calano il sipario sulla stagione della Videx Grottazzolina.

    Videx Grottazzolina-Don Celso 3-0 (25-19, 25-16, 25-19) (Golden Set 10-15)Videx Grottazzolina: Tegazi, Vecchi 10, Moretti ne, Sabini ne, Romiti 2, Valentini ne, Giannessi 5, Lorenzoni ne, Leli 18, Minnoni 14, Ubaldi 2, Foresi (L1), Cacchiarelli (L2) ne. All. Pison.Don Celso: Bagnato 2, Flaiani L. ne, Nasini 3, Gubbiotti 1, Romani, Tofoni 8, Bambozzi 7, Flaiani F. ne, Quondamatteo ne, Santarelli 16, Vita 6, Luzi (L1), Marchetti (L2). All. MarzialiArbitro: Germano Fratoni.

    A 72 ore di distanza torna in campo la Videx Santoni per recuperare la prima giornata della seconda fase del campionato di Prima Divisione. Avversario la Metalstrade Azzurra Volley Academy protagonista, insieme alla squadra grottese, di due meravigliose battaglie in Regular Season; non è da meno questa partita, vinta dai ragazzi di coach Roberto Romiti, che ha regalato molte emozioni con i primi due set decisi dai padroni di casa per un solo pallone, il terzo dominato dagli ospiti prima che la Videx Santoni portasse a casa il quarto aggiudicandosi i tre punti in palio.

    Coach Roberto Romiti schiera in avvio Diego Luciani al palleggio, Tommaso Moretti nella sua diagonale, Davide Lorenzoni e Lorenzo Sabini in banda, Martino Ubaldi e Yassine Aitbouno al centro, Ludovico Cacchiarelli nel ruolo di libero.

    Sprint iniziale della Metalstrade che sfrutta la partenza rallentata della Videx Santoni per portarsi sul 3-8; gli ospiti raggiungono anche il +6 (8-14) prima del turno al servizio di Lorenzoni che rimette le cose a posto e, soprattutto, il punteggio in perfetta parità (14-14). L’Azzurra prova ancora una volta ad andare in fuga (15-18) ma viene ripresa proprio in dirittura d’arrivo quando i grottesi impattano gli avversari a quota 23 per infilare poi due punti consecutivi che valgono il 25-23.

    Al cambio di campo la Videx Santoni, sulla scia dell’entusiasmo dopo il recupero del set precedente, prova subito ad allungare (7-5) ma viene ripresa dagli avversari a quota 8; il turno dai nove metri di Luciani fa volare Grottazzolina sul 13-8 ma gli ospiti non hanno intenzione di mollare e si mettono lì a recuperare punto su punto fino ad addirittura ribaltare la situazione passando a condurre 22-23. Nel rush finale Grotta non vuole essere da meno e trova un break di tre punti consecutivi che valgono il nuovo 25-23 ed il doppio vantaggio nel computo dei set.

    Nel terzo periodo cala il buio per i grottesi che rimangono totalmente fermi facendo scappare via gli avversari che ne approfittano per andare in fuga sull’1-12; coach Romiti prova a cambiare le carte in tavola ma le varie sostituzioni non sortiscono l’effetto sperato e così la Metalstrade va ad aggiudicarsi il parziale con un nettissimo 9-25 riaprendo così l’incontro.

    La scoppola fa benissimo ai padroni di casa che ripartono nel set successivo con più decisione e determinazione guadagnando immediatamente il 4-0; Grotta aumenta il divario firmando prima il 9-3 e poi il 12-5 con l’Azzurra che mette in campo tutte le sue forze per recuperare il gap riuscendoci però solo parzialmente arrivando fino al -3 (21-18). Si arriva così al rush finale dove i padroni di casa dimostrano di non avere proprio l’intenzione di prolungare ancora di più la sfida e piazzano pertanto un break di 4 punti consecutivi che pone fine al set, con il punteggio di 25-18, ma anche al match con il risultato di 3-1.

    Videx Santoni-Metalstrade Azzurra Volley Academy 3-1 (25-23, 25-23, 9-25, 25-18)Videx Santoni: Aitbouno, Lorenzoni, Moretti, Sabini, Luciani, Sandroni, Pieroni, Mecozzi, Minnozzi, Ubaldi, Cacchiarelli (L). All. Romiti.Metalstrade Azzurra Volley Academy: Andrenacci, Gobbi, Capezzani, Cegna, Perticarini, Beleggia, Paciotti, Papini, Angelini, Ferri, Valentini (L1), Gargiulo (L2). All. Ortenzi All2. Scorolli.Arbitro: Nazzareno Perozzi.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO