consigliato per te

  • in

    Omag in campo contro Sassuolo nel turno infrasettimanale

    Di Redazione Subito dopo la vittoriosa trasferta a Macerata, la Omag-MT si prepara ad affrontare, nel primo turno infrasettimanale della stagione, il Volley Academy Sassuolo anch’essa reduce da un’ottima prestazione contro Altino. Mercoledì sera, al Palamarignano, le Zie scenderanno in campo contro le Emiliane con l’obiettivo di consolidare il secondo posto in classifica appena conquistato ed arrivare al match di domenica contro la Capolista per tentare il sorpasso! Coach Enrico Barbolini presenta così il match: Come tutte le partite sarà un impegno importante per continuare ad acquisire consapevolezza e stabilizzare le nostre certezze. Abbiamo sempre affrontato le partite con lo spirito di chi deve guadagnarsi tutto sul campo e sono certo che anche mercoledì sarà così, cercheremo di continuare a fare dei passi in avanti, vogliamo divertirci esplorando le nostre possibilità. Mi fa un po’ effetto leggere “Sassuolo” nel programma di avversari da affrontare, sicuramente mi farà molto piacere rivedere quella squadra e le persone che hanno accompagnato il mio recente passato. L’appuntamento, dunque, è fissato per mercoledì 3 novembre alle ore 20.30 al palazzetto dello sport di San Giovanni in Marignano. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Halloween dolce per la Green Warriors Sassuolo: 3-1 sulla matricola Altino

    Di Redazione Primo successo stagionale per la Green Warriors Sassuolo che – di fronte al proprio pubblico – vince e convince. Una vera vittoria corale per le neroverdi: finalmente supportata da una buona ricezione, Balboni dà sfoggio di tutto il suo estro e manda in doppia cifra quattro delle sue attaccanti (Gardini 17, Dhimitriadhi 13, Civitico 12, Busolini 11). L’avvio di Sassuolo è sprint: Busolini, Civitico e Zojzi sono ispirate e la Green Warriors trova fin dai primi scambi la zampata vincente. È un turno al servizio del giovane opposto neroverde a scavare il solco che alla fine decide il set, con Sassuolo che chiude 25-17. Altino però non si scompone e torna in campo combattiva: l’approccio ospite al secondo parziale è ottimo: 2-8. Le padrone di casa provano a rientrare, ma Altino mantiene per tutto il set un vantaggio rassicurante (12-17). Sassuolo però è sul pezzo e le tenta tutte: l’ace di Gardini vale il -2 (17-19), con capitan Dhimitriadhi che mantiene le sue a contatto fino al 23-24: la rimonta completa non riesce e alla fine è Altino a chiudere il parziale, riportando il match in parità. La Green Warriors però non subisce il colpo: rientra in campo determinata e – di fatto – terzo e quarto set sono una fotocopia del primo, con le neroverdi in vantaggio fin dai primi scambi e poi brave a mantenere il vantaggio accumulato. Sassuolo conquista così la prima vittoria stagionale: una vittoria che fa bene alla classifica, con le neroevrdi ora a quota quattro ma soprattutto serve al morale neroverde e dà energie fresche a Dhimitriadhi e compagne in vista della sfida infrasettimanale sul campo di San Giovanni in Marignano. Cronaca del match Coach Venco si affida a Balboni in cabina di regia, Zojzi opposto, al centro Busolini e Civitico, in posto quattro Gardini e Dhimitriadhi. Il libero è Rolando. Coach Damico risponde con Saveriano al palleggio, Kavalenko opposto, al centro Angelini e Spicocchi, in posto quattro Costantini e Lestini. Il libero è Mastrilli. Primo set Tenta subito l’allungo Altino (0-2), ma Civitico e Zojzi riportano subito tutto in parità (2-2). Il match procede in equilibrio, con Sassuolo che trova poi il +3 con il doppio ace di Zojzi (7-4). Il primo tempo di Busolini al termine di uno scambio lungo e concitato vale l’8-4: Dhimitriadhi ferma Angelini in fast per il 9-4 ed il primo time out per Coach Damico. Altro muro targato Busolini e Sassuolo vola sul 12-5. Due errori tra le fila neroverdi riavvicinano Altino (15-10), ma la risposta della Green Warriors è pronta: gran diagonale di Zojzi e 17-10. Il ventesimo punto in casa neroverde arriva complice il buon servizio di Zojzi e la panchina di Altino si gioca anche il secondo tempo a disposizione (20-13). Il pallonetto di Gardini vale il 22-15: Zojzi in mani out trova poi il 24-15. Altino annulla due setball (24-17), poi Civitico a muro chiude 25-18. Secondo set  Prova subito la fuga Altino (2-5) e sull’ace di Saveriano, Coach Venco ferma subito il gioco (2-6). Le ospiti continuano nel loro momento d’oro e trovano il massimo vantaggio sul 2-8: ci pensa Capitan Dhimitriadhi a smuovere finalmente il punteggio neroverde (3-8). Altino mantiene un vantaggio rassicurante (6-12), ma Sassuolo non si scoraggia: ace di Gardini e 9-13. Le ospiti si mantengono sul +5 con Angelini (12-17), poi la Green Warriors approfitta di un fallo a rete per rifarsi sotto (15-18). Altro ace di Gardini e -2 neroverde (17-19): Capitan Dhimitriadhi tiene in scia le sue (19-21), ma Altino non si scompone e si mantiene avanti (21-23). Il ventiquattresimo punto lo firma Costantini in parallela (21-24): Civitico in primo tempo annulla (22-24), poi un fallo di posizione nel campo di Altino regala a Sassuolo il -1 (23-24). Chiude Costantini in pipe (23-25) e le ospiti riportano tutto in parità. Terzo set Uno scambio lungo e concitato apre il set: a chiudere sono le ospiti, che si portano subito in vantaggio (0-1). Sassuolo passa a condurre con Dhimitriadhi (2-1) e si mantiene avanti con Gardini (5-2). Ci mette la firma anche Balboni, che trova l’ace del +4 neroverde, con la panchina ospite che corre subito ai ripari e ferma il gioco (7-3). Sassuolo scappa sul 9-3, poi le ospiti accorciano le distanze (9-5). Ancora uno scambio lunghissimo, con Costantini che non trova le mani del muro e regala a Sassuolo l’11-6. Altino però non si scompone ed accorcia 12-9. Il muro di Busolini su Kavalenka in pipe vale il nuovo +6 ed il secondo time out per Coach Damico (15-9). Altino esce bene dal time out, trova tre punti consecutivi e questa volta è Caoch Venco a correre ai ripari (15-12). Al rientro in campo, due buone giocate in casa neroverde e 18-12. Due scambi lunghi riavvicinano le ospiti (19-14), ma ci pensa Gardini a scuotere le sue con tre punti consecutivi (22-15). Ci mette il suo anche Civitico, che dai nove metri trova il 24-16: chiude Zojzi in mani out (25-16). Quarto set Buona partenza di Sassuolo (2-0), che poi chiude positivamente due scambi lunghi e si porta avanti 4-1. Ancora uno scambio lungo, con la Green Warriors che con pazienza difende e ricostruisce, poi approfitta dell’attacco out di Lestini e allunga 7-2. Il decimo punto in casa Sassuolo lo firma Capitan Dhimitriadhi (10-4). Altino però non demorde: piazza tre punti consecutivi ed accorcia 14-9, con Coach Venco che richiama le sue in panchina. Sassuolo esce bene dal time out e con Civitico si porta avanti 17-10. Le ospiti però sono sempre vigili: piazzano due muri consecutivi e si portano a -4, con la panchina sassolese che di nuovo ferma il gioco (17-13). Al rientro in campo, la Green Warriors torna a macinare punti: muro di Cantaluppi e 19-13. Il ventesimo punto lo firma Civitico (20-13). Il finale è un monologo neroverde: Busolini firma il 23-16, poi sempre lei chiude 25-17 e regala a Sassuolo la prima vittoria della stagione.  GREEN WARRIORS SASSUOLO – TENAGLIA ALTINO VOLLEY 3-1 (25-17 23-25 25-16 25-17) GREEN WARRIORS SASSUOLO: Balboni 3, Gardini 17, Civitico 12, Zojzi 8, Dhimitriadhi 13, Busolini 11, Rolando (L), Cantaluppi 1, Mammini. Non entrate: Bondarenko, Stanev, Colli (L), Anikeeva, Fornari. All. Venco. TENAGLIA ALTINO VOLLEY: Lestini 18, Spicocchi 8, Kavalenka 10, Costantini 7, Angelini 9, Saveriano 3, Mastrilli (L), Ollino 2, Olleia, Comotti, Natalizia. Non entrate: Meniconi (L), Di Arcangelo, Zingoni. All. Damico. ARBITRI: Polenta, Licchelli. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Green Warriors, ora o mai più: contro Altino devono arrivare punti

    Di Redazione Secondo partita casalinga della stagione per la Green Warriors Sassuolo che – archiviata la lunga trasferta sarda sul campo di Olbia – si prepara a ritrovare il pubblico del Pala Consolata: domenica 31 ottobre, ore 17.00, Dhimitriadhi e compagne riceveranno la neopromossa Altino Volley. Il match valido per la quarta giornata di Regular Season metterà in palio punti importanti in ottica classifica generale, con le due contendenti separate da un solo punto e – soprattutto – entrambe alla ricerca della prima vittoria stagionale per lasciarsi alle spalle i piani bassi della classifica. Dopo la brutta prestazione contro Olbia, questa è stata per la Green Warriors Sassuolo una settimana di intenso lavoro fisico e mentale, con l’attenzione tutta focalizzata su se stesse piuttosto che sull’avversario di giornata, come chiarisce coach Venco: “La partita di domenica ci servirà per capire se finalmente riusciremo ad entrare in questo campionato: fino ad oggi, per vari motivi, non siamo ancora riusciti, salvo gli ultimi tre set giocati contro Macerata”. “In queste prime tre giornate, in gara siamo state molto arrendevoli, è chiaro che qualcosa non sta funzionando e non riusciamo a trovare la giusta alchimia e ad esprimere quello che invece potremmo essere e fare: ci stiamo mettendo tutti in discussione, allenatore compreso. Quindi domenica non sarà tanto questione di vincere o perdere, ma proprio di riuscire ad entrare finalmente in questo campionato. In settimana abbiamo lavorato tanto, ma focalizzandoci esclusivamente di noi”. Ci sarà quindi bisogno di tutto il sostegno dei tifosi neroverdi, tradizionalmente arma in più di tutte le partite casalinghe della Green Warriors Sassuolo. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Una super Hermaea concede il bis: battuta anche Sassuolo

    Di Redazione Seconda vittoria consecutiva per l’Hermaea Olbia, che supera in tre set le Green Warriors Sassuolo e raggiunge quota 5 punti nella classifica del campionato di Serie A2 Femminile. Prestazione autoritaria per il sestetto di Dino Guadalupi, che ha controllato la partita dall’inizio alla fine conducendo in porto con merito il successo pieno. Un risultato a suo modo storico, perchè mai, negli 8 anni di Serie A, l’Hermaea era riuscita a vincere le prime due partite di campionato.Coach Guadalupi schiera Allasia in diagonale con Renieri, Maruotti e Miilen in posto 4, Barbazeni e Babatunde al centro, mentre nel ruolo di libero torna il capitano Giorgia Caforio, out all’esordio a causa di un infortunio. Le Green Warriors rispondono con Balboni al palleggio, Zojzi opposto, Dhimitriadhi e Gardini in banda, Busolini e Civitico al centro e Rolando libero.L’Hermaea approccia bene la sfida e firma presto il +3 con un preciso diagonale di Maruotti (5-2). Sassuolo si affida agli attacchi potenti di Gardini e sorpassa con 4 punti consecutivi, ma le olbiesi si mostrano efficaci in battuta e riprendono rapidamente in mano la situazione (12-8 dopo l’attacco out di Gardini e timeout Venco). Caforio e compagne giocano con disinvoltura e aumentano il divario, poi Sassuolo reagisce e si riavvicina fino al -2 grazie al muro vincente di Busolini sull’attacco di Babatunde. Coach Guadalupi chiama a rapporto le sue, che tornano a macinare gioco e scavano il solco con il bel lungolinea di Renieri che vale il 22-16. La strada, a questo punto, è spianata verso la vittoria del set: l’errore al servizio di Bondarenko fissa il punteggio sul 25-20 e consegna all’Hermaea il vantaggio nel conto.Nel secondo game le due formazioni si fronteggiano punto a punto, poi le olbiesi piazzano un primo allungo sul 9-5 sfruttando l’attacco fuori misura di Cantaluppi, chiamata in causa al posto di Dhimitriadhi. Il sestetto emiliano tenta la rimonta con l’ace di Zojzi per il -2 (11-9), ma pian piano scivola ancora indietro sotto i precisi colpi di Miilen e Renieri. Gli errori di Cantaluppi e Anikeeva consentono alle biancoblù di volare su un agevole +6 (22-16). Sassuolo non riesce a imbastire una reazione, e nel finale emerge il talento di Babatunde, che prima si prende la palla set con un primo tempo, poi fa calare il sipario con un muro vincente su attacco di Gardini (25-19).Sulle ali dell’entusiasmo, l’Hermaea domina in lungo e in largo in avvio di terzo game, portandosi subito sul 7-1 (pipe di Miilen). Il tecnico ospite Venco fa ricorso alla panchina inserendo il secondo palleggio Mammini al posto di Balboni, ma il risultato non cambia: le galluresi, autoritarie, doppiano le avversarie con l’ace di Renieri (16-8), poi veleggiano serenamente verso una vittoria mai in discussione. Il punto finale lo mette a terra ancora la centrale Babatunde, che scrive il 25-14 finale e fa scattare la festa biancoblù.“Il risultato non è mai stato in discussione – commenta coach Guadalupi – si nota la crescita di tutta la squadra. Siamo stati piuttosto ordinati dal punto di vista tattico, mettendo in pratica ciò che avevamo preparato in allenamento. La battuta? Siamo stati continui come volevamo a eccezione di un parziale nel secondo set che rischiava di rimettere in partita Sassuolo. Su questo dobbiamo essere più attenti, ma sono certo che col tempo arriveranno dei miglioramenti. Alla vigilia del campionato non mi faccio mai troppe aspettative, ma mi auguravo sicuramente una partenza di questo tipo. E’ positivo il fatto che la squadra non abbia una ‘stella’ assoluta, ma sappia trovare protagoniste diverse all’interno della stessa partita”.  Coach Venco, invece, commenta così la prestazione delle sue ragazze: “Al momento siamo una squadra che di fronte alle difficoltà non reagisce: in avvio di partita, siamo anche partiti bene, giocando punto a punto, poi di fronte alle prime difficoltà – problemi piccoli, non cose insormontabili – ci siamo spente e non siamo state capace di reagire e trovare soluzioni. Siamo remissive e di fronte ad un problema, non combattiamo ma ci limitiamo a subirlo. Anche chi – per esperienza o per carattere – dovrebbe dare una scossa, non sta tenendo. Abbiamo cercato soluzioni alternative con le più piccole e oggi in questo senso c’è anche chi, numeri alla mano, ha fatto bene: le giovani fanno quello che possono ma ovviamente non sono ancora giocatrici di questa categoria e chi dovrebbe aiutarle, non sta riuscendo a fare la differenza“.VOLLEY HERMAEA OLBIA – GREEN WARRIORS SASSUOLO 3-0 (25-20 25-19 25-14)VOLLEY HERMAEA OLBIA: Miilen 13, Barbazeni 5, Renieri 9, Maruotti 13, Babatunde 9, Allasia, Caforio (L), Formaggio, Gerosa. Non entrate: Severin, Minarelli, Fezzi. All. Guadalupi. GREEN WARRIORS SASSUOLO: Dhimitriadhi 4, Busolini 6, Balboni, Gardini 10, Civitico 4, Zojzi 7, Rolando (L), Cantaluppi 4, Anikeeva 1, Bondarenko 1, Mammini 1, Colli (L). Non entrate: Stanev. All. Venco. ARBITRI: Jacobacci, Sessolo. NOTE – Durata set: 27′, 24′, 23′; Tot: 74′ (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Sassuolo leva l’ancora: si parte in traghetto per Olbia

    Di Redazione Secondo impegno stagionale lontano dalle mura amiche e seconda lunga trasferta per la Green Warriors Sassuolo: la terza giornata – in programma domenica 24 ottobre – vedrà infatti la compagine neroverde impegnata in Sardegna, sul campo dell’Hermaea Olbia. Le neroverdi sono in cerca di conferme: l’obiettivo è quello di continuare il proprio percorso di crescita e di ricerca di identità e dimostrare che la vera Green Warriors è quella squadra unita, sfrontata ed aggressiva vista nella seconda metà del match contro Macerata. A presentare la partita contro Olbia è coach Maurizio Venco, che concentra l’attenzione sulle sue ragazze: “Ci aspetta una seconda trasferta molto tosta in casa della Volley Hermaea. In questo periodo i voli per la Sardegna non sono molti, quindi raggiungeremo Olbia in traghetto e passeremo la notte in nave. Sicuramente sarà una trasferta logisticamente complicata, ma questa non deve essere una scusa: noi andiamo là per giocare, il resto non deve essere un problema“. “Per quanto riguarda le mie aspettative sulla partita – continua Venco – posso dire che da parte mia c’è molta curiosità nel senso che sono curioso di capire se dopo le prime due giornate la squadra ha capito i suoi meccanismi ed equilibri di gioco. Quindi non ho particolari aspettative, solo la curiosità di vedere se dopo le prime partite abbiamo capito chi siamo e come dobbiamo muoverci in campo: l’obiettivo è capire se siamo quelle degli ultimi tre set giocati domenica scorsa e quindi siamo ad un buon punto o se siamo quelle viste contro Marsala ed in avvio contro Macerata e quindi dobbiamo ancora lavorare su di noi“. Come di consueto, la partita sarà trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube di Volleyballworld, accessibile in maniera totalmente gratuita. Fischio di inizio alle 17. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Olbia, Guadalupi: “Contro Sassuolo dovremo essere costanti al servizio”

    Di Redazione Dopo il turno di riposo, l’Hermaea Olbia si rimette in marcia. Domenica pomeriggio, nella terza giornata del campionato di Serie A2 Femminile, le biancoblù riceveranno la visita delle Green Warriors Sassuolo, sconfitte nell’ultimo turno al tie break da Macerata.La settimana priva di impegni ufficiali ha giovato alla squadra gallurese, decisa a replicare l’esordio vittorioso contro la matricola Aragona: “La squadra si è preparata molto bene – afferma il tecnico Dino Guadalupi – l’intensità delle sedute cresce, e il fatto di non giocare ci ha permesso di recuperare qualche acciaccata. I progressi sono costanti e sono convinto che la squadra saprà mostrarli sul campo nella sfida di domenica”.L’Hermaea spera di avere a disposizione anche il libero Caforio, assente contro Aragona a causa di un infortunio: “Si sta allenando ancora parzialmente in differenziato – spiega Guadalupi – non è al 100%, ma nelle parti di allenamento dedicate alla tecnica è comunque aggregata al resto del gruppo. Valuteremo le sue condizioni di ora in ora fino alla partita”.Per avere la meglio su Sassuolo e incassare la seconda vittoria in stagione, sarà senz’altro necessaria una partenza migliore rispetto a quella di due settimane fa: “In quel caso non ho osservato una carenza di aggressività – sostiene – ma solo le classiche incognite da prima di campionato. Mi è capitato tante volte negli anni ed è fisiologico, ma abbiamo rotto il ghiaccio e tutti i segnali offerti durante il lavoro settimanale mi rendono ottimista”.Sconfitta nei primi due turni rispettivamente da Marsala (3-0) e Macerata (3-2), Sassuolo arriverà in Sardegna desiderosa di riscatto: “Affrontiamo una squadra composta da un mix di gioventù ed esperienza – sottolinea ancora Guadalupi – in questo frangente non hanno ancora continuità nel ruolo di opposto, in cui si alternano due giocatrici con caratteristiche diverse (Anikeeva e Zojzi, ndr). Nell’ultima giornata sono state protagoniste di una vera e propria battaglia contro una formazione di livello come Macerata, dunque non si tratterà sicuramente di una partita semplice. Per vincere sarà necessario essere costanti e avere buona qualità in battuta per limitare i loro attaccanti di maggior talento”.Fischio d’inizio domenica 24 ottobre alle 17.00 al Palasport Comunale di Golfo Aranci. Gli arbitri designati sono Sergio Jacobacci e Maurina Sessolo. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il ritorno di Beatrice Gardini a Sassuolo: “Qui hanno sempre creduto in me”

    Di Alessandro Garotta Negli ultimi anni la Serie A2 femminile ha saputo regalare sorprese e lampi di talento in diverse occasioni, dimostrandosi una vera e propria fucina di talenti e un palcoscenico ideale per le ragazze che hanno bisogno di “farsi le ossa” prima di esplodere nelle competizioni maggiori. Dunque, non è un caso se anche nel campionato 2021-2022 sono tante le stelle del futuro pronte a brillare. Tra queste c’è sicuramente Beatrice Gardini, che dopo due stagioni positive al Club Italia è tornata a vestire la maglia della Green Warriors Sassuolo: ecco la nostra intervista esclusiva alla schiacciatrice neroverde classe 2003. Beatrice, partiamo da una domanda semplice. Quando ha scoperto il suo talento per il volley?  “Mi sono appassionata alla pallavolo da piccola seguendo le partite di mia sorella, ma solo intorno ai 12-13 anni ho capito di avere buone qualità, visto che ormai giocavo sempre in categorie superiori rispetto alle mie coetanee. Quando poi è arrivata la chiamata dalla Liu Jo Modena, mi sono convinta di poter fare il grande salto e arrivare dove sono ora“.  Come ha iniziato a giocare da schiacciatrice? E cosa le piace di più del suo ruolo?  “Sono sempre stata una schiacciatrice. Inizialmente venivo schierata da opposto perché nella squadra di ‘quelle più grandi’ in cui militavo serviva una giocatrice proprio in quella posizione. Poi mi sono spostata in banda. Mi piace il mio ruolo perché è completo e bisogna essere specializzati in tutti i fondamentali“.  Foto Volley Academy Sassuolo C’è una giocatrice alla quale si è ispirata? “In ambito femminile non mi sono ispirata a nessuna giocatrice in particolare. Però, fin da piccola seguo Osmany Juantorena: è sempre stato il mio idolo“.  In che modo le esperienze alla Teodora Ravenna, alla Volley Academy Sassuolo e al Club Italia hanno contribuito alla sua crescita?  “A Ravenna ho imparato le basi della pallavolo e vissuto le mie prime esperienze, giocando anche in categorie superiori alla mia. Poi a Sassuolo ho iniziato a vivere come un’atleta anche fuori dal campo: dovendo essere indipendente dai miei genitori, ho imparato ad organizzarmi e autogestirmi. Infine, al Club Italia sono cresciuta molto a livello tecnico“.  Foto Volleyball World Nel 2019 ha vinto l’argento ai Mondiali Under 18 e quest’estate è arrivato l’oro ai Mondiali Under 20. Cosa prova una ragazza così giovane ad arricchire il suo palmares con questi titoli internazionali?  “Partecipare alla selezione per una nazionale giovanile nel 2019 era per me già un’emozione grandissima. Poi essere subito convocata e avere la possibilità di giocare in una competizione così importante è stata una delle soddisfazioni più grandi, così come i risultati che abbiamo ottenuto. Sono obiettivi per cui ti prepari e alleni duramente e, quando si realizzano, non sai nemmeno esprimere a parole quanto sei felice“.  Qual è il ricordo più bello del Mondiale U20?  “Sarebbe scontato rispondere la vittoria della medaglia d’oro. In realtà, conservo il ricordo di tutto il nostro percorso, iniziato l’estate precedente, quando la Federazione ha preferito non farci partire per l’Europeo U19 perché lo riteneva troppo rischioso nel bel mezzo della pandemia. Da lì, però, si è creato un legame ancora più forte tra di noi. E il gruppo ha fatto la differenza soprattutto nella semifinale contro la Russia (vinta 3-0, n.d.r.): nonostante la partenza migliore delle nostre avversarie in ogni set, siamo rimaste unite giocando come se fossimo un unico ingranaggio, e alla fine abbiamo sempre avuto la forza di ribaltare il risultato“.  Al termine di due stagioni da protagonista al Club Italia e di una positiva estate in azzurro, cosa l’ha spinta a tornare a Sassuolo?  “Ho scelto di tornare a Sassuolo perché è una società che ha sempre creduto nel mio valore, mi ha fatto crescere quando ero più piccola e aiutato a diventare la giocatrice che sono ora. Considero quindi Sassuolo come la mia seconda casa, un ambiente familiare che mi permette di dare il 100%. E poi poter finire il mio percorso scolastico qui è motivo di grande serenità anche fuori dal campo“.  Foto Volley Academy Sassuolo Quali obiettivi si è prefissata di raggiungere per questa stagione in Serie A2?  “Il nostro obiettivo per questa stagione è di dimostrare che possiamo giocarcela con tutti, anche se sulla carta Sassuolo non è la squadra favorita del girone. Siamo un gruppo molto affiatato e il fatto di poter giocare con compagne che hanno più esperienza mi stimola a fare sempre meglio. A livello personale l’obiettivo di fare il salto di qualità, se non l’anno prossimo, tra un paio d’anni“. In chiusura di questa intervista, ci racconta com’è la Beatrice fuori dal campo? Quali sono le sue passioni?  “Sono una ragazza precisa che ci tiene ad avere un buon rendimento anche a scuola. Non ho passioni particolari oltre alla pallavolo e nel tempo libero mi piace stare con la famiglia o le persone a cui voglio bene“. E il suo sogno nel cassetto?  “Si dice che è bene non svelare il proprio sogno perché altrimenti non si realizza. Perciò, posso solo dire che vorrei fare della passione per la pallavolo il mio lavoro“.  LEGGI TUTTO

  • in

    4 Weeks 4 Inclusion: Lega femminile e diversi Club di serie A all’evento

    Di Redazione Dal 22 ottobre al 22 novembre prende il via la seconda edizione della 4 Weeks 4 Inclusion, il più grande evento interaziendale dedicato all’inclusione che quest’anno – per la prima volta in Italia – vede impegnate oltre 200 imprese per valorizzare insieme i temi della diversità e dell’inclusione, con un ricco programma di eventi digitali dedicati ai 700mila dipendenti delle aziende partner.  Anche la Lega Pallavolo Serie A Femminile prenderà parte alla ‘maratona’ sull’inclusione. L’evento, denominato ‘La Pallavolo è per tutti’, sarà trasmesso lunedì 25 ottobre, alle ore 15.30, in diretta sul canale Youtube di Lega.  Tre Club di Serie A presenteranno i propri progetti di inclusione: il paralimpismo, per l’inclusione sociale e la rieducazione funzionale attraverso il Sitting Volley (Reale Mutua Fenera Chieri); Special Olympics, per atleti con disabilità intellettive (Vero Volley Monza); la cultura dell’alimentazione, per trasmettere ai giovani i saperi legati alla cultura del cibo e alla salvaguardia dell’ambiente (Green Warriors Sassuolo); inoltre Valentina Diouf, atleta della Bartoccini Fortinfissi Perugia, racconterà la spedizione medico/sportiva in Uganda “Mano nella Mano”. Per la giornata inaugurale del 22 ottobre, l’appuntamento principale sarà ‘Storie di inclusione’ (alle ore 12:00), nel corso del quale si affronterà il tema dello sviluppo sociale ed economico, partendo dalle politiche aziendali sull’inclusione. L’evento sarà preceduto dal talk show ‘Aziende in Rete’ nel quale i manager HR di Avio Aero, Barilla, Snam e TIM, racconteranno come si svolge l’intera iniziativa e quali obiettivi hanno guidato questa grande collaborazione interaziendale. I lavori della giornata si concluderanno nel pomeriggio con ‘Uguali perché diversi’ (alle ore 17:00) con la partecipazione di Maurizio Landini, Segretario Generale CGIL, Luigi Sbarra, Segretario Generale CISL, Pierpaolo Bombardieri Segretario Generale UIL che faranno il punto sull’inclusione nel mondo del lavoro e sul ruolo delle parti sociali. Molto attesi anche gli interventi di testimonial d’eccezione tra campioni olimpici e paralimpici, rappresentanti del mondo dello spettacolo e della cultura e influencer sui temi della diversità. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO