consigliato per te

  • in

    La missione di coach Poletto: «Un volley di qualità, che catturi il pubblico»

    «Il gruppo ha una grande voglia di rivincita. Ognuno dei singoli atleti sente il desiderio di dimostrare il proprio valore in un contesto nuovo». Coach Diego Poletto fotografa la sua nuova “creatura”: la Da Rold Logistics Belluno versione 2021-2022. Ma, soprattutto, versione Serie A3 Credem Banca. Dopo la cavalcata in B, arricchita da 15 successi in 16 partite disputate, cambiano gli interpreti, cambia il contesto, cambiano gli obiettivi. 
    VOLLEY DI QUALITÀ – «Obiettivi che però non devo dare io – argomenta il tecnico – bensì la società. A livello personale, posso aggiungere che abbiamo l’ambizione di produrre un gioco qualitativamente di livello, capace di catturare il pubblico e di competere con tutte le compagini di A3: sia con quelle più strutturate, sia con le neopromosse. Vorremmo toglierci delle soddisfazioni, per poi condurre in porto un bottino che ci permetta di guardare qualcuno “sotto di noi” in classifica». L’aria è frizzante, il clima sereno: «Non sarà un campionato semplice, lo sappiamo. Con tre retrocessioni, ci aspetta una lotta abbastanza serrata per poter guadagnare delle posizioni. Ma siamo pronti ad affrontare la nuova sfida». 
    MECCANISMI – La rosa è cambiata in maniera importante: «Cosa che non spaventa. Anzi, stimola. Avevamo dei meccanismi di pallavolo rodati ed efficaci. Tuttavia è chiaro che, con il passaggio di categoria, dovevamo adeguarci a un altro livello. Non solo in termini di gioco, ma nella possibilità di allenarci di più. Sarebbe stato impossibile affrontare un simile campionato con una squadra di soli lavoratori». 
    STRANIERO – L’organico è definito, anche se durante la stagione non è esclusa la possibilità di intervenire con piccole modifiche. Per esempio in caso di infortuni: «La Serie A prevede dei meccanismi diversi, con la riapertura del mercato e la possibilità di inserire un tassello che, ad oggi, non abbiamo mai preso in considerazione: quella legata a uno straniero. Tuttavia, questa è la nostra squadra: la squadra in cui crediamo».  LEGGI TUTTO

  • in

    Inizia la nuova avventura della Med Store Tunit

    Ieri la squadra si è ritrovata al Banca Macerata Forum per il primo allenamento della stagione 2021/2022. Agli ordini del coach Adriano Di Pinto, un gruppo formato da una solida ossatura, a partire dal campione Dennis e da veterani biancorossi come Gabbanelli, più giovani come Ferri e Margutti che nella passata stagione si sono dimostrati all’altezza della categoria. A questa base importante sono stati aggiunti nuovi innesti, seguendo sempre la strategia di unire giovani di grande potenziale a giocatori di sicuro rendimento. C’era tanta voglia di tornare in campo, conoscersi e cominciare a prepararsi in vista di un nuovo campionato di Serie A3. Tutta la Med Store Tunit Macerata ha voglia vivere un’altra grande stagione di volley, sperando in un ritorno del pubblico che possa riempire il palazzetto ed entusiasmarsi insieme alla squadra.
    Il coach Adriano Di Pinto parla innanzi tutto del gruppo, “Sono contento della conferma dei nostri giovani. Hanno scelto di sposare il progetto Med Store Tunit Macerata a conferma della loro voglia di crescere insieme alla società e che qui hanno trovato l’ambiente giusto per farlo. È un segnale importante. Al loro fianco avranno un punto di riferimento fondamentale come Angel Dennis, il nostro nuovo Capitano; accoglie l’eredità lasciata da Natale Monopoli, che in questi anni ha dato molto alla società e alla squadra. Ho visto che Dennis sta già prendendo sotto braccio i ragazzi, potrà contare sull’aiuto dei giocatori più esperti, da Gabbanelli fino ai nuovi come Robbiati”. Dennis e gli altri avranno modo di far crescere tanti giovani. “È un tratto distintivo di questa società, una scelta precisa quella di dare modo ai ragazzi di sbocciare. Quest’anno a Macerata trovano uno staff ancora migliorato e una società forte e organizzata alle spalle: è fondamentale per i giocatori respirare quest’aria di professionalità”. Come hai trovato la squadra e su cosa vi siete concentrati durante l’estate? “La partenza è ottima, abbiamo a disposizione una squadra di grande potenziale e all’altezza di una società ambiziosa. In estate ci siamo molto concentrati sul recupero dei ragazzi che stavano subendo strascichi dalla stagione precedente, come Sanfilippo e Ferri; sono in fase di recupero e serve pazienza, per questo è stata allestita una squadra con tanti potenziali titolari. Toglierà anche pressioni ai ragazzi, dandogli modo di recuperare al meglio”. La squadra c’è, l’atmosfera giusta anche, con quali obiettivi parte la stagione della Med Store Tunit Macerata? “Vogliamo confermarci tra le prime. Proteggere quanto di buono fatto lo scorso campionato, un risultato arrivato al termine di una stagione difficilissima e partita nel peggiore dei modi, ma che poi siamo riusciti a ribaltare trovando ad una meritata finale di play off. Vogliamo tornarci in finale, costruendo un percorso per arrivare alla vittoria; inizia tutto oggi, dalla preparazione, e proseguirà con le prime partite e la formazione di un gruppo unito. Sappiamo che il campionato di Serie A3 è combattuto, ci saranno diverse altre squadre a contendersi la promozione ma siamo convinti della nostra forza”.
    A salutare la nuova stagione della squadra di A3, il CEO della Med Store Tunit Stefano Parcaroli, che ha ricordato come questa società sia una grande famiglia, nella quale ha dato il benvenuto a tutti i nuovi giocatori e membri dello staff. Con lui anche Irene Croceri, Responsabile Marketing e Comunicazione per Banca Macerata, che ha ricordato l’arma in più che potrà essere il pubblico quest’anno, e il CEO di ABET TECH Alessandro Caraceni. LEGGI TUTTO

  • in

    Leo Shoes Casarano, taglio del nastro per la stagione 2021-2022

    È iniziato ufficialmente con l’odierno raduno il cammino della Leo Shoes Casarano chiamata a cimentarsi, per la prima volta nella storia del club rosso azzurro, sul prestigioso palcoscenico di un campionato di serie A.
    Atleti, staff tecnico e società si sono dati appuntamento per oggi pomeriggio, presso il palasport di C.da Pietrabianca, per tagliare il nastro ed aprire le porte ad una stagione che li vedrà protagonisti nel campionato di serie A-3. Tanti i volti nuovi, dal nazionale slovacco Micheal Petras, al palleggiatore salentino Federico Ciardo, dal siciliano Alessandro Ribecca fino al centrale Valentino Meleddu e, non per ultimi, gli schiacciatori Giovanni Scaffidi e Gabriele Parlati che si uniranno all’esperienza di Matteo Paoletti e Mirko Torsello, ad un ormai veterano Simone Baldari, ai riconfermati Francesco Pierri e Christian Peluso ed ai giovanissimi Luca Stefano e Gabriele De Micheli.
    Dopo la consegna dell’abbigliamento ufficiale e un giro di tamponi per scongiurare qualunque ipotesi di contagio e iniziare la stagione nella massima tranquillità e serenità, si è tenuto un breve scambio di saluti tra le varie componenti presenti. Il messaggio della società è stato chiaro: “Seppur ci affacciamo al prossimo campionato da matricola, è nostra ferma volontà ben figurare in ogni sfida, con il chiaro intento di uscire dal rettangolo di gioco sempre a testa alta e, possibilmente, con punti da mettere in carniere. Il primo obiettivo sarà quello della salvezza: conquistata la permanenza ci porremmo nuovi obiettivi a cui di certo non rinunceremo se dovessero risultare agguantabili“.
    Terminata la riunione, Paoletti e compagni si sono dati appuntamento alla mattinata successiva quando sosterranno il primo allenamento incentrato su un lavoro prettamente fisico e atletico da svolgersi sotto l’attenta guida dello staff tecnico rossoazzurro.
    Il primo impegno ufficiale sul taccuino di Mister Licchelli è fissato per sabato 18 settembre, quando i rossoazzurri affronteranno in amichevole l’Aurispa Libellula Lecce, ma prima ci sarà tanto da sudare per la truppa della Leo Shoes Casarano. LEGGI TUTTO

  • in

    Belluno, il nuovo capitano è Alex Paganin: «Grazie per la fiducia»

    Raccogliere l’eredità di un capitano storico come Luca Gallina non è semplice.
    Servono spalle larghe, personalità, attaccamento alla maglia e – perché no – anche la capacità di sorridere nei momenti complicati.
    Insomma, serve un profilo in linea con quello di Alex Paganin: il centrale, arrivato alla Pallavolo Belluno nella stagione 2013-2014, sarà il faro della Da Rold Logistics in vista dell’annata in Serie A3 Credem Banca: «Sono molto contento di questa nomina – afferma il ventottenne -. È un ruolo che, all’interno di un gruppo, ha una certa importanza. Contento, sì. E fiero, perché lo vedo come un attestato di stima e di fiducia da parte della società. Significa che qualcosa di buono, in passato, è stato fatto».
    Responsabilità e orgoglio si mescolano in un inizio di cammino carico di aspettative per l’ambiente dolomitico: «In ogni caso – frena il centrale – rimango il solito “Paga”. Con la stessa voglia di mettermi in gioco e le stesse motivazioni. Non saranno di certo i gradi di capitano a cambiarmi. Anche se, non lo nascondo, questa scelta mi rende davvero felice». LEGGI TUTTO

  • in

    Il Presidente Tittarelli “Pronti a vivere una stagione da protagonisti”

    La nuova avventura biancorossa è alle porte, mercoledì 1 settembre inizia ufficialmente la preparazione della Med Store Tunit Macerata con la squadra che si ritroverà per la prima volta al completo al palazzetto Banca Macerata Forum. Diversi in volti nuovi alla corte del coach Di Pinto, importanti innesti che si aggiungono al gruppo consolidato dello scorso anno. È tempo anche di presentazioni e annunci, con la squadra che parteciperà come sempre alla Festa di San Giuliano il 31 agosto e la ripartenza del settore giovanile.
    “Abbiamo lavorato bene in estate, allestendo un gruppo competitivo”, commenta il Presidente Gianluca Tittarelli, “Non possiamo nasconderci, l’obiettivo sono i play off e continuare a crescere puntando alla promozione. Siamo convinti di avere una squadra all’altezza delle aspettative, che può recitare un ruolo da protagonista nel prossimo campionato; siamo anche consapevoli di non essere da soli, la Serie A3 è molto competitiva, ci troveremo ad affrontare avversari di tutto rispetto e questa nuova stagione si annuncia come una sfida avvincente. Da parte nostra siamo soddisfatti di aver mantenuto l’ossatura del roster dello scorso anno e degli innesti mirati che garantiranno alla squadra maggiore qualità e alternative per il coach Di Pinto. Vogliamo portare sempre più in alto il nome di Macerata, c’è tanta curiosità e aspettativa per questa stagione”. Aspettativa che cresce anche per i tifosi, vista la possibilità di tornare finalmente al Banca Macerata Forum. “Speriamo di esserci lasciati alla spalle la fase peggiore dell’emergenza Covid. Il ritorno dei tifosi, seppure parziale – al momento si parla del 35% – è fondamentale per noi e tutto il movimento della pallavolo. Questo campionato sarà inoltre l’occasione per i tifosi di conoscere finalmente la Med Store Tunit Macerata, un progetto sportivo lanciato lo scorso anno ma che appunto causa pandemia è rimasto lontano dal suo pubblico. Intanto siamo lieti di partecipare alla Festa di San Giuliano, un appuntamento fisso che chiude l’estate e apre la stagione sportiva: alle 21.15 in Piazza Libertà presenteremo la Med Store Tunit Macerata alla città e ai tifosi”. Non solo la prima squadra, dopo i successi ottenuti con le attività estive della Volley Academy Macerata riparte anche il settore giovanile, “Siamo contenti di quanto fatto in estate ma ancora di più per la ripartenza ufficiale del 6 settembre. Crediamo fortemente nel nostro settore giovanile, rappresenta una risposta per i genitori che vogliono avvicinare ragazzi e ragazze ad uno sport sano come la pallavolo. Tutte le attività riprenderanno nel rispetto delle norme di sicurezza, come è sempre stato fin da quando è stato possibile riportare i giovani al palazzetto e in palestra”.
    Gli appuntamenti sono quindi per il 31 agosto in Piazza Libertà a Macerata, per la presentazione alla città della nuova Med Store Tunit 2021/2022; mentre mercoledì 1 settembre inizierà ufficialmente la preparazione della squadra e il 6 ripartiranno le attività del settore giovanile. LEGGI TUTTO

  • in

    Conferma per Garbardella nello Staff della Pallavolo Macerata

    Giovane professionista con alle spalle già diversi anni di lavoro nel mondo dello sport, è arrivato alla Med Store due anni fa e si appresta ad iniziare la terza stagione in biancorosso come fisioterapista. Andrea Garbardella si è subito ben inserito nello staff tecnico, formando una macchina perfetta con il coach Di Pinto e il resto del team, dove ha trovato la conferma anche l’osteopata Matteo Ricci. Dopo una difficile stagione, complicata dall’emergenza Covid, sta per cominciare la fase di preparazione per il nuovo campionato e lo staff tecnico della Med Store Macerata è già a lavoro per far arrivare la squadra nella forma migliore alla prima di campionato.
    “Sono molto soddisfatto per come è andata la passata stagione”, commenta il fisioterapista Andrea Garbardella, “Abbiamo gestito bene le criticità fisiche che si sono presentate; dispiace per l’infortunio di Sanfilippo ma è stato l’unico stop significativo e speriamo di poter fare altrettanto bene quest’anno, magari migliorarci ancora. Partiamo con uno staff rodato, ci conosciamo e personalmente ho un ottimo rapporto sia con il coach Di Pinto che con il preparatore atletico Paolorosso”. Lo scorso anno è stato condizionato anche dal Covid, come avete affrontato l’emergenza? “Ha sicuramente complicato il nostro lavoro sotto tutti i punti di vista. A partire dalla preparazione, che è stata vanificata ad inizio campionato e proprio quel lungo stop e la ripartenza successiva hanno causato diversi problemi nei giocatori. Più ovviamente gli strascichi dovuti alla guarigione post-Covid e i controlli; ci siamo organizzati con i tamponi e con tutte le misure necessarie per garantire la salute dei giocatori”. Si avvicina l’inizio della nuova stagione, come proseguono i preparativi? “Abbiamo iniziato a lavorare a distanza con i giocatori, soprattutto quelli nuovi. Ci siamo confrontati con loro per capire come stanno e abbiamo impostato il lavoro che possono svolgere già da casa, integrato nel percorso di preparazione che inizieranno dal 30 agosto una volta arrivati tutti a Macerata. Nel frattempo abbiamo proseguito a seguire i giocatori che erano già qui, concentrandosi soprattutto su chi doveva recuperare la forma migliore in vista della preparazione. Tra questi ovviamente Sanfilippo, che si sta riprendendo dall’infortunio dello scorso anno. Poi dal 30 inizieranno i primi test, con lo staff abbiamo già organizzato tutto per l’anno nuovo, siamo pronti e fiduciosi di poter far bene”.

    Articolo precedenteBoninfante e Porro carichi per i Mondiali U19Prossimo articoloKioene in palestra, inizia l’avventura LEGGI TUTTO

  • in

    Gabriele Grimaldi: “Sacrificio, fiducia e caparbietà alla base del sogno Serie A”

    Gabriele Grimaldi
    I grandi sacrifici portano a grandi risultati. Questo è il motto del classe ’96 Gabriele Grimaldi, che attraverso la tenacia è riuscito a ritagliarsi spazio nella squadra della sua città. Con umiltà sta continuando il proprio percorso di crescita, ed i consigli dei compagni più esperti sono sempre fondamentali per migliorarsi in ogni aspetto del gioco.
    Dalla C alla B, e poi la scalata che continua fino all’approdo in A3. Ti aspettavi che questo sogno si sarebbe concretizzato così velocemente?
    “Vorrei riavvolgere il nastro addirittura a qualche anno prima della  serie C. A 18 anni giocavo ancora a pallacanestro: non mi sarei mai aspettato di arrivare a questi livelli nel volley in così poco tempo, e proprio per questo è ancora più complesso realizzare quanto è accaduto. Ovviamente il coronamento di questo sogno è stato possibile attraverso tanto sacrificio in palestra, fiducia da parte della società, e la caparbietà di non arrendersi mai nonostante i limiti anagrafici e qualche difficoltà tecnica. Tutto ciò rende questi momenti ancora più affascinanti” .
    Il tuo percorso di crescita prosegue in maniera costante. Qual è stato il momento più bello della stagione, sia a livello personale che di squadra?
    “In primis, sono contentissimo che la stagione appena trascorsa si sia conclusa con un trionfo per tutti noi. A livello di squadra, la risposta è fin troppo semplice: il momento topico è stato il set conquistato a Palermo per la promozione in A3. Un’emozione indescrivibile. A livello personale, non posso che portare come esempio il ribaltone contro Marigliano in fase play-off,  dove ho potuto contribuire attivamente alla vittoria!”
    Tuo compagno di reparto sarà ancora Leo Lugli: quali sono le caratteristiche che gli ruberesti?
    “Sapere che anche quest’anno avrò come compagno di reparto Leo, mi ha reso davvero entusiasta. Non posso nascondere che durante la stagione sono tanti i momenti in cui ricevo consigli e supporto personale. Per quanto concerne le caratteristiche che gli ruberei, di certo qualche centimetro nel salto ma anche altri aspetti tecnici rilevanti, come la visione aerea sia a muro che in attacco”.
    Quali sono ambizioni e aspettative per questo campionato?
    “Il mister già ha anticipato le aspettative per questa nuova avventura in giro per l’Italia. Il gruppo avrà senza ombra di dubbio un valore importante,  anzi, direi perfino determinante. Più sarà coeso sia in campo che fuori, più potremo alzare l’asticella delle nostre aspettative. Personalmente, l’ambizione è quella di mantenere il livello della categoria, e contribuire attivamente al progresso e alla crescita della squadra”.
    Quanto sarebbe importante riavere il pubblico al vostro fianco?
    “Sicuramente il ruolo del pubblico non va sottovalutato, soprattutto quest’anno che affronteremo una nuova realtà. La presenza del settimo uomo in campo è componente fondamentale per raggiungere i traguardi auspicati”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Gabriel Peripolli: “Il mio obiettivo è migliorarmi, e sono pronto a mettermi a disposizione della squadra”

    Gabriel Peripolli
    Primo volto nuovo alla corte di coach Nicola Esposito. Proveniente da Lagaris Volley Rovereto, a comporre la batteria dei martelli in maglia biancoverde ci sarà il classe ’99 Gabriel Peripolli.
    Dopo le ultime 4 stagioni trascorse a Rovereto, com’è nata l’occasione di sposare il progetto Folgore?
    “In primis grazie al lavoro del mio procuratore Andrea Beltrame, poi nella decisione finale ha influito anche il forte rapporto di amicizia con Leonardo Lugli. Mi avevano già parlato bene della società, poi una lunga conversazione con il ds Ruggiero ha fugato ogni dubbio sulla bontà del progetto, la qualità del roster ed il tipo di campionato che andremo a fare”.
    Oltre al ds, avrai senz’altro sentito anche il mister ed alcuni compagni: quali sono le tue prime impressioni?“Le mie sensazioni sono molto positive. Non vedo l’ora che riprendano gli allenamenti perché ho tanta voglia di iniziare questo nuovo percorso,  lavorare sodo, e mettermi al servizio della squadra per creare un feeling sempre più forte giorno dopo giorno”.
    Per la società sarà un anno storico, visto che si tratta dell’esordio assoluto in Serie A. Quali sono invece i tuoi obiettivi personali?
    “Sicuramente migliorarmi sensibilmente, ed adeguare il mio livello a ciò che richiede la Serie A. Sono a disposizione del mister, per sfruttare tutte le occasioni che mi saranno date. Mi adatto ad ogni circostanza, e resto pronto a qualsiasi situazione come un doppio cambio, o qualche attacco da 2 senza nessun problema”.
    Sei già stato in Penisola Sorrentina? Hai già avuto modo di farti un’idea sulla piazza che ti attende?  
    “Per me è un posto completamente nuovo. Ho visto dai social tutto il calore che la piazza sa offrire, con i tifosi che sono sempre molto vicini alla squadra. Mi auguro vivamente che alla ripresa delle ostilità, potremo vedere tanta gente sulle tribune, per darci la carica giusta in ogni scambio”. LEGGI TUTTO