consigliato per te

  • in

    #ForzaAlberto, l’hashtag dei giocatori a sostegno di Polo

    Di Redazione È calato il silenzio sulla vicenda di Alberto Polo, centrale della Gas Sales Bluenergy Piacenza, in attesa che il Tribunale Nazionale Antidoping si pronunci sulla positività ad alcune sostanze proibite, rilevata dopo la partita con Trento, che ha portato alla sospensione in via cautelare dell’atleta. Tantissimi colleghi giocatori e giocatrici di Serie A hanno però voluto offrire il loro sostegno all’atleta che attraversa un momento difficile della sua carriera: così è nato l’hashtag #ForzaAlberto, che si sta diffondendo in queste ore sui social network. Accompagnato dalle parole “Per farti sapere che non sei solo” e dal tag del giocatore, l’hashtag è stato condiviso via Instagram da numerosissimi atleti: tra questi Ivan Zaytsev, Cristina Chirichella, Simone Giannelli, Helena Havelkova, Matteo Piano, Silvia Fondriest, Simone Anzani, Jenia Grebennikov e poi Rossini, Scanferla, Raffaelli, Cavuto, Patry, Sabbi, Mazzone, Stankovic, Falaschi, oltre ai compagni di squadra della Gas Sales. (fonte: Instagram) LEGGI TUTTO

  • in

    Alberto Polo sospeso in via cautelare dal Tribunale Nazionale Antidoping

    Di Redazione

    Il Tribunale Nazionale Antidoping ha confermato ufficialmente la positività di Alberto Polo, giocatore della Gas Sales Bluenergy Piacenza, preannunciata ieri dalla stessa società in un comunicato e riscontrata dopo Gara 2 dei quarti di finale Play Off contro l’Itas Trentino. Il centrale è stato per il momento sospeso in via cautelare dall’attività. Questo il testo del comunicato:

    “La Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping, in accoglimento dell’istanza proposta dalla Procura Nazionale Antidoping, ha provveduto a sospendere in via cautelare l’atleta Alberto Polo (tesserato FIPAV), riscontrato positivo alle sostanze Meldonium-Idroclorotiazide-Acb-Testosterone, suo precursore (DHEA) e suoi metaboliti di origine non endogena, a seguito di un controllo in competizione disposto da NADO Italia“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Piacenza, Alberto Polo positivo a un controllo antidoping

    Di Redazione Alberto Polo, centrale della Gas Sales Bluenergy Piacenza, è risultato positivo a un controllo antidoping al termine della partita del 14 marzo contro l’Itas Trentino, valida per Gara 2 dei quarti di finale dei Play Off. Lo ha comunicato la stessa società emiliana, che “apprende con rammarico la notizia e, pienamente convinta dell’estraneità del proprio atleta alla vicenda, porrà in essere i più opportuni accertamenti onde verificare la dinamica degli accadimenti in questione“. (fonte: SportPiacenza.it) LEGGI TUTTO

  • in

    Dayana Yastremska positiva ad un controllo antidoping. Tracce di Mesterolone nelle sue urine

    L’ucraina Dayana Yastremska è stata sospesa in via provvisoria dal WTA Tour per esser risultata positiva ad una sostanza proibita lo scorso 24 novembre. È la stessa atleta a darne notizia attraverso il proprio profilo Twitter. Da un controllo effettuato fuori dalle competizioni, il laboratorio di Monteral (Canada) della WADA ha rilevato tracce di Mesterolone, una […] LEGGI TUTTO

  • in

    Antidoping: sospensione cautelare per Tommaso Fabi (Ortona)

    Foto Lega Pallavolo Serie A

    Di Redazione
    La Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping ha sospeso in via cautelare Tommaso Fabi, centrale della Sieco Service Ortona di Serie A2 maschile. Il giocatore è risultato positivo al THC metabolita in seguito al controllo effettuato lo scorso 15 novembre, al termine della gara casalinga degli abruzzesi contro la Banca Alpi Marittime San Bernardo Cuneo.
    La richiesta di sospensione era stata avanzata dalla Procura Nazionale Antidoping.
    (fonte: NADO Italia) LEGGI TUTTO

  • in

    Russia squalificata per due anni: niente Olimpiadi, a rischio i Mondiali 2022?

    Di Redazione
    Sanzione ridotta nell’entità, ma confermata nella sostanza: il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna ha ridotto a due anni la squalifica inflitta un anno fa dalla Wada alle nazionali della Russia, in precedenza escluse per 4 anni da Olimpiadi e Mondiali per il mancato rispetto dei regolamenti antidoping da parte della Rusada, l’agenzia antidoping nazionale.
    La Russia aveva impugnato la decisione, rivolgendosi appunto al Tas, ma ha ottenuto una soddisfazione solo parziale: la squalifica scadrà il 16 dicembre 2022, e questo significa che gli atleti russi potranno partecipare alle Olimpiadi di Tokyo soltanto come “neutrali”, senza bandiera e senza che venga suonato l’inno nazionale. Una proibizione che varrà anche per le due nazionali di pallavolo, entrambe qualificate ai Giochi.
    Il bando comprende però anche il divieto di ospitare eventi internazionali e partecipare alle gare per la loro assegnazione: quest’ultima precisazione potrebbe mettere a rischio i Mondiali maschili 2022, organizzati appunto dalla Russia, di cui sono stati presentati proprio pochi giorni fa il logo ufficiale e le sedi di gara. Secondo i media russi, tuttavia, il divieto si applicherà soltanto nel caso in cui esista un’opzione valida e immediata per il trasferimento dell’evento, cosa che appare improbabile nel caso della manifestazione organizzata dalla FIVB.
    (fonte: Corriere dello Sport, Sport Business Gazeta) LEGGI TUTTO

  • in

    Doping: 4 mesi di squalifica per Manuel Beghelli

    Foto Facebook Manuel Beghelli

    Di Redazione
    La Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping ha squalificato per 4 mesi Manuel Beghelli, ex giocatore della BAM S.Bernardo Cuneo, di cui era stata riscontrata la positività al THC (principio attivo della cannabis) dopo una gara di campionato del dicembre 2019 contro Torino. La squalifica è in vigore a decorrere dal 25 settembre e terminerà il 25 novembre. Beghelli è stato condannato anche al pagamento delle spese processuali (378 euro).
    Il Cuneo Volley aveva rescisso il contratto con il giocatore a fine gennaio, appena ricevuta la notifica della sospensione in via cautelare.
    (fonte: NADO Italia) LEGGI TUTTO

  • in

    Due anni di squalifica per Arklon Huertas Del Pino

    Il tennista peruviano Arklon Huertas Del Pino è stato sospeso dall’ITF per un periodo di due anni dopo essere stato trovato positivo ad un controllo antidoping. Il giocatore, 25 anni, aveva già avuto una sospensione provvisoria a dicembre dopo essere risultato positivo alla cannabis durante un torneo a Lima, in Perù. La Reuters, infortma, che […] LEGGI TUTTO