consigliato per te

  • in

    Quasi una vittoria vera: 3-1 nel test con Reggio Emilia

    Una bella rimonta nel primo set, poi due set controllati: così Porto Viro ha avuto la meglio su Reggio Emilia nel secondo test della preseason

    Quasi una gara vera, quasi una vittoria vera. La Delta Group Porto Viro supera a pieni voti il secondo test di avvicinamento al campionato di Serie A2 Credem Banca: il successo per 3-1 sui pari categoria di Conad Reggio Emilia non vale ancora punti, ma risposte concrete sì. Finché sono rimasti sul taraflex i titolari (o la maggior parte di essi) la squadra polesana ha dato prova di essere sintonizzata sulle frequenze giuste, quelle delle partite che contano, rimontando gli avversari nel primo parziale e controllando con sicurezza i successivi due. Solo nel quarto set, con i ranghi ampiamente rimaneggiati, i nerofucsia hanno dovuto cedere il passo agli ospiti.
    “La risposta della squadra è stata molto positiva, è stata partita vera, tra due squadre dello stesso livello ed entrambe al completo – analizza il tecnico della Delta Group Porto Viro Massimo Zambonin – . Sono soddisfatto, la squadra ha sofferto e ha reagito portando a casa il primo parziale, poi siamo saliti ancora di livello. Nel finale del terzo set abbiamo avuto un calo e ho dovuto fermare il gioco due volte, anche perché Reggio Emilia era cresciuta al servizio, ma a quel punto si trattava solo di stringere i denti e portare a casa il risultato. Nel quarto i ragazzi hanno cercato di esprimere il massimo che si poteva, ma va dato merito anche all’avversario che ha fatto un ulteriore step in avanti”.
    Anche il centrale nerofucsia Rocco Barone può essere soddisfatto della prestazione, personale e di squadra: “Questa sera il livello si è alzato, volevamo vedere a che punto siamo contro una squadra della nostra categoria e direi che dal punto di vista fisico e tecnico abbiamo risposto abbastanza bene. Ci aspetta un campionato molto equilibrato, per questo sarà importante essere un gruppo affiatato e coeso e credo che il match di stasera sia un passo in quella direzione”.
    La cronaca. La Delta Group di Massimo Zambonin schierata con Fabroni-Bellei sulla diagonale, Mariano-Vedovotto schiacciatori, Sperandio-Barone in posto tre, Lamprecht libero.
    Reggio Emilia impone subito il ritmo della gara: 1-6 con due muri vincenti e un ace nel conto. Porto Viro timida e piuttosto impacciata in ricezione, il buon turno in battuta di Mariano le dà ossigeno (10-13). Salgono in cattedra Bellei e Barone, quest’ultimo autore dei due block consecutivi che valgono la parità: 16-16. Punto a punto serrato, Vedovotto mette la freccia nel momento topico (ace del 23-22), la sequenza attacco-muro di Mariano scrive la parola fine sul parziale: 25-22, 1-0 Delta Group.
    Padroni di casa molto più spigliati nella seconda frazione: 6-2 dopo ace di Bellei e murata di Barone. Gran lavoro ai lati, Mariano, Vedovotto e Bellei mettono altro fieno nella cascina nerofucsia (15-9). Reggio Emilia è sotto scacco, l’ex Bellei la abbatte senza farsi scrupoli (19-11). Porto Viro naviga ormai in acque sicure, doppio vantaggio in cassaforte: 25-18, 2-0.
    Gasparini al posto di Mariano e Penzo come libero per la difesa, queste le novità della Delta Group per il terzo set. Il servizio di Fabroni spinge avanti i polesani in apertura: 4-0. Granitico il muro di casa adesso, Gasparini ci aggiunge un poker di pipe da marziano (12-4). Dentro Romagnoli per Sperandio, Porto Viro abbassa progressivamente (e pericolosamente) il livello di tensione, Reggio Emilia arriva fino al meno uno (24-23 con due time richiesti da Zambonin), ma non si spinge oltre: 25-23, 3-0.
    Si gioca anche la quarta frazione, Delta Group con Zorzi al palleggio e Marzolla opposto, Tiozzo e Romagnoli centrali, Mariano e Gasparini bande, Penzo unico libero. Padroni di casa sempre all’inseguimento, il gap si allarga via via fino al 13-19 su cui coach Zambonin decide di intervenire con un tempo. La strigliata non produce particolari scossoni nel punteggio, Reggio Emilia mette a segno il punto della bandiera: 19-25, 3-1. LEGGI TUTTO

  • in

    PRE-SEASON: PRIMA VITTORIA DELLA KEMAS LAMIPEL

    La Kemas Lamipel Santa Croce torna PalaParenti – Gruppo Lupi Forum, dopo essersi classificata terza nel triangolare PM&B. Biancorossi che ricevono tra le mura amiche Tuscania Volley.
    Nel primo set la Kemas Lamipel cresce fin dall’inizio, conducendo gli scambi. Cezar Douglas schiera con il solito 6+1 e si iniziano a vedere i frutti del duro lavoro svolto nelle settimane di preparazione. Acquarone si affida agli attacchi di Walla Souza che mette a terra sette punti. Il primo set termina 25-23 in favore dei padroni di casa.
    Nel secondo parziale la truppa di Cezar Douglas fa valere la propria tenacia. Più di metà del set si combatte punto a punto, i santacrocesi tengono duro e nel finale allungano riuscendo a portarsi sul 2-0. Incoraggiante la performance di Capitan Colli.
    Nel terzo set i Lupi entrano in campo con la sicurezza di essere avanti. Tuscania Volley fa il gioco dei conciari, accusando il gap. La Kemas Lamipel allunga sprigionando un break senza eguali. Il terzo parziale termina 25-14.
    Nel quarto, spazio per le seconde linee, che trovano campo dopo che nei primi tre set era subentrato il solo Ferrini, al posto di Fedrizzi. I due team si fronteggiano da inizio set, rispondendosi punto dopo punto. A metà del parziale ad allungare è la Kemas Lamipel che mette la freccia e chiude 25-20.

    Francesco Rossi – Ufficio Stampa LEGGI TUTTO

  • in

    A Ravenna la squadra di casa si aggiudica il test match per 3-1

    Finisce 3-1 il test match giocato tra Ravenna e Siena. I padroni di casa partono bene in un primo set giocato con le vecchie regole del cambiopalla. Ravenna si aggiudica anche il secondo parziale. Siena mostra una migliore pallavolo nel terzo set, vinto 23-25. Il quarto set lo vince Ravenna 25-16.
    Primo set Siena inizia la sfida con Pinelli in cabina di regia, Onwuelo opposto, Mazzone e Ottaviani in banda, Mattei e Rossi centrali, Sorgente libero.
    Il primo set si gioca con le vecchie regole del cambiopalla e con la freeball confermativa del punto. Ravenna subito avanti 5-1. Padroni di casa bene al servizio e al muro, locali in vantaggio per 8-3. Le battute di Ljaftov mettono in difficoltà la ricezione di Siena, che però trova il punto con il muro di Ottaviani (11-5). Mazzone a segno due volte da posto 4 (12-9). Il primo parziale termina sul punteggio di 15-9 in favore di Ravenna.
    Secondo set Equilibrio all’inizio del secondo parziale, una murata di Ottaviani porta al 5-5. Mazzone colpisce da posto 4, Siena passa in vantaggio (6-7). Poi Ravenna innesca una marcia superiore e sprinta via con i punti di Ulrich, Klapwijk e Biernat. Ottaviani mantiene buone percentuali in attacco ma il vantaggio dei padroni di casa è troppo ampio. Il set si chiude sul 25-15.
    Terzo set Onwuelo colpisce dai nove meri (2-4). Bene anche Rocco Panciocco che elude muro e difesa degli avversari. Sale il livello del gioco senese: Onwuelo mette giù il pallone con una giocata di pregevole fattura, Ottaviani è autore di un ace e pochi istanti dopo Rossi chiude una veloce (6-9). Con un ottimo servizio Ulrich trova l’incrocio delle righe. Gli risponde Onwuelo con un bel muro (10-11). Panciocco va a segno per due volte e incrementa il vantaggio di Siena (15-18). Ljaftov mette giù tre punti di fila per i suoi, Ravenna impatta sul 20-20. L’esperienza di Andrea Rossi produce un punto prezioso per la Emma Villas Aubay,  gli risponde nuovamente Ljaftov. Muro di Mazzone (22-24) , poi Ottaviani chiude il set sul 23-25.
    Quarto set Ottaviani show, poi Rossi piazza un muro vincente (6-8). Qualche errore da parte dei senesi permette ai locali di piazzare un break fino al 12-10. I locali difendono bene, toccano tanti palloni a muro e contrattaccano. Due murate consecutive di Candeli e Peslac portano al 20-13. Il parziale si chiude sul 25-16.

    Ravenna – Emma Villas Aubay Siena 3-1 (15-9, 25-15, 23-25, 25-16)
    RAVENNA: Vukasinovic 2, Biernat 3, Pirazzoli (L), Erati 1, Ulrich 11, Goi (L), Dimitrov 5, Klapwijk 8, Peslac 2, Ljaftov 11, Orioli, Candeli 3, Fusaro 6. Coach: Zanini.
    EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Pinelli, Tupone (L), Crivellari, Sorgente (L), Ciulli, Panciocco 3, Ottaviani 15, Mazzone 5, Mattei 4, Onwuelo 7, Rossi 5, Agrusti, Iannaccone 1. Coach: Tubertini. Assistente: Falabella.
    (Photo credit Daniele Ricci) LEGGI TUTTO

  • in

    Alessio Fiore il nuovo capitano della Bcc Castellana Grotte

    Sarà Alessio Fiore il capitano della Bcc Castellana Grotte, formazione che parteciperà al prossimo campionato nazionale serie A2 Credem Banca di pallavolo maschile. Toccherà, quindi, allo schiacciatore pugliese classe 1982 mostrare la striscia di capitano, sotto al numero 1 sul petto, nella stagione 2021/2022.
    Quella che sta per iniziare sarà la 21esima stagione di Fiore che ha vissuto un campionato in serie A1 con San Giustino, ben 12 tornei di serie A2 con Taranto, Ortona, Sora e Isernia e sei campionati di serie B con Bari, Squinzano, Biella, Taranto e Brindisi. Nel suo curriculum anche quattro stagioni alla Materdominivolley.it Castellana Grotte, tre di queste vissute proprio da capitano.
     
    “Non appena Gulinelli me lo ha comunicato – ha commentato lo stesso Fiore – sono stato molto contento. Il fatto che la scelta sia ricaduta su di me, infatti, è segno di stima nei miei confronti e questo è sempre molto apprezzato. Come ho già detto al tecnico e ai ragazzi nello spogliatoio, metterò tutto me stesso per ricoprire al meglio questo ruolo, sia in campo che fuori. Impegnerò tutta la mia esperienza per far sì che le cose ora vadano nel miglior modo possibile. Ora è necessario, come sempre, lavorare, parlare poco, dimostrare che le scelte sono state giuste e ritrovarsi alla fine della stagione con un bilancio positivo”.

    Continua, intanto, il percorso nella Preseason 2021 per la Bcc Castellana Grotte che, giovedì 23 settembre 2021 sarà impegnata nel secondo allenamento congiunto consecutivo in trasferta: la formazione allenata da Flavio Gulinelli, infatti, sarà di scena a Tricase (inizio ore 18) per affrontare sul proprio campo l’Aurispa Libellula Lecce, già battuta per 3-1 al Pala Grotte in questa fase di preparazione al prossimo campionato. LEGGI TUTTO

  • in

    Ottima prova a Cantù: battuta la Libertas 3-1

    Un altro test positivo per gli orobici che battono la formazione di coach Battocchio per 3-1 (22-25, 18-25, 28-26, 18-25) dimostrando un gioco ancor più fluido e frizzante rispetto al test di andata. I rossoblù si distinguono ancora una volta a muro con 9 muri punto ed un’ottima prestazione corale, dimostrata dal fatto che tutti gli attaccanti di palla alta hanno fatto una prestazione molto simile ed equilibrata. Anche al centro il gioco è stato distribuito equamente e il regista Finoli ha trovato ottime risposte: gli 11 punti di Capitan Cargioli presente anche a muro hanno posto il sigillo del bel gioco che si va pian piano delineando sugli standard della scorsa stagione, quella buona pallavolo a cui coach Graziosi ha sempre ambito sta ormai tornando a vedersi.
    Dall’altra parte della rete il rientro di Hanzic ha dato filo da torcere con una buona prestazione di 13 punti, e il solito ottimo Motzo con 20 punti si è mantenuto top scorer dell’incontro.
    Efficaci anche dai 9 metri i bergamaschi hanno stasera brillato anche in ricezione con un 67% di positività e un attacco totale del 52%.
    Spazio naturalmente per le seconde linee che come sempre hanno risposto presente all’appello di coach Graziosi.
    Le dichiarazioni del libero Francesco D’Amico: “È stata una partita difficile, siamo stati bravi a vincere la partita.Loro sono una squadra molto forte e in casa loro non è facile giocare,nonstante le loro tante difese siamo stati bravi a mantenere la calma e a imporre il nostro gioco su di loro.Peccato per il terzo set perso ai vantaggi per qualche imprecisione nel finale ma comunque siamo stati cattivi subito all’inizio del quarto vincendo il set che ha chiuso la partita.Abbiamo ancora da migliorare ma comunque lavoriamo ogni giorno in palestra per questo.Infine direi che siamo contenti per il risultato.”
    Prossimo appuntamento sabato pomeriggio in casa contro la formazione di Cuneo per il test match di ritorno con i piemontesi.
    AGNELLI TIPIESSE: Padura 13, Mancin 5, Cargioli 11, Cioffi, D’Amico Libereo, Finoli 2, Baldi 2, Terpin 13, Pierotti 11, De LUca, Larizza 7, N.E Abosinetti, Ceccato all. Graziosi
    POOL LIBERTAS CANTU’: Copelli 7, Coscione 3, Motzo 20, Sette 6, Mazza 6, Hanzic 13, Rota 3, Salvador 1, Princi 2, Pellegrinelli, Libero Butti, Bortolini, all. Battocchio
    Foto: Patrizia Tettamanti
    Linda Stevanato- ufficio stampa Agnelli Tipiesse LEGGI TUTTO

  • in

    Buona prova del Pool Libertas Cantù nel secondo allenamento congiunto contro Agnelli Tipiesse

    Secondo allenamento congiunto del Pool Libertas Cantù contro la Agnelli Tipiesse Bergamo. Questa volta si gioca al PalaFrancescucci di Casnate con Bernate, e ad uscirne vincitori sono i bergamaschi. Il punteggio finale dice 3-1 per gli ospiti, ma i parziali sono stati lottati fino alla fine.
    Coach Matteo Battocchio parte con Manuel Coscione al palleggio, Matheus Motzo opposto, Felice Sette e Tino Hanžić schiacciatori, con inserimenti di Riccardo Bortolini sul croato in seconda linea, Riccardo Copelli e Federico Mazza centrali, e Luca Butti libero. Nel quarto set spazio a chi ha giocato meno nei precedenti parziali.
    Primo set con Agnelli Tipiesse che prova a scappare (6-9), ma che viene recuperata a quota 15. Strappo del Pool Libertas, con Bergamo che recupera e sorpassa (21-23) per chiudere 22-25. A inizio secondo set Agnelli Tipiesse prova a scappare (5-8), ma viene riagguantata a quota 10. Lo strappo decisivo, però, avviene nel finale: complici alcuni errori di troppo dei canturini, Bergamo allunga e chiude 18-25. Nel terzo set è il Pool Libertas a provare a scappare (8-5) con Agnelli Tipiesse che pareggia a quota 10. Altro strappo canturino (21-18), ma parità bergamasca a quota 22. Il punto a punto finale premia Cantù (28-26). Nel quarto set Agnelli Tipiesse parte subito forte (4-11), resiste ai tentativi di recupero del Pool Libertas, e gestisce il vantaggio fino al 18-25 finale.
    Il muro, che è stato il fondamentale di punta nell’ultima settimana, risulta un po’ carente (7 a terra, 3 a testa per Copelli e Mazza), mentre la battuta si conferma su buoni livelli (5 ace, due cadauno per Motzo e Coscione, a fronte di 15 errori). Ottima la ricezione con ben il 49% di perfetta, mentre l’attacco non ai livelli usuali (41% di perfette). Top scorer è Matheus Motzo a quota 20, mentre Tino Hanžić è fermo a 13.
    “Sicuramente si è fatto sentire il lavoro in sala pesi di questa mattina – dice Coach Matteo Battocchio –, l’abbiamo indubbiamente pagato un po’. In difesa, però, abbiamo fatto molto bene; abbiamo fatto tanti errori, e non è da noi dato che in questo periodo eravamo riusciti ad evitarli. Credo che questa cosa un po’ ci abbia danneggiato. E’ chiaro che, contro una squadra così forte, devi fare qualcosa di diverso quando quello che stai facendo non sta pagando”. LEGGI TUTTO

  • in

    Mercoledì 22 Volley Tricolore sarà a Porto Viro per il quarto test match in preparazione al campionato

    Ai microfoni di Volley Tricolore Federico Marretta commenta così la preparazione al prossimo allenamento congiunto contro Porto Viro, squadra neopromossa dalla categoria di A3, ma non per questo da sottovalutare vista anche la presenza nel roster di giocatori importanti come Bellei e Fabroni, ex Volley Tricolore:“Stiamo lavorando sodo sia in sala pesi che in palestra e stiamo cercando di arrivare al meglio della forma in ogni allenamento congiunto, ma soprattutto per l’avvio del campionato. In spogliatoio il clima è sereno, personalmente sono una persona che scherza molto e che cerca di creare un clima leggero in cui poter lavorare bene, ci stiamo ancora conoscendo ma sono sicuro che con il tempo tutte le personalità del gruppo verranno fuori e che si creerà una bella squadra coesa”.Matteo Zamagni sottolinea invece quanto siano importanti gli allenamenti congiunti in preparazione del campionato che si avvicina sempre di più:“Gli allenamenti congiunti sono il primo banco di prova per vedere come sta procedendo il lavoro che stiamo svolgendo in queste settimane e soprattutto rispetto quello su cui dobbiamo lavorare per essere pronti per la prima giornata di campionato.In questi giorni stiamo lavorando sicuramente sulla coesione come gruppo e sull’intesa con il palleggiatore, logicamente anche tanto sulla ricezione perché il gioco parte da lì. Ovviamente stiamo lavorando non dimenticando anche gli altri fondamentali come il muro e la difesa, negli scorsi allenamenti congiunti abbiamo notato che il servizio può essere un ottimo alleato per noi ma in queste settimane dobbiamo ridurre la percentuale di errore”.

    Articolo precedenteProgetto “Ri-giochi-amo S3 Spikeball” LEGGI TUTTO