consigliato per te

  • in

    B1 femminile: Offanengo a caccia della quarta vittoria di fila contro Argentario

    Di Redazione Niente rallentamenti. A sette giorni dall’impresa casalinga contro Costa Volpino, in serie B1 femminile la Chromavis Abo vuole continuare a correre, con la formazione di Offanengo di scena domani (sabato) alle 17 al PalaBocchi di Trento contro la Trentino Energie Argentario, fanalino di coda del girone B insieme a Bedizzole. Nell’occasione, le neroverdi inseguiranno la quarta vittoria consecutiva e cercheranno di rimanere a contatto con i primissimi posti della classifica, dove ora sono quarte con 16 punti a -3 dalla vetta. “Sabato scorso – commenta il tecnico della Chromavis Abo Giorgio Bolzoni– siamo stati bravi a mettere la nostra miglior prestazione attuale in una delle gare più importanti; sono arrivati tre punti molto preziosi per stare attaccati al gruppo di testa della classifica. Non mi aspettavo arrivasse un successo con questa facilità, ma è anche vero che le nostre prestazioni individuali sono state ottime”.  Offanengo vittoriosa guidata in panchina dal vice Fabio Collina, che sarà al timone anche nei prossimi due match a causa del prolungamento della squalifica di coach Bolzoni per altre due giornate. “Premesso che le persone che ho a mio fianco le ho scelte, le conosco e mi fido, quando si lavora con la giusta sinergia ci si muove in sintonia. Fabio è stato molto bravo, è riuscito nella sua prima gara a gestire bene tatticamente ed emotivamente la gara, idem il gruppo: è stata una bella vittoria di squadra”. Ora testa a Trento. “Teniamo le giuste precauzioni, la prima gara di campionato ci ha insegnato che non si può dar nulla per scontato e così anche questa partita è importante come le altre. L’insidia di abbassare il ritmo? Per me è più una questione di attenzione: rimanendo sul pezzo, possiamo far emergere la differenza di valori tecnici. L’approccio alla gara può condizionare l’incontro”. L’AVVERSARIO – Il Trentino Energie Argentario è allenato da un tecnico di grande esperienza come Maurizio Moretti e fin qui con un roster under 18 non ha ancora conquistato né punti né set in questa prima parte di campionato.  “Per noi – spiega il tecnico marchigiano – è un’altra occasione per dimostrare di essere all’altezza in questa categoria. L’avversario è solidissimo, con Costa Volpino e Lecco, Offanengo è una delle pretendenti ai play off, dove prevedo una lotta al vertice spettacolare essendoci molto equilibrio. Per quanto ci riguarda, ripartiamo dal secondo set di Busnago, confermando lo schieramento”. Così, potrebbero giocare Agnese Capone in palleggio, Sofia Cusma opposta, Alicia Salgado (figlia del centrale cubano Hiosvany Salgado, per diversi anni in serie A italiana) e Agnese Angeloni in banda, Serena Sfreddo e Eleonora Buratti al centro e Gaia Riedmüller libero. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 Chromavis Abo, Porzio sulla vittoria contro Cbl: “Il nostro vero gioco di squadra”

    Di Redazione E’ importante e ricco di significati il brillante 3-0 della Chromavis Abo centrato sabato al PalaCoim di Offanengo contro la Cbl Costa Volpino, caduta per  la prima volta quest’anno nel girone B di serie B1 femminile. A ripercorrere le emozioni e ad analizzare la partita è il libero e capitano neroverde Noemi Porzio. Partiamo dal contesto: il big match di giornata è stato giocato in un PalaCoim caloroso e con tanto tifo. “La cornice è stata bella, il tifo si è fatto sentire fin da subito e non ha mai smesso anche nei momenti di difficoltà; questo ci ha supportato e aiutato nella nostra prestazione”. Tre a zero a quella che era la capolista del girone: difficile immaginare un sabato migliore per voi. “Oltre al risultato sicuramente “super”, credo si sia visto il vero gioco di squadra, aiutandoci nei momenti di difficoltà e giocando unite e coese: questo ci ha dato una spinta in più. Penso sia stata la partita in cui questi aspetti si siano visti e sentiti maggiormente”. Una prestazione che deve essere un punto di partenza per Offanengo? “Sappiamo che abbiamo ancora tanto lavoro da fare e in palestra ci alleniamo tanto tecnicamente e sulla comunicazione in campo. Pian piano emergono tante belle cose e vogliamo continuare a far sempre meglio”. Tecnicamente, invece, cosa pensi abbia fatto la differenza a favore della Chromavis Abo? “Abbiamo espresso il nostro gioco, siamo state capaci di superare subito gli errori e focalizzarsi su ciò che avevamo davanti da fare. Abbiamo rispettato molto bene quello che avevamo studiato e preparato; la battuta ha funzionato bene e abbiamo lavorato molto nel muro-difesa, ma abbiamo giocato bene sotto tanti punti di vista”. Cosa porta in dote questo risultato? “Ci può dar consapevolezza su ciò che possiamo fare mantenendo soprattutto un atteggiamento come quello di sabato”. Sabato sarete di scena a Trento contro la Trentino Energie Argentario a secco di punti: un esame di maturità ulteriore? “Affrontiamo l’incontro come ogni gara e dovremo mantenere attenzione sul nostro gioco e sul nostro atteggiamento sui quali lavoriamo ogni giorno. A maggior ragione dopo Costa Volpino vogliamo riproporre subito questo modo di giocare”. Come sta andando la tua nuova avventura in neroverde da libero? “Sono contenta del ruolo, ci sono tante cose da sistemare, ma sono curiosa e felice di apprendere aspetti nuovi, perché ci sono diversi modi di interpretare questo ruolo. Rispetto a quello di schiacciatrice, non cambia molto nei fondamentali, ma si ha una responsabilità diversa e non si ha lo sfogo del terzo tocco. Io la vivo come una sfida intrigante”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile, Chromavis Abo in versione-schiacciasassi: 3-0 all’ex capolista Costa Volpino

    Di Redazione Un avversario forte dall’altra parte della rete, una prova di altissimo livello, un tifo che fa correre la memoria alle sfide play off e un risultato da circoletto rosso. Ci sono tutti gli ingredienti per definire emozionante impresa quella compiuta ieri (sabato) sera dalla Chromavis Abo, che in B1 femminile ha interrotto l’imbattibilità della Cbl Costa Volpino, facendole perdere partita (3-0) e primato in classifica nel girone B. Colpo grosso, dunque, quello delle neroverdi cremasche, autrici di una prova pressoché perfetta che ha messo in grande difficoltà quella che era la prima della classe. Spinte da un PalaCoim rovente, Porzio e compagne hanno interpretato magistralmente lo spartito, nell’occasione diretto in panchina dal vice allenatore Fabio Collina, complice la squalifica di coach Giorgio Bolzoni.  Grande aggressività a partire dalla battuta, molto ordine in campo condito da pazienza, per poi graffiare al momento giusto trovando  i varchi perfetti in contrattacco: così Offanengo ha messo la museruola alla temibile Cbl, che di certo non ha vissuto la miglior serata, complici anche i meriti della Chromavis Abo. Il primo set, spettacolare ed equilibrato, è stato deciso dopo il venti dal turno in battuta di Marina Cattaneo, che ha aiutato Offanengo a passare dal 20-20 al 24-20 prima di chiudere 25-22. La stessa centrale (premiata come miglior giocatrice con la Treccia d’oro dal sindaco di Offanengo Gianni Rossoni) è stata autrice di un memorabile filotto dalla linea dei nove metri del secondo set, con la Chromavis Abo che – finalizzando al meglio le azioni, trascinata in primis da Fedrigo – è passata dal 5-5 al 20-5, preludio al 25-13 che valeva il 2-0.  Nel terzo set, Costa Volpino è riuscita a reagire, rispondendo in più occasioni ai colpi del possibile ko, ma nel finale, con Pinali sugli scudi, ha dovuto alzare bandiera bianca per il 25-22 che valeva il 3-0. Il bottino pieno conquistato dalle cremasche ha permesso alla Chromavis Abo di entrare sempre più nel vivo della zona play off (primi due posti), guadagnando una posizione (dal quinto al quarto posto) e un punto, con il gap che scende da 3 a 2 lunghezze. Sabato alle 17 a Trento le neroverdi metteranno nel mirino la quarta vittoria consecutiva sfidando la Cenerentola Trentino Energie Argentario, ancora a secco di punti. LA PARTITA – La Chromavis Abo (guidata nell’occasione da Fabio Collina, affiancato da Luca Vavassori) scende in campo con Galletti in palleggio, Martinelli opposta, Fedrigo e Pinali in banda, Anello e Cattaneo al centro  e Porzio libero. Costa Volpino risponde con la diagonale Dell’Orto-Giudici, con Rivoltella e Tangini al centro, Gatti e Pozzoni in banda e Zardo libero. In un PalaCoim bollente di tifo, Offanengo parte forte, volando prima sul 3-0 e poi sull’8-5 con il muro di Galletti. Cominetti ferma il gioco, ma non la verve delle neroverdi, che scappano sull’11-5 approfittando delle laterali Martinelli e Fedrigo (parallela). Nuova sosta camuna, con Costa Volpino che questa volta risponde presente, accorciando le distanze con il muro della giovane Dell’Orto (12-10).  Tangini completa l’opera con muro ed ace del controsorpasso (16-17), ma Pinali tiene in carreggiata le locali (18-17). Sul 20-20, sale in cattedra Marina Cattaneo, decisiva al servizio con un ace e una battuta vincente, impreziosite dal muro di Galletti verso il 24-20. La Cbl annulla due set point, poi decide Fedrigo: 25-22. L’avvio di secondo set è equilibrato (5-5), poi Offanengo piazza un filotto che è destinato a restare nella storia, con un parziale di 15-0 sul turno in battuta della stessa Cattaneo. Antipasto sull’8-5 (time out Cominetti) con un ace, poi bis per il 10-5, mentre Fedrigo dà man forte in prima linea. Il tecnico della Cblrivoluziona il sestetto nella speranza di dare una scossa, ma è tutto inutile, perché il servizio della centrale neroverde continua a mandare in difficoltà la ricezione camuna, creando poi defaillance in attacco, a tratti anche falloso. Si arriva così fino all’incredibile 20-5, poi Costa tira fuori l’orgoglio arrivando fino al 22-12, ma non può evitare il 25-13 firmato dalla stessa Cattaneo, che conclude così un set memorabile a livello individuale. Sulle ali dell’entusiasmo, Offanengo riparte di slancio (4-1) nel terzo set, dove la Cbl comunque dimostra di essere in partita (6-6). La Chromavis Abo conquista un prezioso minibreak a muro (8-6), poi Martinelli in contrattacco firma il +3 (10-7).  La fast out di Cattaneo rianima la Cbl, che poi trova l’aggancio a quota 11 e anche il sorpasso (12-13). Il muro di Galletti è la risposta locale (14-13), con l’attacco out di Tangini che vale il 17-14. Costa Volpino non molla l’osso (19-18) , poi annullando il gap con l’ace di Tangini. Time out Collina, poi Pinali spinge da posto quattro, dove invece sbaglia Gatti (22-19). Altra sosta ospite dopo quella del 20-19, ma Pinali è ancora scatenata in attacco. Dell’Orto trova l’ace con la complicità del nastro (23-21), ma non basta: un pallonetto out ospite decreta il 25-22 e il 3-0 di Offanengo. Fabio Collina (vice allenatore Chromavis Abo, primo allenatore nella partita): “Per me l’emozione era tantissima, ringrazio le ragazze e tutto lo staff a partire da Giorgio Bolzoni per la fiducia: è una delle vittorie più belle della mia carriera. La squadra ha giocato una bella partita, spingendo tantissimo in vari fondamentali e abbiamo saputo mettere pressione fin dal primo punto con grande continuità; la fase break è stata determinante, abbiamo battuto bene e abbiamo lavorato ottimamente nel muro-difesa, raccogliendo tantissimi palloni e vincendo molti scambi lunghi. Questo successo serve per darci consapevolezza di cosa possiamo fare”. CHROMAVIS ABO-CBL COSTA VOLPINO 3-0 (25-22, 25-13,  25-22) CHROMAVIS ABO: Fedrigo, Anello L., Martinelli, Pinali, Cattaneo, Galletti, Porzio (L). N.e.: Censi (L), Maggioni, Bortolamedi, Iani, Provana, Cicchitelli. All.: CollinaCBL COSTA VOLPINO: Pozzoni, Tangini, Giuidici, Gatti, Rivoltella, Dell’Orto, Zardo (L), Reggio, Pezzoli, Monti, Pacchiotti (L), Bonomi. N.e.: Seghezzi, Nicolai. All.: CominettiARBITRI: Aleo e Magnino (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: al PalaCoim il big match tra Chromavis Abo e Cbl Costa Volpino

    Di Redazione Massimo tasso di difficoltà sulla carta e la voglia di confrontarsi con chi fin qui ha dimostrato di essere la migliore. In serie B1 femminile la Chromavis Abo è pronta per il big match di domani (sabato), quando alle 21 al PalaCoim di Offanengo andrà in scena la sfida di cartello della settima giornata del girone B contro la capolista Cbl Costa Volpino, fin qui imbattuta. Porzio e compagne arrivano all’appuntamento con il quinto posto e due recenti vittorie da bottino pieno contro Bedizzole (3-0) e Almenno (3-1) che hanno accorciato a tre lunghezze la distanze dal secondo posto (zona play off).  In casa Offanengo, a presentare la partita è coach Giorgio Bolzoni, che però nell’occasione sarà squalificato dopo la giornata di stop inflitta dal giudice sportivo in seguito alla gara di sabato scorso ad Almenno San Bartolomeo. “Costa Volpino – analizza Bolzoni – è una squadra dall’organico molto completo e non ha punti deboli, dimostrando di essere la più forte del girone. Nel primo vero scontro diretto del suo cammino, ha vinto 3-0 contro Gorle e anche questo è un segnale importante. La Cbl gioca molto veloce e ha un’ottima seconda linea, potendo contare su un libero molto forte come Zardo. Contro una formazione di questo livello e completa, non c’è una formula particolare: devi stare in partita, sfruttare eventuali momenti-no avversari e giocare al contempo al massimo. Il clima è tranquilla: non vogliamo aumentare la pressione perché arriva la capolista, abbiamo preparato la gara come le altre. Certamente avremo il vantaggio di giocare questa sfida in casa”. A guidare in panchina la Chromavis Abo sarà il vice Fabio Collina. L’AVVERSARIO – La Cbl Costa Volpino è allenata da Luciano Cominetti e fin qui ha conquistato sei vittorie in altrettanti incontri, cedendo solo un set contro Busnago.  Il 6+1 base vede la 2003 Dell’Orto in regia, opposta a Lucija Giudici. L’asse di posto quattro è formato da Beatrice Pozzoni e da Benedetta Gatti, mentre Tangini e Rivoltella spiccano al centro, con Zardo libero. “Siamo partiti bene – spiega Cominetti– non era facile iniziare subito forte considerato che è stato rinnovato il 90% della rosa. Le ragazze stanno lavorando bene come squadra e sono affiatate e questo è sicuramente l’aspetto più bello di questi mesi. Per ora siamo stati costanti, le partite che fanno più testo fin qui sono quelle contro Trescore e Gorle, le altre abbiamo sfidato formazioni giovanili che hanno un altro tipo di percorso rispetto al nostro”. Quindi guarda a Offanengo. “Rientra nelle squadre potenzialmente forti, l’unico vero scivolone lo ha avuto contro Crema, perché anche quest’anno Lecco è una squadra di valore. Ora dovremo dimostrare di essere più forti anche sabato a Offanengo contro un avversario che a livello di attacco è la formazione più potente che abbiamo incontrato finora. Cercheremo di mettere in evidenza quelli che possono essere i loro difetti di gioco”. Infine conclude.  “Il nostro concetto di pallavolo? Abbiamo sempre messo in primo piano due fondamentali, la battuta e la ricezione: a mio avviso far bene in entrambi fa la differenza tra squadre medie e squadre forti e un buon primo tocco  dà solidità. Ci sono formazioni che magari battono bene ma fanno fatica a ricevere”. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile, Chromavis Abo ospita la capolista. Fedrigo: “Loro hanno più da perdere”

    Di Redazione Aiuto reciproco in campo come valore aggiunto. Per Martina Fedrigo è questa un’arma preziosa per la Chromavis Abo, formazione cremasca militante in B1 femminile nelle cui fila gioca la schiacciatrice bolognese classe 1999 al suo primo anno a Offanengo. Sabato scorso ad Almenno San Bartolomeo (Bergamo) le neroverdi hanno superato 3-1 le padrone di casa targate Chorus Lemen al termine di un serratissimo duello per tre set, mentre nella quarta frazione Offanengo ha spinto sull’acceleratore chiudendo agevolmente (25-13). “Lemen- commenta Martina – è stata brava a difendere tanto, mentre noi siamo una squadra che a volte ha poca pazienza in attacco. Siamo partite un po’ male, abbiamo ceduto il primo set, poi nel secondo siamo riuscite a spuntarla nell’infinita serie dei vantaggi (32-34). Il match è stato equilibrato anche nel terzo set, poi nel quarto siamo partite più decise, crescendo anche nel muro-difesa”. Qual è stata a tuo avviso la chiave del match? “Aver vinto il secondo set dopo aver perso il primo: se fossimo andate sotto 2-0 sarebbe stata molto più dura. Inoltre, abbiamo lottato anche nella terza frazione che non è stata semplice”. Oltre ai tre punti, preziosissimi, cosa lascia in eredità questa partita? “Consapevolezza e maggiore fiducia in noi e nel gruppo. Ci siamo aiutate molto in campo l’una con l’altra e abbiamo visto che insieme si può uscire dalle difficoltà. Potrà sempre capitare che una o più compagne possano affrontare momenti di difficoltà, ma con il supporto della squadra si possono superare le fasi difficili”. Sabato al PalaCoim arriverà la capolista Cbl Costa Volpino e servirà alzare l’asticella. “In palestra lavoriamo tanto e stiamo migliorando settimana dopo settimana, anche se poi al sabato in partita c’è anche l’avversario che può metterti in difficoltà. Costa Volpino è una squadra costruita per vincere e non è una sorpresa vederla al primo posto, avendo anche diverse individualità di rilievo per la categoria. Sicuramente hanno più da perdere loro”. Cosa dovrà fare Offanengo per impensierire la prima della classe? “Dobbiamo giocare sciolte e provare a esprimere la nostra pallavolo senza ansie o paura. Sarà importante aiutarci ancora di più in campo”. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Quarto centro stagionale per la Chromavis Abo: il Lemen capitola in quattro set

    Di Redazione Quarta vittoria stagionale e un punto di distanza in meno dalla zona play off. Può sorridere la Chromavis Abo, a segno ieri (sabato sera) ad Almenno San Bartolomeo contro la Chorus Lemen nella sesta giornata d’andata del girone B di serie B1 femminile. Contro la formazione allenata da Atanas Malinov, Offanengo ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie, ingaggiando un serrato duello nei primi tre parziali, prima di salire in cattedra con autorità nella quarta frazione, vinta agevolmente 25-13. Con il bottino pieno centrato, la squadra di Giorgio Bolzoni ha difeso il quinto posto e ha accorciato dal secondo (ultimo in chiave play off), che ora dista non più quattro ma tre lunghezze ed è occupato da Lecco, che ha scalzato Gorle, battuto 3-0 dalla capolista Cbl Costa Volpino che sabato alle 21 arriverà al PalaCoim di Offanengo per la sfida di cartello della settima giornata. Contro Lemen, le neroverdi cremasche hanno avuto il merito di conquistare il massimo nelle classiche partite dove si può far fatica a esprimere appieno il proprio potenziale. Che fosse un sabato da elmo e corazza Offanengo l’ha capito subito nel primo set, dove avanti 16-19 si è fatto rimontare (24-21), annullando due palle set ma cedendo 25-23. Ancora più rocambolesco il secondo parziale, con la squadra di Bolzoni partita male (10-3), capace di reagire (13-15), ma scivolando sotto 21-17 e nuovamente 24-21. A un passo dal 2-0, la Chromavis Abo ha lottato con le unghie, ingaggiando un’interminabile maratona ai vantaggi dove ha annullato otto palle set alle locali e ha pareggiato i conti al quarto tentativo (32-34). Nella terza frazione, una miglior partenza ha aiutato Offanengo, anche se il colpo del definitivo ko non arrivava e così c’è stato da sudare fino alla fine (23-25). Diversa la situazione in avvio di quarto set, aperto da un cartellino rosso locale, con Lemen ormai alle corde soprattutto mentalmente, mentre la squadra di Bolzoni ha giocato con più sicurezza, crescendo molto nel muro-difesa e rendendo dura la vita all’avversario fino al 13-25 finale. LA PARTITA – La Chromavis Abo scende in campo con Galletti in palleggio, Martinelli opposta, Fedrigo e Pinali in banda, Cattaneo e Anello al centro e Porzio libero. Offanengo firma il primo break con due attacchi di Martinelli (0-2), mentre Adubea trova la parità (7-7)e il +1 a muro su Pinali (9-8). Due schiacciate di Michela Malinov rilanciano la Chorus Lemen (11-9), che vola sul +3 con il muro di Agazzi. I due ace di Pinali valgono la riscossa di Offanengo (parità a quota 12), con le bergamasche avanti di un break in due riprese (16-14). Fedrigo e Martinelli cuciono lo strappo (16-16, time out Malinov), poi sono anche le protagoniste del filotto neroverde (16-19). Il set, però, è combattuto, con Almenno che trova la parità a quota 19 con Adubea (time out Bolzoni). La stessa giocatrice di casa si rende protagonista del muro del vantaggio (22-20), impreziosito dal successivo colpo vincente di Zanella: 23-20 e time out Bolzoni.  Sul 24-21 Offanengo annulla due palle set, ma l’errore in battuta di Martinelli vale il 25-23 a favore delle locali. La squadra di Bolzoni riparte male, scivolando sotto 5-0 e due battute vincenti di Zanella e due errori di Pinali. Il tecnico neroverde ferma il gioco, con Offanengo che prova a reagire (5-2 Martinelli), ma continua a far fatica in attacco (8-2 muro su Pinali). Sul 10-3, la Chromavis Abo riesce finalmente a reagire con i muri di Galletti e Fedrigo. Dentro Picchi per Arsenov, ma la rimonta cremasca prosegue fino al 10-8. Sul 12-10 rientra la veterana della Chorus Lemen, con la parallela di Martinelli ad annullare il gap a quota 12, mentre il muro di Anello fa mettere avanti il naso alla squadra di Bolzoni per la prima volta nel set (12-13). Ancora l’opposta ospite protagonista per il +2 (13-15), salvo poi attaccare out la palla che consegna la parità alle bergamasche (16-16). La centrale Agazzi scuote Almenno (muro e primo tempo), poi l’errore di Cattaneo decreta il 20-17. Bolzoni ferma il gioco, ma Michela Malinov va a segno da posto quattro.  Pinali e Martinelli provano a tenere in carreggiata Offanengo (21-19, time out Lemen), ma le bergamasche arrivano sul 24-21. Out Adubea, poi i muri di Martinelli e Anello annullano le chance. Ancora Letizia firma un primo tempo di potenza che risponde al 25-24. Offanengo ha la prima occasione per pareggiare i conti (muro di Cattaneo), ma la spreca con Martinelli, che poi si fa murare da Agazzi. L’opposta sigla il 27-27, attacca fuori per il 28-27,con Pinali che allunga il set emozionante. Si va ad oltranza, poi decide il muro di Cattaneo: 32-34. Il terzo set vede Offanengo riprendere più sciolta e volare avanti sullo 0-3 con il muro di Cattaneo. Zanella risponde con l’ace del 2-3, ma la stessa centrale neroverde concede il bis in block (2-5). Le difficoltà ospiti non sono ancora finite (6-6), anzi proseguono complici alcuni palloni facili (9-7). Fedrigo prova a sistemare le cose (9-9), Pinali va a segno in parallela (10-11), Martinelli trova il mani-fuori del +2 neroverde, mentre Adubea attacca fuori per il +3 ospite (11-14). Arsenov gioca d’esperienza (13-14), poi Michela Malinov completa l’operazione-aggancio.  Pinali trova la difesa-punto del 15-17, la stessa banda di casa attacca out (16-19, time out Malinov), Anello mura per il +4 (18-22, altra sosta locale), ma Lemen rende pan per focaccia con due block (22-23). Time out Bolzoni, Martinelli va a segno da posto due, poi sul 23-24 decide il muro di Pinali. Il quarto set si apre con un cartellino rosso locale per lo 0-2 e con l’ace di Anello verso l’1-5. Pinali piazza il pallone del +5 (2-7), Zanella risponde per il -3 (4-7), ma Martinelli suona la carica (due attacchi per il 4-10). Lemen è in difficoltà, così Offanengo (salita di tono soprattutto nel muro-difesa) piazza il filotto (4-12 Cattaneo, time out Chorus). Il set è un monologo cremasco (5-15), così arrivano i tre punti:  13-25 e 3-1 per la Chromavis Abo. In casa neroverde, mglior realizzatrice dell’incontro la schiacciatrice Greta Pinali (21 punti); a livello statistico, brilla il dato dei muri-punto (14 per Offanengo contro gli 8 della Chorus). LE DICHIARAZIONI POST-GARA: Giorgio Bolzoni (tecnico Chromavis Abo): “E’ stata una vittoria sofferta contro una squadra giovane ed è stato molto importante conquistare i tre punti. Il quarto set ha fatto capire la differenza di valori che poteva esserci tra le due formazioni. Le difficoltà precedenti? Stiamo lavorando su alcuni aspetti che non possono risolversi nell’arco di una settimana, il lato positivo è sicuramente la conquista del bottino pieno. Continuiamo a lavorare per crescere e nel frattempo abbiamo bisogno di fiducia”. CHORUS LEMEN ALMENNO-CHROMAVIS ABO 1-3 (25-23, 32-34, 23-25, 13-25) CHORUS LEMEN ALMENNO: Malinov E., Zanella 13, Adubea 12, Arsenov K., Malinov M. 10, Agazzi 13, Franchi (L), Noris, Stucchi. N.e.: Felappi S, Felappi G.. All.: Malinov A. CHROMAVIS ABO: Fedrigo 10, Anello L. 13, Martinelli 17, Pinali 21, Cattaneo 10, Galletti 5, Porzio (L), N.e.: Bortolamedi, Iani, Maggioni, Censi (L), Provana, Cicchitelli. All.: Bolzoni ARBITRI: Grasso e Visalli (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Sofia Iani: “La Chromavis Abo sta crescendo, ma serve più equilibrio”

    Di Redazione Continuare a crescere macinando punti e migliorando il proprio gioco. È questa la “ricetta” di Sofia Iani, giovane palleggiatrice della Chromavis Abo, formazione cremasca militante in Serie B1 femminile nel girone B. Spezzina classe 2001, Iani affianca Giulia Galletti nel reparto alzatrici della squadra allenata da Giorgio Bolzoni che sabato scorso ha riscattato il passo falso di Lecco (3-0) liquidando in tre set le giovani della Green Up Bedizzole Volley. “Era importante – commenta la Iani, al suo primo anno a Offanengo – vincere 3-0 contro Bedizzole e conquistare i tre punti; se vogliamo puntare alla zona alta della classifica, non possiamo lasciare punti in giro. Allo stesso tempo, dobbiamo ancora trovare più equilibrio in campo e sotto il profilo del gioco potevamo far meglio. Queste partite, comunque, pur senza sottovalutare nessuno, sono utili per trovare feeling e aumentare la solidità che poi ci sarà richiesta negli scontri più tosti“. A tuo avviso in che ambito deve crescere la Chromavis Abo? “Credo nei meccanismi di una squadra nuova. La tecnica c’è, le ragazze del sestetto titolare, seppur giovani, hanno esperienza; a livello mentale, inoltre, dobbiamo riuscire a uscire più velocemente dai momenti difficili che ogni partita, al di là dell’avversario, propone“. Sabato ad Almenno dall’altra parte della rete troverete un altro avversario giovane, la Chorus Lemen allenata da Atanas Malinov: cosa sarà prioritario per voi in questo match? “Le squadre giovani possono fare di tutto, dal match della vita fino a una prestazione negativa. Di certo, se lasci spazio, ci credono e sulle ali dell’entusiasmo possono metterti in difficoltà. Per questo, ritengo sia importante metterle subito sotto pressione“. Come vedi la compagine bergamasca? “Come particolarità ha un gioco veloce con qualche schema inusuale, ma nel complesso è sicuramente alla nostra portata. Per noi sarà importante far punti, non solo per la classifica, ma anche e soprattutto per la nostra crescita di squadra“. Infine, come sta procedendo il tuo primo anno al Volley Offanengo? “Sto imparando tante cose e mi sto trovando bene con tutte le componenti di questo ambiente. Come palleggiatrice mi sento in crescita“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B1 femminile: la Chromavis Abo ritrova il sorriso contro Bedizzole

    Di Redazione Pronostico rispettato, tre punti conquistati e riscatto immediato. Dopo il ko di Lecco, la Chromavis Abo ritrova subito il sorriso in Serie B1 femminile festeggiando il bottino pieno al PalaCoim di Offanengo contro la Green Up Bedizzole Volley, liquidata in tre set. Per la squadra di Giorgio Bolzoni si tratta della terza vittoria stagionale (la seconda davanti al pubblico amico), che consolida l’attuale quinta posizione in graduatoria nel girone B. Contro il giovane avversario, le neroverdi cremasche hanno offerto una prova di sostanza in tanti fondamentali, scavando il solco soprattutto nel primo tocco: Offanengo ha offerto una prova solida in ricezione (60% di positività e solo due errori) e soprattutto ha svolto un ottimo lavoro collettivo in battuta, testimoniato dalla doppia cifra nella colonna degli ace (11), ben ripartiti tra le varie interpreti. Bene anche l’attacco, che ha viaggiato ad alti livelli (53%) trovando buone risposte da ogni freccia a disposizione della regista Galletti. Miglior giocatrice dell’incontro, la centrale Letizia Anello, premiata con la Treccia d’oro dall’assessore comunale di Offanengo Pierangelo Forner. “Abbiamo avuto – commenta coach Giorgio Bolzoni – una partenza sprint e abbiamo conquistato in scioltezza il primo set, poi all’inizio del secondo e del terzo set abbiamo commesso troppi errori anche in situazioni abbastanza semplici. Abbiamo giocato così punto a punto, siamo stati bravi a recuperare e a chiudere 3-0, portando a casa tre punti importanti che fanno bene alla classifica. Per il resto, stiamo lavorando sugli aspetti che in certi momenti non hanno funzionato, pian piano troveremo la quadra“. Chromavis Abo-Green Up Bedizzole Volley 3-0 (25-15, 25-21, 25-22)CHROMAVIS ABO: Martinelli 9, Pinali 10, Cattaneo 7, Galletti 5, Fedrigo 10, Anello L. 7, Porzio (L), Bortolamedi. N.e.: Tommasini (L), Maggioni, Iani, Provana, Cicchitelli. All.: BolzoniGREEN UP BEDIZZOLE VOLLEY:  Macobatti 5, Marchesini 3, Populini 8, Marinoni 6, Sturniolo 1, Moriconi 2, Tagliani (L), Penocchio, Cecchetto 3, Corella 3. N.e.: Bottarelli (L), Okonofua, Comoletti, Uzunova. All.: PolitoARBITRI: Gabbetta e Campanile (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO