in

Portomaggiore-Vigilar. Le interviste post-partita

Fano – Nulla da fare per la Vigilar Fano sul difficile campo del Sa.Ma. Portomaggiore che, con questi tre punti, evita il sorpasso in classifica dei fanesi e consolida la propria posizione. I virtussini sono apparsi lucidi e aggressivi solo a tratti non riuscendo mai, ad eccezione della seconda frazione, ad impensierire i padroni di casa.

Deluso dal risultato è stato sicuramente il direttore sportivo Mattia Brunetti: “Più che dal risultato – tuona Brunetti – dall’atteggiamento di alcuni giocatori. Posso capire che l’assenza di Ruiz è pesante, ma non posso giustificare l’eccesso di nervosismo mostrato nella gran parte del match”.

Eppure la Vigilar era riuscita ad aprire la gara con un secondo set volenteroso: “In questa frazione sono stati parecchi i demeriti degli avversari – continua Brunetti – noi ne abbiamo approfittato, poi però ci siamo di nuovo persi nei set successivi. Ci sta, lo ribadisco, perdere 3 a 1 a Portomaggiore ma l’atteggiamento in campo non fa ben sperare”.

Poi il direttore sportivo fanese cerca di indovinare la ricetta giusta: “Più testa e capacità di soffrire – conclude il dirigente virtussino – con Macerata dovremo cambiare passo e scendere in campo senza paura cercando il giusto ritmo di gioco”.

Il grande ex della giornata, oltre a Cesarini, è stato Alessandro Graziani: “A difesa di Fano – chiosa lo schiacciatore ligure – posso dire che l’infortunio di Ruiz è stato determinante, anche se stasera il Sa.Ma. ha giocato con grande costanza. Non vedo l’ora di venire a Fano per la partita di ritorno, piazza indimenticabile”.

Ufficio Stampa Virtus Volley Fano


Fonte: http://www.legavolley.it/rss.asp


Tagcloud:

Del Monte Coppa Italia: Cucine Lube Civitanova-Sir Safety Conad Perugia LIVE

A2 Credem Banca: ore 18.00 live streaming, Santa Croce – Bergamo