consigliato per te

  • in

    Il boom social di Volleyball World: +3,4 milioni di follower da marzo

    Di Redazione

    Il messaggio di fine anno di Ary Graça, presidente della FIVB, traccia il bilancio di un anno cruciale per la Federazione internazionale, visto anche l’inizio della partnership con il fondo CVC e la conseguente creazione della “media company” Volleyball World. Tra i tanti traguardi tagliati spicca la notevole crescita dell’attività sui social network: i profili Facebook, Instagram, YouTube, TikTok e Twitter di Volleyball World hanno superato i 13,4 milioni di follower, dei quali 3,4 milioni acquisiti negli ultimi 9 mesi (da marzo 2021 a oggi).

    Foto FIVB

    “Non ho in mente nessun altro anno nella storia del nostro sport in cui siano stati fatti progressi così grandi” rivendica Graça, che sottolinea poi l’importanza della nuova partnership: “Non abbiamo soltanto fatto salire il nostro amato sport di qualche gradino, lo abbiamo proiettato verso altezze inimmaginabili. E continueremo su questa strada nel 2022“. Il presidente FIVB ricorda poi i grandi appuntamenti dell’anno che sta per concludersi, con un focus particolare sulle Olimpiadi di Tokyo.

    Sul fronte economico, spiega Graça, “abbiamo continuato a sviluppare pallavolo e Beach Volley reinvestendo i proventi dello sport nello sport stesso, un impegno dal quale non ci tireremo mai indietro. In particolare, abbiamo lanciato il rivoluzionario programma Volleyball Empowerment, attraverso il quale supportiamo squadre, atleti e Federazioni nazionali per aiutarli a raggiungere i loro obiettivi e sviluppare il loro potenziale“.

    Un ultimo accenno ai prossimi appuntamenti: “Posso già dire che il 2022 sarà un anno incredibile per il nostro amato sport, con i Campionati Mondiali maschili e femminili, i Mondiali di Beach volley e la stagione inaugurale del nuovo Beach Pro Tour. Il futuro della pallavolo e del Beach Volley non è mai stato così luminoso!” conclude Graça prima dei rituali auguri di buone feste e di un felice anno nuovo.

    (fonte: Fivb.com) LEGGI TUTTO

  • in

    Piacenza adotta il Modello 231 e un codice etico contro gli illeciti

    Di Redazione La Gas Sales Bluenergy Piacenza si schiera contro gli illeciti e per la lealtà sportiva: la società emiliana ha annunciato oggi l’adozione del Modello 231, uno strumento legislativo per la prevenzione dei reati nell’ambito delle imprese, e di un codice etico a tutela della responsabilità sociale e culturale del club. Iniziative che si inseriscono in un programma più ampio per promuovere i valori di lealtà sportiva, fair play, imparzialità e inclusione per i quali la pallavolo si è da sempre dimostrata un ambiente favorevole, come provano anche i progetti messi in atto da molte altre società di Serie A. Il Modello di organizzazione, gestione e controllo, introdotto dal decreto legislativo 231/2001, prevede di individuare all’interno delle imprese le attività nel cui ambito possono essere commessi reati, introduce specifici protocolli in relazione alla prevenzione e corrette modalità di gestione delle risorse finanziarie, impone obblighi di informazione nei confronti degli organismi di vigilanza e un sistema disciplinare che sanziona il mancato rispetto delle misure. “La società – spiega il comunicato di presentazione – è consapevole che questo sistema, pur costituendo una facoltà e non un obbligo, rappresenta un’opportunità per sensibilizzare le risorse impiegate rispetto al tema del controllo dei processi tipici che caratterizzano l’attività di una società sportiva e attuare una prevenzione attiva dei reati“. “Siamo orgogliosi – dice la presidente Elisabetta Curti – di essere la prima società sportiva di SuperLega ad aver adottato il Modello 231, che ci consente di sensibilizzare i nostri collaboratori sui processi aziendali. Uno strumento in più per fare bene nella trasparenza e nella correttezza“. Proprio a questo scopo è stato nominato un organismo di vigilanza la cui funzione è ricoperta dalla dottoressa Michela Cignolini: “Dotarsi di questo strumento così all’avanguardia valorizza la cultura e lo spirito sportivo. Il buon esempio è la più immediata forma di educazione al rispetto reciproco; la propria immagine e la propria reputazione sono valori che devono essere tutelati e sviluppati anche attraverso la piena diffusione, condivisione ed osservanza dei principi etici, di lealtà e correttezza sportiva. Con l’adozione di questo modello la società Gas Sales Bluenergy Volley si dimostra pioniera“. Isabella Cocciolo, amministratore unico della Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza, rivendica così le iniziative del club: “Non solo la You Energy Volley è stata la prima società sportiva che nella stagione 2018-2019 ha ottenuto da Bureau Veritas il certificato CO2 Free, registrando un impatto zero in termini di anidride carbonica nell’ambiente attraverso l’adozione di misure green come l’utilizzo di luce e gas derivante da fonti rinnovabili e l’adozione di auto elettriche, ma abbiamo guardato per primi anche alla salute della Società adottando il nostro Codice Etico, detto anche Carta dei Valori della società, che facilita il rispetto delle regole“. Soddisfatto anche il direttore generale Hristo Zlatanov: “La società ha sempre creduto fortemente nella funzione sociale e culturale dello sport, nei principi etici, di lealtà e correttezza sportiva. Sono stato un atleta e so quanto sia importante il fair play. Attraverso questo innovativo strumento desideriamo essere un punto di riferimento“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Politecnico di Milano, Gennari e Galassi ospiti al Master in Sport Design & Management

    Di Redazione Ci saranno anche Alessia Gennari e Gianluca Galassi tra le testimonianze del Master in Sport Design & Management organizzato dal Politecnico di Milano, in partnership con il MIP School of Management. Il Master permette agli studenti iscritti di approfondire progetti reali con alcuni tra i maggiori professionisti nel panorama dello sport italiano. Tra questi vedremo Gennari e Galassi, giocatori delle prime squadre del Consorzio Vero Volley, in qualità di testimonial d’eccezione; gli atleti interverranno alla lezione di lunedì 6 dicembre (ore 19.00) dal titolo “Le infrastrutture sportive: un ecosistema complesso e aperto: visione di insieme di gestione di infrastruttura sportiva in ottica cliente centrico“.La sessione online è tenuta da Andrea Boaretto, Adjunct Professor of Multichannel Marketing al MIP School of Management, nonché CEO di Personalive, società di consulenza partner del Consorzio, in cui segue i progetti di innovazione. Il Master ha l’obiettivo di formare giovani neolaureati desiderosi di inserirsi nel mondo dello sport oppure professionisti che vogliono accelerare la propria carriera specializzando il proprio profilo nell’ambito della gestione e progettazione delle infrastrutture sportive. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Social network: Vibo Valentia e Roma guadagnano posizioni

    Di Redazione Nuova edizione per “The Volleyball League Report“, l’indagine dell’istituto di analisi IQUII Sport che prende in considerazione il seguito raccolto dalle squadre di Superlega maschile e Serie A1 femminile sui principali social network (Facebook, Twitter, Instagram e YouTube). Rispetto alla precedente rilevazione di ottobre, aumenta la fan base dei due campionati, seppure di poco: il campionato maschile sale a 1,6 milioni di follower (+3,54%), quello femminile a 612mila (+2,28%). Le squadre in maggiore crescita sono ovviamente quelle che erano ripartite da zero: il Volley Bergamo 1991 femminile, che è salito a 5.100 fan totali (+7,95%), e il Verona Volley maschile, che può contare su 4.400 follower con un incremento del 22,65%. Le posizioni in classifica rimangono quasi immutate, con due eccezioni: in Superlega la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia scalza Monza dal sesto posto, crescendo dell’8,16% grazie soprattutto al grande seguito social del giapponese Yuji Nishida. In A1 femminile la neopromossa Acqua & Sapone Roma Volley Club (+2,66%) ora è ottava, dopo il sorpasso su Firenze. In prima posizione aumenta il vantaggio dell’Imoco Volley Conegliano (130.500 follower) sulle concorrenti Busto Arsizio, Novara e Monza: quest’ultima domina su YouTube, con oltre il doppio dei follower rispetto alle altre, mentre la UYBA mantiene il comando su Facebook. C’è stato invece il sorpasso per quanto riguarda Twitter: Conegliano ora guida con 9800 follower contro i 9600 delle bustocche. In Superlega maschile la Leo Shoes PerkinElmer Modena allunga al comando con una crescita del 6,19%, dovuta soprattutto al boom su Instagram (+10%), mentre restano sostanzialmente stabili le inseguitrici Civitanova, Trento e Perugia. L’unica “incursione” tra le prime 4 la compie l’Allianz Milano, che su YouTube è la seconda squadra per numero di follower dopo l’Itas e su Twitter aggancia Perugia al quarto posto con 13.400 follower, in crescita del 10,74%. Anche qui, buona parte del merito è da attribuirsi a un giocatore giapponese: Yuki Ishikawa. (fonte: IQUII Sport) LEGGI TUTTO

  • in

    Presentata My Sport e Salute, la app che semplifica l’accesso allo sport

    Di Redazione È stata presentata questa mattina al Salone Autorità dello Stadio Olimpico di Roma la nuova app My Sport e Salute, realizzata da Sport e Salute SpA con l’obiettivo di innovare e semplificare la connessione tra gli italiani e lo sport. Tra i relatori intervenuti, in rappresentanza del mondo del volley, anche Alessandra Marzari, presidente del Consorzio Vero Volley, insieme al presidente della Fisr Sabatino Aracu, al presidente dell’Uisp Tiziano Pesce, all’amministratore delegato dell’Inter Giuseppe Marotta, al presidente della Sampdoria Massimo Ferrero e a molti altri ospiti, tra cui i Legend di Sport e Salute Massimiliano Rosolino e Fabio Galante. Foto Vero Volley Monza L’app, sviluppata dalla società pubblica per la promozione dello sport in collaborazione con Illimity Bank SpA, si presenta come uno strumento utile agli organismi del settore e a tutti gli sportivi: la finalità è mettere in contatto Federazioni, Enti di Promozione Sportiva, società e associazioni sportive con gli oltre 14 milioni di tesserati e praticanti presenti sul territorio (il 67% degli italiani). Ogni ente e società avrà infatti a disposizione un’area riservata per registrarsi, geolocalizzandosi in uno dei 7.903 comuni italiani e collegandosi con i propri impianti sportivi tra gli oltre 77mila a disposizione; gli utenti dell’app potranno così trovare con facilità, attraverso una semplice ricerca, i contatti e le occasioni giuste per praticare ad ogni età e ad ogni livello la propria disciplina preferita. “Connettere gli italiani allo sport – ha detto Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute – è un’azione fondamentale per riaccendere il sistema sportivo e allargarne la base dei praticanti. My Sport e Salute vuole essere l’App di tutti e cogliere l’occasione di uno sviluppo digitale che tutti abbiamo già vissuto in questi mesi da trasformare in opportunità. Per sfruttare tutte le potenzialità della tecnologia e quelle della Società Sport e Salute. I grandi successi azzurri recenti sono una locomotiva che dobbiamo agganciare dopo il picco della pandemia, i lockdown, le chiusure. My Sport e Salute è il vagone che mettiamo a disposizione del treno della ripartenza“. Il CEO e Founder di Illimity Bank S.p.A., Corrado Passera, ha sottolineato: “My Sport e Salute è una piattaforma molto libera e aperta che soddisfa i bisogni di base delle persone. Permette di collegarsi facilmente informando gli utenti in un modo molto facile e saggio. illimity mette a disposizione un’applicazione utile a semplificare la vita della gente“. Sono intervenuti alla presentazione anche il direttore generale di Sport e Salute Diego Nepi Molineris, l’assessore allo Sport del Comune di Roma Alessandro Onorato, il deputato Simone Valente e il presidente dell’Anif Gian Paolo Duregon. L’app My Sport e Salute è disponibile gratuitamente negli store digitali App Store e Google Play. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il boom social degli Europei: oltre 120 milioni di utenti raggiunti

    Di Redazione La straordinaria visibilità mediatica dei Campionati Europei, favorita in Italia dal doppio trionfo delle nazionali azzurre, nasce anche da un seguito da record sui social network. Lo rivela l’indagine realizzata per la CEV da Nielsen Sports, che ha preso in considerazione i dati rilevati sui social dal 1° agosto al 26 settembre, nel periodo di svolgimento delle competizioni maschile e femminile. Gli utenti raggiunti attraverso i social, secondo l’indagine, sono stati ben 120 milioni, con una crescita del 75% rispetto all’ultima edizione generata (2019). 19 milioni le interazioni, in crescita addirittura del 300%, e 26mila i post social generati: per fare un paragone, la VNL di quest’anno ne aveva prodotti 17.500. L’Italia ha fatto naturalmente la parte del leone, raggruppando il 27,4% del pubblico digitale, davanti a Polonia e Turchia; la manifestazione ha comunque coinvolto utenti in ogni parte del mondo, con Thailandia, Brasile e USA in primo piano. Anche per i canali CEV gli Europei sono stati un successo, con una crescita del 17,8% del pubblico totale e un incremento particolarmente significativo su YouTube: 56mila nuovi iscritti al canale, in aumento del 38,6%. (fonte: Cev.eu) LEGGI TUTTO

  • in

    Master “Sport e Inclusione-Gestione e Innovazione nella Disabilità”, al via la prima edizione

    Di Redazione Il Dipartimento Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma, in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico, ha istituito per l’A.A. 2021/2022 il Master di 1° livello “Sport e Inclusione – Gestione e Innovazione nella Disabilità”. Nato dalla volontà di rispondere ai fabbisogni del mercato del lavoro e/o della formazione continua, il Master si inserisce a pieno titolo nelle proposte di formazione post-laurea, in quanto estende e aggiunge alle competenze acquisite con i percorsi pregressi, un ulteriore sguardo – ormai indispensabile – nei confronti della disabilità. Il Master si pone l’obiettivo di formare figure professionali con competenze e nozioni necessarie ad un approccio globale alla disabilità. Tali figure non saranno solo degli esperti in ambito sportivo e sportivo-inclusivo, ma acquisiranno anche competenze legate alla gestione della disabilità in contesti educativi, nella promozione e organizzazione di eventi sportivi con particolare attenzione rivolta agli aspetti relativi alla valorizzazione dell’attività lavorativa. “I contenuti della proposta sono frutto di un lavoro di squadra che ha visto negli ultimi mesi la convergenza di numerose professionalità. D’altronde l’inclusione non può che essere affrontata in modo multidisciplinare e da diverse angolature. Infatti, alle competenze dell’Accademia, proprie dei docenti dei Corsi di Laurea delle Scienze Motorie e del Dipartimento di Medicina Chirurgia, abbiamo unito quelle del Comitato Italiano Paralimpico -l’ente nazionale di riferimento su sport e disabilità- e quelle di alcune realtà associative, che sono un’eccellenza nel nostro Paese per quanto riguarda la tematica dell’inclusione e dell’attività motoria di base. I successi delle ultime paralimpiadi hanno ulteriormente rimarcato l’impatto positivo dello sport nella vita delle persone, specialmente per chi ha una disabilità. Questo Master ha l’ambizione di trasferire alle figure professionali del domani, proprie del campo delle scienze motorie, l’ispirazione e la competenza di alto livello che caratterizzano il mondo paralimpico. Gli Studenti del Master potranno confrontarsi con Daniele Cassioli, pluridecorato e membro della Giunta Nazionale del CIP e altri atleti paralimpici. Concludo evidenziando che la rilevanza dei temi trattati nel Master ha suscitato una grande l’attenzione nel territorio di Parma: numerosi Enti e Società hanno voluto contribuire all’attivazione del Master, permettendo l’istituzione di borse di studio a parziale copertura dei costi di iscrizione” afferma il Presidente Prof. Prisco Mirandola. “Siamo felici e onorati di poter dare il nostro contributo alla realizzazione di questo importante percorso formativo promosso dall’Università di Parma che ha il merito di offrire strumenti culturali indispensabili per conoscere meglio il vasto e complesso mondo della disabilità. Il nostro apporto sarà in linea con la nostra mission: far comprendere le potenzialità dello sport non solo dal punto di vista del benessere personale ma anche come straordinario mezzo di inclusione e di integrazione. D’altronde nello sport non esistono differenze, poiché ciascun individuo è chiamato a porsi degli obiettivi e a confrontarsi con i propri limiti, qualunque essi siano. Una perfetta metafora della società che vorremmo, ossia fortemente orientata verso le pari opportunità, dove non esistono diritti particolari per persone particolari ma diritti di cittadinanza uguali per tutti tali da consentire a ciascun individuo di poter esprimere al meglio le proprie potenzialità”. È quanto dichiara Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico. Il Master avrà inizio l’ultimo weekend di gennaio 2022 e impegnerà gli Studenti per circa 1-2 weekend al mese per un totale di 240 ore. Le attività si svolgeranno prevalentemente in presenza presso l’Università di Parma; è richiesta la frequenza per almeno il 75% del monte ore. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Gabriele Maramieri, Venue Executive dell’Imoco: “Comfort a 360° per il pubblico”

    Di Redazione Tra le tante novità per la stagione 2021-22 della Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano c’è l’introduzione nell’organigramma di una nuova figura, il Venue Executive, attivo in tutte le gare casalinghe. Il Venue Executive è il responsabile dell’evento-partita e ha l’obiettivo di offrire un servizio di gestione del Palaverde di qualità sempre più alta e venire incontro alle importanti esigenze di controllo e sicurezza per il pubblico. sempre più pressanti in questo periodo.  Il ruolo è stato assunto da Gabriele Maramieri, quarant’anni, professionista trevigiano esperto nel campo dell’organizzazione di eventi sportivi, con svariate esperienze in manifestazioni nazionali e internazionali. “È un cambiamento – afferma Maramieri – che la società ha fortemente voluto per aumentare la qualità della sua offerta al pubblico nell’evento, sempre mirato alla crescita del servizio e a coadiuvare nel migliore dei modi le indicazioni e la collaborazione con le forze dell’ordine, in un momento in cui l’aspetto-sicurezza  è cruciale nell’organizzazione. Imoco Volley punta a fornire un servizio di comfort a 360° nella fruizione dello spettacolo sportivo, rispettando scrupolosamente le norme di sicurezza e le direttive istituzionali“. Una figura nuova, quella del Venue Executive, ma ormai indispensabile per una società sportiva: “Il periodo-Covid che stiamo vivendo ha dato una stretta alla necessità di gestione del personale e di flessibilità nelle decisioni e nella modulazione degli eventi – continua Gabriele Maramieri – e ritengo fondamentale che all’interno di un’organizzazione sportiva di alto livello ci sia una persona dedicata a prendere le decisioni in tal senso per poter contare su un know-how interno e assicurare una crescente resa dei servizi al pubblico“. In questo momento storico, poi, ci sono problematiche molto specifiche da affrontare: “Certamente l’incertezza sulla capienza – ricorda il dirigente Imoco – aver iniziato con il 35% per poi passare al 60% ha significato dover modulare esigenze diverse, sia per i numeri che per le attività correlate. La fruizione dell’evento è cambiata, ma il messaggio che vogliamo far passare è che intendiamo agevolare le persone affinché tutto o quasi all’interno sia come prima e che si possa seguire la partita tranquillamente“. “Il lavoro più importante – prosegue Maramieri – è quello agli ingressi, per riuscire a smaltire i flussi velocemente nonostante il doveroso controllo dei Green Pass alle porte, e poi all’interno far si che le normative (mascherina indossata, no assembramenti) vengano recepite. In questo senso ringraziamo le segnalazioni anche del pubblico stesso che in loco o via messaggi ci hanno indicato alcune criticità che prontamente risolveremo“. Gabriele Maramieri è anche esperto di marketing legato agli eventi: “Stiamo studiando con la dirigenza del club altre forme di collaborazione, quali ad esempio ulteriori sviluppi delle interazioni nella business community degli sponsor, ma l’attività principale del settore sarà il rafforzamento delle iniziative in essere durante l’evento sportivo (customer experience, revenue management, data collection, retail sales, ecc.), con obiettivi di un impatto reale legato da una parte alle opportunità commerciali e di marketing con gli sponsor che si potranno sviluppare e dall’altra per il pubblico di Imoco Volley andare sempre di più a una transizione da ‘match’ a ‘show’“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO