consigliato per te

  • in

    Laurent Tillie rivive l’oro olimpico: “È stata una favola”

    Di Redazione Laurent Tillie sarà di certo un allenatore ricordato a lungo nella nazionale francese. Sia per i lunghi 10 anni trascorsi ad allenare “Les Bleus”, sia e soprattutto per il numero di medaglie conquistate, ultima in ordine cronologico lo storico oro di Tokyo 2020. Ora l’ex giocatore classe 1963 ha lasciato in eredità la panchina a Bernardo Rezende e, in un’intervista a World of Volley, racconta il turbinio di emozioni provate a seguito dell’addio alla nazionale: “È una sensazione forte, una sensazione di piena soddisfazione e gioia, una favola, come la serie Game of Thrones!“. “Sono stati 9 anni di lavoro – continua Tillie – tra ottimi risultati e dure sconfitte, tanti piccoli drammi e commedie nella squadra, giocatori che diventano eroi, infortuni, scelte difficili, eroi che se ne vanno, nuove stelle… e, alla fine, la squadra che taglia il traguardo più bello che possiamo realizzare nello sport: la medaglia d’oro olimpica. È così bello vedere il grande impatto che il nostro sport ha avuto sul pubblico in Francia: 6,7 milioni di spettatori hanno visto la finale contro la Russia in TV“. Tillie torna poi sulla sua decisione di lasciare la nazionale per passare alla guida dei Panasonic Panthers: “È stato difficile, a causa dell’imminenza di Parigi 2024 e perché abbiamo ottenuto così tanti buoni risultati come squadra“. Nello specifico, spiega l’ex CT, “sono successe due cose: in primo luogo, ho avuto la sensazione che la squadra e i giocatori avessero bisogno di lavorare con qualcuno di diverso per raggiungere il passo successivo, che è vincere più partite e più competizioni fino al 2024, e che si dovesse mantenere la motivazione dei giocatori con un nuovo sistema, nuove abitudini, nuovo modo di parlare e allenare la pallavolo. E, nello stesso momento, ho ricevuto una proposta molto eccitante dai Panasonic Panthers per diventare allenatore. Il Giappone è un paese importante per la pallavolo, per tutte le medaglie che ha vinto“. Al posto di Tillie ora c’è un altro allenatore di altissimo livello internazionale, per il quale il CT ha soltanto parole di elogio: “Sono orgoglioso che la Federazione francese sia riuscita a ingaggiare Bernardinho. È un’ottima scelta per la squadra e per la pallavolo francese. I giocatori vogliono giocare per lui, faranno un bel viaggio fino alle Olimpiadi di Parigi del 2024“. (fonte: World of Volley) LEGGI TUTTO

  • in

    Giappone: titolo ai Suntory Sunbirds, 3-0 ai Panthers in finale

    Di Redazione
    [CONTENUTO IN AGGIORNAMENTO]
    Si chiude in bellezza la stagione trionfale dei Suntory Sunbirds, che tornano a vincere la V.League maschile giapponese a ben 14 anni dall’ultimo successo. La squadra di Osaka conquista il titolo numero 8 della sua storia battendo in finale i Panasonic Panthers con un netto 3-0 (25-21, 25-23, 25-20): è la 32esima vittoria stagionale su 35 partite disputate (23 vittorie consecutive nella regular season). Per la squadra di Tillie si tratta invece della seconda sconfitta consecutiva all’ultimo atto dopo quella dello scorso anno contro gli Stings. La gara si è giocata con la stessa formula della semifinale: in caso di successo, i Panthers avrebbero dovuto aggiudicarsi anche il Golden Set per vincere il titolo.

    Il grande protagonista della sfida decisiva per il titolo è ancora una volta Dmitriy Muserskiy con 28 punti (65% in attacco e 3 muri); in generale a fare la differenza è la percentuale d’attacco, stratosferica per i Sunbirds (61% di squadra) con Masahiro Yanagida a sua volta in evidenza. Per i Panthers Michal Kubiak mette a segno 13 punti (52%) ma a steccare la partita clou è soprattutto Kunihiro Shimizu, che si ferma a quota 6 punti e viene sostituito nel terzo set.
    Annullata, invece, la doppia sfida dei play out tra Oita Miyoshi e Voreas Hokkaido per casi di positività al Covid-19 nella squadra di casa.
    (fonte: Vleague.jp) LEGGI TUTTO

  • in

    Giappone: Panasonic Panthers in finale grazie al Golden Set

    Di Redazione Si ferma in semifinale la corsa dei Wolfdogs Nagoya nella V.League maschile giapponese: saranno i Panasonic Panthers a disputare la finale per il titolo, grazie alla particolare formula dei Play Off che avvantaggiano la squadra seconda classificata. La squadra di Bartosz Kurek ha infatti vinto la semifinale per 3-1 (25-23, 21-25, 25-19, 27-25), con ben 28 punti dell’opposto e un set point annullato per portare l’incontro al tie break, ma i Panthers si sono aggiudicati per 25-21 il Golden set decisivo, in cui (con Shimizu in panchina) è stato decisivo l’apporto di Michal Kubiak con 6 punti. I Panthers tornano dunque in finale per il quarto anno consecutivo, dopo aver vinto il titolo nel 2018 e 2019 e perso nel 2020 contro gli JTEKT Stings. Domani mattina alle 9 italiane la sfida decisiva tra la squadra di Tillie e i Suntory Sunbirds, che hanno dominato la regular season con sole 3 sconfitte e che vanno a caccia del loro primo titolo dal 2007. (fonte: Vleague.jp) LEGGI TUTTO

  • in

    Giappone: Wolfdogs Nagoya in finale, Panthers battuti in quattro set

    Di Redazione Continua la favola dei Wolfdogs Nagoya nella V.League maschile giapponese: Bartosz Kurek e compagni sconfiggono per 3-1 (25-23, 21-25, 25-19, 27-25) i Panasonic Panthers e approdano da outsider alla finalissima per il titolo. La seconda nella loro storia, se si considera quella vinta nel 2016 con il nome di Toyoda Trefuerza, prima del cambio di denominazione. La semifinale è giocata per lunghi tratti punto a punto, con i Wolfdogs che annullano una chance per portare l’incontro al tie break (sul 25-24 del quarto) e chiudono ai vantaggi grazie a un errore avversario. Domani mattina alle 9 italiane la finale tra la squadra di Nagoya e i Suntory Sunbirds, che hanno dominato la regular season con sole 3 sconfitte e che vanno a caccia del loro primo titolo dal 2007. (fonte: Vleague.jp) LEGGI TUTTO

  • in

    Giappone: chiusa la regular season. Finali nel weekend di Pasqua

    Di Redazione È terminata in Giappone la regular season della V.League maschile: nessuna sorpresa nell’ultima giornata, con tutti i verdetti già definiti. I Suntory Sunbirds, certi del primo posto, battono i JTEKT Stings per 3-0 nella prima sfida (25-16, 27-25, 25-19) e poi concedono l’onore delle armi ai campioni uscenti, esclusi dai play off, inchinandosi per 1-3 (25-21, 23-25, 17-25, 18-25) nella seconda. Muserskiy e compagni accedono quindi direttamente alla finale per il titolo, che si disputerà la domenica di Pasqua. In semifinale, sabato 3 aprile, si sfideranno i Panasonic Panthers e i Wolfdogs Nagoya, che chiudono in bellezza con le doppie vittorie su Sakai Blazers e FC Tokyo. Si prevedono scintille, visti anche i risultati della recente sfida, conclusa con un successo per la squadra di Kubiak e uno per quella di Kurek. Quest’ultimo, intanto, si laurea miglior realizzatore del campionato con 915 punti, davanti a Yuji Nishida (833) e Krisztian Padar (804). Nella graduatoria della percentuale d’attacco Kurek è invece terzo con il 56% dietro a Hideyuki Kuriyama dell’FC Tokyo (60,5%) e a Muserskiy (56,4%). Sempre sabato 3 e domenica 4 aprile si disputeranno anche i play out tra l’Oita Miyoshi, ultimo classificato in regular season, e il Voreas Hokkaido, vincitore della seconda divisione. (fonte: Vleague.jp) LEGGI TUTTO

  • in

    Giappone: i Wolfdogs battono i Panthers e volano ai play off

    Di Redazione Tutto deciso nella V.League maschile giapponese a un turno dalla fine della regular season: i Wolfdogs Nagoya conquistano una storica qualificazione ai play off per il titolo, raggiungendo Suntory Sunbirds e Panasonic Panthers. Decisiva proprio la vittoria dei Wolfdogs per 3-0 (25-21, 26-24, 25-23) sui Panthers nella seconda delle due sfide (la prima si era chiusa sull’1-3), in combinazione con la sconfitta interna per 1-3 (25-27, 25-27, 25-14, 19-25) degli JTEKT Stings contro i JT Thunders. Restano così fuori dalla post season i campioni in carica, nonché vincitori della Coppa dell’Imperatore. I Suntory Sunbirds, con il doppio 3-0 sull’Oita Miyoshi, sigillano il primo posto dall’alto di 30 successi in 32 partite, e dunque attenderanno in finale la vincente dello scontro tra Panthers (matematicamente secondi) e Wolfdogs. Retrocedono Nagano Tridents e Oita Miyoshi. L’ultimo weekend di gare della stagione regolare servirà soltanto a definire quinta e sesta posizione, con i Toray Arrows in corsa per inserirsi tra Osaka Sakai Blazers e JT Thunders. (fonte: Vleague.jp) LEGGI TUTTO

  • in

    Michal Kubiak resta ai Panasonic Panthers per un’altra stagione

    Foto Instagram Georges Matijasevic

    Di Redazione
    Continua la storia d’amore tra Michal Kubiak e i Panasonic Panthers: l’agente del giocatore, Georges Matijasevic, ha annunciato via Instagram che il forte schiacciatore della nazionale polacca resterà nella V.League giapponese anche nella stagione 2021-2022. Si tratterà della sesta stagione consecutiva ai Panthers per il 31enne attaccante, che è arrivato nel paese del Sol Levante nel 2016, uscendone solo per una breve parentesi in Cina al Beijing nel 2017-2018.
    I Panasonic Panthers sono attualmente al secondo posto nella V.League e quasi certi della qualificazione ai play off scudetto.
    (fonte: Instagram Georges Matijasevic) LEGGI TUTTO

  • in

    Giappone: i Panasonic Panthers travolgono i Wolfdogs Nagoya

    Foto Instagram Panasonic Panthers

    Di Redazione
    Era un weekend molto atteso nella V.League maschile giapponese per lo scontro diretto tra Panasonic Panthers e Wolfdogs Nagoya, che ha dato un verdetto inequivocabile: doppio 3-0 per la formazione di Laurent Tillie, che ridimensiona notevolmente le ambizioni di Kurek e compagni. Nella prima partita (25-22, 25-22, 25-22) non basta una grande prestazione del polacco, autore di 27 punti, a contenere i Panthers; nella seconda (27-25, 25-18, 25-23) ci pensa Kunihiro Shimizu con 20 punti personali e uno strepitoso 63% in attacco.
    Di questi risultati si avvantaggiano soprattutto i Suntory Sunbirds, che con due agevoli 3-0 sull’Oita Miyoshi consolidano ulteriormente il primato in classifica: 3 punti di vantaggio sui Panthers (con due partite in meno) e ben 11 sui Wolfdogs. Tornano a sperare anche gli JTEKT Stings, che battono con un doppio 3-1 i JT Thunders mettendo in mostra uno scatenato Nishida: 21 punti nel primo match e 30 nel secondo, con ben 6 ace personali. Lipe e compagni ora hanno 6 punti da recuperare sul terzo posto, occupato appunto dalla squadra di Nagoya.
    (fonte: Vleague.jp) LEGGI TUTTO