consigliato per te

  • in

    B maschile: Treviso perde in tre set sul campo del Silvolley

    Si chiude con un ko contro il Silvolley il campionato di serie B di Volley Treviso, che nella giornata conclusiva giocata a Trebaseleghe si piega in tre set (25-17, 25-22, 25-18) ai padroni di casa della SAV. In una gara che si preannunciava abbastanza carica di motivazioni per entrambe le squadre, nonostante dal punto di vista della classifica non ci fossero in palio cambiamenti, i padovani si prendono la rivincita rispetto al 3-0 subito in Ghirada all’andata e chiudono in bellezza davanti al proprio pubblico. Gli orogranata subiscono da subito, vanno sotto 1-0 e non riescono quasi mai a entrare in partita, ad eccezione di buona parte del secondo set, quando una serie di break riesce a portarli avanti 16-12; ma la gestione non ottimale di alcune situazioni rimette in corsa Trebaseleghe, che si rifà sotto (21-20) e va poi a vincere 25-22. Nel terzo si ripete lo stesso andamento del primo set, con il SAV che vince 25-18. Treviso termina il campionato in settima posizione, a pari punti col Silvolley ma sopra per numero di vittorie. Viene superato al fotofinish dal Bolghera che contro UniTrento ha vinto al tie-break, andando a quota 44 punti.

    Coach Zanin: “Silvolley ha giocato davvero una buona gara, nonostante il loro bomber Bellia non sia sceso in campo Cherin l’ha sostituito bene e noi non siamo stati in grado di contenerlo a muro e in difesa. Da parte nostra non siamo mai riusciti a entrare in partita, nonostante venissimo da una buona settimana di allenamenti siamo partiti timidi, con troppe indecisioni. Il secondo set sembrava poter essere alla portata, ma la mala gestione di alcuni colpi nei momenti decisivi ci ha fatto perdere l’occasione di metterci in pari e nel terzo è stato tutto in discesa per Trebaseleghe”.

    Il bilancio del campionato di serie B da parte del coach orogranata: “Alla vigilia del campionato eravamo una delle squadre che avrebbe dovuto soffrire di più per non essere tra le ultime 5 e retrocedere, ma devo dire che abbiamo fatto molto bene, specialmente nella prima metà dell’anno. Tra fine andata e inizio ritorno abbiamo avuto un passaggio a vuoto, ma ci siamo ripresi e il fatto di aver raggiunto la salvezza a quattro giornate dalla fine non è stato per niente scontato. Arriviamo settimi, ma la quantità di gare vinte, ben 16, non è assolutamente cosa da poco. La crescita individuale dei ragazzi si vede sia dai numeri che dalla qualità del gioco e di questo sono soddisfatto”. 

    SAV Silvolley – Volley Treviso 3-0 (25-17, 25-22, 25-18)Silvolley: Cherin 18, Esposito ne, Zanatta 7, Mazzocca 9, Mason 5, Cattarin 1, Mistretta 5, Amarilli (L), Callegaro ne, Zanatta F. 0, Milano ne, Fiscon 8, Bellia ne, Bernuzzi (L). All: DaldelloVolley Treviso: Agapitos 6, Ravagnan 2, Belluco 6, De Lorenzi 0, Pozzebon 0, Sicco 2, Zorzi (L), Menegazzo 1, Filippelli 3, Cortesia 2, Malosso 6, Hristov 8, Tosatto (L).  All. Zanin.Durata set: 22, 28, 23, totale 1 ora e 13 minutiArbitri: Barbara ROBERTO di VI e Matteo CIMAN di VISilvolley: b.s. 13, ace 7, m. 4, err. 21Volley Treviso: battute sbagliate 8, ace 3, muri 2, errori 22

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Treviso atteso a Trebaseleghe dal Silvolley

    Sabato 11 maggio alle 20 va in scena l’ultimo atto del campionato di serie B 2023/24, con la giornata conclusiva della regular season, e Treviso è atteso a Trebaseleghe in casa del Silvolley.

    I tanti confronti che si sono susseguiti nelle stagioni in serie B tra le due realtà e i tanti ex orogranata che fanno parte della formazione padovana fanno sì che la gara sia sempre molto sentita. Il match di sabato non farà eccezione, sebbene le due squadre non abbiano praticamente più nulla da chiedere alla classifica: Treviso è sesto con 43 punti, Trebaseleghe ottavo con 40 punti, ma anche in caso di vittoria da tre punti rimarrebbe comunque sotto a Treviso per numero di vittorie inferiore.

    Coach Zanin: “Il Silvolley è una delle squadre più in forma del momento, hanno iniziato a girare veramente bene e nelle ultime giornate sono stati in grado di portare al tie-break le prime due forze del campionato, UniTrento e Monselice. Da segnalare che Bellia (ex Treviso, ndr) contro Trento ha messo a segno ben 30 punti, non sarà semplice fermarlo, ma anche tutto il resto della squadra sta andando molto bene. Questi risultati sono già un indicatore del loro stato di grazia; conoscendoli, vorranno far bene in casa e per di più nella giornata conclusiva, com’è giusto che sia. Per quanto ci riguarda sono soddisfatto dell’ultima prestazione contro il Bolghera, ho visto dei segnali di crescita individuale in alcuni frangenti sui quali lavoriamo da tempo. Il fine stagione si gioca praticamente tutto in questa settimana, tra ultima di serie B e Finali Nazionali, la concentrazione deve essere al massimo”.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: bottino pieno per il Volley Treviso in casa del Bolghera

    Il Volley Treviso torna a casa da Trento con tre punti, un bottino pieno forse inaspettato in casa del Bolghera Trentino, ma che era comunque alla portata e che ha fatto guadagnare una posizione in classifica agli orogranata. Il match andato in scena al PalaClarina di Trento finisce 3-1: Treviso parte bene vincendo il primo set, poi subisce il pareggio dei padroni di casa. I punti importanti del terzo set, finito ai vantaggi, spaccano idealmente la partita in due e danno il via alla marcia degli orogranata fino alla vittoria al quarto set.

    Da parte dei ragazzi di Zanin una buona prestazione a muro (9 a segno contro i 2 dei trentini) e più sangue freddo nei momenti importanti; ad agevolarli sicuramente la grande quantità di errori da parte della squadra di Saurini, specialmente al servizio. Con i tre punti conquistati Treviso va a quota 43, supera il Bolghera in classifica e passa in sesta posizione; la prossima gara, l’ultima, sarà sabato prossimo a Trebaseleghe contro il Silvolley, ottavo con 40 punti.

    La cronaca:Bolghera aggredisce subito e va avanti (9-7), c’è il primo avvicendarsi al comando con la difesa e contrattacco di Belluco (10-9 Treviso). Gli orogranata devono ancora prendere le misure in ricezione, Bressan approfitta (16-14). A questo punto i trentini pasticciano troppo in ricostruzione e danno il La a Treviso che scatta in avanti (20-17), ma non ne approfitta facendosi riprendere (20-20). Cruciale il muro negli ultimi scambi: con due block consecutivi Treviso chiude 25-21.

    Le due squadre viaggiano appaiate nella seconda ripresa, Bolghera passa avanti con un muro sul 14-12, poi consolida con una buona ricostruzione dal centro dopo un buon servizio (16-13). Zanin ferma il gioco, ma il servizio trentino fa male a Treviso (19-14). C’è un bel recupero da parte degli orogranata, da 21-18 a 21 pari con un ace di Menegazzo, ma il cambiopalla casalingo riprende il via. Treviso annulla un set point ma poi Bolghera chiude 25-23.

    Stesso andamento nel terzo set, con le due squadre che si alternano al comando. Da 17-15 per i trentini c’è l’impatto Treviso (17 pari), ma un brutto errore di incomprensione ridà la palla al Bolghera (19-17). Gli orogranata si rifanno a muro: quello del 21 pari e del 25-24; un attacco dal centro dei padroni di casa annulla il set point trevigiano, chiude Hristov con due attacchi dopo un bel lavoro di muro-difesa (27-25).

    Riesce tutto a Treviso nella quarta ripresa: 8-4 e 12-7, dopo una super difesa di Zorzi finalizzata da Menegazzo. Un altro break a muro (14-8) e alcuni errori in battuta di Trento fanno viaggiare gli orogranata sul 16-10. Il cambiopalla trevigiano è solido, con Agapitos in prima fila (19-14). Poi però iniziano alcune imprecisioni in campo orogranata e i trentini impattano sul 20 pari; Ravagnan non si lascia scappare l’occasione di mettere a terra un attacco di seconda (22-20), poi Hristov mette a terra un contrattacco (24-20) e l’errore in attacco del Bolghera consegna set e match a Treviso.

    Bolghera Trentino-Volley Treviso 1-3 (21-25, 25-23, 25-27, 21-25)Bolghera Trentino: Binioris 0, Bressan 9, Taddei 2, Montermini 14, Cristofaletti ne, Delladio 0, Hueller 3, Frizzera 1, Candeago 22, Tomasi 3, Sartori 1, Polacco 13, Thei (L), Blasio (L). All. Saurini.Volley Treviso: Agapitos 7, Ravagnan 5, Belluco 8, De Lorenzi 0, Pozzebon 0, Sicco 0, Zorzi (L), Menegazzo 8, Filippelli 7, Cortesia 0, Malosso 2, Hristov 20, Tosatto (L). All. Zanin.Arbitri: Martina Merlo e Roberto Di Marco di Padova.Note: Durata set: 24, 28, 28, 24, totale 1 ora e 53 minuti. Bolghera: b.s. 23, ace 8, m. 2, err 40. Volley Treviso: battute sbagliate 10, ace 2, muri 9, errori 24.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Treviso saluta il suo pubblico con la vittoria su Padova

    Nell’ultima gara casalinga del campionato di serie B, l’U19 orogranata saluta il pubblico della Ghirada con una vittoria al tie-break contro il sempre ostico Padova, battuto appena due giorni prima nella finale regionale U19.

    In un confronto che si conferma sempre sentito e combattuto fra i pari età delle due società, gli orogranata hanno la meglio al quinto set, dopo aver vinto i primi due parziali e aver subito la rimonta dei padovani. Un match equilibrato: Treviso si distingue sul numero di ace e di muri e nel tie-break, dal 10 pari, è il turno in battuta di Hristov (30 punti, MVP della partita) a far pendere l’ago della bilancia verso i padroni di casa. A fine match prende il sopravvento l’emozione dei tanti orogranata che con questa partita salutano definitivamente la Ghirada, avendo finito il ciclo nel settore giovanile di Treviso: è d’obbigo lo scatto ricordo davanti alle famiglie e ai simpatizzanti sugli spalti. Treviso va a quota 40 punti e mantiene la settima posizione con qualunque risultato del Silvolley contro Cordenons. Prossimo match a Trento contro il Bolghera, quarto in classifica.

    La cronaca

    Zanin schiera Belluco opposto a Pozzebon, Hristov e Agapitos in posto 4, Malosso e Filippelli al centro, Zorzi libero. È Padova ad andare avanti per prima (11-8), scegliendo bene i colpi di attacco; arriva la parità su muro di Pozzebon (13-13), Bergamasco contrattacca per il controsorpasso ma arriva il +2 Treviso con Filippelli e muro e Hristov in rigiocata (17-15). L’ace di Bergamasco rimette tutto in discussione, Zanin ferma il gioco e gli orogranata vanno avanti grazie al contrattacco di Agapitos (21-18). È ancora Agapitos protagonista (24-22), Bergamasco annulla; Hristov mette a terra il campioballa del 25-23.

    Treviso si porta sul 4-1 ma non approfitta di alcune occasioni ghiotte e Padova risale; Treviso recupera a muro (10-7) con Malosso. Padova accorcia con un ace di Bergamasco (13-12) e impatta a muro; Treviso ripristina il +3 con Hristov in attacco e Belluco a muro (16-13). Padova commette qualche errore (20-16) e facilita il compito dei padroni di casa. Entra il doppio cambio in campo Treviso, Agapitos non sbaglia dall’inusuale per lui zona 2 (22-18). Malosso difende e Hristov finalizza il 24-19; ci vorranno tre set point per chiudere (Hristov da zona 4, 25-22).

    Vantaggio Padova nella terza ripresa, infermabile dal centro (10-7), Treviso paga qualche scelta sbagliata in attacco e qualche imprecisione nel primo tocco (13-10). Arriva l’ace di Galiazzo dopo time out di Zanin (18-14). Gli ospiti sono lanciati mentre Treviso perde ritmo (20-15). Hristov trova due punti consecutivi in attacco (17-21), time out Padova; non basta però a ridurre le distanze, Padova trova il set point con un mani out di Galiazzo e chiude al terzo tentativo con un altro mani out (25-21).

    Stavolta sono gli orogranata a condurre (8-4 su diagonale di Belluco). Malosso mura a sangue Streliotto (11-7). Pian piano Padova recupera, mettendo in difficoltà i padroni di casa in ricezione (14-13 Treviso); ma anche Filippelli piazza due battute insidiose e c’è il +4 (17-13). Non basta perché Padova recupera (20-19); Belluco mura per il 22-19, ma due palloni gestiti male da Hristov e compagni costringono Zanin al time out (22-22). Padova conquista un set point con Galiazzo e l’errore in attacco orogranata manda il match al tie-break (25-23).

    Si gioca punto a punto nel tie break, Hristov mette a terra due palloni consecutivi e si cambia campo sull’8-6. Bergamasco impatta (8-8) e su azione prolungata c’è l’errore orogranata che consegna il vantaggio a Padova (10-9). Hristov si fa perdonare con un ace (11-10). Sicco allunga con una parallela (12-10), poi Malosso chiude il match, prima con un rigore su servizio di Hristov e poi con un muro (15-10).

    Volley Treviso – Kioene Padova 3-2 (25-23, 25-22, 21-25, 23-25, 15-10)

    Volley Treviso: Agapitos 9, Ravagnan 0, Belluco 9, De Lorenzi 0, Pozzebon 6, Sicco 3, Zorzi (L), Menegazzo ne, Filippelli 15, Cortesia 1, Malosso 9, Hristov 30, Tosatto (L).  All. Zanin.Kioene Padova: Galiazzo L. 14, Galiazzo M. 9, Michielon 15, Bergamasco 20, Streliotto 9, Lazzari 4, Piovan 3, NNoje ne, Ghiraldo, Munarini (L), Sella (L). All. CecchinatoDurata set: 27, 26, 28, 26, 17, totale 2 ore e 16 minutiArbitri: Omar Fabiani e Luca Renzulli di UDVolley Treviso: battute sbagliate 11, ace 8, muri 14, errori 29Padova: b.s. 12, ace 6, m. 10, err 27

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Treviso, neo campione regionale U19, prepara la sfida con Padova

    L’U19 del Volley Treviso, laureatasi campione regionale il 25 aprile a Zanè, chiama a raccolta tifosi e simpatizzanti per l’ultima gara casalinga di serie B della stagione, che si terrà sabato 27 aprile.

    L’avversaria sarà proprio il Padova che i ragazzi di Zanin hanno affrontato e superato in finale regionale: si tratta insomma dell’ennesima sfida tra le due compagini negli ultimi decenni e come sempre è una gara sentita tra le mura della Ghirada e fuori.

    Nel precedente di serie B, giocato alla Kioene Arena a metà dicembre, Pozzebon e compagni avevano vinto in tre set, lo stesso punteggio della finale regionale di poche ore fa. I padovani, penultimi in classifica, hanno dato segnali di crescita durante la stagione e anche in U19 hanno mostrato un buon potenziale, con ottime giocate dal centro e un servizio che a tratti ha messo in difficoltà i trevigiani.

    Nonostante la retrocessione sia già matematica, i giovani di coach Cecchinato non mancheranno di dare il meglio per ben figurare e chiudere positivamente il campionato di serie B, oltre che per preparare al meglio le Finali Nazionali di categoria in programma a San Giustino (PG), che per loro inizieranno con la fase di qualificazione.

    Per gli orogranata la vittoria del titolo regionale è una bella iniezione di fiducia, con uno sguardo però ai margini di miglioramento che ancora ci sono e che possono far fare un altro salto di qualità. La classifica di serie B li vede in settima posizione con 38 punti, sotto a Montecchio che, grazie al punto conquistato contro UniTrento nel recupero della 22ª giornata, è a +3; il Silvolley è invece sotto a Treviso di due lunghezze e domenica conquisterà punti sicuri in casa del fanalino di coda Cordenons.

    La gara inizierà alle 19 di sabato 27 aprile in Ghirada. Ufficiali di gara Omar Fabiani e Luca Renzulli di Udine. Diretta sul canale YouTube di Volley Treviso: https://www.youtube.com/@VolleyTreviso

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: trasferta amara per il Volley Treviso a Bassano

    Il Volley Treviso torna a mani vuote anche dalla seconda trasferta nel vicentino: come qualche settimana fa a Montecchio, i ragazzi di Zanin perdono 3-0 contro il Bassano Volley, nella gara valevole per la 23esima e quartultima giornata di campionato. Un 3-0 più equilibrato di quanto non dica il risultato, visto che primo e terzo set finiscono ai vantaggi, ma alla fine dei conti sono gli orogranata a perdere e a non portare a casa punti né set.

    La partita, ad eccezione del secondo set, vede dei continui cambi di guardia da parte delle due formazioni, ma a mettere a terra i palloni decisivi sono sempre i bassanesi, con i trevigiani che faticano lungo tutto il match nella fase di battuta e ricezione e che non trovano nel muro il solito punto fermo del proprio gioco. Bassano allunga in classifica a più 4, Treviso resta a quota 38, in sesta posizione, ma già da domenica, con il match tra Montecchio e Cordenons, potrebbe scivolare in settima posizione, se Montecchio dovesse vincere con qualsiasi risultato. Prossimo match in casa sabato 27 aprile contro Padova. 

    La cronaca:Discreta partenza da parte dei ragazzi di Zanin, che vanno sull’8-7 mantenendo buona attenzione. C’è poi un avvicendamento, con Bassano che passa avanti 13-12 e Treviso che controsorpassa, approfittando di un paio di errori dei vicentini (16-14). Ma ci sono ancora diversi cambi di passo, con Treviso che dopo essere passato avanti 20-18 si fa recuperare e superare, mettendo in fila troppi errori in attacco (22-20 Bassano). Anche i vicentini sbagliano e il muro orogranata al centro rimediano il primo set ball per Treviso (24-23). Palla che viene sprecata, con un errore in battuta; si combatte punto a punto, ma la poca continuità di Treviso dai nove metri premia invece i padroni di casa, che chiudono 29-27 su ricezione imprecisa degli orogranata.

    I trevigiani si ritrovano a rincorrere nella seconda ripresa, combattendo ancora con una fase di battuta e ricezione poco efficace (16-13 Bassano). Gli attaccanti vicentini passano con continuità, muro e difesa faticano a prendere le misure; Bassano va sul 20-16. Due servizi sbagliati dei padroni di casa ridanno fiato a Treviso (21-18), ma la ricostruzione orogranata non lavora bene e Bassano allunga (23-19). Malosso ci prova mettendo a segno un ace (23-21), c’è il time out casalingo; i vicentini chiudono 25-21, approfittando di un Treviso poco lucido in contrattacco (25-21).

    Il terzo set comincia esattamente come il primo, con Treviso bene nei primi scambi e poi in difficoltà (9-7). Due ace di Ravagnan mandano avanti gli orogranata 10-9. Di nuovo Treviso pecca di continuità e subisce i muri avversari (13-10 Bassano). Finalmente la squadra di Zanin si fa sentire a muro, blocca il centro e impatta (14-14), time out Bassano che riallunga subito (16-14). Due contrattacchi di Hristov fanno andare avanti Treviso (19-18); ripassa in vantaggio Bassano (21-19), che forza al servizio e legge bene a muro (22-19). I trevigiani impattano, con un contrattacco e un muro di Hristov (22-22). A fatica Treviso mette a terra il 24-23 con Hristov, ma ancora una volta il servizio va in rete (24-24). Gli orogranata hanno due palle per chiudere ma non ne approfittano; lo fa invece Bassano che al termine di uno scambio prolungato mette a terra il 25-24 per chiudedere poi con un muro (27-25).

    Bassano Volley-Volley Treviso 3-0 (29-27, 25-21, 27-25)Bassano Volley: Carlesso ne, Gabrielli ne, Stragliotto L, Milani 6, Orso 0, Demarchi 8, Zurlo 0, Stolcis ne, Rampin 7, Tosin L, Lazzarotto 6, Bertoncello 9, Mitic ne, Polacco 22. All. Poletto.Volley Treviso: Agapitos 12, Ravagnan 3, Belluco 3, De Lorenzi 0, Pozzebon 0, Sicco ne, Zorzi (L), Menegazzo 2, Filippelli 5, Cortesia 0, Malosso 6, Hristov 19, Tosatto (L). All. Zanin.Arbitri: Fabrizio Ghirardini di BZ e Roberto De Benedetto di TN.Note: Durata set: 32, 25, 32, totale 1 ora e 29 minuti. Bassano: b.s. 10, ace 5, m. 9, err 23. Treviso: battute sbagliate 12, ace 5, muri 7, errori 23.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: vittoria piena e salvezza matematica per Treviso

    Treviso si assicura l’obiettivo salvezza con quattro giornate di anticipo grazie alla vittoria a punteggio pieno sul Kuadrifoglio Campodarsego. La decima in classifica giunge sabato sera in Ghirada con un bisogno assoluto di punti, vista la pericolosa vicinanza alla zona rossa, ma i ragazzi di Zanin, tornati in campo dopo oltre due settimane (avevano anticipato la 21ª giornata a prima di Pasqua), riprendono bene il loro percorso, con una gara forse con tanti alti e bassi, ma alla fine concreta quando ce n’è stato bisogno.

    Dopo un primo set condotto fin troppo in scioltezza, nel secondo gli orogranata iniziano a sbagliare troppo e a dubitare in ricezione; gli ospiti salgono di intensità, limitano i tanti errori del primo parziale e vanno sul 19-15, Treviso recupera qualcosa ma Campodarsego chiude e pareggia. Nel terzo nonostante la bella partenza dei trevigiani, c’è ancora qualche momento di défaillance che rimette in gioco i padovani: ci pensano i soliti muri a mandare Treviso sul 2-1. Nel terzo non c’è più partita, finisce 3-1. MVP del match Malosso. Il prossimo match sarà sabato prossimo a Bassano.

    1° set – Zanin schiera Belluco opposto a Pozzebon, Hristov e Sicco in posto 4, Menegazzo e Malosso al centro, Tosatto libero. Treviso costruisce subito qualche break con Menegazzo a muro e un ace di Hristov (8-3), Kuadrifoglio ferma il gioco. I trevigiani allungano ancora (12-5), su turno al servizio di Menegazzo. Hristov mette a terra il cambiopalla del 16-10 e l’ace del 18-11, costringendo Santangelo a chiamare il secondo time-out. I suoi però non danno continuità al servizio, al contrario degli orogranata, che con tre servizi del neoentrato De Lorenzi vanno sul 21-12. Ancora Hristov mette a terra la pipe del 24-14, finisce con l’errore in battuta di Campodarsego (25-15).

    2° set – Inizio di seconda ripresa segnato dai troppi errori in campo orogranata, ma c’è comunque equilibrio (8-8). Anche i padovani regalano, soprattutto dai nove metri, ma il gioco dei trevigiani va a singhiozzo e sul 13-11 Kuadrifoglio Zanin ferma il gioco. Tolin e Marcolin trovano due ace su servizio al salto (17-14). Treviso balbetta in ricezione, mentre i padovani sono più sciolti rispetto alla prima frazione (19-15). A fatica i ragazzi di Zanin accorciano (21-19); Guidotti stoppa Hristov (23-20), che si fa subito perdonare mettendo a terra cambiopalla e contrattacco (23-22). Ma Tolin è ispirato e trova il 24-22 e il 25-23 finale.

    3° set – Partenza sprint per Treviso che va sull’8-2, fermando due volte a muro gli attacchi padovani. C’è addirittura il 10-3 su muro a 1 di Belluco. Ma Campodarsego riesce a rifarsi bloccando gli attacchi dei padroni di casa e infierendo su una ricezione ancora in difficoltà (12-11). Treviso mantiene a fatica la lunghezza di vantaggio (17-16), e infatti su pallonetto di seconda di Bellomo c’è la parità (18-18). Ravagnan mura per il 21-19, ma l’ace di Artuso rimette tutto in discussione (21-21). I servizi del neoentrato De Lorenzi e i muri di Filippelli e Ravagnan spezzano l’equilibrio. Chiude Filippelli in primo tempo (25-23).

    4° set – Treviso avanti 9-5 nel quarto, con buoni colpi da parte di Agapitos entrato in partita a terzo set in corso. Il buon momento di Hristov e compagni continua (13-7), complice un calo di attenzione degli ospiti (14-7). Sul 19-10 Santangelo chiama il suo secondo time-out; i suoi sembrano non averne più, c’è l’ace di Malosso per il 22-13. Chiude 25-19 Agapitos. 

    Volley Treviso – Quadrifoglio Campodarsego 3-1 (25-15, 23-25, 25-23, 25-19)Volley Treviso: Agapitos 7, Ravagnan 3, Belluco 9, De Lorenzi 1, Pozzebon 1, Sicco 6, Zorzi (L), Menegazzo 2, Filippelli 6, Cortesia 0, Malosso 7, Hristov 25, Tosatto (L).  All. Zanin.Campodarsego: Bertazza Partigiani (L), Costantini 2, Scattolin 0, Lovato ne, Artuso A. 3, Ceccato 1, Marcolin 6, Guidotti 15, Cardia 4, Tolin 9, Turrato 5, Bellomo 4, Rizzi (L), Artuso S. 7 All. SantangeloDurata set: 25, 28, 28, 24 totale 1 ora e 51 minutiArbitri: Ludovica Tajariol e Silvia Pivetta di PordenoneNote – Volley Treviso: battute sbagliate 12, ace 7, muri 14, errori 26. Campodarsego: b.s. 22, ace 9, m. 7, err 31

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile, Treviso strappa un punto a Povegliano nel derby di Marca

    Nell’atteso derby trevigiano giocato venerdì sera nell’anticipo della 21ª giornata, Treviso strappa finalmente un punto alla terza in classifica GSP Carnio, il primo realizzato dagli orogranata nei fin qui quattro confronti giocati tra le due formazioni della provincia.

    Nella comunale di Povegliano prende vita un match a fasi alterne, ad eccezione forse dei primi due set che vengono giocati quasi sempre sul punto a punto. Povegliano vince il primo in rimonta, approfittando degli errori finali degli orogranata, Treviso si prende invece il secondo. Il terzo e il quarto sono uno la fotocopia dell’altro, ma al contrario: Povegliano vince agevolmente il terzo, Treviso quello successivo. Nel tie-break i padroni di casa sembrano poter chiudere in pochi minuti, andando sul 5-1 e addirittura sul 10-4; la rimonta orogranata si ferma sul più bello e finisce 15-13.

    Nonostante sia il miglior risultato ottenuto dagli orogranata nel derby, qualche rimpianto c’è: gli avversari giocavano senza il regista titolare e il grande numero di errori da loro commessi poteva essere meglio sfruttato dai ragazzi di Zanin. È mancato in troppi frangenti l’attacco di squadra e i padroni di casa hanno saputo difendere e rigiocare al meglio. Treviso passa momentaneamente al quinto posto, alla pari con Bolghera (35 pt) che la settimana prossima affronterà il Silvolley (32 pt). Per Treviso il prossimo match sarà il 13 aprile in casa contro Campodarsego.

    I set – Zanin ripropone la formazione vincente con Casalserugo, Belluco opposto a Pozzebon, Hristov e Sicco in posto 4, Menegazzo e Malosso al centro, Tosatto libero. Si gioca con grande equilibrio per tutta la prima parte, c’è un break importante sul 15-13 Treviso su contrattacco di Sicco. Povegliano però passa in vantaggio con due ace di fila di Sanson (24-22) e l’errore in contrattacco di Treviso mette fine al set (25-23).

    II set – Treviso parte leggermente in vantaggio nella seconda ripresa (8-7), pur faticando a trovare continuità al servizio e in rigiocata. C’è il 10-8 con un contrattacco e il 14-12 con un ace di Hristov, ma Povegliano recupera e impatta (17-17) su errore Treviso. Il cambiopalla orogranata fa fatica e i padroni di casa leggono bene a muro (22-20). Zanin prova a cambiare regia e getta nella mischia Ravagnan; Hristov stoppa Boz a muro (22-22) poi segna due contrattacchi fino al 24-22; chiude Menegazzo in primo tempo (25-22),

    III set – Terza ripresa segnata dalle bordate di Paganin e Boz dai nove metri, gli orogranata non riescono a prendere le misure in ricezione (10-4). Treviso prova a recuperare forzando a sua volta al servizio ma i padroni di casa amministrano il vantaggio accumulato e chiudono facilmente 25-16.

    IV set – Si rovescia la situazione nel quarto set, con Treviso che parte subito forte (7-3 e 11-5). Gli orogranata in questa fase fanno il pieno di muri, stavolta è Povegliano ad avere difficoltà negli sbocchi di attacco, mentre Treviso viaggia spedito (19-11). Finisce 25-17 e si va al tie-break.

    V set – Stavolta sono i padroni di casa a partire meglio, mentre gli orogranata perdono lucidità nei colpi di attacco incappando troppo spesso nel muro avversario (5-1 e 8-3). Zanin ferma il gioco due volte e c’è un accenno di reazione, da 10-4 si passa al 10-7; anche i poveglianesi fanno qualche errore e Di Egidio chiama time-out sul 10-8. Hristov prova a trascinare i suoi in una rimonta che sembrava impossibile (13-12 Povegliano), ma Boz mette a terra il 14-12 e il 15-13 finale.

    GSP CARNIO CARROZZ. – VOLLEY TREVISO 3-2 (25-23, 22-25, 25-16, 17-25, 15-13)Povegliano: Antonello 13, Penna L, Gionchetti L, Tessari ne, Cietto 2, Caoduro 1, Sanson 20, Bonisiol ne, Cadamuro 6, Ferro 1, Monari ne, Paganin 15, Boz 22. All: Di EgidioVolley Treviso: Agapitos 1, Ravagnan 4, Belluco 5, De Lorenzi 0, Pozzebon 1, Sicco 5, Zorzi (L), Menegazzo 6, Filippelli 1, Cortesia 2, Malosso 9, Hristov 26, Tosatto(L).  All. Zanin.Durata set: 28, 26, 22, 23, 18, totale 1 ora e 57 minutiArbitri: Riccardo Pavanello e Dario Rosi di MilanoNote: Povegliano: b.s. 26, ace 10, m. 9, err 42. Volley Treviso: battute sbagliate 15, ace 6, muri 13, errori 24

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO