consigliato per te

  • in

    Olbia, Guadalupi: “Contro Sassuolo dovremo essere costanti al servizio”

    Di Redazione Dopo il turno di riposo, l’Hermaea Olbia si rimette in marcia. Domenica pomeriggio, nella terza giornata del campionato di Serie A2 Femminile, le biancoblù riceveranno la visita delle Green Warriors Sassuolo, sconfitte nell’ultimo turno al tie break da Macerata.La settimana priva di impegni ufficiali ha giovato alla squadra gallurese, decisa a replicare l’esordio vittorioso contro la matricola Aragona: “La squadra si è preparata molto bene – afferma il tecnico Dino Guadalupi – l’intensità delle sedute cresce, e il fatto di non giocare ci ha permesso di recuperare qualche acciaccata. I progressi sono costanti e sono convinto che la squadra saprà mostrarli sul campo nella sfida di domenica”.L’Hermaea spera di avere a disposizione anche il libero Caforio, assente contro Aragona a causa di un infortunio: “Si sta allenando ancora parzialmente in differenziato – spiega Guadalupi – non è al 100%, ma nelle parti di allenamento dedicate alla tecnica è comunque aggregata al resto del gruppo. Valuteremo le sue condizioni di ora in ora fino alla partita”.Per avere la meglio su Sassuolo e incassare la seconda vittoria in stagione, sarà senz’altro necessaria una partenza migliore rispetto a quella di due settimane fa: “In quel caso non ho osservato una carenza di aggressività – sostiene – ma solo le classiche incognite da prima di campionato. Mi è capitato tante volte negli anni ed è fisiologico, ma abbiamo rotto il ghiaccio e tutti i segnali offerti durante il lavoro settimanale mi rendono ottimista”.Sconfitta nei primi due turni rispettivamente da Marsala (3-0) e Macerata (3-2), Sassuolo arriverà in Sardegna desiderosa di riscatto: “Affrontiamo una squadra composta da un mix di gioventù ed esperienza – sottolinea ancora Guadalupi – in questo frangente non hanno ancora continuità nel ruolo di opposto, in cui si alternano due giocatrici con caratteristiche diverse (Anikeeva e Zojzi, ndr). Nell’ultima giornata sono state protagoniste di una vera e propria battaglia contro una formazione di livello come Macerata, dunque non si tratterà sicuramente di una partita semplice. Per vincere sarà necessario essere costanti e avere buona qualità in battuta per limitare i loro attaccanti di maggior talento”.Fischio d’inizio domenica 24 ottobre alle 17.00 al Palasport Comunale di Golfo Aranci. Gli arbitri designati sono Sergio Jacobacci e Maurina Sessolo. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il ritorno di Beatrice Gardini a Sassuolo: “Qui hanno sempre creduto in me”

    Di Alessandro Garotta Negli ultimi anni la Serie A2 femminile ha saputo regalare sorprese e lampi di talento in diverse occasioni, dimostrandosi una vera e propria fucina di talenti e un palcoscenico ideale per le ragazze che hanno bisogno di “farsi le ossa” prima di esplodere nelle competizioni maggiori. Dunque, non è un caso se anche nel campionato 2021-2022 sono tante le stelle del futuro pronte a brillare. Tra queste c’è sicuramente Beatrice Gardini, che dopo due stagioni positive al Club Italia è tornata a vestire la maglia della Green Warriors Sassuolo: ecco la nostra intervista esclusiva alla schiacciatrice neroverde classe 2003. Beatrice, partiamo da una domanda semplice. Quando ha scoperto il suo talento per il volley?  “Mi sono appassionata alla pallavolo da piccola seguendo le partite di mia sorella, ma solo intorno ai 12-13 anni ho capito di avere buone qualità, visto che ormai giocavo sempre in categorie superiori rispetto alle mie coetanee. Quando poi è arrivata la chiamata dalla Liu Jo Modena, mi sono convinta di poter fare il grande salto e arrivare dove sono ora“.  Come ha iniziato a giocare da schiacciatrice? E cosa le piace di più del suo ruolo?  “Sono sempre stata una schiacciatrice. Inizialmente venivo schierata da opposto perché nella squadra di ‘quelle più grandi’ in cui militavo serviva una giocatrice proprio in quella posizione. Poi mi sono spostata in banda. Mi piace il mio ruolo perché è completo e bisogna essere specializzati in tutti i fondamentali“.  Foto Volley Academy Sassuolo C’è una giocatrice alla quale si è ispirata? “In ambito femminile non mi sono ispirata a nessuna giocatrice in particolare. Però, fin da piccola seguo Osmany Juantorena: è sempre stato il mio idolo“.  In che modo le esperienze alla Teodora Ravenna, alla Volley Academy Sassuolo e al Club Italia hanno contribuito alla sua crescita?  “A Ravenna ho imparato le basi della pallavolo e vissuto le mie prime esperienze, giocando anche in categorie superiori alla mia. Poi a Sassuolo ho iniziato a vivere come un’atleta anche fuori dal campo: dovendo essere indipendente dai miei genitori, ho imparato ad organizzarmi e autogestirmi. Infine, al Club Italia sono cresciuta molto a livello tecnico“.  Foto Volleyball World Nel 2019 ha vinto l’argento ai Mondiali Under 18 e quest’estate è arrivato l’oro ai Mondiali Under 20. Cosa prova una ragazza così giovane ad arricchire il suo palmares con questi titoli internazionali?  “Partecipare alla selezione per una nazionale giovanile nel 2019 era per me già un’emozione grandissima. Poi essere subito convocata e avere la possibilità di giocare in una competizione così importante è stata una delle soddisfazioni più grandi, così come i risultati che abbiamo ottenuto. Sono obiettivi per cui ti prepari e alleni duramente e, quando si realizzano, non sai nemmeno esprimere a parole quanto sei felice“.  Qual è il ricordo più bello del Mondiale U20?  “Sarebbe scontato rispondere la vittoria della medaglia d’oro. In realtà, conservo il ricordo di tutto il nostro percorso, iniziato l’estate precedente, quando la Federazione ha preferito non farci partire per l’Europeo U19 perché lo riteneva troppo rischioso nel bel mezzo della pandemia. Da lì, però, si è creato un legame ancora più forte tra di noi. E il gruppo ha fatto la differenza soprattutto nella semifinale contro la Russia (vinta 3-0, n.d.r.): nonostante la partenza migliore delle nostre avversarie in ogni set, siamo rimaste unite giocando come se fossimo un unico ingranaggio, e alla fine abbiamo sempre avuto la forza di ribaltare il risultato“.  Al termine di due stagioni da protagonista al Club Italia e di una positiva estate in azzurro, cosa l’ha spinta a tornare a Sassuolo?  “Ho scelto di tornare a Sassuolo perché è una società che ha sempre creduto nel mio valore, mi ha fatto crescere quando ero più piccola e aiutato a diventare la giocatrice che sono ora. Considero quindi Sassuolo come la mia seconda casa, un ambiente familiare che mi permette di dare il 100%. E poi poter finire il mio percorso scolastico qui è motivo di grande serenità anche fuori dal campo“.  Foto Volley Academy Sassuolo Quali obiettivi si è prefissata di raggiungere per questa stagione in Serie A2?  “Il nostro obiettivo per questa stagione è di dimostrare che possiamo giocarcela con tutti, anche se sulla carta Sassuolo non è la squadra favorita del girone. Siamo un gruppo molto affiatato e il fatto di poter giocare con compagne che hanno più esperienza mi stimola a fare sempre meglio. A livello personale l’obiettivo di fare il salto di qualità, se non l’anno prossimo, tra un paio d’anni“. In chiusura di questa intervista, ci racconta com’è la Beatrice fuori dal campo? Quali sono le sue passioni?  “Sono una ragazza precisa che ci tiene ad avere un buon rendimento anche a scuola. Non ho passioni particolari oltre alla pallavolo e nel tempo libero mi piace stare con la famiglia o le persone a cui voglio bene“. E il suo sogno nel cassetto?  “Si dice che è bene non svelare il proprio sogno perché altrimenti non si realizza. Perciò, posso solo dire che vorrei fare della passione per la pallavolo il mio lavoro“.  LEGGI TUTTO

  • in

    4 Weeks 4 Inclusion: Lega femminile e diversi Club di serie A all’evento

    Di Redazione Dal 22 ottobre al 22 novembre prende il via la seconda edizione della 4 Weeks 4 Inclusion, il più grande evento interaziendale dedicato all’inclusione che quest’anno – per la prima volta in Italia – vede impegnate oltre 200 imprese per valorizzare insieme i temi della diversità e dell’inclusione, con un ricco programma di eventi digitali dedicati ai 700mila dipendenti delle aziende partner.  Anche la Lega Pallavolo Serie A Femminile prenderà parte alla ‘maratona’ sull’inclusione. L’evento, denominato ‘La Pallavolo è per tutti’, sarà trasmesso lunedì 25 ottobre, alle ore 15.30, in diretta sul canale Youtube di Lega.  Tre Club di Serie A presenteranno i propri progetti di inclusione: il paralimpismo, per l’inclusione sociale e la rieducazione funzionale attraverso il Sitting Volley (Reale Mutua Fenera Chieri); Special Olympics, per atleti con disabilità intellettive (Vero Volley Monza); la cultura dell’alimentazione, per trasmettere ai giovani i saperi legati alla cultura del cibo e alla salvaguardia dell’ambiente (Green Warriors Sassuolo); inoltre Valentina Diouf, atleta della Bartoccini Fortinfissi Perugia, racconterà la spedizione medico/sportiva in Uganda “Mano nella Mano”. Per la giornata inaugurale del 22 ottobre, l’appuntamento principale sarà ‘Storie di inclusione’ (alle ore 12:00), nel corso del quale si affronterà il tema dello sviluppo sociale ed economico, partendo dalle politiche aziendali sull’inclusione. L’evento sarà preceduto dal talk show ‘Aziende in Rete’ nel quale i manager HR di Avio Aero, Barilla, Snam e TIM, racconteranno come si svolge l’intera iniziativa e quali obiettivi hanno guidato questa grande collaborazione interaziendale. I lavori della giornata si concluderanno nel pomeriggio con ‘Uguali perché diversi’ (alle ore 17:00) con la partecipazione di Maurizio Landini, Segretario Generale CGIL, Luigi Sbarra, Segretario Generale CISL, Pierpaolo Bombardieri Segretario Generale UIL che faranno il punto sull’inclusione nel mondo del lavoro e sul ruolo delle parti sociali. Molto attesi anche gli interventi di testimonial d’eccezione tra campioni olimpici e paralimpici, rappresentanti del mondo dello spettacolo e della cultura e influencer sui temi della diversità. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Green Warriors-Macerata, è battaglia a Sassuolo: 3-2 per coach Paniconi

    Di Redazione La CBF Balducci HR Macerata supera anche il primo impegno ufficiale fuori dalle mura amiche espugnando Sassuolo al tie-break, mostrando sia forza d’urto nell’approccio alla gara che capacità di sacrificio in un incontro a due volti. Nelle file di Macerata, Luca Paniconi conferma lo starting six che aveva piegato Ravenna all’esordio, mentre il coach della Green Warriors Maurizio Venco inizia con Anikeeva per Zojzi opposta a Balboni e Civitico per Aliata al centro con Busolini, confermando le bande Gardini e Dhimitriadhi e il libero Rolando. Sassuolo parte contratta e non riesce mai a mettere pressione al servizio alla CBF Balducci: Fiesoli, Michieletto e Bresciani ricevono da par loro e il muro arancio-nero lascia solo le briciole agli attacchi delle padrone di casa. I block di Martinelli, Fiesoli e Ricci scavano un solco pressoché definitivo (5-15). Sassuolo non si arrende e sul 13-22 recupera 3 punti con Gardini e Anikeeva ma capitola 16-25 sotto i colpi di Martinelli, Malik e Michieletto. La Green Warriors sembra approcciare meglio il secondo set ma sul 5-4 il turno al servizio di Michieletto consegna l’inerzia del set nelle mani di Macerata: il primo tempo di Pizzolato porta la CBF Balducci sul 5-10. Sassuolo cerca di non concedere altro ma fatica a sfruttare il cambio palla e sul 13-18 un altro turno al servizio di Michieletto affonda le padrone di casa: Pizzolato mura su Anikeeva per il 13-20 ed è sempre lei a trovare l’ace per il 14-23. Esordio per Alice Gasparroni in A2, mentre Fiesoli trova il set ball e l’errore in attacco di Dhimitriadhi consegna il secondo set alla formazione ospite. Dal terzo set inizia un’altra partita: Sassuolo sostituisce Anikeeva con Zojzi ma soprattutto inizia a farsi più incisiva al servizio, rendendo la vita più difficile alla formazione di Paniconi. Ne giova l’attacco della Green Warriors, trascinato dalla top scorer Gardini (30 punti). Stavolta le locali impediscono la fuga della CBF Balducci che però conduce di fatto sempre fino alla fast di Busolini che riacciuffa la parità sul 17-17. Sulle ali dell’entusiasmo, la giovane formazione di casa prende fiducia e quota con l’ace di Dhimitriadhi e gli attacchi di Busolini. Sul 20-17 Paniconi fa entrare Ghezzi per Michieletto; Malik prima e la stessa Ghezzi poi pareggiano i conti portando il punteggio sul 23 pari ma non basta: la scatenata Gardini, prima in attacco e poi al servizio, trova i due punti decisivi che riaprono il match. Tre punti ancora alla portata per Macerata ma la sensazione che in casa Sassuolo il vento sia cambiato. Nonostante qualche errore, la CBF Balducci si porta comunque tre volte sul +3: con l’out in primo tempo di Civitico per il 3-6, con l’attacco di Fiesoli per il 6-9 e con la pipe out di Gardini per il 14-17. Quando Gardini trova il 18-19 il turno al servizio di Busolini mette pressione alle ospiti, che vanno in difficoltà e si ritrovano sotto 23-19. Martinelli prova a tenere le compagne in corsa ma l’attacco di Zojzi e la doppia di Ricci chiudono il parziale sul 25-21 e portano la gara al tie-break. Sassuolo fiuta l’impresa e parte forte portandosi avanti 3-1 con la solita Gardini e difendendo con i denti. Con una buona ricezione, pazienza e tanta Malik (5 punti per lei nella fase iniziale del tie-break) sono però le ospiti ad andare avanti sul cambio campo (6-8). Non è finita, Gardini e Dhimitriadhi tengono Sassuolo in quota fino al 13 pari ma la spunta Macerata 13-15: Malik e Fiesoli mettono la parola fine alla lunghissima sfida che frutta due punti alla CBF Balducci, brava sia a colpire forte dall’inizio che a soffrire nei momenti di difficoltà di fronte ad una Green Warriors ostica e mai doma. Coach Venco: “Per come si era messa la partita, devo ammettere che questo è davvero un punto d’oro: di oggi apprezzo soprattutto la reazione, certo se avessimo vinto sarebbe stata l’apoteosi però questo punto io lo metto in cascina, non tanto per il valore del punto ma perché ci possa aiutare a capire certe situazioni, soprattutto dopo la partita di domenica scorsa a Marsala. Io dico sempre che le squadre devono avere in primo luogo un’identità e noi siamo ancora alla ricerca: abbiamo giocatori al primo anno in A2, alcune intese e meccanismi ancora ci mancano. Oggi siamo riusciti a mettere in campo Civitico, che era fuori da un mese per distorsione; Anikeeva si sta ancora ambientando, è arrivata che era fuori forma e con problemi al ginocchio e pian piano si sta riprendendo e sta iniziando a capire ed adattarsi alla pallavolo italiana. Oggi abbiamo pescato un jolly con Zojzi che oggi è stata strepitosa, quando entra a partita iniziata fa meglio di quando è schierata dall’inizio perché sente meno la pressione. Sono tutti rischi, chiaro che se oggi fosse finita 0-3 adesso saremmo in un baratro. E invece è finita diversamente, quindi dopo oggi sappiamo che abbiamo carattere e qualità”. Dall’altra parte della rete, questo il commento di Coach Paniconi: “Arrivavamo da un settimana sia mentalmente che fisicamente pesante e credo che oggi ci sia mancata quella verve per tenere su il livello di gioco nel terzo set, dove si sarebbe potuta chiudere la partita: penso che questo risultato sia dipeso più da noi che dalle nostre avversarie: sicuramente Sassuolo è cresciuta tantissimo dopo i primi due set in ricezione permettendo al palleggiatore  – che è un signor palleggiatore – di smistare in un certo modo e lì è cambiata un po’ la partita perché noi abbiamo iniziato a soffrire a muro e siamo diventati molto meno efficaci al servizio e molto spesso questo è termometro della convinzione che una squadra ha. E quindi per noi è diventato difficile, perché dall’altra parte avevamo un avversario che giocava bene, come del resto ha sempre fatto quando giochiamo qui”. GREEN WARRIORS SASSUOLO – CBF BALDUCCI HR MACERATA 2-3 (16-25, 14-25, 25-23, 25-21, 13-15) GREEN WARRIORS SASSUOLO: Mammini, Colli (L), Zojzi 4, Balboni 1, Gardini 30, Cantaluppi ne, Dhimitriadhi 12, Fornari ne, Busolini 12, Anikeeva 2, Rolando (L), Stanev ne, Civitico 7, Bondarenko ne. All. Venco. CBF BALDUCCI HR MACERATA: Bresciani (L), Martinelli 15, Cosi, Michieletto 11, Gasparroni, Ghezzi 2, Ricci 6, Stroppa, Peretti, Pizzolato 11, Fiesoli 13, Malik 20. All. Paniconi ARBITRI: Mesiano-Lorenzin (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    CBF Balducci a Sassuolo: “Giocare da loro è sempre difficile”

    Di Redazione La CBF Balducci HR Macerata è chiamata a dare conferma a quanto di buono fatto vedere all’esordio con Ravenna nella prima trasferta stagionale, domenica a Sassuolo per affrontare la Green Warriors. “Ci stiamo allenando con buona determinazione – ha commentato coach Luca Paniconi – dobbiamo fare il possibile per confermare il livello di gioco espresso domenica se vogliamo portare via un risultato positivo che per noi sarebbe importante, visto che è la prima trasferta del campionato e che poi avremo un turno di riposo“. Dall’altra parte della rete la squadra che lo scorso anno si impose a Macerata portando a casa al Golden Set la qualificazione in semifinale Play Off. “Come noi, anche loro presentano una squadra molto diversa rispetto a quella dell’anno scorso – ricorda il tecnico della CBF Balducci – tuttavia ci sono delle costanti: da loro è sempre stato difficile giocare perché sono una squadra che ha sempre tenuto un atteggiamento aggressivo sin dal servizio e si gioca su un campo dove non è facile prendere i punti di riferimento. Quindi è una gara da interpretare nel modo giusto, con grandissima determinazione e tanta pazienza nei momenti in cui le cose non vanno come vorremmo“. Per Sassuolo, reduce dalla secca sconfitta a Marsala, parla Beatrice Gardini: “Dopo la falsa partenza della scorsa settimana, in questi giorni abbiamo lavorato tanto su alcuni meccanismi che contro Marsala non avevano funzionato al meglio. Da questo weekend mi aspetto una bella gara, in cui si veda quello che realmente siamo, senza quelle incertezze che abbiamo avuto a Marsala. Sono fiduciosa che possa essere una bella partita“. “Macerata è una veramente una buona squadra – commenta capitan Karola Dhimitriadhi –. Ho visto alcuni spezzoni della loro prima partita e mi sono sembrati una squadra con pochi punti deboli, fanno cadere veramente pochi palloni ed hanno degli ottimi attaccanti. Sono una squadra in grado di mettere in difficoltà tutti, ma noi speriamo di affrontare la partita con la giusta determinazione e serenità e di divertirci. Sono certa che noi non siamo quelle che si sono viste in campo domenica scorsa, e con un po’ di cattiveria agonistica potrà uscire una buona partita“. Fischio d’inizio alle ore 17. La partita sarà trasmessa in diretta streaming dal canale Youtube Volleyball World. Dalle Marche si potrà seguire anche sul digitale terrestre sul canale 611 (Studio 7 TV HD) ed in simulcast sulla web tv al link www.radiostudio7.net/tv. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Sigel Marsala vittoriosa su Sassuolo

    Di Redazione Agevole vittoria della Sigel ai danni di Sassuolo alla prima di campionato. Brava la Sigel che ha giocato compatta e determinata, stroncando sul nascere ogni tentativo di recupero avversario. Un solo spartito eseguito a forti tinte locali nella gara del girone “A” di A2 tra Sigel Marsala e Green Warriors Sassuolo davanti a un “Fortunato Bellina” sempre a capienza parziale (si attendono tempi migliori per uscire dal tunnel del periodo pandemico, ndc) ma struttura che ha potuto riabbracciare il pubblico per questo lento semi-ritorno alla normalità dopo un primo allentamento delle restrizioni. Termina tre set a zero, con punteggi che non si sbaglierebbe a definirli “interlocutori” con Sassuolo quasi subito costretto ad intonare il “canto del cigno”. Questa la progressione set registratesi nel piccolo impianto di proprietà comunale. Tra le fila di Marsala implacabili e tra le più prolifiche sono risultate essere l’opposto Okenwa (14), le bande Pistolesi (12) e capitan Panucci (11). Sassuolo ha “galleggiato” in alcuni frangenti solo per merito della talentuosa Beatrice Gardini, lo scorso anno tra le federali del Club Italia, che ha riportato uno score di 17 punti a fine partita che le ha permesso di prendersi lo scettro di top-scorer dell’intero incontro. Una menzione doverosa per le giovani azzurre della formazione di casa, alcune addirittura al debutto assoluto in serie A come nel caso di D’Este (incontenibile la gioia della lagunare per il primo punto realizzato in serie A, ndr) e di Ferraro, anagraficamente la più piccola del roster ma dotata di tecnica sopraffina. Starting-six: Davide Delmati, neo primo allenatore della Sigel Marsala, per la prima gara ufficiale si affida al seguente 6+1: Scacchetti e Okenwa a formare la diagonale d’attacco palleggiatore/opposto; schiacciatrici Pistolesi e Panucci; centrali Parini e Caserta, libero Gamba. Coach Maurizio Venco non dispone della forte e lunga centrale Civitico e nemmeno della russa Anikeeva (almeno non dall’inizio) e invia in campo Balboni in cabina di regia, Zojzi opposta, in posto quattro Gardini e Karola Dhimitriadhi, centrali Aliata e Busolini. Il libero Rolando. La Cronaca: Primo scambio ben giocato da entrambe le squadre con Okenwa a inaugurare il primo punto e a risolvere da posto due con una precisa schiacciata. Massimo vantaggio Marsala nelle battute iniziali sulla situazione di 3-0 con autrice la promettente centrale 2001 Sveva Parini, scuola Albese ed Igor Novara. Conseguentemente, aggancio di Sassuolo sul 3 a 3 (punto di Balboni). La Sigel riprende terreno sull’avversario (6-3) e proseguirà tutto il parziale sempre avanti. Prima del timeout di Venco, Scacchetti con uno scaltro tocco di seconda: 9-4.  Sassuolo prova a rientrare in contatto con lo stampo di Dhimitriadhi (12-6) e con Gardini in pipe (14-8). Marsala però grazie a un fortunato turno in battuta della californiana Okenwa mette in difficoltà la ricezione neroverde e le padrone di casa vanno dal 16 al 19-10 in un battito di ciglio. Marsala così in controllo e si consumano vari cambi: Vaccaro fa ingresso per uno solo scambio per Pistolesi con il cambio chiuso subito dalla panchina di Marsala e qualche istante dopo fuori tutta l’intera diagonale d’attacco per dare spazio alle debuttanti D’Este e Ferraro, con la nissena 2003 a smistare palloni e gestire le prerogative del momento delle attaccanti. Una volta rientrate Okenwa e Scacchetti di nuovo della gara il finale è scandito dal muro di Parini che firma il 24-18. Busolini in fast annulla il primo setball: 24-19. Termina 25-19 con la firma apposta da Aurora Pistolesi in pipe. 1-0. Si parte con gli stessi sestetti Inizialmente 2-2. In seguito, con Panucci alla battuta arrivano i punti di Pistolesi con attacco in diagonale, di Okenwa e della stessa Panucci: 7-3. Bella la parallela di Jessica Panucci con la quale Marsala si aggiudica il punto del 12-6. Sono sempre sei i punti di vantaggio vantati dalla Sigel Marsala al passaggio del 14-8 (gran punto di Gardini) e del 18-12 (attacco centrale di Parini). Aliata mura Okenwa: 21-17. Nello scambio successivo, punto di seconda di classe di Chiara Scacchetti e Marsala vola nuovamente sul +5: 22-17. Si entra nel vivo del finale di set. Dopo due punti di fila modenesi, di cui il primo di capitan Dhimitriadhi e l’altro della Busolini, coach Delmati si vede costretto a chiamare il time-out: 22-19. Battuta errata di Sassuolo e Marsala nel finale è solido e firma i rimanenti due punti che consentono di portare anche la seconda frazione dalla sua: 25-19. 2-0. Gli ace di Parini e Okenwa consentono il primo strappo tra le squadre: 4-2. Fasi iniziali comunque equilibrate (ai passaggi intermedi il 7-5 e 9-6). Bellissimo, prolungato e intenso lo scambio che fa aggiudicare a Marsala il decimo punto, grazie alla bravura difensiva di Pistolesi reattiva tre volte a mantenere viva l’azione con la giusta ricompensa arrivata da una soluzione efficace di Okenwa che compie il punto tra l’ovazione del pubblico locale. Nonostante Sassuolo giochi meglio rispetto ai due set iniziali trovando più ritmo al servizio e nella situazione di contrattacco, Marsala anche nella parte centrale mantiene quelle tre-quattro lunghezze di vantaggio utili per non trovarsi poi in affanno. Così è sull’acuto di Pistolesi del 17-13 e di Okenwa nel muro e fuori del 18-15. Stessa situazione sul 20-17 con Caserta in fast che fa volare la Sigel sul 21-17. Nel frattempo, nelle fila azzurre nuovamente spazio a Ferraro e D’Este. La Sigel si aggiudica le successive due azioni con un doppio punto a muro ad opera prima di Elisa D’Este, classe 2002 esordiente quest’oggi in A2, e poi di Caserta: 23-17. Sassuolo avrà ancora un ultimo sussulto con il punto del 23-18 eseguito da Gardini. Poi, è festa Sigel col punto del 24-18 e va a chiudere, come nel primo atto, una schiacciata di Aurora Pistolesi che fissa il risultato sul 25-18. Gioco, partita ed incontro. Grande debutto e interpretazione corretta del piano gara pensato dal tecnico milanese Delmati ma, su stessa ammissione del viceallenatore Lionetti, a rendere tutto più semplice sono state le giovani azzurre che sono scese in campo con spavalderia e intraprendenza e troveranno maggior convinzione nelle prossime uscite dopo questa prestazione. Per Sassuolo non una sconfitta banale in uno dei rettangoli rosa più caldi del sud-Italia, ma a questi livelli le giovani di coach Venco hanno ancora tanto da imparare. A fine partita, netto il commento di Coach Venco, che non cerca giustificazioni: “Quello che mi viene da dire è che stasera è andato tutto male e non c’è granchè da salvare. Nessuno ha fatto il suo e anche quando abbiamo provato a fare qualcosa, l’abbiamo fatto in modo confusionario e quello che abbiamo ottenuto è stata una prestazione deludente. Ovviamente ci sta perdere, ma si poteva sicuramente farlo meglio di come abbiamo fatto stasera: certamente abbiamo mille difficoltà, ma questa sera non c’è stata una reazione. Arrivavamo da un buon pre campionato, in cui si sono viste cose buone ed altre meno ma abbiamo sempre giocato con grinta e con il coltello tra i denti. Questa sera invece no, siamo stati arrendevoli fin da subito. Per cui adesso cancelliamo ed andiamo avanti pensando subito alla partita della prossima domenica”. Per la Sigel parola alla più piccina della squadra, Florencia Ferraro, la quale ha commentato il suo esordio in serie A con addosso l’azzurro di Marsala. Queste le impressioni terminato il concentramento: “Ero tanto emozionata per il fatto di giocare subito la prima in casa. Onestamente, non mi aspettavo di debuttare e sono contenta che mi sia stata data fiducia da parte dell’allenatore. Riguardo alla gara devo dire che le mie compagne si sono davvero disimpegnate bene sul taraflex, ma credo che questa prima vittoria sia stata il risultato di ciò che ha espresso il primo mese di allenamenti e la verifica contro Sassuolo ci dice che si stanno vedendo i nostri progressi“. Tabellino. Sigel Marsala Volley-Green Warriors Sassuolo: 3-0 (25-19; 25-19; 25-18)Sigel Marsala Volley: Pistolesi 11, Parini 7, Okenwa 14, Panucci 12, Caserta 6, Scacchetti 3, Gamba (L), D’Este 1, Ferraro, Vaccaro. Non entrate: Ristori Tomberli. Coach: Davide Delmati, vice: Marco LionettiGreen Warriors Sassuolo: Dhimitriadhi 9, Busolini 7, Balboni, Gardini 17, Aliata 1, Zojzi, Colli (L), Mammini, Bondarenko, Rolando (L), Anikeeva, Cantaluppi. n.e.: Fornari, Civitico. Coach: Maurizio Venco. vice: Alessandro AlbertiArbitri: Fabio Scarfo’ di Reggio Calabria e Giorgia Spinnicchia di CataniaSpettatori: 130 circa (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Parte la Serie A2: Marsala ospita Sassuolo, Martignacco a Modica

    Di Redazione Ben 22 squadre ai nastri di partenza per il campionato di Serie A2 femminile, in una stagione che si preannuncia tanto spettacolare quanto dura. Tutte le 10 partite della prima giornata si giocheranno domenica 10 ottobre e saranno visibili sul canale Youtube di Volleyball World, che trasmetterà in diretta streaming ogni singola gara del torneo di Serie A2.  GIRONE ALa Banca Valsabbina Millenium Brescia comincia dal PalaGeorge il suo percorso tortuoso per recuperare quell’A1 persa la scorsa stagione. Le leonesse di Alessandro Beltrami affrontano una neopromossa, la Tenaglia Altino Volley. “Sono molto soddisfatta di queste settimane di preparazione – esordisce Rachele Morello, regista delle lombarde -. Abbiamo lavorato sodo e penso che la squadra sia pronta per questo nuovo inizio di campionato. Le amichevoli giocate sono state di alto livello: questo ci ha messo alla prova e dimostrato allo stesso tempo che possiamo tenere un buon ritmo. Altino è una squadra neopromossa, ha un assetto nuovo e deve misurarsi con una categoria superiore. Noi dovremo imporre il nostro gioco fin da subito per iniziare al meglio e portare subito a casa i primi punti“.  “Non vediamo l’ora di iniziare – replica Luca D’Amico, coach di Altino -. La trasferta sarà impegnativa, sia per la distanza che per il valore della squadra che andremo ad incontrare, infatti Brescia è una delle squadra candidate al salto di categoria. Noi stiamo lavorando e lavoreremo sui nostri punti di forza facendo bene quello che sappiamo fare. Tutte le ragazze sono sempre pronte a fare ciò che è richiesto, ci potremo togliere molte soddisfazioni“.  La CBF Balducci HR Macerata debutterà tra le mura amiche contro l’Olimpia Teodora Ravenna dell’ex Valentina Pomili. “L’impressione è che stiamo andando in crescendo – dichiara Luca Paniconi, tecnico della CBF Balducci – Questo è estremamente importante. Già nell’ultimo test a Sant’Elia, ho visto delle cose buone. Ci tenevamo perché sapevamo che era l’ultima uscita prima dell’inizio degli impegni ufficiali. Ma in questa settimana sto vedendo che giorno dopo giorno cresciamo un po’, quindi da questo punto di vista sono contento. Ovviamente da domenica ci saranno gli avversari veri, quindi sarà tutta un’altra storia, perché poi dall’altra parte della rete stanno facendo altrettanto bene quanto noi se non di più, quindi sarà sicuramente una partita tosta perché affrontiamo un avversario importante come ce ne saranno tanti in questa stagione“. Curiosamente, nei 4 precedenti tra le due squadre ha sempre avuto la meglio la compagine in trasferta. Reduci entrambe da una stagione più che positiva, si incontrano al PalaBellina Sigel Marsala e Green Warriors Sassuolo. “Le prime partite sono sempre indecifrabili – afferma Davide Delmati, neo allenatore delle marsalesi -. Sassuolo è una squadra che seppure ha mantenuto anche quest’anno una ossatura incentrata sul settore giovanile da cui continua ad attingere per la Prima Squadra, ha accresciuto tra le sue fila il tasso di esperienza. Roster dal mix interessante, avendo associato un’ottima struttura giovanile che già possedeva lo scorso anno con giocatori di assoluto livello e di grande esperienza, confermando Dhimitriadhi come banda, i due centri Busolini e Civitico e inserito una forte palleggiatrice (Martina Balboni, ndr) che l’anno scorso ha trionfato nella finale dei PlayOff di A2. Da quello che ho visto nelle poche amichevoli, le neroverdi hanno dato l’impressione di essere ben organizzate, con ottima potenzialità sia al servizio che in attacco e orchestrate da una palleggiatrice esperta e solida“. Nuovo coach anche tra le neroverdi, dopo il lungo sodalizio con Enrico Barbolini: “Siamo finalmente pronti per questo esordio e partiamo subito con il botto ed una bella trasferta da tre giorni – commenta Maurizio Venco, coach sassolese -. Marsala è una buona squadra ed il campo è tosto; noi comunque siamo ben messi, nel senso che dal punto di vista mentale e di lavoro, abbiamo alle spalle una mole di lavoro enorme e quindi non vediamo l’ora di giocare. Gli ultimi test ci hanno dato buone indicazioni, che ci fanno ben sperare. Siamo un po’ acciaccati, nel senso che abbiamo più di un giocatore con qualche problemino ma stiamo pian piano recuperando. Ecco, possiamo dire che il morale è sicuramente alto mentre a livello fisico stiamo patendo qual cosina però le ragazze sono tutte disponibili e vedremo quale sarà la sorte“. Barbolini, intanto, dall’Emilia si è spostato in Romagna per guidare l’Omag MT San Giovanni in Marignano, chiamata a contrapporsi domenica alla Futura Volley Giovani Busto Arsizio. Tra le fila delle marignanesi, anche una delle atlete più vincenti del panorama italiano, Serena Ortolani.  “Siamo pronti per questa avventura – sottolinea coach Barbolini – abbiamo fatto fino ad ora un buon lavoro e i frutti cominciano a vedersi. Finalmente comincia un Campionato che sarà molto impegnativo, ma l’entusiasmo che abbiamo ci trasmetterà la giusta energia. Busto è sicuramente una squadra molto attrezzata che ha cambiato tanto ma che ha inserito nell’organico giocatrici importanti. Non sarà uno degli esordi più facili, ma tanto alla fine le avversarie vanno incontrate tutte, e allora siamo pronti a giocare una partita di prestigio. Per noi non può che essere uno stimolo per continuare ad alzare quell’asticella che ci piacerebbe spostare sempre più su“. Le ‘cocche’, rinforzato l’arsenale offensivo con due martelli con tante stagioni di A1 alle spalle come Bici e Angelina, sono pronte alla battaglia: “Finalmente siamo arrivati ai blocchi di partenza – afferma coach Matteo Lucchini -: si ricomincia con questa nuova avventura e con delle consapevolezze non troppo nascoste, ossia con la voglia di essere protagonisti in questo campionato. Sarà il campo a parlare, ma possiamo disputare una grande stagione: non saremo gli unici, e già nelle prime due giornate affronteremo squadre attrezzate per lottare per i primi posti. Dobbiamo pensare una partita alla volta: il campo di San Giovanni in Marignano è difficilissimo, anche per il tifo presente nel loro palasport. La squadra ha componenti tecniche di alto livello, è molto bilanciata e ha elementi di spicco come Ortolani, che non necessita di presentazioni; non dobbiamo poi perdere di vista le altre atlete, ma sappiamo di dover competere per portare a casa il risultato. Abbiamo le potenzialità di poter dire la nostra su tutti i campi“. Infine sfida tra isolane nel match tra Volley Hermaea Olbia e Seap Dalli Cardillo Aragona. “Sono molto soddisfatto – sintetizza Dino Guadalupi, coach dell’Hermaea, relativamente al precampionato – il tempo dedicato all’allenamento è stato sfruttato bene. La squadra è in larga parte rinnovata, dunque tanti aspetti andranno sistemati col tempo, però i segnali tecnici offerti sono stati positivi. Pian piano cercheremo di migliorare sotto il profilo della continuità. Esattamente come noi, anche Aragona avrà bisogno di tempo per migliorare in termini di stabilità. Il loro gioco fa affidamento su Caracuta, palleggiatrice con grande esperienza anche ai massimi livelli. Moneta è ugualmente un elemento importante per la categoria, e gioca con loro già dalla scorsa stagione. In termini generali potrebbero essere un pizzico più rodati di noi, ma in questi casi vige la regola dell’adattamento. In ogni caso vorrei mettere l’accento soprattutto sulla nostra prestazione: abbiamo studiato l’avversario e metteremo in pratica le soluzioni più proficue in modo da essere continui per tutta la gara“. Le siciliane, recuperate da leggeri infortuni le centrali Cometti e Negri, parte alla volta della Sardegna con fiducia: “Sono particolarmente contento del periodo di lavoro che abbiamo svolto e vado ad Olbia con estrema fiducia per contrastare al meglio una squadra fisicamente dotata – spiega Stefano Micoli, coach di Aragona -. Non dobbiamo cascare nel loro muro, le nostre avversarie hanno molti centimetri. Siamo una squadra in continuo miglioramento che fa ben sperare per quest’inizio di campionato“. GIRONE BLa prima partita del campionato di Serie A2 si giocherà alle 13 di domenica e vedrà contrapposte l’Egea PVT Modica e l’Itas Ceccarelli Group Martignacco. Esordio interno in A2 per le biancorosse, guidate da coach Enrico Quarta: “Abbiamo affrontato un pre-campionato molto intenso, ricco di sedute di allenamento e test in amichevole che hanno messo a dura prova la nostra propensione al sacrificio e al lavoro. Abbiamo grandi margini di miglioramento e sono fiducioso che abbiamo le carte in regola per ben figurare. Non è mia abitudine porre dei limiti, giocheremo ogni singola gara per il massimo bottino, per poi verificare quali sono gli aspetti da migliorare e correggere. La prossima sfida sancisce il ritorno di questo club in serie A2 dopo trent’anni e per questo percepisco un ambiente motivato ed emozionato. Martignacco è un avversario ostico ed esperto, che abbiamo studiato con grande attenzione, per farci trovare pronti a questo importante appuntamento“. “Proveremo ad entrare in campo belle agguerrite – afferma Giulia Pascucci, capitana delle friulane – forti del fatto che allenamenti congiunti e amichevoli del precampionato sono andati piuttosto bene. Siamo un gruppo che si è amalgamato abbastanza in fretta, tutte possiamo giocare, quindi abbiamo una panchina lunga. Sono fiduciosa. Giocheremo davanti ad un pubblico caloroso come tutti quelli del sud nonostante la capienza degli impianti sia ancora ridotta, ma l’importante sarà metterci tanta grinta. Questa sarà la chiave per portare a casa il risultato“. Alle 16 toccherà a Eurospin Ford Sara Pinerolo e Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania. Le ragazze di Michele Marchiaro si apprestano al debutto nella nuova casa di Villafranca Piemonte, le avversarie saranno guidate da Mauro Chiappafreddo, che da ex coach del Cus Torino vivrà una sfida dal sapore di derby. “Domenica si comincia e noi non vediamo l’ora – chiarisce Michele Marchiaro -. Quest’anno siamo in un palazzetto nuovo e avremo finalmente un po’ di pubblico: sarà una grandissima emozione, da superare in fretta però perché arriva un avversario come Catania che di neo promossa ha ben poco. I giocatori che la compongono sono quelli che definiscono la caratura della squadra. Noi conosciamo il loro valore e sappiamo che dovremo affrontare una partita durissima che richiederà compattezza e una prestazione solida. Adesso inizia il vero campionato dopo i tanti test match. Noi puntiamo prima di tutto a dare continuità e sviluppo a quanto fatto di buono fino ad ora nella fase pre campionato“. “Abbiamo svolto una preparazione intensa – commenta coach Mauro Chiappafreddo – iniziata il 25 agosto e proseguita con il coinvolgimento totale di tutte le atlete, compresa Daniela Bulaich arrivata in questa settimana. Cercheremo di trovare i giusti automatismi il prima possibile. Andremo a giocare contro una squadra progettata per il salto di categoria, ma le ragazze stanno bene, andremo lì senza pressioni riconoscendo la caratura dell’avversario“. Nuovo palazzetto anche per la CDA Talmassons, che disputerà le sue partite casalinghe a Lignano Sabbiadoro. A cominciare dall’impegno contro l’Anthea Vicenza. Le friulane di Leonardi Barbieri hanno allestito un roster di alto livello, a cominciare da Josephine Obossa reduce da due stagioni a Monza. Non da meno le vicentine, che schierano anche Maria Chiara Norgini, ex della sfida.  “Arriviamo bene – commenta Luca Chiappini, coach dell’Anthea confermato dopo la promozione dalla B1 – le ragazze stanno lavorando con intensità ed entusiasmo, fattori tipici di una squadra giovane. Alla vigilia dell’esordio di campionato siamo al punto dove volevamo essere nel nostro cammino di preparazione. Talmassons è una squadra che punta alla fascia alta del campionato e ha obiettivi diversi dai nostri. E’ strutturata per fare molto bene, con molta esperienza in tutti i reparti. Noi dovremo avere un approccio sereno e cercare di proporre la nostra pallavolo, caratterizzata da difesa e gioco veloce, mentre ‘l’obbligo’ del risultato è in capo a loro. La Cda sbaglia molto poco in battuta e in attacco, tratti tipici di esperienza, e in terzo tocco ha un grande potenziale, soprattutto con Obossa e Silva Conceiçao, oltre ad avere palleggio e centrali esperte e un libero di categoria. Per noi sarà una partita interessante, sono curioso di vedere all’opera la mia squadra“. Riacquisterà tutto il suo calore il PalaScoppa di Soverato, casa della Ranieri International, la squadra più longeva della Serie A2 in termini di partecipazioni consecutive. Le cavallucce marine riceveranno la Tecnoteam Albese Volley Como. “Finalmente ci siamo – esulta il presidente del Volley Soverato, Antonio Matozzo -. Inizia per noi un’altra nuova avventura in questa categoria e anche in questa stagione abbiamo costruito una squadra giovane mantenendo alla guida l’esperto Bruno Napolitano. Le ragazze sin dal primo giorno di preparazione hanno dimostrato voglia di fare bene e, come tutti noi, non vedono finalmente l’ora di scendere in campo e giocare per conquistare punti importanti. Non vediamo l’ora naturalmente di riabbracciare il nostro caloroso pubblico, costretto nello scorso campionato a seguirci al di fuori del Pala Scoppa“. Completa il programma la partita tra Ipag Sorelle Ramonda Montecchio e LPM BAM Mondovì. Da un lato le vicentine, ottenuta la salvezza nelle giornate finali dello scorso Campionato, ripartono da coach Daris Amadio e un roster giovanissimo (la più ‘grande’ è Laura Bortoli, classe 1996); dall’altro le pumine, con Matteo Solforati in panchina dopo il quadriennio con coach Delmati e una squadra di grandi ambizioni, guidata al palleggio da capitan Cumino.  Entreranno in gioco nella seconda giornata Assitec Volleyball Sant’Elia (Girone A) e Club Italia Crai (Girone B), che osservano il turno di riposo.  CAMPIONATO SERIE A2 FEMMINILE1° GIORNATA GIRONE ADomenica 10 ottobre, ore 17.00Banca Valsabbina Millenium Brescia – Tenaglia Altino Volley  ARBITRI: Mazzarà-MariglianoCBF Balducci HR Macerata – Olimpia Teodora Ravenna  ARBITRI: Pescatore-GrossiSigel Marsala Volley – Green Warriors Sassuolo  ARBITRI: Scarfò-SpinnicchiaOmag MT San Giovanni in Marignano – Futura Volley Giovani Busto Arsizio  ARBITRI: Clemente-Polenta Volley Hermaea Olbia – Seap Dalli Cardillo Aragona  ARBITRI: Grassia-AdamoRiposa: Assitec Volleyball Sant’Elia GIRONE BDomenica 10 ottobre, ore 13.00Egea PVT Modica – Itas Ceccarelli Group Martignacco  ARBITRI: Palumbo-GuarneriDomenica 10 ottobre, ore 16.00Eurospin Ford Sara Pinerolo – Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania  ARBITRI: Cavicchi-FontiniDomenica 10 ottobre, ore 17.00Ranieri International Soverato – Tecnoteam Albese Volley Como  ARBITRI: Stancati-PapapietroCDA Talmassons – Anthea Vicenza  ARBITRI: Sessolo-LentiniIpag Sorelle Ramonda Montecchio – LPM BAM Mondovì  ARBITRI: Licchelli-Kronaj Riposa: Club Italia Crai (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Green Warriors Sassuolo, un weekend in viaggio per affrontare Marsala

    Di Redazione Tutto è ormai pronto per la prima stagionale della Green Warriors Sassuolo, che si appresta a vivere la sua quarta stagione in Serie A2: l’esordio della compagine neroverde è in programma domenica 10 ottobre e Dhimitriadhi e compagne saranno subito impegnate in trasferta, sul campo notoriamente caldo ed ostico della Sigel Marsala. Un impegno non semplice attende quindi la Green Warriors Sassuolo, che dovrà far subito i conti con le difficoltà logistiche che la lunga trasferta in Sicilia porta con sé: le neroverdi partiranno per Palermo sabato in tarda mattinata dall’aeroporto di Bologna, per poi raggiungere Marsala in autobus, mentre il ritorno in Emilia è in programma lunedì mattina all’alba. A presentare il match è coach Venco: “Siamo finalmente pronti per questo esordio e partiamo subito con il botto ed una bella trasferta da tre giorni. Marsala è una buona squadra ed il campo è tosto; noi comunque siamo ben messi, nel senso che dal punto di vista mentale e di lavoro, abbiamo alle spalle una mole di lavoro enorme e quindi non vediamo l’ora di giocare. Gli ultimi test ci hanno dato buone indicazioni, che ci fanno ben sperare. Siamo un po’ acciaccati, nel senso che abbiamo più di un giocatore con qualche problemino ma stiamo pian piano recuperando“. “Ecco, possiamo dire che il morale è sicuramente alto – riepiloga il coach – mentre a livello fisico stiamo patendo qualcosina, però le ragazze sono tutte disponibili e vedremo quale sarà la sorte. Speriamo di iniziare subito bene: non pensiamo tanto a vincere o perdere quanto piuttosto a fare fin da subito un buon gioco. In queste settimane di preparazione abbiamo fatto un gran lavoro, quindi speriamo di avere come negli ultimi test pre campionato una pallavolo rapida e grintosa: spero di vedere questo, poi il risultato lo vedremo alla fine“. Dalla parte di Marsala commenta il tecnico Davide Delmati: “Le prime partite sono sempre indecifrabili. Sassuolo è una squadra che, pur avendo mantenuto anche quest’anno una ossatura incentrata sul settore giovanile, ha accresciuto tra le sue fila il tasso di esperienza. Roster dal mix interessante, avendo associato un’ottima struttura giovanile che già possedeva lo scorso anno con giocatori di assoluto livello e di grande esperienza. Da quello che ho visto nelle poche amichevoli, le neroverdi hanno dato l’impressione di essere ben organizzate, con ottima potenzialità sia al servizio che in attacco e orchestrate da una palleggiatrice esperta e solida come Balboni“. La partita – diretta dalla coppia arbitrale formata da Fabio Scarfò e Giorgia Spinnicchia – sarà trasmessa in modo completamente gratuito sul canale Youtube di Volleyball World. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO