consigliato per te

  • in

    Ettore Messina: “Milano determinata per fare tris”

    Olimpia Milano tra Playoff e certezze
    Messina, ci dica, come si presenta l’Olimpia ai Playoff? «Con l’ottimismo di chi vuole chiudere bene una stagione non semplice, costellata di difficoltà e infortuni, con la determinazione per puntare sulle capacità della squadra di opporsi al livello di avversarie molto preparate e la consapevolezza del fatto che la notizia c’è quando chi ha vinto poi perde, come capitato ai Golden State Warriors, in passato ai Boston Celtics per fare due esempi». E con quali certezze? «Che difendere forte e condividere la palla in attacco sono le chiavi per vincere, come in molte occasioni abbiamo fatto in campionato, ma anche in Eurolega. In Serie A dopo una inizio da 5 vittorie e 5 sconfitte, abbiamo avuto un bilancio di 17-3».
    L’evoluzione del campionato
    Il livello del campionato si è alzato come dicono molti? «Il fatto che Virtus Bologna e Milano abbiamo perso 8 partite, il numero più alto degli ultimi anni – pur con la complicità del doppio impegno in Eurolega – dimostra che in Serie A nessuna partita è scontata, soprattutto in trasferta. Poi ogni anno arrivano ottimi giocatori e le squadre sono allenate da coach validissimi e preparati». A proposito, quest’anno sono aumentati i coach stranieri. «Seppure io collabori con Fip e Cna da anni non ne farei un discorso solidale di categoria, perché se in Italia arrivano allenatori preparati, con titoli e competenze, il confronto è importante e positivo e la qualità espressa in campo elevata. Così come quando i nostri tecnici vanno all’estero e dimostrano la qualità della scuola».ù
    “Dobbiamo concentrarci”: la discontinuità di rendimento non preoccupa
    Tornando al livello di Serie A, molti club in stagione hanno detto che Milano e Virtus hanno fatto da traino. «Ma in passato c’erano stati pareri negativi sul duopolio, dunque mi fa piacere abbiate raccolto questi pareri. Credo che le due società abbiano dato molto al movimento, in termini di visibilità anche all’estero e, per esempio, riportando in Italia giocatori molto importanti. Dati alla mano, il campionato di vertice di Brescia e di altri club è un bellissimo indicatore positivo. Perché va detto e ribadito: a nessuno fa piacere partecipare a un campionato scontato». Spostiamo l’analisi su Milano: il dato evidente è la ripetuta discontinuità di rendimento in generale.E pure nell’arco della singola partita. «Lo sappiamo, è al centro della nostra analisi quotidiana e del lavoro in palestra». E i motivi li avete individuati? Perché in una stagione altalenante di Eurolega avete battuto Real Madrid, Olympiacos, Fenerbahce, Monaco, due volte il Barcellona. «Non è il momento, ora dobbiamo tutti concentrarci a fare al meglio le cose fondamentali per mettere in campo ciò che abbiamo dimostrato di saper fare. Anche se dovremo guardare in tv la Final Four con tre squadre che abbiamo battuto in stagione».
    Delusione Pangos, le nuove leve della Next Gen e l’evoluzione del basket
    A proposito di analisi: il caso Pangos, fuori nei playoff 2023, confermato e poi incapace di tornare ai livelli di qualche anno fa. «Non voglio assolutamente ritornare su Pangos. Sono deluso». Un motivo importante per sorridere: il settore giovanile, a partire dall’Under 19 campione d’Italia che si appresta a disputare le finali della Next Gen di Eurolega. Un segnale per il movimento. «Il fatto che 4 squadre di Serie A abbiamo raggiunto le semifinali non è casuale. E c’è un fatto: da quanto Legabasket ha introdotto la Next Gen Cup, l’impegno dei club sul settore giovanile è aumentato. Io ho sempre detto che il vertice deve fare da guida al movimento. È stata una cosa molto bella vedere crescere i ragazzi con il lavoro dei tecnici. E i nostri sforzi sul reclutamento si stanno incentrando sul territorio. Così come è molto bello e inorgoglisce sapere che dalla nazionale A fino alle giovanili Milano è la società che dà più elementi alla maglia azzurra». Torniamo ai suoi inizi da capo allenatore. Com’è cambiato il basket in questi 34 anni? «Ci vorrebbe tempo». Scelga l’aspetto principale. «Allora dico l’atletismo dei giocatori, che incide su tutto, spazi, velocità di esecuzione..»
    “Sinner è un esempio perfetto per i ragazzi”
    Lei è un appassionato tennista praticante. Le sue impressioni su Sinner. «Sono molto ammirato dai miglioramenti tecnici e fisici. Ma l’aspetto che mi colpisce ancor più è la calma di questo ragazzo in ogni momento in campo e fuori: vittorie, sconfitte che siano, impegni, dichiarazioni. Anzi, per quello che dice e come è un esempio perfetto per i ragazzi». Andrà a Parigi a vedere i Giochi? «No, quest’anno non andrò a Parigi anche se sono un avido spettatore dei Giochi e non dimenticherò di aver visto allo stadio, da vicino, la finale».
    L’entusiasmo dei tifosi nasconde la fatica
    Prima si parlava di calendario. Quanto incide il doppio impegno? «Ancora più che fisicamente, sul dispendio di energie nervose. È questo a causare gli alti e bassi. Bisogna azzerare per ritrovare forze dopo le grandi partite». E quanto è faticoso il suo doppio impegno da allenatore e presidente dell’area tecnica? «Secondo me si è equivocato. Se fosse responsabile dell’area tecnica, nessuno direbbe nulla. Ma è il mio ruolo. La società sta crescendo con un’organizzazione completa. Ci sono dirigenti preparati come Stavropoulos e Vacirca che hanno la competenza, le capacità e portano avanti il lavoro. Viceversa l’area tecnica è mia responsabilità. Non è che debba mettermi e togliermi un cappello. E questo lavoro l’ho fatto a Bologna e a mosca, non lo facevo a Treviso perché c’è l’ottimo Gherardini». Un risultato dell’organizzazione e della qualità raggiunta è il Forum sempre colmo di spettatori. «È molto bello essere seguiti dalla città, averla riportata al Forum. Un premio agli sforzi del signor Armani, della proprietà. Anche pensando a quando fino a 5 anni si usciva talvolta al primo turno di Eurolega, o non si raggiungevano finali. Ma vogliamo crescere». LEGGI TUTTO

  • in

    Basket, Milano ritrova Hall per fermare Brescia

    Chiudi menuTuttosport.comTuttosport.comNaviga le sezioniabbonatiLeggi il giornaleSegui le DiretteLiveI nostri socialFacebookInstagramTwitterTelegramContinua ad esplorareContattaciFaqRSSMappa del SitoLa RedazioneEdizione DigitaleAbbonamentiFaqCookie PolicyPrivacy PolicyNote legaliCondizioni generaliPubblicitàChiudi menuTuttosport.comTuttosport.comLoginregistratiabbonatiLeggi il giornaleTuttosport.comTuttosport.comTuttosport.com LEGGI TUTTO

  • in

    IVVA Veteran Volleyball Tournaments: a Milano la carica dei mille giocatori “Over”

    Trenta nazioni partecipanti, un migliaio di atleti in campo e quattro tra strutture e arene sportive coinvolte: sono questi i numeri che ruotano intorno all’IVVA Veteran Volleyball Tournaments – Age is no limit, l’evento di pallavolo e Beach Volley per giocatori “over” che quest’anno, per la prima volta, si disputerà in Italia, a Milano.

    Promosso da IVVA-Veteran Volleyball, l’associazione presieduta da Adam e Přemysl Kubala che riunisce giocatori amatoriali ed ex professionisti che fanno del volley e dello sport una filosofia di vita, e da IBLOCK BVC Beach Volley Club Milano come host locale, il torneo si svolgerà dall’11 al 15 giugno 2024 richiamando a Milano migliaia di sportivi provenienti da tutte le parti del mondo.

    La manifestazione è stata presentata ieri a Palazzo Marino. Hanno partecipato la presidente della Commissione comunale Sport, Turismo, Politiche Giovanili e Politiche per il Benessere Angelica Vasile, il presidente di Powervolley Milano Lucio Fusaro, il presidente di IVVA Adam Kubala, l’ambassador Old Stars Giorgio Goldoni, l’ex giocatore, ora chirurgo vascolare Pierantonio Rimoldi e il direttore tecnico di IVVA Tournament Italy ’24 Memo Grosso.

    Sotto la direzione tecnica dello stesso Memo Grosso, rappresentante della IVM (Italian Volley Master), l’iniziativa sarà un’occasione per puntare i riflettori su uno degli sport più praticati in tutto il mondo e, allo stesso tempo, per diffondere messaggi importanti: uno è sicuramente il miglioramento della qualità della vita registrato nelle persone che praticano attività sportiva. Non a caso, la “voce scientifica” che accompagnerà tutto il torneo è quella del dottor Pierantonio Rimoldi, ex pallavolista e oggi chirurgo vascolare all’ospedale Niguarda di Milano, individuato come ospedale Olimpico. Sarà proprio lui a divulgare i benefici dello sport e come sia fondamentale per il benessere psico-fisico di ognuno di noi.

    Ma l’IVVA Tour è anche un momento di divertimento, di conoscenza, aggregazione e inclusione. Lo sport è un linguaggio universale, capace di abbattere le barriere e unire uomini e donne provenienti da tutte le parti del mondo, senza alcuna discriminazione. In campo scenderanno un migliaio di giocatori, la metà provenienti da rappresentative di tutto il mondo e la restante parte da società italiane; per cinque giorni si affronteranno sui campi di volley e di Beach Volley in competizioni piene di sano agonismo, tanta voglia di divertire e divertirsi.

    Il Tour sarà anche l’occasione per vedere in campo vecchie glorie del volley, a cominciare dallo schiacciatore azzurro, “Mano di Pietra” Franco Bertoli. Proprio il pluricampione italiano parteciperà in qualità di giocatore nella selezione IVM (Italian Volley Master) al campionato di pallavolo e Beach Volley Master.

    La manifestazione conta sul patrocinio del Comune di Milano, Assessorato allo Sport, e sulla collaborazione di alcuni sponsor e partner privati. Partecipa all’evento anche Powervolley Allianz Milano, la società presieduta da Lucio Fusaro: “Devo molto alla pallavolo, lo dico sempre – commenta il dirigente – è lo sport che mi ha visto diversi anni fa, purtroppo, giocatore di serie A nella mia Milano e ora, da un decennio, presidente della squadra di SuperLega che sta affrontando anche in questa stagione i Play Off Scudetto. Siamo felici di dare una mano per questa manifestazione dedicata ai cosiddetti master, o veterani. A Milano ci sono i miei amici Old Stars che mi invitano spesso ai loro allenamenti e sono un esempio per tanti nostri giovani. L’IVVA Tour di beach volley è poi un evento che mette in relazione lo sport e la salute. Valori importanti per i giovani e anche per chi non è più giovanissimo come noi“.

    “Milano si sta affermando sempre più come punto di riferimento dello sport internazionale – commenta l’assessora allo Sport del Comune di Milano Martina Riva – è importante popolare il cammino verso i Giochi Olimpici e Paralimpici invernali Milano Cortina 2026 di occasioni sportive di qualità. Il torneo Master di Volley e Beach volley, cui partecipano 30 Paesi e le glorie della pallavolo, va proprio nella giusta direzione: quella della promozione di stili di vita attivi e sani, a ogni età, attraverso lo sport. Siamo felici di accogliere a Milano le squadre partecipanti e che Powervolley, una delle eccellenze sportive della nostra città, partecipi all’iniziativa portando il suo contributo e la sua energia“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, impresa dell’Olimpia Milano: Real Madrid ko 81-76

    MILANO – Impresa dell’Olimpia Milano in Eurolega: nella 26esima giornata della regular season, la squadra di Messina piega il Real Madrid primo della classe con il punteggio di 81-76, vendicando il pesante ko (88-71) dell’andata in Spagna. I ‘Blancos’ partono con il piede giusto nei primi minuti di gara, ma poi subiscono la rimonta di un’Olimpia trascinata dalle triple di Mirotic (23 punti) e Shields (27 punti) e da una difesa aggressiva e attenta. Il primo quarto si chiude 23-19 per i padroni di casa che, all’intervallo, allungano sul +19 (48-29). Nella ripresa, il Real Madrid dell’ex Sergio Rodriguez (9 punti a referto e applauditissimo dal pubblico del Forum di Assago) prova a ricucire lo strappo ma non basta (Musa 12 punti, Hezonja 11 e Deck 10). In classifica, la squadra di Chus resta al comando (22 vittorie e 4 sconfitte) mentre l’Olimpia, per cui il discorso play-in non è ancora chiuso, sale a quota 11 vittorie (15 i ko). LEGGI TUTTO

  • in

    Modena perde a Milano, ora testa a Perugia per i quarti di Coppa 

    Allianz Milano-Valsa Group Modena 3-0 (27-25, 25-17, 25-18)
    Allianz Milano: Porro 2, Reggers 12, Ishikawa 16, Kaziyski 8, Piano 6, Loser 8, Catania (L), Mergarejo, Zonta, Dirlic, Vitelli 2. N.E.: Starace, Innocenzi, Colombo (L). All. Piazza.
    Valsa Group Modena: Mossa de Rezende, Sapozhkov 14, Davyskiba 11, Juantorena 10, Brehme 3, Sanguinetti 5, Federici (L), Boninfante, Stankovic, Rinald 1i. N.E.: Pinali G, Sighinolfi, Pinali R, Gollini (L). All. Petrella
    ARBITRI: Vagni, Florian. NOTE – durata set: 33’, 26’, 27’; tot: 86’MVP: Yuki Ishikawa (Allianz Milano)
    Modena comincia il match col sestetto composto da Bruno-Sapozhkov in diagonale principale, Davyskiba-Juantorena di banda, Brehme-Sanguinetti al centro e Federici libero. Milano risponde con Porro al palleggio, Reggers opposto, Ishikawa-Kaziyski martelli, Piano-Loser centrali e Catania libero. L’avvio del primo set è punto a punto con entrambe le formazioni subito in palla, 5-5, poi Modena allunga con gli ace di Sanguinetti e Sapozhkov, 10-7. Milano ritrova la parità con la pipe a segno di Kaziyski, 13-13. I padroni di casa passano in vantaggio ma Modena resta vicina, 16-17 dopo l’attacco di Davyskiba. Milano tenta l’allungo finale, l’ace di Juantorena ristabilisce la parità sul 23-23, poi sono i lombardi i più decisi a portare a casa il set, 25-27. Milano parte meglio anche nel secondo parziale, 2-5, ma Modena ritrova subito il contatto col muro vincente di Davyskiba, 8-8. I padroni di casa tornano avanti, 13-16, poi allungano ed è 14-20. Non c’è storia nel finale di set, i lombardi chiudono 17-25 col primo tempo di Loser. Nel terzo Modena mette la testa avanti, attacco di Sapozhkov e 6-4. Milano ribalta subito la situazione, 7-10 col muro di Piano. I padroni di casa scappano, il triplo ace di Ishikawa porta sull’11-19, poi continuano ad accelerare fino al 18-25 che chiude set e match. Il 4 gennaio a Perugia si giocheranno i quarti di finale di Coppa Italia in cui Modena contenderà agli umbri l’accesso alla final four di Bologna. LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta Virtus Bologna-Olimpia Milano 45-40, la sfida di Eurolega: segui il live

    21:33
    Si riparte!
    Inizia il terzo quarto della partita con la Virtus Bologna in vantaggio sull’Olimpia Milano per 45-40

    21:30
    All’intervallo, la Virtus avanti di cinque punti
    la Virtus Bologna di Luca Banchi all’intervallo ha cinque punti di vantaggio sull’Olimpia Milano di Ettore Messina

    21:17
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 45-40
    Si chiude il secondo quarto: all’intervallo la Virtus Bologna torna negli spogliatoi con il massimo vantaggio. L’Olimpia Milano, dopo un’ottima partenza, paga nel secondo quarto numerosi errori che rilanciano gli avversari.

    21:15
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 45-40
    Lundberg infila due tiri liberi e regala il massimo vantaggio ai padroni di casa: Virtus avanti di cinque punti

    21:13
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 43-40
    Mirotic sbaglia due tiri liberi per Milano

    21:11
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 43-40
    Lo trova due punti facili in contropiede dopo un errore della Virtus sotto canestro, ma dall’altra parte Abass piazza due triple consecutive che regalano il primo vantaggio alla Virtus!

    21:07
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 37-38
    Shengelia riporta la partita in equilibrio, Lo riporta avanti Milano, ma Cordinier tiene la Virtus in scia della formazione milanese

    21:06
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 33-35
    Shields riporta avanti Milano, ma Bologna resta pienamente in partita

    21:05
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 33-33
    Dobric riporta il Virtus in parità: esplode la Segafredo Arena

    21:02
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 29-33
    Lo spinge MIlano nuovamente avanti con una tripla!

    21:00
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 29-30
    Smith replica a Mirotic, poi Dobric riduce ulteriormente il margine.  Bologna molto più reattiva in questo avvio di secondo quarto: la Virtus a meno uno dall’Olimpia Milano che fin qui è sempre stata in vantaggio

    20:58
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 25-28
    Abass replica ad Hines: la partita resta bellissima

    20:56
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 23-26
    Il taglio di Dobric sotto canestro premia Bologna: Virtus a meno tre

    20:53
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 21-26
    Al termine del primo quarto Milano è avanti di cinque punti.

    20:51
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 21-26
    Bologna sfrutta solo un tiro libero. Dall’altra parte stesso score per Hines che infila un tiro libero su due.

    20:49
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 20-25
    Hines va a segno al termine di un contropiede fulmineo, Bologna resta in scia con una tripla di Habbas. Poi Hines va in lunetta e infila altri due liberi per l’Olimpia

    20:47
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 17-22
    Due liberi per Milano: Shields sbaglia il primo, mette il secondo

    20:45
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 17-20
    Belinelli va ancora a canestro in equilibrio precario: la Virtus Bologna tiene dopo l’avvio straripante di Milano

    20:41
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 15-20
    Lo conclude in maniera vincente il contropiede milanese. Belinelli riduce immediatamente il margine dall’altra parte. Shields va ancora a segno. Bologna risponde colpo su colpo con Cordinier, Shields va a bersaglio e mette dentro il libero aggiuntivo: partita bellissima.

    20:36
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 10-12
    Shengelia riporta sotto Bologna con una tripla, ma Melli piazza a sua volta un gran tiro da tre. La Virtus Bologna non molla la presa e va ancora a segno con Cordinier. Grande intensità in campo in questo primo quarto di gioco

    20:34
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 5-9
    Ritmi molto alti in queste prime fasi dlla partita: Melli va a schiacciare!

    20:33
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 3-5
    Melli sbaglia due liberi: Milano perde l’occasione per allungare

    20:31
    Virtus Bologna-Olimpia Milano 3-5
    I primi tre punti sono per Milano, ma Bologna replica immediatamente

    20:30
    I quintetti titolari
    Virtus Bologna in campo con Cordonier, Belinelli, Hackett, Shengelia e Dunston. L’Olimpia MIlano risponde con Lo, Melli, Shields, Mirotic, Voigtmann. Palla a due: si parte”

    20:26
    Squadre in campo per la presentazione
    Sul parquet della Segafredo Arena le due formazioni hanno fatto il loro ingresso in campo: Virtus Bologna in campo con la classica divisa nera, Olimpia Milano in completo bianco con bordi rossi.

    20:22
    Bologna a caccia di riscatto, Milano cerca continuità
    Al via l’ottava giornata di andata della regular season di Eurolega: Bologna è reduce dalla sconfitta in trasferta contro il Real Madrid (100-74), Milano ha vinto l’ultimo confronto casalingo con il Valencia per 83-52

    20:20
    Squadre in campo per il riscaldamento
    meno di dieci minuti per la palla a due: Bologna e Milano sono in campo per il riscaldamento.

    Bologna, Segafredo Arena LEGGI TUTTO

  • in

    Lunedì pomeriggio si gioca con i campioni sotto il Duomo di Milano

    Allianz Milano ha deciso di regalare un momento davvero unico per tutti gli appassionati di volley. È l’atto più importante ed evidente dell’abbraccio della società del presidente Lucio Fusaro con la Città di Milano e i suoi quartieri, iniziato già da alcune settimane. A pochi giorni dell’esordio della squadra nel campionato di Superlega Credem Banca questo abbraccio si concretizza lunedì 16 ottobre con un allenamento speciale open-air nel luogo più iconico di Milano, piazza Duomo.

    In collaborazione con il Csi di Milano, Allianz Milano installerà infatti un campo da gioco proprio sotto la Madonnina e farà sfilare tutti i suoi campioni per un pomeriggio indimenticabile.

    L’evento inizierà alle 14.30 e si concluderà dopo oltre due ore intense di pallavolo in piazza. Centinaia di bambine e bambini avranno la possibilità di palleggiare direttamente in campo con i propri idoli. I tesserati delle squadre del Csi Milano, i tanti giovanissimi che fanno parte del progetto Diavoli Power con squadre maschili e femminili dal minivolley.

    Con loro sottorete i piccoli atleti incontreranno i propri idoli. Uomini e ragazzi che hanno scritto, stanno scrivendo e scriveranno la storia del volley nazionale e internazionale. Dal capitano di Allianz Milano, Matteo Piano, all’MVP dell’ultimo campionato di Superlega Matey Kaziyski, passando per il neocampione d’Asia, Yuki Ishikawa o il neocampione del Sudamerica Agu Loser, gli azzurri Paolo Porro, Marco Vitelli e Damiano Catania, il cubano Osniel Melgarejo, i “bomber” Petar Dirlic e Ferre Reggers e ancora i giovani Zonta, Innocenzi e Colombo. One Team, One City, One Dream. La campagna abbonamenti è ancora aperta per qualche giorno (vai sulla pagina dedicata del sito di Allianz Milano per tutte le info). Intanto in piazza Duomo, il 16 ottobre 2023, si scrive una nuova pagina di storia per il volley milanese e la scrive Allianz Milano. LEGGI TUTTO