consigliato per te

  • in

    MotoGP, Quartararo: “Mi sono sentito lasciato solo da Yamaha”

    ROMA – La complicata stagione di Fabio Quartararo in MotoGP ha complicato anche il suo rapporto con la Yamaha. Già a inizio Mondiale, il francese aveva criticato spesso il lavoro del suo team e il ritardo sulle altre moto. Dopo aver chiuso al secondo posto l’ultimo campionato dietro alla Ducati del campione del mondo Pecco Bagnaia, il vincitore del titolo 2021 è tornato a parlare della scuderia giapponese. “Mi sono sentito solo a lottare contro il mondo- ha detto Quartararo in un’intervista al giornalista Manuel Pecino -. In pista c’erano quattro Yamaha, ma sia il team satellite che il mio compagno (Morbidelli, ndr) hanno avuto molti problemi. Era difficile trovare il limite”. Guarda la galleryUna BMW M3 per Pecco Bagnaia
    Le parole di Quartararo
    La svolta definitiva sulla lotta al titolo è arrivata nel weekend di Misano, come ha spiegato Quartararo: “L’anno scorso ero a tre secondi da Bagnaia e sono arrivato secondo. Quest’anno ho finito cinque secondi ed ero quinto. È stato molto frustrante perché ho dato il 100% e a quel punto ho capito che eravamo troppo lontani. Quest’anno ho guidato meglio dell’anno scorso, ma ci sono stati momenti difficili. Questo mi ha colpito, sono salito in moto con meno entusiasmo rispetto agli anni precedenti. Te ne accorgi inconsciamente quando non ti piace. Ho fatto molte gare in cui non mi sono divertito”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGP, Quartararo accusa Yamaha: “Mi hanno lasciato solo”

    ROMA – “Mi sono sentito solo a lottare contro il mondo. In pista c’erano quattro Yamaha, ma sia il team satellite che il mio compagno (Morbidelli, ndr) hanno avuto molti problemi. Era difficile trovare il limite”. La complicata stagione di Fabio Quartararo in MotoGP ha complicato anche il suo rapporto con la Yamaha. Già a inizio Mondiale, il francese aveva criticato spesso il lavoro del suo team e il ritardo sulle altre moto. Dopo aver chiuso al secondo posto l’ultimo campionato dietro alla Ducati del campione del mondo Pecco Bagnaia, il vincitore del titolo 2021 è tornato a parlare della scuderia giapponese.Guarda la galleryBagnaia da Mattarella: un casco con dedica per il Presidente della Repubblica
    Sul GP di Misano
    La svolta definitiva sulla lotta al titolo è arrivata nel weekend di Misano, come ha spiegato Quartararo in un’intervista al giornalista Manuel Pecino: “L’anno scorso ero a tre secondi da Bagnaia e sono arrivato secondo. Quest’anno ho finito cinque secondi ed ero quinto. È stato molto frustrante perché ho dato il 100% e a quel punto ho capito che eravamo troppo lontani. Quest’anno ho guidato meglio dell’anno scorso, ma ci sono stati momenti difficili. Questo mi ha colpito, sono salito in moto con meno entusiasmo rispetto agli anni precedenti. Te ne accorgi inconsciamente quando non ti piace. Ho fatto molte gare in cui non mi sono divertito”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGP, il crollo di Quartararo: “Ecco quando ho perso il Mondiale”

    ROMA – Fabio Quartararo ha corso la stagione 2022 con l’obiettivo di difendere il titolo iridato vinto l’anno prima. Una stagione che ha visto “El Diablo” terminare al secondo posto dopo un lungo duello con Francesco Bagnaia durato fino all’ultimo Gp di Valencia. “Nelle prime quattro gare il mio era un atteggiamento negativo, pensavo al 2020 e al fatto di non poter difendere il titolo”. Poi però la svolta da Portimao. “Lì ho vinto la prima gara, ho pensato che avevo questa possibilità e di giocarmela al massimo”
    “A Misano la svolta”
    Nonostante Quartararo sia arrivato alla pausa estiva con 21 punti di vantaggio su Aleix Espargaro e ben 66 su “Pecco” Bagnaia nella seconda parte qualcosa è cambiato. “Al rientro a Silverstone è stata dura, meno in Austria, ma a Misano c’è stato il vero colpo al morale. Con una moto molto veloce e senza problemi siamo arrivati quinti. Davvero molto frustrante. Poi ci sono stati degli errori in Thailandia e Australia. In alcuni momenti non avevamo il potenziale per vincere, ma ho voluto spingere troppo, una lezione da imparare per il futuro per non ripetere questi errori”, così ha concluso il pilota Yamaha. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGP, Quartararo: “Il prossimo anno devo battere Bagnaia”

    ROMA – Fabio Quartararo ha parlato ai microfoni di Sky Sport durante l’EICMA, a pochi giorni dal Mondiale di MotoGP perso al Gran Premio di Valencia. Il pilota francese ha subito la rimonta di Pecco Bagnaia, non riuscendo a riconfermarsi campione a un anno dal titolo del 2021. ” Il prossimo anno bisogna battere Bagnaia? Sì, ma è un lavoro che va fatto di squadra – ha detto -. Il prossimo anno dobbiamo fare un bel lavoro sullo sviluppo della moto. A Valencia non eravamo contenti, ma abbiamo un inverno per staccare e tornare ancora più forti pronti per i primi test”. Guarda la galleryUna BMW M3 per Pecco Bagnaia
    Le parole di Quartararo
    “Cosa farò adesso? Voglio andare in motocross, poi devo anche operarmi al dito, ma questo mi porterà via una mattinata – ha aggiunto Quartararo -. Soprattutto fare un po’ di festa con gli amiciche non vedo da tanto ma poi subito si torna agli allenamenti: essere arrivato secondomi dà molte motivazioni per tornare, è una delle poche cose positive di arrivare secondo”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGP, Quartararo: “Per battere Bagnaia serve un lavoro di squadra”

    ROMA – “Il prossimo anno bisogna battere Bagnaia? Sì, ma è un lavoro che va fatto di squadra. Il prossimo anno dobbiamo fare un bel lavoro sullo sviluppo della moto”. Fabio Quartararo ha parlato così ai microfoni di Sky Sport durante l’EICMA, a pochi giorni dal Mondiale di MotoGP perso al Gran Premio di Valencia. Il pilota francese ha subito la rimonta di Pecco Bagnaia, non riuscendo a riconfermarsi campione a un anno dal titolo del 2021. “A Valencia non eravamo contenti – ha detto -, ma abbiamo un inverno per staccare e tornare ancora più forti pronti per i primi test”.Guarda la galleryLa storia della Ducati Mondiale: Bagnaia campione 15 anni dopo Stoner
    Un inverno di riposo
    “Cosa farò adesso?Voglio andare in motocross, poi devo anche operarmi al dito, ma questo mi porterà via una mattinata – ha aggiunto Quartararo -. Soprattutto fare un po’ di festa con gli amiciche non vedo da tanto ma poi subito si torna agli allenamenti: essere arrivato secondomi dà molte motivazioni per tornare, è una delle poche cose positive di arrivare secondo”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGP Bagnaia campione, Quartararo: “Complimenti, ma l’anno prossimo…”

    VALENCIA – Non è andato come sperato il GP di Valencia, ultima tappa del mondiale di MotoGP, per Fabio Quartararo, a caccia di un’impresa per tentare di rovinare la festa di Pecco Bagnaia. Il francese ha chiuso la gara al quarto posto, ma al suo avversario è bastata la nona posizione per laurearsi campione. Nonostante il titolo sfumato, che avrebbe significato doppietta, Quartararo ha comunque fatto i complimenti all’avversario, dimostrando grande sportività.
    Le parole di Fabio
    “Faccio i complimenti a Pecco, soprattutto nella seconda parte della stagione è andato fortissimo”. Così Quartararo, secondo classifica del mondiale di MotoGP. Il francese ha analizzato la gara ai microfoni di Sky Sport: “Oggi dovevo andare più avanti possibile, perciò ad ogni curva in cui potevo effettuare un sorpasso lo facevo. E’ stata difficile, soprattutto per la gomma davanti”. Infine, Quartararo ha lanciato un messaggio all’italiano in vista del 2023: “L’anno prossimo ci divertiamo” ha detto con un sorriso che celava un gran desiderio di rivincita. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGP, Quartararo: “Complimenti a Pecco, è andato fortissimo”

    VALENCIA – Fabio Quartararo non è riuscito a concedere il bis e, dopo il titolo vinto nel 2021, quest’anno si è dovuto arrendere a Pecco Bagnaia. Il pilota francese è stato a lungo in vetta alla classifica generale, ma nella seconda metà di stagione ha assisitito ad una clamorosa rimonta del rivale fino all’inevitabile sorpasso. Nel GP di Valencia a Fabio sarebbe servito un miracolo visti i punti di ritardo, ma Pecco ha amministrato il vantaggio e si è laureato campione. Nonostante il titolo sfumato, Quartararo ha comunque fatto i complimenti all’avversario molto sportivamente.
    Il messaggio di Quartararo
    “Oggi dovevo andare più avanti possibile, perciò ad ogni curva in cui potevo effettuare un sorpasso lo facevo. E’ stata difficile, soprattutto per la gomma davanti – ha detto il francese, per poi parlare del rapporto con Pecco – La gente dice che fuori dalla pista dobbiamo odiarci. Oggi a Valencia abbiamo lottato in quanto avversario, ma non capisco perché fuori dovremmo essere arrabbiati. Faccio i complimenti a Pecco, soprattutto nella seconda parte della stagione è andato fortissimo”. Infine, Quartararo ha lanciato un messaggio all’italiano in vista del 2023: “L’anno prossimo ci divertiamo”. LEGGI TUTTO