consigliato per te

  • in

    Il Sabaudia Pallavolo cerca la rivincita contro Aversa. Malvestiti: “Dobbiamo lavorare sull’approccio”

    Di Redazione

    Il Sabaudia Pallavolo torna in campo nell’anticipo della sesta giornata di ritorno del campionato di pallavolo maschile di serie A3. Domani (sabato) alle 18,00 la formazione pontina del vicepresidente Lino Capriglione sarà impegnata al PalaJacazzi di Aversa per il match con la Wow Green House Aversa: i pontini dovranno vedersela con la formazione campana che è reduce da due sconfitte consecutive (3-2 a Ortona e 3-0 a Bari), ma che nell’ultima partita davanti al pubblico amico ha superato 3-1 il QuantWare Napoli. Il Sabaudia, che sabato scorso aveva ceduto 1-3 in casa con il Modica, in precedenza aveva preso un punto dalla trasferta con il Lecce e vinto da tre punti in casa con lo Smi Roma.

    “Veniamo da un periodo di allenamenti intensi e di buon livello e, nonostante la battuta d’arresto della settimana scorsa, penso che abbiamo le carte in regola per giocare un’ottima gara su un campo difficile come quello di Aversa – spiega Michele Malvestiti, opposto del Sabaudia –. Abbiamo molto da lavorare sull’approccio alla partita e sulla gestione della pressione, ma sicuramente siamo una squadra che lotta su ogni pallone e che non si arrende mai. Con consapevolezza e lucidità possiamo infastidire qualunque squadra del nostro campionato e a questo punto della stagione ogni punto strappato vale oro“.

    In classifica l’Aversa precede il Sabaudia dall’alto dei suoi 27 punti mentre i pontini ricorrono staccati con 18 punti e con una partita da recuperare, il prossimo 15 febbraio in casa del QuantWare Napoli.

    “Dobbiamo cercare di fare punti in qualsiasi campo, a prescindere dall’avversario che avremo davanti, e per questo anche ad Aversa dovremo giocare con questo obiettivo – chiarisce Andrea Rondoni, libero del Sabaudia –. Aversa è una squadra costruita per altri obiettivi rispetto ai nostri: conosciamo il nostro potenziale e se riusciamo a mettere in campo il potenziale che dimostriamo di avere in allenamento allora potremo fare una buona prestazione“.

    Sono 12 i precedenti tra le due formazioni in serie A: i campani dell’Aversa si sono imposti per sette volte mentre il Sabaudia ha vinto cinque delle precedenti sfide disputate. All’andata, in questa stagione, fu proprio la Wow Green House a spuntarla al tie-break (17-25, 25-21, 20-25, 26-24, 16-18): era il 6 novembre ed al PalaVitaletti Zornetta e Argenta si contesero il ruolo di miglior realizzatore con 26 punti ciascuno.La partita, che verrà arbitrata da Alberto Dell’Orso ed Eleonora Candeloro, verrà anche trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube della Lega Pallavolo serie A.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Prestazione da urlo per Bari, Aversa si inchina in tre set

    Di Redazione

    Applausi a scena aperta per il Gruppo Stamplast M2G Green Bari. Chiamato ad una pronta reazione dopo il ko al tie break rimediato nella trasferta di Modica, il collettivo biancorosso risponde subito presente con una prestazione da urlo nel big match contro la Wow Green House Aversa, battuta in tre set nella bolgia del PalaFlorio. Trascinati da un superlativo Wojcik e da un capitan Paoletti sempre decisivo nei momenti che contano, gli uomini di coach Beppe Spinelli hanno regalato al proprio pubblico la prova più bella della stagione: una partita da incorniciare, che vale tre punti d’oro ed il quarto posto in classifica con il sorpasso operato ai danni dell’OmiFer Palmi.

    La cronaca:Coach Spinelli sceglie Leoni in cabina di regia, Paoletti opposto, Wojcik e Ciavarella di banda, Persoglia e Deserio al centro e, infine, Rinaldi al comando delle operazioni difensive. Falabella risponde con la diagonale Pistolesi-Argenta, gli schiacciatori Lyutskanov e Gasparini, i centrali Pasquali e Marra ed il libero Fortunato.

    Bari parte subito forte: gli ace realizzati dal tandem Wojcik-Persoglia e le conclusioni vincenti di capitan Paoletti fissano il punteggio sul momentaneo 12-8. La reazione degli ospiti non si fa attendere e, guidata da Lyutskanov, riporta il match in parità (14-14). Si lotta punto a punto fino alla fine: al sigillo in parallela di Argenta (22-23) fa seguito la “sette” imprendibile di Persoglia (23-23). Il set si decide ai vantaggi (24-24): sono gli errori di Argenta e Lyutskanov a decretare la fine delle ostilità nel primo parziale (27-25).

    Anche il secondo set è ricco di emozioni: dopo la buona partenza della Wow Green House (1-6, muro di Marra) va in scena la rimonta biancorossa, completata dal pallonetto vincente di Ciavarella (12-12). Gli aversani si riportano avanti nel punteggio grazie al muro di Lyutskanov su Wojcik (13-16) e conducono il game sino al 19-21, quando si assiste all’ennesimo ritorno di fiamma dei padroni di casa. Trascinati da uno scatenato Paoletti, gli uomini di coach Spinelli piazzano un incredibile break di sei punti e si aggiudicano il secondo atto dell’incontro sul 25-21 nel tripudio del PalaFlorio.

    Al ritorno in campo si viaggia sul filo dell’equilibrio fino all’ace di Leoni su Gasparini e al successivo mani out di Wojcik, che vale il momentaneo più 3 biancorosso (17-14). I campani non gettano la spugna e riescono ad annullare il gap di vantaggio barese con la diagonale potente di Gasparini (19-19). A seguire è il nuovo strappo firmato da Ciavarella (21-19) a dare il via allo sprint finale del Gruppo Stamplast M2G Green che, respingendo colpo su colpo le offensive avversarie (23-22, 24-23), si prende l’intera posta in palio grazie alle sassate micidiali messe a segno da Wojcik (25-23).

    Gruppo Stamplast M2G Green Bari-Wow Green House Aversa 3-0 (27-25, 25-21, 25-23)Gruppo Stamplast M2G Green Bari: Leoni 2, Paoletti 16, Ciavarella 12, Wojcik 16, Persoglia 9, Deserio 3, Rinaldi (L) pos 71%, Martinelli, Petruzzelli V., Ferenciac, Giorgio, Petruzzelli F., Ciccolella, Marrone (L2). All. Beppe Spinelli – vice all. Francesco Valente.Wow Green House Aversa: Pistolesi 2, Argenta 14, Lyutskanov 12, Gasparini 11, Pasquali 2, Marra A. 6, Fortunato (L1) pos 67%, Ricci Maccarini , Pietronorio , Di Meo (L2), Barretta, Pasquali, Gatto, Iannaccone 1, Diana 1. All. Paolo Falabella – vice all. Agostino Di Rauso.Arbitri: Walter Stancati e Roberto GuarnieriNote: Durata set: 32’, 29’, 30’. Bari: errori al servizio 12, aces 6, ricezione pos 66% – prf 49%, attacco 44%, muri vincenti 5. Aversa: errori al servizio 9, aces 1, ricezione pos 59% – prf 28%, attacco 39%, muri vincenti 11.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Tripudio biancorosso al PalaFlorio: Bari batte Aversa 3-0!

    Solo applausi, applausi a scena aperta per il Gruppo Stamplast M2G Green Bari. Chiamato ad una pronta reazione dopo il ko al tie-break rimediato nella trasferta di Modica, il collettivo biancorosso ha risposto subito presente con una prestazione da urlo nel big match contro la Wow Green House Aversa, battuta in tre set (27-25, 25-21, 25-23) nella bolgia del PalaFlorio.Trascinati da un superlativo Wójcik e da un capitan Paoletti sempre decisivo nei momenti che contano, gli uomini di coach Beppe Spinelli hanno regalato al proprio pubblico la prova più bella della stagione. Una partita da incorniciare, che vale tre punti d’oro ed il quarto posto in classifica con il sorpasso operato ai danni dell’OmiFer Palmi (sconfitta per 3-0 dalla Leo Shoes Casarano).
    SESTETTI DI PARTENZACoach Spinelli sceglie Leoni in cabina di regia, Paoletti opposto, Wojcik e Ciavarella di banda, Persoglia e Deserio al centro e, infine, Rinaldi al comando delle operazioni difensive.Mister Falabella risponde con la diagonale Pistolesi-Argenta, gli schiacciatori Lyutskanov e Gasparini, i centrali Pasquali e Marra ed il libero Fortunato.
    LA CRONACA DEL MATCHBari parte subito forte: gli aces realizzati dal tandem Wojcik-Persoglia e le conclusioni vincenti di capitan Paoletti fissano il punteggio sul momentaneo 12-8. La reazione degli ospiti non si fa attendere e, guidata da Lyutskanov, riporta il match in parità (14-14). Si lotta punto a punto fino alla fine: al sigillo in parallela di Argenta (22-23) fa seguito la “sette” imprendibile di Persoglia (23-23). Il set si decide ai vantaggi (24-24): sono gli errori di Argenta e Lyutskanov a decretare la fine delle ostilità nel primo parziale (27-25).Anche il secondo set è ricco di emozioni: dopo la buona partenza della Wow Green House (1-6, muro di Marra) va in scena la rimonta biancorossa, completata dal pallonetto vincente di Ciavarella (12-12). Gli aversani si riportano avanti nel punteggio grazie al muro di Lyutskanov su Wojcik (13-16) e conducono il game sino al 19-21, quando si assiste all’ennesimo ritorno di fiamma dei padroni di casa. Trascinati da uno scatenato Paoletti, gli uomini di coach Spinelli piazzano un incredibile break di sei punti e si aggiudicano il secondo atto dell’incontro sul 25-21 nel tripudio del PalaFlorio.Al ritorno in campo si viaggia sul filo dell’equilibrio fino all’ace di Leoni su Gasparini e al successivo mani out di Wojcik, che vale il momentaneo +3 biancorosso (17-14). I campani non gettano la spugna e riescono ad annullare il gap di vantaggio barese con la diagonale potente di Gasparini (19-19). A seguire è il nuovo strappo firmato da Ciavarella (21-19) a dare il via allo sprint finale del Gruppo Stamplast M2G Green che, respingendo colpo su colpo le offensive avversarie (23-22, 24-23), si prende l’intera posta in palio grazie alle sassate micidiali messe a segno da Wojcik (25-23).
    IL TABELLINO DEL MATCH
    GRUPPO STAMPLAST M2G GREEN BARI 3-0 WOW GREEN HOUSE AVERSA(27-25, 25-21, 25-23)
    GRUPPO STAMPLAST M2G GREEN BARI: Leoni 2, Paoletti 16, Ciavarella 12, Wojcik 16, Persoglia 9, Deserio 3, Rinaldi (L) pos 71%, Martinelli, Petruzzelli V., Ferenciac, Giorgio, Petruzzelli F., Ciccolella, Marrone (L2).All. Beppe Spinelli – vice all. Francesco ValenteNote: errori al servizio 12, aces 6, ricezione pos 66% – prf 49%, attacco 44%, muri vincenti 5.
    WOW GREEN HOUSE AVERSA: Pistolesi 2, Argenta 14, Lyutskanov 12, Gasparini 11, Pasquali 2, Marra A. 6, Fortunato (L1) pos 67%, Ricci Maccarini , Pietronorio , Di Meo (L2), Barretta, Pasquali, Gatto, Iannaccone 1, Diana 1.All. Paolo Falabella – vice all. Agostino Di RausoNote: errori al servizio 9, aces 1, ricezione pos 59% – prf 28%, attacco 39%, muri vincenti 11.
    Arbitri: Walter Stancati e Roberto Guarnieri
    Durata set: 32’, 29’, 30’ LEGGI TUTTO

  • in

    Bari a caccia di punti contro Aversa: “Sarà una partita intensa e combattuta”

    Di Redazione

    C’è da superare lo scoglio Wow Green House Aversa per restare in scia all’OmiFer Palmi nella corsa al quarto posto, al momento distante due lunghezze. Ne è consapevole il Gruppo Stamplast M2G Green Bari che, messa alle spalle la sconfitta al tie-break contro l’Avimecc Modica, torna al PalaFlorio a caccia di punti pesanti nella super sfida contro la compagine campana, appaiata ai biancorossi in classifica a quota 27 punti.

    Gli uomini di coach Beppe Spinelli sono pronti a lasciare il segno come già accaduto nella gara di andata, decisa al quinto set da un Paoletti straordinario in fase offensiva (per l’opposto 35 punti a referto al termine del match disputato al PalaJacazzi). Dal canto loro gli aversani si presentano a Bari con l’obiettivo di dare continuità all’ottimo rendimento avuto in questa prima parte del girone di ritorno: guidati nuovamente dal coach Paolo Falabella, nell’ultimo mese Pistolesi e compagni hanno raccolto 10 punti sui 12 in palio, tenendo testa anche alla Sieco Service Ortona di Leonell Marshall.

    “Domani affronteremo una delle squadre più forti di questo girone che, dopo un periodo difficile, è riuscita a rimettersi in carreggiata e adesso sta esprimendo davvero una buona pallavolo – dichiara lo schiacciatore biancorosso Alessandro Ciavarella -. Mi aspetto una partita intensa e combattuta, dai ritmi di gioco molto elevati. La posta in palio è di quelle importanti. Per conquistarla dovremo essere incisivi in battuta e bravi in fase di muro-difesa – ci spiega -. Siamo carichi e motivati. Abbiamo tanta voglia di rivalsa dopo l’amara sconfitta di Modica. Daremo battaglia su ogni pallone per tornare al successo dinanzi al nostro pubblico“.

    Il match di domenica 29 gennaio sarà diretto da Walter Stancati, coadiuvato nel ruolo di secondo da Roberto Guarnieri. A partire dalle 18, la gara sarà visibile in diretta sul canale YouTube della Lega Pallavolo Serie A. I biglietti sono acquistabili online su TicketOne (https://www.ticketone.it/artist/asd-pallavolo-bari/) o al botteghino del PalaFlorio, a partire dalle 17.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Big match con vista quarto posto: domani al PalaFlorio arriva la Wow Green House Aversa

    C’è da superare lo scoglio Wow Green House Aversa per restare in scia all’OmiFer Palmi nella corsa al quarto posto, al momento distante due lunghezze.
    Ne è consapevole il Gruppo Stamplast M2G Green Bari che, messa alle spalle la sconfitta al tie-break contro l’Avimecc Modica, torna al PalaFlorio a caccia di punti pesanti nella super sfida contro la compagine campana, appaiata ai biancorossi in classifica a quota 27 punti.
    Gli uomini di coach Beppe Spinelli sono pronti a lasciare il segno come già accaduto nella gara di andata, decisa al quinto set da uno straordinario Paoletti in fase offensiva (per l’opposto 35 punti a referto al termine del match disputato al PalaJacazzi).
    Dal canto loro gli aversani si presentano a Bari con l’obiettivo di dare continuità all’ottimo rendimento avuto in questa prima parte del girone di ritorno.
    Guidati nuovamente dal mister Paolo Falabella, nell’ultimo mese Pistolesi e compagni hanno raccolto dieci punti sui dodici in palio, tenendo testa anche alla Sieco Service Ortona di Leonell Marshall.
    Tra i principali artefici del buon momento della Wow Green House ci sono sicuramente lo schiacciatore Gordan Lyutskanov e l’opposto Andrea Argenta, entrambi nella top ten del campionato per punti totalizzati (rispettivamente 320 e 316 sigilli in 17 gare disputate).
    “Domani affronteremo una delle squadre più forti di questo girone che, dopo un periodo difficile, è riuscita a rimettersi in carreggiata e adesso sta esprimendo davvero una buona pallavolo – dichiara lo schiacciatore biancorosso Alessandro Ciavarella -. Mi aspetto una partita intensa e combattuta, dai ritmi di gioco molto elevati. La posta in palio è di quelle importanti. Per conquistarla dovremo essere incisivi in battuta e bravi in fase di muro-difesa – ci spiega -. Siamo carichi e motivati. Abbiamo tanta voglia di rivalsa dopo l’amara sconfitta di Modica. Daremo battaglia su ogni pallone per tornare al successo dinanzi al nostro pubblico“.
    Il match sarà diretto dal sig. Walter Stancati, coadiuvato nel ruolo di secondo dal sig. Roberto Guarnieri.
    A partire dalle ore 18:00, la gara sarà visibile in diretta sul canale YouTube della Lega Pallavolo Serie A mentre gli aggiornamenti in tempo reale saranno disponibili sul sito www.legavolley.it e sulla pagina Facebook Pallavolo Bari al termine di ogni set.

    INFO BIGLIETTI LEGGI TUTTO

  • in

    Ortona deve sudare fino al quinto set contro una Aversa mai doma

    Di Redazione

    La Sieco Service Ortona batte la Wow Green House Aversa per 3-2, vendicando la sconfitta patita con il medesimo risultato nel girone di andata. Che sarebbe stata una gara lunga e combattuta era nell’aria anche se Ortona ha qualche rimpianto per essersi lasciata sfuggire dalle mani un quarto set che sembrava avere sotto controllo. L’avversaria, però, era una squadra nata, proprio come gli abruzzesi, per tentare il salto di categoria. E se Lyutskanov è risultato poco efficace in attacco, nel fondamentale del servizio ha messo in serissima difficoltà Ortona.

    Monumentali le prestazioni di Bertoli e Marshall, con quest’ultimo glaciale nei momenti topici dell’incontro. Gara condizionata dai tanti errori al servizio, ben 22 dei campani; il muro di Ortona dimostra di essere insuperabile, ed è ben distribuito tra i giocatori di prima linea. Spiccano Iorno e, manco a dirlo, Marshall rispettivamente con 4 e 5 muri.

    La cronaca: Nunzio Lanci si affida al sestetto formato da Ferrato palleggiatore e Bulfon opposto. Al centro ci sono Iorno e Arienti con Capitan Marshall e Bertoli schiacciatori. Benedicenti è il libero. Gli ospiti rispondono con Pistolesi regista e Argenta opposto, Marra e Pasquali al centro, Gasparini e Lyutskanov schiacciatori. Fortunato Libero.

    La prima palla dell’incontro è tra le mani di Matteo Bertoli che mette subito in difficoltà la ricezione di Aversa, sulla ricostruzione ancora Bertoli a far punto in pipe 1-0. Anche il servizio di Pistolesi è insidioso, Ortona non può attaccare e Aversa ne approfitta, 1-2. Un errore di ricezione ortonese favorisce l’ace di Lyutskanov 2-5. Ancora ace per Lyutskanov, 2-6. Marshall ha la meglio sul muro a tre 3-6. La ricezione di Ortona non funziona e per Aversa è facile mettere a segno ancora un ace 3-8. Fuori l’attacco di Bulfon 3-9. Ferrato pensa di fare dea solo e sul secondo tocco fa 4-10. Muro di Bertoli, 5-10.

    Marshall pesta la linea dei due metri 5-12. Bertoli scivola ma è lesto nel rialzarsi e ottenere un tocco a muro su una schiacciata non facile 7-12. Bulfon pesca un lungolinea che vale il 10-13. Argenta spara fuori 12-14. Ci provano in due a prendere il pallonetto di Argenta, invano: 13-17. Il muro ferma Marshall 14-20. Out la diagonale di Gasparini 16-20. Bulfon trova l’opposizione del muro 16-21. Bertoli trova uno spazio in parallela 18-21. Iorno mura un tentativo di pallonetto 20-23. Bulfon trova il muro del 21-24. Si chiude il primo set sul punteggio di 21-25.

    Il secondo set parte con una contestazione degli ospiti, ma l’arbitro è irremovibile sulla sua decisione: 2-0. Argenta passa in mezzo al muro 3-1. Bulfon colpisce male la palla dai nove metri 4-2. Bertoli fermato dal muro 4-3. Out l’attacco di Bertoli 6-5. Marshall fermato a muro 10-10. Imperioso block di Arienti, 12-10. Marshall 14-12 conquistato con una pipe. Ferrato batte forte, la palla torna in campo ortonese, dove c’è Bertoli che schiaccia forte contro il muro per un mani-fuori 16-13. Arienti è ben servito al centro 18-15. Marshall la tira troppo forte, difendere è impossibile 21-18. Ancora Marshall colpisce, questa volta in pipe 23-19. Out il servizio degli ospiti 24-20. Lyutskanov schiaccia sulla rete ed è 1 set pari.

    Serie di batti e ribatti conclusa con il punto di Argenta. Coach Lanci però vuole subito esserne sicuro e chiama il check. In effetti la palla è fuori. Punto alla Sieco 2-1. Bertoli schiaccia forte in diagonale 5-2. Fuori il colpo di Lyutskanov 7-4. Argenta serve in rete 8-5. Errore al servizio anche per Gasparini 9-6. Iorno e Bulfon sbarrano la strada a Lyutskanov 10-6. Ancora muro, ancora su Lyutskanov ma stavolta il merito è solo di Bulfon: 11-6. Errore al servizio per Ricci Maccarini 13-8. Marshall carica il colpo ma poi gioca di fino con un pallonetto che inganna Argenta 14-8. Anche Bulfon gioca di fino e con una precisa carambola sul muro trova il 17-9.

    Forte la diagonale stretta di Bertoli, 19-11. Out il servizio di Gasparini 20-12. La palla che arriva a Bertoli non è delle migliori e lui decide di spiazzare il muro con una piazzata 21-14. Pistolesi ammette il tocco sulla schiacciata di Marshall 22-15. Doppio ace di Pistolesi e ora il punteggio è 22-18. Continuano gli aces per Lyutskanov 22-21. Ancora un servizio bomba, la Sieco tiene come può con Bertoli, Ferrato recupera fuori dal campo e Marshall trova la magia del 23-21. L’incantesimo è rotto, fischiato un fallo dalla seconda linea ad Aversa ed è 24-21. Fuori il servizio di Marra ed è 2-1 in quanto a set per la Sieco.

    Doppio errore di Bulfon che spedisce la palla fuori, poi lo stesso opposto fa invasione: 0-3. Lyutskanov sbaglia il servizio 1-3. Arienti e Marshall si mettono in società per il muro del 4-4. Bulfon tenta il colpo dai nove metri ma la palla va in rete 4-5. Lo stesso opposto si fa perdonare qualche secondo dopo con una diagonale potente 5-5. Argenta tira ampiamente fuori, la Sieco fa il sorpasso 7-6. Iorno a muro 9-6. Bertoli murato 9-8. Ancora Iorno, ci pensa lui a sbarrare la strada ad Argenta 11-8. Tocca ad Argenta stavolta murare Marshall 12-11. Marshall subisce ancora un muro e questa volta è 14-14.

    Bulfon 16-15. Bertoli pesca una diagonale strettissima che elude un muro ben piazzato 17-16. Bertoli trova il 18-18. La Sieco è sulle gambe, sul 18-20 Coach Lanci chiama tempo. Fuori l’attacco di Bulfon 18-21. Altra magia di Bertoli che con la sua schiacciata trasforma una palla lanciata in campo di bagher rovesciato da Ferrato che tentava un recupero 21-22. Argenta serve in rete 22-23. Marshall non riesce a difendere l’attacco campano 22-24. Gasparini sbaglia il servizio 23-24. Mani fuori del muro di Ortona e si va al tie break.

    Bertoli fa un mezzo miracolo con un recupero ma la palla diventa ingestibile per Marshall e il muro lo ferma, 0-1. Buona la difesa del libero campano, la ricostruzione vale lo 0-2. Iorno serve troppo lungo 1-3. Murato fuori Argenta, il punto è degli ospiti 1-4. Fuori anche il servizio di Bulfon 2-5. Mani-fuori cercato e trovato da Marshall 3-5. Arienti muro 4-5. Muro di Bertoli 5-5. Bomba in pipe di Marshall 6-6. Ferrato prova ancora la pipe di Marshall ma il muro è ben piazzato. Al cambio di campo gli ospiti sono avanti 6-8.

    Marshall ricuce nuovamente lo strappo, 9-9. Marshall trova una magia e palleggia letteralmente di secondo tocco al di là della rete. Gli ospiti rimangono beffati. Poi Bertoli trova un ace “sporco” e il punteggio si ribalta 12-10. Lyutskanov attacca fuori 13-10. Ancora Marshall 14-10, questa volta a muro. Lyutskanov è ancora prolifico al servizio 14-12. Benedicendi in maniera impeccabile riceve la solita bomba dai nove metri di Lyutskanov, Ferrato cerca ancora Marshall e lui chiude i conti.

    Nunzio Lanci: “Una partita difficile e una vittoria importantissima. Venivamo da una partita di coppa lunga e dispendiosa dal punto di vista fisico. Inutile dire che non eravamo al 100%, ma siamo stati bravi. Peccato per il quarto set, in cui abbiamo pagato alcune situazioni. Nonostante qualche passaggio a vuoto, siamo stati bravi a tenere botta e continuare a giocare una buona pallavolo“.

    Leonel Marshall: “Oggi giocavamo contro una squadra costruita per far bene in campionato, proprio come noi. Giocare con squadre come Aversa è sempre dura e infatti oggi è stata una guerra. Dal canto nostro ci abbiamo sempre creduto e abbiamo preso due punti che sono molto importanti per noi. La nostra forza oggi, come sempre è il gruppo. Quando si arriva al tie break è sempre difficile mantenere la concentrazione ma noi siamo stati davvero bravi a non scomporci“.

    Sieco Service Ortona-Wow Green House Aversa 3-2 (21-25, 25-20, 25-22, 23-25, 15-12)Sieco Service Ortona: Ferrato 2, Bertoli 23, Iorno 7, Bulfon 11, Marshall 27, Arienti 5, Pollicino 0, Benedicenti (L), Vindice (L). N.E. Palmigiani, Fabi, Di Tullio, Lanci, Ceccoli. All. Lanci. Wow Green House Aversa: Pistolesi 3, Lyutskanov 17, Marra 9, Argenta 25, Gasparini 20, Diana 1, Fortunato (L), Pasquali 3, Ricci Maccarini 0, Iannaccone 0. N.E. Di Meo, Gatto, Barretta, Pietronorio. All. Falabella. Arbitri: Salvati, Usai. Note: Durata set: 28′, 24′, 29′, 27′, 21′; tot: 129′. Muri Punto:  Ortona 19 / Aversa 13. Ace: Ortona 1 / Aversa 6. Servizi Errati:  Ortona 13 / Aversa 22. % Attacco: Ortona 47% / Aversa 46%. % Ricezione: Ortona Pos. 59% Perf. 30% / Aversa Pos. 53% Perf. 26.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    La Sieco Service Ortona archivia la Coppa e punta Aversa

    Di Redazione

    Archiviata la nefasta serata di mercoledì che ha visto la Sieco Service Ortona uscire dalla Coppa Italia di Serie A3 per mano di Tuscania, si affaccia al palasport ortonese la WOW Green House Aversa.

    All’andata i ragazzi di coach Nunzio Lanci trovarono la prima sconfitta stagionale perdendo al tie-break dopo essere stati in vantaggio di due set a zero.

    I casaranesi, forti di un organico che può vantare autentici pezzi da novanta come l’opposto Argenta, il centrale Marra ed il palleggiatore Pistolesi, occupano il sesto posto in classifica con 26 punti. Un ritardo dalle prime della classe che, leggendo questi nomi, di certo nessuno poteva aspettarsi ad inizio campionato e che spinge i campani ad una rincorsa a posizioni più prestigiose.

    Ci vorrà quindi la migliore Impavida per strappare punti importanti in una giornata che vede la prima della classe, distante un solo punto, nell’altrettanto ostica trasferta in quel di Tuscania.

    “È stato davvero un peccato uscire dalla Coppa Italia. C’è però da dire che, escludendo il primo set, dove gli avversari ci sono stati superiori, si è trattata di una gara equilibrata. Nel terzo e nel quarto set poi la situazione si è ribaltata con Tuscania costretta a subire passivamente il nostro gioco. Tirando le somme la gara si è decisa per un paio di episodi ma nonostante la giusta delusione c’è poco da rimproverare ai ragazzi, soprattutto per la reazione che hanno avuto. Non credo che in molte squadre avrebbero recuperato una squadra in gran serata come il Tuscania di mercoledì dopo essere stati sotto di due set“.

    “Domenica ci attende un’altra gara molto difficile contro un’Aversa che vanta nel suo roster giocatori di categoria superiore. Affrontare sin da subito una squadra così altamente competitiva sarà da sprone per la squadra a dare il meglio da subito. Vogliamo dimostrare che lo scivolone di mercoledì non è nient’altro che un passo falso di una superba marcia in questa stagione”.

    Intanto il centrale Tommaso Fabi, uscito sul finire di primo set nella trasferta a Casarano ha quasi del tutto smaltito il risentimento muscolare.

    La gara di domenica comincerà alle 19.00 e sarà arbitrata dalle signore Serena Salvati di Roma e Piera Usai di Cagliari.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Casarano KO anche ad Aversa, è il terzo stop di fila

    Di Redazione

    Prosegue il periodo negativo in casa Leo Shoes Casarano che in quel di Aversa incappa nella terza sconfitta consecutiva cedendo le armi ad una formazione di casa più determinata, più cinica nei momenti cruciali quando ha fatto valere la maggior esperienza ed il miglior tasso tecnico del roster.

    Tra i ragazzi di coach Licchelli tante recriminazioni per una prestazione di certo non brillante, con sbavature e disattenzioni che hanno pregiudicato la possibilità di portare via da Aversa punti importanti e soprattutto di approfittare dell’assenza pesante tra le fila dei padroni di casa dell’opposto Argenta.

    Cronaca.L’importanza della sfida e dei punti in palio si fanno sentire sin da subito; il primo set è vietato ai deboli di cuore: ci vogliono oltre 35 minuti per decretare il vantaggio normanno concretizzatosi con il punteggio di 32-30 e soprattutto dopo che la Leo Shoes ha sprecato ben cinque set ball non riuscendo a contenere le giocate al centro di Diana e Marra.

    Il parziale successivo lascia intravedere la reazione degli ospiti ma si tratta di un fuoco di paglia: lo schiacciatore bulgaro di casa Lyutskanov si porta al servizio sul punteggio di 6-10 in favore dei rossoazzurri e ribalta l’andamento del parziale con un incredibile break di otto punti che stordiscono Peluso e compagni incapaci di avere una reazione degna di nota. Aversa si porta cosi sul 2-0 conquistando il secondo set con il punteggio di 25-16.

    Il terzo parziale è molto simile al primo: Aversa si affida agli attaccanti di posto quattro che tanto male fanno agli ospiti, mentre i rossoazzurri trovano nuova linfa che gli permette di essere meno fallosi e più efficaci. Un mani-out del polacco Ciupa segna il 23-25 in favore della Leo Shoes che accorcia le distanze.

    La contesa sembra potersi riaprire ma così non è: i ragazzi di Licchelli sono incapaci a dare continuità e partono subito male nel set che avrebbe potuto rimandare tutto al tie-break. Aversa amministra con facilità il vantaggio e chiude set e match in proprio favore (25-21) senza che la Leo Shoes riesca ad impensierire gli avversari.

    Wow Green House Aversa – Leo Shoes Casarano 3-1 (32-30, 25-16, 23-25, 25-21)Wow Green House Aversa: Pistolesi 2, Lyutskanov 33, Marra 9, Pietronorio 9, Gasparini 16, Diana 8, Iannaccone 2, Fortunato (L), Argenta 0. N.E. Di Meo, Ricci Maccarini, Barretta, Gatto, Pasquali. All. Falabella.Leo Shoes Casarano: Fanizza 0, Cianciotta 19, Peluso 3, Marzolla 18, Ciupa 18, Matani 6, Prosperi Turri (L), Rampazzo 0, Ulisse 1, Guadagnini 0, Floris 1, Moschese 6. N.E. De Micheli. All. Licchelli.Arbitri: De Sensi, Capolongo. Note – durata set: 42′, 30′, 35′, 31′; tot: 138′.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO