in

Vicenza, Nardelli protagonista: “Una vittoria che fa bene al gruppo”

Di Redazione

Un ingresso prezioso e positivo, “assaggiando” il campo nel secondo parziale dando un contributo alla rimonta biancorossa al punto da guadagnarsi il posto in sestetto nei successivi due set e arrivando a fine gara in doppia cifra (10 punti). Tra le protagoniste della prima vittoria in A2 femminile dell’Anthea Vicenza, arrivata sabato scorso a Milano nell’anticipo contro il Club Italia CRAI (1-3), c’è la schiacciatrice trentina Rachele Nardelli, al suo primo anno nel sodalizio presieduto da Andrea Ostuzzi e in evidenza contro le azzurrine, in particolar modo in battuta (3 ace) e a muro (3 block vincenti). 

Originaria di Povo (Trento) e classe 2001, Rachele si è avvicinata alla pallavolo all’età di otto anni; la sua prima società è stata il Marzola, prima di approdare all’ATA Trento e disputare tre stagioni nel Vicentino a Torri. Infine, le ultime due stagioni disputate a Vigevano (B1) e Soverato (A2)- con l’attuale compagna di squadra e centrale Federica Piacentini –  prima di approdare in estate all’Anthea.  

“Questa vittoria – commenta la Nardelli – ci voleva decisamente; essendo una squadra che vuole salvarsi, abbiamo bisogno di punti, molto preziosi per tutto l’ambiente: tornare a casa con tre è sicuramente un’iniezione di fiducia. Siamo riuscite a interpretare bene la partita dall’inizio, anche se entrambe le formazioni hanno mostrato alti e bassi. La rimonta del secondo set dal 21-24 al 26-24 è stata molto importante, poi nel terzo parziale ci è ricapitato di andare in vantaggio e venire rimontate come accaduto con Montecchio. Nella quarta frazione, però, è emersa la nostra grande voglia di vincere, anche perché andare al tiebreak contro una squadra come il Club Italia sarebbe stato molto pericoloso e imprevedibile”. 

Quindi commenta il suo ingresso. “Ho cercato di dare tutto quello che avevo per aiutare la squadra, non solo tecnicamente, ma anche per grinta e voglia di vincere. Era un po’ di tempo che non giocavo buona parte di un incontro ed è stato molto bello”. 

Anthea in crescita. “Il nostro gioco sta migliorando, anche se c’è ancora tanto da fare secondo me. Dovremo limitare il più possibile i nostri momenti bui nell’arco dell’incontro. Siamo sicuramente una squadra ricca di giovani e dove serve l’apporto di tutte le giocatrici. In ogni modo, stiamo lavorando tanto e stiamo crescendo”. 

Sabato al PalaGoldoni nell’anticipo (ore 17) arriva la forte Mondovì. “E’ tosta, individualmente ha giocatrici molto forti. Noi dovremo entrare in campo e cercare di fare la nostra pallavolo. Ci teniamo a far bene davanti al nostro pubblico, che ci segue e ci tiene alla squadra”. Infine, Rachele fuori dal campo. “Studio ingegneria biomedica e come hobby mi piace molto cucinare: mi rilassa. Cuoca dello spogliatoio? Ho già sfornato un paio di torte per la squadra”. 

(Fonte: comunicato stampa)


Fonte: http://www.volleynews.it/feed/


Tagcloud:

MotoGp, Quartararo: “Al traguardo ho pianto e urlato per mezz'ora”

Superlega Credem Banca: La programmazione televisiva di Novembre