consigliato per te

  • in

    Nadal: “Korda può diventare uno dei migliori”

    C’è grande attesa a Washington per rivedere in campo Rafael Nadal. L’iberico torna in gara nella capitale USA dopo un lungo stop, resosi necessario per recuperare da un problema al piede patito nel corso del Roland Garros, ultimo torneo disputato dall’iberico. Oltre alle parole “al vetriolo” sul suo grande rivale Djokovic, Rafa alla stampa americana […] LEGGI TUTTO

  • in

    Da Parma: Il successo di Sebastian Korda “Questo titolo è ciò che ho sempre sognato”

    Sebastian Korda e Giammaria Manghi (Regione Emilia-Romagna) – Foto Marta Magni/MEF Tennis Events

    Sebastian Korda si impone su Marco Cecchinato con lo score di 6-2 6-4 in un’ora e quindici minuti di gioco e vince l’Emilia-Romagna Open Mutti Cup, torneo ATP 250 di Parma organizzato da MEF Tennis Events. Per lo statunitense, che nel proprio palmarès da professionista vantava due titoli Challenger, è il primo trionfo in carriera nel circuito maggiore.
    Trionfo Korda – Visibilmente emozionato al termine della finale il ventenne di Bradenton: “Questo titolo è ciò che ho sempre sognato. Ci ero ad andato vicino a Delray Beach (sconfitto in finale dal polacco Hubert Hurkacz, ndr): dopo quella sconfitta ero molto dispiaciuto, ma ho tenuto duro e sono rimasto positivo. Ho imparato molto da quella finale persa. La prima parte di stagione sulla terra non è andata benissimo, ma ho ricaricato le batterie con qualche giorno di riposo e qui le cose sono andate alla grande. In finale ho affrontato un avversario forte e con il pubblico a suo favore: non è stato facile”. In doppio conquistano il titolo Simone Bolelli e l’argentino Maximo Gonzalez, giustizieri in finale dell’austriaco Oliver Marach e del pakistano Aisam-Ul-Haq Qureshi con il punteggio di 6-2 6-4.
    Sorriso Marchesini – Soddisfatto della manifestazione Marcello Marchesini, presidente di MEF Tennis Events: “Credo che questo torneo, insieme al WTA 250 ospitato dal Tennis Club Parma, sia stato il coronamento del percorso che abbiamo iniziato oltre dieci anni fa organizzando eventi internazionali di ogni livello e categoria. Nel 2020, quando il circuito mondiale navigava nell’incertezza, a Todi insieme alla Federazione Italiana Tennis abbiamo ridato vita ai Campionati Italiani Assoluti, che mancavano in calendario da sedici anni. È stata la prima grande occasione sfruttata dopo il lockdown. Ci è voluta tanta passione ed un pizzico di follia: da allora ci sono state diverse tappe che hanno portato sino all’Emilia-Romagna Open Mutti Cup, torneo indimenticabile. E pensare che sia la WTA sia l’ATP ci hanno proposto di organizzare le due manifestazioni in appena un mese: senza il supporto della Regione Emilia-Romagna e delle istituzioni tutte, sarebbe stato impossibile. Siamo contenti di aver garantito un’importante promozione del territorio e non ci vogliamo nascondere: abbiamo il desiderio di proseguire questa avventura nelle prossime stagioni. Siamo consapevoli delle difficoltà che incontreremo, ma stiamo già lavorando per capire come poterci muovere”. LEGGI TUTTO

  • in

    ATP Parma: Korda troppo forte per Cecchinato, l’americano vince in due set, è il primo titolo in carriera

    Marco Cecchinato, prima finale del 2021 a Parma

    Applausi a Sebastian Korda. Il giovane americano, rivelazione di Roland Garros 2020, conferma di trovarsi molto bene “sul rosso”, vincendo a Parma il primo torneo ATP in carriera. Supera 6-2 6-4 Marco Cecchinato in una finale in cui ha mostrato la grande qualità del suo tennis. A tratti ingiocabile al servizio, molto preciso nello scambio con tanti colpi vincenti in anticipo, si è meritato il successo.

    A breve il commento completo, ecco la cronaca della finale.
    La finale di Parma inizia con Korda al servizio. L’americano parte deciso, spinge e vince il primo game del match a 30. Cecchinato entra bene nella partita: serve preciso, a 15 impatta lo score 1 pari. Korda varia molto con il servizio, è letale con la soluzione esterna con molto effetto, seguita da un’accelerazione in anticipo. Bravo Marco a resistere, giocare palle molto cariche e quindi l’improvvisa variazione con la palla corta. Da 40-0 si va ai vantaggi, Korda concede qualcosa col rovescio, un po’ disinvolto nella ricerca del punto ad effetto. Con lo schema servizio più diritto aggressivo si porta avanti 2-1. Nel quarto game arriva il primo strappo del match. Korda trova un rovescio lungo linea mortale, con un movimento talmente corto che non si legge. 15-30 e poi 15-40, molto aggressivo l’americano. Prime palle break della finale. Niente prima per “Ceck”… si salva con un disastro sotto rete di Sebastian, ma sulla seconda sbaglia un’accelerazione di rovescio lungo linea. BREAk Korda, avanti 3-1. Va sotto Korda 15-30, ma si salva con un tocchetto in avanzamento che mostra l’enorme qualità della sua mano. Cecchinato spinge tanto, tatticamente gioca bene ma sbaglia ancora il colpo dell’affondo decisivo. Korda consolida il vantaggio, avanti 4-1. Il set avanza spedito seguendo i turni di servizio, con il siciliano che spinge col diritto, e l’americano che disegna il campo con anticipi davvero notevoli. Impressiona la facilità con cui la palla esce dritta e veloce dalle sue corde, senza apparente sforzo visto il timeng perfetto dell’impatto. 5-2 Korda, Cecchinato serve per restare il set, ma sul 30-40 deve affrontare il primo set point. Come se lo gioca Korda! Risposta di rovescio lungo linea, impattata alla perfezione, che muore all’incrocio delle righe. Imprendibile. 6-2 Korda, un set ampiamente meritato, con il 78% di punti vinti con la prima ma soprattutto la sensazione di un tennis superiore per qualità e soluzioni vincenti.
    Secondo set, l’americano scatta alla battuta. Un doppio fallo sul 40-30 spedisce il game ai vantaggi. Grazie a servizio e diritto, precisi, si porta 1-0 nel secondo parziale. Cecchinato alza i ritmi, il primo set gli ha dimostrato che solo giocando al massimo di velocità e rischio può fare partita pari con il rivale, molto centrato oggi. Un errore col diritto in scambio di Sebastian porta all’azzurro il punto dell’1 pari. Difficile per “Ceck” essere incisivo in risposta, parte da una posizione troppo arretrata e l’americano serve molto bene, alternando angoli stretti (impossibili da contenere partendo dai “teloni”) a botte a tutta al centro. Corre, sprinta, recupera Marco, ma Korda resta in controllo dello scambio. Con l’ennesimo grande angolo col diritto, dopo essersi aperto il campo con la prima di servizio, l’americano si porta avanti 2-1. In quarto game va ai vantaggi, e Marco commette un brutto doppio fallo, che manda a palla break Sebastian. Si infuria il siciliano, spedisce una palla oltre la tributa, beccandosi il warning. Per fortuna cancella la chance con una palla corta molto ben giocata. Vince il game Marco con un bel passante di diritto. 2 pari lo score. Il problema dell’azzurro resta trovare un gran game in risposta, molto complicato vista la qualità del servizio di Korda, a tratti ingiocabile. 3-2 Korda. Il set scorre sui servizi, con l’americano molto sicuro nei turni di servizio (si è arrivati ai vantaggi solo una volta). Nono game, 4 pari lo score. Cecchinato trova un bellissimo passante col diritto, quindi Korda sbaglia un diritto, uno dei suoi rarissimi errori nel match. 15-30, piccola grande chance per Marco in risposta. La seconda dell’americano da sinistra è una sentenza: profonda, carica di spin, l’azzurro non la doma. Sul 30 pari Cecchinato manovra bene e affonda col rovescio lungo linea. 30-40, prima palla break del match per Marco. No! Se la gioca benissimo, risponde, attacca ma spedisce lunga una volée di rovescio non impossibile. Korda trova un servizio vincente e grida un “c’mon” a tanti decibel. Segue un altro servizio bomba, si porta 5-4, ad un passo dal successo, ma servirà l’azzurro. Al cambio campo “Ceck” si sfoga in panchina con un gesto di rabbia, il giudice si sedia lo sanziona, ed essendo il secondo warning, inizia il decimo delicato game sotto 0-15. Non è un bel momento per innervosirsi. Un errore gli costa il 15-30, a due punti dalla vittoria Korda. Con una risposta clamorosa, d’incontro, movimento corto e perfetto, sorprende l’azzurro, che stecca un diritto “in pancia”. 15-40 e due Match Point Korda, anzi Championships Point! Cancella il primo con un bel servizio. Ma sul secondo, niente prima in campo… Korda prova la risposta lungo linea. È chiamata out ma è vicinissima alla riga… il giudice di sedia scende, e la palla ha toccato la riga. Gioco Partita Incontro Korda! È il primo titolo in carriera per l’americano. Un finale giocata benissimo a coronare una settimana magica, non un set ceduto, in un crescendo impressionante di qualità. Cecchinato ha disputato una buona partita, ma troppo poco alla risposta per ribaltare l’inerzia del match.

    Marco Mazzoni

    ATP ATP Parma Korda S.66 Cecchinato M.24 Vincitore: Korda S. ServizioSvolgimentoSet 2Cecchinato M. 0-15 15-15 15-30 15-40 30-405-4 → 6-4Korda S. 15-0 15-15 15-30 30-30 30-40 40-40 A-404-4 → 5-4Cecchinato M. 15-0 30-0 40-04-3 → 4-4Korda S. 15-0 30-0 30-15 40-153-3 → 4-3Cecchinato M. 15-0 30-0 40-03-2 → 3-3Korda S. 15-0 15-15 30-15 40-152-2 → 3-2Cecchinato M. 0-15 15-15 15-30 30-30 40-30 40-40 40-A 40-40 A-402-1 → 2-2Korda S. 0-15 15-15 30-15 40-151-1 → 2-1Cecchinato M. 15-0 15-15 30-15 40-151-0 → 1-1Korda S. 0-15 15-15 30-15 40-15 40-30 40-40 A-400-0 → 1-0ServizioSvolgimentoSet 1Cecchinato M. 15-0 15-15 15-30 30-30 30-405-2 → 6-2Korda S. 15-0 30-0 30-15 30-30 40-304-2 → 5-2Cecchinato M. 15-0 30-0 40-04-1 → 4-2Korda S. 15-0 15-15 15-30 30-30 40-303-1 → 4-1Cecchinato M. 0-15 15-15 15-30 15-40 30-402-1 → 3-1Korda S. 30-0 40-0 40-15 40-30 40-40 A-401-1 → 2-1Cecchinato M. 0-15 15-15 30-15 40-151-0 → 1-1Korda S. 0-15 15-15 30-15 30-30 40-300-0 → 1-0
    6 Aces 34 Double Faults 167% (38/57) 1st Serve 64% (32/50)82% (31/38) 1st Serve Points Won 66% (21/32)42% (8/19) 2nd Serve Points Won 61% (11/18)100% (1/1) Break Points Saved 50% (3/6)9 Service Games Played 934% (11/32) 1st Serve Return Points Won 18% (7/38)39% (7/18) 2nd Serve Return Points Won 58% (11/19)50% (3/6) Break Points Converted 0% (0/1)9 Return Games Played 968% (39/57) Service Points Won 64% (32/50)36% (18/50) Return Points Won 32% (18/57)53% (57/107) Total Points Won 47% (50/107) LEGGI TUTTO

  • in

    Da Parma: Sarà Sebastian Korda ad affrontare Marco Cecchinato “Con questo pubblico sarà come giocare in trasferta”

    Sebastian Korda – Foto Marta Magni/MEF Tennis Events

    Sarà Sebastian Korda l’avversario di Marco Cecchinato nella finale dell’Emilia-Romagna Open Mutti Cup, ATP 250 di Parma targato MEF Tennis Events. Il ventenne di Bradenton ha vinto il derby statunitense di semifinale contro Tommy Paul con lo score di 6-3 6-3: “Sapevo quanto sarebbe stato complicato affrontare un connazionale, ma sono partito forte e sono stato in controllo del match sino alla fine. La finale? Con questo pubblico sarà come giocare in trasferta. Comprensibilmente faranno il tifo per Cecchinato, sarà dura”.
    Il programma della giornata conclusiva – Sabato 29 maggio la giornata conclusiva del torneo: alle 11 la conferenza stampa di chiusura al Tennis Club President (in diretta sulla pagina Facebook di MEF Tennis Events), alle 12.30 la finale di doppio che vedrà Simone Bolelli e Maximo Gonzalez opposti ad Oliver Marach ed Aisam-Ul-Haq Qureshi, alle 15.15 la finale di singolare tra Marco Cecchinato e Sebastian Korda.
    Il risultato della seconda semifinale di venerdì 28 maggioSebastian Korda b. Tommy Paul 6-3 6-3 LEGGI TUTTO

  • in

    ATP Lione: Musetti supera Korda in tre set, sprazzi di ottimo tennis

    Lorenzo Musetti vince in tre set contro Sebastian Korda, 6-3 1-6 6-4 lo score per l’azzurro. Una bella partita sul piano tecnico e dello spettacolo tra due dei giovani più talentosi del panorama internazionale. Il match è avanzato in modo irregolare, alti e bassi “importanti” con uno che riusciva a dominare l’altro, fino alla reazione […] LEGGI TUTTO

  • in

    ATP Montpellier: Sonego supera Korda in due set, ottima prestazione per Lorenzo

    Lorenzo Sonego

    Un ottimo Lorenzo Sonego supera in due set l’emergente statunitense Sebastian Korda, 6-3 6-2 lo score a favore dell’azzurro, che così si guadagna un posto nei quarti del 250 di Montpellier, dove sfiderà il vincente di Goffin vs. Bonzi. Grande prestazione del piemontese, servizio al top, solido in spinta e chirurgico nello sfruttare ogni occasione alla risposta.
    Non era sulla carta un match facile: Korda, ventenne n.92 al mondo, è uno dei giocatori in maggior ascesa dalla ripresa del tour la scorsa estate. Il figlio del campione ceco Petr infatti ha un tennis molto completo, fluido, ordinato e razionale. È alto ma si muove bene; è aggressivo ma non prende troppi rischi. Impressiona la facilità con cui riesce a cambiare sul lato del rovescio bimane colpi in spinta a back molto precisi, lunghi e con rimbalzo basso, difficili da rigiocare; ancor più per l’azzurro, che ha sulla sinistra la parte più debole del suo tennis.
    Sonego è entrato in campo molto bene, fin dai primi punti, imponendo il suo tennis vivace ed aggressivo, e approfittando ogni volta dei piccoli passaggi a vuoto del giovane rivale. Lorenzo (come sempre) è stato perfetto sul piano tattico: lucidissimo nell’aggredire l’avversario appena possibile, mettendogli pressione fin dalla risposta o con uno strappo col diritto. Eccellente l’azzurro al servizio, quasi inattaccabile oggi, anche per un rivale molto efficace in risposta. Sostenuto da ottime prime e seconde profonde, Lorenzo è stato bravo a controllare i suoi turni di servizio e prendersi rischi in risposta, appena possibile. Vivace fisicamente ed estremamente reattivo, l’azzurro è stato prontissimo a scattare con i piedi sia in avanti che a sinistra, per coprire il lato debole e governare lo scambio col diritto.
    Korda ha giocato una buona partita, mostrando il potenziale del suo tennis, ma senza riuscire a scardinare l’azzurro in risposta, e perdendo alcuni punti importanti per incertezze sotto rete (entrambi i break subiti). Deve sicuramente crescere nell’intensità e calibrare i momenti in cui spinge a quelli di difesa, proprio dove invece eccelle Sonego.
    Ecco la cronaca del match.

    Si inizia con Sonego alla battuta. Buone prime, senza patemi muove lo score, avanti 1-0. Anche Korda parte molto bene: solo prime, piazzate esterne forti e precise, e via accelerazioni col diritto, a spostare l’azzurro. 1 pari. La sensazione è che il servizio sia cruciale nel match, soprattutto per Lorenzo, visto che Sebastian risponde piuttosto bene con impatti in anticipo tenendo i piedi quasi in campo sulle seconde. E così sarà: super Lorenzo con la prima, per tutto l’incontro. Sonego è molto rapido con piedi a spostarsi per tutto il campo per colpire col diritto e comandare lo scambio, non senza prendersi rischi perché lascia piuttosto scoperto il lato destro del campo. Il parziale avanza seguendo i turni di servizio, scambi brevi e tennis molto rapido. Korda tenta anche un serve and volley nel quarto game, “punito” da una bella risposta del piemontese e quindi passante di diritto in corsa, gran punto. Sulla spinta di questo vincente, avanza convinto in risposta. Si procura la prima palla break del match Sonego, ma Sebastian trova una bella prima al T, che Lorenzo non controlla. Con un game laborioso, Korda impatta lo score sul 2 pari. Quinto game, anche Sonego è costretto per la prima volta ai vantaggi, dal 40-0, grazie a tre risposte molto profonde dello statunitense. Korda trova una bordata incredibile cross dal centro col diritto, gli vale la prima palla break del match. Ottima prima “in pancia” di Lorenzo, forse fin troppo avanti Korda in risposta… Chance cancellata. Non molla la presa Sebastian, martella con grande ritmo e profondità, prendendosi minimi rischi. Altra palla break concessa dall’azzurro. Approccia la rete Korda, ma il back gli scappa largo. Granda battaglia in questa fase del match. Sonego resta avanti 3-2. Sesto game, per la prima volta Sebastian sbaglia qualcosa in spinta, crolla 15-40, due palle break per l’azzurro. Aggressivo lo statunitense, ma volee incrociata gli scivola larga, BREAK Sonego, avanti 4-2. Ottima attitudine Sebastian, ma sotto rete il tocco è ancora rivedibile. Bravo qua Sonego, consolida il break con un gran turno di servizio, avanti 5-2. Korda resta in scia, salendo 3-5, l’azzurro va a servire per il primo set. Il figlio di Petr sembra innervosito, non riesce ad incidere in risposta. Si avventa con troppo impeto sui servizi di Lorenzo, esagerando nell’essere aggressivo, e due risposte volano via. Bravissimo Sonego a chiamare a rete il rivale con una smorzata perfetta e chiudere di tocco in avanzamento. 40-15, due set point Sonego. Botta perfetta al centro, Korda non contiene. Un Sonego sontuoso al servizio chiude il primo set 6-3.

    Il secondo parziale inizia con Korda alla battuta. Spinge con più ordine l’americano rispetto alla fase finale del primo set, dove s’era un po’ disunito una volta andato sotto. Si prende grandi rischi anche con la seconda, e commette il primo doppio fallo del match. Sonego sul 30 pari prova a risposta a tutto braccio e via a rete, per mettere pressione al rivale, ma purtroppo l’approccio non passa la rete. Resta l’attitudine perfetta dell’azzurro, che tatticamente in campo è ineccepibile e sempre lucidissimo. Korda muove lo score, 1-0. Sempre eccellente il piemontese al servizio, continuo e preciso, 1 pari. Il set scorre rapido fino al quinto game. L’azzurro è bravissimo a reggere lo scambio rovescio vs. rovescio, senza perdere campo, è Korda il primo a cedere. 0-30 e poi 15-40 con un super scambio condotto col diritto in grandissima spinta e coraggio. Due palle per l’allungo a favore dell’azzurro. Cancella la prima chance con una solida prima esterna; lunghissimo scambio sulla seconda, Korda viene avanti ma ancora lo tradisce la volée, troppo centrale, ben impattata da Sonego per un passante lungo linea vincente. BREAK Sonego, avanti 3-2 e servizio. Sebastian cerca la reazione di rabbia per restare nel match. Si porta 0-30 (con un doppio fallo di Lorenzo), ma con coraggio Sonego avanza, serve benissimo e consolida il vantaggio salendo 4-2. Korda perde la pazienza, esagera di nuovo nella spinta e crolla 15-40. Sonego regge in difesa e trova da fuori dal campo una bordata col diritto che pizzica la riga, imprendibile. Che colpo! Secondo break per il piemontese, avanti 5-2 e servizio. Non trema l’azzurro al momento di chiudere. Spinge col diritto e si procura la palla per il match. Comanda Korda ma Sonego si difende e lo porta all’errore. Game Set Match Sonego, bellissima prestazione, che gli vale l’ottavo quarto di finale a livello ATP. Bravo Lorenzo!
    Marco Mazzoni

    [7] Lorenzo Sonego vs Sebastian Korda

    ATP ATP Montpellier

    Sonego L.
    6
    6

    Korda S.
    3
    2

    Vincitore: Sonego L.

    Servizio
    Svolgimento
    Set 2

    Sonego L.

    0-15
    15-15
    15-30
    30-30
    40-30

    5-2 → 6-2

    Korda S.

    0-15
    15-15
    15-30
    15-40

    4-2 → 5-2

    Sonego L.

    0-15
    0-30
    15-30
    30-30
    40-30

    3-2 → 4-2

    Korda S.

    0-15
    0-30
    15-30
    15-40
    30-40

    2-2 → 3-2

    Sonego L.

    15-0
    30-0
    40-0

    1-2 → 2-2

    Korda S.

    15-0
    30-0
    40-0
    40-15
    40-30

    1-1 → 1-2

    Sonego L.

    15-0
    30-0
    30-15
    40-15

    0-1 → 1-1

    Korda S.

    0-15
    15-15
    30-15
    30-30
    40-30

    0-0 → 0-1

    Servizio
    Svolgimento
    Set 1

    Sonego L.

    15-0
    30-0
    30-15
    40-15

    5-3 → 6-3

    Korda S.

    15-0
    30-0
    40-0

    5-2 → 5-3

    Sonego L.

    15-0
    30-0
    30-15
    40-15

    4-2 → 5-2

    Korda S.

    15-0
    15-15
    15-30
    15-40

    3-2 → 4-2

    Sonego L.

    15-0
    30-0
    40-0
    40-15
    40-30
    40-40
    40-A
    40-40
    40-A
    40-40
    A-40

    2-2 → 3-2

    Korda S.

    0-15
    15-15
    30-15
    30-30
    40-30
    40-40
    40-A
    40-40
    A-40
    40-40
    A-40

    2-1 → 2-2

    Sonego L.

    0-15
    15-15
    30-15
    40-15

    1-1 → 2-1

    Korda S.

    15-0
    15-15
    30-15
    30-30
    40-30

    1-0 → 1-1

    Sonego L.

    0-15
    15-15
    30-15
    40-15

    0-0 → 1-0

    2 Ace 11 Doppi falli 164% % primo servizio 74%79% % di punti vinti su primo servizio 57%67% % di punti vinti su secondo servizio 50%3/5 Break poinT0/20 Tiebreak vinti 023 Punti vinti in risposta 1462 Punti vinti 4112 Giochi vinti 55 N. max giochi vinti di fila 16 N. max punti vinti di fila 439 Punti vinti al servizio 279 Giochi vinti al servizio 5  LEGGI TUTTO

  • in

    Sebastian Korda, una crescita figlia della consapevolezza (di Marco Mazzoni)

    “Ho sempre saputo di avere il gioco per farcela”. Parole e musica di Sebastian Korda, ventenne statunitense entrato oggi per la prima volta nella top100 ATP grazie al successo nel buon Challenger di Quimper, in Francia. Il figlio dell’indimenticabile campione ceco Petr, sta sorprendendo per la continuità di risultati dopo l’exploit allo scorso Roland Garros. […] LEGGI TUTTO