consigliato per te

  • in

    Finals Nba, super Antetokounmpo riapre la serie. I Suns guidano 2-1

    MILWAUKEE (Stati Uniti) – Giannis Antetokounmpo, autore di 41 punti con 13 rimbalzi e 6 assist, riapre le Nba Finals 2021. Il greco in gara-3 trascina i Bucks che battono i Suns 120-100 al Fiserv Forum. I vincitori della Eastern Conference non falliscono l’opportunità di rientrare nella serie ed entrano in campo con determinazione. Dopo l’iniziale +3 in favore di Phoenix a fine primo quarto (25-28), arrivano infatti due super parziali, con il secondo (35-17) ed il terzo periodo (38-31) che di fatto rendono Milwaukee irraggiungibile. Il greco è inarrestabile sotto canestro ma i Bucks, diversamente dalle gare precedenti, possono contare anche sull’apporto delle altre due star: Jrue Holiday chiude con 21 punti e 9 assist, mentre Khris Middleton è meno preciso al tiro ma mette comunque a referto 18 punti, 7 rimbalzi e 6 assist in 41 minuti. Per i Suns invece Ayton e Chris Paul segnano entrambi 19 punti, serata ‘no’ al tiro per Devin Booker. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, show di Chris Paul: i Suns battono i Bucks in gara-1

    PHOENIX (Stati Uniti) – Un Chris Paul inarrestabile trascina i Suns in gara-1 della finale Nba contro i Bucks. Phoenix comanda la sfida già dai primi minuti e il 36enne play, alla prima apparizione in una serie per il titolo, non tradisce le attese: 32 punti e 9 assist alla fine per Paul nel 118-105 finale, un bottino eccellente considerando un primo quarto senza canestri. Ma la stella dei Suns è andata in crescendo: 11 punti nel secondo quarto e 16 nel terzo, momento decisivo per l’allungo di Phoenix, diventando il terzo giocatore della storia con almeno 30 punti a 36 anni alle Finals dopo Kareem Abdul-Jabbar (6 volte) e Tim Duncan. I Suns possono esultare anche per i 22 punti e 19 rimbalzi di Deandre Ayton, bravissimo sotto canestro e abile in difesa nel limitare un Giannis Antetokounmpo recuperato in extremis ma ancora non al meglio dopo l’infortunio al ginocchio, e per i 27 punti con 8/21 dal campo per Devin Booker.
    Antetokounmpo non basta ai Bucks, Suns da record
    Per Phoenix da segnalare anche l’ottima prestazione di Mikal Bridges (14 punti) e il fondamentale impatto di Cameron Payne nella ripresa, con 10 punti che tengono avanti Phoenix durante i minuti di riposo di Chris Paul. Ma soprattutto un perfetto 24/25 dalla lunetta con l’unico libero sbagliato nei secondi finali di gioco da Jae Crowder: i Suns si confermano così miglior squadra della storia dei play-off per efficacia a cronometro fermo, con un dato che sfiora l’82%. Ai Bucks invece non basta il recupero di Antetokounmpo, autore di 20 punti, 17 rimbalzi e 4 assist ma con una prestazione in calo nella parte decisiva del match, anche se nei 35 minuti in cui il greco è rimasto in campo Milwaukee ha segnato più di Phoenix. L’ultimo a mollare in casa Bucks è Khris Middleton, che nel terzo quarto prova a rispondere colpo su colpo agli affondi di Chris Paul chiudendo con 29 punti e 12/26 dal campo, 7 rimbalzi e 4 assist. Ma per Milwaukee servirà ben altro per mettere paura ai Suns. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Chris Paul trascina i Suns: Bucks ko in gara-1

    PHOENIX (Stati Uniti) – Uno strepitoso Chris Paul trascina i Phoenix Suns nella vittoria (118-105) contro i Milwaukee Bucks nella gara-1 delle finali Nba, giocata in Arizona. Alla sua prima apparizione in carriera nelle Finals dopo sedici stagioni, il trentaseienne playmaker ha realizzato 32 punti e 9 assist, a cui si aggiungono i 27 punti segnati da Devin Booker e i 22 di Deandre Ayton, che ha strappato anche 19 rimbalzi. Ai Bucks, a caccia del secondo titolo Nba cinquant’anni dopo il primo, non è bastato recuperare Giannis Antetokounmpo, assente nelle ultime due partite per un infortunio al ginocchio: il greco ha cominciato bene ma è stato contenuto a 20 punti (con 17 rimbalzi) in 35 minuti. Al suo fianco Khris Middleton ha collezionato 29 punti ma nei momenti chiave è stata decisiva la difesa dei Suns, che sono stati in vantaggio anche di 20 lunghezze e nel quarto finale hanno piazzato lo strappo decisivo sul 101-94, grazie a una palla rubata e a un canestro di Paul. Gara-2 della serie al meglio delle sette partite è in programma giovedì, sempre in casa dei Phoenix Suns, che puntano al primo titolo nella storia della franchigia.  LEGGI TUTTO