consigliato per te

  • in

    Taranto si regala un brivido finale, ma incamera tre punti-salvezza

    Di Redazione Vittoria fondamentale per la Gioiella Prisma Taranto nel recupero della seconda giornata contro la Consar RCM Ravenna. La squadra pugliese non poteva fare a meno dei tre punti nello scontro diretto e li trova con il massimo scarto, anche se con un brivido nel finale del terzo set, quando non riesce a capitalizzare un consistente vantaggio (22-17, 24-22) e deve annullare anche un set point prima di chiudere ai vantaggi. Determinante il recupero di Falaschi, ancora top scorer Stefani con 19 punti e MVP della serata Luigi Randazzo (17). Apprensione, invece, per Gabriele Laurenzano: il giovane libero si è infortunato nel terzo set, nel tentativo di recuperare il pallone sul servizio di Klapwijk. La cronaca:Coach Di Pinto conferma lo stesso starting six di domenica scorsa. Il tecnico degli ionici recupera capitan Falaschi dopo la botta rimediata nella sfida contro Cisterna. Taranto parte con Falaschi in palleggio, Stefani opposto, Joao Rafael e Randazzo schiacciatori, centrali Alletti e Di Martino con Laurenzano libero. Ravenna risponde con Biernat in palleggio, Klapwijk opposto, Vukasinovic e Ulrich schiacciatori, Candeli e Fusaro centrali con Goi libero.  Parte bene Taranto con gli attacchi centrali di Di Martino e Alletti e diagonale vincente di Stefani per il 3-0 iniziale. Zanini interrompe subito con il primo timeout. Al rientro, Klapwijk si fa murare da Randazzo e Ulrich manda fuori: 5-0. Ancora Alletti a muro: 6-0 Taranto. Zanini cambia Franca con Biernat. Ravenna rosicchia i primi punti grazie all’attacco out di Randazzo e il punto di Vukasinovic (5-3). I pugliesi riescono a riallungare il gap con Joao Rafael (9-4) ma i romagnoli, con Ulrich, recuperano una lunghezza (10-6). Klapwijk attacca su Joao Rafael siglando il 10-7: Di Pinto interrompe il break con il timeout. Ulrich mura Di Martino, Klapwijk piazza l’ace su Laurenzano e Ravenna si porta sul meno 1 (10-9). Ci pensa Stefani a fermare il parziale positivo degli ospiti con l’attacco vincente su Ulrich. Joao Rafael mura Vukasinovic (12-9), poi Falaschi sbaglia in battuta. Ancora lo schiacciatore brasiliano a segno per Taranto: 13-10. Klapwik risponde a Joao Rafael (15-13), poi Randazzo e Stefani ristabiliscono il gap tra le due formazioni (17-13). Coach Zanini si gioca la seconda sospensione. Vukasinovic attacca out: 18-13. Candeli sbaglia in battuta, poi Ulrich accorcia (19-15). Stefani sale in cattedra: attacco vincente e muro su Ulrich per il 21-15. Biernat, di prima intenzione, ottiene il cambio palla; Di Martino, con un primo tempo, ristabilisce il più 6 (22-16). Ace di Orioli, entrato in battuta al posto di Fusaro, e punto: 22-18 e timeout Taranto. Randazzo regala cinque set point agli ionici (24-19), poi lo schiacciatore catanese mette a segno il punto del 25-19.   Due punti in apertura di secondo set per Taranto: Franca, di prima intenzione, manda fuori; Randazzo, poi, segna il 2-0. Cambio per Zanini: fuori Candeli per Comparoni. Stefani mette a terra il punto del 3-0, Joao Rafael sbaglia al servizio ma ancora l’opposto dei rossoblù va a segno (4-1). Klapwijk prova a scuotere Ravenna ma la Gioiella Prisma Taranto mantiene alto il ritmo con Randazzo e il muro di Alletti: 7-2 e timeout richiesto da Zanini. Al rientro, Stefani manda fuori il servizio e Alletti si fa murare da Klapwijk (7-4). Ancora Klapwijk a segno: 7-5 con coach Di Pinto che, stavolta, interrompe il match. Ancora Stefani a segno: 8-5. Klapwijk accorcia, Falaschi mura: 9-6. Di Martino segna col primo tempo, Randazzo si fa murare l’attacco in pipe e Joao Rafael spara fuori: 10-8. Ancora Stefani a segno, con due punti consecutivi: 12-8. Orioli riporta sotto Ravenna (13-11), Randazzo ristabilisce il più 3 (14-11). Stefani piazza l’ace del 16-12, Zanini si gioca il secondo time out. Klapwijk rosicchia un punto per Verona, poi attacca out: 17-13. Stefani porta sul più 5 gli ionici prima dell’errore al servizio di Randazzo. Orioli attacca su Stefani, poi Fusaro approfitta di una ricezione non perfetta dei padroni di casa: 18-16. Joao Rafael riconquista il cambio palla, Di Martino mura Fusaro e Joao Rafael incrementa ancora il gap: 21-16. Il servizio di Alletti finisce in rete (21-17), poi Falaschi di prima intenzione segna il 22-17. Di Martino, col primo tempo, porta Taranto sul 24-18. Comparoni mura l’attacco in pipe di Joao Rafael, Vukasinovic gioca sul muro tarantino: 24-20 e timeout per Di Pinto. Al rientro, ci pensa Randazzo a chiudere il set sul 25-20.  Il terzo set si apre con l’attacco vincente e il muro di Stefani: 2-0. Vukasinovic manda fuori l’attacco, poi lo stesso schiacciatore va a segno: 3-1. Errore in ricezione per Taranto (3-2). Alletti mura Klapwijk e riporta gli ionici sul più 2. Stefani sbaglia il servizio, Randazzo passa sul muro di Ravenna (5-3). Vukasinovic e Fusaro riportano sul meno 1 i romagnoli: 6-5. Muro di Vukasinovic su Stefani: 6-6. Gli ospiti mettono il naso avanti con l’ace di Vukasinovic (7-8), poi lo stesso schiacciatore montenegrino sbaglia al servizio. Taranto si riporta avanti con Stefani (9-8), Ravenna controsorpassa con l’errore in battuta di Joao Rafael e l’attacco di Fusaro (9-10). Lo stesso giocatore romagnolo manda in rete il servizio, poi Di Martino piazza l’ace dell’11-10. Joao Rafael e l’ace di Stefani riportano Taranto sul più 2: 13-11 e timeout per Zanini. Al rientro, Joao e Alletti portano gli ionici sul più 4 (20-16) ma Ravenna non molla: Klapwijk e Camparoni portano sul 22-20 la Consar. Sul 22-21, si fa male Laurenzano nella Gioiella Prisma Taranto nel tentativo di recupero di un pallone: al suo posto entra Pochini. Joao Rafael piazza il 24-22 ma Ravenna, d’orgoglio, riporta in parità il match. Ai vantaggi, con qualche grattacapo, Taranto porta a casa l’intera posta in palio, con il punto vincente di Randazzo (29-27). Gioiella Prisma Taranto-Consar RCM Ravenna 3-0 (25-19, 25-20, 29-27)Gioiella Prisma Taranto: Falaschi 4, De Barros Ferreira 12, Di Martino 7, Stefani 19, Randazzo 17, Alletti 8, Pochini (L), Dosanjh 0, Laurenzano (L). N.E. Freimanis, Sabbi, Gironi. All. Di Pinto. Consar RCM Ravenna: Queiroz Franca 0, Vukasinovic 11, Candeli 1, Klapwijk 15, Ulrich 4, Fusaro 5, Pirazzoli (L), Orioli 7, Biernat 3, Goi (L), Comparoni 2, Ljaftov 0. N.E. Erati, Dimitrov. All. Zanini. Arbitri: Canessa, Talento. Note: Durata set: 30′, 27′, 36′; tot: 93′. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Taranto cerca il riscatto contro Ravenna, ma Falaschi è in dubbio

    Di Redazione Metabolizzata la sconfitta di domenica contro la Cisterna, la Gioiella Prisma Taranto è pronta a tornare in campo. Mercoledì 26 gennaio alle 20.30 (diretta su Volleyball World TV) la formazione allenata da coach Di Pinto ospiterà la Consar RCM Ravenna per il recupero della seconda giornata di ritorno del campionato di SuperLega. La sfida, originariamente fissata per lo scorso 30 dicembre, fu rinviata a causa di diverse positività al Covid-19 riscontrate nel gruppo squadra romagnolo, a poche ore dalla disputa dell’incontro. In casa Taranto c’è voglia di riscatto. Coach Di Pinto valuterà, insieme al suo staff medico-sanitario, nelle prossime ore le condizioni di capitan Marco Falaschi, infortunatosi alla caviglia nel corso del terzo set nella sfida di domenica scorsa. La Consar RCM Ravenna dell’ex di turno Riccardo Goi, capitano dei romagnoli, giunge a sua volta in riva allo Ionio dopo la sconfitta per 3-0 subita contro l’Itas Trentino, e con soli due punti occupa l’ultima posizione in classifica. Nella gara d’andata, la Gioiella Prisma Taranto si impose per 3-0 al Pala De Andrè, registrando il primo successo stagionale. A presentare la sfida del PalaMazzola è lo schiacciatore Luigi Randazzo: “Dalla gara di Cisterna torniamo a mani vuote. Abbiamo affrontato una squadra quadrata, che gioca bene a pallavolo, e sicuramente a casa loro non era facile. Purtroppo, alcune cose non sono riuscite bene come nel primo set, in cui abbiamo giocato con maggior continuità. Dal secondo set in poi, gli errori sono aumentati e l’infortunio di Falaschi non ci ha aiutato“. “Contro Ravenna – continua Randazzo – giocheremo una gara molto importante: resettiamo la sfida con Cisterna e pensiamo subito alla prossima gara. Non c’è tempo per guardare indietro, bisogna prendere gli aspetti positivi, capire gli errori commessi e ricominciare. Avremo il pubblico al nostro fianco, giocando al PalaMazzola. Dovremo spingere maggiormente sulla battuta: il servizio può essere un fattore importante. Non è un periodo semplice, disputeremo diverse partite e molte di queste in trasferta: dovremo essere bravi a dosare le energie sia fisiche che mentali». Saranno Maurizio Canessa di Bari e Matteo Talento di Lucca i direttori di gara dell’incontro. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Nuova trasferta per Ravenna: “Ripartiamo dall’atteggiamento mostrato a Trento”

    Di Redazione Da Trento a Taranto. Dopo uno stop agonistico di 40 giorni, ora la Consar RCM Ravenna ha cominciato la serie di partite ravvicinate del girone di ritorno. Così, rientrata dal Trentino e con il tempo di un paio di allenamenti, la squadra è già pronta a salire sul pullman in direzione della città dei Due Mari, per affrontare nel recupero della seconda giornata di ritorno la Gioiella Prisma Taranto, al momento terzultima con 15 punti, con uno score di 4 vittorie e 11 sconfitte. Entrambe le squadre scenderanno in campo mercoledì 26 gennaio al PalaMazzola (ore 20.30, diretta su Volleyball World TV, dirigono Canessa di Bari e Talento di Salerno, alla sua prima direzione di Ravenna) per la vittoria: la Consar Rcm per festeggiare il primo hurrà stagionale, i pugliesi per tenere lontana la penultima piazza che significa retrocessione. “Sarà sicuramente una partita difficile, nella quale anche l’aspetto mentale e nervoso avrà il suo peso – commenta Emanuele Zanini, coach della Consar Rcm – e non so quale sarà l’approccio di Taranto. So che devo pensare alla mia squadra, guardare dalla nostra parte con la convinzione di poter ritornare in campo dopo pochi giorni con quello spirito che si è visto nei primi due set a Trento“. Pur davanti alla sconfitta, il messaggio positivo che la Consar Rcm ha mandato è stata la vitalità e l’energia con cui ha affrontato il ritorno in campo dopo il lungo stop. “Dobbiamo assolutamente ripartire da lì – è il comando del coach – ma ovviamente tenendo conto che abbiamo potuto fare solo due giorni di allenamento in più. Dobbiamo ripartire da quell’atteggiamento, da quella attitudine, dalle cose positive messe in mostra, anche se quella di domani sarà una partita totalmente diversa da quella di Trento, sotto tutti i punti di vista, con contenuti anche emotivi diversi“. La squadra è partita questa mattina in pullman alla volta di Taranto e ha sostenuto prima di pranzo una seduta di allenamento a Pineto. Non sono partiti Peslac, ancora indisponibile, e Dimitrov, dimesso dall’ospedale dopo l’incidente, e solo ieri tornato in palestra. “Anche per questa partita – conclude Zanini – dovrò valutare bene le condizioni dei miei giocatori, sia perché la ripresa è avvenuta da poco e non è stata uguale per tutti sia perché non tutti hanno la stessa condizione fisica, per motivi diversi. Quindi prima di tutto dovrò capire bene quali saranno i giocatori che stanno meglio e poi ovviamente affrontare la partita leggendola il più possibile nel singolo momento, nel singolo set sapendo che sarà una battaglia“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Trento ospita Ravenna. Lorenzetti: “Abbiamo bisogno di mantenere il ritmo gara”

    Di Redazione SuperLega Credem Banca in campo nell’imminente settimana per il ventiquattresimo turno di regular season 2021/22, che verrà interamente anticipato a questo weekend rispetto alla data originaria del 5 e 6 marzo. L’Itas Trentino sarà protagonista del primo incontro dell’intera giornata, attendendo alla BLM Group Arena la Consar Ravenna nel primo pomeriggio di sabato 22 gennaio. Fischio d’inizio fissato per le ore 15; live streaming sulla piattaforma OTT Volleyball World Tv. La formazione gialloblù si prepara ad affrontare l’ultimo impegno casalingo (di quattro) del mese di gennaio; nelle successive due settimane Kaziyski e compagni saranno infatti di scena in rapida successione a Istanbul, Monza e Civitanova prima di giocare di nuovo a Trento contro Modena, il 6 febbraio. “Affronteremo una squadra come Ravenna che è reduce da un lungo periodo senza partite ufficiali e che quindi avrà addosso tanta voglia di giocare e di provare a metterci in difficoltà, potendo sostenere l’impegno a mente libera – ha spiegato l’allenatore Angelo Lorenzetti in sede di presentazione dell’appuntamento – . Dal canto nostro siamo contenti di poter disputare questo match che ad inizio settimana non era nemmeno programmato, perché in questa fase della stagione abbiamo sicuramente bisogno di mantenere intatto il nostro ritmo gara e proseguire il processo di crescita attraverso partite ufficiali”. Il tecnico trentino, alla 257° partita sulla panchina di Trentino Volley, potrà contare su tutti i tredici giocatori della rosa a propria disposizione, che completeranno la preparazione al match con l’allenamento di questa sera. Anche il libero Carlo De Angelis è guarito dal Covid-19 e sarà regolarmente a referto, dopo aver sostenuto nelle ultime ore gli esami di routine per la ripresa dell’attività. Quella di sabato pomeriggio sarà la prima partita del 2022 per la Consar RCM Ravenna, formazione che ha dovuto fare i conti negli ultimi quaranta giorni con diversi casi di positività al Covid-19 e che quindi ha necessariamente rinviato tutte le cinque gare originariamente in programma fra metà dicembre ed oggi. Il match più recente giocato risale al 12 dicembre 2021 (sconfitta in tre set a Cisterna), nell’incontro che ha chiuso il girone d’andata dei giallorossi con l’ultima posizione in classifica e due punti (ottenuti nei tie break persi a Padova e Milano). A Trento la squadra di Emanuele Zanini proverà quindi a riprendere il discorso interrotto a metà dicembre, ritrovando quel ritmo partita indispensabile per affrontare nel migliore dei modi anche i successivi scontri salvezza a Taranto (il 26 gennaio) ed in casa con Vibo Valentia (30 gennaio). Nel gioco romagnolo brilla in particolar modo la linea di ricezione (fra le più affidabili della categoria grazie ad ottimi interpreti del fondamentale come Goi e Vukasinovic) e l’efficacia realizzativa dell’opposto olandese Niels Klapwijk che, pur avendo giocato solo dodici partite, è il quindicesimo bomber assoluto del torneo con 183 punti.  L’incontro sarà diretto da Cesare Armandola (di Voghera – Pavia, di ruolo dal 2017) ed Andrea Puecher (di Rubano – Padova, in Serie A dal 2003 ed internazionale dal 2013). (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Anticipata a sabato 22 gennaio la sfida tra Itas Trentino e Consar RCM Ravenna

    Di Redazione Ancora una variazione nel calendario della Superlega maschile: la Lega Pallavolo Serie A ha anticipato a sabato 22 gennaio la partita dell’undicesima giornata di ritorno tra Itas Trentino e Consar RCM Ravenna. Una decisione resa possibile dal rinvio della gara che Trento avrebbe dovuto disputare giovedì 20 contro Vibo Valentia e dal contemporaneo rientro in palestra dei giocatori della squadra romagnola, dopo il lungo stop causato dal Covid. La gara della BLM Group Arena avrà inizio alle 15 per consentire la preparazione del campo in vista dell’incontro di Serie A1 femminile tra Delta Despar Trentino e Il Bisonte Firenze, già programmato per le 19.30. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Ravenna, aggiornamento su Dimitrov: escluse complicazioni e fratture, ma resta in osservazione

    Di Redazione Resterà in osservazione un paio di giorni all’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna Dimitar Dimitrov, rimasto coinvolto domenica sera a Lido Adriano in un incidente stradale. I primi esami diagnostici hanno escluso complicazioni e fratture ma i sanitari dell’ospedale si sono riservati 48 ore di monitoraggio delle condizioni generali dell’opposto 21enne della Consar Rcm, rimasto sempre cosciente. Intanto, oggi la Consar Rcm si è ritrovata al completo, ovviamente senza Dimitrov, in palestra. Il tampone fatto nella giornata di sabato ha permesso di accertare l’avvenuta negativizzazione di Biernat, Comparoni, Erati, Fusaro, Goi e Ulrich, del vice coach Giombini, e dello scoutman Giuseppe Amoroso, che si sono così uniti al resto del gruppo che aveva ripreso nei giorni scorsi. Può così impostare il lavoro tecnico-tattico, inizialmente con intensità graduale visto il lungo stop, coach Zanini per preparare l’intenso periodo di partite che attendono la Consar Rcm: tra recuperi e gare programmate, Goi e compagni scenderanno in campo sette volte in 22 giorni, a cominciare dalla trasferta di Taranto del prossimo 26 gennaio. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Ferito in un incidente stradale Dimitar Dimitrov, opposto di Ravenna

    Di Redazione Brutta avventura per il giovane Dimitar Dimitrov, opposto della Consar RCM Ravenna. Il 21enne attaccante bulgaro, arrivato quest’anno in Italia, è rimasto ferito ieri sera in un incidente stradale, nella frazione di Lido Adriano, in cui risiede. Per cause ancora da accertare, come riporta il Corriere di Romagna, l’auto di Dimitrov si è scontrata frontalmente con una vettura proveniente dalla direzione opposta, provocando gravi danni ai due veicoli. Oltre al pallavolista sono rimasti feriti anche il guidatore e il passeggero dell’altra auto, due uomini di 48 e 52 anni. Tutti e tre sono stati trasportati all’ospedale di Ravenna in codice 2, di media gravità. Lo staff della Consar RCM ha raggiunto subito il giocatore nella struttura sanitaria, dove sono in corso accertamenti per escludere eventuali fratture. (fonte: Corriere di Romagna) LEGGI TUTTO

  • in

    Consar, si torna in palestra seppur a ranghi ridotti. Calendarizzati i recuperi

    Di Redazione Sia pure a ranghi incompleti, dopo 15 giorni di stop totale, la Consar Rcm Ravenna ha ripreso gli allenamenti in palestra. La negativizzazione di coach Zanini e di cinque degli undici giocatori risultati positivi al Covid, Orioli, Pirazzoli, Klapwijk, Dimitrov e Vukasinovic, che hanno raggiunto gli unici non toccati dall’infezione (Candeli, Queiroz e Ljaftov), ha permesso di impostare il lavoro con la palla e le sedute tecniche, che nei primi giorni sarà graduale come intensità per rispettare una condizione fisica ad oggi di certo non più ottimale. Il ritorno in palestra è stato ‘bagnato’ anche dalla festa per Ljaftov, diventato papà: nella giornata di giovedì 13 è nato, infatti, il primogenito Aleksej. Oggi è il giorno del tampone di verifica per gli altri elementi del gruppo squadra risultati positivi: i giocatori Biernat, Comparoni, Erati, Fusaro, Goi e Ulrich, il vice coach Giombini, lo scoutman Giuseppe Amoroso e il team manager Mattia Castellucci. Intanto, la Lega Volley ha provveduto a calendarizzare i quattro recuperi mancanti. Se ritroverà i suoi elementi e non ci saranno altre defezioni, la Consar Rcm tornerà in campo mercoledì 26 gennaio per affrontare la trasferta di Taranto, match valido per la seconda giornata di ritorno, che aprirà un vero tour de force. Mercoledì 2 febbraio, sempre alle 20.30, si giocherà il match casalingo della prima di ritorno contro la Gas Sales Bluenergy Piacenza. Il mercoledì successivo, ancora alle 20.30, si recupera la gara con la Kioene Padova per la terza di ritorno. Il derby di Modena, contro la Leo Shoes PerkinElmer, è stato riprogrammato per mercoledì 9 marzo alle 20.30. Era già stato fissato in precedenza per mercoledì 16 febbraio, il recupero della partita di Monza (alle 20.30, ma potrebbe essere anticipato alle 18.00) per la quarta di ritorno. In mezzo a questi recuperi, ci sono le tre sfida da calendario: domenica 30 gennaio, si riaprono le porte del Pala de Andrè (alle 18) per affrontare la Callipo Vibo Valentia, per la sesta di ritorno; sabato 5 febbraio, alle 20.30, trasferta a Perugia contro la Sir Safety per la settima di ritorno, domenica 13 febbraio, per l’ottava di ritorno, match casalingo contro la Lube Civitanova. Saranno così sette partite in 22 giorni. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO