consigliato per te

  • in

    Rivoluzione: l’ATP vuole (quasi) tutti i Masters 1000 con la durata di 12 giorni (compresa Roma)

    Rivoluzione: l’ATP vuole (quasi) tutti i Masters 1000 con la durata di 12 giorni (compresa Roma)

    Il circuito ATP si sta preparando per una vera rivoluzione nella struttura del suo calendario che promette di influenzare i più diversi livelli di tornei. Andrea Gaudenzi, CEO del circuito, ha informato i giocatori attraverso un comunicato che l’ATP ha approvato una proposta di riforma per la maggior parte dei tornei Masters 1000, che passeranno quasi tutti a un formato di 12 giorni molto simile ai tornei di Indian Wells e Miami.
    Così, i tornei di Madrid, Roma, Canada, Cincinnati e Shanghai dureranno 12 giorni (contando le qualificazioni), con la seconda settimana di questi eventi da condividere nel calendario con i tornei ATP 250, che ricevono una compensazione finanziaria dall’ATP, generata dalle entrate extra dei tornei che avranno più giorni a disposizione per gli incassi e diritti TV.
    “Questa proposta rappresenta un progresso significativo per il nostro sport, i giocatori e gli sponsor. È solo con processi trasparenti e coordinamento tra le parti come questo che possiamo veramente massimizzare il potenziale del tennis ed essere competitivi con altri sport”, si legge nella dichiarazione di Gaudenzi, che manda una ‘beccata’ per la PTPA di Novak Djokovic.
    Il tutto dovrebbe partire dal 2023. LEGGI TUTTO

  • in

    La domenica delle Finali

    Jasmine Paolini nella foto

    Nel 2021 mai abbiamo avuto una domenica così ricca di appuntamenti per tifare per le nostre tenniste e i nostri tennisti!PartiamoBen 5 FINALI ci attendono, partendo dalla più prestigiosa del WTA 250 a finire alle finali degli ITF 15.000 che vedono in campo nostri giovani talenti!
    Partiamo da JASMINE PAOLINI impegnata alle 17 contro la nr. 38 al Mondo Riske.JASMINE e’ alla sua prima finale in un torneo WTA 250! Ci e’ arrivata con ottimo tennis, grande stabilità emotiva e immensa determinazione!Se riuscisse nell’impresa di vincere diventerebbe nr. 64 al mondo, scavalcando Martina Trevisan anche in caso di vittoria a VALENCIA!
    La seconda finale più importante vede impegnata proprio MARTINA TREVISAN in Spagna nel W80 di VALENCIA!Martina ha già conquistato un prestigioso best ranking con la 70esima posizione in classifica! In caso di vittoria salirebbe al 65esimo posto, in caso di sconfitta della Paolini, e al 66esimo se vinceranno entrambe!Martina ha vinto 2 battaglie insidiosissime nei quarti di finale e in semifinale! Partite che fino ad un mese fa avrebbe certamente perso! In semifinale abbiamo rivisto la vecchia Trevisan nel 2^ set, salvo poi riprendersi con personalità nel 3^ decisivo set, soprattutto durante il suo secondo turno di battuta (il più lungo del match)!Oggi non deve sbagliare !
    La finale meno attesa arriva dal campo maschile con Luca NARDI, impegnato nel W25 di Madrid!Luca ha vinto due battaglie straordinarie con altrettanti beniamini di casa! E’ ormai decisamente pronto per giocare i CHALLANGER costantemente, per salire più velocemente in classifica! E’ il miglior UNDER 18 e il 6^ UNDER 19 (al primo c’è lo spagnolo ALCARAZ proiettato verso la TOP TEN ATP)Luca in caso di vittoria diventerà 448 al mondo! Per entrare nei primi 400 gli mancheranno appena 22 punti! Il traguardo dei primi 300 dista invece 93 punti!Con bravura e un po’ di fortuna si potrebbe provare questa scalata già nel 2021!Il 4 Gennaio 2021 era al 790esimo posto! Impressionante risultato considerato che nella prima parte di stagione ha giocato pochi tornei!
    Nei W15 impegnati altri 3 Azzurri:CATINI, CESCHI E RONCALLI!Tutti e tre già hanno vinto arrivando in finale!
    Il 25enne Simone RONCALLI ha raggiunto la posizione 622 e, in caso di vittoria arriva alla posizione 603! E’ sempre più vicino al suo best ranking (563) che dista oggi 12 punti (in caso di vittoria appena 8)!Anche per lui settimana da ricordare con grande entusiasmo!
    Le due ragazze impegnate in finali W15 giocano entrambe contro le teste di serie nr. 1! Gare difficili ma non impossibili
    CHIARA CATINI, 22 anni, impegnata nel W15 Sozopol in caso di vittoria arriva alle 744esima posizione! Oggi e’ virtualmente 777!Siamo certi non si fermerà oggi la sua scalata verso traguardi più ambiziosi!
    Discorso a parte per GLORIA CESCHI che con questa finale entra nella TOP 1000, esattamente alla posizione 956.In caso di vittoria arriverà alla posizione 858 dalla 1159 ottenuta solo di una settimana fa!Poco importa se vincono o perdono questa finale!Ci hanno regalato una settimana da sogno, la Migliore del 2021 e nessuno potrà dire nulla o cancellare i best ranking ottenuti!Buon divertimento !

    Domenico Di Conza LEGGI TUTTO

  • in

    Matteo Berrettini pronto per la Laver Cup: “Giocare al TD Garden e avere Borg come capitano sono elementi che renderanno quest’esperienza ancora più speciale“

    Matteo Berrettini nella foto

    Matteo Berrettini è stato intervistato dai canali social della Laver Cup che si disputerà la prossima settimana in quel di Boston.
    Dichiara l’attuale n.7 del mondo: “Non vedo l’ora di partecipare. Spesso negli spogliatoi ho sentito parlare di questo evento dai ragazzi che sono stati già protagonisti e mi hanno confermato che si tratta di un evento notevole, molto elettrizzante.Giocare al TD Garden e avere Borg come capitano sono elementi che renderanno quest’esperienza ancora più speciale“. LEGGI TUTTO

  • in

    Segnali positivi dal tennis femminile italiano

    Martina Trevisan nella foto

    L’Italia del Tennis femminile dopo un inizio anno davvero difficile con tante sconfitte e delusioni, sta chiudendo la stagione offrendo maggiori soddisfazioni alla capitana Tatiana Garbin, finalmente in difficoltà per le scelte della formazione di Fed Cup.
    La squadra italiana ha la nr. 2 e la nr. 3, rispettivamente Martina Trevisan e Jasmine Paolini che sono approdate in semifinale questa settimana migliorando il loro best ranking.Martina Trevisan, in semifinale al W80 di Valencia oggi è virtualmente la nr. 73 al mondo con 988 punti.
    Nel caso in cui dovesse approdare in finale diventerebbe nr. 70 e, in caso di vittoria nr. 65 al mondo.Jasmine Paolini si avvicina, partita dopo partita, nel WTA 250 di Portorose alla sua compagna di nazionale. Oggi è virtualmente la nr. 84 al mondo con 905. Nel caso in cui riuscisse a conquistare la finale arriverebbe ad occupare la posizione nr. 75 e, in caso di vittoria supererebbe matematicamente Martina Trevisan arrivando alla 64esima posizione.
    La nr. 1 Italiana, Camila Giorgi, che non gioca un torneo dagli US OPEN è attualmente alla posizione 39.Oltre i freddi numeri quel che conta di più è come sono arrivate in semifinale le due tenniste azzurre. Un mese fa, partite come quelle giocate oggi Jasmine e Martina forse avrebbero avuto esito peggiore. Jasmine indisposta da un giudice di sedia che ha commesso diversi errori (le ha negato due punti sacrosanti) mentre Martina si è trovata a dover inseguire nel 2° e 3° set contro un’avversaria ostica, per nulla stanca dopo il prolungamento mattutino della gara interrotta ieri per pioggia.
    Martina non si è mai arresa anche quando tutto sembrava perso. Questo il suo maggior merito. Il rovescio della medaglia è in una gestione della gara che deve ancora migliorare mentalmente per ridurre il numero degli errori gratuiti.Fino alla fine della stagione Trevisan e Paolini possono e devono dare continuità al loro, evidente, cambiamento tecnico e tattico.
    In attesa di rivedere in campo la Cocciaretto, oramai da troppo tempo lontano dai campi da tennis per problemi fisici, dietro le due azzurre stanno avvicinandosi Lucia Bronzetti (149 al mondo dopo i quarti di finale del WTA 250 di Portrose, persi dopo un inizio spettacolare contro la prossima avversaria di Jasmine, Yulia Putintseva) e Lucrezia Stefanini (205 al mondo e prossima ad entrare nei primi 200 dopo la bella e inattesa esperienza agli US OPEN).
    Infine un messaggio a Sara Errani che non è riuscita in questo 2021 a rientrare tra le prime 100 al mondo. Sara nella sua seconda vita tennistica alterna partite da top 20 a partite da dimenticare. Quel che a nostro avviso deve correggere è la consapevolezza dei propri mezzi, credere più in se stessa e lavorare ad affrontare meglio i momenti critici della gara. Nessun Mental Coach potrà entrare in campo al posto suo a dirle quanto vale.Speriamo per lei in un 2022 di definitivo rilancio.

    Domenico Di Conza LEGGI TUTTO

  • in

    Paolo Lorenzi lancia il 12° Memorial Carlo Agazzi – Trofeo CST: "Questo è un evento speciale"

    Memorial Carlo Agazzi | Paolo Lorenzi lancia il 12° Memorial Carlo Agazzi – Trofeo CST: “Questo è un evento speciale”

    Paolo Lorenzi in campo al PalaIseo per la giornata Un Campione per Amico, appuntamento d’avvicinamento al 12° Memorial Carlo Agazzi in programma a dicembre
    Gli occhi dei ragazzini che scambiano qualche colpo con Paolo Lorenzi dicono tutto. Raccontano la gioia e l’emozione di condividere il campo da tennis con un campione che ha raggiunto i piani alti del ranking Atp (n.33). Merito della giornata inaugurale del 12° Memorial Carlo Agazzi – Trofeo CST, l’evento ormai tradizionale che negli anni ha avuto il merito di portare in riva al lago d’Iseo campioni come Matteo Berrettini, Lorenzo Sonego, Andreas Seppi e molti altri. “La prima volta venni qui proprio con Andreas – ricorda con soddisfazione Paolo Lorenzi – e già mi sembrava un evento straordinario. E invece Andrea Agazzi e il suo team sono riusciti anno dopo anno a migliorarlo sempre più e a renderlo unico, speciale. Bisogna far loro i complimenti per questo, non è per niente facile, specialmente in questo periodo storico”. Tanto speciale, il Memorial Carlo Agazzi – Trofeo CST, che – in quest’anno di ripartenza post-pandemia – la volontà è stata quella di iniziare con largo anticipo rispetto alla tradizione. “Non potevamo aspettare fino a dicembre – spiega Andrea Agazzi -, la voglia di tornare a organizzare qualcosa di bello per i ragazzi della nostra scuola e per tutti i bambini che vogliono appassionarsi al tennis era troppo forte. A dicembre, come sempre, ci sarà il torneo Open vero e proprio (18-19 dicembre, ndr), ma intanto abbiamo voluto organizzare una serie di appuntamenti che permettessero a genitori, ragazzi e appassionati del territorio di conoscere e avvicinarsi a questo meraviglioso sport”.
    Un appuntamento che è solo il primo di un’agenda di avvicinamento ricca come non mai. Venerdì 17 settembre i ragazzini, divisi in gruppi dai nomi evocativi (Gruppo Federer, Gruppo Nadal, Gruppo Djokovic…) si sono alternati in campo a giocare proprio con Lorenzi e con i maestri e gli istruttori del PalaIseo. Poi sabato 18 settembre spazio agli sponsor e agli appassionati, invitati a una vera e propria clinic sempre alla presenza del campione toscano, che questo torneo lo ha vinto due volte in passato e che proprio ai recenti US Open ha annunciato lo stop definitivo dal tennis giocato, suscitando un coro unanime di celebrazioni e tributi da parte di molti campioni (Matteo Berrettini, il n.1 d’Italia, in testa). Il cammino d’avvicinamento all’evento clou, a dire il vero, era già iniziato in settimana, con una serie di prove gratuite durante le quali i maestri del PalaIseo Andrea Agazzi ed Edoardo Pacifico hanno fatto promozione al tennis in città. “Il nostro obiettivo è sempre quello di avvicinare il maggior numero di persone e ragazzi alla pratica dello sport e del tennis – sottolinea Agazzi – e il torneo dedicato alla memoria di mio papà sta diventando un mezzo sempre più decisivo per raggiungere questo obiettivo con continuità”. Il venerdì del PalaIseo, dunque, è stato ricco d’impegni: perché dopo il pomeriggio dedicato ai più giovani, Lorenzi ha mantenuto fede al nome della giornata (“Un campione per amico”) aprendosi a una conferenza stampa ricca di aneddoti e ricordi della carriera: “Gli Us Open sono il mio torneo del cuore, e che emozioni l’esordio in Davis e la sfida contro Nadal al Foro Italico”. Infine, alle 20.45, è sceso ancora in campo proprio con Andrea Agazzi, a sua volta già professionista del circuito mondiale, per un match d’esibizione (formula long set al 9) vinto per 9-7 e ricco di colpi d’autore da entrambe le parti. Insomma, il 12° Memorial Carlo Agazzi – Trofeo CST è iniziato con tre mesi d’anticipo. E con la benedizione di un campione esemplare come Paolo Lorenzi. LEGGI TUTTO

  • in

    Dominic Thiem spiega perchè Medvedev è al momento superiore a Zverev e Tsitsipas

    Daniil Medvedev nella foto

    Dominic Thiem è stato uno dei tennisti più schietti di recente e ora è stato il suo turno di parlare di Daniil Medvedev, il campione US Open appena incoronato.
    L’austriaco non ha dubbi sul futuro del numero due del mondo. “Sono sicuro che Medvedev vincerà altri tornei del Grande Slam. Per me è il tennista NextGen che è più vicino ai Big Three. Sa come vincere gli incontri ed è pronto per i grandi match”, ha detto, citato da Tennis Head.
    Thiem è andato anche oltre quando si è trattato di paragonarlo ad Alexander Zverev e Stefanos Tsitsipas. “Medvedev non si agita né si innervosisce ed è per questo che è un gradino sopra Tsitsipas e Zverev”, ha concluso.
    Thiem, ricordiamo, è ancora fuori dai campi a causa di un infortunio al polso e i tempi del suo ritorno nel 2022 sono ancora un’incognita. LEGGI TUTTO

  • in

    Laver Cup 2021: Nick Kyrgios “L’NBA è una parte molto importante della mia vita, nel modo in cui agisco e come plasmo la mia personalità”

    Nick Kyrgios sarà ancora una volta una delle stelle del World Team alla Laver Cup. Nick è un fan dell’evento ed ha anche un fattore motivante aggiunto in quella settimana con la quarta edizione che si giocherà a Boston, nel padiglione dove i “suoi” Celtics disputano le partite casalinghe. “Sono un fanatico dei Boston Celtics. […] LEGGI TUTTO

  • in

    Incidente stradale per Erik Crepaldi: il tennista vercellese è in coma farmacologico

    Erik Crepaldi nella foto

    Brutto incidente stradale nella serata di ieri, giovedì 16 settembre, per il vercellese Erik Crepaldi. Il tennista classe ’90, attualmente n.619 della classifica ATP in singolare ma con un best ranking al n.282 raggiunto nel settembre 2015, è rimasto coinvolto in uno scontro frontale con un’altra vettura sulla Provinciale 230 all’altezza di Busonengo (Vercelli) e in questo momento si trova ricoverato, in coma farmacologico, presso l’Ospedale Maggiore di Novara, nel quale è stato trasferito dopo essere stato portato inizialmente all’Ospedale Sant’Andrea di Vercelli dai soccorritori del 118 giunti sul luogo del sinistro.
    Tuttora in prognosi riservata, il tennista verserebbe in gravi condizioni ma non sarebbe in pericolo di vita. LEGGI TUTTO