consigliato per te

  • in

    I premi di Lega della stagione 2020/21

    I premi di Lega della stagione 2020/21
    Atleti e addetti ai lavori protagonisti della passata stagione agonistica sotto i riflettori per l’assegnazione dei Premi di Lega 2020/21, che saranno consegnati ai protagonisti in occasione dei prossimi appuntamenti.
    Premio “Costa–Anderlini” – Miglior allenatoreRoberto Piazza (Allianz Milano) per la SuperLega Credem BancaGianluca Graziosi (Agnelli Tipiesse Bergamo) per la Serie A2 Credem BancaGiuseppe Lorizio (HRK Motta di Livenza) per la Serie A3 Credem Banca
    Premio “Gianfranco Badiali” – Miglior giocatore italiano Under 23Alessandro Michieletto (Itas Trentino) per la SuperLega Credem BancaFabrizio Gironi (Prisma Taranto) per la Serie A2 Credem BancaKristian Gamba (HRK Motta di Livenza) per la Serie A3 Credem Banca
    Premio “Ilario Toniolo” – Migliore arbitro di SuperLega Credem BancaStefano Cesare
    Premio “Cesare Massaro” – Miglior arbitro di Serie A2/A3 Credem BancaSergio Jacobacci
    Premio “Andrej Kuznetsov” – Miglior realizzatore in assolutoNimir Abdel Aziz (Itas Trentino) per la SuperLega Credem BancaFrancisco Wallyson Bezzerra Souza (Kemas Lamipel santa Croce) per la Serie A2 Credem BancaPawel Stabrawa (Aurispa Libellula Lecce) per la Serie A3 Credem Banca
    Classifiche Individuali di RendimentoMiglior ServizioJonas Bastien Baptiste Aguenier (NBV Verona)Miglior RicezioneSantiago Nicholas Danani La Fuente (Kioene Padova)Miglior SchiacciatoreWilfredo Leon (Sir Safety Conad Perugia)Miglior CentraleRobertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova)Maggior numero di AceNimir Abdel-Aziz (Itas Trentino)Maggior numero di Muri VincentiSimone Anzani (Cucine Lube Civitanova)Maggior numero di Attacchi VincentiNimir Abdel-Aziz (Itas Trentino) LEGGI TUTTO

  • in

    Partnership di qualità con il Draconerium

    Partnership di qualità con il Draconerium

    L’accoglienza di Cuneo verso gli avversari non poteva essere riposta in mani migliori.

    Prosegue l’ottima collaborazione tra il Cuneo volley e il Draconerium Hotel, sinonimo di qualità, professionalità e accoglienza d’eccezione per le squadre avversarie in trasferta. Una struttura alberghiera che grazie al ristorante all’interno fornisce un servizio ottimale, assecondando le esigenze dei team sportivi.

    « Questa è ormai una partnership consolidata, che quest’anno abbiamo voluto concretizzare con una nostra maggior partecipazione. La mia passione per la pallavolo e la dedizione all’ospitalità hanno trovato in questa collaborazione il giusto connubio. Ci piace pensare d’essere la Casa del volley, ospitando durante le stagioni sportive molti Club e realtà sparse sul territorio italiano. Il nostro staff è in continuo aggiornamento e i nostri servizi evolvono di volta in volta andando a soddisfare le esigenze della nostra clientela sportiva. Inoltre, di grande importanza sono le sinergie che si vengono a creare con altre realtà che orbitano attorno al mondo del volley» – Andrea Silvestro, titolare.

    Ai piedi delle famose Vallate Occitane del Piemonte nella Provincia di Cuneo, sorge il DRACONERIUM HOTEL, situato all’imbocco della Città di Dronero a soli 10 minuti da Cuneo e a 90 minuti dai paesaggi vitivinicoli di Langhe e Roero, Patrimonio Mondiale UNESCO. L’Hotel Draconerium, ideale punto di partenza per le Valli Maira, Grana, Varaita e Po, è un albergo di design moderno, costruito secondo i più adeguati criteri di comodità, efficienza e funzionalità, combinato ad un’ospitalità senza eguali e con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

    Stella Testa – Ufficio stampa Cuneo Volley LEGGI TUTTO

  • in

    Successo per 3-1 nel primo test con Portomaggiore

    Attacco di Filippo Vedovotto, uno dei tanti nuovi della Delta Group Porto Viro
    Una vittoria per rompere il ghiaccio. Quattro mesi dopo l’ultima gara disputata (quella che valse la promozione), la Delta Group Porto Viro torna in campo nel primo test di avvicinamento al campionato di Serie A2 Credem Banca. L’allenamento congiunto con Sa.Ma. Portomaggiore, formazione di A3 in cui militano gli ex Aprile, Dordei (assente per infortunio) e Vanini (in veste di secondo allenatore), si conclude 3-1 per i nerofucsia, che alternano lampi e black-out sul taraflex del Palasport di Porto Viro.
    Inevitabile, visto che siamo in piena preparazione e il gruppo è quasi completamente nuovo. Ma per una prima volta assoluta, e per di più contro un avversario dimostratosi di alto livello, c’è di che essere ottimisti. “Ho visto cose buone e meno buone ma è abbastanza normale sia così – commenta coach Massimo Zambonin a fine gara – La squadra è nuova, basti pensare che oggi della formazione dell’anno scorso c’era in campo solo il libero. I ragazzi sono partiti bene, attenti, hanno messo in pratica quello che stiamo provando in allenamento, mentre nel secondo parziale c’è stato un calo ed è venuta fuori Portomaggiore, che è una buona A3 secondo me. Dalla terza frazione in avanti siamo cresciuti ancora, abbiamo ruotato gli effettivi e credo che tutti si siano distinti”.
    “Sicuramente dobbiamo lavorare a muro, abbiamo preso qualche mani-out di troppo e non sempre eravamo posizionati in maniera corretta. Quando abbiamo lavorato bene in questo fondamentale, però, anche la difesa ha funzionato meglio. Mi è piaciuta la ricezione, abbiamo tenuto sempre bene, e anche al servizio, seppur con meno continuità, abbiamo fatto vedere buone cose. L’intesa in attacco la troveremo strada facendo, ci vuole tempo”.
    Tra le note liete della serata l’impatto dello schiacciatore Romolo Mariano, uno dei nuovi arrivati in casa Delta: “Direi che è stata una buona prova, abbiamo espresso il meglio di quello che potevamo fare con i carichi di lavoro attuali. Nel secondo set ci siamo bloccati su un paio di rotazioni, loro ne hanno approfittato, sono stati bravi, ma direi che come prima uscita dobbiamo ritenerci soddisfatti della prestazione”.
    La cronaca. La Delta Group di Massimo Zambonin si presenta al via con Fabroni-Bellei sulla diagonale, Mariano-Vedovotto schiacciatori, Romagnoli-Barone in posto tre, Lamprecht libero. Qualche sbavatura iniziale per la compagine di casa, Portomaggiore ne approfitta per andare avanti 5-7. Attacco su palla vagante e ace di Fabroni, Porto Viro passa al comando (12-9), poi mette le marce alte con Mariano e Bellei a sgasare da seconda linea (20-13). Prima frazione agli archivi sul 25-16, 1-0.
    Tutto invariato nella formazione nerofucsia per il secondo parziale. Avvio nel segno dell’equilibrio prima del break ferrarese che vale il 6-9. La reazione polesana si fa attendere più del previsto stavolta, dal canto suo Portomaggiore gestisce con sicurezza il cambio palla. Nonostante un paio di pregevoli stoccate di Bellei, la Delta Group deve incassare la parità: 21-25, 1-1.
    Terzo set, Gasparini in luogo di Vedovotto tra le fila portoviresi, spazio anche a Penzo come libero per la difesa. Più in palla adesso i ragazzi di Massimo Zambonin, che si staccano 11-7 sul turno in battuta di Fabroni. Proprio il capitano lascia il posto in cabina di regia a Zorzi, Portomaggiore comincia a mettere troppi errori nel conto, Mariano e Gasparini invece martellano che è un piacere: 25-18, 2-1.
    Rotazioni per la Delta Group, dentro Tiozzo, Marzolla, Vedovotto (out Mariano), confermato Zorzi in sestetto, Penzo unico libero. I padroni di casa conducono le danze fin dai primi scambi, mantenendo uno-due break di vantaggio. L’allungo decisivo sul servizio di Vedovotto (19-14), da segnalare anche lo show di Marzolla dai nove metri nel finale: 25-19, 3-1. LEGGI TUTTO

  • in

    ARASOMWAN:”CON GLI ALLENAMENTI DI CEZAR DOUGLAS CRESCIAMO GIORNO DOPO GIORNO”

    Martins Arasomwan, l’innesto nel mercato estivo, per la posizione di Centrale, rilascia alcune dichiarazioni sul primo mese di preparazione.

    Una preparazione pesante per una stagione lunga e difficoltosa. “Una preparazione tosta e lunga: stiamo bene e piano piano stiamo trovando la forma fisica”
    Due test match, due sconfitte preventivabili. Analizza i match. “I due test match sono stati una bella prova, avere la possibilità di poterci misurare con la Nazionale Under 21 ci fa capire anche in quali aspetti possiamo e dobbiamo migliorare”
    Come vedi i tuoi compagni? Con chi hai legato di più? “I miei compagni sono super disponibili. Mi fanno sentire a casa e di questo sono grato. Ci aiutiamo a vicenda e c’è un atmosfera piacevole. Sono legato con tutti”
    Lo stile di allenamento di Cezar Douglas. “Gli allenamenti con il coach sono tosti, ci insegna molto e cresciamo giorno dopo giorno. Sono entusiasta di questo”
    Le aspettative per la stagione. “Sappiamo tutti che in ogni partita dovremo lottare fino in fondo, tutti noi daremo il nostro contributo per fare grandi cose. Siamo forti, carichi, con la voglio di arrivare al massimo. Questa sarà la nostra motivazione che ci porterà in alto”

    Francesco Rossi – Ufficio Stampa LEGGI TUTTO

  • in

    Test da archiviare e ripartire subito

    Primo set non entrano subito in gara gli uomini di mister Barbiero che devono rincorrere sempre gli avversari che si portano avanti di 4 lunghezze (11-15), mantenendo il vantaggio fino alla fine del set. Inizio del secondo è più convincente, Mister Barbiero sceglie di fa entrare Armenante al posto di Milan,  i lagonegresi si portano sul 8-4 e tengono il vantaggio fino al 16 pari. Punto a punto nella parte finale del set che poi se lo aggiudicano nuovamente gli ospiti. Terzo set ancora la Rinascita in avanti, mister Barbiero cambia ancora i suoi e sceglie di far entrare al centro Biasotto. Dopo una prima fase iniziale di vantaggio Argenta e compagni si fanno raggiungere. Quarto set ancora in campo si vede Marini al posto di Di Silvestre e nuovamente Maziarz al centro  Set equilibrato nelle prime battute, poi un primo allungo degli ospiti sul 10-12 ma questa volta i lagonegresi riescono a rimettere in parità il parziale sul 16 punto. Poi ancora il finale è ad opera degli ospiti che sigillano sul 23-25. I tecnici scelgono ancora di provare le proprie formazioni per cui si gioca un quinto set che si conclude in favore dei lagonegresi sul 15-13.
    “Partita purtroppo brutta e approcciata male da tutta la squadra- spiega mister Barbiero-  non abbiamo confermato nulla di quanto di buono si era visto nelle partite precedenti, l’archivieremo sicuramente come una giornata no perché sono convinto che il livello dei giocatori non è quello visto contro l’Aversa. Dall’altra parte avevamo una squadra che è arrivata molto agguerrita, competitiva e che ha avuto gioco facile contro una Rinascita troppo molle e rinunciataria. Sono certo che è solo una battuta d’arresto e che ci riprenderemo velocemente e già sabato contro Cisterna riprenderemo a giocare con i nostri ritmi di gioco”. Sabato pomeriggio altro impegno per la Rinascita che sarà ospite della formazione di Superlega la top Volley Cisterna per un allenamento congiunto che chiuderà la quinta settimana di preparazione.

    Articolo precedenteVittoria su Cantù per 3-2 nel terzo test match! LEGGI TUTTO

  • in

    Vittoria su Cantù per 3-2 nel terzo test match!

    Un’altra vittoria questa sera per i padroni di casa dell’Agnelli Tipiesse che si aggiudicano il match per 3-2 (32-34, 25-23, 25-22, 19-25. 15-11) con ottime risposte nel punto a punto nonostante ancora molti errori e tanti dettagli da sistemare. I rossoblù sono stati superiori in attacco con il 52% contro il 48% canturino e nella ricezione positiva con il 59% contro il 49%. A muro, superiori i canturini con 10 muri punto rispetto ai padroni di casa con 9. Match combattuto già nelle prime fasi, basti vedere il primo set concluso 32-34. Padura Diaz ancora il top scorer con 22 punti, ottima prestazione di Pierotti con 19 punti.
    In campo canturino costanti l’opposto Motzo con 20 punti e l’ex Felice Sette con 14.
    Coach Graziosi:”Un test utile, in questo periodo mettere a posto i meccanismi di squadra e gruppo è fondamentale, queste partite servono a capire cosa fare, servono anche per dare spazio a ragazzi che giocano meno, ben venga dunque riuscire a fare cinque set. Il gruppo è quello della passata stagione con due innesti che sono puri agonisti, quindi questa caratteristica non ci manca. Il carico è ancora molto elevato, ma lo è per noi così come per le altre squadre e la stessa Cantù, dobbiamo essere bravi nella gestione di questo lavoro.”
    Coach Battocchio“Abbiamo ancora molte cose su cui dobbiamo crescere e stasera avevamo anche delle assenze importanti c a livello caratteriale ci possono dare qualcosa in più; trovo molto emozionante tornare qui sono rimasto innamorato di questi posti, anche perchè ho passato un anno superlativo, è stata una bella gara dal punto di vista dell’intensità, tutte e due le squadre tenevano a fare bene come è caratteristica di un derby.”
    IL MATCH
    Ottimi gli spunti questa sera per coach Graziosi che schiera nel primo set la formazione tipo con Finoli e Padura Diaz in diagonale, Terpin e Pierotti in 4, Larizza e Cargioli al centro, D’Amico Libero.
    Dall’altra parte della rete coach Battocchio manda subito in campo Coscione e Motzo in diagonale, Sette e Rota in banda, al centro Mazza e Copelli, libero Butti.
    Padura fa subito la voce grossa ma risponde bene Cantù con Motzo. Ottime battute ficcanti di Bergamo con Finoli e Terpin che mettono a segno diversi aces. Terpin mette a terra molti palloni difficili. Ancora un po’ di ruggine per i bergamaschi in ricezione che si lasciano sfuggire il primo set ai vantaggi 32-34. Nel secondo parziale Bergamo riesce a riprendere il ritmo giusto imponendosi 25-23. Cresce anche il servizio di Larizza che mette a terra ottime flottanti, e Padura ritrova continuità in attacco. Buona anche la prestazione di Cioffi che trova spazio e mette a terra il punto del 25-22 nel terzo parziale. Nel quarto set Graziosi butta nella mischia Mancin che si distingue per punti preziosi e molto tecnici. Il set però se lo aggiudica Cantù 18-25.
    Nel quinto parziale spazio a tutte le seconde linee, buone prestazioni di Mancin (3) e Baldi (3)
    AGNELLI TIPIESSE: Padura 22, Mancin 3 Cioffi 2, Abosinetti, D’Amico Libero, Cargioli 7, Finoli 4, Baldi 3, Terpin 13, Pierotti 19, Larizza 11, De Luca, De Stefani all. Graziosi
    POOL LIBERTAS CANTU’: Copelli 19, Coscione 1, Butti libero, Motzo 20, Bortolini, Sette 14, Mazza 12, Rota 7, Salvador 1, Pietroni, Princi, Rizzi Pellegrinelli, all. Battocchio LEGGI TUTTO

  • in

    Il Pool Libertas Cantù esce a testa alta dalla “maratona” contro Agnelli Tipiesse

    Allenamento Congiunto Agnelli Tipiesse Cantù
    Allenamento congiunto molto combattuto, quello appena concluso tra il Pool Libertas Cantù e Agnelli Tipiesse al PalaPozzoni di Cisano Bergamasco. I cinque set disputati hanno visto le due squadre lottare palla su palla, e a prevalere al quinto set sono stati i padroni di casa.
    Coach Matteo Battocchio parte con Manuel Coscione al palleggio, Matheus Motzo opposto, Felice Sette e Giacomo Rota schiacciatori, Riccardo Copelli e Federico Mazza centrali, e Luca Butti libero, con ingressi di Bortolini e Salvador su Rota. Nel quinto set, invece, spazio a chi ha giocato meno nei precedenti parziali.
    Primo set a strappi, con Agnelli Tipiesse che prova a scappare (11-8) e il Pool Libertas a riportarsi sotto (13-12). A quello che sembra l’allungo decisivo di Bergamo (21-17), Cantù reagisce immediatamente e porta il parziale ai vantaggi, chiusi poi con un ace di Copelli (32-34). Anche il secondo set vive di strappi e controstrappi (0-4, 8-5), la parità arriva a quota 11 per poi proseguire punto a punto fino all’allungo decisivo di Agnelli Tipiesse, che chiude 25-23. Terzo set giocato punto a punto, con Agnelli Tipiesse che prova a scappare (15-12) e il Pool Libertas ad impattare a quota 16. Altro strappo targato Bergamo (19-17), che sarà poi decisivo per la vittoria del parziale (25-22). A inizio quarto set Agnelli Tipiesse scappa subito via (5-1) ma il Pool Libertas rimonta, sorpassa e pareggia il conto set (12-14, 13-17, 15-21, 19-25). Quinto e decisivo set che parte con le squadre appaiate nel punteggio, ma lo strappo di Agnelli Tipiesse non viene ricucito, e i bergamaschi portano a casa parziale e incontro (15-11).
    Top scorer a pari merito Motzo e Copelli a quota 20 punti a testa con percentuali di attacco pari o superiori al 50%. Ulteriore progresso nel muro, con 11 punti a terra in questo fondamentale (5 per Copelli, 3 per Mazza). Stabile la ricezione, con il 32% di perfetta, e bene la battuta, con 5 ace a fronte di 17 errori.
    “Chiaramente in questo momento entrano in campo molto fattori – dice Coach Matteo Battocchio –, l’importante è che contro una squadra che per me è la più forte del campionato noi abbiamo giocato bene per quanto riguarda il nostro campo. Loro hanno ricevuto molto bene, e Finoli con palla in mano fa quello che vuole e per noi non è semplice. Noi abbiamo fatto bene per quello che riguarda quello su cui stiamo lavorando, e quindi sono molto contento. Abbiamo sofferto, e oggi era importante anche allenare l’aspetto emotivo, non mollare e rimanere attaccati alla partita”. LEGGI TUTTO

  • in

    Castellana Grotte si aggiudica l’allenamento congiunto

    Continuano i Lavori In Corso in Casa Impavida. Coach Nunzio Lanci continua a lavorare su un gruppo completamente nuovo con l’intento di plasmarlo per far prendere vita alle sue idee di gioco. Test importantissimo quello odierno, che ha visto la Moaconcept di scena a Castellana Grotte, contro la locale formazione della BCC.

    BCC che ha costruito un roster ambizioso del quale fanno parte tre ex-impavidi: il Libero Toscani e gli schiacciatori Zanettin e Fiore.

    La Moaconcept parte subito bene, spiazzando i padroni di casa che dopo essere stati in vantaggio nelle primissime battute dell’allenamento, subisce il break di Ortona, che si porta sul 9-14. Ortona prende fiducia e continua la sua marcia fino alla conquista del primo set con il punteggio di 20-25. Il secondo set vede maggiore equilibrio tra le due formazioni. I padroni di casa, tuttavia, riescono con una migliore gestione a portarsi avanti e staccare gli abruzzesi che si devono arrendere sul 25-22.

    La Moaconcept rientra in campo ma non riesce a trovare “vendetta”. Sono ancora i padroni di casa a dettare il gioco sugli ortonesi che non riescono a parare i colpi di Tiozzo & Co. Il set finirà con un solco piuttosto ampio a favore della BCC che vince 25-14.

    Formazioni rivoluzionate per il quarto Set. Entrambi i coach provano i giocatori che fino a quel momento avevano trovato meno spazio in questo allenamento congiunto. La Moaconcept tiene botta ma il solito allungo finale dei pugliesi costringe i ragazzi di Coach Lanci alla resa: 25-19.

    Nunzio Lanci: «Si tratta pur sempre di un allenamento pre-campionato. Positivo il primo set, riuscendo ad esprimere quella che è la nostra idea di gioco e sbagliando pochissimo. Nel secondo set abbiamo commesso qualche errore di troppo, soprattutto nella fase di contrattacco. Siamo stati bravi in difesa a crearci occasioni che poi però abbiamo vanificato anziché concretizzare. Poi c’è stato un vistoso calo fisico che si è ripercossa inevitabilmente anche sulla qualità di gioco. Il bicchiere? Sicuramente mezzo pieno. Ho visto miglioramenti rispetto alla prima uscita. Tra qualche giorno di nuovo in campo per un ulteriore test con Grottazzolina. Vediamo se ci sarà un ulteriore step in avanti».

    Ancora una sfida in vista per la Moaconcept, quindi, che Sabato 18 settembre, alle ore 18 circa ospiterà il Grottazzolina, formazione di Serie A3.

    BCC Castellana Grotte – MOACONCEPT Impavida Ortona 3 – 1 (20/25 – 25/22 – 25/14 – 25/19)

    BCC Castellana Grotte: Fiore 10, Izzo 4, Zanettin 4, Tiozzo 12, Presta 6, Arienti 4, Toscani (L), De Santis (L), Lopes 14, Santambrogio 1, Capelli 6, Borgogno 5, Truocchio 3. Coach: Gulinelli Flavio. Vice: Barbone Giuseppe

    MOACONCEPT Impavida Ortona: Fabi 7, Pessoa 10, Di Silvestre, Benedicendi (L), De Paola 4, Fusco (L), Santangelo 10, Del Frà, Molinari 1, Elia 2, Cappelletti 10, Piazza 3, Lanci E. Coach: Lanci Nunzio. Vice: Costa Mariano LEGGI TUTTO