consigliato per te

  • in

    Lakers, che colpo! Scambio a segno per Westbrook

    L’edizione digitale del giornale, sempre con teOvunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.Sempre con te, come vuoiABBONATI ORALeggi il giornale LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Milwaukee batte Phoenix 123-119: il titolo è ad un passo

    I Milwaukee Bucks vincono gara 5, imponendosi sul campo dei Phoenix Suns con il punteggio di 123-119 e si portano ad una sola vittoria del titolo. Decisive le prestazioni di Antetokounmpo, Middleton e Holiday. Le tre stelle di Milwaukee diventano il quinto trio nella storia delle Nba Finals a chiudere con almeno 25 punti a testa: 32 punti (con 9 rimbalzi e 6 assist) per Antetounpo, 29 per Middleton e 27 per Holiday, che colleziona anche 13 assist. La svolta della gara arriva nel finale, con Giannis Antetounmpo capace di piazzare la giocata decisiva.

    I Suns, che si erano aggiudicati le prime due sfide della serie, sono costretti a soccombere, nonostante i 40 punti di Devin Booker e i 21 (con 11 assist) di Chris Paul. Milwaukee si porta sul 3-2. Nella storia delle finali Nba, la squadra che ha si è aggiudicata gara 5 quando si è giocata sul punteggio di 2-2 ha poi vinto il titolo in 21 casi su 29. L’ultimo trionfo dei Milwaukee Bucks, è datato 1971. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, super Booker non basta! I Bucks vanno sul 2-2

    TORINO – ROMA – Seconda vittoria consecutiva per i Milwaukee Bucks, che dopo Gara-3 si impongono anche in Gara-4. Stavolta la partita contro i Phoenix Suns si chiude su un 109-103, un risultato che riporta le Finals Nba in perfetta parità, sul 2-2. Al Fiserv Forum, nel cuore del Wisconsin, i padroni di casa sono stati trascinati da uno strepitoso Khris Middleton, autore di 40 punti, e dal solito Giannis Antetokounmpo. Il greco mette a referto 26 punti, 14 rimbalzi e 8 assist. Per quanto riguarda gli ospiti, in grandissima forma Devin Booker, con 42 punti a referto. In ombra invece Chris Paul: per lui solo 10 punti all’attivo e ben 5 palle perse.
    Nba, ora la finale è sul 2-2
    A fine partita è stato lo stesso playmaker statunitense ad ammettere la delusione: “La sconfitta è colpa mia. Ho fatto delle scelte sbagliate. Quando eravamo sotto di due punti alla fine della partita ho provato a cambiare mano ma sono scivolato e ho perso palla. Gli abbiamo dato troppe opportunità”. Queste invece le parole di coach Williams: “Ci siamo davvero sparati ai piedi da soli questa volta”. Dall’altra parte coach Budenholzer ha ricominciato a credere nel sogno anello. Il prossimo appuntamento con le Finals è per la notte fra sabato e domenica, con Gara-5 in scena alla Phoenix Suns Arena. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Middleton fa 40! Bucks sul 2-2 contro i Suns

    ROMA – Sorride ai Milwaukee Bucks anche Gara-4. Per loro è la seconda vittoria consecutiva nella serie contro i Phoenix Suns, che in questa occasione si chiude su un 109-103 che riporta le Finals Nba in perfetta parità, sul 2-2. Al Fiserv Forum, nel cuore del Wisconsin, i padroni di casa sono stati trascinati da uno strepitoso Khris Middleton, autore di 40 punti, e dal solito Giannis Antetokounmpo. Per il greco 26 punti, 14 rimbalzi e 8 assist. Negli ospiti in luce Devin Booker, con 42 punti a referto. In ombra invece Chris Paul: per lui solo 10 punti all’attivo e ben 5 palle perse.
    Nba, la finale sul 2-2
    Lo stesso playmaker statunitense ha sinceramente ammesso, a fine gara: “La sconfitta è colpa mia. Ho fatto delle scelte sbagliate. Quando eravamo sotto di due punti alla fine della partita ho provato a cambiare mano ma sono scivolato e ho perso palla. Gli abbiamo dato troppe opportunità”. Queste invece le parole di coach Williams: “Ci siamo davvero sparati ai piedi da soli questa volta”. Il suo team adesso ha perso alcune certezze, mentre coach Budenholzer, dall’altra parte, ha ricominciato a credere nel sogno anello. Il prossimo appuntamento con le Finals è per la notte fra sabato e domenica, con Gara-5 in scena alla Phoenix Suns Arena. LEGGI TUTTO

  • in

    Finals Nba, Antetokounmpo risveglia i Bucks. I Suns guidano 2-1

    MILWAUKEE (Stati Uniti) – Una prestazione strepitosa di Giannis Antetokounmpo, autore di 41 punti con 13 rimbalzi e 6 assist, risveglia Milwaukee nelle Finals Nba. In gara-3 il greco trascina i Bucks, con 41 punti, 13 rimbalzi e 6 assist, contro i Suns che vincono 120-100 al Fiserv Forum e riaprono la serie. Consapevoli della necessità di non poter fallire ancora, i Bucks entrano in campo con grande determinazione. Superato lo spavento per il cambio chiesto da Antetokounmpo dopo appena 3 minuti per riprendere fiato, i padroni di casa confezionano un super secondo quarto scavando un break mai più colmato dai Suns: all’intervallo lungo Milwaukee è avanti di 15 (60-45) che diventano 22 a fine terzo quarto (98-76), con il greco inarrestabile sotto canestro. Ma i Bucks, diversamente dalle gare precedenti, possono contare anche sull’apporto delle altre due star: Jrue Holiday gioca un super terzo quarto da 12 punti per bloccare la reazione di Phoenix e alla fine chiude con 21 punti e 9 assist, Khris Middleton è meno preciso al tiro ma mette comunque a referto 18 punti, 7 rimbalzi e 6 assist in 41 minuti. Per i Suns invece, doppia doppia sfiorata per Ayton, con 19 punti e nove rimbalzi mentre Chris Paul ne mette a referto 19 e nove assist. LEGGI TUTTO

  • in

    Finals Nba, super Antetokounmpo riapre la serie. I Suns guidano 2-1

    MILWAUKEE (Stati Uniti) – Giannis Antetokounmpo, autore di 41 punti con 13 rimbalzi e 6 assist, riapre le Nba Finals 2021. Il greco in gara-3 trascina i Bucks che battono i Suns 120-100 al Fiserv Forum. I vincitori della Eastern Conference non falliscono l’opportunità di rientrare nella serie ed entrano in campo con determinazione. Dopo l’iniziale +3 in favore di Phoenix a fine primo quarto (25-28), arrivano infatti due super parziali, con il secondo (35-17) ed il terzo periodo (38-31) che di fatto rendono Milwaukee irraggiungibile. Il greco è inarrestabile sotto canestro ma i Bucks, diversamente dalle gare precedenti, possono contare anche sull’apporto delle altre due star: Jrue Holiday chiude con 21 punti e 9 assist, mentre Khris Middleton è meno preciso al tiro ma mette comunque a referto 18 punti, 7 rimbalzi e 6 assist in 41 minuti. Per i Suns invece Ayton e Chris Paul segnano entrambi 19 punti, serata ‘no’ al tiro per Devin Booker. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, show di Chris Paul: i Suns battono i Bucks in gara-1

    PHOENIX (Stati Uniti) – Un Chris Paul inarrestabile trascina i Suns in gara-1 della finale Nba contro i Bucks. Phoenix comanda la sfida già dai primi minuti e il 36enne play, alla prima apparizione in una serie per il titolo, non tradisce le attese: 32 punti e 9 assist alla fine per Paul nel 118-105 finale, un bottino eccellente considerando un primo quarto senza canestri. Ma la stella dei Suns è andata in crescendo: 11 punti nel secondo quarto e 16 nel terzo, momento decisivo per l’allungo di Phoenix, diventando il terzo giocatore della storia con almeno 30 punti a 36 anni alle Finals dopo Kareem Abdul-Jabbar (6 volte) e Tim Duncan. I Suns possono esultare anche per i 22 punti e 19 rimbalzi di Deandre Ayton, bravissimo sotto canestro e abile in difesa nel limitare un Giannis Antetokounmpo recuperato in extremis ma ancora non al meglio dopo l’infortunio al ginocchio, e per i 27 punti con 8/21 dal campo per Devin Booker.
    Antetokounmpo non basta ai Bucks, Suns da record
    Per Phoenix da segnalare anche l’ottima prestazione di Mikal Bridges (14 punti) e il fondamentale impatto di Cameron Payne nella ripresa, con 10 punti che tengono avanti Phoenix durante i minuti di riposo di Chris Paul. Ma soprattutto un perfetto 24/25 dalla lunetta con l’unico libero sbagliato nei secondi finali di gioco da Jae Crowder: i Suns si confermano così miglior squadra della storia dei play-off per efficacia a cronometro fermo, con un dato che sfiora l’82%. Ai Bucks invece non basta il recupero di Antetokounmpo, autore di 20 punti, 17 rimbalzi e 4 assist ma con una prestazione in calo nella parte decisiva del match, anche se nei 35 minuti in cui il greco è rimasto in campo Milwaukee ha segnato più di Phoenix. L’ultimo a mollare in casa Bucks è Khris Middleton, che nel terzo quarto prova a rispondere colpo su colpo agli affondi di Chris Paul chiudendo con 29 punti e 12/26 dal campo, 7 rimbalzi e 4 assist. Ma per Milwaukee servirà ben altro per mettere paura ai Suns. LEGGI TUTTO