consigliato per te

  • in

    B maschile: il Volley Treviso torna a casa per la sfida con Massanzago

    Di Redazione Sabato 4 dicembre il Volley Treviso tornerà in Ghirada per l’ottava giornata di Serie B, a praticamente un mese dall’ultima gara casalinga. In questo mese si sono susseguite una brutta sconfitta a Cornedo, il rinvio della partita in casa contro il Pradamano causa covid e la sudata quanto forse inaspettata vittoria a Casalserugo, arrivata nonostante l’assenza di allenamenti di preparazione al match dovuta all’isolamento. Recuperato quasi tutto l’organico durante gli ultimi giorni, Treviso si appresta ad affrontare il BTM&Lametris Massanzago, terza forza del campionato. Una squadra che finora ha concesso solo un set alle squadre alle sue spalle in classifica, ma che ha ceduto in tre set sia contro lo Zané che contro il Monselice, le due formazioni che ormai stanno staccando tutto il resto del gruppo. Come sempre sono tanti gli ex orogranata di turno, in una squadra con la quale da anni Treviso ha un rapporto di collaborazione e una bella e sana rivalità; in pre-campionato le due squadre hanno effettuato due allenamenti congiunti nei quali Massanzago ha mostrato di avere una marcia in più in termini di esperienza e qualità di gioco.  “Hanno tante soluzioni di attacco, è una squadra che sta giocando bene e con individualità ottime, ci metteranno alla prova su tanti livelli – dichiara coach Zanin –. Noi, con lo stop per l’isolamento, siamo tornati un po’ indietro nel nostro percorso di crescita e ora bisogna riprendere il ritmo, specialmente in battuta e ricezione. Ci servirà il nostro miglior servizio per rendere loro difficile il cambiopalla, altrimenti sarà davvero dura“. La gara sarà arbitrata da Ludovica Tajariol di Pordenone e Luca Pierdomenico di Trieste. Fischio d’inizio alle 18.30 di sabato 4 dicembre. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile, Treviso ospita la matricola Pradamano. Salvego: “Essenziale continuità muro-difesa”

    Di Redazione Il campionato di serie B giunge in questo penultimo week-end di novembre alla metà del girone di andata e per i giovani del Volley Treviso si prospetta un’altra gara importantissima in termini di equilibrio della classifica. In Ghirada sabato 20 arriva la neopromossa CCR Il Pozzo di Pradamano (UD), squadra al momento a metà classifica in settima posizione, a 3 punti dagli orogranata (quarti con 9 punti). Già incontrato in una gara del triangolare di preparazione al campionato, Pradamano si è dimostrato finora una squadra combattiva: ha all’attivo una vittoria al tie-break su Valsugana, ha ceduto al quinto set contro il Silvolley ed è tornato alla vittoria con Portogruaro. Non è riuscita a far punti contro il fortissimo Zanè e contro un Kioene Padova in crescita. Per Treviso un avversario da non sottovalutare e contro cui cercare di voltare pagina dopo la sconfitta di sabato scorso a Cornedo: “A questo punto del girone di andata la classifica inizia a dare qualche riferimento sulle potenzialità delle diverse squadre – dichiara Federico Salvego, secondo allenatore di Treviso – Tra le file di Pradamano spiccano lo schiacciatore Feri e l’opposto Pegoraro che assieme gestiscono la maggior parte degli attacchi. Dovremo contenerli con muro e difesa che nell’ultima gara per noi sono stati altalenanti, partendo come sempre da una buona battuta. L’incontro si preannuncia molto interessante, abbiamo le capacità per fare una buona gara”. Coach Zanin dovrebbe poter tornare a disporre dell’intero roster con il rientro di De Col, assente nella scorsa giornata, e di Barbon, uscito durante la gara a Cornedo per uno scontro in difesa. La gara si terrà in Ghirada sabato 20 novembre alle 18:30. Ingresso con mascherina e Green Pass obbligatori. Prenotazione posti su www.volleytreviso.it (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Serie B, non va la trasferta del Volley Treviso. Cornedo si impone in tre set

    Di Redazione Neanche la seconda trasferta in terra vicentina sorride alla serie B del Volley Treviso, che torna sconfitta in tre set dal confronto con il Cornedo. Nella gara valevole per la 5ª giornata di serie B i trevigiani giocano a sprazzi, in modo troppo slegato per poter acquisire vantaggi importanti e a fine set, nei momenti che contano, sono i padroni di casa a fare la voce grossa, riuscendo a finalizzare in contrattacco gli ottimi tocchi difensivi e aggredendo in battuta, specialmente con Tovo. Treviso, già in difficoltà per l’indisponibilità di un paio di atleti, perde anche Barbon nel corso del secondo set per uno scontro in difesa e a sostenere il peso del contrattacco restano Favaro e Cunial; i ragazzi di Zanin riescono quasi a strappare il terzo parziale agli avversari, non cogliendo l’occasione di un set ball. Cornedo ribalta il punteggio e trova a sua volta il match ball, mettendolo a terra dopo alcuni tentativi. Treviso è adesso in quarta posizione alla pari con Massanzago; prossimo turno in casa contro Pradamano (settima). I set – Treviso si trova da subito a rincorrere un Cornedo che parte forte in battuta e sorprende gli ospiti con un gioco veloce. Anche i ragazzi di Zanin provano a forzare in battuta, ma sono più fallosi; Cornedo mantiene sempre un paio di punti di vantaggio, poi un muro trevigiano (19-18) fa nascere una speranza di recupero, ma la gestione degli ultimi punti del set è appannaggio dei vicentini, che dai nove metri e in contrattacco fanno il bello e il cattivo tempo (25-20). II set – Gli orogranata partono in vantaggio, nonostante le tante battute sbagliate (8-6). Gli attaccanti di Cornedo picchiano in battuta e in attacco, il muro trevigiano fatica a compattarsi, subendo il gioco dell’alzatore avversario, e i padroni di casa passano avanti (12-11). Un muro di Mazzon e un ace di Pegoraro fanno riguadagnare terreno ma con due errori è tutto da rifare e Zanin ferma il gioco (18-16). Treviso non molla e ripassa in vantaggio su un colpo di furbizia di Favaro (22-21), ma la situazione si inverte subito e ci si mette anche la sfortuna, con Barbon costretto a lasciare il campo dopo uno scontro. Muro e difesa vicentini non lasciano un pallone e il set si chiude 25-22. III set – È Cunial show a inizio terzo set, con un bell’attacco in diagonale stretta e due muri consecutivi (5-1). Cornedo recupera a suon di difese: i trevigiani rischiano qualcosa in più e sbagliano, c’è Pegoraro a tener su l’attacco di cambiopalla. Ma non c’è abbastanza continuità e Cornedo fa il sorpasso (14-13); mantiene i due punti di vantaggio, poi ancora Pegoraro e Cunial ribaltano la situazione ed è vantaggio Treviso (20-19). Contro sorpasso di Cornedo che va sul 23-22, poi Cunial spazzola sulle mani del muro ed è parità; un’invasione dei padroni di casa regala il set point, subito annullato. Grazie a un ace di potenza il comando passa a Cornedo, che chiude 28-26 dopo una serie di azioni interminabili. POLISPORTIVA CORNEDO – VOLLEY TREVISO 3-0 (25-20, 25-22, 28-26) CORNEDO: Preto 0, Cecchetto ne, Peserico 0, Mecenero 0, Cortese 18, Pegoraro ne, Formilan, 3, Rossi 7, Bertoldi ne, Ingrassi (L), Visonà (L), Marcante 0, Tovo 17, De Vicari 5. All. Meneguzzo VOLLEY TREVISO: Barbon 7, Milanese 0, Puppato 1, Michielan (L), Favaro 12, Pegoraro 8, Cunial 13, Lazzaron ne, Murabito 0, Mazzon 4, Mazzocca 0, Amarilli (L). All. Zanin.  Arbitri: Federico TONUS di PN e Nicola VENDRAMIN di PN (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il Volley Treviso concede un solo set al C.U.S. Trieste

    Di Redazione Tornata davanti al proprio pubblico dopo tre settimane, la serie B orogranata centra la terza vittoria in campionato conquistando altri tre punti nel duello contro il C.U.S. Trieste. In una serata nella quale i ragazzi di Zanin stentano a trovare un gioco continuo e fluido, faticando più del dovuto in attacco, la voglia di restare attaccati al risultato non viene mai meno e grazie al muro (15 punti nel fondamentale) e alla difesa (ottime quelle di Amarilli, premiato MVP a fine gara) riescono a domare i triestini, capitanati da un Vattovaz a tratti devastante (24 punti per lui). Dopo un primo set nel quale i trevigiani sembrano avere il gioco in mano, nel secondo Trieste rialza la testa e pareggia; il terzo set, finito ai vantaggi, è l’ago della bilancia della partita e sono i ragazzi di Zanin a farlo loro, con alcuni momenti di bella pallavolo. Nel quarto è tutto in discesa, coi triestini che si infrangono spesso sul muro orogranata, in primis su quello di Mazzon (5 muri per lui). Per Treviso altri tre punti fondamentali in chiave salvezza; al momento è in terza posizione con 9 punti, ma sabato prossimo ci sarà lo scontro con Cornedo, quinta ad appena 2 punti dai trevigiani. Bel momento a fine gara in Ghirada con i bambini presenti tra il pubblico che hanno raggiunto i giocatori orogranata per una foto a centro campo. I set – Trieste parte subito aggressivo, sia al servizio che in attacco; sull’8-6 Zanin ferma il gioco per cercare di spezzare il ritmo degli ospiti e Barbon infila due attacchi che fanno impattare Treviso. Un muro di Mazzon e un doppio contrattacco di Cunial portano sul 13-9; coach Cuturic chiama time-out e fa una sostituzione, recupera un paio di punti ma Treviso va sul 17-13 con un bel muro di De Col, rientrato come titolare dopo l’infortunio. Arrivano altri tre punti consecutivi per gli orogranata, che con un gioco corale toccano il 20; una battuta insidiosa di Favaro innesca il contrattacco potente di Cunial che dà il set point. Trieste annulla, poi sbaglia servizio ed è 25-17. II set – Dopo un inizio punto a punto Trieste si porta sull’8-5 grazie a un buon turno in battuta di Vattovaz; Zanin ferma il gioco due volte per spronare i suoi, ma la ricezione balbetta e l’attacco è impreciso (11-5). Gli universitari si incendiano con Vattovaz e D’Orlando, mentre in campo orogranata Zanin fa entrare Puppato, Mazzocca e Murabito per cambiare le carte in tavola. Un errore triestino e un muro di Cunial fanno accorciare (14-10), ma la rimonta fatica a decollare (18-15); Treviso arriva a -1 con un ace di Puppato e un errore di Trieste, poi D’Orlando e Vattovaz segnano altri due punti (24-19). I trevigiani annullano due palle set, ma alla terza Trieste chiude il parziale.  III set – È a fasi alterne l’inizio del terzo parziale; in campo trevigiano il gioco è macchinoso, un break riporta a galla gli orogranata (4-4), ma poi si spegne di nuovo la luce. Mazzon con due muri e un ace riporta l’equilibrio (7-7), il muro di De Col segna il vantaggio (8-7). Il set continua punto a punto; i trevigiani in serata non ideale combattono comunque, pur sprecando qualche occasione (18-17). Trieste arriva per primo al 20 (20-19), Treviso lo supera con un gioco corale, grazie anche alle ottime difese di Amarilli (22-20), ma il duello continua (22-22). Mazzon a muro conquista il set point, Trieste impatta coprendo l’impossibile (24-24). Nel concitato finale è Treviso a mettere la zampata finale con Barbon da zona 2 (27-25).  IV set – Per la prima volta Treviso parte in vantaggio nel set (8-5), toccando le schiacciate avversarie a muro e contrattaccando. È soprattutto il muro a portare punti, con Mazzon e Barbon (12-8). I ragazzi di Zanin mantengono il vantaggio (16-12), ma dopo un time-out di coach Cuturic i triestini accorciano (17-16), difendendo due palle impossibili. Ma altrettanti sono gli errori in battuta che permettono a Treviso di arrivare sul 20-17. Cunial e Barbon picchiano da zona 2 (22-18), De Col mura ed è match point. La prima palla match sfuma, ma Trieste sbaglia dai nove metri ed è 25-19. SERIE B MASCHILE – REGULAR SEASON – ANDATA – 4ª GIORNATA VOLLEY TREVISO – C.U.S. TRIESTE 3-1 (25-17, 21-25, 27-25, 25-19) Volley Treviso: De Col 8, Barbon 14, Milanese ne, Puppato 3, Michielan (L), Favaro 6, Pegoraro 4, Cunial 17, Lazzaron 1, Murabito 1, Mazzon 8, Mazzocca 0, Amarilli (L). All. Zanin. Trieste: Vattovaz 24, Princi 0, Berti 3, Michelon 2, Gerdol (L), Improta ne, Vecellio 2, Dose (L), D’Orlando 8, Blasi 4, Gnani 0, Allesch 16, Gambardella 4, Sartori ne. All: Cuturic Durata set: 25, 30, 33, 26, totale 1 ora e 54 minuti Arbitri: Gabriele Barbieri di Padova e Simone De Santi di Padova (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Serie B, a Treviso arriva il Cus Trieste. Salvego: “Massima attenzione”

    Di Redazione La serie B orogranata torna in Ghirada dopo due turni fuori casa e ospita per questa quarta giornata di campionato il C.U.S. Trieste, squadra al momento relegata in fondo alla classifica insieme a Padova con un solo punto realizzato. La squadra degli universitari, già incontrata dai trevigiani in regular season nella scorsa stagione, non ha subito grandi cambiamenti dal punto di vista del roster; c’è stato invece un cambio alla guida con l’arrivo di coach Cuturic. Dopo due gare perse per 3-1 e 3-0, Trieste ha conquistato un punto con un combattuto tie-break contro il Silvolley (3ª in classifica), match nel quale era passata in vantaggio di due set a zero per poi subire l’incredibile rimonta dei padovani. Una squadra, dunque, che a dispetto dei risultati ha dimostrato di potersela giocare: “Trieste è una squadra interessante con buone capacità di gioco – conferma il secondo allenatore orogranata Federico Salvego – Tra gli attaccanti abbiamo individuato in Allesch il loro terminale principale. Guardando le prime gare è mancata solo un po’ di continuità nei finali di set. Oltretutto all’esordio hanno incontrato Monselice, la prima della classe. Un inizio non facile”. Per i ragazzi di Zanin un’occasione per consolidare i miglioramenti messi in campo sabato scorso contro Portogruaro, aspettandosi però una partita per niente semplice: “Abbiamo incontrato Trieste in precampionato nel torneo di Pradamano, avevamo vinto 2-1, ma una gara di campionato è un’altra cosa. Loro sono affamati di punti, a maggior ragione dopo la sconfitta contro il Silvolley dopo che la vittoria sembrava in tasca; dovremo mantenere costante la concentrazione, senza lasciare sul campo le occasioni punto, aspetto che ad oggi non abbiamo ancora consolidato”. Ex di turno il centrale Alessandro Michelon, 22 anni, a Treviso dal 2010 al 2014. La gara inizierà alle 18:30 di sabato 6 novembre presso le palestre della Ghirada. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: a Portogruaro la prima vittoria esterna del Volley Treviso

    Di Redazione Torna il sorriso a Treviso grazie alla bella vittoria fuori casa contro il Portogruaro nella terza giornata del campionato di Serie B. Gli orogranata, in situazione di emergenza con De Col e Puppato fermi ai box, si scatenano nel confronto con i veneziani e, seppure con un assetto inedito “confezionato” da coach Zanin per l’occasione, vincono in tre set dominando i padroni di casa.  Muro e difesa funzionano bene lungo tutta la partita e i trevigiani riescono a rigiocare tanti palloni con intelligenza; Portogruaro invece sbaglia qualche servizio di troppo e sembra entrare in partita solo nella terza frazione, arrivando a condurre 20-19, ma uno sprint finale di Treviso chiude i giochi e porta tre punti importantissimi per la classifica. Adesso Treviso è quarta con 6 punti, alla pari con Massanzago, in attesa del risultato di Valsugana, un gradino più sotto a quota 4 punti. La cronaca:Zanin schiera una formazione inedita con Favaro opposto ricevitore, Mazzon al palleggio, Barbon e Cunial in banda, Pegoraro e Murabito al centro, Amarilli libero. I trevigiani partono concreti a muro e difesa e con il primo muro del match va sull’8-7. Con un contrattacco da seconda linea di Barbon allungano (12-8), poi Cunial concretizza altri due attacchi. Gli orogranata sono ispirati mentre i veneziani sprecano e coach Renosto ferma il gioco (19-13). L’inerzia non cambia, Treviso prende tutto e Barbon mette a terra il 25-18. Nonostante qualche errore al servizio Portogruaro trova la parità in avvio di secondo set (5-5), poi Treviso con Cunial forza in battuta e riprende il largo (10-5); ottime le difese di Amarilli e le conclusioni di Barbon in questa fase. Anche Favaro si fa sentire sia in attacco che con la battuta float (14-7), mentre i veneziani non trovano il ritmo al servizio e in attacco. Cunial mura a uno per il 20-10 e poi trova l’ace del 23-11. È ancora Barbon a chiudere il parziale (25-12). È decisamente più spumeggiante l’inizio del terzo set, con Portogruaro che è più attiva nelle fasi di transizione e passa per la prima volta in vantaggio (8-7). Un attacco out di Vinante e un ace di Barbon capovolgono la situazione (10-8 Treviso). I padroni di casa riagganciano gli ospiti (14-14), ma Treviso piazza un break con Pegoraro (16-14) e poi con una bella pipe di Cunial. Portogruaro tira fuori dal cilindro un bel contrattacco da zona 4 e grazie a un errore in attacco degli orogranata si porta avanti 20-19; è un muro di Murabito a riportare il vantaggio a Treviso (22-21). Un attacco dei veneziani finisce out e un contrattacco di Barbon porta il primo match point (24-22); Grazzi annulla con un ace e Zanin ferma il gioco, ma dopo il time out un errore al servizio consegna la partita a Treviso (25-23). Portomotori Portogruaro-Volley Treviso 0-3 (18-25, 12-25, 23-25)Portogruaro: Paludet 0, Pilot 4, Stefanuto 0, Vinante 2, Milan ne, Collalto 11, Bomben 3, Trevisiol 2, Lorenzon 0, Grazzi 7, Bertacche (L), Gabana 0, Bolzan 4. All. Renosto.Volley Treviso: De Col ne, Barbon 14, Milanese 0, Puppato ne, Michielan (L), Favaro 7, Pegoraro 2, Cunial 11, Lazzaron ne, Murabito 5, Mazzon 2, Mazzocca ne, Amarilli (L). All. Zanin.Arbitri: Bassetto Nicola e Bonetto Nicola Note: Durata set: 23, 20, 28, totale 1 ora e 11 minuti. Portogruaro: b.s. 18, ace 2, m. 3, err 34. Volley Treviso: battute sbagliate 14, ace 3, muri 7, errori 20. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: trasferta amara per il Volley Treviso a Zanè

    Di Redazione Trasferta amara per la giovane serie B del Volley Treviso che, nella seconda di campionato, subisce un netto 3-0 contro un’Olimpia Zanè ben organizzata e cinica. La formazione vicentina mette letteralmente la museruola agli attaccanti trevigiani murando tanto (13 muri in tre set) e riuscendo a difendere tantissimi palloni, finalizzando poi i contrattacchi con Pranovi e Roman. Treviso, senza l’opposto titolare Puppato e con il centrale De Col fermo ai box per la distorsione alla caviglia rimediata nella prima giornata, insegue per praticamente tutto il match, avvicinandosi ai vicentini in pochi momenti, ma non riuscendo poi a concretizzare le rimonte. “Abbiamo faticato molto in attacco, più che negli altri fondamentali – commenta Michele Zanin – ci siamo trovati davanti una squadra organizzata che ci ha messo in difficoltà, toccandoci a muro e in difesa. In battuta non abbiamo trovato la continuità necessaria per dar loro fastidio. Da partite come questa dobbiamo tirar fuori degli insegnamenti: il tenore di gioco espresso da Zanè è al momento abbastanza lontano dal nostro e se vogliamo migliorare dobbiamo tendere a quel livello“. La cronaca:I padroni di casa partono subito forte, imperversando da tutte le zone di attacco e prendendo il largo. Treviso rincorre e con un bel turno in battuta riesce a portarsi quasi in parità (17-16), poi il cambiopalla si inceppa e gli attacchi orogranata si infrangono per due volte consecutive contro il muro dello Zanè. I vicentini chiudono 25-19, con una difesa di fortuna su un attacco di Barbon che cade nel campo trevigiano.  I ragazzi di Zanin iniziano più pimpanti la seconda ripresa, ma poi sprecano diverse occasioni di contrattacco e sbagliano qualche battuta di troppo e presto i vicentini sono sul 20-14. Ai trevigiani manca mordente, Sartori smista palloni a tutti i suoi attaccanti e Zanè passeggia senza problemi fino al 25-17. Anche nel terzo sono sempre i giovani trevigiani ad inseguire; il trend della partita non cambia, l’attacco fatica a trovare soluzioni mentre i padroni di casa amministrano fino al 19-12. Poi un turno in battuta di Cunial, con due muri di Murabito e Barbon, apre un mini recupero (19-15), ma la striscia positiva non ha seguito. Zanè si porta sul 23-15, poi commette qualche errore e Treviso si rifà sotto e prova la rimonta impossibile (24-22), ma un pallonetto in zona di conflitto mette fine al match (25-22). Olimpia Zanè-Volley Treviso 3-0 (25-19, 25-17, 25-22)ZANÈ: Poletto 7, Roman A. ne, Filippi 0, Sartore ne, Roman F. 10, De Togni ne, Manfron (L), Sartori 3, Malual 11, Mazzarolo ne, Meda 0, Callegari 0, Capitello ne, Baggio 9, Pranovi 15. All: SolimanVOLLEY TREVISO: De Col ne, Barbon 6, Milanese 0, Puppato ne, Michielan (L), Favaro 10, Pegoraro 7, Cunial 8, Lazzaron ne, Murabito 3, Mazzon 3, Mazzocca 1, Amarilli (L). All. Zanin.Arbitri: Jacopo Simionato e Samuele Badan.Note: Durata set: 25, 24, 29, totale 1 ora e 18 minuti. Zanè: b.s. 8, ace 1, m. 13, err. 20. Volley Treviso: battute sbagliate 7, ace 2, muri 6, errori 21. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Prima trasferta per il Volley Treviso sul campo dell’Olimpia Zanè

    Dopo un primo turno da tre punti, grazie alla vittoria su Padova, gli orogranata di coach Zanin questo sabato saranno alle prese con la prima trasferta della stagione, in terra vicentina. Michielan e compagni faranno visita all’Olimpia Zanè, un avversario di alto livello e con un tasso di esperienza non da poco: allenata da coach Soliman, la formazione di casa può vantare un roster di tutto rispetto che conta, tra gli altri, Giorgio De Togni, ex atleta di serie A ed ex orogranata. Sono quattro le stagioni passate a Treviso dal centrale classe ’85: nel 2004/2005 con Zanin allenatore in U20/serie B, poi dal 2009 al 2012 in serie A. Ma sono tanti i giocatori navigati nelle file vicentine e starà ai giovani trevigiani mettere in campo quel qualcosa in più per provare a tener loro testa: “Sarà una sfida diversa da quella di sabato scorso – dichiara Zanin – Con Padova i ragazzi giocavano contro dei coetanei, stavolta dovranno vedersela con giocatori più grandi, più smaliziati e più difficili da sorprendere”. Zanè, che era in serie B due anni fa ma nella scorsa stagione ha deciso di fare un passo indietro e di partecipare al campionato di serie C, si è conquistato sul campo la promozione e c’è da aspettarsi che sia su buoni livelli: “Da Roman, nostro ex, a Sartori, Pranovi e ovviamente a De Togni, la lista di ottimi giocatori è lunga, alcuni hanno giocato in serie A e sarà una bella sfida per i ragazzi, piena di stimoli. È importante giocarcela bene dal punto di vista agonistico e caratteriale, alla fine tireremo le somme. Sono molto contento di ritrovare dopo tanti anni De Togni, che ho allenato qui a Treviso, giocatore e persona meravigliosa, sempre grintoso e disponibile”. I vicentini hanno debuttato la settimana scorsa con una vittoria al tie-break nel derby contro Cornedo, altra neopromossa del girone. La partita inizierà alle 20:30 di sabato 23 ottobre, presso il Palasport di Zanè. LEGGI TUTTO