consigliato per te

  • in

    Perez, arrivata l'ufficialità: ecco cos'ha deciso la Fia

    SINGAPORE – Oltre due ore e mezza dopo la fine della gara, è stato ufficializzato il vincitore del Gran Premio di Singapore, 17° appuntamento del Mondiale di Formula 1. In seguito ad un finale controverso, la Fia ha voluto ascoltare la versione di Sergio Perez prima di decidere se penalizzarlo o meno per non aver rispettato la corretta distanza dalla Safety Car. Il pilota della Red Bull si è dunque imposto in pista, precedendo le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz, ed il verdetto è stato confermato dalla direzione gara. Seconda vittoria in stagione dunque per il messicano.
    Cos’ha deciso la Fia
    Confermata la vittoria di Sergio Perez, “graziato” dalla Fia. Attraverso un comunicato ufficiale, la Federazione ha reso noto di aver sanzionato ‘Checo’ con 5 secondi di penalità, che non cambiano l’esito finale. Leclerc aveva infatti tagliato il traguardo con 7.5 secondi di ritardo e resta dunque alle spalle. Per Perez, inoltre, 2 punti tolti sulla patente e una reprimenda. Mastica amaro la Ferrari, che si augurava 10 secondi di penalità per via di una doppia infrazione e si vede invece portare via una vittoria auspicata fino all’ultimo. LEGGI TUTTO

  • in

    Una Top Volley da sogno fa lo sgambetto all’Allianz Milano

    Foto Top Volley Cisterna Di Redazione La grande sorpresa della prima giornata di Superlega la firma la Top Volley Cisterna, che non solo va a imporsi sul campo di un’Allianz Milano sulla carta largamente favorita, ma lo fa addirittura con un roboante 0-3. Nonostante l’organico ancora ridotto, la formazione di Fabio Soli gioca una partita […] LEGGI TUTTO

  • in

    Cisterna espugna Milano, la Top Volley vince 3-0

    MILANO – Cisterna scende in campo sul parquet dell’Allianz Arena dove i pontini sono ospiti di Milano. Starting six per Soli con Baranowicz, Catania, Dirlic, Sedlacek, Kaliberda, Zingel e Rossi. Primo set in perfetto equilibrio, in evidenza Dirlic e Ishikawa, poi la potenza di Kaliberda e la furbizia di Sedlacek segnano l’allungo, rispondendo molto bene alle palle servite al millimetro da capitan Baranowicz, 8-11. Milano trova il pareggio con una bordata dell’ex Patry, servito da Porro su posto tre, 14-14. La Top Volley conquista punti con unghie e denti, Rossi chiude la porta in faccia a Ebadipour, 16-17. L’iraniano è murato di nuovo, questa volta da Dirlic, il bomber croato replica nell’attacco successivo trovando muro fuori tirando sulle mani di Ebadipour, 16-20. Inarrestabile Dirlic, 18-22. Milano, dopo aver sprecato tanto, prova una timida reazione con Loser, nell’azione successiva Zingel ristabilisce la distanza e mura l’argentino, 20-24. Ishikawa piazza una diagonale potentissima e poi Piano mura Sedlacek, 22-24. Il set non poteva che chiuderlo Dirlic, lungolinea esplosivo, 22-25. Cisterna parte bene nel secondo set e riesce a mantenere un mini-bottino di più due grazie alle giocate di Sedlacek e la difesa di Catania, 6-8. Sedlacek muro a uno su Patry, 8-11. Milano riesce a fare il cambio palla, ma poi sbaglia il servizio e Cisterna ne approfitta, 10-13. La Top Volley va sul velluto con Kaliberda, Milano in difficoltà, Piazza chiama il time out, 11-15. Cisterna riceve molto bene e Baranowicz con la palla in testa fa quello che vuole, 14-18. Doppio recupero di Catania che va a prendere la palla sui tavoli dei giornalisti, Pesaresi risponde difendendo su Dirlic, il croato mura Ebadipour, 16-20. Kaliberda picchia forte sulle mani del muro più basso, 18-22. Cinque palle set per Cisterna ancora grazie a Kaliberda, 19-24. La Top Volley si conferma bestia nera per l’Allianz Milano, Sedlacek mura Patry, 19-25. Terzo set subito con il piede sull’acceleratore per Milano che si porta avanti 4-2, poi ace di Sedlacek e muro di Kaliberda e i pontini si riportano in vantaggio, 4-5. Pallonetto morbido di Kaliberda dopo ancora un gran recupero di Catania, 5-6. Catania è ovunque, Dirlic picchia forte, poi ace di Kaliberda, rotto di nuovo l’equilibrio, 7-9. Continua il momento nero in battuta per l’Allianz, poi Sedlacek mette a terra la palla del 14-16. Milano prova a svegliarsi con l’iraniano Ebadipour che mura Rossi e trova il pareggio, 16-16. Patry attacca altissimo e spara la palla sul primo anello, 17-19. Scambio lunghissimo, Milano contro Catania, il libero pontino prende tutto, chiude Ishikawa, 20-21. Entra in campo il turco Bayram che mette a terra un punto importante, 20-23. Due match ball per Cisterna, Patry non sbaglia e annulla la prima palla set, 23-24. Porro batte fuori, 23-25. Cisterna vince 3-0 ed espugna l’Allianz Milano.
    Aidan Zingel (Top Volley Cisterna): “Non credevamo di chiudere la prima partita di campionato 3-0. Ci aspettavamo una battaglia, così prendiamo molta fiducia e anche se non siamo ancora al completo, abbiamo trovato l’approccio giusto. È un campionato equilibratissimo visti anche gli altri risultati, noi vogliamo fare bene e oggi ci siamo riusciti”.
    IL TABELLINO
    Allianz Milano – Top Volley Cisterna: 0-3 (22-25; 19-25; 23-25)
    Allianz Milano: Mergarejo 1, Lawrence (ne), Bonacchi, Vitelli, Loser 8, Patry 17, Piano 5, Ishikawa 9, Porro 2, Colombo (L), Pesaresi (L), Ebadipour 6. All.: Piazza.
    Top Volley Cisterna: Zingel 4, Catania (L), Kaliberda 11, Sedlacek 16, Zanni (ne), Mattei (ne), Dirlic 15, Rossi 2, Staforini, Baranowicz 2, Bayram 1. All.: Soli.
    DURATA SET: 28’, 27’,29’. Tot: 1 ora e 24 minuti.
    Note: Allianz Milano: ace 2, err.batt. 18, ric.prf.41%, att. 44%, muri 5.
    Top Volley Cisterna: ace 2, err.batt. 13, ric.prf. 30%, att. 46%, muri 11.
    MVP: Peter Dirlic LEGGI TUTTO

  • in

    Terzo posto per la Chromavis Eco DB al Trofeo Bellomo di Castellanza

    Foto Fabio Cucchetti/GetSport Media Di Redazione Si è chiusa con un ottimo terzo posto la partecipazione della Chromavis Eco DB al quarantaduesimo Trofeo Bellomo, contro altre tre squadre di Serie A2 femminile. Al PalaBorsani di Castellanza la squadra di Offanengo ha ceduto per 1-3 alla Tecnoteam Albese Volley Como nella semifinale del sabato, mentre oggi […] LEGGI TUTTO

  • in

    1ª Giornata (2/10/2022) – Regular Season SuperLega Credem Banca – TABELLINI

    1ª Giornata (2/10/2022) – Regular Season SuperLega Credem Banca
    Allianz Milano – Top Volley Cisterna 0-3 (22-25, 19-25, 23-25) – Allianz Milano: Porro 2, Ebadipour 6, Loser 8, Patry 16, Ishikawa 9, Piano 6, Colombo (L), Pesaresi (L), Vitelli 0, Bonacchi 0, Melgarejo Hernandez 1. N.E. Lawrence. All. Piazza. Top Volley Cisterna: Baranowicz 2, Kaliberda 11, Rossi 2, Dirlic 16, Sedlacek 16, Zingel 4, Staforini (L), Bayram 1, Catania (L). N.E. Mattei, Zanni. All. Soli. ARBITRI: Vagni, Braico. NOTE – durata set: 28′, 27′, 28′; tot: 83′.
    Itas Trentino – Emma Villas Aubay Siena 3-1 (25-16, 25-21, 23-25, 25-17) – Itas Trentino: Sbertoli 2, Michieletto 22, Podrascanin 6, Lavia 7, Kaziyski 26, Lisinac 5, Pace (L), Nelli 0, Dzavoronok 1, Laurenzano (L), Cavuto 1. N.E. Berger, Depalma, D’Heer. All. Lorenzetti. Emma Villas Aubay Siena: Finoli 0, Van Garderen 17, Biglino 9, Pinali 15, Petric 12, Mazzone 4, Pochini (L), Pereyra 0, Pinelli 0, Bonami (L), Ngapeth 0, Raffaelli 0. N.E. All. Montagnani. ARBITRI: Pozzato, Papadopol. NOTE – durata set: 25′, 28′, 29′, 23′; tot: 105′. LEGGI TUTTO

  • in

    Superlega: 1ª giornata, Perugia-Monza 3-0, Plotnytskyi MVP

    1ª GiornataSir Safety Susa Perugia – Vero Volley Monza 3-0 (25-19, 25-21, 25-18)Sir Safety Susa Perugia: Giannelli 2, Semeniuk 10, Solé 7, Rychlicki 16, Plotnytskyi 12, Russo 7, Piccinelli (L), Ropret 0, Colaci (L). N.E. Herrera Jaime, Cardenas Morales, Mengozzi, Resende Gualberto, Leon Venero. All. Anastasi.Vero Volley Monza: Visic 2, Davyskiba 8, Galassi 2, Grozer […] LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Binotto: “Meritavamo la vittoria, deluso per il risultato finale”

    SINGAPORE – Mastica amaro Mattia Binotto, non particolarmente contento del Gran Premio di Singapore, diciassettesimo appuntamento del Mondiale di Formula 1. Il team principal della Ferrari ha parlato ai microfoni di Sky Sport della mancata penalità ai danni di Sergio Perez, che avrebbe cambiato significativamente la gara: “E’ stato chiamato a discutere di due infrazioni in quando ha commesso lo stesso errore in due occasioni, essendo troppo distante da Safety Car. Ci aspettiamo decisione immediata, che sarebbe dovuta arrivare già durante la gara. Ha influenzato il podio e la gestione gara, Charles ha usurato le sue gomme nel tentativo di superare Perez”. Sul motivo alla base di un comportamento tale: “Difficile da capire, credo vogliano capire il motivo che l’ha spinto a guidare modo diverso. Inoltre penso che abbiano perso tempo a misurare la distanza tra le due macchine. Evidentemente on volevano affrettare la decisione”.
    Il commento di Binotto
    Mattia ha poi commentato la gara di Leclerc: “In occasione della partenza ha avuto un bel tempo di reazione ed è stato bravo a seguire la procedura. Più avanti, quando è andato a premere sull’acceleratore, le ruote posteriori hanno pattinato. Riguarderemo bene la dinamica. Il pit stop dove è andato leggermente lungo non ha influenzato l’esito della gara. La macchina andava bene, peccato per la partenza. Inoltre siamo stati i primi ad avere il coraggio di mettere gomme asciutte. Bene anche Sainz”.
    Infine, Binotto ha fatto un bilancio del weekend: “Non sono arrabbiato, ma un po’ deluso. Abbiamo bisogno di una vittoria e questo weekend ce la meritavamo. Sono dispiaciuto per il risultato finale. Tuttavia abbiamo reagito bene alle difficoltà e ciò mi lascia ottimista per le ultime gare della stagione. Complessivamente è stato un weekend difficile, ma due macchine sul podio è un buon bottino”. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Leclerc: “Brutta partenza, gara più stancante della mia vita”

    SINGAPORE – Charles Leclerc ha chiuso al secondo posto nel Gp di Singapore, diciassettesima prova del Mondiale di Formula 1. Il monegasco ha pagato a caro prezzo una partenza deficitaria e si è dovuto arrendere a Sergio Perez. Quest’ultimo è stato insidiato a lungo dal ferrarista, che a un certo punto ha però dovuto mollare in quanto la sua macchina non ce la faceva a tenere un determinato ritmo. Resta il punto interrogativo della penalità, che però Charles non ha voluto commentare per via dell’assenza del quadro completo della situazione.
    Il pensiero di Charles
    “Ho fatto una brutta partenza. Dobbiamo vedere da cosa viene, la riguarderemo. E’ stata una gara molto difficile, la più stancante della mia vita. Ci ho provato spingendo fino alla fine, ma ho surriscaldato le gomme essendo così vicino a Perez – ha detto il monegasco ai microfoni di Sky Sport – Alla fine la performance è stata buona, passo avanti anche nelle comunicazioni. Dobbiamo continuare a lavorare, poi riguarderemo la partenza. Nel finale ho rischiato il giusto, limitandomi a portare la macchina a casa. Ora dovrò prepararmi bene per il Giappone”. LEGGI TUTTO